Halo 4 è online, ban per gli scaricatori

Il nuovo blockbuster videoludico per Xbox finisce in rete un mese prima della data di distribuzione ufficiale. Microsoft indaga, poi conferma l'autenticità delle ISO punendo chi ci gioca

Roma – Halo 4 è uno dei titoli più attesi dell’autunno 2012 di Xbox 360, ma da qualche giorno il nuovo giocone targato Microsoft è anche protagonista dell’ennesima distribuzione non autorizzata del gioco completo sui siti di file sharing.

Che qualcosa non andasse nei piani ufficiali di Microsoft – che ha fissato il giorno di lancio per il prossimo 6 novembre – lo si era capito già prima del weekend, con le prime foto dei due DVD del gioco comparse in rete sui forum specializzati.

All’inizio Microsoft si è limitata a dire di aver avviato un indagine conoscitiva assieme alle forze dell’ordine, ma la situazione si è fatta seria quando le immagini-disco (ISO) dei DVD succitati hanno fatto la loro comparsa sulle reti P2P più popolari.

Halo è dunque finito in rete prima della data prevista per la commercializzazione, un destino invero già capitato ad altri blockbuster videoludici che hanno preceduto il nuovo titolone per Xbox 360. Fortunatamente per la reputazione di Redmond e diversamente da quanto capitato nel caso di Half-Life 2, il leak sembra riguardare una versione completa e definitiva del gioco.

Microsoft, neanche a dirlo, non si è limitata a investigare e ha deciso di mettere al bando tutti gli utenti che siano stati così incuranti da provare la parte muliplayer di Halo 4 – contenuta nel secondo DVD finito sul file sharing. Niente più Xbox Live per i pirati di Halo 4, ha decretato BigM.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti