Hardware per colpire il traffico BitTorrent

Ci pensa una società americana che sostiene di aver realizzato un dispositivo che consentirà ai provider di gestire o eliminare i download basati sul protocollo torrentizio
Ci pensa una società americana che sostiene di aver realizzato un dispositivo che consentirà ai provider di gestire o eliminare i download basati sul protocollo torrentizio

Ha senso per un fornitore di connettività ridurre o eliminare il traffico BitTorrent? Considerando che una parte sempre maggiore del traffico Internet gira su protocollo BitTorrent andando a saturare la banda disponibile dei provider (ISP), e che qualche ISP già lavora sul traffic shaping , il timore che molti ISP vogliano “far fuori” BitTorrent è fondato. E un produttore americano lo sa benissimo .

Allot Communications ha infatti annunciato un dispositivo hardware che a suo dire è il primo capace di individuare e gestire con facilità i download effettuati con BitTorrent. Secondo Allot, l’apparecchio lavora anche sui pacchetti cifrati, che costituiscono una parte sempre crescente del download torrentizio. Il tutto grazie a sistemi di “analisi profonda” dei pacchetti:

Aiuta i service provider e le imprese a impostare priorità con regole per il traffico BitTorrent e sistemi di traffic shaping. Inoltre permette alle aziende di bloccare il traffico basato su questo protocollo o limitare la quantità di banda disponibile per il traffico BitTorrent .

– Ne parla Ars Technica
PC Facile pone l’accento sulla capacità di intercettare i download criptati

– Lo scorso gennaio una paper di Bram Cohen , che BitTorrent lo ha inventato, sconsigliava ai provider di ricorrere a questi sistemi. Occhio provider, agli utenti potrebbe non piacere…

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 09 2006
Link copiato negli appunti