HBO: sabotare subito BitTorrent

Il colosso americano della televisione via cavo ammorba il peer-to-peer con un torrente di file fasulli. Scaricare illegalmente i suoi telefilm diventa sempre più difficile


New York (USA) – Il fenomeno del P2P è in costante aumento, almeno secondo le statistiche , ma la lotta alla pirateria continua. Nelle ultime settimane l’americana HBO si è distinta per l’adozione di una strategia piuttosto efficiente. In pratica, oltre a rendere disponibili finti download sulla piattaforma P2P BitTorrent , è riuscita ad inficiare le perfomance di scaricamento dei file condivisi dagli utenti.

HBO , per la cronaca, è uno dei produttori, nonché canali televisivi, di riferimento negli Stati Uniti. Un pezzettino del colosso Time Warner che ha realizzato successi televisivi come “Sex and the city”, “Sopranos” e “Six feet under”. Quasi ovvio, vista l’impostazione del mercato, che BitTorrent venga percepito come una spina nel fianco , perché migliaia di utenti condividono le puntate delle numerose fiction del palinsesto televisivo.

Per contenere il problema, almeno per la nuovissima serie Rome , la soluzione è stata chirurgica . Sono stati creati tonnellate di “tracker”, le “guide” che consentono agli utenti di scaricare materiali via BitTorrent, che in verità portano a file fasulli. In pratica, anche se il client utente è pensato per riconoscere questo genere di bypass , per scaricare un file ci impiega molto più tempo. In sostanza, se vengono individuati un centinaio di “peer” e solo la metà funziona realmente, il client di scambio ha comunque bisogno di analizzarli tutti.

Gli utenti più smaliziati hanno già trovato in Peer Guardian 2 un utile alleato, dato che dispone di una black list di finti “peer” aggiornabile online. La questione, però, è che il fronte si sta allargando decisamente: gli Internet Service Provider che collaborano sono numerosi. Fra questi spicca Media Sentry , avanguardia anti-pirateria delle major.

Va anche detto che l’idea di mascherare i file circolanti è tutt’altro che nuova ma ora è certo che la battaglia di HBO sarà seguita con grande interesse da tutti i produttori di contenuti che vedono nel P2P e nella condivisione del download concessa da BitTorrent il loro nemico numero uno.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Gia' gia'
    Esiste la liberta' di espressione fino a quando non ledi gli interessi di qualcuno piu' "forte" di te.A quanto pare non ci siamo evoluti un ganche' da quando vivevano nelle caverne.Abbiamo solo ammantato con le parole legalita' e giustizia l'egoismo del piu' forte, ah a si, padon, le sacrosante necessita dei pochi, ah opss, dei molti... e sta fermo con quel manganello!?!... adesso correggo OK?
  • Anonimo scrive:
    paradosso
    Il reato e' quello di far vedere le violenze, ma non di farle???Magari se si vedessero, se ne farebbero meno. Forse...
    • DuDe scrive:
      Re: paradosso
      - Scritto da: Anonimo
      Il reato e' quello di far vedere le violenze, ma
      non di farle???
      Magari se si vedessero, se ne farebbero meno.
      Forse...Gia', in una logica logica sarebbe vero, ma in una logica perversa le autorita' ci "proteggono" da certe visioni poiche' turberebbero le nostre menti.Io sono dell'idea che a mostrare le cose come stanno, magari l'opinione pubblica si fa' una idea.Vorrei raccontarti un piccolo episodio che mi vede protagonista.1995, con 2 amici e la morosa di uno dei 2, decidiamo di andare in vacanza in croazia, cosi' che la morosa, essendo croata, possa presentare il ragazzo alla famiglia, bene, non ci ero mai stato, cosi' si parte, bella vacanza, bei posti.Si decide di andre a visitare dubrovnick, ora la strada che va' da spalato a dubrovnick passa per la bosnia per circa 4 km, mentre andavamo ho visto le buche di mortaio per strada e mano a mano che ci si avvicinava ho visto le case distrutte dalla guerra , be' come dire, mi e' saltato in mente che pochi anni prima li c'era una guerra, ma io la vedevo in tv, e si, me ne rammaricavo ma non piu' di tanto, bene alla vista VERA della guerra passata, mi si e' gelato il sangue, e tra me e me ho pensato, ma sti qua' stavano a 150 km da casa mia ad ammzzarsi, o porca paletta.Come dire, ho avuto consapevolezza della cosa vedendo cio' che era successo.ecco, quale e' il meccanismo che secondo me dovrebbe scattare nelle persone vedendo la cruda realta' delle cose.
  • Anonimo scrive:
    arancia meccanica...
    ...la cura per i guerraioli da divano (quelli che comodi da casa annuiscono acconsentendo alle ragioni, che nemmeno conoscono, della guerra) esiste.....foto come quelle stampate sulla retina dalla mattina alla sera.....l'unica cura all'ignoranza del genere umano
  • DuDe scrive:
    Pubblicare o non pubblicare?
    Secondo me e' un annoso problema, ossia pubblucare o meno determinate immagini che provengono da zone di guerra, o catastrofi o, piu' in piccolo, di incidenti stradali? Qui pare che gli usa vogliono censurare cio' che avviene in iraq, o meglio, non vogliono far vedere la parte piu' brutta e cruda della guerra, ossia come vengono ridotti i soldati e i nemici.A parer mio e' giusto far vedere come la guerra riduce gli uomini, anche se cio' significa dare un pugno nello stomaco alle persone.Non vedere qualcosa, non significa che non esiste, anzi il non vedere non ci da' l'esatta entita' di cio' che sta' succedendo,.Un po' come nelle pubblicita' contro le morti del sabato sera, io fare vedere come si riduce sul serio la gente a schiantarsi in auto, forse qualcuno si rendera' conto che e' meglio perdere un'ora che la vita.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pubblicare o non pubblicare?
      completamente d'accordoforse servirebbe a responsabilizzare un po le persone quindi
      • Anonimo scrive:
        Re: Pubblicare o non pubblicare?
        - Scritto da: Anonimo
        completamente d'accordo
        forse servirebbe a responsabilizzare un po le
        persone quindid'accordo anch'io...ma in questo caso si usavano proprio per lo scopo opposto, anzi, di scherno.
        • Anonimo scrive:
          Re: Pubblicare o non pubblicare?

