Ha un senso la censura di Google?

Secondo i suoi dirigenti ne ha eccome. Ecco come hanno risposto alle accuse cadute sull'azienda per le omissioni nei link proposti dal motore di ricerca agli utenti cinesi


Roma – Perché Google offre agli utenti che si collegano dalla Cina un servizio di raccolta automatica news del tutto simile a quello già offerto altrove omettendo però proprio quei link che il regime cinese non vuole rendere pubblici?

Questa la domanda decisamente imbarazzante rivolta a Google dagli esperti della Dynamic Internet Technology , società da tempo impegnata nella lotta alla censura su Internet. Una domanda nata da una serie di rilevazioni compiute dall’azienda, dalle quali appare evidente che il servizio da poco lanciato in Cina da Google non offre a chi lo segue tutti i link che potrebbe offrire, tenendo fuori quei siti che il regime cinese mette al bando e rende irraggiungibili attraverso i propri proxy di stato : lo stesso servizio “cinese” di Google interrogato da computer residenti negli USA offre invece una serie di link aggiuntivi .

“Questo – ha affermato uno dei dirigenti di Dynamic – rappresenta un problema perché i cinesi dovrebbero sapere che ci sono opinioni diverse da quelle del governo cinese e che ci sono molte cose che il governo nasconde. Gli utenti si aspettano da Google di trovare qualsiasi cosa su Internet”.

Alle accuse Google ha risposto che il proprio comportamento non solo è legittimo ma è necessario per offrire un servizio efficiente . “Google – ha spiegato un portavoce dell’azienda – ha stabilito che per offrire la migliore possibile esperienza di ricerca ai nostri utenti cinesi non si devono includere i siti il cui contenuto non è da loro accessibile”.

Google, che offre i propri servizi internet in molte lingue, compresa quella Klingon , offre ormai da tempo su molti mercati anche il servizio di indicizzazione automatica delle news. Sebbene sofferente dell’assenza di una intelligenza “umana” dietro la scelta dei titoli, quella sezione del suo sito è divenuta nel tempo un riferimento sicuro per moltissimi utenti Internet.

Nel caso del web cinese, Google si è ulteriormente difeso spiegando che, in ogni caso, soltanto una piccola manciata di siti sono stati esclusi, sui quasi mille che ogni giorno vengono “consultati” dai propri web crawler.

Secondo qualcuno, però, Google dovrebbe quantomeno avvertire i propri utenti cinesi che non tutte le fonti possono essere riportate dal proprio servizio. Ma fare questo, viene affermato, potrebbe indurre il regime pechinese a bloccare l’accesso anche a Google News.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    il broadband con le dita nel naso
    in che mani è il governo dello sviluppo del broadband in italia e della sua "cultura"? beh, ho avuto la ventura di partecipare ad un convegno di puntoit (non punto informatico, per carità! puntoit è una specie di dependance aennina sul web) a cui sono intervenuti Gasparri, Buttiglione e altri. L'incontro era centrato sul ridisegno dell'agenda europea sull'Information Technology, ma si è capito presto che il vero interesse era quello di far fare vetrina ai due ministri e ai loro sodali (hanno passato più tempo fuori della sala ad abbracciarsi davanti alle telecamere - poche per fortuna - che dentro a discutere). Insomma, per farla breve: Gasparri mezzo addormentato attendeva il proprio turno per intervenire mandando sms e quando ha preso la parola ha letto a macchinetta un discorso chiaramente del 2003 (dati vecchi! date sballate!ministro, ma come si fa?); in prima fila sedeva Silvio Traversa, presidente dell'authority sulle TLC (ex segretario generale della Camera dei Deputati, presidente della Stet ecc) che si scaccolava con stupefacente naturalezza nei momenti in cui non stringeva mani (vero scopo della sua presenza, e mani destre, naturalmente); la relazione del prof. Guerci (l'unico attendibile della congrega) in cui "bastonava" la politica di sviluppo (?) italiana del broadband, l'immobilismo di stato e imprese e anche la riforma scolastica (definita "completamente fuori bersaglio") TOTALMENTE IGNORATA, come se non avesse nemmeno parlato; Buttiglione che, per non sapere nè leggere nè scrivere, per non sbagliare troppo nel suo intervento dava un colpo al cerchio e uno alla botte, da buon democristiano....ma che cosa si può tirare fuori da una situazione del genere?Il dubbio se sapessero, i nostri "rappresentanti" politici, di cosa stessero parlando era legittimo, il loro disinteresse invece era una certezza. PS: ho cercato sul sito dell'authority TLC la conferma su chi fosse in effetti il presidente: Cheli è il presidente uscente, il prossimo sarà Traversa, o forse lo è già... non si sa perchè sul sito non c'è scritto nulla (ho smanettato 15 minuti perchè mi sembrava incredibile ma alla fine ho dovuto accettare la realtà: è un'authority ANONIMA!!!))
    • KCM scrive:
      Re: il broadband con le dita nel naso
      Bello, come essere lì, un servizio scritto anzichè video stile Striscia.Non c'è che dire, siamo proprio in buone mani, sia destre che sinistre.
      • Anonimo scrive:
        Re: il broadband con le dita nel naso
        mi associo ai complimenti per lo "sguardo" particolare su quel "particolare convegno"... e purtroppo anche alla sfiducia nei suddetti personaggi...ma dove si è svolto?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: il broadband con le dita nel naso
      confermo che sul sito dell'authority tlc non c'è praticamente un solo nome... In più hanno materiale informativo fermo al 2003. Se si occupano di tlc come si occupano del sito siamo fritti!!!!PER PROTESTA MI METTO LE DITA NEL NASO ANCHE IO
  • Anonimo scrive:
    Report - Puntata del 1 ottobre
    venerdi 1 ottobre alle ore 21.00 circa su RAI 3 andra? in onda?PRIVATIZZAZIONI? di STEFANIA RIMINI.La puntata sara? preceduta da un monologo di venti minuti di teatroinchiesta dal titolo ?CHICAGO BOYS? di RENATO SARTI interpretato da BEBOSTORTI.Al termine della puntata, una Good News.Sintesi della puntataChi sta incassando la rendita delle liberalizzazioni e delleprivatizzazioni dei servizi pubblici?Sono i nuovi padroni, che hanno rilevato le spoglie dello Statoimprenditore oppure sono gli utenti, ai quali erano stati prospettatiservizi più efficienti e tariffe più basse?Sono i manager degli ex monopoli, con le loro ricche stock options, oppurele casse del Tesoro, ansioso di ridurre il debito pubblico?L'Enel è stato in parte privatizzato e nello stesso tempo il mercato èstato aperto alla concorrenza: quindi tariffe minori e servizi migliori.Invece in Italia continuiamo a pagare la bolletta elettrica più carad'Europa.Il fatto è che da 15 anni ci stanno prelevando il 7% su ogni singolabolletta per incentivare la produzione di energia rinnovabile e che inveceè finito in buona parte nelle tasche dei petrolieri, come per esempioMoratti, il patron dell'Inter. Ma anche il Tesoro, in quanto azionista dimaggioranza dell'Enel e dell'Eni, ha interesse che le bollette nonscendano perché ogni volta che accendiamo la luce o il riscaldamentofinanziamo la riduzione del debito pubblico. Anche nel caso delleAutostrade l'utente viene tosato come una pecora, a vantaggio del gruppoBenetton, che si è comprato la società Autostrade quando è stataprivatizzata dall'Iri nel '99. Da allora i Benetton stanno facendorilevanti extraprofitti, ma non hanno accettato che si faccia unaggiustamento delle tariffe, mentre l'organo che dovrebbe difendere gliutenti, cioè l'Anas, ha regalato ai privati della società Autostrade 5milioni di euro dei contribuenti per promuovere l'uso del Telepass. Nelletelecomunicazioni, lo Stato è uscito da Telecom Italia nel '97. Nel '98è arrivata la liberalizzazione, cioè gli utenti possono scegliere ditelefonare anche con altre compagnie telefoniche. Tre su dieci hannolasciato Telecom ma anche se cambi compagnia, direttamente oindirettamente devi continuare a pagare il canone. Intanto la Telecom siritrova con un debito di 30 miliardi di euro perché nei ribaltoni dellaprivatizzazione i suoi padroni hanno scaricato su di lei i debiti fattiper acquisirla, mentre il flusso delle nostre bollette è servito perripagare le banche.
  • Anonimo scrive:
    liberalizzazione fornitura elettricità
    Qualcuno vuole spiegarmi come ci si deve comportare con la richiesta di fornitura di corrente elettrica ad uso civile quando, da quest'anno, c'è la liberalizzazione del mercato in tal senso?Possibile che ci si debba rivolgere esclusivamente all'Enel?Esistono altre compagnie? O dobbiamo per forza assoggettarci ad un'unica proposta di fornitura che, per quanto possa sembrare vantaggiosa, non è comunque comparabile con altre e dunque non si riesce mai a capire se è onesta oppure no?Grazievale.vedetta@libero.it
  • Anonimo scrive:
    siamo sempre piu' in un monopolio
    Vorrei sapere perchè devo pagare alla Telekom 30 euro a bolletta visto che uso Tele 2 (ultimo km quando lo liberiamo).Vorrei sapere perchè ti fanno comperare 2 decoder in 2 anni e poi te ne regalano uno e ti fanno vedere solo quello che gli pare(non esiste altro oltre a SKY)dov'è tutta questa concorrenza sulle nuove tecnologie??????
  • Anonimo scrive:
    Non abbiamo ancora "abbastanza" fame
    Fino a quando l'italiota medio avrà i quattrini per comprarsi il superfluo e qualche spicciolo per il necessario allora va tutto bene. Al pecorone tricolore puoi levare la cultura, servizi efficienti, giustizia degna di tal nome, la dignità. Ma non azzardarti a levargli il cellulare e la macchinaBisognerà ancora aspettare un bel po' prima che i percoroni si sveglino.La vedo tragica
    • Anonimo scrive:
      Re: Non abbiamo ancora "abbastanza" fame
      - Scritto da: Anonimo
      Al pecorone tricolore puoi
      levare la cultura, servizi efficienti,
      giustizia degna di tal nome, la
      dignità. Ma non azzardarti a levargli
      il cellulare e la macchina..........e il calcio, la schedina, le ballerine e la defilippi in tv............
  • rumenta scrive:
    Re: ci sono tanti di quei soldi nascosti
    - Scritto da: Anonimo[cut]che
    vendono armi importate "legalmente" dagli
    stabilimenti americani in tutto il mondo
    ecco il risultato.ma LOL.... si vede che tutti gli AK47 ed RPG che si vedono in giro NON sono russi/cecoslovacchi/cinesi ecc. ma americani......azz... mi sono perso pure questa.....
    • Anonimo scrive:
      Re: ci sono tanti di quei soldi nascosti
      Leggiti o rileggiti "Il pendolo di Foucault" prima di scrivere...
      • rumenta scrive:
        Re: ci sono tanti di quei soldi nascosti
        - Scritto da: Anonimo
        Leggiti o rileggiti "Il pendolo di Foucault"
        prima di scrivere...puoi riassumere?non ho molto tempo per l'eco.....
  • Anonimo scrive:
    Sito Telecom italia in Francia
    Passatemi il link dove posso leggere le tariffe che la "nostra" TI applica alla propria ADSL in FranciaTNX!
  • Anonimo scrive:
    Non comprare Alice e TIN
    Invece di rinunciare ad ADSL come ho visto proporre in alcuni messaggi intanto rinunciamo a quella Telecom.Gli arrivano ugualmente i soldi, ma un 30% meno.Vediamo se serve a far passare la "scuola francese"...
    • Anonimo scrive:
      Re: Non comprare Alice e TIN
      - Scritto da: Anonimo
      Invece di rinunciare ad ADSL come ho visto
      proporre in alcuni messaggi intanto
      rinunciamo a quella Telecom.
      Gli arrivano ugualmente i soldi, ma un 30%
      meno.
      Vediamo se serve a far passare la "scuola
      francese"...Se non stai attento te la appioppano lo stesso...A me, dopo un infinità di telefonate (loro) alle quali ho sempre risposto picche, un giorno l'hanno attivata senza nemmeno telefonare, l'ho scoperto dall'email del customercare che diceva "grazie per aver scelto TIN.IT, ecco le nuove condizioni contrattuali". Per farmelo togliere ho dovuto far intervenire i caramba.
  • Anonimo scrive:
    quattro anni fa...
    poco meno di quattro anni fa l'adsl flat (teleconomy adsl, ad esempio) costava, 70.000 lire. Secondo me era un prezzo eccessivo per un uso domestico, e sapendo che all'estero già a quel tempo i costi erano inferiori mi sono detto "aspetterò un altro anno che le tariffe scendano ai livelli degli altri paesi". Sto ancora aspettando, alla faccia dei proclami di modernità dei nostri politicanti.
  • Anonimo scrive:
    bruceranno tutti
    Non guardo la televisione, non uso telefonini e non sono solo.Dormite pure nei vostri letti cari "cittadini" rammolliti, dormite e tappatevi gli occhi e le orecchie perche` molto presto altri combatteranno anche per voi, ma non sara` piacevole!"La Rivoluzione e` un atto di violenza." Mao
  • Anonimo scrive:
    Notizie dalla Spagna...
    Beh, fino a pochi giorni fa stavano piu' o meno come noi.Oggi anche il paese cui guardiamo cosi' spesso per giustificare le magagne italiane (mi ricorda il funerale di fantozzi:"era facile sentirsi migliori di lui!"), sta meglio:adsl a 512kbps + telefonate illimitate su rete fissa = 36 eur/meseNon e' la francia, ma e' comunque molto meglio di noi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Notizie dalla Spagna...
      per forza , in spagna hanno aperto gli occhi e cacciato a calci in culo quei bastardi capitalisti venduti alle multinazionali che governavano primada quando e` tornata la sinistra tutto e` miglioratoe vorrei ricordare che il giorno dopo l'insediamento del nuovo governo, hanno fra le altre cose ritirato le truppe dall'invasione in iraq.(Vi ricordo ancora che l'esercito italiano e` attualmente in guerra in iraq, contrariamente al sentimento di tutta l'opinione pubblica, e questo grazie alla presenza anche da noi di un governo di destra leccapiedi degli industriali che lucrano dalla guerra, lucrano sulle morti della gente - nonche` culo e camicia col corrente governo imperialista ma soprattutto criminale degli stati uniti)
      • pinguinello scrive:
        Re: Notizie dalla Spagna...
        Ciccio....guarda che il muro di berlino è caduto da tempo, aggiornati.I tuoi discorsi sono ridicoli quanto quelli di berluskaiser.Il mondo non si divide in buoni e cattivi, imperialisti cattivi e pacifisti buoni. Il mondo purtroppo è molto più sfumato di così.
      • Anonimo scrive:
        Re: Notizie dalla Spagna...

        da quando e` tornata la sinistra tutto e`
        miglioratoe' troppo ricordare che se la telecom e' in condizione di vessare un'intera nazione e i suoi concorrenti lo si deve ad una scellerata privatizzazione operata dalla sinistra (nemmeno la thatcher avrebbe fatto peggio)?E mi dispiace che durante quel governo si sia messa la sordina su questa cosa, e sulle partecipazioni in telecom di molti leader della sinistra.Guardiamo in faccia la realta': le telecomunicazioni sono considerate dai vari governi una grassa vacca da mungere, e non e' un caso che appena si insedi un governo di parte politica nuova, un amico della stessa parte riesca nella scalata alla telecom.... oggi abbiamo gasparri, berlusconi e tronchetti provera, ma erano veramente migliori i tempi di cardinale, d'alema e colaninno?Si puo' arrivare alla disonesta' intellettuale di sostenere cio'?
        • Anonimo scrive:
          Re: Notizie dalla Spagna...

          e' troppo ricordare che se la telecom e' in
          condizione di vessare un'intera nazione e i
          suoi concorrenti lo si deve ad una
          scellerata privatizzazione operata dalla
          sinistra (nemmeno la thatcher avrebbe fatto
          peggio)?In quale maniera intendi accostare le privatizzazioni dei governi Tatcher con quella scellerata della sinistra?Non vedo similitudini negli scopi, i metodi e nemmeno negli obiettivi. Quelle fatte dalla Tatcher erano privatizzazioni in senso liberista assoluto, costate lacrime e sangue, alleggerire lo stato e dare carta bianca ai compratori anche a costo di vendere agli stranieri. Quelle italiane sono state fatte soprattutto perchè obbligati dalla UE e facendo di tutto per mantenere il controllo sotto l'influenza governativa.

          E mi dispiace che durante quel governo si
          sia messa la sordina su questa cosa, e sulle
          partecipazioni in telecom di molti leader
          della sinistra.E che cosa ci sarebbe di scandaloso? Se un parlamentare compra dei CCT lo accuseresti di insider trading ?
          Guardiamo in faccia la realta':ottimo inizio... le
          telecomunicazioni sono considerate dai vari
          governi una grassa vacca da mungere, e non
          e' un caso che appena si insedi un governo
          di parte politica nuova, un amico della
          stessa parte riesca nella scalata alla
          telecom.... oggi abbiamo gasparri,
          berlusconi e tronchetti provera, ma erano
          veramente migliori i tempi di cardinale,
          d'alema e colaninno?
          Si puo' arrivare alla disonesta'
          intellettuale di sostenere cio'?Adesso che hai osservato la realtà (speriamo) non ti rendi conto di quanto sia inutile la distinzione tra prenderlo in quel posto un po' spostato a sinistra e prenderlo un po' spostato a destra. Non mi sembra che l'onestà intellettuale sia la prima preoccupazione da avere in una simile situazione.A me questa distinzione tra rossi e azzurri sembra una grande mistificazione per nascondere i problemi veri dietro il tifo da stadio, personalmente voterei chiunque proponesse il progetto di un'Italia più meritocratica e meno basata sulle rendite di posizione, ma non si vede nessuno all'orizzonte.
          • Anonimo scrive:
            Re: Notizie dalla Spagna...

