Greenpeace e console, è guerra

E' una campagna di sensibilizzazione dai temi forti quella che passa di mouse in mouse

Roma – È richiamata di continuo in Italia e all’estero in questi giorni: è la nuova campagna di Greenpeace contro le console videoludiche costruite con materiali “troppo inquinanti”. Si chiama non a caso Clash of the Consoles ed invita utenti e case di produzione ad abbracciare i videogiochi in modo ecologicamente più costruttivo.

il video

Sul sito dedicato è possibile visionare un video dai toni forti, in cui si afferma che le principali console oggi sul mercato sono tossiche sia in fase di produzione che in fase di smaltimento. Un video al quale partecipano Mario, il celeberrimo personaggio Nintendo, nonché altre icone della videoludica contemporanea.

Logica conseguenza di tutto questo è l’appello di Greenpeace agli utenti affinché chiedano ai costruttori di competere per la realizzazione “della console più verde mai realizzata”, una console che miri prima di tutto a risparmiare l’ambiente.

Sul sito anche tutti i dettagli, “scoreboard”, dei punteggi assegnati da Greenpeace alle varie Xbox e Playstation.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • omolox scrive:
    ma come facciamo a impedirlo??
    cosa possiamo fare??
  • Flavio scrive:
    Probabile altro motivo
    Nokia detiene il 50% del mercato SymbianOS. Famosi soggetti stanno spingendo verso l'utilizzo di piattaforme open (Open Handset Alliance & Android) che potrebbero erodere forti quote di mercato a SymbianOS. Allora perche' non spingere per rendere i formati raccomandati dal W3C proprietari ? In tal modo i produttori di SmartPhone Linux dovrebbero versare royalty sui brevetti con conseguente levitazione dei prezzi e calo del possibile mercato Linux...
  • Msdead scrive:
    E noi cassiamo le major!!
    Come da titolo, noi cassiamo poi le major e chi sostiene il DRM.Non l'hanno capito che continuare ad usare il DRM, in qualunque forma, modo, maniera, sarà solo peggio per loro.Stranamente però molti chiedono di abolirlo il DRM...chissà perchè!Vedremo, non mi faccio viaggi o che, spero solo che ricevano la lezione che meritano!!
  • Pablo scrive:
    theora e drm
    Daccordo che theora non è gran chè però se fosse utilizzato sarebbe più facilmente migliorabile avendo una piattaformadi sviluppo molto più ampia.Per quanto riguarda Nokia e i w3c craccate craccate tuttonessuna pietà per questi avidi.
  • Sgabbio scrive:
    Cassano il formato perchè non ha il DRM?
    Che assurdita! E stato ormai provato che la gente è ALLERGICA al DRM, e mi cazzano un formato per questo ? Stai a vedere che sarà l'unica specifica del html5 a non essere usato.Mi complimento per Nokia per la sua avidita e per altri .
    • dierre scrive:
      Re: Cassano il formato perchè non ha il DRM?
      - Scritto da: Sgabbio
      Che assurdita! E stato ormai provato che la gente
      è ALLERGICA al DRMSi appunto la gente... mica le major o nokia, queste ultime lo approvano a piè pari e anzi ormai immaginare un mondo senza drm e tc è come pensare ad un mondo in cui la politica è al servizio dei cittadini (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      Mi complimento per Nokia per la sua avidita e per
      altriBenvenuto nel mondo moderno!! :p
      • Sgabbio scrive:
        Re: Cassano il formato perchè non ha il DRM?
        io ho idea che moltissimi sviluppatori, ignoreranno lo standard Video del html 5 a questo punto, grazie a questa volpata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cassano il formato perchè non ha il DRM?
      Chi comanda realmente ? La gente (dove ai più basta dargli le anticipazioni dell'isola dei minchioni) o le major piene di soldi che pur essendo loro le produttrici dell'isola di prima ti sputano in faccia se provi a trattarle come loro trattano la gente ?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Cassano il formato perchè non ha il DRM?
        bhe considerando che il DRM sta miseramente fallento, credo che la Gente stia cominciando a "comandare". Il fatto di chiedere un formato che abbia il DRM, oltre ad essere "incompatible" con le richieste del W3c (non ha mai preso piede un DRM aperto), rischia pure di creare non pochi casini per quanto riguarda l'interpolarità.Detto questo, ho idea che la parte più interessante del HTML 5 verra snobbata da molti per questo. (peccato...)
  • Marco Ravich scrive:
    W3C deve bannare Nokia ed Apple: trolls

    Forward AgencyIn progress we (always) trust.
    • CCC scrive:
      Re: W3C deve bannare Nokia ed Apple: trolls
      - Scritto da: Marco Ravich
      Nokia, fate i cellulari, ma almeno usateli !

      http://www.sidespace.com/products/oggs/

      Dopodiché se Apple si lamenta della qualità di
      Theora, perché non collabora per aumentarla
      ?

      La verità è che ancora una volta alle majors dà
      fastidio non poterci dragare le saccoccie sotto
      ogni punto di
      vista.

      Per "pisello rugoso": prova a pensare quanto
      avresti potuto risparmiare in royalties sul
      lettore DVD, sul canone RAI, sul prezzo dei DVD
      originali, ecc, se si fossero utilizzati codec
      royality-free...

      ...oppure sei uno che pirata tutto ?

      --quoto!!!
    • nichilista scrive:
      Re: W3C deve bannare Nokia ed Apple: trolls

      Per "pisello rugoso": prova a pensare quanto
      avresti potuto risparmiare in royalties sul
      lettore DVD, sul canone RAI, sul prezzo dei DVD
      originali, ecc, se si fossero utilizzati codec
      royality-free...E' nato prima l'uovo o la gallina? Se non ci fossero i codec a pagamento, non ci sarebbe la spinta open a realizzare dei cloni scadenti. Se non ci fosse l'ipod non ci sarebbe ipod linux, se non ci fosse la ps2 non ci sarebbero i grid computer con linux yellowdog.Senza una spinta tenologica supportata da investimenti, non ci sarebbe nulla di quanto vediamo oggi. Ne dvd, ne bluray, ne flash mmc.Senza gli investimenti e i ricavi delle indistrie che fanno ricerca (sa non sono tutti cantinari senza ragazza), l'indotto tecnologico non esisterebbe e saremo indietro anni tecnologicamente. La storia non si fa con i se, neppure l'informativa.Tu non puoi cambiarne il corso ne di una ne dell'altra. Per fortuna.
      • CCC scrive:
        Re: W3C deve bannare Nokia ed Apple: trolls
        - Scritto da: nichilista

        Per "pisello rugoso": prova a pensare quanto

        avresti potuto risparmiare in royalties sul

        lettore DVD, sul canone RAI, sul prezzo dei DVD

        originali, ecc, se si fossero utilizzati codec

        royality-free...

