Hanno reinventato la ruota

Cosa ci voleva a mettere insieme ruota, motore e giroscopio?

Quando si dice che nella vita ci vuole equilibrio, forse nessuno penserebbe a una cosa del genere. Eppure, per spostarsi di pochi chilometri, magari per andare a lavoro o a scuola, una sola ruota è sufficiente, soprattutto se la ruota in questione è Solowheel , il monociclo elettrico autobilanciato, proposto dall’americana Inventist e pensato per semplificare la mobilità urbana. In pratica, il passeggero non deve fare altro che salire sui pedali fissi presenti sul lato della ruota e sporgersi con le spalle in avanti per accelerare e procedere nella direzione nella quale si guarda. Per fermarsi, bisogna portare le spalle leggermente indietro e Solowheel tenderà a rallentare fino a fermarsi completamente.

solowheelsolowheel

La velocità massima raggiungibile è di circa 20 km/h e l’autonomia di percorrenza è compresa fra i 30 ed i 40 km.
Piccoli tragitti, dunque, ma Solowheel è sufficiente per muoversi in città, evitando traffico, inquinamento e problemi di parcheggio, in quanto giunti a destinazione, si ripone nello zaino o nella valigetta, grazie ad un peso contenuto di 9 kg.

Il materiale che protegge i componenti interni, l’ABS, contiene anche la ruota del diametro di 16″, che sporge verso il manto stradale di circa 4″, in modo da non incepparsi con i pantaloni o con le stringhe.

Solowheel è in vendita da Hammacher Schlemmer a ben 1800 dollari, un costo irrisorio per quel che è definito la più ecosostenibile delle modalità di trasporto.
Questo è forse vero per i pigroni, perché vien da pensare: una bella passeggiata, no?