            In quale maniera intendi accostare le
            privatizzazioni dei governi Tatcher con
            quella scellerata della sinistra?discorso lungo. Non e' il caso di dilungarsi, almeno in questa sede. Ma con questo non intendo dire che i tuoi distinguo siano insensati, tutt'altro!
            E che cosa ci sarebbe di scandaloso? Se un
            parlamentare compra dei CCT lo accuseresti
            di insider trading ?credo che non sia opportuno per un politico aver investito una cospicua parte del patrimonio personale in un azienda alla quale si puo' conferire una posizione dominante (cosa che si e' fatta cedendo tutti gli ultimi migli alla telecom).
            Adesso che hai osservato la realtà
            (speriamo) non ti rendi conto di quanto sia
            inutile la distinzione tra prenderlo in quel
            posto un po' spostato a sinistra e prenderlo
            un po' spostato a destra. Non mi sembra che
            l'onestà intellettuale sia la prima
            preoccupazione da avere in una simile
            situazione.e' cosi': intendevo proprio rispondere a chi aveva subito accusato la destra. Ma purtroppo sono distinzioni superflue.La destra e' responsabile di ben altri sconci nel settore tlc: basti lo sperpero di denaro pubblico per i decoder per il digitale terrestre.
            A me questa distinzione tra rossi e azzurri
            sembra una grande mistificazione per
            nascondere i problemi veri dietro il tifo da
            stadio, personalmente voterei chiunque
            proponesse il progetto di un'Italia
            più meritocratica e meno basata sulle
            rendite di posizione, ma non si vede nessuno
            all'orizzonte.sottoscrivo. La pensiamo allo stesso modo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Notizie dalla Spagna...
        E ti pareva che non spuntava il "sinistro" di turno......Oe' Babbeo lo sai che la magistrale privatizzazione Telecom la dobbiamo a Prodi e compagni?Che cazz hanno mai fatto loro per la banda larga??La verità è che qua non capisce una minchia nessun politico, TUTTI da destra a sinistra occupati a fottersi i soldi.....Punto!
  • Anonimo scrive:
    Urbani e l'insolazione
    Ciao a tutti.Nell'articolo si fa sarcasmo nuovamente sul nostro Ministro Urbani, che promette solennemente in Parlamento e poi non mantiene la parola. Decisamente poco lodevole, è vero.Ma si sta parlando di politica. Qualcuno si aspettava che Urbani avrebbe mantenuto la parola? Qualcuno ci credeva davvero?Nessuno invece menziona mai il fatto che l'onorevole Cortiana, dopo aver smosso l'intero popolo della rete (forse l'unica volta che in Italia il popolo della rete aveva reagito in modo così compatto), era riuscito ad avere un'arma incredibilmente potente per impedire il varo del decreto Urbani.E poi cosa ha fatto? Si è FIDATO della parola del Ministro. Ora non mi si venga a dipingere Cortiana o chi altro come il salvatore della rete italiana e di chi ne fa uso. Le motivazioni così urgenti per approvare il decreto erano mere questioni di soldi che dovevano andare a rimpinguare le casse del cinema italiano e dello sport. Non credo che nessuno sarebbe morto di fame se quel decreto non fosse passato.Quindi, a mio avviso, non dovrebbe essere solo Urbani o chi l'ha sempre difeso ad essere il capro espiatorio della situazione. Anche chi vuol far credere di essere dalla parte degli utenti di Internet, nella realtà, ha dimostrato davvero poca affidabilità.
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani e l'insolazione
      - Scritto da: Anonimo
      Quindi, a mio avviso, non dovrebbe essere
      solo Urbani o chi l'ha sempre difeso ad
      essere il capro espiatorio della situazione.
      Anche chi vuol far credere di essere dalla
      parte degli utenti di Internet, nella
      realtà, ha dimostrato davvero poca
      affidabilità.Continuo a sentire commenti sui generis su Cortiana da un pò di tempo.Siccome sono fermamente convinto che qui "qualcuno" ha interesse personale a farlo, nel senso più malizioso, mi viene da farti due domande, senza nessuna polemica.1) Anche la Carlucci aveva promesso di lottare per modificarla, e lei è nella maggioranza, mica all'opposizione. Perchè non ne parla nessuno? E' scomodo dirlo?2) Che cosa avrebbe dovuto fare Cortiana? Gli avevano dato 10 minuti per leggere i suoi emendamenti, dopodichè avrebbero approvato lo stesso il decreto. Si è accontentato di ciò che ha potuto strappare, una promessa. Personalmente avrei trovato inutile fare ostruzionismo per 10 minuti sapendo che all'11 minuto il decreto sarebbe stato convertito in legge.Io me la prendo piuttosto che con lui, con l'opposizione che non lo ha MAI appoggiato. Se tutta l'opposizione avesse preteso il rispetto della promessa, Urbani non si sarebbe potuto permettere tanta nonchalance.Questo non per partito preso (non voto neanche Verdi) ma perchè vedo che il "popolo bue" come lo chiama Mantellini, non sa appoggiare qualcuno che tenta di cambiare le cose, a meno che non riesca magicamente a passare da solo contro tutti. Certo che se Cortiana faceva rinviare alle Camere il decreto da solo diventata un eroe, ma qui sarebbe ora di capire che eroi non ce ne sono, solo persone più o meno capaci o con la volontà di cambiare.Poi non venite a chiedere cosa fare per cambiare, però...
      • rumenta scrive:
        Re: Urbani e l'insolazione
        - Scritto da: Quelo
        - Scritto da: Anonimo

        Quindi, a mio avviso, non dovrebbe
        essere

        solo Urbani o chi l'ha sempre difeso ad

        essere il capro espiatorio della
        situazione.

        Anche chi vuol far credere di essere
        dalla

        parte degli utenti di Internet, nella

        realtà, ha dimostrato davvero
        poca

        affidabilità.

        Continuo a sentire commenti sui generis su
        Cortiana da un pò di tempo.

        Siccome sono fermamente convinto che qui
        "qualcuno" ha interesse personale a farlo,
        nel senso più malizioso, mi viene da
        farti due domande, senza nessuna polemica.

        1) Anche la Carlucci aveva promesso di
        lottare per modificarla, e lei è
        nella maggioranza, mica all'opposizione.
        Perchè non ne parla nessuno? E'
        scomodo dirlo?ma LOL.... la carlucci:1) NON ha fatto proclami cone cortiana;2) dai, tu ti fideresti delle sue promesse?? ma per piacere, quella a casa a fare la calza dovrebbe stare... e magari non le verrebbe bene nemmeno quella :D

        2) Che cosa avrebbe dovuto fare Cortiana?
        Gli avevano dato 10 minuti per leggere i
        suoi emendamenti, dopodichè avrebbero
        approvato lo stesso il decreto. Si è
        accontentato di ciò che ha potuto
        strappare, una promessa. Personalmente avrei
        trovato inutile fare ostruzionismo per 10
        minuti sapendo che all'11 minuto il decreto
        sarebbe stato convertito in legge.avrebbe dovuto fare solo una cosa.... LOTTARE.

        Io me la prendo piuttosto che con lui, con
        l'opposizione che non lo ha MAI appoggiato.
        Se tutta l'opposizione avesse preteso il
        rispetto della promessa, Urbani non si
        sarebbe potuto permettere tanta nonchalance.opposizione??perchè, in Italia abbiamo un'opposizione??e da quando???azz, questa me la sono persa... :D

        Questo non per partito preso (non voto
        neanche Verdi) ma perchè vedo che il
        "popolo bue" come lo chiama Mantellini, non
        sa appoggiare qualcuno che tenta di cambiare
        le cose, a meno che non riesca magicamente a
        passare da solo contro tutti. Certo che se
        Cortiana faceva rinviare alle Camere il
        decreto da solo diventata un eroe, ma qui
        sarebbe ora di capire che eroi non ce ne
        sono, solo persone più o meno capaci
        o con la volontà di cambiare.peccato.... sai la speranza è dura da ammazzare.....

        Poi non venite a chiedere cosa fare per
        cambiare, però...te lo dico io... pochi proclami e tanti FATTI.
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani e l'insolazione

      Quindi, a mio avviso, non dovrebbe essere
      solo Urbani o chi l'ha sempre difeso ad
      essere il capro espiatorio della situazione.E no bello, non ci siamo proprio. In parlamento c'è una maggioranza che dispone di ben 100 deputati in più rispetto all' opposizione, quindi diamo le colpe a chi le ha.
      • Anonimo scrive:
        Re: Urbani e l'insolazione
        - Scritto da: Anonimo

        Quindi, a mio avviso, non dovrebbe
        essere

        solo Urbani o chi l'ha sempre difeso ad

        essere il capro espiatorio della
        situazione.

        E no bello, non ci siamo proprio. In
        parlamento c'è una maggioranza che
        dispone di ben 100 deputati in più
        rispetto all' opposizione, quindi diamo le
        colpe a chi le ha.Le colpe le diamo alla maggioranza.Ma se l'opposizione, invece di perdere tempo dietro a fregnacce come la guerra in iraq, al conflitto di interessi, e soprattutto a litigare per chi si siedera' sulla poltrona di Prodi dopo che lo avranno pugnalato alle spalle ancora una volta, si mettessero una buona volta a difendere gli interessi del cittadino, forse la gente li voterebbe piu' volentieri.A chi frega qui di saddam?A chi frega qui del berlusca e delle sue TV?A chi frega qui della procreazione assistita?Tutte fregnacce!Due cose devono fare: limitare l'inflazione sui generi alimentari e depenalizzare immediatamente il p2p.
  • Anonimo scrive:
    La soluzione c'è !!!
    L' arma si chiama denaro.Solo con la consapevolezza del potere che abbiamo come consumatori nell' indirizzare le nostre spese possiamo fare qualcosa.Facciamo crollare i consumi, compriamo all' estero via internet (es. Germania) tutto il possibile. Non cambiamo cellulare, riduciamo le telefonate, la spesa per casa ai Discount, teniamoci la macchina.Qualsiasi cosa ci serve compriamola solo dal miglior offerente o sotto saldi.Meglio accelerare il botto che continuare con questa lenta agonia.paulorenz@yahoo.it
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione c'è !!!
      E' vero sarebbe la soluzione in teoria più semplice, la realtà è che non c'è aggregazione, ognuno di noi pensa che il prossimo comunque continui a fare ciò ch vuole quindi perché dovrebbe cambiare le proprie abitudini, ci metti che siamo un popolo che ama apparire più che essere e capisci come non possa rinunciare al suo consumo giornaliero di telefonate e telefonini nuovi. Il problema è tutto lì e le industrie lo sanno che queste non sono minacce credibili(terminologia economica indicata nella teoria dei giochi).:(
      • Anonimo scrive:
        Re: La soluzione c'è !!!
        Condivido la tu esamina, ma non siamo tutti così....per fortuna.Per cambiare la cultura bisogna iniziare a fare qualcosa, pur se in pochi......iniziamo noi, poi si vedrà.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione c'è !!!

      teniamoci la macchina.Tutto bene, ma che c'entra la macchina?
    • Alessandrox scrive:
      Re: La soluzione c'è !!!
      - Scritto da: Anonimo
      L' arma si chiama denaro.
      Solo con la consapevolezza del potere che
      abbiamo come consumatori nell' indirizzare
      le nostre spese possiamo fare qualcosa.
      Facciamo crollare i consumi, compriamo all'
      estero via internet (es. Germania) tutto il
      possibile.
      Non cambiamo cellulare, riduciamo le
      telefonate, la spesa per casa ai Discount,OK ma attenzione che spendere meno non significa sempre spendere meglio... in particolare per quanto riguarda il cibo: io non mi fido dei supermercati in genere figuriamoci dei discount.Per il resto sono perfettamente daccordo.
  • Anonimo scrive:
    dicesi M:A:F:I:A
    sicuramente diro' cose banali ma la vera differenza tra noi e i Francesi e' che loro hanno tradizioni diverse dalle nostre - loro sono i padri della unica 'vera' rivoluzione che abbia funzionato in occidente noi invece siamo famosi per la M:A:F:I:A che - lo si voglia ammettere o no - e' ormai parte del nostro bagaglio culturale come una cellula sana che si porta dietro una gente infettivo.uno dei sistemi piu' collaudati che M:A:F:I:A usa e' l' "oliatura della ruota" che consiste nel fornire l'ingranaggio GIUSTO (il politico, l'amministratore delegato nella fattispecie) di olio (soldi) per far funzionare la ruota (la fregatura, il raggiro, il caro-prezzi, ecc...)Correggetemi se sbaglio...
  • Anonimo scrive:
    Preferisco
    NON chiamare il 12 (visto che ne ho la possibilità)pagare la benzina anche 5 euro/litro (così magari ci vedremo costretti ad andare in bicicletta con la probabile scelta obbligata di un rallentamento dei "ritmi" di vita)che avere uno "stato" che NUCLEARIZZA un'atollo
    • Anonimo scrive:
      Re: Preferisco
      Io invece vorrei abitare in uno stato tecnologicamente all'avanguardia dove la benzina costa 400 lire al litro......Uno stato che ha l'esercito più potente del mondo e che non si nasconde dietro ideologie banali....E bombardassero pure l'atollo in questione o qualche altro stato di straccioni terroristi che meritano di crepare uno dopo l'altro.....
  • Anonimo scrive:
    Euro??
    io dalle mie parti ho notato questo.Feste in cui una volta c'era tantissima gente dove non si riusciva a passare ma questo prima dell'euro...adesso la gente ha pochi soldi e esce di meno,va di meno alle feste,ho visto un calo pauroso.Tutto questo mi preoccupa...e mi preoccupa molto andare a vivere da solo con gli stipendi attuali dove vai in un supermercato e ne lasci un decimo alla settimana se ti va bene...
  • Anonimo scrive:
    Non ho parole...
    è precisamente quello che pensavo da un pezzo, quasi come se Montellini avesse copiato dai miei pensieri -ps: non esiste un modo per proteggere con il copyright i pensieri? e per condividerli nel p2p?
  • Anonimo scrive:
    Soluzione radicale
    Ciao a tutti,tre anni fa ho deciso, dopo una soffertissima riflessione, di lasciare l'Italia per trasferirmi all'estero. Io adoro il mio paese e sono fiero di essere italiano, ma non ne potevo più di questa "italietta", dove i problemi non mancano ma NESSUNO alla fin fine è capace di reagire in modo CONCRETO a tutti i problemi elencati nei messagi postati in questo forum (inutile ripeterli qui).Ho vissuto qualche anno in Argentina, proprio nel periodo precedente al "collasso" economico ed il clima era proprio questo, un clima di "sfruttamento", la sensazione ogni giorno più palpabile che "lo champagne" era finito e che bisognava cominciare ad abituarsi a bere acqua fresca. Ecco perchè ho lasciato il mio paese, perchè non voglio ripetere l'avventura argentina. Ora vivo in un paese del nord Europa, freddo, piovoso, dove mangiar bene è solo uno sbiadito ricordo, dove la gente è spesso meno simpatica, dove si parla una lingua che ho imparato perfettamente ma piena di suoni duri e gutturali...in questo paese, pero', non mi fregano sulle bollette, se c'è un problema mi basta fare UNA telefonata per risolverlo, il mio lavoro è rispettato, guadagno molto di più (e la vita non è molto più cara che a Milano, ve lo assicuro), insomma ho trovato il rispetto che in Italia non ricevevo più.Se avete voglia di provare una nuova esperienza, vi consiglio di emigrare, magari anche solo per un periodo di tempo. Vi assicuro che capirete molte cose sul nostro Bel Paese.Saluti a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione radicale
      Anch' io sono una emigrata in UK.Che paese e' che ha suoni duri e gutturali? La Svezia, l'Olanda?Ciao collemigrato!Irene
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione radicale
        se dovessimo emigrare tutti (o mettere la testa nella sabbia)chi scriverebbe su PI?come potresti fare un paragone con il carovita di Milano?con chi ostentersti il tua miglior paga?io VOGLIO LOTTARE
        • Anonimo scrive:
          Re: Soluzione radicale
          Non ostenta la sua miglior paga, ha parlato di un concetto che qui si e' perso da un sacco di tempo: rispetto del lavoro!Qui il lavoro o e' privilegio, o e' vessazione, percio' si ostentano le paghe, in quanto segni di appartenenza alla casta superiore......vuoi lottare? Auguri! Io penso che se tutte le persone capaci se ne andassero, questo paese farebbe la fine che si merita.
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione radicale
            tutte ca**atesarebbe come dire, che ogni volta che mi trovo in una nazione in cui qlc non è giusto: emigro!ma fammi il piacere...peccato che in quei paesi di lingua ugro-finnica il tasso di suicidi sia altoseguendo poi le tue indicazioni, quindi anche un minatore può tranquillamente essere "meglio" retribuito?poi quella del capitano è una metafora, è chiaro che il capitano e il "rematore" sono la stessa personaCredo molto più semplicemente che l'autore volesse portare alla ribalta alcuni problemi e sollecitare i nostri cervelli inebetiti, ma i Problemi, quelli con la P maiuscola sono altri.Fatti un giro in un ospedale, in una stazione dei treni a vedere dove dorme la povera gente (con la coperta di cartoni) o altri mille esempi, ti sentirai fortunato, anche di vivere in un paese dove la percentuale di volontariato è tra le più alte al mondo.Oh, ma cosa stò dicendo, parlo di valori morali a gente che lascia il proprio paese xchè questo o quello non funziona (e non per soldi l'hai detto tu)
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione radicale
            - Scritto da: Anonimo
            tutte ca**ate
            sarebbe come dire, che ogni volta che mi
            trovo in una nazione in cui qlc non è
            giusto: emigro!
            ma fammi il piacere...
            peccato che in quei paesi di lingua
            ugro-finnica il tasso di suicidi sia alto
            seguendo poi le tue indicazioni, quindi
            anche un minatore può tranquillamente
            essere "meglio" retribuito?
            poi quella del capitano è una
            metafora, è chiaro che il capitano e
            il "rematore" sono la stessa persona
            Credo molto più semplicemente che
            l'autore volesse portare alla ribalta alcuni
            problemi e sollecitare i nostri cervelli
            inebetiti, ma i Problemi, quelli con la P
            maiuscola sono altri.
            Fatti un giro in un ospedale, in una
            stazione dei treni a vedere dove dorme la
            povera gente (con la coperta di cartoni) o
            altri mille esempi, ti sentirai fortunato,
            anche di vivere in un paese dove la
            percentuale di volontariato è tra le
            più alte al mondo.
            Oh, ma cosa stò dicendo, parlo di
            valori morali a gente che lascia il proprio
            paese xchè questo o quello non
            funziona (e non per soldi l'hai detto tu)scusa la domanda: hai mai visitato una miniera in Italia o in Francia?Hai mai visitato una miniera in Luxemburgo o in Belgio?Le hai mai viste le differenze, le condizioni diverse nelle quali i minatori vivevano?Altra domandina: quella che i giornali chiamano "la fuga dei cervelli", è solo un'invenzione?Tu credi davvero che qualcuno che ha la famiglia in Italia, gli amici in Italia, che ha studiato in Italia, che ha fatigato in Italia abbia voglia di ricominciare tutto all'estero?Eppure i migliori "cervelli" della nostra nazione se ne stanno andando verso altri lidi. Non per soldi, tanto un lavoro lo troverebbero anche in Italia e magari non cosi' mal retribuito. Ma è il contesto lavorativo che ti impedisce di essere soddisfatto di quello che fai.Tu hai provato un'esperienza all'estero?Prova, poi mi dirai...
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione radicale
            - Scritto da: Anonimo
            maiuscola sono altri.
            Fatti un giro in un ospedale, in una
            stazione dei treni a vedere dove dorme la
            povera gente (con la coperta di cartoni) o
            altri mille esempi, ti sentirai fortunato,
            anche di vivere in un paese dove la
            percentuale di volontariato è tra le
            più alte al mondo.
            Oh, ma cosa stò dicendo, parlo di
            valori morali a gente che lascia il proprio
            paese xchè questo o quello non
            funziona (e non per soldi l'hai detto tu)A mio avviso, in una società ideale, il volontariato come lo intendiamo noi sarebbe superfluo: i servizi funzionerebbero e non ci sarebbero situazioni di povertà e sofferenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione radicale

            peccato che in quei paesi di lingua
            ugro-finnica il tasso di suicidi sia altola solita palla. Le statistiche sui suicidi dei paesi cattolici non sono prese in considerazione dagli studi seri. Come ho potuto DIRETTAMENTE constatare, le persone che si buttano di sotto cadono per incidenti (alle tre di notte?).Sono stato in Finlandia e ho visto pochi paesi con una maggior gioia di vivere. E considero molto grigia e triste la citta' in cui vivo, napoli, in cui posso essere ammazzato per un telefonino, o magari se non pago il parcheggiatore abusivo di turno, e in cui le donne non vogliono donare piacere a se' e agli altri...Andro' a sucidarmi in Finlandia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Soluzione radicale
            - Scritto da: Anonimo
            tutte ca**ate
            sarebbe come dire, che ogni volta che mi
            trovo in una nazione in cui qlc non è
            giusto: emigro!
            ma fammi il piacere...E allora, anche se fosse? Non capisco perche' ti sembra tanto sbagliato...e poi e' sempre successo...cosa credi che abbiano fatto molti ebrei e antifascisti ai tempi del fascismo?
            peccato che in quei paesi di lingua
            ugro-finnica il tasso di suicidi sia altoBoh, hai delle fonti statistiche ?
            seguendo poi le tue indicazioni, quindi
            anche un minatore può tranquillamente
            essere "meglio" retribuito?Ma certo che lo sono...e lavorano anche in condizioni migliori.
            ma i Problemi, quelli con la P
            maiuscola sono altri.E quali sono, invece?
            (...) ti sentirai fortunato,
            anche di vivere in un paese dove la
            percentuale di volontariato è tra le
            più alte al mondo.Non ti sentiresti piu' fortunato invece a vivere in una nazione dove non si lasciano le persone in mezzo ad una strada, piuttosto che una dove se ne fregano dei senzatetto ma ci sono tanti volontari che portano loro il brodo ?
            Oh, ma cosa stò dicendo, parlo di
            valori morali a gente che lascia il proprio
            paese xchè questo o quello non
            funziona (e non per soldi l'hai detto tu)Il tuo concetto di (im)moralita' e' molto.....peculiare.Secondo te e' immorale lasciare un paese dove ci sono cose che non funzionano?!?Hai presente la definizione di moralita' sul dizionario? Ecco, vai a darci una occhiata e poi vieni a dirmi dove sta l' immoralita' nell' emigrare per favore.Di un po', ma da dove esce tutta questa aggressivita'? Non e' che stai cercando delle scuse/conferme per il fatto che - nonostante tutto - hai deciso di continuare a lasciarti maltrattare li' in Italia...
        • Anonimo scrive:
          Re: Soluzione radicale
          - Scritto da: Anonimo
          se dovessimo emigrare tutti (o mettere la
          testa nella sabbia)Secondo te emigrare = mettere la testa nella sabbia?!? Ma perche' mai?
          chi scriverebbe su PI?Infatti moltissimi di quelli che scrivono qui in questo forum, si trovano all'estero. Ci hai mai fatto caso? La redazione potrebbe fare statistiche...
          io VOGLIO LOTTAREAttento pero' a non fare come Don Chisciotte...A volte si lotta di piu' o per lo meno si dimostra molto di piu' il proprio dissenso togliendosi dalla circolazione che rimanere, "lottare" ma nello stesso tempo continuare ad accettare di usufruire delle opportunita' italiane. E' su questo che contano i poteri italiani..."massi', si lamentano un po'...."CiaoFabio
      • Anonimo scrive:
        Re: Soluzione radicale
        - Scritto da: Anonimo
        Anch' io sono una emigrata in UK.

        Che paese e' che ha suoni duri e gutturali?
        La Svezia, l'Olanda?

        Ciao collemigrato!
        Ireneciao, l'Olanda... penso proprio che l'Olandese sia un misto tra il tedesco e l'inglese, nel senso che ha preso il peggio delle due lingue! ciao ed in bocca al lupo
    • Anonimo scrive:
      Re: Soluzione radicale
      emigrare... per me un treno perso... ormai non mi resta che pagare... :'(
      • Raxiel scrive:
        Re: Soluzione radicale
        Lotta pure... ma fallo.A me sembra che gli italiani chiacchierano chiacchierano e poi ciao.E cmq, nessuno ti ha chiesto di emigrare, ti ha solo detto di farti un breve periodo fuori per vedere con i tuoi occhi la differenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Soluzione radicale
          - Scritto da: Raxiel
          Lotta pure... ma fallo.

          A me sembra che gli italiani chiacchierano
          chiacchierano e poi ciao.

          E cmq, nessuno ti ha chiesto di emigrare, ti
          ha solo detto di farti un breve periodo
          fuori per vedere con i tuoi occhi la
          differenza.tra l'altro, a volte se fai un'esperienza all'estero potresti poi ritornare in Italia con un curriculum arricchito. perchè non pensarci?
          • maas75 scrive:
            Re: Soluzione radicale
            Negli ultimi due anni sono stato in ferie in Finlandia e mi sono accorto che il loro atteggiamento verso la vita è davvero differente dal nostro...Ok, io ci sono tornato perchè mi ero fatto qualche amica (e devo dire che qua mi sogno le donne finniche e la loro voglia di vivere e divertirsi...qua a Milano tutte musone imbronciate, donne da soldi e sacchetti dell'umido che se la tirano) ma ho visto come lavorano e confesso che non mi dispiacerebbe vivere lì per qualche anno.Soldi parecchi, costo della vita come Milano o meno, donne bellissime e calienti....uffaaaaa.L'unico problema è che hanno una lingua davvero incasinata e che non saprei neanche dove iniziare a cercare per un lavoro.Saluti ed auguri a tutti quelli che ce l'hanno fatta a lasciare questo bel paese ma così tremendamente amministrato.
  • Anonimo scrive:
    Il declino dell'Italia
    cercate questo libercolo in giro, molto interessante...è un saggetto sull'economia attuale/reale del nostro paesellocià
    • Anonimo scrive:
      Re: Il declino dell'Italia
      - Scritto da: Anonimo
      cercate questo libercolo in giro, molto
      interessante...è un saggetto
      sull'economia attuale/reale del nostro
      paeselloEccolo qui:http://makeashorterlink.com/?Y56912269
  • Anonimo scrive:
    complimenti per il taglio giornalistico.
    Ottimo modo di scrivere ironico al punto giusto, incisivo complimenti sentiti cene vorrebbero molti di piu di articoli scritti in questo modo e ovviamente non solo su PI.Senti complimenti a Massimo MantelliniSalutiAndreaandrea@cicci.ithttp://www.cicci.it
  • Anonimo scrive:
    Perchè stupirsi ??
    Niente di nuovo sotto il sole.Se in più aggiungiamo che l' italiano medio è DAVVERO un bove, che và al macello da solo, mi sembra che il quadro sia chiaro.Finchè ci limiteremo a inveire ( muggire ) senza applicare adeguate contromisure ( boicottaggio e varie forme di astensione/protesta civile, fra cui il rifiuto di pagare le tasse ), loro faranno tutto quello che gli aggrada per mantenere il loro status.E peggio per chi non regisce ....
  • Anonimo scrive:
    Il bel paese
    si dice che in un paese di ignoranti paghino tutti e sopratutto i più ignoranti. Anche i giornalisti ignoranti che non pubblicano notizie come questa sono ignoranti e quindi pagano la loro ignoranza.
  • Anonimo scrive:
    Ma diciamoci la verita' ...
    Eddai ... inutile tirare fuori balle ... questa e' l'Italia, un paese che non ha nulla di liberista, di illuminista, campiamo sulla residua capacita' di inventiva e coraggio ereditata dai secoli passati ... ma e' in esaurimento anche questa vena :-(Per il resto siamo un sottoprodotto della micidiale commistione di chiesa e marxismo, due religioni molto radicate nella penisola, che ci controllano come una massa di pecoroni :-)Ma li avete mai visti i raduni di massa ordinati dai sindacati di partito, o quelli gioiosi dei Papa-boys? Ed ultimamente unite le forze, quelli variegati dei pakifisti-su-ordinazione? Oddio la prima religione di fusione (come si dice in ambito business), Dio creatore e' grande e Marx e' il suo profeta ;-)Li avete mai visti i fedeli docili-docili seguire le indicazioni di voto della curia? E i fedeli docili-docili del Partito a fare la spesa rigorosamente solo nelle coop? E allora perche' mai il mercato dovrebbe comportarsi diversamente? Se trova un pollaio si adatta ai polli ... Perche' mai Murdoch non dovrebbe approfittare della situazione :-) Inutile pensare che la situazione cambi in fretta, servono generazioni, serve un vambiamento di mentalita', siamo i primi a fare le furbate, a violare una legge su due, difficile poi chiederne il rispetto ad altri ...Siamo i primi ad essere profondamente statali, lavativi, proni a chiedere che altri ci facciano trovare la pappa pronta, primi a lamentarci del lavoro, primi a pretendere ... oggi senti perfino chi ha uno stipendio modesto lamentarsi di non poter andare in palestra, mangiare fuori il sabato, comprarsi i CD/DVD ... come se il superfluo fosse dovuto(!) ... e' diventata perfino una legittimazione al furto(!) ... siamo del tutto starati! Eppure in apesi anche piu' ricchi del nostro e' ben chiara la differenza tra vivere dignitosamente e permettersi beni superflui ... si, anche la serata al cinema!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...
      (la TUA verita')- Scritto da: Anonimo
      Eddai ... inutile tirare fuori balle ...
      questa e' l'Italia, un paese che non ha
      nulla di liberistaCome no, abbiamo il liberista numero uno a capo del governo, o ci hai creduto e non ci credi piu'?
      Per il resto siamo un sottoprodotto della
      micidiale commistione di chiesa e marxismo,
      due religioni molto radicate nella penisola,
      che ci controllano come una massa di
      pecoroni :)Eh si', invece i milioni che hanno votato per un partitotelevisivo sono dei veri liberi pensatori, meno male chehanno votato cosi' abbiamo potuto avere un governopieno di belle e oneste persone.
      Ma li avete mai visti i raduni di massa
      ordinati dai sindacati di partito, o quelli
      gioiosi dei Papa-boys? Ed ultimamente unite
      le forze, quelli variegati dei
      pakifisti-su-ordinazione? Oddio la prima
      religione di fusione (come si dice in ambito
      business), Dio creatore e' grande e Marx e'
      il suo profeta ;)Grazie, prima di leggere il tuo post ero cosi' triste, tutti seri, invece ecco una ventata di pensiero originale,decisamente senza suggeritori (scappa da riderepure alla tastiera).
      E allora perche' mai il mercato dovrebbe
      comportarsi diversamente? Se trova un
      pollaio si adatta ai polli ... Perche' mai
      Murdoch non dovrebbe approfittare della
      situazione :)Abbiamo Murdoch al governo?O "solo" i suoi servi?
      Siamo i primi ad essere profondamente
      statali, lavativi, proni a chiedere che
      altri ci facciano trovare la pappa pronta,
      primi a lamentarci del lavoro, primi a
      pretendere ... oggi senti perfino chi ha uno
      stipendio modesto lamentarsi di non poter
      andare in palestra, mangiare fuori il
      sabato, comprarsi i CD/DVD ... come se il
      superfluo fosse dovuto(!) ... e' diventata
      perfino una legittimazione al furto(!) ...Mamma mia quanto hai ragione,questi che copiano, quindi rubano ma lascianola fonte di guadagno, alle multinazionali il lorosacrosanto spropositato gaudagno, guarda!E anche quelli con lo stipendio modesto,che scarsi, vero?
      siamo del tutto starati! Eppure in apesi
      anche piu' ricchi del nostro e' ben chiara
      la differenza tra vivere dignitosamente e
      permettersi beni superflui ... si, anche la
      serata al cinema!E' troppo vero!Cinema, libri, viaggi, tutta roba che potrebbe aprirele menti, quindi superflua, limitiamoci al vecchiopane&circenses e basta, e ringraziamo l'imperatore!Menti lavate col detersivo della televisione?Puah.Nicoletta
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...
      - Scritto da: Anonimo
      Eddai ... inutile tirare fuori balle ...
      questa e' l'Italia, un paese che non ha
      nulla di liberista, di illuminista, campiamo
      sulla residua capacita' di inventiva e
      coraggio ereditata dai secoli passati ... ma
      e' in esaurimento anche questa vena :(
      Inutile pensare che la situazione cambi in
      fretta, servono generazioni, serve un
      vambiamento di mentalita', siamo i primi a
      fare le furbate, a violare una legge su due,
      difficile poi chiederne il rispetto ad altriMai pensato che violare una legge su due è una forma di autodifesa da leggi ingiuste e illiberali e schiaviste?Esempio: abusivismo edilizio: ma chi l'ha detto che lo stato (con la s minuscola) ha il diritto di impedirmi di costruire una casa sul mio terreno, obbligandomi a comprare a prezzi da usura (ricarico 300%) quelle poche che permette di costruire agli ammanigliati (la scarsità indotta è il modo migliore per fare affari, drogando il mercato)? Con il mio stipendio per una casa MODESTA servono 20 anni (completi, senza mangiare, senza bere, senza altre spese).Se potessi costruirla da me, basterebbero un paio di anni/uomo, esagerando (e di molto). Altro esempio: P2P o Sky. Dov'è scritto che devo lasciarmi strangolare dal monopolio?Altro esempio: cartucce inkjet. Perchè devo sentire chiamare "pirata" le cartucce vendute a poco meno di 1000 (!) euro al litro da produttori non ufficiali? L'inchiostro più costoso costa 25 euro al litro all'ingrosso!Tanto per farmi dare un po del razzista, mai notato che gli italiani così indisciplinati da violare una legge su due erano uno dei popoli con meno omicidi (pur comprendendo la mafia, che per dirla con Montanelli è "cosa loro") e con meno rapine o furti del mondo occidentale?E che tutto questo sta cambiando da quando si è cominciato a usare gli extracomunitari come carne da macello per togliere quote di ricchezza dai più poveri e trasferirle ai più prepotenti?
      ...

      Siamo i primi ad essere profondamente
      statali, lavativi, proni a chiedere che
      altri ci facciano trovare la pappa pronta,
      primi a lamentarci del lavoro, primi a
      pretendere ... oggi senti perfino chi ha uno
      stipendio modesto lamentarsi di non poter
      andare in palestra, mangiare fuori il
      sabato, comprarsi i CD/DVD ... come se il
      superfluo fosse dovuto(!) ... e' diventata
      perfino una legittimazione al furto(!) ...Ti manca un concetto. La ricchezza non è un furto. Noi stiamo meglio dei nostri padri perchè l'efficienza del sistema è aumentata (per costruire un auto nel 1900 non c'era abbastanza conoscenza per metterci meno che qualche decina di giorni/uomo, oggi si misura in ore/uomo la MOD per un auto enormemente più complessa).I cacciatori raccoglitori avevano bisogno di qualche Kmq (Kmq!) per poter vivere enormemente peggio di noi (almeno sul piano dei beni, discuterei sul piano umano).Oggi noi abbiamo bisogno di decine di volte meno, grazie al progresso.Quindi il concetto di ricchezza dovuta (fetta della torta) è ben diverso a seconda della grandezza della torta. Il superfluo non esiste. E' un concetto inventato da apocalittici imbecilli, secondo me. Parliamo invece di fette della torta (ricchezza globale). Io PRETENDO di avere una fetta dell'aumento della torta dovuta alla maggiore efficienza, maggiore efficienza alla quale contribuisco con il mio lavoro e le mie capacità (e le pene dell'università, che se avessi fatto l'idraulico ora starei ben meglio). Invece dall'inizio degli anni '70 in poi (crisi del petrolio) ogni aumento di efficienza è andato al solo primo quintile della popolazione e quindi gli altri non fanno che impoverirsi relativamente (secondo e terzo quintile) e assolutamente (gli altri due). Con il grosso dell'impoverimento, in Italia, concentrato sui giovani.
      siamo del tutto starati! Eppure in apesi
      anche piu' ricchi del nostro e' ben chiara
      la differenza tra vivere dignitosamente e
      permettersi beni superflui ... si, anche la
      serata al cinema! Forse non è chiaro a te. Prova a rileggere bene quello che ho (malamente) spiegato....Marlenus
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma diciamoci la verita' ...
        guardi sempre a quelli davanti eh, mai a quelli dietro,senno' il discorso sul cinema l'avresti capito.scusa se scendo nel personale, ma TU STAI BENE ?pensa a questo, e se per caso non stai bene, non crederedare la colpa sia la tua esclusione dal primo quintile dellapopolazione.GIO CONDOR- Scritto da: Marlenusogni aumento di efficienza è andato al solo primo quintile della popolazione e quindi gli altri non fanno che impoverirsi relativamente (secondo e terzo quintile) e assolutamente (gli altri due). Con il grosso dell'impoverimento, in Italia, concentrato sui giovani.
        siamo del tutto starati! Eppure in apesi
        anche piu' ricchi del nostro e' ben chiara
        la differenza tra vivere dignitosamente e
        permettersi beni superflui ... si, anche la
        serata al cinema! Forse non è chiaro a te. Prova a rileggere bene quello che ho (malamente) spiegato....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma diciamoci la verita' ...
          - Scritto da: Anonimo
          guardi sempre a quelli davanti eh, mai a
          quelli dietro,
          senno' il discorso sul cinema l'avresti
          capito.Se credi che non mi senta coinvolto dalla povertà che mi circonda ti sbagli di grosso.Non intendo parlare di come cerco (miseramente) di fare la mia parte.Ma sono disposto a tollerare le differenze che dovute al merito (sacrosante!) ma non quelle dovute alle maniglie, agli amici degli amici e così via. Ci saranno sempre? Probabile. Ma nascondere la testa nella sabbia non aiuta.Comunque non si può prescindere dal fatto che i nostri mali sono sistemici e solo parlando del sistema è possibile fare di più che chiacchere inconcludenti.

          scusa se scendo nel personale, ma TU STAI
          BENE ?

          pensa a questo, e se per caso non stai bene,
          non credere
          dare la colpa sia la tua esclusione dal
          primo quintile della
          popolazione.

