Grokster: dopo la Corte Suprema, il Senato?

La sentenza della Corte ha aperto una voragine: si rafforzano le posizioni di chi chiede l'illegalità tout-court del peer-to-peer. Le major alle softwarehouse: chiudete finché siete in tempo


Washington – Le major discografiche, non paghe della decisione della Corte Suprema statunitense, si preparano a complicare ulteriormente la vita dei produttori di sistemi peer-to-peer. Senatori vicini agli interessi di MGM e soci minacciano le aziende nel business del filesharing: “Se non eliminerete pirateria e pornografia dai vostri servizi”, sostengono i rappresentanti della commissione per il commercio, “vi costringeremo a farlo”.

Il senatore repubblicano Ted Stevens , a capo della suddetta commissione parlamentare, nel corso di una udienza ha svelato che “molti senatori americani sono ben determinati nel combattere tutti i sistemi P2P che non introdurranno filtri per la tutela della proprietà intellettuale e dei minorenni”. Il direttore della coalizione di softwarehouse di settore P2P United , Adam Eisgrau, è convinto che “debbano essere prese decisioni pragmatiche”, affinché i legislatori possano creare norme “basate sulla negoziazione e non sullo scontro”.

I membri di P2P United – che rappresenta ufficialmente gli sviluppatori di software come BearShare, Blubster, Grokster e Morpheus – credono che qualsiasi filtro magico ipotizzato dai senatori, in grado di purificare il filesharing da contenuti illegali, sia “tecnologicamente irrealizzabile”.

“Il punto è che il Senato non intende considerare l’esistenza di una folta comunità di utenti dediti alla condivisione di contenuti multimediali – sostiene Eisgrau – e che una licenza ad hoc potrebbe risolvere molti problemi”. I sostenitori del P2P sperano nella nascita di licenze simili a quelle concesse alle radio tradizionali e digitali – quote una tantum che permettano, ad esempio, la libera circolazione di canzoni in formato MP3 attraverso i circuiti del filesharing.

Ma Mitch Bainwol, direttore della RIAA , ha immediatamente respinto le proposte di P2P United. “E’ una truffa, perché in realtà i produttori di software per il P2P hanno tutti i mezzi a disposizione per fermare la diffusione di contenuti illegali” – Baiwol ha inoltre intimato alle aziende in questione di “chiudere ogni attività fintanto che lo possono”.

La questione si complica ulteriormente nel caso di sistemi opensource , come il popolarissimo eDonkey. “In questi casi gli unici a rimetterci sono gli utenti finali” – suggerisce Josh Bernoff di Forrester Research , istituto americano che ha condotto ricerche di mercato sul mondo del P2P. “Nel caso di azioni legali da parte di major nei confronti degli sviluppatori di software per il filesharing”, conclude Bernoff, “la particolarità dell’opensource costringe ad esercitare ritorsioni direttamente sugli utenti”. Ma, viste le migliaia di denunce a carico degli utenti di Kazaa ed altri sistemi di sharing, le major hanno già dimostrato di voler colpire i singoli al di là della licenza del codice dei programmi di scambio che utilizzano…

Nel frattempo, i forum ufficiali utilizzati da numerosi sistemi P2P, come BearShare e DirectConnect, sono misteriosamente spariti. Che sia l’alba di una stagione “maccartista” nel nome della lotta tout-court al P2P? Molti, purtroppo, temono di sì.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Guerra virtuale
    Per il controllo di quell'isolotto potrebbero combattere una guerra virtuale... non intendo con gli annunci su google, ma proprio una simulazione a computer del possibile scenario di battaglia e farvi partecipare un po' di soldati di entrambi gli Stati che comandano i corrispettivi soldati virtuali. Il vincitore della simulazione vincerebbe anche la "guerra"... senza versare nemmeno una goccia di sangue.
    • Anonimo scrive:
      Re: Guerra virtuale
      - Scritto da: Anonimo
      Per il controllo di quell'isolotto potrebbero
      combattere una guerra virtuale... non intendo
      con gli annunci su google, ma proprio una
      simulazione
      a computer del possibile scenario di battaglia e
      farvi partecipare un po' di soldati di entrambi
      gli Stati che comandano i corrispettivi soldati
      virtuali. Il vincitore della simulazione
      vincerebbe anche la "guerra"... senza versare
      nemmeno una goccia di sangue.Gia' visto in Star Trek serie originale...
      • Anonimo scrive:
        Re: Guerra virtuale
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Per il controllo di quell'isolotto potrebbero

        combattere una guerra virtuale... non intendo

        con gli annunci su google, ma proprio una

        simulazione

        a computer del possibile scenario di battaglia e

        farvi partecipare un po' di soldati di entrambi

        gli Stati che comandano i corrispettivi soldati

        virtuali. Il vincitore della simulazione

        vincerebbe anche la "guerra"... senza versare

        nemmeno una goccia di sangue.