        E' nato prima l'uovo o la gallina? ah complimenti nichilista! bell'esordio! per nulla banale!
        Se non ci
        fossero i codec a pagamento, non ci sarebbe la
        spinta open a realizzare dei cloni scadenti. Se
        non ci fosse l'ipod non ci sarebbe ipod linux, se
        non ci fosse la ps2 non ci sarebbero i grid
        computer con linux
        yellowdog.se se se... in sostanza cosa hai detto? solo dei se ovvero nulla!argomenti = ZERO
        Senza una spinta tenologica supportata da
        investimenti, non ci sarebbe nulla di quanto
        vediamo oggi. Ne dvd, ne bluray, ne flash
        mmc.certi investimenti non favoriscono la scienza e la tecnologia, la BLOCCANO: vedi brevetti e copyright che danno rendite e monopoli quasi eterni... e guai a chi cerca di inventarsi qualcosa d'altro o di nuovo!
        Senza gli investimenti e i ricavi delle indistrie
        che fanno ricerca (sa non sono tutti cantinari
        senza ragazza), l'indotto tecnologico non
        esisterebbe e saremo indietro anni
        tecnologicamente.FUD... posizione preconcetta e falsa, smentita oramai da tempo da tanti studi e ricerche... o più semplicemente dai fatti: vedi l'esempio Nokia in questione... o vedi che chi spinge all'innovazione oggi e "costringe" le "industrie" di cui parli a muovere (il minimo che serve) il c..o sono per es. proprio quei "cantinari" del Sw Libero che danno tanto fastidio alle multinazionali del sw...
        La storia non si fa con i se, e neppure i post...
        neppure
        l'informativa.neppure l'informatiCa o l'informaZIONE... scegli tu...
        Tu non puoi cambiarne il corso ne di una ne
        dell'altra. Per
        fortuna.magari un pochino pochino sì...e non credo proprio che tu possa farlo più di me o di altri... per fortuna ;-)
      • picard12 scrive:
        Re: W3C deve bannare Nokia ed Apple: trolls
        ma dai... i grid computer esitevano prima della ps2 ed esisteranno anche dopo... bene... un'altro che conosce solo Win... solaris non ti dice nulla?PS: non è un film
  • sauro pani scrive:
    ops
    "lo stesso per mp3" intendevo...per quanto riguarda il "fallimento" di questo o quello: non è che dipende dalla qualità, quanto dalla politica, diciamo così.e magari avessi perso io così la mia gioventù; non è che si è imbecilli se si perde la propria gioventù a scrivere un codec, che diventi famoso o meno (tanto come detto la diffusione non è strettamente proporzionale alla qualità del codec :( )classicamente diffido di ciò che si diffonde troppo e troppo in fretta e con il benestare dei "potenti"; gatta ci può covare...
    • sberla scrive:
      Re: ops

      classicamente diffido di ciò che si diffonde
      troppo e troppo in fretta e con il benestare dei
      "potenti"; gatta ci può
      covare...ecco perche' tu non otterrai mai nulla dalla vita.
      • Alberto scrive:
        Re: ops

