Harry Potter, Rowling sconfigge il babbano

Il duello si conclude a favore dell'autrice: il giudice riconosce che la potterpedia non autorizzata attinge troppo e rielabora troppo poco. Ma la fan fiction non deve morire - UPDATE

Roma – Il prontuario online per babbani dedicato all’universo narrativo di Harry Potter lascia spazio ad un desolante collage di annunci pubblicitari: The Harry Potter Lexicon è offline, né troverà il modo di riversarsi su carta. J.K. Rowling, madre padrona del maghetto che ammalia giovani e adulti, si dichiara entusiasta: non tutte le opere collaterali prodotte da autori non autorizzati hanno diritto ad esistere.

Fan fiction Ad accordare a Rowling il diritto di decespugliare le diramazioni della propria fantasia, il giudice Robert Patterson. Era stato incaricato di valutare la posizione di RDR Books , casa editrice che avrebbe dovuto pubblicare The Harry Potter Lexicon , un’opera di fan fiction nata come sito web, che ricostruiva e ordinava eventi e personaggi della saga.

Rowling non si era scagliata contro il sito, del quale tesseva le lodi ammettendone l’utilità per ricostruire dettagli dell’intreccio narrativo, quanto contro la metamorfosi cartacea e potenzialmente profittevole del Lexicon . Steve Vander Ark, libraio e appassionato della serie, meditava di travasare la sua opera di fan fiction e la sua passione in un libro tradizionale. Rowling, furente, accusava Ark di essersi appropriato della sua fantasia e di averla concentrata in un’operazione commerciale che avrebbe potuto attentare al successo di un progetto previsto dall’autrice nel prossimo futuro, una potterpedia i cui ricavati sarebbero stati donati in beneficenza.

Così come era accaduto indistintamente per copie pirata e anticipazioni e per le declinazioni accessibili del testo , Rowling aveva dichiarato di sentirsi espropriata del proprio nome e della propria creatività. Il giudice Patterson le ha dato ragione : “Il Lexicon, nel suo proposito di fungere da guida, si appropria in maniera troppo massiccia dell’opera creativa di Rowling”. Per questo motivo ha esteso il blocco provvisorio sull’opera di Ark, un provvedimento messo in campo per “prevenire l’eventuale proliferazione di opere che poggino sullo stesso principio e quindi sviliscano l’incentivo per gli autori originari a creare nuove opere”.

Non si intendono scoraggiare le opere di fan fiction, non si intende istituire un precedente che possa tarpare le ali alla creatività degli appassionati. Il Lexicon non si può ascrivere alla dottrina del fair use in quanto si presenta come una copia troppo pedissequa, ha decretato il giudice, non attorniata di materiale originale quella che è una semplice rielaborazione dell’opera della scrittrice. Esistono però opere derivate che non si limitano ad attingere e a riorganizzare stralci copiaincollati di opere protette: questo tipo di opere, ha spiegato il giudice Patterson, “andrebbero incoraggiate, non sbaragliate”.

Anthony Falzone, legale della Stanford Law School che ha affiancato RDR Books nella sua difesa contro Rowling, ha accolto la decisione del giudice lasciando trasparire l’intenzione di ricorrere in appello, forse incoraggiato dal fatto che “la corte ha riconosciuto in linea generale che gli autori non hanno il diritto di fermare la pubblicazione di guide e di opere collaterali”. Ne esistono già molte, dentro e fuori dalla rete, due delle quali sono scaturite dalla penna della stessa Rowling facendo affluire nelle sue tasche 30 milioni di dollari.

Dallo scontro con Ark e RDR Book, Rowling ha recuperato poco più di 6mila dollari e l’assicurazione che il Lexicon non possa causare “danni irreparabili” in vista del lancio dell’enciclopedia potteriana ufficiale. C’è chi suggerisce che l’autrice avrebbe potuto trarre molto di più dal duello: avrebbe potuto alimentare l’intangibile aura che circonda la sua figura e il mondo magico di Harry Potter. Sono attributi che si riverseranno invece su Ark, lo sconfitto: in programma c’è una nuova opera derivata. Contiene per ora solo poche parole distillate dalla saga originale, parole che è probabile scompaiano prima della pubblicazione: “Abbiamo chiesto l’autorizzazione – ha spiegato un rappresentante dell’editore – ma immagino che rinunceremo ad includerle perché l’autorizzazione non giungerà mai, o non ci verrà accordata”.

