Hardware, le brevissime di oggi

Sistema anti-intrusione made in Italy - Scheda TV PCI di Sapphire - HDD mobile LaCie da 100 GB - Video editing prosumer by TerraTec - TV Box, TV su monitor senza PC - Masterizzatore DVD 16x da Waitec - Iomega, mini chiave USB da 512 MB

La soluzione di sicurezza italiana WatchDOG
La società di Lecco Lario Engineering ha lanciato sul mercato WatchDOG , sistema hardware/software per il rilevamento dei tentativi di intrusione verso reti informatiche. WatchDOG viene definito la prima soluzione italiana per la sicurezza a combinare la tecnologia di riprogrammazione dei firewall con Snort, il più noto sistema open source di intrusion detection. Le caratteristiche comprendono l’integrazione con i più diffusi firewall (WatchGuard, Cisco PIX e Iptable), l’aggiornamento quotidiano da Internet delle regole per l’individuazione degli attacchi, la possibilità di personalizzare il livello degli allarmi e le retroazioni a esso collegati, il controllo dei dati che transitano nella rete e la notifica, tramite e-mail, SNMP, paging, Unix socket e Samba, di eventuali tentativi di intrusione. WatchDOG dispone di un’interfaccia grafica attraverso da cui è possibile accedere a tutte le impostazioni del software. Lario commercializza WatchDOG IDS, un’appliance dedicata alle aziende con una sola sede, e l’accoppiata WatchDOG Management Console e WatchDOG Network Sensor, indirizzata invece alle aziende con più sedi geografiche. Posizionando un Network Sensor presso ogni sede, infatti, la gestione della rete potrà essere effettuata dalla sede centrale o in outsourcing tramite il servizio offerto da Lario.

Sapphire TV PCI Theatrix
Sapphire Technology ha lanciato una nuova scheda add-in per PC, la TV PCI TheatriX , dotata di sintonizzatore TV con telecomando. Basata sul più recente TV controller on-chip Theater 550 Pro della ATI e usata congiuntamente al telecomando Universal Sapphire, TheatriX consente agli utenti non solo di guardare la TV o ascoltare la radio sul PC ma anche di acquisire immagini da una videocamera. La scheda è dotata di supporto hardware per la codifica video MPEG-2 con riduzione del rumore e di un codificatore audio MPEG con frequenze di campionamento fino a 48 KHz e codifica a 2 canali Dolby Digital. La TheatriX incorpora una radio FM e supporta gli ingressi S-Video e Composite Video tramite un blocco cavi Video/Audio In. Tutte le funzioni sono controllabili tramite telecomando, incluso. Il software in dotazione comprende PowerCinema3 di Cyberlink, che consente di guardare TV, film su DVD, video clip, ascoltare la radio FM o creare DVD.La scheda costa 99 euro.

LaCie Mobile Hard Drive
LaCie ha introdotto nuovi modelli di Mobile Hard Drive (MHD) con capacità fino a 100 GB. Si tratta di unità autoalimentate che, stando a quanto affermato dal produttore, pesano poco più di un mazzo di carte (150 grammi) e stanno nel taschino di una camicia. Queste caratteristiche, unite alla doppia interfaccia di connessione FireWire/USB 2.0, rendono gli MHD particolarmente indicati per la mobilità e per il backup dei notebook. In tutto i modelli di MHD sono sei e si differenziano per capacità (da 40 a 100 GB), velocità di rotazione dei piattelli (4.200, 5.400 e 7.200 RPM) e dimensione del buffer (2 o 8 MB). Il prezzo del modello base è di 170 euro, mentre quello del top di gamma è di 395 euro.

Grabster AV 400 di TerraTec
Grabster AV 400 di TerraTec Electronic è un convertitore video esterno, caratterizzato da un compatto astuccio in alluminio, che consente di collegare qualsiasi PC con interfaccia USB 2.0 con una sorgente video con uscita analogica, come videocamere, lettori DVD, ricevitori satellitari, videoregistratori ecc. Con il software Ulead DVD MovieFactory 3 (versione completa) e Ulead VideoStudio 7 SE inclusi nel prodotto, gli utenti possono editare i video sul computer, archiviarli o copiarli su DVD, SVCD e VCD. Dotato di ingressi Video Composito, S-Video e Audio Stereo oltre a un’interfaccia USB (2.0 o 1.1), Grabster AV 400 converte i segnali video direttamente in formato MPEG-2/1 con codifica hardware. Non è richiesto alcun alimentatore esterno ed è inoltre possibile creare DVD-RW al volo. Grabster AV 400 è disponibile ad un prezzo di vendita al dettaglio di 129 euro.

