Grossi guai per il nuovo OpenSSH

Scoperta una grossa falla nell'ultima versione del noto software open source che potrebbe aprire le porte ai cracker. Al momento non esiste ancora né patch né exploit


Roma – Ad avvisare la comunità della presenza di una grossa vulnerabilità nella più recente versione di OpenSSH, la 3.3p, è Theo de Raadt, uno degli sviluppatori del software e membro del team di OpenBSD. In un messaggio pubblicato su LinuxSecurity.com, Raadt ha avvertito che l’ultima versione di OpenSSH è afflitta da una falla, ancora non resa pubblica, che può essere sfruttata da un aggressore per eseguire, da remoto, codice a sua scelta.

Se venisse sviluppato un exploit per questa falla, qualunque cracker sarebbe in grado, secondo gli esperti, di ottenere una shell di root sui sistemi che utilizzano la versione incriminata di OpenSSH. A mitigare il pericolo c’è il fatto che la versione 3.3p del software è stata rilasciata pochi giorni fa ed è dunque difficile che essa sia stata installata in sistemi mission critical o con una particolare valenza per la sicurezza.

Raadt ha spiegato che la vulnerabilità non può essere sfruttata da remoto se è attivata la funzione “Privilege Separation”: è questa un’opzione che può essere abilitata, al prezzo di rinunciare a qualche funzionalità di SSH, dal file di configurazione “/etc/ssh/sshd_config”.

Raadt, che conta di rilasciare una versione patchata di OpenSSH già a partire da questo venerdì, polemizza con “molti vendor” sul fatto di non aver ricevuto sufficiente assistenza per testare la nuova funzionalità Privilege Separation introdotta in OpenSSH 3.3; una funzionalità che, se attivata di default, Raadt sostiene possa limitare di molto i rischi per la sicurezza.

“Loro (i vendor) ci hanno sostanzialmente ignorati”, si lamenta Raadt. “Alcuni, come Alan Cox (noto hacker del kernel di Linux alle dipendenze di Red Hat, NdR), sono persino arrivati a sostenere di non voler lavorare sulla Privilege Separation perché “Nessuno ci ha fornito alcuna informazione che dimostri il problema, e molta gente non ti crede Theo””.

Update (ore 18,43): è stata rilasciata la nuova versione 3.4 di OpenSSH che corregge la vulnerabilità descritta in precedenza. Può essere scaricata dal sito ufficiale: http://www.openssh.com.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    *****ATTENZIONE*****
    Facciamo molta attenzione....sembra che non a tutti i clienti con internetnon-stop sia arrivatala lettera di comunicazione di fine piano.....Se cosi' fosse Wind non PUO' elimimare il non-stop xche' o lo fa' a tuttioppure andra' in grane....a chi viene tolto il nonstop puo' rivolgersi ad una associazione consumatori e denunciare WIND x discriminazione...Ricordo a chi ha ricevuto la lettera...non vi sembra strano che un fornitore vi tolga qualcosa e vi inviti a chiamarlo x disdire....SORVEGLIAMO
  • Anonimo scrive:
    La tecnologia non esiste.
    Siamo in presenza di un vero e proprio disegno criminale... la tecnologia? non esiste! esiste solo un grandissimo sistema per fare soldi (e tanti) che oggi si chiama "banda larga" e ieri si chiamava "ISDN". Già, se è vero che la tecnologia ci cambia la vita, non è altrettanto vero che ce la migliora.La macchina da soldi non punta affatto a migliorarci la vita o a migliorare il sistema ma solo a guadagnare il più possibile da ogni piccolissimo passo in avanti della tecnologia.Finchè non avranno ben venduto tutti i modem ISDN non la smetteranno di proporci la "SUPERLINEA ISDN" (a costi non irrilevanti). Ora c'è l'ADSL ma dove? Costa tanto e non è certo la banda larga che hanno in America.Il Governo promette la banda larga ma chi la sviluppa, chi la porta nelle case? la Telecom? e il Governo come spinge la banda larga? Dando soldi alla Telecom?Chi come me si trova in una zona non coperta può sognare ancora per molto la banda larga perchè neanche più una FLAT decente si trova mentre in europa è la prima cosa che hanno incentivato prima di portare la banda larga.Insomma, si fanno in quattro per la banda larga ma a me basterebbe una banda stretta ma 24h su 24 e a costi sostenibili.Grazie Ministro Gasparri, le scriverò direttamente ma adesso devo scollegarmi perchè a me le bollette arrivano super veloci.
    • Anonimo scrive:
      Re: La tecnologia non esiste.
      - Scritto da: Alberto73
      Grazie Ministro Gasparri, le scriverò
      direttamente ma adesso devo scollegarmi
      perchè a me le bollette arrivano super
      veloci.Mitico :)
  • Anonimo scrive:
    Re: La flat è un utopia
    - Scritto da: Vittorio
    [...]
    Negli USA che vengono portati come esempio
    da molti, l'utente Internet paga di solito
    intorno ai 70$ al mese per la linea
    telefonica, più 20$ al mese per la
    connessione al provider. Il risparmio Ho vissuto negli Stati Uniti, vicino San Francisco, nel corso del 2000.La mia linea (ovviamente flat), acquistata da Pacific Bell, costava circa $13/mese - facevo delle LD e non sempre la bolletta era costante.La connettivita' Internet, un'ADSL 640/160 fatta con Speakeasy.net costava $49.99/mese, modem incluso. Ho ancora tutte le "fatture".Alla fine, quando sono tornato in Italia, Speakeasy mi ha regalato il modem, come "offerta simpatia".Lo sto usando adesso con l'ADSL "nostrano".I prezzi non sono paragonabili. Sono meglio connessi e basta. Ah, per fare un paragone, li' guadagnavo circa $4000/mese netti, per un lavoro statale da semplice tecnico di laboratorio. :)-- Fra
    • Anonimo scrive:
      Re: La flat è un utopia



      I prezzi non sono paragonabili. Sono meglio
      connessi e basta. Ah, per fare un paragone,
      li' guadagnavo circa $4000/mese netti, per
      un lavoro statale da semplice tecnico di
      laboratorio. :)