          GIO CONDORNon credo sia un obiezione molto razionale passare al personale. Mi piace discutere le idee (mi arricchisce) e capisco che chi non ne ha tende a cambiare discorso. Se mi sbaglio, il mio indirizzo e-mail è nella lista del forum.Comunque non puoi negare che il buon Dio ha inserito nel DNA di ciascuno di noi una forza che ci spinge a migliorarci e a tendere a qualcosa di meglio. Chi, per qualsiasi motivo, non riesce a seguire quella direzione tende ad essere frustrato. Mai pensato che potrebbe essere questa la ragione del malessere dell'Occidente?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...
      Quoto in pieno!Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno (a parte forse la pappardella sulla Chiesa, ecc.)E' inutile pretendere, pretendere, pretemdere: non ci sono soldi? si compra meno. Basta. Niente di più facile.Invece in Italia no: come si fa a non comprare un cd a settimana, ad andare in giro senza Bmw, senza vestitini da fighetto per il sabato sera.......Siete stati tutti (io compreso) troppo viziati!CyNyC
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...
      Sorvolo sulle sparate riguardo al cattolicesimo e al marxismo in Italia: se tu conoscessi la storia del nostro paese in modo un po' più approfondito, ci penseresti bene prima di scimmiottare le semplificazioni propagandistiche da pseudopoliticante che vanno tanto di moda da qualche anno in qua ...
      Inutile pensare che la situazione cambi in
      fretta, servono generazioni, serve un
      vambiamento di mentalita', siamo i primi a
      fare le furbate, a violare una legge su due,
      difficile poi chiederne il rispetto ad altriVedi di parlare in prima persona, perchè la maggioranza degli italiani è gente onesta (pure troppo) e i furbi di cui parli sono una minoranza, molto vistosa, molto pesante, ma pur sempre una minoranza.
      Siamo i primi ad essere profondamente
      statali, MA CHE SIGNIFICA? Che si deve privatizzare tutto? Ma non è il caso, prima, di riflettere su quello che è stato già privatizzato? Si parla spesso di Telecom Italia, su questo sito, o sbaglio? E non bene, direi ...
      lavativi, proni a chiedere che
      altri ci facciano trovare la pappa pronta,
      primi a lamentarci del lavoro, primi a
      pretendere ... Insisti con il mea culpa, bravo. Ma continui a sbagliare persona. Dovresti usare la prima: IO sono lavativo, prono etc .
      oggi senti perfino chi ha uno
      stipendio modesto lamentarsi di non poter
      andare in palestra, mangiare fuori il
      sabato, comprarsi i CD/DVD ... come se il
      superfluo fosse dovuto(!) ... Alt. Il superfluo è dovuto senza dubbio. Siamo in un regime di libero mercato fondato sul consumo dei beni e finalizzato al raggiungimento della felicità. Vuoi il liberismo? Beh, i bisogni sono tutti indotti, e il sistema si basa proprio su questo. Certo, in Unione Sovietica era differente ...In conclusione: sei più cattolico e più stalinista di quello che credi, ma non rinunci ad insultare i papa-boys e i pacifisti. Questo mi induce a pensare che hai capacità di analisi modeste, perlopiù acquisite tramite programmi televisivi di largo consumo e bassa qualità, quindi la tua previsione di stagnazione del quadro culturale attuale è certamente sbagliata, oltrechè cupa e fuori luogo. Addio.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Ma diciamoci la verita' ...
        - Scritto da: Anonimo
        Sorvolo sulle sparate riguardo al
        cattolicesimo e al marxismo in Italia: se tu
        conoscessi la storia del nostro paese in
        modo un po' più approfondito, ci
        penseresti bene prima di scimmiottare le
        semplificazioni propagandistiche da
        pseudopoliticante che vanno tanto di moda da
        qualche anno in qua ...Ti faccio notare che nel mio paese (e so per certo in molti altri) il CLERO spinse i fedeli a votare a SX alle precedenti politiche!Indipendentemente dalla scelta giusta o sbagliata questo e' PURO CATTO COMUNISMO della pegior specie.Invece di esortare i fedeli a compiere le scelte in base alla propria coscienza si trasformano in CATTO-MARXISTI. Quando fa comodo a qualcuno. Questi sono FATTI che e' inutile negare.
        Vedi di parlare in prima persona,
        perchè la maggioranza degli italiani
        è gente onesta (pure troppo) e i
        furbi di cui parli sono una minoranza, molto
        vistosa, molto pesante, ma pur sempre una
        minoranza.Onesta magari ma fortemente intontita pure e molto. Onesti ma Beoti. Bella soddisfazione.
        MA CHE SIGNIFICA? Che si deve privatizzare
        tutto? Ma non è il caso, prima, di
        riflettere su quello che è stato
        già privatizzato? Si parla spesso di
        Telecom Italia, su questo sito, o sbaglio? E
        non bene, direi ...No, per quento mi riguarda anzi le privatizzazioni sono fumo negli occhi ma e' innegabile che tanti enti statali sono solo sanguisughe succhiarisorse.
        Alt. Il superfluo è dovuto senza
        dubbio. Siamo in un regime di libero mercato
        fondato sul consumo dei beni e finalizzato
        al raggiungimento della felicità.
        Vuoi il liberismo? Beh, i bisogni sono tutti
        indotti, e il sistema si basa proprio su
        questo. Certo, in Unione Sovietica era
        differente ...Non e' detto che liberta' significhi liberta' di fare cio' che piu' ci pare e piace. Se liberismo significa questo allora e' da rivedere profondamente. E non e' affatto detto che limitare qualche pseudoliberta' (non venirmi a raccontare che e' Liberta' quella di indurre la gente a comprare quello che piu' mi garantisce dei guadagni...) significhi piombare nel comunismo. Queste sono PURE MENZOGNE.Create apposta per giustificare lo status quo'.
        In conclusione: sei più cattolico e
        più stalinista di quello che credi,
        ma non rinunci ad insultare i papa-boys e i
        pacifisti. Questo mi induce a pensare che
        hai capacità di analisi modeste,
        perlopiù acquisite tramite programmi
        televisivi di largo consumo e bassa
        qualità, quindi la tua previsione di
        stagnazione del quadro culturale attuale
        è certamente sbagliata,
        oltrechè cupa e fuori luogo. Addio.Si bravi i paciFINTI che vanno a danneggiare le pompe del di benzina dei distributori di benza societa' USA... senza sapere che a rimetterci sono solo i gestori e NON le multinazionali.Bravi I PaciFINTI che proclamano la pace gridando 10 cento mille Nassirya!Ignoranti e ipocriti della peggior specie.Quanto ai Papaboys.. poveretti loro magari saranno veramnte pacifici ma rimangono delle pecorelle in mano al pastore-padrone incapaci di pensare con la propria testa. Perfetto, se sta bene a loro... ma non cambia il fatto che siano dei poveri BEOTI.==================================Modificato dall'autore il 30/09/2004 13.00.24
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...
      - Scritto da: Anonimo
      oggi senti perfino chi ha uno
      stipendio modesto lamentarsi di non poter
      andare in palestra, mangiare fuori il
      sabato, comprarsi i CD/DVD ... come se il
      superfluo fosse dovuto(!) ... e' diventata
      perfino una legittimazione al furto(!) ...NON E' FURTO!!!NON E' FURTO!!!NON E' FURTO!!!Condividere files sulla rete non e' furto, non lo e' mai stato, non lo sara' mai, neanche se mazza urla, strilla e batte i piedi.Difendiamo i sacri concetti, altrimenti a furia di ripetere le loro menzogne, va a finire che qualcuno poi ci crede...Furto prevede una sottrazione del bene.Condivisione invece prevede una addizione, se non addirittura una moltiplicazione del bene.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...
      Beh perkè non mandiamo migliaia di lettere al garante delle tlc per l'adsl che in italia costa un sproposito che in altri paesi dell'europa? Perkè non facciamo tutti una denuncia per questi abusi? Perkè preferiamo prendercela con il vicino che magari ha buttato la carta per le scale e invece ci prendiamo delle inculate belle e buone quando paghiamo l'acqua, la luce, il telefono, il parcheggio, il mangiare , gli ospedali, le medicine, e tra un po anche l'aria e ci stiamo zitti e subiamo? Perkè siamo buoni tutti a prendercela con il vicino, e a parlare di caro euro come se fosse una barzelletta. Faremo la fine dell'argentina, i ricchi da una parte e i poveri dall'altra e i ceti medi che non esisteranno +, come nel medioevo. Meno male che nel 2002 è arrivato l'euro se no ora, molti di noi internet se lo sognavano, sarebbe gia stato tanto avere da mangiare. Bisogna ribellarsi, fare i duri, togliere dalla televisione la merda dei reality show e parlare di cose serie in prima serata, sbattere sul muso ai corrotti le leggi che violano. Basta con i politici che prendono soldi dalle multinazionali per fare le leggi antipirateria, di garanti che vanno a cena con chi dovrebbero controllare. Che libertà c'è se un magnate della Tv con una causa di migliaia di utenti e di alcune società sulle spalle va a parlare con un ministro delle telecomunicazioni e pochi giorni dopo si viene a sapere che è legale imporre la propria tv, i propri palinsesti a chi vuole vedere la tv. Basta con questa corruzione, non se ne puo +.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...
      - Scritto da: AnonimoChissa' perche sempre ANONIME queste sparate ....
      Per il resto siamo un sottoprodotto della
      micidiale commistione di chiesa e marxismo,E la destra (fascisti) di colpe non ne ha ...Io sono tendezialmente di sinistra ma ormai, specie in questo campo, non c'e' piu' ne' destra ne' sinistra, ne' alto ne' basso, solo un gran bel minestrone dove (s)forza italia si ingrassa e l' opposizione sta a chiedersi da che parte e' girata ...:s:(:@
      E allora perche' mai il mercato dovrebbe
      comportarsi diversamente? Se trova un
      pollaio si adatta ai polli ... Perche' mai
      Murdoch non dovrebbe approfittare della
      situazione :) Perche' se io trovassi la tua macchina aperta e con le chiavi dentro dovrei evitare di rubarla ?E se te la rubassi anche a prescindere dal fatto che sia aperta e/o con le chiavi dentro ?
      Siamo i primi ad essere profondamente
      statali, lavativi, proni a chiedere che
      altri ci facciano trovare la pappa pronta,????Ovvero ?Volere che la santita' che le infrastrutture (una a caso, le linee per le telecomunicazioni) siano statali, si finanziate con i soldi dei contribuenti ma anche al servizio di questi e non di pochi privati che ci si ingrassano e' davvero cosi' un male ?E queste meravigliose privatizzazioni "selvaggie" a cosa anno portato ?
      primi a lamentarci del lavoro, primi a
      pretendere ... oggi senti perfino chi ha uno
      stipendio modesto lamentarsi di non poter
      andare in palestra, mangiare fuori il
      sabato, comprarsi i CD/DVD ... come se il
      superfluo fosse dovuto(!) ... e' diventataE' VERO !!!Io in camera ho un FICUS BENIAMINA e dico ... un FICUS BENIAMINA non una erbaccia qualunque, e si accontenta di un po' di acqua !!! No dico, un po' di acqua !! E questi bastardi li a pretendere i CD e i DVD e anche di andare al cinema, ma siamo pazzi state a casa vostra !!!!:|:|:|:|:|:|:|:|
      perfino una legittimazione al furto(!) ...Lo HANNO (non io) gia' depenalizzato si chiama(va) "Falso in bilancio" e "Bancarotta fraudolenta"
      siamo del tutto starati! Eppure in apesi
      anche piu' ricchi del nostro e' ben chiara
      la differenza tra vivere dignitosamente e
      permettersi beni superflui ... si, anche la
      serata al cinema!Ovvero e' una COLPA se si vole vivere e non ci si accontenta di soppravvivere ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma diciamoci la verita' ...


        Chissa' perche sempre ANONIME queste sparatequoto.....ma si sa' lanciar eil sasso e poi nascondere la mano sempra andare molto di moda ultimamente
        E la destra (fascisti) di colpe non ne ha ...
        Io sono tendezialmente di sinistra ma ormai,
        specie in questo campo, non c'e' piu' ne'
        destra ne' sinistra, ne' alto ne' basso,
        solo un gran bel minestrone dove (s)forza
        italia si ingrassa e l' opposizione sta a
        chiedersi da che parte e' girata ...
        :s:(:@sinistra? destra? diciamo che di qua propongono e di la fanno opposizione e viceversa di la propongono e di qua fanno opposizione

        Siamo i primi ad essere profondamente

        statali, lavativi, proni a chiedere che

        altri ci facciano trovare la pappa
        pronta,Stai parlando per esperienza personale immagino
        ????
        Ovvero ?
        Volere che la santita' che le infrastrutture
        (una a caso, le linee per le
        telecomunicazioni) siano statali, si
        finanziate con i soldi dei contribuenti ma
        anche al servizio di questi e non di pochi
        privati che ci si ingrassano e' davvero
        cosi' un male ?
        E queste meravigliose privatizzazioni
        "selvaggie" a cosa anno portato ?magari lui preferisce l'assicurazione sanitaria.....

        primi a lamentarci del lavoro, primi a

        pretendere ... oggi senti perfino chi
        ha uno

        stipendio modesto lamentarsi di non
        poter

        andare in palestra, mangiare fuori il

        sabato, comprarsi i CD/DVD ... come se
        il

        superfluo fosse dovuto(!) lo sai che c'e' gente che fa 14-15 ore al giorno 6gg la settimana e la domenica non puo' permettersi il cinema? bello vero farsi mantenere?
        E' VERO !!!
        Io in camera ho un FICUS BENIAMINA e dico
        ... un FICUS BENIAMINA non una erbaccia
        qualunque, e si accontenta di un po' di
        acqua !!! No dico, un po' di acqua !! E
        questi bastardi li a pretendere i CD e i DVD
        e anche di andare al cinema, ma siamo pazzi
        state a casa vostra !!!!
        :|:|:|:|:|:|:|:|LoL esempio azzeccato


        perfino una legittimazione al furto(!)
        ...

        Lo HANNO (non io) gia' depenalizzato si
        chiama(va) "Falso in bilancio" e "Bancarotta
        fraudolenta"
        quoto

        siamo del tutto starati! Eppure in apesi

        anche piu' ricchi del nostro e' ben
        chiara

        la differenza tra vivere dignitosamente
        e

        permettersi beni superflui ... si,
        anche la

        serata al cinema!superflua la serata al cinema? forse per te che ti alzi vai a scuola torni, non studi, ti fai dare la mancia e al cinema ci vai 3 volte la settimana ovvio che poi lo reputi superfluo.... chi si vuole suicidare ritiene superfluo vivere ma non significa che lo sia
        Ovvero e' una COLPA se si vole vivere e non
        ci si accontenta di soppravvivere ?no ma che colpa e' REATO :sFrancesco
      • Alessandrox scrive:
        Re: Ma diciamoci la verita' ...
        - Scritto da: TheGEZ
        - Scritto da: Anonimo
        Chissa' perche sempre ANONIME queste sparate

        Per il resto siamo un sottoprodotto
        della

        micidiale commistione di chiesa e
        marxismo,
        E la destra (fascisti) di colpe non ne ha ...
        Io sono tendezialmente di sinistra ma ormai,
        specie in questo campo, non c'e' piu' ne'
        destra ne' sinistra, ne' alto ne' basso,
        solo un gran bel minestrone dove (s)forza
        italia si ingrassa e l' opposizione sta a
        chiedersi da che parte e' girata ...
        :s:(:@Culturalmente i fascisti si sono ridotti ai minimi termini da dopoguerra, oggi chi ha votato per il CDX per la maggiorparte non e' certamente un fascista.D' altra parte Culturalmente nel nostro paese chi la fa da padrone da sempre sono i Cattolici e La SX. Questo e' un fatto. Politicamente e' un' altro paio di maniche, abbiamo voluto l' alternanza e il bipolarismo....

        Siamo i primi ad essere profondamente

        statali, lavativi, proni a chiedere che

        altri ci facciano trovare la pappa
        pronta,
        Volere che la santita' che le infrastrutture
        (una a caso, le linee per le
        telecomunicazioni) siano statali, si
        finanziate con i soldi dei contribuenti ma
        anche al servizio di questi e non di pochi
        privati che ci si ingrassano e' davvero
        cosi' un male ?No no e' un bene, a patto che siano gestite onestamente senza mafiosi clientelismi...
    • localhost scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...

      Eddai ... inutile tirare fuori balle ...
      questa e' l'Italia, un paese che etc...La solita solfa: questa è l'italia, siamo così, che ci vuoi fare... TU sei così, io no, quello che non capisco è perchè la gente deve sempre pensarla così, poi però emigrano in USA e diventano degli ultranazionalisti americani, mah...
      Per il resto siamo un sottoprodotto della
      micidiale commistione di chiesa e marxismo,Però questa è una idea un po' vecchia, da 4-5 anni a questa parte c'è anche la TV ed il suo unico proprietario nazionale
      E allora perche' mai il mercato dovrebbe
      comportarsi diversamente? Se trova un
      pollaio si adatta ai polli ... Perche' mai
      Murdoch non dovrebbe approfittare della
      situazione :)
      Il presunto "mercato" nella teoria dovrebbe avere regole che alcune persone sono pagate (molto) da noi per far rispettare, evidentemente la fiiducia e i soldi sono malriposti. Il fatto che tu uccidi qualcuno ma la polizia non ti becca, non fa di te un innocente
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma diciamoci la verita' ...
      Sei grande!
  • warlord scrive:
    Stamattina TELE2
    Vi voglio raccontare una cosa che mi è successa stamattina:Ho da poco aderito all'offerta TELE2 con la preselezione automatica..... e stamattina mi sono accorto che le telefonate che faccio non hanno più l'identificativo del chiamante!!!Telefonato all'assistenza clienti mi sento rispondere che è una normale perché a seconda di come viene instradata la telefonata a volte funziona ed altre volte no che sono a conoscenza del fatto (che per loro non è un problema) e che non pensano di fare alcunché per risolverlo!!!Io ho già disdetto il contratto, magari dovremmo fare così ogni volta che paghiamo qualcosa che non ci soddisfa al 100%....... pensate se per questo motivo disdicessero il contratto 10000 clienti forse per loro comincerebbe ad essere un problema ?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Stamattina TELE2
      prova con clicktel, sono molto + seri e hanno tariffe migliori.Se per identificatico chiamante, intendevi il "chi è" della telecom, a me funziona benissimo anche con la preselezione, sempre con lo stesso provider.
      • warlord scrive:
        Re: Stamattina TELE2
        no per le chiamate che ricevo mi funziona (pago telecom per quello)..... Il problema è che non invia il mio identificativo quando effettuo una chiamata.Intanto TELE2 ha perso un cliente.Ciao==================================Modificato dall'autore il 27/09/2004 10.28.42
        • Anonimo scrive:
          Re: Stamattina TELE2
          Il numero a me lo invia.però uso la preselezione con wind.
          • Anonimo scrive:
            Re: Stamattina TELE2
            scusa ma c'è gente farebbe carte false per non essere identificata e te fai di tutto per esserlo? mah.... mi sembra un po' assurdo...
  • KCM scrive:
    Provateci voi ad uscire dalle chiacchere
    Io ci ho provato! A fare cosa? Ad uscire dalle chiacchere da bar e da riunione di partito. "Proviamoci" - ho detto - "tutti i punti di cui abbiamo parlato stasera, tutti i problemi usciti dalla discussione, andiamo sabato mattina ad esporli al sindaco, giusto per vedere cosa ci dice!".Tutti entusiasti ovviamente, in gruppo, salvo poi in privato venirmi a fornire una serie di scusanti dalla più becera "sabato ho da fare" alle più veritiere "io non posso, sai quel terreno che deve passare urbano", "io non me la sento, ho quella concessione edilizia in bilico", "io è meglio che non venga, sai è il cugino del nipote del fratello del nonno dello zio...", "ha ha trovato il posto di lavoro a mia sorella" ecc..ecc...La verità è questa. La maggior parte delle persone hanno almeno un scheletro nell'armadio per cui temono di muoversi. Con una serie infinita di favori, privilegi e similari hanno creato una base sufficiente di votanti (ricordate che per la stragrande maggioranza dei politici noi siamo solo quello, un voto) che muggiscono ma non hanno interesse ad uscire dal recinto. Non importa se fuori banchettano ad ostriche e champagne, per loro è sufficiente vedere una quota di "fieno" superiore a quella del vicino.Italia, una moltitudine di brave persone in mezzo ad un mare di CAxxONI!
    • Anonimo scrive:
      Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacc
      Io sabato sono libero. Dimmi dove ci possiamo vedere!martinluterping@libero.it (linux)
      • KCM scrive:
        Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacc
        - Scritto da: Anonimo
        Io sabato sono libero. Dimmi dove ci
        possiamo vedere!
        martinluterping@libero.it (linux)Grazie della disponibilità ..... ma, i "miei" dove sono? 8)
    • Hotge scrive:
      Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacchere
      Stiamo cercando di costruire qualcosa con glia ltri utenti del forum che hanno voglia di rimboccarsi le maniche. se ti va di saperne di piu' hotge@NOSPAMemail.ittogli NOSPAMciaoHotge
      • Anonimo scrive:
        Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacc
        io sono libero anche venerdì...e già mi prudono le mani...:D
        • KCM scrive:
          Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacc
          - Scritto da: Anonimo
          io sono libero anche venerdì...
          e già mi prudono le mani...:DIn effetti quello delle mani che mi prudono è un problema mica da ridere. La mia prima lite con un sindaco l'ho avuto a sedici anni quando con due domande micidiali lo misi in crisi di fronte alla platea preelettorale ... bei tempi!
          • sinadex scrive:
            Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacc
            - Scritto da: KCM

            - Scritto da: Anonimo

            io sono libero anche venerdì...

            e già mi prudono le mani...:D

            In effetti quello delle mani che mi prudono
            è un problema mica da ridere. La mia
            prima lite con un sindaco l'ho avuto a
            sedici anni quando con due domande micidiali
            lo misi in crisi di fronte alla platea
            preelettorale ... bei tempi!specifica, è interessante
          • KCM scrive:
            Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacc
            - Scritto da: sinadex

            - Scritto da: KCM



            - Scritto da: Anonimo


            io sono libero anche
            venerdì...


            e già mi prudono le
            mani...:D



            In effetti quello delle mani che mi
            prudono

            è un problema mica da ridere. La
            mia

            prima lite con un sindaco l'ho avuto a

            sedici anni quando con due domande
            micidiali

            lo misi in crisi di fronte alla platea

            preelettorale ... bei tempi!