Gaia Bottà

UPDATE: I lettori segnalano che The Harry Potter Lexicon è ancora online all’indirizzo hp-lexicon.info .

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Muhammad scrive:
    ben gli sta!!!
    Quante storie per un "bloggaro" sparaballe arrestato.Le leggi sono fatte per essere rispettate: parlare male del Re e dello Stato è severamente (e giustamente) punito.Ora lo mandino pure a curarsi la salute malata in mezzo al deserto; vedrai come torna a casa in forma dopo due anni a spalare sabbia sotto il sole.Soprattutto ben guarito dalla voglia di raccontare balle sul suo fetentissimo blog.
    • Misx scrive:
      Re: ben gli sta!!!
      Ecco, bravo ora ritorna a fare i compiti per casa
      • Muhammad scrive:
        Re: ben gli sta!!!
        - Scritto da: Misx
        Ecco, bravo ora ritorna a fare i compiti per casaArriverà presto il giorno in cui piglieremo a calci i vostri culi infedeli.Allahu Akbar!!!!
        • lawrence scrive:
          Re: ben gli sta!!!
          - Scritto da: Muhammad
          - Scritto da: Misx

          Ecco, bravo ora ritorna a fare i compiti per
          casa

          Arriverà presto il giorno in cui piglieremo a
          calci i vostri culi
          infedeli.
          Allahu Akbar!!!!seeee, io starei attento ai calci in culo1) un buon musulmano non tocca i suini e qui da noi c'e' n'e' tanti rischiate scomunica2) se ci mandate in malora e cominciate a comandare voi tempo 5 minuti vi trovate ad avere uno stile di vita modello Afghanistan mentre risulta che la maggior parte se l'e' filata dai rispettivi paesi di origine perche' la' si faceva la fame
    • previti for ever scrive:
      Re: ben gli sta!!!
      - Scritto da: Muhammad
      Quante storie per un "bloggaro" sparaballe
      arrestato.
      Le leggi sono fatte per essere rispettate:
      parlare male del Re e dello Stato è severamente
      (e giustamente)
      punito.
      Ora lo mandino pure a curarsi la salute malata in
      mezzo al deserto; vedrai come torna a casa in
      forma dopo due anni a spalare sabbia sotto il
      sole.
      Soprattutto ben guarito dalla voglia di
      raccontare balle sul suo fetentissimo
      blog.hahaha Muhammad, sei un grande!!!Quoto e condivido tutto quello che hai detto.Ma facessero così in Italia con quel rimbambito di Beppe Grillo!!!Allora si che godrei davvero!!!! (rotfl)
    • luca scrive:
      Re: ben gli sta!!!
      - Scritto da: Muhammad
      Quante storie per un "bloggaro" sparaballe
      arrestato.
      Le leggi sono fatte per essere rispettate:
      parlare male del Re e dello Stato è severamente
      (e giustamente)
      punito.
      Ora lo mandino pure a curarsi la salute malata in
      mezzo al deserto; vedrai come torna a casa in
      forma dopo due anni a spalare sabbia sotto il
      sole.
      Soprattutto ben guarito dalla voglia di
      raccontare balle sul suo fetentissimo
      blog.Hahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahma perche' non te ne vedi di anda un po' affanc......HahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaMa se in marocco si sta cosi bene ed e' cosi bello e il re tanto buono e generoso perche' non ve ne state li invece di venire a scassare i marroni qua?HahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaE' vero non ci avete da mangiare HahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaSapessi come mi dispiaceHahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha
      • asp scrive:
        Re: ben gli sta!!!
        hei, mica sei italiano, si dai Italia uno degli ultimi paesi sviluppati in europa.Gia' gia' prendi per il sedere. Tanto agli italiani (lo sono anche io ma caro mio AIRE!) sappiamo quanto valgono...
        • luca scrive:
          Re: ben gli sta!!!
          - Scritto da: asp
          hei, mica sei italiano, si dai Italia uno degli
          ultimi paesi sviluppati in
          europa.