      -- Fraben detto.
  • Anonimo scrive:
    Internet è CONOSCENZA
    Internet è la possibilità di accedere alla conoscenza, la possibilità di scambiarsi informazioni liberamente, la possibilità di trovare lavoro, la possibilità di interfacciarsi con la pubblica amministrazione e con le aziende, la possibilità di crescere culturalmente, per chi lo capisce.Per gli altri sarà un lusso, un superfluo, ma non per me che attraverso Internt ho scoperto come curare una malattia degli occhi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet è CONOSCENZA
      Bhè che dire?A dir poco fantastico.In bocca al lupo!;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet è CONOSCENZA
      - Scritto da: Piero
      Internet è la possibilità di accedere alla
      conoscenza, la possibilità di scambiarsi
      informazioni liberamente, la possibilità di
      trovare lavoro, la possibilità di
      interfacciarsi con la pubblica
      amministrazione e con le aziende, la
      possibilità di crescere culturalmente, per
      chi lo capisce.
      Per gli altri sarà un lusso, un superfluo,
      ma non per me che attraverso Internt ho
      scoperto come curare una malattia degli
      occhi.è solo che queste cose tanti non le capiscono, peccato!
      • Anonimo scrive:
        Re: Internet è CONOSCENZA
        ma le leggete le statitiche?sapete qual'è l'utilizzo che fa di internet il 90% dei naviganti?direi che di cultura ci sono solo le prime 3 lettere.E' una idea romantica, bella ed affascinante... ma la realtà dei fatti è un'altra...
        • Anonimo scrive:
          Re: Internet è CONOSCENZA
          mi riesce difficile pensare che uno come te sia stato assunto da ngi. mo' je scrivo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Internet è CONOSCENZA
          Sono perfettamente d'accordo e anche se le statistiche dipingono l'internauta un po' come un erotomane, il fatto di essere in contatto con il mondo intero è veramente impagabile. Grazie ad Internet ho potuto approfondire i miei studi trovando risorse ed informazioni introvabili in libreria. Se poi qualcuno ha la macchina ed oltre a guidarla ci fa sesso dentro,,,, :)) questa è un'altra questione!Ciao!Mooner
  • Anonimo scrive:
    internet è un lusso, non un diritto
    io non mi pronuncio.. però volgio solo ricordare una cosa: internet non è ancora stato dichiarato un bene inalienabile dell'umanità. internet quindi, non servendo oggettivamente a nulla allo stato delle cose per l'uomo, è un LUSSO.Certi discorsi non stanno in celo né in terra.Concrodo che a livello di geoverno si potrebbe fare molto di più... vi ricordate la campagna dell'attuale presidente del consiglio? "le tre I: internet, impresa ed inglese"poco si è visto...Basterebbe solo che il governo defiscalizzasse il costo degli accessi (togliere l'iva) per avere delle connessioni che costerebbero al privato il 20% in meno..tale esborso per lo stato corrisponderebbe sì e no al costo della cancelleria di qualche ministero ...tantè... i problemi che deve affrontare la finanziaria sono altri... "internet al popolo" è ancora un miraggio...e cmq torno a ribadire.. certi discorsi sono un pochino patetici...(è la mia opinione, nessuna polemica)cya
    • Anonimo scrive:
      Re: internet è un lusso, non un diritto

      io non mi pronuncio.. però volgio solo
      ricordare una cosa: internet non è ancora
      stato dichiarato un bene inalienabile
      dell'umanità. Questo non vuol dire che debba essere considerato tale. A meno di non voler vedere Internet in modo molto piccolo e non capire la sua portata.
      internet quindi, non servendo
      oggettivamente a nulla allo stato delle cose
      per l'uomo, è un LUSSO.Questa e' un'affermazione che indica una scarsissima consapevolezza di cosa stia accadendo nel MONDO con la diffusione di Internet.Non serve a nulla? Oggettivamente???? E sei di NGI????????????
      Certi discorsi non stanno in celo né in
      terra.Appunto.
    • Anonimo scrive:
      Re: internet è un lusso, non un diritto
      - Scritto da: Adso da Melk
      io non mi pronuncio.. però volgio solo
      ricordare una cosa: internet non è ancora
      stato dichiarato un bene inalienabile
      dell'umanità. internet quindi, non servendo
      oggettivamente a nulla allo stato delle cose
      per l'uomo, è un LUSSO.mi spiace ma non sono daccordo. la libertà personale e di espressione sono state da molti (con cui concordo) dichiarate diritti umani.Internet è anche comunicazione, istruzione e informazione, due mattoni non indifferenti della libertà (come si può essere liberi se non si hanno basi su cui formare una opinione? si sarà sempre e comunque schiavi dell'ignoranza, e facilmente schiavizzabili da chi ci mantiene in ignoranza), quindi contribuisce ad affermare quelli che sono nostri diritti, ergo non è riducibile ad un lusso, un bene voluttuario.Si può dire che non è l'unica voce e/o canale informativo a nostra disposizione ma certamente è un media potentissimo per la sua globalità e flessibilità (due aspetti in cui è nettamente superiore agli altri media a disposizione), quindi come viene attaccato dagli stati totalitari e contrari ai diritti umani, altrettanto o più deve essere promosso e difeso dai paesi che (a torto o ragione, nei fatti o a parole...) si fanno portavoce di tali diritti.
    • Anonimo scrive:
      Re: internet è un lusso, non un diritto
      Internet non è un lusso, ma la risposta tecnologica alla necessità, al bisogno, al diritto di una persona ad avere informazioni nel modo più veloce. Non si tratta solo di siti porno, chat, e-commerce e via discorrendo. Si tratta della possibilità di avere sotto mano un numero incalcolabile di informazioni che richiederebbero una lunga ricerca fatta di uffici, biblioteche, associazioni, giornali, tribunali. E' una sciochezza, ma ho impiegato dieci minuti per sapere il come, il dove e il quando per poter rinnovare la patente se nza passare dalla classica scuola guida ( con tutto il risparmio che ne consegue).Comunque le campagne fatte da molte organizzazioni per l'alfabettizazzione informatica del terzo mondo dicono l'esatto contrario: internet è una necessità, come lo è un giornale o un libro.
      • Anonimo scrive:
        Re: internet è un lusso, non un diritto
        non ci siamoa cosa SERVE veramente internet a mia madre? e a mia nonna?internet è svago, come la tv del restonon milgiora la qualità di vita dell'uomoe te lo dico proprio io :)
        • Anonimo scrive:
          Re: internet è un lusso, non un diritto
          - Scritto da: Adso da Melk
          non ci siamo

          a cosa SERVE veramente internet a mia madre?
          e a mia nonna?