(via 7Gadgets )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • painlord2k scrive:
    Tasse e regolamenti
    Il grosso problema, in Italia, è che non si vogliono decidere a togliere la tassa annuale sul cellulare. Quella che impedisce ai gestori di farti ricariche di 1 euro, oppure li obbliga a chiedere di aggiungere credito ogni anno (almeno 10 euro di cui 5 in tassa).In molti casi, le leggi e i regolamenti esistenti limitano la possibilità dei gestori di farsi concorrenza offrendo servizi a basso o nessun costo.Non lamentiamoci troppo dei gestori, quando le leggi sono il motivo della scarsa concorrenza e degli alti costi.
  • Nonriescoa Fareillogi n scrive:
    Commissioni
    Finché ci saranno commissioni o spese varie, per forza che clienti e negozianti preferiranno il contante. Io ad esempio ricevo un SMS ogni volta che uso la carta o il bancomat; in teoria sarebbe una forma di sicurezza, peccato che me lo addebitano. Che strano quindi che preferisco i contanti, eh?
  • uno qualunque scrive:
    ah beh, c'è da fidarsi
    ... se il c'è Reply dietro..... NOT! :-)(ancora ancora Engieneering)...
  • Giechi Cian scrive:
    Mi da già l'idea dell'insicurezza...
    ... sapere di essere riconosciuto con il mio numero di cellulare.La rubrica del telefono si trasforma in una possibile lista di carte di credito delle relative persone e magari mi potrei divertire ad usare le loro date di nascita come password per i pagamenti online.FAIL.
  • ops scrive:
    quale sarebbe la praticita'?
    cosa si potrebbe fare piu' velocemente o comodamente o con maggior sicurezza di quello che gia' si puo' fare con le carte di credito? sopra tutto se si considerano le contact less...
    • Piero scrive:
      Re: quale sarebbe la praticita'?
      Che non tutti hanno/vogliono/possono permettersi una carta di credito, mentre tutti hanno/vogliono/possono permettersi un cellulare :)
      • ops scrive:
        Re: quale sarebbe la praticita'?
        beh, ti ricordo pero' che esistono anche le prepagate, il discorso e' lo stesso ma occorre implementare tutto un nuovo sistema che non costera' due lirette e il cui costo dovra' essere pagato sicuramente da qualcuno, che scommetto non sara' la tim
    • filoberto scrive:
      Re: quale sarebbe la praticita'?
      ad esempio per i parcheggi: non devi cercare ovunque la "gettoniera", poi se sei da qualche parte e ti rendi conto che non riesci a tornare in tempo ripaghi, cosi' ti si allunga la durata del parcheggio, o ancora telefoni per la data/ora iniziale e solo quando parti invii data/ora, e ti viene addebitato il saldo.oppure per certi servizi senza "cassa", vedi per le macchinette che ora sono a gettoni non verrebbero più scassinate e non dovrebbe passare l'omino a prendere i soldi, o ancora servizi per cui paghi e ti viene inviato un codice di sblocco (una pay per view?)...idee me ne vengono diverse, forse dovrei brevettarleSicuramente per sicurezza io mi farei una schedina a parte, diversa da quella che uso per telefonare...
      • Nonriescoa Fareillogi n scrive:
        Re: quale sarebbe la praticita'?
        - Scritto da: filoberto
        ad esempio per i parcheggi: non devi cercare
        ovunque la "gettoniera", poi se sei da qualche
        parte e ti rendi conto che non riesci a tornare
        in tempo ripaghi, cosi' ti si allunga la durata
        del parcheggio, o ancora telefoni per la data/ora
        iniziale e solo quando parti invii data/ora, e ti
        viene addebitato il
        saldo.Questo sarebbe carino.
        oppure per certi servizi senza "cassa", vedi per
        le macchinette che ora sono a gettoni non
        verrebbero più scassinate e non dovrebbe passare
        l'omino a prendere i soldiL'omino delle macchinette più che altro passa per riempirle, e quelli che le scassinano più che altro lo fanno per fregarsi la roba. Poi ci sono quelli a cui non scende la roba e credono che si sia mangiata i soldi, senza accorgersi che invece possono scegliere qualcos'altro, e la prendono a calci. E poi ci sono quelli che le rompono solo perché passano di lì.E poi ci sono quelli che danno fuoco alle macchinette nei sottopassaggi delle stazioni, e dopo tre mesi le ferrovie non si sono ancora degnate di ripristinare nemmeno l'illuminazione.Insomma, per le macchinette in questo paese i problemi sono altri...
  • Bad Sapper scrive:
    Un momento ...
    A parte che se gli italiani pagano in contanti c'è un motivo preciso ...Non ho capito come funziona il meccanismo, non avrebbe senso passare da internet, visto che c'è già PayPal e non sarebbe affatto una novità.Più preoccupante sarebbe se estendessero ai giornali, il pagamento coi cellulari come avviene per esempio sui portali delle compagnie, dove in certe zone si paga a parteConsiderato il concetto di legalità in questo paese (che poi ci riconduce al discorso dei contanti), quello sarebbe veramente un tiro al piccione.
    • Funz scrive:
      Re: Un momento ...
      In Italia c'è il terrore delle carte di credito e del denaro elettronico, è vero... è un retaggio dell'inesistente senso civico e onestà della gente.In realtà questo sistema c'è già e funziona in Giappone, anche se con uno standard ancora diverso e dovranno passare a NFC pure loro.http://www.nfctimes.com/report/docomo-reveals-strategy-move-nfc
      • Farlocco scrive:
        Re: Un momento ...
        - Scritto da: Funz
        In Italia c'è il terrore delle carte di credito e
        del denaro elettronico, è vero... è un retaggio
        dell'inesistente senso civico e onestà della
        gente.Retaggio?Molta gente paga in contanti perché ... incassa in contanti ... possibilmente in nero
    • cognome nome scrive:
      Re: Un momento ...

      A parte che se gli italiani pagano in contanti
      c'è un motivo precisoAmano l'evasione fiscale? Infatti usando la plastica (visa) invece della carta (contante) si spezza tutto il giro di nero, esempietto banale:- il ristoratore NON ti fa lo scontrino, tu lo paghi in contanti che lui usa per pagare l'extracomunitario non regolare che lava i piatti e per comprare senza fattura da un fornitore- tu paghi con plastica: il ristoratore è costretto a farti lo scontrino e non ha contante da immettere nel circuito del neroFacile, non è vero? Peccato che l'italiota medio non ci arrivi...
      • Redpill scrive:
        Re: Un momento ...
        - Scritto da: cognome nome

        A parte che se gli italiani pagano in contanti

        c'è un motivo preciso

        Amano l'evasione fiscale? Infatti usando la
        plastica (visa) invece della carta (contante) si
        spezza tutto il giro di nero, esempietto
        banale:
        - il ristoratore NON ti fa lo scontrino, tu lo
        paghi in contanti che lui usa per pagare
        l'extracomunitario non regolare che lava i piatti
        e per comprare senza fattura da un
        fornitore
        - tu paghi con plastica: il ristoratore è
        costretto a farti lo scontrino e non ha contante
        da immettere nel circuito del
        nero

        Facile, non è vero? Peccato che l'italiota medio
        non ci
        arrivi...L'italiota medio ha anche la carte di credito più costose d'Europa...
        • cognome nome scrive:
          Re: Un momento ...