        classicamente diffido di ciò che si diffonde
        troppo e troppo in fretta e con il benestare dei
        "potenti"; gatta ci può
        covare...
        ecco perche' tu non otterrai mai nulla dalla vita.E cosa si dovrebbe fare per te per "ottenere dalla vita"?Bersi passivamente tutto quello che ti propinano gli altri senza riflettere perchè tanto "è più comodo e lo fanno tutti,quindi è la cosa migliore..."Se la maggior parte della gente la pensa così,andiamo bene... :(
  • sauro pani scrive:
    conversioni
    e bravo, convertendo da un formato a perdita di dati (ogg) a un altro a perdita di dati (mp3), perdi in qualità; ma è evidente che questa non ti interessa. fra parentesi, come per gli mp3, per gli ogg ci sono una marea di opzioni quando si converte un "wav" a ogg, duqnue il risultato finale dipende da come chi ha fatto la conversione ha settato il programma... lo stesso o simile vale per l'ogg. io metto tutto in ogg. ma niente sul mulo (che non ho :)... però se dovesse capitare, fammi sapere chi sei così ti metto nella black list!
  • CCC scrive:
    Formati standard, DRM e TC...
    al di là della ditriba su quale sia il formato "migliore" per gli standard W3C (su cui non ci dovrebbero essere dubbi, secondo me e secondo la bozza iniziale del W3C, del resto: OGG/THEORA!!!), il punto sta sul discorso DRMma il DRM da solo non basta ai "signori" delle multinazionali della major e del software/hardwaree d'altra parte, non basta neanche per l'altro (vero e terribile) scopo "collaterale" della questione: ovvero il controllo sociale...il DRM per costoro (vedi la recente discussione sulla proposta dmin.it qui su punto informatico) deve essere associato al TC (Trusted Computing) che impedisce di eludere i DRM (altrimenti il DRM in sè è poco più di un TAG, un qualcosa di facilissimamemte "eliminabile"...)e infatti, guarda caso, guardate qui chi c'é a "lavorare" sul TC, tutti insieme appassionatamente:https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/e, guarda caso, sempre più spesso ci sono pure i politici (nostrani ed internazionali) che iniziano a fare certi discorsi...
    • CCC scrive:
      Re: Formati standard, DRM e TC...
      - Scritto da: Lulu
      Scusa ma quindi te hai una soluzione per
      diffondere contenuti multimediali a pagamento
      senza
      DRM?mai detto questo.e d'altronde i contenuti multimediali sono stati diffusi per molti decenni senza DRM
      "Questi signori" produttori difendono i loro
      diritti, pagano milioni di dollari per fare un
      film, e vorrebbero che la gente pagasse per
      vederlo...Al cinema si paga, le tv pagano per
      trasmetterlo, i dvd si pagano per acquistarli o
      noleggiarli.....internet, no la' e' gratis.
      Cadrebbe tutta la baracca non
      trovi?
      Potresti anche spiegarmi perche' secondo te
      un'emittente televisiva paga milioni per i
      diritti a trasmettere un certo film sui propri
      canali, ed e' tutelata da fatto che altre
      televisioni concorrenti non lo trasmettano senza
      aver pagato, mentre un sito internet no, magari
      io compro i diritti, e poi mi ritrovo 100 siti
      che trasmettono la stessa cosa gratis e
      illegalmente, senza averli pagati....per non
      parlare dei
      p2p.
      Se te conosci un modo diverso dai DRM per
      garantire che chi compra i diritti su un certo
      contenuto multimediale lo possa distribuire su
      internet come meglio preferisce senza subire la
      concorrenza sleale di chi lo diffonde senza aver
      pagato niente, ben venga, faccelo
      sapere.si tratta di cambiare completamente il modello di "business", per esempio liberandolo (liberandoci) da cose come, appunto, lo sfruttamento economico dei diritti d'autore (leggi: rendite parassitarie di pochi a danno di molti tra cui, normalmente, l'autore stesso), i brevetti pressoché eterni e su cose assurde (leggi: pratiche per frenare la diffusione della conoscenza e per trarre ingiusti guadagni da monopoli di fatto a danno della collettività e del progresso tecnico e scientifico)
      Altrimenti ci dobbiamo tenere i DRM.mai! anche perché i DRM implicano il TC, su qualsiasi dispositivo elettronico digitale...ma hai idea di cosa sia il TCG???https://www.trustedcomputinggroup.orgma hai idea di cosa voglia dire?http://www.no1984.org/
      D'altronde se te vuoi usufruire del lavoro di un
      altro, devi pagare, se ti sembra troppo costoso,
      non lo usi non vedi quel film, non senti quella
      canzone...non sempre... esiste il Software Libero (GPL) per esempio, esistono le licenze Creative Commons...
      E' l'unica tecnica di protesta che ha
      in mano
      l'utente.beh... non è l'unica...ma è una tecnica forte e importante, se la gente si svegliasse un pò anziché essere serva della gleba di tutta la gentaglia che ci domina...
    • precisino scrive:
      Re: Formati standard, DRM e TC...
      - Scritto da: Lulu
      Scusa ma quindi te hai una soluzione per
      diffondere contenuti multimediali a pagamento
      senza DRM?Si chiama watermark personalizzato. Ti vendo un prodotto, ci metto la filigrana digitale che definisce a chi lo ho venduto, poi hai pagato e ne fai quello che vuoi. Lo copi, lo usi fino alla fine dell'universo, lo converti nei formati che più ti piacciono.

      "Questi signori" produttori difendono i loro
      diritti,Non mi risulta sia mai stato sancito dalla legge il diritto a rendere i contenuti "bombe a tempo" che si autodisabilitano quando inventa il produttore (anche quando i diritti di sfruttamento economico si sono prescritti, come previsto dalla legge!).Non mi risulta che sia equo impedire la copia di backup (checche ne dica il DCMA e la EUCD). pagano milioni di dollari per fare un
      film, e vorrebbero che la gente pagasse per
      vederlo...Al cinema si paga, le tv pagano per
      trasmetterlo, i dvd si pagano per acquistarli o
      noleggiarli.....internet, no la' e' gratis.
      Cadrebbe tutta la baracca non trovi?Non trovo. Certo diminuirebbero i profitti, avvicinando il prezzo alla reale capacità di spesa degli acquirenti (si chiama mercato: incontro tra domanda e offerta!). Ed è per questo che si combatte la guerra, per garantire il monopolio della distribuzione e i suoi profitti. Il resto è propaganda.
      Se te conosci un modo diverso dai DRM per
      garantire che chi compra i diritti su un certo
      contenuto multimediale lo possa distribuire su
      internet come meglio preferisce senza subire la
      concorrenza sleale di chi lo diffonde senza aver
      pagato niente, ben venga, faccelo sapere.Si chiama causa civile. Mi hai danneggiato, ti faccio causa, un giudice terzo decide, mi paghi.
      Altrimenti ci dobbiamo tenere i DRM.
      D'altronde se te vuoi usufruire del lavoro di un
      altro, devi pagare, se ti sembra troppo costoso,
      non lo usi non vedi quel film, non senti quella
      canzone...E' l'unica tecnica di protesta che ha
      in mano l'utente.Peccato che la mancata fruizione dei prodotti venga interpretata maliziosamente come sintomo di pirateria. Le vendite sono in caduta libera da quando la qualità (intesa come varietà dell'offerta) è scesa per mantenere alti i profitti. E' chiaro che produrre UN film per il 50% del mercato costa meno e rende di più che produrne 10 ognuno per il 5% del mercato.Quindi è chiaro che limitare l'offerta attraverso la restrizione della distribuzione paga, e paga molto.Questo effetto barriera, che internet demolisce, è il vero nemico delle major. Prova: perchè il prezzzo richiesto per la somministrazione via etere dei contenuti sonori non andava bene per internet e hanno chiesto 10 volte tanto per mandare la stessa canzonetta? Per impedire la nascita di forme concorrenti di distribuzione. Lo hanno dichiarato pubblicamente (leggi il libro di Lawrence Lessig per le prove). Senza la pirateria non esisterebbe iTunes (con tutti i suoi difetti). Il resto è propaganda.
      • gerry scrive:
        Re: Formati standard, DRM e TC...
        - Scritto da: precisino
        Non mi risulta sia mai stato sancito dalla legge
        il diritto a rendere i contenuti "bombe a tempo"
        che si autodisabilitano quando inventa il
        produttore (anche quando i diritti di
        sfruttamento economico si sono prescritti, come
        previsto dalla
        legge!).Perchè no?La legge non ti vieta di rendere disponibile un contenuto per un certo tempo, il noleggio per esempio ne è una forma.Fa tutto parte degli ampissimi diritti che sono stati garantiti agli autori.
        Non mi risulta che sia equo impedire la copia di
        backup (checche ne dica il DCMA e la
        EUCD).Hai fatto bene a distinguere. Equo no, lecito purtroppo... :(
        • CCC scrive:
          Re: Formati standard, DRM e TC...
          - Scritto da: gerry
          - Scritto da: precisino[...]
          La legge non ti vieta di rendere disponibile un
          contenuto per un certo tempo, il noleggio per
          esempio ne è una
          forma.
          Fa tutto parte degli ampissimi diritti che sono
          stati garantiti agli
          autori.eh no... conviene essere imprecisi vero?la legge (italiana sul diritto d'autore) garantisce quei diritti ai DETENTORI dei diritti di sfruttamento economico dell'opera...che, in pratica, NON SONO (QUASI) MAI gli autori ma altri (major, softwarehaure, ecc.) che SFRUTTANO il lavoro fatto da altri...

          Non mi risulta che sia equo impedire la copia di

          backup (checche ne dica il DCMA e la

          EUCD).

          Hai fatto bene a distinguere. Equo no, lecito
          purtroppo...
          :(purtroppo per chi (i suddetti detentori dei "diritti") lucra sui diritti e sui brevetti senza produrre nulla, alle spalle del lavoro degli altri...tutta gente che si dovrebbe vergognare... e dovrebbe, una volta tanto, andare a lavorare...
          • Kwisatz Haderach scrive:
            Re: Formati standard, DRM e TC...
            Per chi fosse nuovo dell'argomento, questa interessante inchiesta di Report (fonte piu' che attendibile) e' utile per capire meglio l'argomento e parlarne con una maggiore cognizione di causa.http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90082,00.htmlDetto questo c'e' una sostanziale differenza tra la tutela degli autori e lo sfruttamento del lavoro di molti autori i cui interessi vengono calpestati in favore di alcuni autori e degli editori in genere. Che questo sia legale e' un fatto, ma che sia anche giusto e' tutto un'altro paio di maniche ...
      • CCC scrive:
        Re: Formati standard, DRM e TC...
        - Scritto da: precisino[...]grazie precisino... mi hai tolto molte parole di bocca e mi hai evitato la fatica di rispondere a questo signore che o ci è (diciamo "sottomesso" per non offenderlo) o ci fa (è uno degli "intermediari", dei "passa-licenza" con cresta, o giù di lì...)ciao
      • picard12 scrive:
        Re: Formati standard, DRM e TC...
        nelle vostre argomentazioni c'è del giusto, la questione è parecchio complessa... I formati devono essere aperti per essere disponibili a tutti, altrimenti solo l'abbiente se ne avvantaggerà (ndr. paesi poveri), la mania di porre il proprio controllo con strumenti che definisco coercitivi, è per poter comunque vincolare le persone, senza doversi impegnare più di tanto per offrire un servizio (musica, video, o qualsiasi cosa intendiate).Un esempio è la qualità della musica da 15 annni a questa parte... 2 accordi, 2 ritornelli orecchiabili etc... vedi ligabue e Zucchero ( purtroppo)..In pratica minimo sforzo e massimo profitto.. però la gente si è un pò stufata di pagare 20 e più per un cd di musica non particolarmente "elaborata".Il giusto incontro sarebbe maggior qualità ad un prezzo giusto, però ragazzi, in italia abbiamo la SIAE che sapete benissimo che fa di tutto, tranne che tutelare gli autori...
        • sberla scrive:
          Re: Formati standard, DRM e TC...

          per un cd di musica non particolarmente
          "elaborata".Il giusto incontro sarebbe maggior
          qualità ad un prezzo giusto, però ragazzi, in
          italia abbiamo la SIAE che sapete benissimo che
          fa di tutto, tranne che tutelare gli
          autori...ovviamente sei tu che definisci cos'e' la musica di qualita'.Cosa sarebbe per te la qualita' una delle solite cacofoniche composizioni dei spolture, com magari l'immancabile sottofondo in rutti e scorregge?tu si che te ne intendi.
    • Hovercraft scrive:
      Re: Formati standard, DRM e TC...
      - Scritto da: Lulu
      Scusa ma quindi te hai una soluzione per
      diffondere contenuti multimediali a pagamento
      senza
      DRM?
      Se si fosse partiti con questa filosofia non ci sarebbe stato neanche l'html 1, per proteggere gli interessi di chi vuole diffondere contenuti testuali a pagamento (ebook).L'html5 deve definire standard aperti e svincolati. Theora e' libero e svincolato, ogg e vorbis sono liberi svincolati e vanno meglio dell'mp3 (ascoltare per credere, altro che i post dei trollini puntoinformatici).Tocca poi alle major inventarsi soluzioni non standard per fare quello che l'html non deve fare. Se i loro contenuti sono validi la gente si dotera' dei codec necessari che diventeranno standard di fatto. Ma se io voglio mandare video liberi a tutti non vedo perche' devo dipendere dalle politiche di nokia apple m$ o chi per loro. Si fottano.
  • pentolino scrive:
    Ma la questione del DRM
    Vorrei capire una cosa; esiste un modo (in teoria) di realizzare un DRM open source? Oppure senza le famose chiavi magiche tipo "09 F9 11 02 9D 74 E3 5B D8 41 56 C5 63 56 88 C0" non si riesce?Personalmente non amo i DRM però non ci vedrei nulla di male se un qualche formato open li prevedesse (purchè essi stessi open ovviamente)
    • CCC scrive:
      Re: Ma la questione del DRM
      - Scritto da: pentolino
      Vorrei capire una cosa; esiste un modo (in
      teoria) di realizzare un DRM open source? Oppure
      senza le famose chiavi magiche tipo "09 F9 11 02
      9D 74 E3 5B D8 41 56 C5 63 56 88 C0" non si
      riesce?
      Personalmente non amo i DRM però non ci vedrei
      nulla di male se un qualche formato open li
      prevedesse (purchè essi stessi open
      ovviamente)il DRM da solo non è utile ai "signori" delle multinazionali della major e del software/hardware e non è utile all'altro scopo "collaterale" della questione ovvero il controllo sociale...il DRM per costoro (vedi la recente discussione sulla proposta dmin.it qui su punto informatico) va associato al TC (Trusted Computing) che ne impedisce l'elusione (altrimenti il DRM in sè è poco più di un TAG, un qualcosa di facilissimamemte "eliminabile"...e infatti guarda qui chi c'é a "lavorare" sul TC, tutti insieme appassionatamente:https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/
      • pentolino scrive:
        Re: Ma la questione del DRM
        non so, non mi pare tanto una risposta al mio commento... direi che era più adatta ad un post a parte (come d' altra parte hai fatto: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2143288&m=2143816#p2143816)
      • nome e cognome scrive:
        Re: Ma la questione del DRM
        i DRM son solo offuscamento.. per dare un minimo e inutile fastidio hanno quindi bisogno di essere closed-source.. (HD cosa? AnyDVD!)
        • nome e cognome scrive:
          Re: Ma la questione del DRM
          - Scritto da: nome e cognome
          i DRM son solo offuscamento.. per dare un minimo
          e inutile fastidio hanno quindi bisogno di essere
          closed-source.. (HD cosa?
          AnyDVD!)e per chi ancora non l'avesse saputo.. i DRM servono solo a creare formati incompatibili con la concorrenza.. cosi ci si rimette tutti e chi produce il DRM fa soldi :)
    • Marco Ravich scrive:
      Re: Ma la questione del DRM