          internet è svago, come la tv del resto

          non milgiora la qualità di vita dell'uomo

          e te lo dico proprio io :)é la proma volta in rete che rispondo in questo modo , quindi mi scuso con tutti tranne l'autore del post SEI UN DEFICENTE al QUADRATO
        • Anonimo scrive:
          Re: internet è un lusso, non un diritto

          a cosa SERVE veramente internet a mia madre?
          e a mia nonna?A mia madre, che vive a 600 KM da me, Internet da' le email che ci scambiamo ogni giorno. E da quando la usa la conosco di piu'.
          non milgiora la qualità di vita dell'uomoMi sembri prevenuto e, mi spiace dirlo, molto limitato. Forse sei solo molto giovane.
        • Anonimo scrive:
          Re: internet è un lusso, non un diritto
          - Scritto da: Adso da Melk
          non ci siamo

          a cosa SERVE veramente internet a mia madre?
          e a mia nonna?

          internet è svago, come la tv del resto

          non milgiora la qualità di vita dell'uomo

          e te lo dico proprio io :)si, ma non capisco proprio dove vuoi andare a parare. Vuoi fare un'affermazione eroica, che punisce quanti vorrebbero internet a minor costo? Boh! :-((Imo, internet è una realtà, e non si tratta di lusso o bene necessario. Certamente migliora la qualità della vita, contrariamente a quanto affermi. Ha migliorato la mia perchè mi permette di comprare azioni senza fare lunghe file in banca, risparmiando commissioni e dandomi la possibilità di monitorare i miei investimenti costantemente. A migliorato la mia vitam perchè ho fatto una stupenda vacanza in spagna e portogallo, a costi ridotti, senza dover andare in agenzia, la più vicina 35 km distante. A migliorato la mia vita permettendomi di fare una tesi di laurea fornendomi il 70% del materiale di studio.A migliorato la mia vita permetendomi di chicchierare in real-time con un mio carissimo amico che studia negli States. Devo continuare?Non sarà un bene primario, ma ceramtne migliora la qualità di vita, così come lo ha fatto il cellulare, l'auto, la lavatrice ecc. Inoltre non poche aziende hanno riposto le loro speranze su internet, e con queste gli investimenti. Fornire condizioni più vantaggiose per connettersi, oltre a miglirare decisamente la qualità di vita, permetterebbe soprattutto un notevole progresso economico generale, con inevitabile ricaduta per tutti.Mi sembrano talmente ovvie certe considerazioni! Forse, Guglielmo ancora non te le ha spiegate certe cose.Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: internet è un lusso, non un diritto
          ma che azzo dici frà Azzo da Melk? Azzo!- Scritto da: Adso da Melk
          non ci siamo
          a cosa SERVE veramente internet a mia madre?
          e a mia nonna?azzi loro e di chi non glielo dice... azzi loro!
          internet è svago, come la tv del restoforse quando vedi le immagini delle fosse comuni nelle zone di guerra, o due torri piene di persone crollare, o i bambini che muoiono di fame ti senti molto svagato, io no, azzo!
          non milgiora la qualità di vita dell'uomose anche fosse, lo svago MIGLIORA la qualità della vita, che ne diresti di chiuderti in un loculo di 1 mq a guardare un muro bianco per 24 ore al giorno? Forse diresti meno azzate!
          e te lo dico proprio io :)allora siamo proprio a posto, azzo!
  • Anonimo scrive:
    E' arrivato il Merendero
    E se uno svizzero ti dice: "Italiano pizza spaghetti mandolino mamma,mamma lo sai chi c'e'? E' arrivato il merendero",tu non arrossire e non abbassare il capo, ma digli:primo, tu non prendi parte neanche a una barzelletta.Due, treno dell'amore portami con te,qua trovi la gioia, cinque inate il fiume
    • Anonimo scrive:
      Re: E' arrivato il Merendero (x la redazione)
      Ci dev'essere un problema nelle routine che gestiscono i post.Evidentemente vengono fusi per errore segmenti provenienti da piu' post di autori differenti, probabilmente anche destinati a forum diversi, col risultato di ottenere post privi di senso.Corregete al piu' presto la bug, grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' arrivato il Merendero

      E se uno svizzero ti dice: "Italiano pizza
      spaghetti mandolino e chi è, Blatter che ci dà dei piagnoni per essere stati battuti dall'arbitro Moreno... ops, volevo dire dalla Corea?
  • Anonimo scrive:
    In citta sono collegato ad una centrale ue
    Con la copertura a 2 passi dove il servizio e' arrivato nel 2000 e con la maggior parte dei pasini gia' collegati.Ah,dimenticavo,sono collegato ad una centrale attivata isdn dall'unione europea. ,eppure abito in una grande citta'...
  • Anonimo scrive:
    GASPARRI + FLATRATE=NULLA
    La colpa è solo del ministro Gasparri e dell' autorithy che non hanno mantenuto le promesse fatte tempo fà,specialmente il ministro si era impegnato a dare la Friaco a tutti.Bel Risultato ,Vergogna................:pGasparri parla meno e fai + i fatti vergognaaaaaaaaaa. Oramai si sono affifati tutti ad ADSL ed a chi non gli arriva ....non importa nulla.....figurati che gli frega a loro.Le uniche flattine le fanno scomparire vedi Libero@sogno (http://digilander.iol.it/liberiamosogno/index.htm)ed wind flat alla faccia del modo di pensarla all' americana e loro si fanno i soldi. Scusate lo Sfogo ma ci voleva.
  • Anonimo scrive:
    Re: La flat è un utopia