          L'italiota medio ha anche la carte di credito più
          costose d'Europa...L'italiota medio non usa un c/c online (fineco, ing etc) dove la carta di credito è gratis. E non solo quella :)))Ripeto: usa sempre, comunque e dovunque la plastica e "ucciderai" l'evasione fiscale...
          • pippO scrive:
            Re: Un momento ...
            - Scritto da: cognome nome

            L'italiota medio ha anche la carte di credito
            più

            costose d'Europa...


            L'italiota medio non usa un c/c online (fineco,
            ing etc) dove la carta di credito è gratis. E non
            solo quella
            :)))
            Ripeto: usa sempre, comunque e dovunque la
            plastica e "ucciderai" l'evasione
            fiscale...Vero, ma anche quel poco di privacy che ti resta... :'(
          • ZLoneW scrive:
            Re: Un momento ...
            - Scritto da: cognome nome
            L'italiota medio non usa un c/c online (fineco,
            ing etc) dove la carta di credito è gratis. E non
            solo quella :)))Non basta. L'Italia è il paese in cui non puoi comprare un caffè e pagarlo con la carta di credito, perché le commissioni applicate all'esercente sono troppo elevate.E' il paese in cui il Telepass viene fatto pagare all'automobilista che lo richiede, invece che essere dato in comodato gratuito e con uno sconto sul pedaggio, visto il risparmio che permette al gestore di conseguire.Può bastare, o continuo? O)
            Ripeto: usa sempre, comunque e dovunque la
            plastica e "ucciderai" l'evasione
            fiscale...
          • Alcolemic AKA Il Solito scrive:
            Re: Un momento ...
            - Scritto da: cognome nome

            L'italiota medio ha anche la carte di credito
            più

            costose d'Europa...