      Forward AgencyIn progress we (always) trust.
      • CCC scrive:
        Re: Ma la questione del DRM
        - Scritto da: Marco Ravich
        - Scritto da: pentolino[...]
        Qua il problema (vero) non sono i DRM ma le
        royalityes
        !!!esatto! :-)DRM + TC = royalties + controllo sociale
      • pentolino scrive:
        Re: Ma la questione del DRM
        grazie per la risposta, ora so che si può...Che Nokia vada a quel paese allora!
        • dierre scrive:
          Re: Ma la questione del DRM
          - Scritto da: pentolino
          grazie per la risposta, ora so che si può...
          Che Nokia vada a quel paese allora!Approvo!!!!!!!!!
  • pisello rugoso scrive:
    FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
    personbalemnte lo reputo un fallimento. Occupa mediamente 2% in piu' di spazio rispetto a un file AAC e la sua compressione richiede computer dotati di un processore assolutemente di avanguardia. Appena trovo con il mulo un file ogg, se e' l'unica fonte disponibile, mi aggancio al download, ma appena terminato lo converto in mp3 senza alcuna pieta', e metto il blacklist l'ip del condivisore.non parliamo poi del formato .ape, inutile come la fame, tanto vale comprimere un iso con gzip, il risultato e' identico, anzi piu' compatibile.e ogg e' solo il contenitore, non parliamo poi dei codec, tehora, e' stato piu' volte miseramente battutto persino dalle versioni di divx di 3 anni fa. Nessun confronto con hl26, nessuna partita, la marmaglia di ogg ha cassato in pieno, nessun supporto dalla bbs, ne dal w3c, ne dagli utenti.lo sviluppatore ha sprecato gli anni migliori della sua gioventu.
    • merlo indiano scrive:
      Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
      Il povero Theora....Francamente... E' milioni di volte meglio H.264. La qualità di Theora anche a Bitrate popolarmente usati per Xvid-Divx (800-1000 kbps) è abbastanza bassa da distinguere artifatti piuttosto fastidiosi!! Per lo streaming andrebbe bene H.264, poiché spesso nello streaming si usano risoluzioni minori che non sono difficili da decodifcare anche per un precessore vecchiotto... Ovvio che se vuoi andare 1280x720 devi avere qualche cavallo in più...
      • 123 scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
        il succo non è "qual'è il migliore" il succo è "vogliamo il DRM se no non c'è standard"se nemmeno h264 supporta il DRM finisce nel cesso anche questo...
      • styx scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
        siete, e specie il primo, un po cattivelli...l'Ogg (container) non ha particolari cose da invidiare o denigrare.. + flessibile di un .avi certamente lo e'... Il VP3/theora , beh chiaramente risente degli ANNI (il vp3 e' del 2003 mi pare), e certamente, dati i tanti formati gustosi con codec open (roba mpeg4 /xvid) che circolano, non ha potuto tenere il passo. E infatti siamo arrivati solo adesso alla final beta. (praticamente v1.0)Un po ingiusto confrontarlo con h264 ,che, tra l'altro, mi risulta molto esoso di risorse in encoding (a chi guarda frega poco, ok :). Poi ok h264 ha tanti profili con differenti rate ecc... Viva x264, cmq.
      • nonno bitume scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
        - Scritto da: merlo indiano
        Il povero Theora....
        Francamente... E' milioni di volte meglio H.264.povero tu. non conosci proprio la materia di cui si parla.http://www.osnews.com/story.php/19019/Theora-vs.-h.264inginocchiati e preparati ad essere deriso, l'ignoranza non e' tollerata su questo forum.
        • nattu_panno_dam scrive:
          Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
          - Scritto da: nonno bitume
          - Scritto da: merlo indiano

          Il povero Theora....

          Francamente... E' milioni di volte meglio H.264.

          povero tu. non conosci proprio la materia di cui
          si
          parla.

          http://www.osnews.com/story.php/19019/Theora-vs.-h

          inginocchiati e preparati ad essere deriso,
          l'ignoranza non e' tollerata su questo
          forum. ConclusionI prefer h.264. Goodnight everyone. Già ...
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
          contenuto non disponibile
    • Simon the Sorcerer scrive:
      Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
      1 - Innanzi tutto gli AAC sono un sistema di compressione a bitrate costante mentre gli Ogg Vorbis sono a bitrate variabile, cosa che garantisce una maggiore qualità2 - Se converti un Ogg Vorbis in un MP3 in realtà stai eseguendo una decompressione - compressione quidi essendo entrambi dei formati lossy hai una notevole degradazione della qualità audio.3 - Il formato .ape o Monkey Audio Codec è un formato Loseless e in quanto tale non ha perdita di dati ovvero maggiore qualità audio a discapito dello spazio su disco. La compatibilità è data dalla diffusione, a torto di un formato scadente e proprietario quale l'MP3 della Fraunhofer, e dalla natura poco conosciuta dei codec loseless.4 - Per quanto riguarda i codec Theora, essi sono stati sviluppati principalmente per lo streaming e non per dei file residenti come gli XviD o i DivX, quindi devono essere leggeri anche a fronte di una riduzione della qualità video.5 - Se si parla di tempo sprecato perché non citare il tuo tempo, passato a insultare un formato utilizzato e qualitativamente valido, anziché a informarsi seriamente su vantaggi e svantaggi del formato stesso?
      • Matt Vasonsky scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
        quoto!!!
      • CCC scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
        - Scritto da: Simon the Sorcerer
        1 - Innanzi tutto gli AAC sono un sistema di
        compressione a bitrate costante mentre gli Ogg
        Vorbis sono a bitrate variabile, cosa che
        garantisce una maggiore
        qualità