    Non è certo uno scherzo scardinare dei punti
    fermi di tutto un settore economico e ci
    vuole la consapevolezza che la flat costa
    comunque cara.Sono d'accordo su tutto. Ma non e' neppure uno scherzo frenare questo paese in modo cosi' drammatico. E' una bella responsabilita'.
  • Anonimo scrive:
    Italia italia cara patria mia..
    Non ho mai lasciato un commento ,ma penso che sia giunta l'ora.Anche a me come a molti giorni fa è arrivata la letterina della Wind dove mi avverte degli aumenti etc etc etc..Fino ad ora non mi ero posto il problema il problema delle tariffe Internet,mi andava bene spendere 750 lire all'ora ... L'altro giorno su RaiTre ci era il ministro delle Telecomunicazionie affermava che loro stanno spingendo e si stanno adoperando molto per la diffusione della larga banda,io dico ben venga questa banda larga ma prima di avere delle autostrade per 'informazione non sarebbe piu' utile a tutti avere migliorate le già piccole strade esistenti?ma a persone come me,che della banda larga non se ne fanno nulla ,NESSUNO CI PENSA!!!!!!!!!!!! a me basterebbe pure una bandicina piccola piccola ma avendo la possibilità di essere sempre connesso alla rete ,o almeno connettermi quanto mi paresenza stare con il cronometro a conteggiare i secondi.E non voglio fare la fine di quelli che hanno un ADSL a secondi avete già sicuramente sentito questa frase..."20 minuti di connessione al giorno compresi" nel canone Aziende volete riempirmi di BANNER grandi anche metà schermo ed una connessione di 1k al secondo,ma offrirmi un numero verde tipo la defunta NOPAY! a me va piu' che bene... Vorrei sapere ma quanti la pensano come me???? Ciao a tutti , da Orfeo.
  • Anonimo scrive:
    A proposito di Tariffe!
    Proprio ieri il sig. Wind mi manda una letterina, mi invita a fare la preselezione automatica con lui (15 giorni mi ha insistentemente "invitato" a farlo per telefono).Se non accetto la preselezione automatica mi informa che comunque la mia attuale tariffazione è scaduta e provvederà d'ufficio a fornirmi una nuova bellissima tariffa piena di sconti.Però facendo i conti al momento un'ora di connessione al pop Inwind mi costa circa 750 vecchie lire, con la nuova tariffa più di 1000 lire. Un aumento superiore al 25% non male vero?Grazie sig. Wind puo' stare certo che ricorrero' sempre più spesso dei suoi servizi.Saluti a tutti, Massimiliano
  • Anonimo scrive:
    Per la Redazione
    Il link alla mail in fondo all'articolo è sbagliato
  • Anonimo scrive:
    rivolta
    Forse e' colpa del fatto che ho appena finito diguardare "fight club" ma ho un'immensa voglia diradere al suolo tutto il cartello delletelecomunicazioni italiane (si, cartello, non locredete pure voi che wind, telecom et similiagiochino insieme al rialzo).Chissa', forse dopo una distruzione capillare ditutte le centrali e centraline si decideranno amettere su la banda larga dappertutto.saluti da un fruitore della flat wind
    • Anonimo scrive:
      Re: rivolta
      - Scritto da: flattolo
      radere al suolo tutto il cartello delle
      telecomunicazioni italiane (si, cartello,
      non lo
      credete pure voi che wind, telecom et similia
      giochino insieme al rialzo).Eh già caro amico. Mi pare evidente.Anzi : è una constatazione di fatto. Teleconomy NoStop fa pagare le telefonate ai POP, Spazio(o tempo?)Zero di infostrada è sottoscrivibile solo se abiti in una delle 16 città dove è disponibile l'Unbindling e se lo sottoscrivi, InternetNoStop e Libero@Incubo di Wind sappiamo che fine ha fatto....E TUTTE NELLO STESSO PERIODO ?!?!?!? E NON E' CARTELLO?? Alla faccia delle varie Authority :o] Ah forse non sapete che cmq tutti i gestori danno in omaggio (grazie ai soldi che prendono per le chiamate ai POP) un barattolo di vasellina aromatizzata
      Chissa', forse dopo una distruzione
      capillare di
      tutte le centrali e centraline si
      decideranno a
      mettere su la banda larga dappertutto.Bella idea.
  • Anonimo scrive:
    E le aziende?
    E mentre Telecom si preoccupa di portare ADSL in ogni paese d'Italia COMUNQUE per spennare gli utenti perchè, ricordiamolo, l'ADSL si paga e non poco, le aziende nelle zone industriali usano ancora modem 56K. Alternativa CDN da 64k a 7000 Euro all'anno (HDSL ferma per antitrust).E così per un incredibile senso civile, nella speranza che 15 mil di deficienti acquistino ad un milione l'anno l'ADSL, che acquistino in internet la macchina il cibo e gli assorbenti, che paghino anche l'aria che respirino e alzino la media da 30 a 90 min di connessione, abbiamo molte aziende che mandano e ricevono mail in tutto il mondo e usano internet per numerosi servizi connessi a 56k.
  • Anonimo scrive:
    Scriviamo al ministro delle telecomunicazioni!!!
    almeno facesse una cosa giusta!!!obbligare telecom & soci a portare la banda larga ovunque ci sia una linea telefonica attiva, se ho una casa su monte pizzuto e ho il telefono ho il diritto di avere la connessione veloce. Punto e Basta!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Scriviamo al ministro delle telecomunicazioni!!!
      Il problema vero non è diffondere la banda larga, ma connettere gli utenti a costi contenuti. E' inutile che porti la banda larga nei paesi con meno di 5000 abitanti se poi per stare collegato mezz'ora al giorno devi spendere un capitale [tra istallazioni, abbonamenti, telefonate..]. Negli USA con uno scatto stai collegato quanto ti pare.. qui se ti vuoi collegare devi spendere un capitale. Fino a quando il Ministro non capisce 'ste cose, può fare tutti i piani di innovazione che vuole, che tanto gli italiani non si collegano...
  • Anonimo scrive:
    nuove centrali attivate