            L'italiota medio non usa un c/c online (fineco,
            ing etc) dove la carta di credito è gratis. E non
            solo quella
            :)))
            Ripeto: usa sempre, comunque e dovunque la
            plastica e "ucciderai" l'evasione
            fiscale...Ricordo anni fa una fantastica proposta di De Crescenzo: abolire le banconote.I contanti sarebbero solo le monetine, buone per dare la mancia o pagare un giornale o un caffè. O da dare al bimbo che va alloratorio/alla piscina / al campetto per pagarsi il ghiacciolo o la pizzetta.
      • Michele Anderi scrive:
        Re: Un momento ...
        BRAVO!!!!
  • socrate scrive:
    Soffiata l'idea ad Apple?
    Apple aveva (e ha ancora, suppongo) l'intenzione di attivare un sistema di pagamento con la tecnologia NFC su iPhone, praticamente aggiungendo all'iPhone tutte le funzioni di una normale carta di credito per effettuare ogni tipo di spesa, dal supermercato al ristorante, abbigliamento... tutto. Ora, se TIM, Vodafone, Wind, 3 Italia, Postemobile e Fastweb hanno intenzione di fare altrettanto, allora si, soffieranno l'idea ad Apple, solo in Italia però... Può funzionare? E se si limitano ad offrire il pagamento solo di "alcuni" servizi digitali, allora non hanno proprio dove andare. Ad Ottobre 2011 arriverà l'iPhone 5 con iOS 5 e li spazzerà via offrendo il pagamento di ogni genere di bene. Chi mai sceglierà un sistema di pagamento diverso solo per pagare "alcuni" servizi? Forse solo chi non ha iPhone. Ma se l'iPhone funzionerà pure come carta di credito, gli utenti di iPhone saranno sempre di più... E poi iPhone offrirà questo servizio world-wide, quindi anche comodo per pagare all'estero.Ecco, l'idea poteva funzionare, però è stata declinata all'italiana: in un modo provinciale, entro i confini italiani e solo per pagare 4 servizi digitali. Non è così che si mietono successi. Sveglia!Il piano giusto era: accordarsi con VISA, Mastercard e Amex per offrire un servizio world-wide di pagamento associato al numero di telefono. Naturalmente con Telecom in tutto il mondo, Vodafone in tutto il mondo... non con Postemobile Italiane! A quel punto Apple, scavalcata, avrebbe potuto soltanto fornire un software e la tecnologia NFC per agevolare il servizio su iPhone, e non per gestire i pagamenti dagli account iTunes (che significa creare una banca mondiale con già 200 milioni di accounts, un potere enorme e profitti alle stelle - vedrete).P.S. Io dovevo fare l'amministratore delegato di una tech company, non quei 4 raccomandati/obsoleti dei partiti.
    • I did it for the lulz scrive:
      Re: Soffiata l'idea ad Apple?
      Non è che sia proprio nuova l'idea della NFC, né che Apple con IPhone 5 sia la prima arrivata: http://www.youtube.com/watch?v=Jjw72UekRJ0Poi, per quanto ho capito, si paga di pagamenti online, di fornire il numero di cellulare come identificativo (sostituto del numero di carta di credito) ed una password, per effettuare micro-pagamenti prelevando dal credito telefonico
      • socrate scrive:
        Re: Soffiata l'idea ad Apple?
        eh si, ma se fosse stato un sistema basato su carta di credito e NFC, sarebbe stato molto più performante, potente, globale... Bastava inserire una password, ed il numero di telefono sarebbe stato il nuovo username (da non digitare) di un servizio simile a PayPal ma legato direttamente alla carta di credito. Così avvicini il cellulare al POS e grazie alla tecnologia NFC in un istante, inserisci la password e hai pagato. Tutto. Non soltanto i servizi digitali. Pensa alle massaie che fanno la spesa al supermarket, che sono milioni di più rispetto ai fruitori di giornali on-line e che non hanno dimestichezza con la tecnologia. Facilissimo. Accosti il cell, digiti abc e... pagato! Compri anche il chewing-gum così. Nessun rischio che una password di 6 caratteri venga accidentalmente inserita correttamente quando il cell è in borsa. E pensa anche, metti il cell di fronte al codice a barre della bolletta del telefono, gas, luce... inserire password, e tac, hai pagato. Bollettini postali per documenti, permessi, patenti, tesorerie varie? Pagato. Cinema? Pagato. Parcheggio? Pagato. Autostrada? Pagato tipo Telepass. Ma anche su internet. La pagina visualizza il bar-code, accosti il cell... Pagato. Un armadio? Pagato. Un messaggio dice "lo trasportiamo a casa tua? Yes/No". Tap su YES ed il tuo indirizzo è gia associato al cell, quindi non lo devi digitare ogni volta. Consegnato. Magari anche con comandi vocali tipo: Bionda o bruna? Bionda. Casa tua o casa mia? Mia. Un fiorino! Pagato :-)
        • Funz scrive:
          Re: Soffiata l'idea ad Apple?
          Tutto molto comodo, per farti scucire i soldi si inventano modi sempre più rapidi :DPiuttosto questi signori dei telefoni italiani cosa stanno facendo? Implementano NFC? Nooo, pare che vogliano inventarsi il loro standard personale... gli auguro ogni fallimento. Peccato che così il vero NFC arriverà da noi con chissà quanti anni di ritardo rispetto ai Paesi sviluppati.
          • Michele Anderi scrive:
            Re: Soffiata l'idea ad Apple?
            Bravo, proprio cosi'. Il futuro e' senz'altro NFC e non questa balzana idea delle Telco italiane. Quando si tratta di spillare soldi si mettono subitissimo d'accordo, ma guarda....
  • Lorenzo scrive:
    Con un click ...
    Con il numero di telefonini che vanno su internet premendo un tastoanche se la tastiera e' bloccata ( e ce ne sono ) chissa' quanta bella roba acquisteremo ... automaticamente col telefono in tasca
  • esprit scrive:
    Engineering
    Beh... se la società di cui si parla è questa:http://punto-informatico.it/3048365/PI/News/vertenza-engineering-dicembre-confronto.aspxnon mi sembra ci sia da stare allegri...
  • bertuccia scrive:
    non mi interessa
    spero ci sia la possibilità di non attivare il servizio per il proprio numero telefonico
    • pippO scrive:
      Re: non mi interessa
      - Scritto da: bertuccia
      spero ci sia la possibilità di non attivare il
      servizio per il proprio numero
      telefonicosi, ma dovrai pagare per toglierlo... :D
  • Star scrive:
    Chi vuole scommettere...
    ...che improvvisamente gli utenti di suddette compagnie telefoniche presto o tardi si troveranno sul proprio account (micro)pagamenti di beni che non hanno mai acquistato con molte difficoltà per dimostrarlo (i riottenere il credito rubato...) O)
    • pippO scrive:
      Re: Chi vuole scommettere...
      - Scritto da: Star
      ...che improvvisamente gli utenti di suddette
      compagnie telefoniche presto o tardi si
      troveranno sul proprio account (micro)pagamenti
      di beni che non hanno mai acquistato con molte
      difficoltà per dimostrarlo (i riottenere il
      credito rubato...)
      O)Nessuno, hai già vinto ;)
  • suka scrive:
    mah
    probabilmente sarà un "nuovo" metodo per XXXXXXX altri soldi agli utenti ...
    • Rover scrive:
      Re: mah
      Costo dell'operazione per il cliente?Certo che un utente voglioso più mezzi di pagamento ha a disposizione e più è tentato di spendere...
    • pippO scrive:
      Re: mah
      - Scritto da: suka
      probabilmente sarà un "nuovo" metodo per XXXXXXX
      altri soldi agli utenti
      ...Già vedi le storie delle bollette gonfiate, dai dialer... :D
Chiudi i commenti