          Gia' gia' prendi per il sedere. Tanto agli
          italiani (lo sono anche io ma caro mio AIRE!)
          sappiamo quanto
          valgono...?????????
        • asasa scrive:
          Re: ben gli sta!!!
          - Scritto da: asp
          hei, mica sei italianoMi sa che è prioprio italiano, invece, nato in italia da genitori italiani. Solo un po' stronzo
  • Paolo scrive:
    Roma ,nuova capitale del Marocco
    Non ho mai capito se l'articolo debba iniziare con il luogo in cui è stato scritto oppure col luogo in cui si svolge la vicenda. Mistero!Saluti,Paolo.Virgolette"Ma se Google affonda la United Airlines, PI affonda gli studenti di Geografia?"
  • Fai il login o Registrati scrive:
    il blog è raggiungibile
    ... purtroppo per chi come me non conosce la lingua non può leggere nulla :(
    • z f k scrive:
      Re: il blog è raggiungibile
      - Scritto da: Fai il login o Registrati
      ... purtroppo per chi come me non conosce la
      lingua non può leggere nulla
      :("Use the net, Luke, use the net"http://translate.google.it/translate?u=http%3A%2F%2Falmassae.maktoobblog.com%2F&sl=ar&tl=it&hl=it&ie=UTF-8CYA
    • marcov scrive:
      Re: il blog è raggiungibile
      io non ci riesco
  • Winston Smith scrive:
    Marocco chiama Italia
    Qualcuno magari dirà che col tempo questi paesi progrediranno e si avvicineranno alla democrazia e alla libertà, e non dovremo più leggere queste notizie.Sbagliato! Sono i nostri paesi, Italia in prima fila, che un passo alla volta si stanno adeguando a Marocco, Cina, Arabia Saudita e compagnia brutta, e notizie di questo genere le leggeremo sempre più spesso anche dalle nostre parti.E il giorno in cui non le leggeremo più... sarà solo perché sarà diventato proibito persino parlarne!
    • N.C. scrive:
      Re: Marocco chiama Italia
      Quoto alla perfezione.Anzi , forse il Marocco è meglio dell'Italia.Da noi queste sono pratiche consolidate , nessunole condanna ...
      • ilgianni scrive:
        Re: Marocco chiama Italia
        Nessuno condanna perchè abbiamo perso la capacità di indignarci di fronte a ciò che avviene quotidianamente.
      • snem scrive:
        Re: Marocco chiama Italia
        Non ho ancora avuto notizia di un blogger finito in galera in Italia. Sono critico verso la censura, ma dire che la situazione è peggiore in Italia la considero un'iperbole.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Marocco chiama Italia
          contenuto non disponibile
          • snem scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            Mi dispiace ma non ho capito
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • ananimo trombettie re scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: snem

            Mi dispiace ma non ho capito

            il succo è che finchè si fa per parlare tutti
            sono disposti a dire "questo e peggio di quello",
            "questo è uguale a
            questo".
            Quando si passa ai fatti si scoprono gli altarini.bha la liberta di parola in italia esite solo su internete non si sa per quantoi mass media oramai sono della casta (guzzanti,luttazzi,grillo,rossi)in PRATICA è tutto sotto il "controllo" di MAFIA POLITICA AFFARIche spesso sono la stessa cosa basti dire che si tagliano i maestri alle elementarie non si pensa minimamente a ridurre il numero dei politici l'Italia ha il più elevato numero di politici in rapporto alla popolazione ...sono quelli che hanno il reddito più elavatoma in compenso è il paese che ha il più alto debito pubblicobaciamo le mani signor sindaco ...italia peggio di marocco ...IN PRATICA
          • snem scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            Salvo il fatto che se fossi in Marocco saresti in galera per aver proposto di ridurre il numero di politici=nobili=vicini alla famiglia reale ecc...
          • Feroce Saladino scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            - Scritto da: snem
            Salvo il fatto che se fossi in Marocco saresti in
            galera per aver proposto di ridurre il numero di
            politici=nobili=vicini alla famiglia reale
            ecc...In Italia non ti mandano in galera perché tanto sanno che la tua proporre è INUTILE.Tu chiedi che riducano gli sprechi?Chiedi meno corruzione?Chiedi più libertà?Chiedi un'economia libera da familismi, nepotismi, clientelismi, favoritismi?Chiedi una giustizia che funzioni e che funzioni bene?Scendi in piazza, scrivi su internet, raccogli firme, ne parli in giro, fai attivismo, ecc?In Italia puoi farlo finché vuoi, non ti sbattono in galera perché chi ha il potere ti risponde RIDENDOTI IN FACCIA!!Se in Marocco ti spediscono in galera per una critica, vuol dire che lì almeno le critiche sono pericolose per il potere , che le critiche hanno un loro peso, che la gente rischia di svegliarsi e capire che hanno tutti le catene al collo.Qui in Italia puoi sbraitare finché vuoi e il popolo bue ti guarderà con gli occhi placidi, felice di ruminare lo schifo con cui ci imboccano, felice di stare sotto il giogo e di farsi ingrassare per il piacere del macellaio.Sì, forse in Marocco sono messi meglio...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • snem scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            Che sia meglio in Marocco raccontalo al tipo che sta in galera.(Non mi piace affatto la situazione italiano, infatti sono emigrato, ma se proprio si vogliono fare paragoni tra stati direi in Italia è peggio che in, non so, Svezia, Svizzera)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ananimo trombettie re