        Gia' visto in Star Trek serie originale...Si, solo che li se il computer simulava che 100 persone erano morte queste venivano poi fisicamente distrutte...
  • DKDIB scrive:
    Curiosita' sull'isola di Hans
    Per maggiori informazioni, vi segnalo il link a Wikipedia (versione inglese).http://en.wikipedia.org/wiki/Hans_IslandTrattandosi della piu' piccola di 3 isole, presumibilmente vicina sia a Canada che a Groenlandia, penso d'averla trovata anche su Google Maps.E' talmente imponenete che nella versione da satellite sembra una macchia sull'obiettivo......http://maps.google.com/maps?ll=80.825653,-66.626587&spn=0.070619,0.634048
  • Anonimo scrive:
    Ad estendere il ragionamento ...
    "Hans suona come un nome canadese? Il nome è danese, l'isola pure"Si potrebbe dire: "Novi Ligure suona come un nome piemontese? Il nome e' ligure, la citta' pure".Liguri, invadiamo il Piemonte e riprendiamoci Novi Ligure!.... ma per piacere!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ad estendere il ragionamento ...
      America deriva da "Amerigo Vespucci", invadiamo il continente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ad estendere il ragionamento ...
        - Scritto da: Anonimo
        America deriva da "Amerigo Vespucci", invadiamo
        il continente.Sarebbe pure giustom, l'America in fin dei conti è stata una colonia europea
  • Anonimo scrive:
    La mamma degli stupidi è sempre incinta
    Questa è la dimostrazione che la stupidità umana non ha limiti....meditate, gente, meditate.... :
  • Anonimo scrive:
    La terza guerra mondiale...
    Si combatterà con risorse informative e psicologiche o sbaglio? :)Mi pare ci fosse qualcuno, autorevole, che avesse avuto questa intuizione... non ricordo di preciso chi. Chiedo aiuto ai forummisti.
  • Anonimo scrive:
    Grave,molto grave!!
    Una cosa del genere comporterebbe sconquassi spaventosi.La pubblicità arretrerà da internet,e la rete sarà preda dei pirati pagati dallo stato per fare le guerre...I server collasserebbero e i nuovi protocolli MtS verrebbero rimandati.La situazione peggiora di ora in ora,e si notano già degli sfaser nella rete...
  • Anonimo scrive:
    Bellissimo
    Se tutte le guerre si combattessero cosi' (e forse un giorno questa sara' una realta') avremmo risolto un mare di problemi... o meglio li avremmo trasformati in un altro tipo, ma un tantino piu' adeguati ai tempi moderni.
    • beka scrive:
      Re: Bellissimo
      - Scritto da: Anonimo
      Se tutte le guerre si combattessero cosi' (e
      forse un giorno questa sara' una realta') avremmo
      risolto un mare di problemi... o meglio li
      avremmo trasformati in un altro tipo, ma un
      tantino piu' adeguati ai tempi moderni.Ci stavo pensando oggi, ma se la cina e la corea del nord stanno allenando degli hacker e dei cracker nei loro centri di allenamento per militari ( http://www.strategypage.com/dls/articles/200561415936.asp)si risolverà tutto con una sessione di ssh e via, basta mortioppure con un round ai 20 di counter strike...basta morti, vittime civili, madri, mogli padri e fratelli che piangono per una guerra inutile.Poi mi sono svegliato e ho visto che l'uomo è terribilmente stupido e autodistruttivo...purtroppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Bellissimo
      - Scritto da: Anonimo
      Se tutte le guerre si combattessero cosi' ... avremmo
      risolto un mare di problemiCosì come? Così?: "il ministero della difesa canadese ha approfittato del momento per occupare il territorio conteso."Con una bella occupazione militare?Si indubbiamente una soluzione adatta ai tempi moderni :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Bellissimo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Se tutte le guerre si combattessero cosi' ...
        avremmo

        risolto un mare di problemi

        Così come? Così?: "il ministero della difesa
        canadese ha approfittato del momento per occupare
        il territorio conteso."
        Con una bella occupazione militare?
        Si indubbiamente una soluzione adatta ai tempi
        moderni :D
        io rido pensando a quei 4 sfigati che porelli sono costretti a stare in mezzo miglio quadrato di terra senza un motivo :D
  • Anonimo scrive:
    A parere mio...
    c'è gente che non ha niente da fare e si mette a giocare alla versione moderna di risiko....
Chiudi i commenti