Skintek TV Box Platinum
Skintek, il marchio consumer di Elettrodata , ha annunciato TV Box Platinum , è un sintonizzatore TV esterno che consente di guardare la TV o un video, o di usare una console per videogame, su qualsiasi monitor LCD/CRT o proiettore compatibile VGA. Il prodotto funziona anche senza la presenza di un PC, e permette di effettuare l’anteprima di nove diversi canali TV. TV Box Platinum supporta una risoluzione fino a 1024 x 768 punti, per cui permette di lavorare e contemporaneamente guardare la TV all’interno di una finestra – che può essere ridimensionata – sullo schermo. Inoltre, il dispositivo offre uno Sleep Timer che permette di definire il tempo di spegnimento. TV Box Platinum viene dichiarato compatibile con tutti i sistemi TV e audio/stereo, contiene una tabella aggiornata dei canali TV di 150 paesi, ha l’autoscan automatico dei canali e supporta gli standard PAL e NTSC. Il prodotto viene venduto sul sito di Skintek al prezzo di 101,04 euro (più spese di spedizione).

Masterizzatore DVD 16x da Waitec
Waitec ha lanciato il suo primo masterizzatore DVD double-layer (DL) capace di raggiungere la velocità di scrittura di 16x. L’ Action 16 , questo il nome dell’unità, è in grado di scrivere i DVD+R DL alla velocità di 2,4x, i DVD+R a 16x, i DVD-R a 8x, i CD-R a 48x, i CD-RW a 24x e i DVD riscrivibili a 4x. Le velocità di lettura sono invece di 16x per i DVD-ROM e di 48x per i CD-ROM con tempi di accesso di 160 ms. L’Action 16 ha un’interfaccia EIDE e un buffer di 2 MB. Il drive viene venduto al prezzo di 115 euro con garanzia di due anni on-site e software di masterizzazione Nero Suite 3.

Iomega Micro Mini USB 2.0 da 512 MB
Iomega ha presentato il nuovo modello di Micro Mini USB Drive da 512 MB, un drive basato su memoria flash dal design molto compatto (Iomega sostiene che le sue dimensioni sono la metà di quelle di una tipica chiave USB) e dal peso di 9 grammi. Il nuovo microdrive USB di Iomega è dotato di un led che segnala quando la chiave è attiva, inoltre adotta una memoria capace di trasferire i dati ad una velocità massima di 8 MB/s. Il drive include diversi accessori, fra cui un cavo di estensione USB illuminato, un portachiavi, una catenina per portare il drive al collo e tre custodie colorate intercambiabili. I drive Iomega Micro Mini utilizzano la piattaforma Active Disk : i software compatibili con tale tecnologia sono progettati per essere lanciati automaticamente da un drive Iomega Mini USB 2.0 quando quest’ultimo viene collegato a qualsiasi PC compatibile. Il prezzo della nuova chiavetta da 512 MB è di 159 euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Quando una versione per windows ?
    Esiste una versione per windows da usare con Mozilla o con Outlook Express?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quando una versione per windows ?
      - Scritto da: Anonimo
      Esiste una versione per windows da usare con
      Mozilla o con Outlook Express?Non se ne parla neanche !E' giusto che gli utenti windows si cucchino anche gli spam oltre che i virus !
    • Gipi scrive:
      Re: Quando una versione per windows ?
      - Scritto da: Anonimo
      Esiste una versione per windows da usare con
      Mozilla o con Outlook Express?SpamAssassin è un prodotto destinato ai server e programmato in perl, quindi installabile anche sotto Windows con ActiveState Perl. Il problema è che con Outlook Express non ci fai nulla perché non puoi configurare filtri esterni.Per Outlook Express puoi usare spamhilator (http://www.spamihilator.com/) che è gratuito e fa il suo lavoro.Personalmente ti consiglio Thunderbird 0.8 che è veramente eccezionale (OE con spamhilator mi faceva passare qualche email di spam, questo le intercetta tutte).Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Invece io commento il cambio di licenza
    nel senso che non ho capito come possa essere cambiata.Non si diceva che qualcosa sotto GPL rimarrà sempre sotto GPL? Oppure basta avere la doppia licenza è poi cancellare quella che non mi interessa più?E' solo un chiarimento, non voglio polemizzare con nessuno, il prodotto è buono, W linux e l'open-source, voglio solo capire come è possibile che cambi la licenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Invece io commento il cambio di lice
      Se tutti (ma proprio TUTTI) gli sviluppatori di un programma sotto GPL decidono di cambiare si può fare.Basta che un solo sviluppatore dice NO e non si fa nulla.Spero basti come chiarimento :)
      • gerry scrive:
        Re: Invece io commento il cambio di lice
        - Scritto da: Anonimo
        Basta che un solo sviluppatore dice NO e non
        si fa nulla.Se invece si esclude il codice del detto sviluppatore si può fare?
      • Anonimo scrive:
        Re: Invece io commento il cambio di lice
        - Scritto da: Anonimo
        Se tutti (ma proprio TUTTI) gli sviluppatori
        di un programma sotto GPL decidono di
        cambiare si può fare.