            specifica, è interessanteMa niente, le solite cose, solo che non se le aspettavano allora da un ragazzo, soprattutto in mezzo ad una folla acclamante di leccaculo. Chiesi come mai le aree urbanizzate industriali del paese vicino costassero il 50% in meno e come mai le uniche aree previste nel nostro PRG fossero quelle di suo zio .... come si incazzò ... se la prese a morte e mi diede del maleducato ... e la gente intorno a me mi guardava con sguardo offeso, come se avessi detto "chissàchecosa" ... capite? Ero io quello che aveva sbagliato ... solo per aver osato chiedere .... già allora capii come fosse bue il popolino!P.S.Nessun aiuto da parte degli esponenti dell'opposizione di sinistra che non dissero una parola.PP.SS.Gli anni dopo, il "capo" dell'opposizione, imprenditore edile, costrui la maggior parte dei capannoni industriali.
    • eymerich scrive:
      Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacc
      E perchè dal sindaco ... che competenza/potere ha su Telecom?
      • KCM scrive:
        Re: Provateci voi ad uscire dalle chiacc
        - Scritto da: eymerich
        E perchè dal sindaco ... che
        competenza/potere ha su Telecom?Giriamola .... perchè Telecom?Non mi pare che nell'articolo si parli solo di loro.... e cmq, per dirla tutta, potrebbero rompergli le scatole parecchio i sindaci alla Telecom ... si capisse meglio la vicenda wifi ;)
  • Anonimo scrive:
    italia - quale futuro?
    Di cosa vive l'italia?Quali sono le grandi industrie dello stivale?Cosa esportiamo?Cosa importiamo?Qual'è il bilancio commerciale?Come si modificherà in futuro?Conoscete in quadrinomio italia-spaghetti-pizza mafia?Vi siete mai chiesti il perchè?Vi siete mai chiesti in cosa consiste il made in italy?Vi ricordo che i cinesi sanno fare la pastasciutta e negli stati uniti stanno passando a prodotti alimentari made in china al posto del made in italy [stessa qualità o quasi, prezzo minore].Vi ricordo che lo stesso discorso vale per vestiti e scarpe.Vi faccio notare che la grade distribuzione in italia è Francese .Vi faccio notare che i cervelli nostrani continuano a fare le valigie.Idem le fabbriche.Fatevi un giro per casa vostra e osservate quanto c'è di made in italy e quanto made all'estero.Cosa ci rimane se non il turismo?Quanti soldi dunque entrano, quanti escono?Ricordo che il debito pubblico ammonta a 25.000? a testa, neonati compresi.Le conseguenze delle scelte individuali e collettive si pagano...e la pacchia non può durare a lungo: siamo sempre piu vicini al terzo mondo che all'Europa.Mi chiedo solo per quanto tempo dureremo ancora prima di collassare del tutto.Queste sono le mie considerazioni: agiungete voi i pesi che mi sfuggono.http://vil.emotiv.it
    • Anonimo scrive:
      Re: italia - quale futuro?
      La cosa che IMHO rappresenta meglio l' Italia contemporanea è la telefonia mobile. Non sto parlando di Tim, Vodafone e Wind (ci sarebbe molto da dire, soprattutto di come un gioiello come Omnitel sia finita in mani straniere per un tozzo di pane). Sto parlando proprio dei telefoni, dell' HW. Ma vi rendete conto che in Italia siamo ai primi posti come numero di telefonini pro capite, ogni anno ne compriamo milioni MA NON NE PRODUCIAMO? E' mai possibile che i nostri grandi imprenditori si siano lasciati sfuggire questo colossale affare? Io mi sono impuntato nel voler comprare un telefonino italiano e sono diventato cretino per trovare un Telit, che non è neanche più italiana. Ecco, questi sono i nostri imprenditori.
      • Anonimo scrive:
        Re: italia - quale futuro?

        vi rendete conto che in Italia siamo ai
        primi posti come numero di telefonini pro
        capite, ogni anno ne compriamo milioni MA
        NON NE PRODUCIAMO? E' mai possibile che i
        nostri grandi imprenditori si siano lasciati
        sfuggire questo colossale affare?E di computer? Di macchine fotografiche? Di aeroplani? Di router? Di macchinari per la risonanza magnetica?Appena hai il primo miliardo di euro per avviare la produzione di telefonini italiani fammi sapere...
        • sinadex scrive:
          Re: italia - quale futuro?
          la ragione è semplice: i costi di produzionefarli qui significherebbe vendere a prezzi non concorrenziali rispetto agli altri produttori che risparmiano parecchio sulla manodopera... tanto è vero che la fiat con i soldi dello stato è andata a fare fabbriche in asia..ho detto fesserei?
          • Anonimo scrive:
            Re: italia - quale futuro?
            - Scritto da: sinadex
            la ragione è semplice: i costi di
            produzione
            farli qui significherebbe vendere a prezzi
            non concorrenziali rispetto agli altri
            produttori che risparmiano parecchio sulla
            manodopera... Mi riferivo alla produzione in senso ampio, intendendo soprattutto progettazione e commercializzazione. Poi è chiaro che adesso si fa (o si farà) tutto in Cina e India, però per un bel po' di anni, quando i prezzi erano alti, Nokia ha prodotto in Finlandia, Ericsson in Svezia e Siemens in Germania. Da noi ci ha provato solo Telit, gli è andata bene per un po' ma poi è quasi fallita.Perchè nessun imprenditore italiano è riuscito a sfruttare il ricco mercato italiano come base per diventare un discreto produttore a livello europeo? Perchè in Italia non cè un' azienda come la francese Sagem, che in pochi anni è riuscita a raggiungere il 1o posto nelle vendite in Francia? Forse perchè in Italia sta sparendo completamente la cultura del produrre. Capisco che sia più conveniente importare dall' estero una cosa già fatta perchè costa meno, ma è chiaro che in questo modo la strada è già segnata.
            tanto è vero che la
            fiat con i soldi dello stato è andata
            a fare fabbriche in asia..
            ho detto fesserei?Però ha aperto anche a Melfi.
  • Hotge scrive:
    Cosa si puo' fare... secondo me.
    Beh, qualche proposta sul da farsi ci sarebbe.1) Comprare solo via Internet o via posta ALL'ESTERO i prodotti che palesemente hanno costi sproporzionati in italia (e parlo non solo degli articoli tecnologici, ma anche di medicinali, cibo tipo latte in polvere, e tutte le cose che possono subire un trasporto di media entita'. Insomma, BOICOTTARE IL MERCATO ITALIANO.3) Rinunciare a tutti quei mezzi, SUPERFLUI, come il telefono cellulare (che senso ha che lo abbiano i bambini di 10 anni...), l'abbonamento a Sky, il digitale terrestre e tutti quegli articoli palesemente sovreprezzo.4) Rinunciare alla Banda larga, per tornare sul modem e OBBLIGARE gli operatori ad abbassare i prezzi. Almeno per un periodo, questo SACRIFICIO sarebbe il minimo che TUTTI gli utenti (me per primo) dovrebbero fare).5) Aggregarsi ad associazioni di consumatori ATTIVE e organizzare e PARTECIPARE a manifestaioni.Come dicono a Zena... basta coi mugugni! Bisogna fare e non solo parlare o aspettare che altri facciano.Una bella idea sarebbe che qualche persona capace (io ad esempio non ho la cultura a livello di sviluppo necessaria) creasse un sito dove tutti gli utenti potessero segnalare siti estere dove poter acquistare beni che in italia hanno prezzi ingiustificati....Rimbocchiamoci le maniche gente!!!
    • avvelenato scrive:
      Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
      - Scritto da: Hotge

      4) Rinunciare alla Banda larga, per tornare
      sul modem e OBBLIGARE gli operatori ad
      abbassare i prezzi. Almeno per un periodo,
      questo SACRIFICIO sarebbe il minimo che
      TUTTI gli utenti (me per primo) dovrebbero
      fare).il problema è anche del sovrapprezzo delle linee tradizionali, che rimangono sconvenienti rispetto all'adsl, in quasi qualsiasi caso.
      • Hotge scrive:
        Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
        ma a questo punto, l'INVESTIMENTO effettuato dagli operatori, si tramuterebbe in un COSTO PURO che non porterebbe piu' ritorni.Certo per noi, inizialmente sarebbe un sacrificio economico, vista la diseconomicita' della commutata, ma le aziende non potrebbero giustificare investimenti senza ritorno a causa dell'inutilizzo e dell'invenduto (apparecchiature e abbonamenti ADSL)
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
          - Scritto da: Hotge
          ma a questo punto, l'INVESTIMENTO effettuato
          dagli operatori, si tramuterebbe in un COSTO
          PURO che non porterebbe piu' ritorni.

          Certo per noi, inizialmente sarebbe un
          sacrificio economico, vista la
          diseconomicita' della commutata, ma le
          aziende non potrebbero giustificare
          investimenti senza ritorno a causa
          dell'inutilizzo e dell'invenduto
          (apparecchiature e abbonamenti ADSL)
          E quindi con italica lungimiranza fermerebbero ogni investimento nel settore lasciando tutti i protestanti alle conseguenze delle loro proteste.Non esistono scorciatoie al far funzionare lo Stato e la Giustizia. Un potere forte può essere fermato solo da un potere altrettanto forte. E purtroppo l'unione (dei buoi) che fa la forza non c'è, perchè siamo tutti in competizione gli con gli altri per le risorse (artificiosamente) scarse.
          • avvelenato scrive:
            ot: quoto
            quoto e sottoscrivo.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Hotge

            ma a questo punto, l'INVESTIMENTO
            effettuato

            dagli operatori, si tramuterebbe in un
            COSTO

            PURO che non porterebbe piu' ritorni.

            Certo per noi, inizialmente sarebbe un

            sacrificio economico, vista la

            diseconomicita' della commutata, ma le

            aziende non potrebbero giustificare

            investimenti senza ritorno a causa

            dell'inutilizzo e dell'invenduto

            (apparecchiature e abbonamenti ADSL)
            E quindi con italica lungimiranza
            fermerebbero ogni investimento nel settore
            lasciando tutti i protestanti alle
            conseguenze delle loro proteste.
            Non esistono scorciatoie al far funzionare
            lo Stato e la Giustizia. Un potere forte
            può essere fermato solo da un potere
            altrettanto forte. E purtroppo l'unione (dei
            buoi) che fa la forza non c'è,
            perchè siamo tutti in competizione
            gli con gli altri per le risorse
            (artificiosamente) scarse.Beh almeno si toglierebbe qualsiasi pretesto ai nostri ministri per poter declamare e decantare "grandi progressi" che il nostro paese fa nell' innovazione in campo IT e nella diffusione della BBand.Scherzi a parte... basterebbe imparare a fare scelte piu' oculate: non dare soldi ad alice ma a servizi piu' meritevoli... cosi' da favorire un po' di "selezione naturale" nel mercato,ma questo richiede piu' impegno da parte dell' utente.
    • Teo_ scrive:
      Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
      - Scritto da: Hotge
      Beh, qualche proposta sul da farsi ci
      sarebbe.

      1) Comprare solo via Internet o via posta
      ALL'ESTERO i prodotti che palesemente hanno
      costi sproporzionati in italia (e parlo non
      solo degli articoli tecnologici, ma anche di
      medicinali, cibo tipo latte in polvere, e
      tutte le cose che possono subire un
      trasporto di media entita'. Insomma,
      BOICOTTARE IL MERCATO ITALIANO.
      Gli articoli tecnologici li acquisto da tempo all'estero e porto la testimonianza di un amico che una volta al mese và in Germania per riempirsi la macchina di latte in polvere per il suo bambino.
      3) Rinunciare a tutti quei mezzi, SUPERFLUI,
      come il telefono cellulare (che senso ha che
      lo abbiano i bambini di 10 anni...),
      l'abbonamento a Sky, il digitale terrestre e
      tutti quegli articoli palesemente
      sovreprezzo.

      4) Rinunciare alla Banda larga, per tornare
      sul modem e OBBLIGARE gli operatori ad
      abbassare i prezzi. Almeno per un periodo,
      questo SACRIFICIO sarebbe il minimo che
      TUTTI gli utenti (me per primo) dovrebbero
      fare).

      5) Aggregarsi ad associazioni di consumatori
      ATTIVE e organizzare e PARTECIPARE a
      manifestaioni.

      Come dicono a Zena... basta coi mugugni!
      Bisogna fare e non solo parlare o aspettare
      che altri facciano.


      Una bella idea sarebbe che qualche persona
      capace (io ad esempio non ho la cultura a
      livello di sviluppo necessaria) creasse un
      sito dove tutti gli utenti potessero
      segnalare siti estere dove poter acquistare
      beni che in italia hanno prezzi
      ingiustificati....

      Rimbocchiamoci le maniche gente!!!quoto!Anche legato al primo e quinto punto, cito questa rete: http://www.retegas.org/ io stavo pensando di iscrivermi.Aggiungerei un punto "6".Se si realizzasse una rivista settimanale o mensile di denuncia, per far conoscere alla massa questi scandali? Potrebbe iniziare come newsletter da stampare e infilare nella cassetta del vicino per poi trasformarsi in qualcosa di più concreto distribuito gratuitamente.
      • Hotge scrive:
        Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
        io ci sto!Parliamone anche via email. Il mio indirizzo e' hotge@NOSPAMemail.ittogliete NOSPAM
      • Alessandrox scrive:
        Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
        - Scritto da: Teo_

        Rimbocchiamoci le maniche gente!!!
        quoto!
        Anche legato al primo e quinto punto, cito
        questa rete: www.retegas.org / io stavo
        pensando di iscrivermi.
        Aggiungerei un punto "6".
        Se si realizzasse una rivista settimanale o
        mensile di denuncia, per far conoscere alla
        massa questi scandali? Potrebbe iniziare
        come newsletter da stampare e infilare nella
        cassetta del vicino per poi trasformarsi in
        qualcosa di più concreto distribuito
        gratuitamente.Questa e' interessante.Bisogna FAR SAPERE ALLA GENTE perche' noi qua' siamo uno sparuto gruppo ma la MASSA per lo piu' non sa nulla o quasi o comunque non sa abbastanza per indignarsi.Dovrebbero essere le associazioni dei consumatori a realizzare iniziative simili ma finiscono per dividersi, in alcuni casi essendo politicizzate non riescono ad essere sopra le parti e a criticare la parte politica cui rimangono affiliate. Questa e' la mia impressione....
    • fabri.80 scrive:
      Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
      Non sò se tornare alla 56 kb/sec ci converrebbe, visto che in media hai un costo di traffico telefonico più alto già con 72 ore al mese di navigazione (navigando a tariffa ridotta)Sull'ideal del sito concordo a pieno!
      • Hotge scrive:
        Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
        Lungi da me pensare che CONVERREBBE. Sono perfettamente consapevole che sarebbe sconveniente, sia dal punto di vista economico che prestazionale.Sarebbe da vedere come investimento di protesta
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
          Non credo sarebbe una protesta efficace. Gli alti costi dell'ADSL sono dovuti sostanzialmente all'alto prezzo di interconnessione richiesto da Telecomitalia agli altri operatori: se qualcuno ancora non lo sa nella stragrande maggioranza dei casi il "doppino" attraverso cui ci colleghiamo ad ADSL è di proprietà della Telecom, che lo fa pagare a peso d'oro anche a Libero, Tiscali ecc.. Rinunciando volontariamente ad ADSL e passando in massa sul modem (che già ora è più lento di quanto non fossero 10 anni fa i vecchi 28,8, altro che 56k!), la Telecom intascherebbe ancora di più grazie al traffico telefonico dovuto a questi collegamenti via modem, non avrebbe insomma nessun danno economico, anzi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
      La tua risposta è semplicistica.Detto questo e prima di giustificare la risposta, premetto che non ho nemmeno finito di leggere il tuo post, perchè dopo il primo punto ho sorriso...Evidentemente non hai avuto figli, altrimenti ti accorgeresti di come sia IMPROPONIBILE rifornirsi di latte in polvere solo all'estero.Hai presente di quanto se ne consuma? Se il bambino ha fame cosa gli devo dire? Aspetta che arriva il pacco postale col latte?!Tanto vale proporre di trasferirsi in Austria.Scusa se il tono della risposta è esagerato e polemico. Concordo sul fatto che noi consumatori -i deboli- siamo sempre più indifesi. Ma non ci si può chiedere l'impossibile per protestare contro chi ci dovrebbe difendere.Quello che più mi fa imbestialire è che quando si avvicineranno le politiche, i vari partiti monteranno tanto di tromboni e grancasse che ci dimenticheremo di come ci hanno trattano in questi anni.E dico tutti: dalla destra che permette ai propri protetti di ledere qualunque legge alla sinistra che è incapace ed indolente nella nostra difese.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
        - Scritto da: Anonimo
        Evidentemente non hai avuto figli,
        altrimenti ti accorgeresti di come sia
        IMPROPONIBILE rifornirsi di latte in polvere
        solo all'estero.

        Hai presente di quanto se ne consuma? Se il
        bambino ha fame cosa gli devo dire? Aspetta
        che arriva il pacco postale col latte?!
        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=754377
    • riddler scrive:
      Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
      Queste cose sono interessanti se vogliamo ma non risolvono assolutamente nulla.Noi non siamo un soggetto politico, intendo un soggetto che puo' andare in parlamento con uomini (donne?) suoi e quindi in grado di contare qualcosa. Finche' siamo fuori dal parlamento contiamo come il due di picche.
      • Hotge scrive:
        Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
        se vuoi prendiamo il piede di porco e in parlamento ci entriamo in 10 minuti :DScherzi a parte, la prima cosa da fare e' parlarne e aggregarsi, non lasciare cadere la cosa.hotge@NOSPAMemail.ittogliere NOSPAM
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
      Apprezzo la tua buona volontà ma secondo me....1) Per comprare all'estero via internet ci vuole una carta di credito e spesso bisogna affidarsi a siti terzi come Paypal che fanno da garanti a fronte di cospicue spese di commissione.A questo si aggiungano le spese di spedizione, che possono essere ammortizzate solo se si comprano determinati quantitativi di merce.Come fa il signor Rossi di turno che ha bisogno solo di un DVD ogni morte di Papa a comprarselo su Internet?Ammetterai che sarebbe per lui una gran bella seccatura...2) Vada per la rinuncia a Sky, banda di ladroni monopolisti, vada pure la rinuncia a quella cacca di digitale terrestre.Ma per le altre cose indispensabili ( non parlo del cellulare naturalmente ) come facciamo?Sono certamente più care ma ci servono e quindi dobbiamo stringere deretano e denti e allentare i cordoni della borsa.....3) Io già devo rinunciare FORZATAMENTE alla banda larga, dato che Telecom di noi esclusi se ne fo**te alla grande e non ci sono rivolte sociali che tengano..Se poi comincia pure a NON TIRARE più il settore è la volta che rimango con il 56K a vita!4) Aggregarsi?.....Italiani Pecoroni si aggregano solo per andare allo stadio....o per scannarsi sugli ultimi amori di Costantino o le str**zate del Grande Borderllo.......5) Sai come si dice?Che il viale dell'Inferno sia lastricato di buone intenzioni...Persone capaci non ce ne sono molte in giro, e quelle poche stai tranquillo che hanno capito la situazione e pensano solo a farsi i caz*i loro.....Tristemente ma con SimpatiaMillo
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa si puo' fare... secondo me.
      - Scritto da: Hotge
      Beh, qualche proposta sul da farsi ci
      sarebbe.