            italia peggio di marocco ...

            IN PRATICA

            Per il fatto che abbiamo più politici?
            (rotfl)

            Meglio la Korea del Nord che ne ha solo uno,
            allora
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Perchè qui quanti ne abbiamo?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: dont feed the troll


            Perchè qui quanti ne abbiamo?

            di più.Si ma sono tutti uguali, tu riesci a distinguerli?
            E si alterneno pure.
            Fatti una ricerchina per vedere quante volte si
            sono alternati in K del
            Nord.
            Anzi, vai a vedere se su un dizionario della loro
            lingue esiste la parola 'alternanza' nel contesto
            politico
            (rotfl)

            MA DA NOI E' PEGGIO!
            LO SO.
            NON DIRLO ANCORA, TI PREGO.No io non voglio dire che è peggio o uguale, dico solo che alla fine della fiera tanto diverso (in termini di alternanza) non lo è.Poi qui si vive mille volte meglio che in Korea del nord e del sud, e meglio anche dell'Argentina, indubbio.Per alcuni versi, se vogliamo dirla tutta, si vive meglio qui che negli stati uniti.Per altri versi, pero', ci dobbiamo solo vergognare.
        • AndreFred scrive:
          Re: Marocco chiama Italia
          in italia fanno peggio. chiudono la bocca al blogger censurandolo.è molto più subdolo, e porta gli idioti a credere che la censura di stato non esista.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • AndreFred scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            no, qua non è questione di opinione, ma di dato di fatto.in italia ci sono stati vari casi di sequestro preventivo di siti per quanto riguarda reati di opinione, se questa è libertà e non censura...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • AndreFred scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            non penso che sia meglio, penso che sia la stessa cosa, il blogger censurato è privato ugualmente della libertà. avrà la libertà di spostarsi in ogni luogo, ma ma non ha la libertà di espressione, cioè viene svuotato dei suoi diritti.e penso che non sia contento. per niente.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • AndreFred scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            lo capisci che la cosa peggio è farti credere di essere libero quando invece non lo sei?lo capisci che in italia non siamo liberi, ma siamo ai livelli delle dittature letterarie?quelle che una volta erano definite distopiche, ma che ormai stanno accadendo.a questo punto è meglio finire in galera, almeno qualcuno si interessa a te e il tuo messaggio arriva, anche se per altri canali comunicativi, rispetto al fatto che la prima censura risieda a livello inconscio.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • AndreFred scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            non c'è bisogno, basta prendere questo tipo come esempio.ha provocato la nostra reazione. oltre che quella del mondo dell'informazione, ben al di là del suo intento iniziale.mentre invece, se veniva chiuso il blog e basta, ora staremo a parlare di altro.ti basta?
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            - Scritto da: AndreFred
            non c'è bisogno, basta prendere questo tipo come
            esempio.
            ha provocato la nostra reazione. oltre che quella
            del mondo dell'informazione, ben al di là del suo
            intento
            iniziale.
            mentre invece, se veniva chiuso il blog e basta,
            ora staremo a parlare di
            altro.
            ti basta?Beh pero' per il poveraccio che sta in galera forse sarebbe meglio vedersi libero che destare indignazione nel mondo.Credo sia questo quello che vuole dire unaduralezione.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • AndreFred scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            ma noi stiamo discutendo di un blog sequestrato O DI UN BLOGGER INCARCERATO?hai due opzioni per la risposta.decidi con calma, non ti metto in bocca niente.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            contenuto non disponibile
          • snem scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            che sia peggio il metodo subdulo spiegalo al blogger marocchino che si è beccato due anni (senza indulto)
          • AndreFred scrive:
            Re: Marocco chiama Italia
            qual'era il suo scopo?farsi applaudire da 2 amici che leggono il blog, o mettere in evidenza un problema reale del suo paese?perché se fosse la prima opzione, allora hai ragione te.ma se fosse la seconda, l'arresto ha avuto una discreta cassa di risonanza, almeno a livello mondiale...