        Basta che un solo sviluppatore dice NO e non
        si fa nulla.

        Spero basti come chiarimento :)Ma cosa vuol dire? il prodotto è stato rilasciato, ormai hai donato il codice all'umanità, come fai a riprenderlo? O anche se il codice rimane aperto, come fai a cambiare le carte in tavola?Allora è come Libero, prima ci dà le mail gratis, poi cambia rotta (ed adesso non puoi nemmeno fare più la MailL ma solo la XL!).
        • Anonimo scrive:
          Re: Invece io commento il cambio di lice
          Il cambio di licenza non è retroattivo, vale solo per il codice sviluppato da questo momento in avanti anche se implicitamente include anche il vecchio codice.Se uno si prende una vecchia versione di SpamAssassin può utilizzare il sorgente seguendo le regole della licenza sotto la quale è stato rilasciato in quel momento !
          • Anonimo scrive:
            Re: Invece io commento il cambio di lice
            Aggiungo, per fare un paragone:un po' come è successo al cambio della licenza di xfree86... A tutte le distribuzioni non è piaciuta la nuova licenza, qualcuno ha preso tutto il codice rilasciato con la licenza precedente è ha creato il fork X.org che adesso viene supportato da tutte le distribuzione (redhat, debiam, suse, slakware, tutte insomma) che hanno cestinato xfree86...Andrea
            Se uno si prende una vecchia versione di
            SpamAssassin può utilizzare il
            sorgente seguendo le regole della licenza
            sotto la quale è stato rilasciato in
            quel momento !
        • Anonimo scrive:
          Re: Invece io commento il cambio di lice
          - Scritto da: Anonimo
          Ma cosa vuol dire? il prodotto è
          stato rilasciato, ormai hai donato il codice
          all'umanità, come fai a riprenderlo?
          O anche se il codice rimane aperto, come fai
          a cambiare le carte in tavola?
          Allora è come Libero, prima ci
          dà le mail gratis, poi cambia rotta
          (ed adesso non puoi nemmeno fare più
          la MailL ma solo la XL!).Non funziona così. Dipende da versione a versione.In pratica, la nuova versione è sotto una licenza nuova. Se vuoi il prodotto sotto gpl, ti prendi l'ultima versione rilasciata sotto gpl e ti fai un fork. E' esattamente quello che hanno fatto con X quando uno degli sviluppatori ha voluto cambiare licenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Invece io commento il cambio di lice
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Se tutti (ma proprio TUTTI) gli
          sviluppatori

          di un programma sotto GPL decidono di

          cambiare si può fare.



          Basta che un solo sviluppatore dice NO
          e non

          si fa nulla.



          Spero basti come chiarimento :)

          Ma cosa vuol dire? il prodotto è
          stato rilasciato, ormai hai donato il codice
          all'umanità, come fai a riprenderlo?Non è esattamente così. Rilasciare codice con licenza GPL non significa rinunciare al copyright. Chi lo detiene legittimamente può fare ciò che vuole col codice, fermo restando il rispetto delle clausole di tale licenza. In particolare il cambiamento è consentito ma non può essere retroattivo, ossia per ciò che è stato rilasciato in passato continuano a valere le vecchie condizioni (la GPL).Ci tengo a far notare che lo scopo per il quale è stata ideata la GPL non è quello di regalare codice (per questo il "pubblico dominio" funziona egregiamente), sebbene la gratuità sia percepita come un aspetto rilevante da parte degli utenti non è certo quello preponderante, bensì, sintetizzando molto e con qualche inevitabile omissione, favorire la diffusione dell'informatica quale strumento di innovazione e di sviluppo (sia sociale che economico), dando diritti (garantire che chi riceve un programma possa studiarlo, modificarlo, e ridistribuirlo liberamente sempre in accordo alla GPL) e imponendo doveri (non appropriarsi del lavoro degli altri, ossia se un programma modificato viene ridistribuito, è necessario che anche questa versione sia rilasciata sotto licenza GPL in modo che i benefici ricadano anche su chi ha sviluppato in passato, su chi svilupperà in futuro, e sugli utenti).
          O anche se il codice rimane aperto, come fai
          a cambiare le carte in tavola?
          Allora è come Libero, prima ci
          dà le mail gratis, poi cambia rotta
          (ed adesso non puoi nemmeno fare più
          la MailL ma solo la XL!).
        • fabri.80 scrive:
          Re: Invece io commento il cambio di lice
          Che centra Libero?Quella scelta è stata dettata solo da costi di gestione, mantenere un server POP3 costa parecchio, e poi se tu avessi letto bene il contratto che ti è stato fatto accettare prima di attivare la mail avresti letto che il servizio FREE può essere interrotto senza preavviso; e adesso non venirmi a raccontare che tu usi la mail per lavoro e ne avevi bisogno, perchè saresti stato un'incoscente ad utilizzare una mail FREE per lavoro visto che registrare un dominio con una mail tua ti costa poco più di 20 euro all'anno! :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Invece io commento il cambio di lice
        - Scritto da: Anonimo
        Se tutti (ma proprio TUTTI) gli sviluppatori
        di un programma sotto GPL decidono di
        cambiare si può fare.