    finalmente è stata aggiornata la pagina della copertura pianificate telecom. Io vivo in Sardegna e ho tristemente notato che sono stati coperti paesini di 5000 abitanti, quasi sperduti, dove quasi nessuno usa il computer. Se queste sono scelte giuste...........qui da me siamo in 15000 e aspettiamo con ansia di poterci collegare tutto il giorno PAGANDO!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: nuove centrali attivate
      Che indirizzo?
      • Anonimo scrive:
        Re: nuove centrali attivate
        credo che l'indirizzo giusto sia questo:http://wireline.telecomitalia.it/gen/0,1271,14314,00.html?LANGCODE=I#top
    • Anonimo scrive:
      Re: nuove centrali attivate
      Ma non e' che la copertura geografica poi e' una mezza verita' ? Voglio dire, io abito a Rozzano (MI) ed il mio paesello risulta coperto. Che bello.Che bello una cippa, dato che il mio numero non e' attivabile, pare per un problema di distanza (e quindi di degrado del segnale) dalla centrale Telecom. Allora quanti ce ne saranno che come me abitano alle porte di una grande citta' ma che non sono raggiunti dal servizio ? Quanti che abitano a Milano, Roma, Bologna ma hanno la sfiga di abitare oltre la strada sbagliata ?Un Saluto arrabbiato.
  • Anonimo scrive:
    No-TUT.
    Scrivevo queste cose già anni fa.La differenza fra i tempi di collegamento americani, e quelli italiani, fu uno degli argomenti con cui la campagna NO-TUT tentò di affermare le ragioni della flat-rate, in una fase in cui l'azienda monopolista, la Telecom, cercava di lucrare alzando le tariffe sul crescente traffico telefonico generato da internet.Ci furono, in molti, contro.Davamo fastidio.Era il momento di diffondere facili abbonamenti "gratis" che "gratis" non erano affatto, come tutti sapevano e non dicevano(Tiscalinet, Tin.it, Libero...)...fa nulla che poi milioni di utenti si registravano per poi utilizzare internet dieci minuti al giorno, giusto per la posta.Ancora, dopo oltre 4 anni da allora, siamo qui a chiederci cosa si può fare, per diffondere l'uso di internet in Italia...La risposta è sempre quella: No-TUT.
    • Anonimo scrive:
      Re: No-TUT.
      - Scritto da: Paolo Graziani
      Scrivevo queste cose già anni fa.La
      differenza fra i tempi di collegamento
      americani, e quelli italiani, fu uno degli
      argomenti con cui la campagna NO-TUT tentò
      di affermare le ragioni della flat-rate,Mitico gruppo No-TUT. I net-Strike, la gente che partecipava.... bei tempi e un grande coraggio da parte dei fondatori nell'andare a parlare direttamente con Ministri e Politici dell'epoca.Siete stati un esempio purtroppo ben presto dimenticato.Ma non da tutti.
      La risposta è sempre quella: No-TUT.Esatto. No-TUT. In un mio post in questo thread mi chiedevo come mai Telecomitalia ha scelto di rimetterci. Pagando 5.53 ? al mese (leggi teleconomy zero) dopo lo scatto alla risposta si può stare al telefono (A CHIACCHIERARE NON A COLLEGARSI AD INTERNET) per quanto tempo si vuole.Fantastico..calcolando che un'ora di urbana sono circa 0,8 ? , in dieci ore IN UN MESE avremmo speso (senza teleconomy zero) circa 10 ?...ora con teleconmyzero ne paghiamo la metà...non capisco perchè non sia possibile adottarla per internet ALMENO NELLE CITTA' NON COPERTE DA ADSL!
      • Anonimo scrive:
        Re: No-TUT.
        La vergogna è che abbiamo troppe antistruste ministri che se ne sbattono, a loro cosa importacellulare gratis aereo macchina bluuuuuuuuuuue tutto qual si voglia.stiano attenti quei " signori" anche Re sole nella sua onnipotenza alla fine pagà per le sue misfatteMinistro GASPARRI se ci sei batti un colpo
    • Anonimo scrive:
      Re: No-TUT.
      - Scritto da: Paolo Graziani
      fa
      nulla che poi milioni di utenti si
      registravano per poi utilizzare internet
      dieci minuti al giorno, giusto per la posta.e tu a quelli avresti proposto una flat, vero?
  • Anonimo scrive:
    Io alzo la media
    Se gli italiani stanno connessi 27/30 minuti la giorno di media...si vede che tanta gente si connette una volta al mese...Io sto connesso circa 18 ore al giorno per 30 giorni al mese...ho una flat 56k per ora...e ho urbane e interurbane incluse...Forse appena attiverò l'adsl (a breve) avrò un costo un po' piu' alto e niente urbane e interurbane, ma la banda un po' piì larga (non esageriamo)Può darsi che costi ancora troppo, ma rispetto a un paio di anni fa....io spendo meno...forse proprio perchè sto collegato di piu'...e se non avessi la flat...beh oddio non ci voglio pensare
    • Anonimo scrive:
      Re: Io alzo la media
      ank'io ho una flat 56k ed ank'io tiro su un po' la media...purtroppo a breve kambiaeran i termini dell'abbonamento... è libero@sogno per intenderci, ma tu ke provider usi?quanto kosta?thanx
  • Anonimo scrive:
    Meglio lo zip web
    io mi sono inventato questa espressione qualche tempo fa, ma quando ne parlai al tempo in cui le flat rate in italai non esistevano, nei news group tutti mi davano contro.Ma per paesi come l'Italia, così lenti nell'accogliere nuovew tecnologie, forse potrebbe essere un aiuto.Perchè non convincere di più le aziende o comunque tutti coloro che vogliono distribuire info via internet a zippare pronti per il download tutti i contenuti delle loro pagine web, così da consentire il più possibile la navigazione off-line? Ci si collegherebbe solo per gli aggiornamenti o simili, magari usando flat rate a ore, tutto il giorno, per poche ore o minuti, a seconda delle esigenze personali, senza scatti alla risposta e senza inutili intasamenti della rete. In questo caso per chi volesse distribuire info o aziende desiderose di pubblicizzare i propri prodotti, ci sarebbe il vantaggio di dare all'utente la possibilità di disporre di qualcosa di simile a d una brochure pubblicitaria.Non sarebbe una soluzione praticabile per tutti i contenuti web, lo so bene, ma per molti casi forse si.Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Meglio lo zip web