        2 - Se converti un Ogg Vorbis in un MP3 in realtà
        stai eseguendo una decompressione - compressione
        quidi essendo entrambi dei formati lossy hai una
        notevole degradazione della qualità
        audio.

        3 - Il formato .ape o Monkey Audio Codec è un
        formato Loseless e in quanto tale non ha perdita
        di dati ovvero maggiore qualità audio a discapito
        dello spazio su disco. La compatibilità è data
        dalla diffusione, a torto di un formato scadente
        e proprietario quale l'MP3 della Fraunhofer, e
        dalla natura poco conosciuta dei codec
        loseless.

        4 - Per quanto riguarda i codec Theora, essi sono
        stati sviluppati principalmente per lo streaming
        e non per dei file residenti come gli XviD o i
        DivX, quindi devono essere leggeri anche a fronte
        di una riduzione della qualità
        video.

        5 - Se si parla di tempo sprecato perché non
        citare il tuo tempo, passato a insultare un
        formato utilizzato e qualitativamente valido,
        anziché a informarsi seriamente su vantaggi e
        svantaggi del formato
        stesso?Mi associo.Per non parlare poi del discorso DRM free...
      • pisello rugoso scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
        - Scritto da: Simon the Sorcerer
        1 - Innanzi tutto gli AAC sono un sistema di
        compressione a bitrate costante mentre gli Ogg
        Vorbis sono a bitrate variabile, cosa che
        garantisce una maggiore qualitàanche gli aac sono a bitrate costante. se con il tuo porgramma linaro riga comando non riesci a farli, non vuole dire che non si puo' fare. Prova con itunes.
        2 - Se converti un Ogg Vorbis in un MP3 in realtà
        stai eseguendo una decompressione - compressione
        quidi essendo entrambi dei formati lossy hai una
        notevole degradazione della qualità
        audio.impercettibile. Ovvio che se lo facessi con musica sinfonica si sentirebbe. Inoltre sono pochi i feticisti della qualita'. La gente preferisce la flessibilita' e la liberta. Mp3 e' flessibile perche' viene letto ovunque.
        La compatibilità è data
        dalla diffusione, a torto di un formato scadente
        e proprietario quale l'MP3 della Fraunhofer, e
        dalla natura poco conosciuta dei codec loseless.Senza l'mp3 la musica non sarebbe la stessa. Scadente non direi affatto, anzi i codec sono migliorati moltissimo nel tempo. Inoltre conta che le persone sane di mente non volgiono riempirsi l'hd di file grandi 300 mb l'uno quando potrebbero ridurne lo spazio a un 10mo. Con questo ragionamento allora sarebbero da idioti anche i divx perche' non puri. mavaaaa...
        4 - Per quanto riguarda i codec Theora, essi sono
        stati sviluppati principalmente per lo streaming
        e non per dei file residenti come gli XviD o i
        DivX, quindi devono essere leggeri anche a fronte
        di una riduzione della qualità video.Questa e' una tua personalissima interpretazione. Il sito e la stessa wikipedia dicono altro.
        5 - Se si parla di tempo sprecato perché non
        citare il tuo tempo, passato a insultare un
        formato utilizzato e qualitativamente valido,
        anziché a informarsi seriamente su vantaggi e
        svantaggi del formato stesso?Proprio perche' lo conosco , mi sono speso ad elencarne i difetti. La vertia' fa male.
        • Simon the Sorcerer scrive:
          Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
          - Scritto da: pisello rugoso
          - Scritto da: Simon the Sorcerer

          1 - Innanzi tutto gli AAC sono un sistema di

          compressione a bitrate costante mentre gli Ogg

          Vorbis sono a bitrate variabile, cosa che

          garantisce una maggiore qualità

          anche gli aac sono a bitrate costante. se con il
          tuo porgramma linaro riga comando non riesci a
          farli, non vuole dire che non si puo' fare. Prova
          con
          itunes.non capisco la correzione sinceramente; io dico che gli aac sono a bitrate costante e tu mi correggi dicendo che sono a bitrate costante????

          2 - Se converti un Ogg Vorbis in un MP3 in
          realtà

          stai eseguendo una decompressione - compressione

          quidi essendo entrambi dei formati lossy hai una

          notevole degradazione della qualità

          audio.

          impercettibile. Ovvio che se lo facessi con
          musica sinfonica si sentirebbe. Inoltre sono
          pochi i feticisti della qualita'. La gente
          preferisce la flessibilita' e la liberta. Mp3 e'
          flessibile perche' viene letto
          ovunque.già chi non preferirebbe un file audio pieno di artefatti e con frequenze ghigliottinate che si ascolta (e fa schifo) ovunque a un file audio che si ascolta solo su alcune piattaforme e lettori ma ti da la sensazioe di essere a un live?

          La compatibilità è data

          dalla diffusione, a torto di un formato scadente

          e proprietario quale l'MP3 della Fraunhofer, e

          dalla natura poco conosciuta dei codec loseless.

          Senza l'mp3 la musica non sarebbe la stessa.
          Scadente non direi affatto, anzi i codec sono
          migliorati moltissimo nel tempo. Inoltre conta
          che le persone sane di mente non volgiono
          riempirsi l'hd di file grandi 300 mb l'uno quando
          potrebbero ridurne lo spazio a un 10mo. Con
          questo ragionamento allora sarebbero da idioti
          anche i divx perche' non puri.
          mavaaaa...L'MP3 lascia dei file nauseati mutilati e sforacchiati; in quanto elimina gli alti e riduce drasticamente la qualita dei bassi, le uniche frequenze che si salvano sono quelle intermedie; se hai fortuna...