  • gianni scrive:
    NON E' CHE CON BERLUSCA
    sia poi cosi' diverso...liberta'...qui non c'e' piu'..
    • mirkojax scrive:
      Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
      si vabbe...fosse vero a benigni gli avrebbero dato la pena di morte.
      • dierre scrive:
        Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
        - Scritto da: mirkojax
        si vabbe...
        fosse vero a benigni gli avrebbero dato la pena
        di
        morte.e chi è benigni??????Mio nonno mi raccontava la notte prima di addormentarmi le favole su un certo enzo biagi, poi passo ad un certo marco travaglio, poi ci fu un altro tipo... come si chiamava... a santoro, michele santoro...Come mi addormentavo contento...Insomma chi è sto benigni?
    • Peco scrive:
      Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
      Voi ragazzini non sapete nemmeno cosa sia la libertà di parola se fate sti discorsi!Vi manderei in villeggiatura in quei paesi che vi piace paragonare tanto all'Italietta del Berlusca...andate a dirlo al marocchino, al cinese, al nordcoreano o all'iraniana, che qua in Italia non c'è libertà!
      • AndreFred scrive:
        Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
        infatti. qua ti sequestrano il blog per VOLONTÈ di un qualsiasi politico.poi al massimo chiedono scusa dopo qualche udienza, ovvero qualche anno.evviva la libertà di opinione.LIBERTÈ EGALITÈ VOLONTÈ
        • Alberto scrive:
          Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
          Beh non mi pare che da quando c'è Berlu le cose siano gran che cambiate...qui in italia c'è la libertà di stampa ed opinione, anche se qualcuno non se ne accorge...La compagine politica di sinistra, i cosidetti "rossi" hanno da sempre boicottato questa libertà:http://www.resistenze.org/sito/se/ri/seri5a08.htm
          • Federico scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            Peccato che lui sia padrone di 3 tv e 20 giornali..
          • ilgianni scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            Peccato che sia "Padrone" di 6 televisioni e 20 giornali. La RAI non è statale ma governativa e questo la dice lunga sulle "libertà" di espressione
          • Artur scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            ma io dico andate via dai maroni e smettete di scocciare con ste stronzate!Non c'è libertà? Bene, allora andate a trovarla nei vostri paradisi: Cuba (Ah si! Lì si vive bene, dov'è è arrivato il sanguinario pardon liberatore Che Guevara assieme all'affamatore Fidel), Corea del Nord, Iran, qualche paese africano?Va beh essere ignoranti, la cosa mi sta bene ma credere alla panzanate di quei 4 comunisti trombati alle elezioni e fastidioso.
          • paradise possible scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            il mio paradiso è l'america, quindi a cuba mandaci qualcun altro!
          • asd scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            Dear sir you are a bloody moron.I found the paradise simply going outside the reign of the little corrupted asshole.Cheers from USA
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            contenuto non disponibile
          • Andonio scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            Io sto sognando le liberta' che ci sono negli USA, dove un candidato presidente NON PUO' avere televisioni, dove un giornalista puo' far dimettere un presidente (Nixon - Watergate) dove per bancarotta si fanno 20 anni mentre qui e' un diritto degli imprenditori come Calisto Tanzi, e dove c'e' una class actuion che fa tremare le imprese disoneste, mentre qui ce la hanno tolta ancor prima di darcela.Sono convinto che e' proprio il nostro paese che sta diventando da terzo mondo e non dovremo piu' guardare a Cuba o al'Iran per sentirci migliori; Grecia e Portogallo presto ci supereranno in tutte le classifiche come ha gia' fatto la Spagna e saremo la barzelletta d'Europa.
          • snem scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            - Scritto da: Andonio
            Io sto sognando le liberta' che ci sono negli
            USA, dove un candidato presidente NON PUO' avere
            televisioni, dove un giornalista puo' far
            dimettere un presidente (Nixon - Watergate) dove
            per bancarotta si fanno 20 anni mentre qui e' un
            diritto degli imprenditori come Calisto Tanzi, e
            dove c'e' una class actuion che fa tremare le
            imprese disoneste, mentre qui ce la hanno tolta
            ancor prima di
            darcela.o come Danilo Coppola agli arresti nel mare di Sardegna :D