      ma lo fai o lo sei ......ammettendo per assurdo(anche perchè impossibile da realizzare) secondo te un sito di medie(senza andare sulle grosse) dimensioni zippato come dici tu quando potrebbe essere il termini di dimensioni ..... un qualke kb?ma poi non so neanche perchè ti rispondo .... il tuo è un delirioil problema italiano è solo telecom & c. e i loro abnormali costi di banda
      • Anonimo scrive:
        Re: Meglio lo zip web
        In realtà c'è già: la cache dei browsers. In questo modo non scarichi tutto ogni volta che apri un sito!Per quanto riguarda la compressione, gli elemnti più pesanti hanno sempre una qualche forma di compressione. Mi piacerebbe però che si diffondesse di più una cultura della grafica tra chi fa i siti ed imparassero a comprimere bene le immagini, imparando ad usare a proposito la compressione .gif, .png (ottimo formato!) e .jpg!Si vedono troppi obrobbri anche in siti professionali, compressi in modo non adatto all'immagine, brutti e troppo pesanti.Sul mio sito uso gif a 16 colori e jpg a compressione 40 e tutto fila liscio e veloce
        il problema italiano è solo telecom & c. e i
        loro abnormali costi di banda100%!
    • Anonimo scrive:
      Re: Meglio lo zip web
      - Scritto da: Mico
      Perchè non convincere di più le aziende o
      comunque tutti coloro che vogliono
      distribuire info via internet a zippare
      pronti per il download tutti i contenuti
      delle loro pagine web, così da consentire il
      più possibile la navigazione off-line?non esiste, magari comprimili pure in bzip2 :)mi spieghi poi dove starebbe la tanto acclamata"era digitale" in una proposta come la tua?se non si e' sempre connessi (o meglio se non siha la possibilita' di farlo) non riuscirai maiad entrare nell'ottica dell' "era digitale".non esiste solo il web... anzi..ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Meglio lo zip web
        confermo. zippare tutto è un work-around bieco.l'obbiettivo deve essere l'always on, non è un problema di banda in realtà.e poi i servizi internet DEVONO andare verso il real-time e non verso il fast-downloading.
  • Anonimo scrive:
    E QUINDI?
    ma che ci faranno mai in 83 minuti su internet? chattano? e poi che senso ha collegrsi tutti i giorni? per fare che? personalmente in 15 minuti carico una ventina di pagine che poi leggo tranquillamente offline
    • Anonimo scrive:
      Re: E QUINDI?
      seguendo questo tipo di ragionamento ,anche 15 min sono molti , anzi , internet è inutileà ovvio che se uno deve controllare l'orologio con le tariffe che ci sono ,ci sta il meno possibile .quello che ci si fa in internet dipende da ciascuno di noida quando ho la flat di alice sto ore in internete francamente non mi annoio : leggo punto informatico con calma , leggo le lettere con calma , rispondo con calma e cosi via...quando avevo la tariffazione normale tutto era fatto di fretta e furia.ti pare niente leggere p.e. i newsgroup (con calma) sul sistema operativo o su tlc e ricavarne consigli e suggerimenti preziosi ?i ng poi si rinnovano sempre e ogni giorno ci sono novita .con una tariffazione tipo italiana(carissima) non si puo'. ma se i prezzi diminuissero uno il da fare in internet se lo trova.
    • Anonimo scrive:
      Re: E QUINDI?
      A questo punto penso sia il caso di dire la mia :)In internet potrei starci praticamente sempre (tranne quando mangio e dormo) il da fare che ho non finisce mai.Ovvio che per ragioni che non sto ad elencarvi il tempo è quello che è...Un'ultima cosa: quelli che stanno 10 minuti collegati una volta alla settimana giusto per guardare la posta e 2 paginette nemmeno utenti di internet e poi ragazzi dovete pensare che: INTERNET NON É SOLO LA POSTA E I SITELLI WEB:)
  • Anonimo scrive:
    Italia sì italia no
    Chissà se qualche TAR darebbe ragione a noi non coperti da ADSL e senza agevolazioni per la connessione? Potrebbe essere una discriminazione sociale e di ceto :) Potrebbe essere una costrizione da parte degli Operatori di Telecomunicazioni alla regressione informatica...quasi quasi scrivo al ministro per le pari opportunità.....quasi quasi scrivo all'Authority per le telecomunicazioni...(UAHHUAHAUHAHU :) .....ma no...scriviamo a Padre Pio và che di sicuro non risponde ma almeno ci dovrebbe ascoltare.Chi viene da Marrazzo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia sì italia no
      una volta almeno c'era la riduzione del 50% sulle chiamate urbane verso i provider internet, che io utilizzavo felicemente fino a 3 di anni fa .... ma cmq riuscivo a spendere oltre 700-800.000 a bimestre di bolletta ....poi il ns bel ministro delle comunicazioni attuale ha deciso che questi benefici erano esclusiva delle famiglie con reddito annuo inferiore a 13 milioni circama con quei soldi manco ci vivo con una famiglia .... figuriamoci se compro un computere tu speri nelle autorità statali .... ma va la
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia sì italia no
        No caro amico, non credo certo nelle autorità statali, ne nello stato ne in questa italia cha fa parte dei paesi più industrializzati ;o] Era ovviamente un ironia scaturita dalla rassegnazione (a proposito : non fate ACTIVENETWORK come flat che va veramente MALE...2/3 h al giorno se avete fortuna..)
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia sì italia no .. italia GNAMME!!!