          4 - Per quanto riguarda i codec Theora, essi
          sono

          stati sviluppati principalmente per lo streaming

          e non per dei file residenti come gli XviD o i

          DivX, quindi devono essere leggeri anche a
          fronte

          di una riduzione della qualità video.

          Questa e' una tua personalissima interpretazione.
          Il sito e la stessa wikipedia dicono
          altro.vero ma fondamentalmente ora la linea di sviluppo è questa vista la diffusione di un codec più performante quale l'XviD.

          5 - Se si parla di tempo sprecato perché non

          citare il tuo tempo, passato a insultare un

          formato utilizzato e qualitativamente valido,

          anziché a informarsi seriamente su vantaggi e

          svantaggi del formato stesso?

          Proprio perche' lo conosco , mi sono speso ad
          elencarne i difetti. La vertia' fa
          male.Io uso i formati Ogg Vorbis e FLAC e non ho mai riscontrato problemi, ne tantomeno i difetti che tu hai voluto elencare.P.S. Eh si, hai ragione "la vertia'" fa proprio male
          • pisello rugoso scrive:
            Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG

            L'MP3 lascia dei file nauseati mutilati e
            sforacchiati; in quanto elimina gli alti e riduce
            drasticamente la qualita dei bassi, le uniche
            frequenze che si salvano sono quelle intermedie;
            se hai fortuna...non e' esatto. come daltronde tutte le fantasiose teorie che hai esposto. ti consiglio di leggerti dei testi sull'argomento, ti potranno chiarire le idee in modo notevole.
            Io uso i formati Ogg Vorbis e FLAC e non ho mai
            riscontrato problemi, ne tantomeno i difetti che
            tu hai voluto elencare.Forse perche' non hai l'orecchio tanto fino come dici. parli dell' AAC e poi dici che non lo usi.parli del ape e poi non lo usi.critichi i fileaudio compressi come mp3 e poi usi l'ogg che e' tecnicamente inferiore e metodologicamente simile come strategia di compressione audio.Il flac e' l'unico che si salva. almeno i file solo di dimensioni umane.
        • Simon the Sorcerer scrive:
          Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
          la mia analisi si basa sia sulla mia percezione personale che su i risultati di una comparazione effettuata con un analyzer dell'onda sonora.Per quanto riguarda l'AAC hai ragione non lo uso, ma ciò non implica che io non l'abbia provato, e nel caso specifico ne sia rimasto deluso.Così anche per l' ape, che pur fornendomi un ottima qualità audio non mi forniva, quando ho convertito i miei cd in musica digitale, un grado accettabile di interoperabilità in quanto essendo utente di Windows, Linux e affaciandomi ad altri OS più "esoterici" come ad esempio Haiku, avevo e ho tuttora bisogno di audio codificato in un formato portabile.Inoltre non credo che la mia sensibilità musicale possa essere messa in dubbio da chi parlando della degradazione causata dalla conversione da un formato lossy ad un altro dice:
          impercettibile. Ovvio che se lo facessi con
          musica sinfonica si sentirebbe. Inoltre sono
          pochi i feticisti della qualita'. La gente
          preferisce la flessibilita' e la liberta. Mp3 e'
          flessibile perche' viene letto
          ovunque.
      • FinalCut scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
        - Scritto da: Simon the Sorcerer
        1 - Innanzi tutto gli AAC sono un sistema di
        compressione a bitrate costanteFalso, cito da Wikipedia:iTunes supports a "Variable bit rate" (VBR) encoding option which encodes AAC tracks in an "Average bit rate" (ABR) scheme. As of October 2007, Apple has still not added support for HE-AAC which is fully part of the MP4 standard or true VBR encoding to iTunes.
        mentre gli Ogg
        Vorbis sono a bitrate variabile, cosa che
        garantisce una maggiore
        qualitàaltra falsità, il bitrate variabile garantisce a parità di qualità una maggiore compressione (e indirettamente vero che a parità di peso (in Mbyte) il bitrate variabile avrà una qualità maggiore perché è stato compresso appunto con qualità maggiore) (linux)(apple)
      • picard12 scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
        condivido la tua analisi... meno male che qualcuno ancora c'è...
    • Gian scrive:
      Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG


      Appena trovo con il mulo un file ogg, se e'
      l'unica fonte disponibile, mi aggancio al
      download, ma appena terminato lo converto in mp3
      senza alcuna pieta', e metto il blacklist l'ip
      del
      condivisore.
      Sei proprio uno st..... e ignorante per giunta.
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
      - Scritto da: pisello rugoso