      1) Comprare solo via Internet o via posta
      ALL'ESTERO i prodotti che palesemente hanno
      costi sproporzionati in italia (e parlo non
      solo degli articoli tecnologici, ma anche di
      medicinali, cibo tipo latte in polvere, e
      tutte le cose che possono subire un
      trasporto di media entita'. Insomma,
      BOICOTTARE IL MERCATO ITALIANO.Costi sproporzionati ? da noi ? ma cosa dici mai !!!Il costo e' legato al reddito medio della popolazione,per esempio se negli USA un CD costa 10-11 dollari,mentre da noi 20 euro e' perche noi guadagnamomediamente all'incirca il doppio degli americani...... molto all'incirca ! (hi hi hi)GIO CONDOR
  • Anonimo scrive:
    preveggenza politica
    cito "Gasparri affossatore del WiFi italiano"mi è venuto in mente quando una ventina d'anni fa, all'inizio dell'era delle tv commerciali, una bellissima legge affondò le nascenti tv su cavo, salvo poi scoprire che sul coassiale, in altri paesi iniziarono a farci passare dati, e tanti, mentre in italia (con la i minuscola) i modem andavano a 1200 o 2400 bit/secondoora affosseranno il wifi per far contenti gli "incumbent" e la storia si ripeterà
  • Anonimo scrive:
    Nel più classico stile italiano
    Ma perchè lamentarsi?Gli scampanellanti muggiti, uno quà e uno là non servono a nulla e quei pochi che hanno provato ad alzare la testa sono stati lasciati soli.
  • Anonimo scrive:
    Telecom
    Scusate, una domanda.Ma se Telecom Italia è presente pure in Francia con tariffe molto più basse, allora perchè non c' è una qualche compagnia francese presente anche qui in Italia che ci offre tariffe altrettanto basse? Dov' è la concorrenza?Ciao
    • pierosereni scrive:
      Re: Telecom
      "Ma se Telecom Italia è presente pure in Francia con tariffe molto più basse, allora perchè non c' è una qualche compagnia francese presente anche qui in Italia che ci offre tariffe altrettanto basse? Dov' è la concorrenza?"Questo non sarà mai possibile, almeno fin quando continuerà ad esistere il regime di monopolio che consente a Telecom di gestire indisturbata l'ultimo miglio e di tassare gli utenti con il medievale canone.L'altro giorno una gentile operatrice del 187, a cui mi ero rivolto per un guasto alla linea adsl, con una risposta rivelatrice mi liquidò dicendomi: "ma cosa vuole, con gli enti pubblici i ritardi sono la regola!". E no, cara mia, la Telecom è un'azienda privata e non può celarsi dietro lo scudo dell'ente pubblico.Ma chi interviene di fronte ai soprusi di questa società? Vi siete mai provati a chiedere un cambio di gestore per l'Adsl o una qualsiasi altra cosa che comporti una riduzione del la nostra dipendenza nei confronti della società privata Telecom mascherata da pubblico?Gli altri gestori sono come paralizzati, non osano alzare la voce, sopportano pazientemente ogni genere di vessazione (nei confronti dell'utente ma anche nei loro confronti). Non hanno la forza di creare un'alternativa credibile all'ultimo miglio telecom e nemmeno ci provano tanto. Non pensano nemmeno di unire le loro forze per inventare qualcosa (centrali alternative, uso massiccio del Wi-Fi ecc.) che sottragga i poveri italiani al balzello del canone e alla truce dipendenza telecom Probabilmente si limitano, senza investire tanto, a spolpare l'osso degli ultimi brandelli di carne lasciati dalla bestia feroce.Ma abbiamo le autorità -mi si potrebbe dire- abbiamo il governo che possono contrastare i disegni di una azienda che non si vergogna di far pagare agli italiani una connessione adsl da sei a dieci volte più che ai francesi.Ma remano tutti dalla stessa parte, preoccupati di non disturbare il manovratore che ha altre cose cui pensare (non esclusa la possibilità di entrare come azionista di peso nell'azienda Telecom). Scartata l'ipotesi di confidare nell'intervento taumaturgico di Gasparri o dei Garanti, non ci si può inventare niente sul fronte comunitario, coinvolgendo altri Garanti che si ispirino a leggi più sane e più giuste?
      • Anonimo scrive:
        Re: Telecom

        Gli altri gestori sono come paralizzati, non
        osano alzare la voce, sopportano
        pazientemente ogni genere di vessazione (nei
        confronti dell'utente ma anche nei loro
        confronti).Quasi tutti gli operatori alternativi sono ormai talmente indebitati con Telecom che non possono permettersi di fare nulla, pena la richiesta di rientro immediato dell'esposizione e fallimento.Non hanno la forza di creare
        un'alternativa credibile all'ultimo miglio
        telecom e nemmeno ci provano tanto.E' un bagno di sangue, ci sono mille modi per Telecom di rendere difficile la vita a chi opera in unbundling. Denunciata la cosa all'authority finisce tutto a tarallucci e vino.
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecom
      In italia non esiste concorrenza, se una azienda francese si permettesse di venire in italia troverebbe un muro irto di monopolisti e dalle leggi create apposta per far si che le cose continuino ad andare come sono e ogni volta che qualcuno vuole cabiarle radicalmente si alza una folta schiera politica che ha come obbiettivo seminare il malcontento.
  • Anonimo scrive:
    Del resto...
    finchè c'è gente che compra...cosa volete? che cambino le politiche finchè si fanno i soldi?
  • Anonimo scrive:
    Ricordiamo gli SMS elettorali?
    Il garante garantisce solo il potere, ci siamo già dimenticati degli sms che ci ricordavano di andare a votare? il garante ha detto che non c'è nulla di male. Lo spam di stato va bene, e il parco buoi nenche un muggitino, è troppo intento a brucare per accorgersi che è sulla strada del mattatoio.
    • theDRaKKaR scrive:
      Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
      che c'entra...
      • fabri.80 scrive:
        Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
        forse è l'unica cosa che è stata fatta giusta...ti veniva solo ricordato un tuo dovere e nulla più!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
          peccato che a fine messaggio fosse scritto "La presidenza del consiglio" e pagassimo noi.Io non mi sonoi dimenticato MAI di andare a votare, temo troppo per la democrazia per non farlo. Anche quando non c'era Berlusconi e la sua banda.
          • Anonimo scrive:
            Ciccio, l'italia tutta e' un costo
            Ciccio bello, tutto costa! Il parlamento, il presidente del consiglio, i contributi ai quotidiani dell'opposizione, le votazioni, i referendum, le strade, i semafori, costa aprire un negozio, una attivita' o avere un lavoro da dipendente. Lo stato costa!Scendi dal pero e piantala di fare propaganda faziosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ciccio, l'italia tutta e' un costo
            sicuro che tu sei uno di quelli che non paga... per quanto mi riguarda mi riferivo al fatto che non ho bisogno che qualcuno mi ricordi di andarea votare e in più decido io se andare a o no. In più quando parlo di potere non mi riferisco solo a questo governo, pertanto hai cannato su tutta la linea. E per finire vorrei sapere perchè dovremmo pagare per "servizi" inutili, usassero meglio i nostri soldi non si lamenterebbe nessuno.P.S.sono quello che ha scritto il primo post- Scritto da: Anonimo
            Ciccio bello, tutto costa! Il parlamento, il
            presidente del consiglio, i contributi ai
            quotidiani dell'opposizione, le votazioni, i
            referendum, le strade, i semafori, costa
            aprire un negozio, una attivita' o avere un
            lavoro da dipendente. Lo stato costa!
            Scendi dal pero e piantala di fare
            propaganda faziosa.
          • rumenta scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            - Scritto da: Anonimo
            peccato che a fine messaggio fosse scritto
            "La presidenza del consiglio" e pagassimo
            noi.

            Io non mi sonoi dimenticato MAI di andare a
            votare, temo troppo per la democrazia per
            non farlo. Anche quando non c'era Berlusconi
            e la sua banda.è stato fatto un decreto ad hoc, nel quale si diceva che i gestori "sono tenuti" a trasmetterlo, in quanto di pubblica utilità.http://www.governo.it/governoinforma/decreto_ministero_interno.pdf niente spese per pantalone, almeno per questa volta.....
          • theDRaKKaR scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            muahahaahama xk chi la dovrebbe pagare la presidenza del consiglio se nn i cittadini?ma va la, su
        • Anonimo scrive:
          Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
          Come no, se la telecom li avesse mandati gratis allora sarebbe stato utile, ma visto che non è stato così devo ritenerlo un favore fatto a Telecom dal berlusca visto tutta la pubblicità che gli fanno sulle sue reti....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
          - Scritto da: fabri.80
          forse è l'unica cosa che è
          stata fatta giusta...
          ti veniva solo ricordato un tuo dovere e
          nulla più!Ehi, votare e' un *diritto* non un dovere.Un dovere puo' esserlo nelle dittature,dove fanno le elezioni finte.
          • Hotge scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            Leggiti la costituzione e fatti un corso di diritto. Il voto e' un DIRITTO-DOVERE, l'unico!E per far si che fosse cosi' e' morta della gente, quindi porta rispoetto!
          • rumenta scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            - Scritto da: Hotge
            Leggiti la costituzione e fatti un corso di
            diritto. Il voto e' un DIRITTO-DOVERE,
            l'unico!

            E per far si che fosse cosi' e' morta della
            gente, quindi porta rispoetto!ma cosa vuoi che rispetti uno come quello.... manco è capace di levarsi le dita dal naso......
          • theDRaKKaR scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            bravoc'è gente che per nn vedere berlusconi al potere ci metterebbe il figlio sadico di stalinmah
        • Anonimo scrive:
          Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
          "Dovere"??? "DOVERE"????????Dovere my *ss!Votare è un Diritto. Non votare idem. E' un dovere in dittatura. Mi sono appena cadute le palle, scusate...
          • Anonimo scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            - Scritto da: Anonimo
            "Dovere"??? "DOVERE"????????

            Dovere my *ss!

            Votare è un Diritto. Non votare idem.
            E' un dovere in dittatura. Mi sono appena
            cadute le palle, scusate... basta co ste cazzate diritto/dovere, se non voti non ti assumono (tanto anke se voti....), se non voti non puoi andare all'estero etc etc.....come si possono cambiare lecose quando c'è ankora gente cosi.......diritto/dovere...sigh?!uno ha il dovere di votare???certo bella cosa questa????e se io non legittimo questo tipo di politica devo votare comunque??e se io non trovo forze politiche che rispecchiano la mia idea???devo votare comunque??e chi??faccio prima a fare la valigia e andarmene che cambiare la gente de sto paese del IV mondo salutiMr R
          • rumenta scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            "Dovere"??? "DOVERE"????????



            Dovere my *ss!



            Votare è un Diritto. Non votare
            idem.

            E' un dovere in dittatura. Mi sono
            appena

            cadute le palle, scusate...

            basta co ste cazzate diritto/dovere, se non
            voti non ti assumono (tanto anke se
            voti....), se non voti non puoi andare
            all'estero etc etc.....una volta era così, oggi le cose sono cambiate un pò, per tua fortuna e per nostra sfortuna.un pò più di senso civico non farebbe male all'Italia.

            come si possono cambiare lecose quando
            c'è ankora gente
            cosi.......diritto/dovere...
            sigh?!e sentiamo, cosa vorresti cambiare, di grazia??illuminaci con la tua lungimiranza, dai.....e se poi ti candidi magari ti votiamo tutti ;)
            uno ha il dovere di votare???certo bella
            cosa questa????e se io non legittimo questo
            tipo di politica devo votare comunque??e se
            io non trovo forze politiche che
            rispecchiano la mia idea???devo votare
            comunque??e chi??voti scheda bianca, o la annulli, ma vai a votare.oppure NON ci vai, ma allora non ti lamentare se quello che fanno i politici non ti va bene.....

            faccio prima a fare la valigia e andarmene
            che cambiare la gente de sto paese del IV
            mondo

            saluti

            Mr Rhemmm..... quando parti??? :D
          • theDRaKKaR scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            è allora pruomovi la revisione di questo articoloPARTE I, DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINITITOLO IV, RAPPORTI POLITICIriga 2: Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico.sai la costituzione l'ha scritta gente che aveva 60 palle invece di 2 cadauno come i più fortunati di noi altri/e.. e come dire.. forse è meglio che studicchi un po' di più prima di fare le tue proposte... ma per carità... non è un dovere questo di studiare..muahahahah
          • rumenta scrive:
            Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
            - Scritto da: theDRaKKaR
            è allora pruomovi la revisione di
            questo articolo

            PARTE I, DIRITTI E DOVERI DEI CITTADINI

            TITOLO IV, RAPPORTI POLITICI

            riga 2: Il voto è personale ed
            eguale, libero e segreto. Il suo esercizio
            è dovere civico.

            sai la costituzione l'ha scritta gente che
            aveva 60 palle invece di 2 cadauno come i
            più fortunati di noi altri/e.. e come
            dire.. forse è meglio che studicchi
            un po' di più prima di fare le tue
            proposte... ma per carità... non
            è un dovere questo di studiare..

            muahahahahma LOL.... era assente il giorno che lo spiegavano.... poverino ;)
    • rumenta scrive:
      Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
      - Scritto da: Anonimo
      Il garante garantisce solo il potere, ci
      siamo già dimenticati degli sms che
      ci ricordavano di andare a votare? il
      garante ha detto che non c'è nulla di
      male. Lo spam di stato va bene, e il parco
      buoi nenche un muggitino, è troppo
      intento a brucare per accorgersi che
      è sulla strada del mattatoio.hanno fatto un decreto legge, dacci un'occhiata nelle pause tra una sciocchezza e l'altra.....http://www.governo.it/governoinforma/decreto_ministero_interno.pdfinformarsi prima di postare mai vero??
      • Anonimo scrive:
        Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
        rumentaio non ci siamo capiti... non me ne frega niente dei decreti, io non voglio ricevere sms da nessun pubblico potere se non, caso mai, dietro mia richiesta, altrimenti è prevaricazione, abuso di posizione dominante o chiamala come vuoi. Decreto qui la tua insulsaggine...- Scritto da: rumenta

        - Scritto da: Anonimo

        Il garante garantisce solo il potere, ci

        siamo già dimenticati degli sms
        che

        ci ricordavano di andare a votare? il

        garante ha detto che non c'è
        nulla di

        male. Lo spam di stato va bene, e il
        parco

        buoi nenche un muggitino, è
        troppo

        intento a brucare per accorgersi che

        è sulla strada del mattatoio.

        hanno fatto un decreto legge, dacci
        un'occhiata nelle pause tra una sciocchezza
        e l'altra.....

        www.governo.it/governoinforma/decreto_ministe

        informarsi prima di postare mai vero??
        • theDRaKKaR scrive:
          Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
          che tipo interessantequasi un politicotiè direttamente da papà Ciampihttp://www.quirinale.it/costituzione/costituzione.htmciao fratello, studia
        • rumenta scrive:
          Re: Ricordiamo gli SMS elettorali?
          - Scritto da: Anonimo
          rumentaio LOL.... tutto qui quel che sai fare?? mi aspettavo qualcosa di meglio :Dnon ci siamo capiti... non me ne
          frega niente dei decreti, azzz..... aspetta che vado ad informare il parlamento, magari riusciamo a convincerli di smetterla con la politica.....io non voglio
          ricevere sms da nessun pubblico potere mi spiace ma quelli considerati di pubblica utilità te li becchi tutti.... purtroppo.se
          non, caso mai, dietro mia richiesta,come sei generoso......LOL... spero che in caso di inondazione/calamità naturale nessuno ti dica un bel niente, così c'è il rischio che ci liberi della tua augusta presenza :D
          altrimenti è prevaricazione, abuso di
          posizione dominante o chiamala come vuoi.si, la stessa "posizione dominante" di chi ti si in....... quotidianamente, viste le tue profonde idee ;)
          Decreto qui la tua insulsaggine...azz..... questa me la segno..... profonda..... e poi magari mi suicido, dato che TU mi hai dato dell'insulso :Dciao bello, e fa la pace col cervello, da bravo ;)

          - Scritto da: rumenta



          - Scritto da: Anonimo


          Il garante garantisce solo il
          potere, ci


          siamo già dimenticati degli
          sms

          che


          ci ricordavano di andare a votare?
          il


          garante ha detto che non c'è

          nulla di


          male. Lo spam di stato va bene, e
          il

          parco


          buoi nenche un muggitino, è

          troppo


          intento a brucare per accorgersi
          che


          è sulla strada del
          mattatoio.



          hanno fatto un decreto legge, dacci

          un'occhiata nelle pause tra una
          sciocchezza

          e l'altra.....




          www.governo.it/governoinforma/decreto_ministe



          informarsi prima di postare mai vero??
  • Anonimo scrive:
    Guardiamo in faccia la realtà
    e la realtà è che siamo un popolo di cazzari, propensi a sfoggiare lussi che non possiamo permetterci, un popolo di maniaci dove basta una pubblicità di un telefonino avveniristico con telecamera e giochini che bisogna averlo per visualizzare l'invidia della gente, come se questi fosse pane senza pero renderci conto che per averlo ci mancherà poi il pane in tavola negli ultimi giorni del mese e dove sono molte le famiglie che fanno salti mortali per arrivarci, ma che importa? tanto tra una settimana avremo di nuovo lo stipendio e potremo comprarlo di nuovo, in fondo la fame la facciamo in casa e nessuno oltre noi la vede. Siamo il popolo dove le donne lavorano per pagarsi la pelliccia o il parrucchiere, che con i soldi che marito operaio porta in casa la farebbe sentire meno dell'amica moglie del dirigente di banca. Siamo il popolo che si è mobilizzato per lo sciopero dei monopoli che ci hanno fatto rimanere senza sigarette, ma che continua a rimanere immobile o al massimo a chiacchierare su come lo sta riducendo l'euro. Siamo il popolo che giustifica i compensi dei calciatori, pur di non rimanere in casa la domenica un'ora e mezza per andare allo stadio. Siamo il popolo che per apparire in televisione, siamo disposti a farci prendere in giro pubblicamente da Bonolis in trasmissione. Siamo il popolo che si fa fregare dai politici, ma continuiamo imperterriti a parlare di politica riempiendoci la bocca di fascismo e comunismo senza renderci conto che in fabbrica, siamo solo tutti operai e basta.Potrei continuare all'infinito, tante sono le banalità e bestialità a cui corriamo dietro, ma che importa in fondo siamo italiani abituati per generazioni a campare un giorno e camparlo buono, che importa se poi ne verranno altri che ci faranno perdere anche la faccia, tanto Dio vede e provvede... nel frattempo alla faccia persa come dice l'articolo, intanto hanno posto l'anello al naso e per una volta rendetevi conto che non è colpa di Berlusconi, perchè così funziona da una vita.Tanti Auguri... in fondo siamo tutti VelineU. Eco
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardiamo in faccia la realtà
      - Scritto da: Anonimo
      e la realtà è che siamo un
      popolo di cazzari, propensi a sfoggiare
      lussi che non possiamo permetterci, un
      popolo di maniaci dove basta una
      pubblicità di un telefonino
      avveniristico con telecamera e giochini che
      bisogna averlo per visualizzare l'invidia
      della gente, NEWSvuoi far invidia al tuo vicino? Niente di più facile, col nuovo.....inizia cosi la pubblicità radiofonica (su RadioDeeeeeJayyyyy)che volete farci?
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardiamo in faccia la realtà
      Purtroppo quello che dici e' vero :-((((
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardiamo in faccia la realtà
      Guarda mi sono salvato sta lettera che hai scritto perché vorrei farla leggere a molta gentaglia.E' tutto vero, però l'unica cosa che non accetto è una:possibile che di lunedì mattina già mi si alza la pressione???
    • Anonimo scrive:
      Guardiamo in faccia la realtà
      " un popolo di maniaci dove basta una pubblicità di un telefonino avveniristico con telecamera e giochini che bisogna averlo per visualizzare l'invidia della gente"Mettiamo il dito, anzi la mano sulla piaga della telefonia mobile ?!!?!In europa, sono i gestori della telefonia mobile ad offrire agli utenti cellulari di ultima generazione a tariffe ridicole, l'importante e fare il contratto con loto..... solo noi italiani, branco di pecoroni li compriamo a prezzo pieno !!!! In francia l'autority delle telecomunicazioni ha multato e fatto abbassare il prezzo degli sms (15 centesimi vecchio prezzo) ai gestori visto che i gestori non si facevano nessuna concorrenza !!!Questa mattina mi sono messo a leggere le offerte pubblicitarie arrivate in cassetta delle lettere di un grosso supermercato.... beh .. ma porca di quella ... adesso dopo vari anni dall'entrata dell'euro hanno messo le offerte a 50 centesimi, le vecchie mille lire !!!! Non so se vi ricordate che tutto quello che prima era a 1000 lire è passato a 1? per anni !!!!!Ci prendono per i fondelli !!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Guardiamo in faccia la realtà
      Quindi?
      • Anonimo scrive:
        quindi!?!
        o mettiamo i buoi a correre contro i cattivi, oppure incanaliamoci al mattatoio. Non è che di scelte se ne abbiano molte! certo che se poi fanno tutti come te che cercano la pappa pronta nella speranza di non faticare troppo col pensiero, figuriamoci quando ti dicono che c'è da muovere le mani quanto puoi essere affidabile...
  • Anonimo scrive:
    Alemeno mi consola...
    che un giorno dovranno morire pure loro :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Alemeno mi consola...
      Aggiungo:e pagherano per ogni singolo atto che abbia causato danni...quello che qui fai, qui lo paghi.Eagle
    • Anonimo scrive:
      moriremo anche noi
      anche tu morirai, anch'io, ma loro si saranno fatti una bella vita fregandosene, mentre noi ci facciamo un mazzo tanto, che consolazine è?http://vil.emotiv.it
      • rumenta scrive:
        Re: moriremo anche noi
        - Scritto da: Anonimo
        anche tu morirai, anch'io, ma loro si
        saranno fatti una bella vita fregandosene,
        mentre noi ci facciamo un mazzo tanto, che
        consolazine è?
        vil.emotiv.it tristemente vero.... ma la soddisfazione di pisciargli sulla tomba dove la metti :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Alemeno mi consola...
      Verranno rimpiazzati da altri come loro, perlomeno finché l'Italia sarà piena di beoti che quando si recano a votare (quelli che si recano a votare, sarebbe meglio specificare) mettono la crocetta a caso oppure sul primo politico che promette mari e monti con una calazamaglia in testa per apparire più giovane...
  • Anonimo scrive:
    5 euro?
    Sarebbe bellooo...Pero', pensandoci bene... per fare un po di browsing e di mail, non basta la linea analogica normale? Forse ne spendo anche meno di 5....Chettenefai di 1 mega di dl e mezzo di up?P2P?
    • Anonimo scrive:
      Re: 5 euro?
    • Anonimo scrive:
      Re: 5 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Chettenefai di 1 mega di dl e mezzo di up?