      la connessione? Potrebbe essere una
      discriminazione sociale e di ceto :):D eggia'
      regressione informatica...quasi quasi scrivo
      al ministro per le pari
      opportunità.....quasi quasi scrivo
      all'Authority per le
      telecomunicazioni...(UAHHUAHAUHAHU :)scrivi a gaspacho!
      .....ma no...scriviamo a Padre Pio và che diwe'... San Pio... diamo ai santi quel ch'è dei santi..:O !!
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia sì italia no .. italia GNAMME!!!
        - Scritto da: buatt


        .....ma no...scriviamo a Padre Pio và che
        di

        we'... San Pio... diamo ai santi quel ch'è
        dei santi..

        :O !!Uops! E hai ragione!! ;o] Ecco perchè non mi mettevano l'ADSL :oP
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia sì italia no
      Allora, per prima cosa non bisogna dire stronzate: se a casa di qualcuno non arriva l'adsl non c'è nessna discriminazione, il mercato è fatto così, trovatevi qualcuno che ha quattrini da investirci.Seconda cosa: l'attuale presidente del consiglio, quando ancora non era tale ma voleva diventarlo, si vendeva le famose tre 'i' inglese, internet e non mi ricordo che altra bufola. E' stato creduto (non da me) e votato(non da me) e allora chi ha creduto alla fandonia deve farsi sotto e reclamare quanto gli era stato promesso.Non contate sul ministro delle telecomunicazioni: non gli frega e non gli è mai fregato una minchia delle telecomunicazioni!
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia sì italia no
        - Scritto da: Er monnezza
        Allora, per prima cosa non bisogna dire
        stronzate: se a casa di qualcuno non arriva
        l'adsl non c'è nessna discriminazione, il
        mercato è fatto così, trovatevi qualcuno che
        ha quattrini da investirci.Certamente caro, ciò che discrimina è che gli utenti con ADSL possono stare in always-on pagano circa 35 ? al mese e PER CHI NON E' COPERTO non è prevista nemmeno un'agevolazione. Esempio : pagando 5.53 ? Telecomitalia ti da Teleconomy Zero. Paghi lo scatto e il resto della telefonata è a costo ZERO. Perchè non prevedere un'agevolazione di questo tipo per i non adsl-covered ? Mi sembrerebbe un incentivo per la diffusione della rete nelle case degli italiani no?
        Seconda cosa: l'attuale presidente del
        consiglio, quando ancora non era tale ma
        voleva diventarlo, si vendeva le famose tre
        'i' inglese, internet e non mi ricordo che
        altra bufola. E' stato creduto (non da me) e
        votato(non da me) e allora chi ha creduto
        alla fandonia deve farsi sotto e reclamare
        quanto gli era stato promesso.SU QUESTO TI DO *PIENAMENTE* RAGIONE!
        Non contate sul ministro delle
        telecomunicazioni: non gli frega e non gli è
        mai fregato una minchia delle
        telecomunicazioni!Oh sì che gli frega...Più l'italiano PAGA per le telefonate ad INTERNET più le società di Telecomunicazioni GUADAGNANO, migliore è l'economia di questi settori.Rispecchia in pieno l'ideologia dell'attuale governo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia sì italia no
        - Scritto da: Er monnezza
        Seconda cosa: l'attuale presidente del
        consiglio, quando ancora non era tale ma
        voleva diventarlo, si vendeva le famose tre
        'i' inglese, internet e non mi ricordo che
        altra bufola. E' stato creduto (non da me) e
        votato(non da me) e allora chi ha creduto
        alla fandonia deve farsi sotto e reclamare
        quanto gli era stato promesso.Francamente non credo che addossare problemi annosi come quello delle comunicazioni all'attuale governo sia corretto intellettualmente. Certo è che in un anno di governo non si è visto molto muovere nella direzione internet, questo si, però il problema della connettività italiana non è dell'attuale governo , amico mio.
        Non contate sul ministro delle
        telecomunicazioni: non gli frega e non gli è
        mai fregato una minchia delle
        telecomunicazioni!questo è vero! Per il momento solo parole!ciao ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia sì italia no
        D'accordo al 100%, il tuo discorso non fa una grinza :
        - Scritto da: Er monnezza
        Allora, per prima cosa non bisogna dire
        stronzate: se a casa di qualcuno non arriva
        l'adsl non c'è nessna discriminazione, il
        mercato è fatto così, trovatevi qualcuno che
        ha quattrini da investirci.
        Seconda cosa: l'attuale presidente del
        consiglio, quando ancora non era tale ma
        voleva diventarlo, si vendeva le famose tre
        'i' inglese, internet e non mi ricordo che
        altra bufola. E' stato creduto (non da me) e
        votato(non da me) e allora chi ha creduto
        alla fandonia deve farsi sotto e reclamare
        quanto gli era stato promesso.
        Non contate sul ministro delle
        telecomunicazioni: non gli frega e non gli è
        mai fregato una minchia delle
        telecomunicazioni!
  • Anonimo scrive:
    Con questi prezzi 27 minuti al giorno SONO TANTI!!
    Con i prezzi di connessione attualmente vigenti in Italia, (e parlo esclusivamente delle zone non coperte da ADSL, quindi il 40% della popolazione) è già un bel traguardo collegarsi quasi mezz'ora al giorno!!!Come pretendono che gli Italiani si colleghino più frequentemente con questi prezzi, anche se raggiungessimo il livello (83 minuti dial-up) degli USA, davvero pensate che ci porterebbero la banda larga di loro iniziativa o una flat decente? Scherziamo, meglio mungere finchè si può!!!Condoglianze!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Con questi prezzi 27 minuti al giorno SONO TAN
      Claro che è così ... che pena : abito in un quartiere periferico di Roma e Fastweb lo vedo col binocolo ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Con questi prezzi 27 minuti al giorno SONO TAN
        lo credo! Mica e' cosi' facile cablare un'intera nazione!Secondo me, gli ci vorranno almeno 10-15 anni a Fastweb per offrire un servizio diciamo piu' o meno capillare e se mai ci riuschra' creso sara' una bella sfidaDel resto non possiamo dimenticarci che ce ne sono voluti molti di piu' per arrivare alla copertuta odierna della telefonia fissa by "telecom"
    • Anonimo scrive:
      Re: Con questi prezzi 27 minuti al giorno SONO TANTI!!