            Sono convinto che e' proprio il nostro paese che
            sta diventando da terzo mondo e non dovremo piu'
            guardare a Cuba o al'Iran per sentirci migliori;
            Grecia e Portogallo presto ci supereranno in
            tutte le classifiche come ha gia' fatto la Spagna
            e saremo la barzelletta
            d'Europa.già lo siamo. e del mondo. Ridono di noi anche in Messico.
          • AndreFred scrive:
            Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
            dov'è che cuba è meno libera che l'italia?qua se provi a dire che non c'è libertà di espressione ti accusano di essere il nemico della nazione, ti additano e prima o poi ti mandano qualcuno a manganellarti a casa.il tuo tono è, come diresti tu, da stalinista.
      • soulista scrive:
        Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
        - Scritto da: Peco
        Voi ragazzini non sapete nemmeno cosa sia la
        libertà di parola se fate sti
        discorsi!
        Vi manderei in villeggiatura in quei paesi che vi
        piace paragonare tanto all'Italietta del
        Berlusca...andate a dirlo al marocchino, al
        cinese, al nordcoreano o all'iraniana, che qua in
        Italia non c'è
        libertà!Non dovremmo ambire alla sacrosanta e totale libertà di pensiero ed espressione nel nostro paese, solo perchè ci sono altri che stanno peggio? Ma che ragionamento é?
    • HAL scrive:
      Re: NON E' CHE CON BERLUSCA
      - Scritto da: gianni
      sia poi cosi' diverso...liberta'...qui non c'e'
      piu'..[IRONY MODE ON]Come, sei ancora in libertà? Non sei ancora in carcere x aver diffamato il nostro fantastico governo? Ah, proprio vero, non ci sono più le tirannie di una volta, quelle si! che si facevano rispettare![IRONY MODE OFF]Ma per piacere, parlare di carenza di libertà in Italia quando tutti fanno quello che vogliono e una combriccola qualsiasi da 10 persone in su potrebbe riuscire a imporre quello che vuole.
      • silviob scrive:
        Re: NON E' CHE CON BERLUSCA

        Ma per piacere, parlare di carenza di libertà in
        Italia quando tutti fanno quello che vogliono e
        una combriccola qualsiasi da 10 persone in su
        potrebbe riuscire a imporre quello che
        vuole.Piano, piano, tutti fanno quello che vogliono quando non scuciono soldi dalle tasche dei soliti noti (le mie per esempio). Per il resto chiaccherino pure purche' non formino un opinione tale da cavarmi la poltrona, in quel caso vai di editti bulgari (a me in fondo frega solo della televisione e' li' che si forma il consenso, i blog se li guardano solo certi nerd senza speranza, me ne sbatto).Qui qualche funzionario governativo marocchino e' stato piu' realista del re. Comunque la frittata e' fatta e se il re mi avesse chiesto consiglio gli avrei detto di graziarlo dicendo di non farlo piu', farebbe la figura del buono e ingiustamente criticato e quell'altro si sta zitto. Ah questi monarchi, ne hanno da imparare dagli imperatori come me.
  • gianni scrive:
    NON E' CHE CON BERLUSCA
    sia poi cosi' diverso...liberta'...qui non c'e' piu'..
Chiudi i commenti