      P2P?No, cazzi mia.
      • Anonimo scrive:
        Re: 5 euro?
        Si...hai ragione...Internet serve solo a leggere le mail delle pic della pornostar del giorno,SVEGLIA!!!!E poi ci chiediamo perche' siamo ridotti cosi'?....con gente che pensa che la rete e' solo questo non mi meraviglio.
    • falco scrive:
      Re: 5 euro?

      Sarebbe bellooo...

      Pero', pensandoci bene... per fare un po di
      browsing e di mail, non basta la linea
      analogica normale?

      Forse ne spendo anche meno di 5....

      Chettenefai di 1 mega di dl e mezzo di up?

      P2P?Ci lavoro da casa, facendo l'upload sul server web e sul server database, senza stare in fila in macchina un'ora perdendo tempo, capelli e ore con mia moglie e i miei figli, senza consumare petrolio e ossigeno.ManricoPS: si potrebbe lavorare anche con meno banda, più lentamente, certo, il che non sempre è fattibile... ma è tanto per dire che la Internet si può usare per fare anche qualcosa di diverso dal P2P o "un po' di browsing e di mail"==================================Modificato dall'autore il 27/09/2004 7.50.31
    • Anonimo scrive:
      Re: 5 euro?

      Chettenefai di 1 mega di dl e mezzo di up?per scaricare 240 MB di SP2 per Winzozz XP ?Ciao 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: 5 euro?
      - Scritto da: Anonimo
      Sarebbe bellooo...

      Pero', pensandoci bene... per fare un po di
      browsing e di mail, non basta la linea
      analogica normale?

      Forse ne spendo anche meno di 5....

      Chettenefai di 1 mega di dl e mezzo di up?

      P2P?La parola LAVORO ti suona strana, forse?
    • Anonimo scrive:
      Re: 5 euro?
      milliardi di cose legali, tipo fare il windows updatetipo scaricare distro linux provarle e aggiornarle...comunque a me basterebbe avere una flat anche per 20? a 64kbit ma H24... in vece spendo di più e mi posso collegare con la flat solo quando cala il sole...
  • Anonimo scrive:
    noi a muggire e loro in vacanza anacapri
    http://www.agcom.it/eventi/capri2003/capri2003_programma.htm#prognaturalmente tutto spesato........
  • Anonimo scrive:
    Prezzi...
    + di 10 ? all'ORA!!! Le chiamate dei cellulari a quanto pare costano tanto. Per 6 ore e qualcosa di chiamate ho pagato più di 80 euro. Fate voi i conti di quanto guadagnate all'ora e confrontate....Lasciando poi perdere i 2? all'ora di ADSL che a me pare una truffa bella e buona. Neanche ai tempi di SIP si pagava tanto per internet. e ancora non ci coprono.... perchè non convienee per riavere 90? pagati di troppo per un errore sto aspettando da 2 anni e mezzoche schifo
  • Anonimo scrive:
    L'Italietta di Mantellini...
    è quella dei giorni nostri.Purtroppo da fare c'è molto poco.Il problema vero siamo NOI,gli Italiani,popolo meraviglioso ma allo stesso tempo anziano,profondamente ignorante,disinformato,svogliato,noioso,apatico,viziato,recalcitrante ai cambiamenti che costano sacrifici e ultimamente verso l'anarchia del singolo,per la serie IO e del mio prossimo chi se ne frega !.In Germania volevano far pagare le autostrade,per sei mesi nessuno le ha più frequentate..risultato,il governo ci ha ripensato.In Francia,il governo voleva imporre leggi assurde agli agricoltori,hanno dato il giro al paese.In Danimarca,vedi articolo di Mantellini.In Inghilterra hanno fatto pernacchie all'Euro,qui oggi con l'Euro siamo alla fame,grazie caro Prodi !.Signori,se qualsivoglia cretinata che ci propongono,adsl,tv digitale,videotelefonini e mille altre cose di cui abbiamo fatto a meno sino a 7/8 anni fa corriamo a comprarla,NON LAMENTIAMOCI DOPO. Qualche anno fà,fecero una legge che imponeva la denuncia del possesso di oggetti confezionati con pelli di animali esotici ed il possesso domestico degli stessi o di piante esotiche.Le code degli Italiani che si autodenunciavano le hanno fatte vedere alla tv.L'ici,il bollo auto,1500 lire di tasse su un litro di benzina,il canone rai,la contribuzione OBBLIGATORIA per la pensione senza alternative...dopo 35 anni di onesti contributi versati,1.400.000 al mese di pensione,che ci si fà oggi...?.E gli Italiani,continuano a pagare !.La misura delle ns. intelligenza ai signori di Roma e a tutti gli altri la forniamo noi GRATIS... e allora non lamentiamoci,MUGGIAMO, come qualcuno correttamente dice e basta,OPPURE LIBERIAMOCI DA QUESTA CONDIZIONE DI IMBECILLITA' e riprendiamoci la nostra VITA,ma facciamolo alla svelta... se ancora è possibile !.Auguri a tutti !
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: L'Italietta di Mantellini...
      Tutto giusto, tranne che per una cosa:senza l'euro saremmo alla fame piu' di oggi, forse alla catastrofe.Non siamo la Svezia, la cui moneta e' schizzata il giorno dopo il referendum che ha bocciato l'entrata nell'euro. D'altra parte in Svezia con tasse poco piu' alte delle nostre....beh... dobbiamo parlare dei servizi svedesi? (ci sono stato e NON e' mitologia...). Purtroppo sono molti anni che la gente scende in piazza SOLTANTO quando il sindacato promuove manifestazioni che poco hanno a che fare con il benessere e i diritti dei cittadini (peraltro smantellati nel piu' assoluto silenzio durante il governo di sinistra), ma che sono forme di lotta politica extraparlamentare.Le associazioni di consumatori? Uno spettacolo penoso. Molto brave a esigere le quote, a fare questioni di lana caprina, a fare lotta politica anch'esse, ma assolutamente latitanti sul fronte della difesa del cittadino.Alla fine secondo loro la colpa dell'attuale situazione delle tlc e' colpa dei gestori alternativi a telecom (cosa in parte vera, ma solo in parte).Molto brave a diffondere moduli, per es., per il rimborso dei danni del black out (impossibile da ottenere, viste le corresponsabilita' estere), ma assolutamente silenti sulle tariffe spropositate normalmente applicate, che servono notoriamente a ripianare i debiti del loro mostruoso gigante dai piedi d'argilla (wind), comprato e sfamato a spese del cittadino.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Re: L'Italietta di Mantellini...
        - Scritto da: Anonimo
        Tutto giusto, tranne che per una cosa:
        senza l'euro saremmo alla fame piu' di oggi,
        forse alla catastrofe.Permettimi di dubitarne, e molto anche. Questa IMHO è l'ennesima favoletta messa a giro da certa sinistra per meglio condurre la mandria dei bovi felice e turibolante in EUropa! Ve la siete dimenticata quella stronzata della tassa per l'EU?Prodi si ricandida; Fassino annuncia il 40% di tasse venture; Bertinotti parla di tassare l'impossibile; Amato (ICI) padre dell'imposta una semper ha già indicato i modi per ravanare nei portafogli degli italiani.Altro che sx sociale e solidale! Vedrete il prossimo governo che culo a strisce che ci farà: e l'ADSL NON COSTERA' DI MENO !!!!!!!!!!!
        Non siamo la Svezia, la cui moneta e'
        schizzata il giorno dopo il referendum che
        ha bocciato l'entrata nell'euro. D'altra
        parte in Svezia con tasse poco piu' alte
        delle nostre....beh... dobbiamo parlare dei
        servizi svedesi? (ci sono stato e NON e'
        mitologia...). Purtroppo sono molti anni che
        la gente scende in piazza SOLTANTO quando il
        sindacato promuove manifestazioni che poco
        hanno a che fare con il benessere e i
        diritti dei cittadini (peraltro smantellati
        nel piu' assoluto silenzio durante il
        governo di sinistra), ma che sono forme di
        lotta politica extraparlamentare.

        Le associazioni di consumatori? Uno
        spettacolo penoso. Molto brave a esigere le
        quote, a fare questioni di lana caprina, a
        fare lotta politica anch'esse, ma
        assolutamente latitanti sul fronte della
        difesa del cittadino.
        Alla fine secondo loro la colpa dell'attuale
        situazione delle tlc e' colpa dei gestori
        alternativi a telecom (cosa in parte vera,
        ma solo in parte).
        Molto brave a diffondere moduli, per es.,
        per il rimborso dei danni del black out
        (impossibile da ottenere, viste le
        corresponsabilita' estere), ma assolutamente
        silenti sulle tariffe spropositate
        normalmente applicate, che servono
        notoriamente a ripianare i debiti del loro
        mostruoso gigante dai piedi d'argilla
        (wind), comprato e sfamato a spese del
        cittadino.
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Re: L'Italietta di Mantellini...
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo

          Tutto giusto, tranne che per una cosa:

          senza l'euro saremmo alla fame piu' di
          oggi,

          forse alla catastrofe.

          Permettimi di dubitarne, e molto anche.Abbi pazienza, ma la lira e' sempre stata una moneta debole, a differenza della sterlina inglese.Probabilmente ci sarebbe stata una svalutazione notevole (il che, penso malignamente, a qualcuno avrebbe pure fatto comodo).
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Re: L'Italietta di Mantellini..
          - Scritto da: Anonimo
          Altro che sx sociale e solidale! Vedrete il
          prossimo governo che culo a strisce che ci
          farà: e l'ADSL NON COSTERA' DI MENO
          !!!!!!!!!!!Hai proprio ragione: per riprenderci dal baratroin cui ci ha cacciato la finanza creativa del mitico Tremontici tocchera' fare degli altri sacrifici.Divertenti i delusi da forza italia che pero' se la prendono nel passato e nel futuro con gli altri; come vi si individua subito!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Italietta di Mantellini...

      In Danimarca,vedi articolo di Mantellini.
      In Inghilterra hanno fatto pernacchie
      all'Euro,qui oggi con l'Euro siamo alla
      fame,grazie caro Prodi !.senza l'euro a quest'ora, con la lira e la nostra situazione energetica, la benzina costerebbe almeno 3500 lire (tra le altre cose).
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Italietta di Mantellini...

      In Inghilterra hanno fatto pernacchie
      all'Euro,qui oggi con l'Euro siamo alla
      fame,grazie caro Prodi !.Sì, era meglio la liretta, tanto apprezzata in tutto il mondo.
      Signori,se qualsivoglia cretinata che ci
      propongono,adsl,tv digitale,videotelefonini
      e mille altre cose di cui abbiamo fatto a
      meno sino a 7/8 anni fa corriamo a
      comprarla,NON LAMENTIAMOCI DOPO.Siamo completamente fuori strada. Il problema non è comprare tutta quella roba, il problema è che non la produciamo, quindi la importiamo. Ci arrivi o no?
      • rumenta scrive:
        Re: L'Italietta di Mantellini...
        - Scritto da: Anonimo

        In Inghilterra hanno fatto pernacchie

        all'Euro,qui oggi con l'Euro siamo alla

        fame,grazie caro Prodi !.

        Sì, era meglio la liretta, tanto
        apprezzata in tutto il mondo.forse non avrà avuto lo stesso valore del mitico dollaro del tempo, ma a me pare si stesse di molto meglio...e per lo meno se ti dicono "per solo 1000 lire" sai che non è come dire "per solo 1 euro"... ma tant'è, i pecoroni eurizzati come te ci cascano in continuazione.....


        Signori,se qualsivoglia cretinata che ci

        propongono,adsl,tv
        digitale,videotelefonini

        e mille altre cose di cui abbiamo fatto
        a

        meno sino a 7/8 anni fa corriamo a

        comprarla,NON LAMENTIAMOCI DOPO.

        Siamo completamente fuori strada. Il
        problema non è comprare tutta quella
        roba, il problema è che non la
        produciamo, quindi la importiamo. Ci arrivi
        o no?lui sicuramente SI, tu evidentemente NO.....ma se solo fossi in grado di mettere 2 pensieri in fila, ti potresti anche chiedere perchè, nonostante l'euro valga più del dollaro , questi prodotti importati a noi costino più che nel resto d'europa.....fa la pace col cervello, sù......
  • Anonimo scrive:
    La concorrenza per gli altri
    Nessun imprenditore ama la concorrenza e questo è un dato di fatto. In alcuni paesi i meccanismi del mercato e il liberismo sono però patrimonio di una cultura comune, è quindi più difficile far passare interventi fatti a beneficio di pochi, ma a svantaggio di molti. I dazi sull'acciaio negli Stati Uniti dimostrano comunque che le lobby sono sempre attivissime.In Italia non è così, la nostra cultura ci fa ritenere normale che esistano un numero chiuso per i taxi, le farmacie, i notai, etc. tanto che leggevo su PI anche dell'istituzione di un albo degli Ingegneri Informatici!Non penso che anche fra i rappresentanti politici queste idee non siano note, ma chi ha il coraggio di toccare le utilities e le corporazioni perdendo in un colpo solo voti e finanziamenti?Invece di creare un cambiamento radicale, ma che nell'immediato provocherebbe tensioni sociali si preferisce farci bollire piano piano.Occorrerebbe fare almeno sapere al senatore e deputato eletti nel proprio collegio elettorale come la pensiamo spedendogli una lettera, forse dopo aver ricevuto migliaia di lettere potrebbe valutare quale linea sciegliere per propiziare la propria rielezione.
    • Anonimo scrive:
      Re: La concorrenza per gli altri

      Occorrerebbe fare almeno sapere al senatore
      e deputato eletti nel proprio collegio
      elettorale come la pensiamo spedendogli una
      lettera, forse dopo aver ricevuto migliaia
      di lettere potrebbe valutare quale linea
      sciegliere per propiziare la propria
      rielezione.Sorrry, forse vivi/hai vissuto all'estero... qui NESSUNO legge le tue lettere, forse la segretaria che poi le cestinerà (infastidirebbero "il capo" e basta). Per essere ascoltati, da noi, serve avere amicizie influenti o in alternativa un bel po' di sghei, che come corollario portano amicizie influenti (generalmente consolidate nel tempo con cene "fra amici di pari grado" dove si decide e ci si accorda su tutto, sopra la testa dell'elettore-bue, questo sia a livello locale, regionale che statale). Se sei un elettore NESSUNO ti ascolta... mi dirai i voti allora chi li dà alla fine, chi decide i rappresentanti del popolo?Beh tante persone che hanno un interesse (ritorno di immagine/profitto economico) legato a una certa elezione. Nella mia città ad es. è stranoto il caso dei tassisti e di un'altra categoria che votano in massa una certa persona di un certo partito, che conserva i loro privilegi scandalosi... tutti si lamentano di quel tale e del suo operato, ma il numero a cui "fa comodo" evidentemente è superiore e soprattutto compatto nel voto in barba alle ideologie (considera almeno 5-600 voti sicuri + relative famiglie + chi lavora nell'indotto e vedrai che nessuno lo schioda, infatti è lì da 10 anni) :( :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: La concorrenza per gli altri
        Almeno se la cosa fosse manifesta si eviterebbero "ipocrisie ideologiche".Se invece dei partiti ricomiciano a parlare di corporazioni la cosa di piu' facile comprensione per tutti.
        Nella mia
        città ad es. è stranoto il
        caso dei tassisti e di un'altra categoria
        che votano in massa una certa persona di un
        certo partito, che conserva i loro privilegi
        scandalosi... tutti si lamentano di quel
        tale e del suo operato, ma il numero a cui
        "fa comodo" evidentemente è superiore
        e soprattutto compatto nel voto in barba
        alle ideologie (considera almeno 5-600 voti
        sicuri + relative famiglie + chi lavora
        nell'indotto e vedrai che nessuno lo
        schioda, infatti è lì da 10
        anni) :( :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: La concorrenza per gli altri
        - Scritto da: Anonimo

        Occorrerebbe fare almeno sapere al
        senatore

        e deputato eletti nel proprio collegio

        elettorale come la pensiamo spedendogli
        una

        lettera, forse dopo aver ricevuto
        migliaia

        di lettere potrebbe valutare quale linea

        sciegliere per propiziare la propria

        rielezione.

        Sorrry, forse vivi/hai vissuto all'estero...
        qui NESSUNO legge le tue lettere, forse la
        segretaria che poi le cestinerà
        (infastidirebbero "il capo" e basta). In ogni caso, visto che le decisioni vengono dai partiti, i partiti hanno bisogno di soldi e di voti, e i soldi ce li possono prendere come vogliono, occorre toccare il tasto dei voti, in un modo o nell'altro. Questo era il mio ragionamento.Non ho vissuto all'estero anche se ho lavorato in multinazionali e ho amici un po' in tutto il mondo. Da quello che ho visto comunque il sistema democratico è ovunque sotto controllo di oligarchie bene organizzate. Qualche volta le loro lotte portano vantaggio anche al cittadino comune, qualche volta si mettono d'accordo. La differenza è quanto l'opinione pubblica e la stampa riescano a diventare una parte del gioco. In Italia mi sembra tutto molto addomesticato e l'informazione molto controllata e appiattita nel difendere sempre qualsiasi iniziativa da una parte o dall'altra senza valutare il merito.
        città ad es. è stranoto il
        caso dei tassisti e di un'altra categoria
        che votano in massa una certa persona di un
        certo partito, che conserva i loro privilegi
        scandalosi... tutti si lamentano di quel
        tale e del suo operato, ma il numero a cui
        "fa comodo" evidentemente è superiore
        e soprattutto compatto nel voto in barba
        alle ideologie (considera almeno 5-600 voti
        sicuri + relative famiglie + chi lavora
        nell'indotto e vedrai che nessuno lo
        schioda, infatti è lì da 10
        anni) :( :'(Appunto quello che dicevo delle minoranze bene organizzate che possono essere industriali, ma anche sindacati e corporazioni...
    • Anonimo scrive:
      Re: La concorrenza per gli altri
      Per la cronaca gli Ingegneri informatici hanno gia' il loro albo... si chiamo Albo degli Ingegneri... - Scritto da: Anonimo
      Nessun imprenditore ama la concorrenza e
      questo è un dato di fatto. In alcuni
      paesi i meccanismi del mercato e il
      liberismo sono però patrimonio di una
      cultura comune, è quindi più
      difficile far passare interventi fatti a
      beneficio di pochi, ma a svantaggio di
      molti. I dazi sull'acciaio negli Stati Uniti
      dimostrano comunque che le lobby sono sempre
      attivissime.
      In Italia non è così, la
      nostra cultura ci fa ritenere normale che
      esistano un numero chiuso per i taxi, le
      farmacie, i notai, etc. tanto che leggevo su
      PI anche dell'istituzione di un albo degli
      Ingegneri Informatici!
      Non penso che anche fra i rappresentanti
      politici queste idee non siano note, ma chi
      ha il coraggio di toccare le utilities e le
      corporazioni perdendo in un colpo solo voti
      e finanziamenti?
      Invece di creare un cambiamento radicale, ma
      che nell'immediato provocherebbe tensioni
      sociali si preferisce farci bollire piano
      piano.
      Occorrerebbe fare almeno sapere al senatore
      e deputato eletti nel proprio collegio
      elettorale come la pensiamo spedendogli una
      lettera, forse dopo aver ricevuto migliaia
      di lettere potrebbe valutare quale linea
      sciegliere per propiziare la propria
      rielezione.
  • Anonimo scrive:
    cosa fare? qualcosa si puo'...
    Possiamo tutti fare qualcosa, nel nostro piccolo.Per esempio, boicottare i servizi di telefonia cellulare, molte volte superflui.Appena ci saranno offerte per l'accesso ad internet basate sul wimax, aderirvi, sempre che siano concorrenziali.Premiare sempre chi offre i servizi a prezzi anche leggermente inferiori.Acquistare sempre consapevolmente, per quanto possa essere piu' faticoso.E per quel che riguarda urbani....beh... prendere atto che la colpa e' del governo E dell'opposizione che ha fatto finta di credere all'impegno da gentiluomo (ma quando mai in parlamento si sono viste queste cose in 60 anni di vita....). Percio' prendere atto che da entrambe le parti c'e' la volonta' di difendere gli interessi delle major. Ricordarsi che la legge urbani non e' un male ma una conseguenza delle norme sul diritto d'autore e percio', per certi versi, quasi inevitabile. Comprendere se che verranno approvate le norme sui BREVETTI SOFTWARE ci saranno altre conseguenze inevitabili ben piu' drammatiche, che non riguarderanno solo gli scaricatori di emerite porcherie. Prevenire e' meglio che curare! e molte volte e' l'unica cosa possibile.
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa fare? qualcosa si puo'...
      - Scritto da: Anonimo
      Possiamo tutti fare qualcosa, nel nostro
      piccolo.
      Per esempio, boicottare i servizi di
      telefonia cellulare, molte volte superflui.
      Appena ci saranno offerte per l'accesso ad
      internet basate sul wimax, aderirvi, sempre
      che siano concorrenziali.Sempre che non siano vietate come il wi-fi. Ma ti rendi conto che non abbiamo alcuna possibilità! Siamo sudditi peggio che ai tempi di Luigi XIV, perfino lui non tirava la corda più di tanto. Con la scusa che li abbiamo eletti noi questi li dobbiamo pure ringraziare.
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa fare? qualcosa si puo'...