      il 40% della popolazionema cio' che piu' mi interessa, il 90% del territorio!!!La legge e' uguale per tutti, i vantaggi dell'era tecnologica NO!Quasi mezz'ora di connessione al giorno? Pia illusione da average! Mediando il tempo di connessione delle ditte con quello globale saltano fuori i circa 30 minuti, altrimenti pur includendo gli adolescenti brufolosi che quotidianamente fanno ginnastica sui tasti delle tastiere, si scenderebbe a 5 min. al di'! Che ci puo' fare l'utente normale (quindi ignorante e primitivo come me) su Internet sapendo quel che sta pagando? Niente! Cerca qualcosa di utile e 9 volte su 10 non lo trova: trova solo spazzatura, trucchetti in javascript che gli aprono decine di finestre ogni volta che vuole chiuderne una, trappole di ogni genere [dial-up, siti truffa,...], spam a non finire... insomma meglio zapparsi l'orticello [piu' salutare e spesso piu'economico].E come me la pensano in moltissimmi tra montanari e valligiani (OK, solo il 40% della popolazione!): meglio spaccare col martello il modem a 56k ed andare a mangiarsi una pasta all' amatriciana! Tanto Internet a che serve? Solo a perder tempo rimbecillendosi con stupidaggini da lavacervello marketing-niano (avete mai letto gli articoli facilmente raggiungibili da qualcuno dei piu' noti portali? O cose del tipo: Scelti per voi? Ogni piu' anonima fanciulla diventa la super-divinita' femminile, ogni piu' insulso prodotto dipinto come utilissimo, fantastico, economico [pur se con prezzo pompato dell'800%!!!])...Game over!
      • Anonimo scrive:
        Re: Con questi prezzi 27 minuti al giorno SONO TANTI!!

        Solo a perder tempo
        rimbecillendosi con stupidaggini da
        lavacervello marketing-niano (avete mai
        letto gli articoli facilmente raggiungibili
        da qualcuno dei piu' noti portali? O cose
        del tipo: Scelti per voi? Ogni piu' anonima
        fanciulla diventa la super-divinita'
        femminile, ogni piu' insulso prodotto
        dipinto come utilissimo, fantastico,
        economico [pur se con prezzo pompato
        dell'800%!!!])...Parli della TV?
        • Anonimo scrive:
          Re: Con questi prezzi 27 minuti al giorno SONO TAN
          - Scritto da: eee

          Solo a perder tempo

          rimbecillendosi con stupidaggini da

          lavacervello marketing-niano (avete mai

          letto gli articoli facilmente
          raggiungibili

          da qualcuno dei piu' noti portali? O cose

          del tipo: Scelti per voi? Ogni piu'
          anonima

          fanciulla diventa la super-divinita'

          femminile, ogni piu' insulso prodotto

          dipinto come utilissimo, fantastico,

          economico [pur se con prezzo pompato

          dell'800%!!!])...

          Parli della TV?no, parla, per fare un esempio, della "utilissima" newsletter che ti manda IOL, per non parlare delle caz77ate assortite che ti manda Tiscali
        • Anonimo scrive:
          Re: Con questi prezzi 27 minuti al giorno SONO TANTI!!
          - Scritto da: eee

          Solo a perder tempo

          rimbecillendosi con stupidaggini da

          lavacervello marketing-niano (avete mai

          letto gli articoli facilmente
          raggiungibili

          da qualcuno dei piu' noti portali? O cose

          del tipo: Scelti per voi? Ogni piu'
          anonima

          fanciulla diventa la super-divinita'

          femminile, ogni piu' insulso prodotto

          dipinto come utilissimo, fantastico,

          economico [pur se con prezzo pompato

          dell'800%!!!])...

          Parli della TV?E ' proprio la tv che bisognerebbe eliminare, in casa mai ad es non esiste più da due anni, tanto non la guardavo neanche.Internet è utilissima, ma bisogna saperla usare come tutte le cose. A me serve per lavoro, per studio, per affari, per tenere contatti con parecchia gente, per cazzeggiare, trovare info velocemente, per leggere le notizie che mi interessano veramente e altre 1000 coseSenza non saprei come fare tutte queste cose
    • Anonimo scrive:
      Re: Con questi prezzi 27 minuti al giorno SONO TANTI!!

      Con i prezzi di connessione attualmente
      vigenti in Italia, (e parlo esclusivamente
      delle zone non coperte da ADSL, quindi il
      40% della popolazione) è già un bel
      traguardo collegarsi quasi mezz'ora al
      giorno!!!si, i conti sono presto fatti: 83 minuti di collegamento in fascia intera a un provider locale equivalgono a 3321 lire, ovvero 99.630 lire al mese, piu' il canone telecom.Insomma un lusso da ricchi, anzi da straricchi.E poi ci si lamenta che internet non decolla.Ringraziamo ancora una volta il monopolio Telecom Italia.
  • Anonimo scrive:
    Hanno scoperto l'acqua calda.
    Fuori dalle città internet è roba per ricchi, niente adsl niente flat. 83 minuti al giorno con la tat costano un patrimonio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno scoperto l'acqua calda.
      Non voglio difendere Telecom e le sue sorelle, che ne hanno combinate e ne combineranno sempre peggio, ma mi risulta che una media di 83 min al di dopo le 18:30 (orario tipico di connessione effettuata dalla maggior parte di chi lavora!) costi meno di un terzo di un pacchetto di sigarette estere.Insomma smettetela di fumare :-))))
      • Anonimo scrive:
        Re: Hanno scoperto l'acqua calda.



        una media di 83 min al di dopo le 18:30Non hai capito niente. Ma chi vuoi difendere????????
      • Anonimo scrive:
        Re: Hanno scoperto l'acqua calda.
        ma davvero! si lamentano delle bollette e poi spendono di più per avvelenarsi i polmoni e il cervello!!!
Chiudi i commenti