        Basta che un solo sviluppatore dice NO e non
        si fa nulla.

        Spero basti come chiarimento :)E' sbagliato. In realta' chi puo' decidere il cambio di licenza e' il detentore del Copyright del progetto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Invece io commento il cambio di lice
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Se tutti (ma proprio TUTTI) gli
          sviluppatori

          di un programma sotto GPL decidono di

          cambiare si può fare.



          Basta che un solo sviluppatore dice NO
          e non

          si fa nulla.



          Spero basti come chiarimento :)

          E' sbagliato. In realta' chi puo' decidere
          il cambio di licenza e' il detentore del
          Copyright del progetto.
          E quindi tutti i detentori nel caso in cui gli sviluppatori siano anche detentori ;)
  • Anonimo scrive:
    help
    Qualke anima pia potrebbe segnalare 1a pagina per aiutare i non anglofili alla configurazione del suddetto programma con win?Grazie
    • Anonimo scrive:
      Re: help
      Prima ti pongo io una domanda :)Su win hai installato un tuo server mail ?Se si, allora molto probabilmente sai anche districarti tra le info in inglese....SA lavora a livello smtp.... e' il provider o chi fornisce il servizio mail che deve sbattersi ad installarlo sui suoi sistemi..poi se fornisce anche dei buoni filtri lato server per filtrare in modo "esaustivo" sulla base delle informazioni che SA mette negli header, sei a cavallo...altrimenti configuri il tuo client mail in modo che (es semplice) scarta tutte le mail con uno spam score
      = X ...
      • giallu scrive:
        giallu


        SA lavora a livello smtp.... e' il provider
        o chi fornisce il servizio mail che deve
        sbattersi ad installarlo sui suoi sistemi..Non è completamente vero... SA può essere installato sia lato server che lato client.Ho anche trovato un doc che spiega come installarlo in windows:http://wiki.apache.org/spamassassin/InstallingOnWindowsehttp://www.openhandhome.com/howtosa300.htmlma in italiano proprio no...in ogni caso esistono sempre alternitive; molti prodoti commerciali sono basati su SA:http://wiki.apache.org/spamassassin/CommercialProductsoppure, potresti instanto provare il filtro (secondo me già molto efficace) presente in mozilla. Per scaricarlo in italiano prova:http://www.mozillaitalia.orghai 2 scelte: * la suite: comprende browser, email client e molto altro* thunderbird: solo email reader
  • pikappa scrive:
    per chi commenterà
    stupidamente sul fatto del cambio di licenza, e sono sicuro che qualcuno lo farà.E' bene ricordare che spamassassin è entrato a far parte dei progetti della apache foundation, dunque si è semplicemente uniformato alle linee guida degli altri progetti
    • Anonimo scrive:
      Re: per chi commenterà
      - Scritto da: pikappa
      stupidamente sul fatto del cambio di
      licenza, e sono sicuro che qualcuno lo
      farà.
      E' bene ricordare che spamassassin è
      entrato a far parte dei progetti della
      apache foundation, dunque si è
      semplicemente uniformato alle linee guida
      degli altri progettiNon erano mica costretti a farlo pero! :@
  • Anonimo scrive:
    Onore al merito
    Gia' con la versione 2.63 mi trovo veramente bene. Ho faticato a metterlo a punto; poi sono riuscito ad mpostare i filtri bayesani. La morte per gli spammer :-)
Chiudi i commenti