        Ma ti rendi conto che non abbiamo alcuna
        possibilità! Siamo sudditi peggio che
        ai tempi di Luigi XIV, Vorresti dirmi che dobbiamo aspettare altre due generazioni prima di poter mandare sta gente alla ghigliottina?
        • rumenta scrive:
          Re: cosa fare? qualcosa si puo'...
          - Scritto da: sammily76



          Ma ti rendi conto che non abbiamo alcuna

          possibilità! Siamo sudditi
          peggio che

          ai tempi di Luigi XIV,

          Vorresti dirmi che dobbiamo aspettare altre
          due generazioni prima di poter mandare sta
          gente alla ghigliottina?purtroppo si.fino a che calcio e str..... ops... cavolate mediatiche varie terranno buona la massa, sta sicuro che ci potranno mungere impunemente.spero comunque che quando accadrà, NON si faranno prigionieri.....
    • Anonimo scrive:
      Re: cosa fare? qualcosa si puo'...
      Ciao !
      Per esempio, boicottare i servizi di
      telefonia cellulare, molte volte superflui.Sempre fatto, il cell privato lo uso poco, mentre quello aziendale lo uso molto di piu' (ovviamente ...) ma su quello non mi sognerei mai di attivare lacunche' ....Interessante notare come a me non arrivano piu' SMS con promoziono e/o offerte varie ... forse la vodafone mi ha marchiato come U.D.C. (Utente del ... Razzo !). :D
      Appena ci saranno offerte per l'accesso ad
      internet basate sul wimax, aderirvi, sempre
      che siano concorrenziali.Purtroppo questa e' utopia, il wireless in italia e' morto senza nascere il nostro Gasparri ha subito drizzato la sue orecchiette vispe e scodinzolando allegramente (ai soliti noti, ovviamente) ha gia fatto una belle leggie che rende illegale il motivo stesso per cui il WiFi e' stato creato ... la trmbata e' servita.Il bello e' che nella azianda dove lavoro siccome gli uffici sono da due parti della starda abbiamo installato una rete wireless sia per risolvere il problema di portatili sia per mettere in comunicazione i due uffici ... ed ora e' ILLEGALE !!!!!!!!!!!!!YEAH !!!
      • 3p scrive:
        Re: cosa fare? qualcosa si puo'...
        - Scritto da: TheGEZ
        Il bello e' che nella azianda dove lavoro
        siccome gli uffici sono da due parti della
        starda abbiamo installato una rete wireless
        sia per risolvere il problema di portatili
        sia per mettere in comunicazione i due
        uffici ... ed ora e' ILLEGALE !!!!!!!!!!!!!Quanti problemi... un bel filo da finestra a finestra, no? Così avremo un'altra azienda con la banda larga!Cordiali salutiLa Presidenza del Ministero delle Telecomunicazioni:p
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa fare? qualcosa si puo'...
        Il tuo caso è facile: invece del Wi-FI usate il collegamento laser. Non essendo un collegamento radio non cade sotto la mannaia della legge. Prevendo la facile osservazione sull'affidabilità dicendo che fino ad oltre 50 m di distanza non risentono minimamente degli eventi atmosferici, non risentono e non danno luogo a disturbi elettromagnetici, gli uccelli vedono il laser (IR) e lo evitano. La banda arriva ad 1GBPS.... che vuoi di più?
        • sinadex scrive:
          Re: cosa fare? qualcosa si puo'...
          in più vi evitate eventuali problemi di sicurezza che col wireless sono tutt'altro che impossibilidi contro c'è il costo superiore
  • Anonimo scrive:
    Siete mitici
    Grazie per aver avuto il coraggio di dire la verità e mettere un articolo come questo in prima pagina!!!Siete mitici e insostituibili!!!
  • Anonimo scrive:
    Ogni volta così: dicci cosa fare.
    il tuo muggito è il più forte di tutti.ora cosa farai tu? Cosa ci consigli di fare?qualche PROPOSTA?
    • avvelenato scrive:
      Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
      - Scritto da: Anonimo
      il tuo muggito è il più forte
      di tutti.
      ora cosa farai tu? Cosa ci consigli di fare?

      qualche PROPOSTA?

      uhm, non ho capito perché dovrebbe consigliarcelo lui.... perché dovrebbe dirci lui cosa fare...diceva brecht: "sfortunato è il popolo che ha bisogno di eroi". Ed aveva proprio ragione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
        - Scritto da: avvelenato
        diceva brecht: "sfortunato è il
        popolo che ha bisogno di eroi".Brecht è stato uno dei più accaniti collezionisti di cazzate populiste anarcoidi e istigazioni a delinquere, come quella su chi fonda le banche delinquente quanto chi le sfonda... ma a quanto pare non ha cambiato la storia, è rimasto solo un battutaro triste come quelli dei teatrini in TV.Quando sarai grande capirai un po' meglio il senso delle cose, FORSE. E forse capirai che lamentarsi e basta, per poi correre in massa a comprare la prossima novità tecnologica sovraprezzo, non serve a molto.
        • avvelenato scrive:
          Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: avvelenato

          diceva brecht: "sfortunato è il

          popolo che ha bisogno di eroi".

          Brecht è stato uno dei più
          accaniti collezionisti di cazzate populiste
          anarcoidi e istigazioni a delinquere, come
          quella su chi fonda le banche delinquente
          quanto chi le sfonda... ma a quanto pare non
          ha cambiato la storia, è rimasto solo
          un battutaro triste come quelli dei teatrini
          in TV.ma la sua frase nello specifico è sbagliata?(per caso hai letto "come aver ragione in 38 stratagemmi" di schopenauer"? No, perché passare dal tentativo di smontare l'affermazione a tentare di sminuire la validità di chi la ha affermata è uno degli stratagemmi.)

          Quando sarai grande capirai un po' meglio il
          senso delle cose, FORSE. E forse capirai che
          lamentarsi e basta, per poi correre in massa
          a comprare la prossima novità
          tecnologica sovraprezzo, non serve a molto.Ok, quindi era meglio neanche aprirlo 'sto thread, giacché l'autore di esso non vi ha fatto certo una figura migliore di Mantellini.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.

            Ok, quindi era meglio neanche aprirlo 'sto
            thread, giacché l'autore di esso non
            vi ha fatto certo una figura migliore di
            Mantellini.l'autore sono io (non quello che stai commentando ora)e dico che io perlomeno , da bravo bue che muggisce, non vado a dire agli altri "siete dei buoi" perchè perlomeno ho la decenza di non additare gli altri, se non sono migliore.in questo caso, rispondo solo ad una accusa generalizzata.a dato a TUTTI (me compreso, che non inizio, ma rispondo) dei buoi.ebbene lui che fa per potersi permettere questo?nessuno.fa come noi, ma ci accusa.e allora che si discosti dalla marmaglia, prima di pontificare
          • avvelenato scrive:
            Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
            - Scritto da: Anonimo



            Ok, quindi era meglio neanche aprirlo
            'sto

            thread, giacché l'autore di esso
            non

            vi ha fatto certo una figura migliore di

            Mantellini.

            l'autore sono io (non quello che stai
            commentando ora)
            e dico che io perlomeno , da bravo bue che
            muggisce, non vado a dire agli altri "siete
            dei buoi" perchè perlomeno ho la
            decenza di non additare gli altri, se non
            sono migliore.

            in questo caso, rispondo solo ad una accusa
            generalizzata.
            a dato a TUTTI (me compreso, che non inizio,
            ma rispondo) dei buoi.

            ebbene lui che fa per potersi permettere
            questo?
            nessuno.

            fa come noi, ma ci accusa.

            e allora che si discosti dalla marmaglia,
            prima di pontificarenon credo il tuo ragionamento corretto.Se io fossi pirla (ma LOL :D ), e guardandomi allo specchio mi dicessi "ma quanto sono pirla!", farei qualcosa di sbagliato? Pontificherei su qualcosa o qualcuno? Accuserei qualcosa o qualcuno, al di fuori di me stesso?Ecco, per l'appunto, essendo Mante parte dei "buoi" (che poi bisogna vedere se è vero, visto che c'è stata una mobilitazione anti-urbani a Roma e tra i quattro gatti non saprei dire se Mante non c'era oppure sì, ma credo che ci fosse), ha tutto il diritto di autocriticare la sua categoria d'appartenenza.Invece il tuo thread mi è invero parso alquanto sfortunato.... cosa vorresti facesse Mante? Nessuno fa nulla, perché dovrebbe farlo Mante e non te, ad esempio?Ma la verità è che gli eroi non esistono -se non nei fumetti-, e quindi ci vorrebbe una mobilitazione di massa.Che non avverrà, perché in italia la massa non si è mossa per questioni estremamente più significative dell'adsl a 25? in meno che qui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
        - Scritto da: avvelenato
        - Scritto da: Anonimo

        il tuo muggito è il più
        forte

        di tutti.

        ora cosa farai tu? Cosa ci consigli di
        fare?



        qualche PROPOSTA?





        uhm, non ho capito perché dovrebbe
        consigliarcelo lui.... perché
        dovrebbe dirci lui cosa fare...


        diceva brecht: "sfortunato è il
        popolo che ha bisogno di eroi". Ed aveva
        proprio ragione.tutti dicono, brecht compresoe a noi cosa serve uno che scriva e dica quel che tutti diciamo e scriviamo?ci chiama buoi, ma è lui a muggire in testa.se ha qualcosa da protestare, venga in stalla con noi. se è migliore degli altri, che lo dimostri
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
          - Scritto da: Anonimo
          se ha qualcosa da protestare, venga in
          stalla con noi. se è migliore degli
          altri, che lo dimostriCom'e' che vi mettete subito sulla difensiva?Non potrebbere essere una persona che sta notando delle cose e sta pensando a come venirne fuori?Non ci sono solo il bianco e il nero,"o con noi o contro di noi" alla piccolo george...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.

      il tuo muggito è il più forte
      di tutti.
      ora cosa farai tu? Cosa ci consigli di fare?Lui fà il suo mestiere, cioè il giornalista. Le proposte spettano ai politici.
      qualche PROPOSTA?Se sei contento, vota per quelli che stanno al governo.Se non sei contento, vota per quelli che stanno all' opposizione.Se non voti, stai zitto.
      • KCM scrive:
        Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
        - Scritto da: Anonimo.....
        Se sei contento, vota per quelli che stanno
        al governo.
        Se non sei contento, vota per quelli che
        stanno all' opposizione.
        Se non voti, stai zitto.Bella ... questa mi è piaciuta!Complimenti, non potevi sintetizzare meglio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
          - Scritto da: KCM

          - Scritto da: Anonimo
          .....

          Se sei contento, vota per quelli che
          stanno

          al governo.

          Se non sei contento, vota per quelli che

          stanno all' opposizione.

          Se non voti, stai zitto.

          Bella ... questa mi è piaciuta!
          Complimenti, non potevi sintetizzare meglio.Mi permetto di dissentire. Se sono scontento di chi governa e ritengo il programma di chi vuole sostituirlo perfettamente uguale e sovrapponibile cosa faccio? Se penso che l'incompetenza e la malafede sono la maggioranza di entrambi gli schieramenti cosa faccio?Se tutti quelli che non votano per protesta andassero a votare scheda bianca per fare capire quello che pensano credi cambierebbe qualcosa?
          • avvelenato scrive:
            Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: KCM



            - Scritto da: Anonimo

            .....


            Se sei contento, vota per quelli
            che

            stanno


            al governo.


            Se non sei contento, vota per
            quelli che


            stanno all' opposizione.


            Se non voti, stai zitto.



            Bella ... questa mi è piaciuta!

            Complimenti, non potevi sintetizzare
            meglio.

            Mi permetto di dissentire. Se sono scontento
            di chi governa e ritengo il programma di chi
            vuole sostituirlo perfettamente uguale e
            sovrapponibile cosa faccio?
            Se penso che l'incompetenza e la malafede
            sono la maggioranza di entrambi gli
            schieramenti cosa faccio?
            Se tutti quelli che non votano per protesta
            andassero a votare scheda bianca per fare
            capire quello che pensano credi cambierebbe
            qualcosa?io ragiono così:da un po' si è altalenati tra destra e sinistra senza cambiar nulla de facto.l'ultimo voto a destra ha confermato questa tendenza; di conseguenza, votando a sinistra non fate altro che confermare la tendenza, e ammettere che il sistema sia corretto e funzionale. Se invece non la pensate così, votate ancora la destra, e in particolare un certo signore bassino, pelato e sempre allegro, io lo farò, sperando che riesca ad avverare le sue velleità di potenza quanto basta per mettervelo di dietro a tutti (nel frattempo io sarò già emigrato), e far così finalmente incazzare sul serio la gente, che spero lotterà per cambiare totalmente il sistema.Insomma io lo voto alle prossime!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ogni volta così: dicci cosa fare.

            Mi permetto di dissentire. Se sono scontento
            di chi governa e ritengo il programma di chi
            vuole sostituirlo perfettamente uguale e
            sovrapponibile cosa faccio? Ti informi meglio e scopri che non è così.
            Se penso che l'incompetenza e la malafede
            sono la maggioranza di entrambi gli
            schieramenti cosa faccio?Ti informi meglio e scoprirai che in Italia ci sono, ad esempio, delle regioni governate meglio e altre governate peggio. Un motivo ci sarà.
            Se tutti quelli che non votano per protesta
            andassero a votare scheda bianca per fare
            capire quello che pensano credi cambierebbe
            qualcosa?Non lo so e non mi interessa.
  • Anonimo scrive:
    CHE NAZIONE SCHIFOSA
    Mi vergogno di essere italiano, ma a tutta questa gente che ci frega i soldi gli auguro di andarseli a spendere tutti come dico io...
    • Anonimo scrive:
      Re: CHE NAZIONE SCHIFOSA
      - Scritto da: Anonimo
      Mi vergogno di essere italiano, ma a tutta
      questa gente che ci frega i soldi gli auguro
      di andarseli a spendere tutti come dico
      io...moooooooooooooooooooooooo
  • Anonimo scrive:
    MA in sostanza che fare?
    Come da titolo..per le enormita, per scelte sbagliate, per fottimenti da parte della politica (dal momento che hanno stipendi ben pi alti con cui pagarsi questo e quello..), per scarsa capacità della stessa gente ad organizzarsi, ad incazzarsi, se necessario, e far valere a suon di lettere e proteste: manifestazioni e casini..Che fare in questa Italia sempre più indietro, sempre più retrograda... sempre più vecchia??Rikyhttp://www.molecularlab.it
    • pierosereni scrive:
      Re: MA in sostanza che fare?
      Basta chiederlo ai deputati intervistati dalle Iene di questa sera che non hanno saputo nemmeno collocare nel secolo giusto avvenimenti come la Rivoluzione francese, la Scoperta dell'America e lo Sbarco in Normandia.Con la stessa bravura sapranno presentare un disegno di legge o una interrogazione ai ministri Urbani e Gasparri.Vedrete, tutto sarà chiarito in un battibaleno.
      • theDRaKKaR scrive:
        Re: MA in sostanza che fare?
        agguungo, in un paese di tradizione umanistica come il nostro sarebbe stato bello chiedere la composizione dell'atomo, la quadridimensionalità dell'universo oppure anche solo chi cazzo era newtonper cui immaginiano cosa vien fuori quando si deve legiferare su scienza e tecnologiaamen
  • sterlina scrive:
    da considerare...
    mentre leggevo mi è tornato in mente che Telecom Italia vista la sua vecchia posizione da unico operatore non può abbassare troppo le sue tariffe per non incorrere nelle sanzioni previste per l'operatore dominante... mentre in Francia può proporre abbonamenti a così basso costocerto che se questa è la liberalizzazione, c'è da chidersi due cose:1- perché gli altri operatori non abbassano le tariffe?2- stiamo veramente meglio con questo regime??
    • Anonimo scrive:
      Re: da considerare...
      - Scritto da: sterlina

      mentre leggevo mi è tornato in mente
      che Telecom Italia vista la sua vecchia
      posizione da unico operatore non può
      abbassare troppo le sue tariffe per non
      incorrere nelle sanzioni previste per
      l'operatore dominante... Calma... non puo' abbassare troppo le tariffe applicate all'utente finale e contemporaneamente tenere alte quelle alle altre compagnie telefoniche.La cosa e' MOLTO diversa.
      • Anonimo scrive:
        Re: da considerare...


        Calma... non puo' abbassare troppo le
        tariffe applicate all'utente finale e
        contemporaneamente tenere alte quelle alle
        altre compagnie telefoniche.
        La cosa e' MOLTO diversa.Ma quali tariffe alte alle altre compagnie?Una Flat mensile costa a Libero, Tiscali ecc. circa 4? al mese.A rivenderla a 39.95 ? mi sembra che ce ne sia di differenza per poter abbassare sensibilmente i prezzi. Il fatto è che siccome a questo prezzo vendono anche troppi abbonamenti, chi glielo fa fare di diminuire i prezzi.
        • Anonimo scrive:
          Re: da considerare...

          Ma quali tariffe alte alle altre compagnie?
          Una Flat mensile costa a Libero, Tiscali
          ecc. circa 4? al mese.Te l'ha detto tuo cugino?
          • Anonimo scrive:
            Re: da considerare...
            - Scritto da: Anonimo


            Ma quali tariffe alte alle altre
            compagnie?

            Una Flat mensile costa a Libero, Tiscali

            ecc. circa 4? al mese.

            Te l'ha detto tuo cugino?E a te chi la detto che non è vero, tuo nonno?
        • Anonimo scrive:
          Re: da considerare...
          Forse è il caso di non sparare cifre se non si è sicuri...
          • Anonimo scrive:
            Re: da considerare...
            - Scritto da: Anonimo
            Forse è il caso di non sparare cifre
            se non si è sicuri...Guardate che il prezzo Flat di circa 4 ? ai gestori era scritto inun articolo di P.I. dello scorso anno. Se volete andatevelo a cercare.
    • Anonimo scrive:
      Re: da considerare...

      certo che se questa è la
      liberalizzazione, c'è da chidersi due
      cose:
      1- perché gli altri operatori non
      abbassano le tariffe?
      2- stiamo veramente meglio con questo
      regime??3- percè tutti blaterano e non fanno nulla?moooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
Chiudi i commenti