      download, ma appena terminato lo converto in mp3
      senza alcuna pieta', e metto il blacklist l'ip
      del
      condivisore.
      (rotfl)(rotfl) Ottima trollata!
    • Alessandro scrive:
      Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
      Theora è sicuramente un cesso contro quel mostro sacro di H.264. Per quanto riguarda l' audio, io ho chiuso con quella merda di mp3: sono passato all' AAC senza risentimenti.Comunque, Ogg Vorbis riesce a dare il meglio quando si deve comprimere parecchio, ed è un formato che ha ancora tanto da esprimere. "Blacklistare" il condivisore di un Vorbis mi pare una bella trollata...
    • Kwisatz Haderach scrive:
      Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
      Non capisco questa avversione totale per Ogg/Vorbis e Ogg/Theora.Mp3 e Ogg/Vorbis sono due formati audio lossy che presentano diversi problemi (distorsione per gli mp3 e pre-echo nei vorbis), diffusione capillare per gli mp3, un po' meno diffusi invece i vorbis.Theora e' un formato video che si presenta un po' scadente perche' non implementa alcune tecnologie (ad esempio i b-frames) dei codec video moderni.Il punto e' che sia Vorbis che Theora sono open e non violano alcun brevetto software (e questo e' la causa della scarsa resa di Theora), mentre mp3, AAC, h.264, DivX e simili sono proprietari e le implementazioni open source (tipo Lame e Xvid) sono in violazione dei brevetti software che in alcuni paesi purtroppo esistono. Da qui la necessita' di accettare come standard un formato che sia implementabile e fruibile da tutti senza violare i diritti e i brevetti altrui. Nulla vieta di utilizzare contenuti non-standard quando sono necessari (ad esempio per la fruizione di contenuti protetti da DRM) a condizione di fornire software adeguato per le diverse piattaforme ( Windows, Mac, Linux, ecc. ).Sottolineo che per l'audio io uso mp3 (perche' de facto e' piu' supportato) e per il video uso mpeg4 nelle sue varie incarnazioni (miglior rapporto qualita' - compressione).
    • blackshard scrive:
      Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
      Sei abbastanza ignorante.In primis ogg non è un formato, ma è un container, come avi, ma questo pare che lo sai.Secondo, il codec audio è vorbis e devi ringraziare che ci sia qualcuno (xiph.org, organizzazione no-profit) che te lo ha sviluppato GRATIS perché non vuole che internet e il mondo della musica finisca completamente nelle mani delle major e dei loro DRM.Terzo, il codec video è theora, di cui si discute in questa news, e vale lo stesso discorso fatto per vorbis. Se ti fossi informato, probabilmente sapresti che theora (e anche vorbis) non viola nessun brevetto e per questo non richiede licenze da nessuno, a differenza di mp3/aac per non parlare poi di wma, e per questo motivo certe caratteristiche *brevettate* da alcuni istituti (qualcuno ha detto brevetti sul software? Ha detto bene...) non possono essere implementate.Quarto, il formato ape è specificatamente pensato per l'audio: spiegami come fai a fare seeking in un file audio compresso con gzip.Ringrazia dio che ci sono persone che hanno lavorato per il bene non della comunità, ma del mondo intero, ma tanto nella tua mente limitata a te nemmeno frega niente di tutto questo.Che dire, se non che l'ignoranza è una brutta bestia e che la madre dei cretini è sempre incinta?...
      • pisello rugoso scrive:
        Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG

        Quarto, il formato ape è specificatamente pensato
        per l'audio: spiegami come fai a fare seeking in
        un file audio compresso con gzip.Nulla di piu' facile. TRattasy di un virtual file system. con appositi accorgimenti, e' possibilissimo. Ed e' praticamente quello che acade con un file ape. unica differenza la sua assurda incompatinbilita'.
        Ringrazia dio che ci sono persone che hanno
        lavorato per il bene non della comunità, ma del
        mondo intero, ma tanto nella tua mente limitata a
        te nemmeno frega niente di tutto
        questo.Avessero fatto qualcosa che io reputo all'altezza sarei ben felice. non si programma tanto per, l'importante non e' provare a fare developing, bisogna ottenere risultati. Se si fallisce, il prodotto deve essere di sicuro scadente o mal concepito.
        Che dire, se non che l'ignoranza è una brutta
        bestia e che la madre dei cretini è sempre
        incinta?...concordo, mi stupisco di come il livello di intelligenza su questo forum sia sempre piu' basso che negli altri.
        • blackshard scrive:
          Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
          - Scritto da: pisello rugoso

          Quarto, il formato ape è specificatamente
          pensato

          per l'audio: spiegami come fai a fare seeking in

          un file audio compresso con gzip.

          Nulla di piu' facile. TRattasy di un virtual file
          system. con appositi accorgimenti, e'
          possibilissimo. Ed e' praticamente quello che
          acade con un file ape. unica differenza la sua
          assurda
          incompatinbilita'.Incompatibilità rispetto a cosa? Cosa significa questa frase??? A me pare che gzip non è ape, ape è specifico per l'audio, gzip comprime dati generici. Non mi pare che nessuno abbia mai fatto un encoder on-the-fly lossless per l'audio. Almeno ci ha pensato Monkey prima, e poi xiph con flac. A me la tua sembra più una presa di posizione contro formati free piuttosto che una discussione argomentata su questi ultimi, soprattutto dopo la tua trollata sulla blacklist verso chi ti fa scaricare file ogg.


          Ringrazia dio che ci sono persone che hanno

          lavorato per il bene non della comunità, ma del

          mondo intero, ma tanto nella tua mente limitata
          a

          te nemmeno frega niente di tutto

          questo.

          Avessero fatto qualcosa che io reputo all'altezza
          sarei ben felice. non si programma tanto per,
          l'importante non e' provare a fare developing,
          bisogna ottenere risultati.Ahahah lol, provare a fare developing... spero tu stia scherzando, quello che dici è pura follia! Leggiti la documentazione su vorbis (cito vorbis perché è quello che conosco meglio), vedi quali sono le tecnologie implementate e PERCHE' sono state implementate, poi mi dici cosa voglia significare "provare a fare developing". Quando vorbis era il migliore codec sulla piazza, mp3 regnava incontrastato, e regna ancora incontrastato perchè la gente solo quello conosce.Informati prima, poi parla.
          Se si fallisce, il prodotto deve essere di sicuro
          scadente o mal
          concepito.LOL. Fallisce? Anche questo me lo devi spiegare, è bello usare parole a casaccio quanto si hanno i paraocchi... sai quanti software usano vorbis come codec per il proprio audio e la propria colonna sonora? Basta solo citare tutti i giochi basati sul motore di unreal tournament 2004/III. E sono software che non devono pagare un centesimo a nessuno perché la licenza è libera e gratuita per un codec all'avanguardia. Tieniti i tuoi mp3/wma/aac e relativi DRM, tanto chi tiene i soldi ha interesse solo a farne di più, poi ci si lamenta dei diritti dei cittadini che vengono calpestati.

          Che dire, se non che l'ignoranza è una brutta

          bestia e che la madre dei cretini è sempre

          incinta?...

          concordo, mi stupisco di come il livello di
          intelligenza su questo forum sia sempre piu'
          basso che negli
          altri.Sarà che è pieno di troll saccenti che fanno disinformazione...
          • Alberto scrive:
            Re: FACILE ESSERE DELUSI DA OGG
            blackshard,quoto alla grande tutto ciò che hai detto;certi commenti non hanno ragione di essere,se non spinti dalla frustrazione e dall'invidia.
Chiudi i commenti