Guida al P2P: istigazione a delinquere?

Una corte federale statunitense ha oscurato temporaneamente un sito web che vende guide ed istruzioni per i sistemi P2P. Istigava - dicono - a compiere atti di pirateria multimediale
Una corte federale statunitense ha oscurato temporaneamente un sito web che vende guide ed istruzioni per i sistemi P2P. Istigava - dicono - a compiere atti di pirateria multimediale


Washington (USA) – Tutti lo fanno ma è vietato parlarne – almeno in termini promozionali. Si tratta naturalmente del file sharing condotto attraverso le reti P2P, nell’occhio del ciclone di un inaudito giro di vite antipirateria condotto dall’amministrazione statunitense e dalle major dell’audiovisivo.

Una corte federale, al vertice degli organi giuridici negli USA, ha costretto una piccola azienda californiana a chiudere temporaneamente il proprio sito perché rappresentava “pubblicità ingannevole ed istigazione a delinquere” attraverso la vendita di una guida online per l’uso delle tecnologie di condivisione.

I giudici hanno affermato che Cashier Myricks, autore del sito, stesse vendendo, “per appena 24.95 dollari”, il suo “metodo infallibile” per scaricare film, musica e videogiochi senza alcun limite. “Scarica film mentre sono ancora nelle sale”, si leggeva nella grafica promozionale del sito.

Le pagine incriminate sono ora state completamente ripulite.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 10 2005
Link copiato negli appunti