          d'accordo anch'io...ma in questo caso si usavano
          proprio per lo scopo opposto, anzi, di scherno.bhe guarda i giocatori di calcio ci sono le magliette con scritto fair play che e un po un controsenso quindi
  • Anonimo scrive:
    ma che reato e'?
    sara' una cosa di pessimo gusto ma non vi ravviso alcun tipo di reato
    • AnyFile scrive:
      Re: ma che reato e'?
      Non so ma so che in USA e' perfino un reato filmare le bare dei decaduti in Iraq tornate negli USA!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: ma che reato e'?
        - Scritto da: AnyFile
        Non so ma so che in USA e' perfino un reato
        filmare le bare dei decaduti in Iraq tornate
        negli USA!!!dovesse mai succedere che vedento filmati gli americani si svegliano e si rendono conto che di intelligente e pulito la guerra in iraq non ha niente!meglio censurare tutto altrimenti rischiamo nuovi scandali di soldatesse che torturano i 'boveri negri iracheni'.
  • Anonimo scrive:
    tremendo
    Di questo passo tutte quelle migliaia di persone che vogliono vedere cadaveri si metteranno a guardare il canale delle news, e l'indice di ascolto andrà alle stelle.Siamo seri: adesso tutta sta gente per vedere un cadavere cosa deve fare, crearlo? Dissotterrarlo? Arruolarsi nell'esercito e impersonarlo? Giusto o sbagliato, non può essere reato.
  • Anonimo scrive:
    Ma che sito?
    Questo sito, che e' quello del servizio di repubblica di un po' di tempo fa, e' sempre attivo, e leggendo i commenti si capisce come gli americani ( una parte ) considerino gli iracheni.Contiene immagini che potrebbero turbare i sonni dei piu' fragili, quindi pensateci prima.http://www.nowthatsfuckedup.com/bbs/forum23.htmlCristiano
  • Anonimo scrive:
    tolleranza usa???!
    tolleranza verso cosa?!avranno tolleranza verso il porno, ma non credo che siano necrofili.il sesso, per quanto estremo - ma consenziente - è un conto... non credo che i morti abbiano dato un qualche tipo di consenso.nemmeno di dissenso, vorrà forse dirmi qualche azzeccagarbugli...molto bene. le parole sono fatte anche per questo.Allora dico solo che è MIA OPINIONE che gli americani possano essere (ammettiamolo o no) tolleranti con il sesso (ma dove? forse commercialmente) ... ma di certo non sono tolleranti con la necrofilia o con la dissacrazione di corpi mutilati o di qualsiasi morto.il sesso è un conto, questa è VERA oscenità. Credo che nemmeno chi va a vedere quei materiali possa affermare in tutta sincerità di provare "piacere" (cosa che si fa con il sesso) ... forse si tratta di curiosità irresistibile, non so.Ma non credo, sinceramente, che si possa affermare che gli americani siano tolleranti con questo genere di materiale.e io NON sono americanofilo.
    • Anonimo scrive:
      Re: tolleranza usa???!
      - Scritto da: Anonimo
      tolleranza verso cosa?!

      Ti dirò, tralasciando i siti delle pornostar più famose e più belle, il resto, è uno schifo. Puttanelle slavate e bruttissime che ne combinano di tutti i colori. Al massimo quella robaccia inguardabile finisce nelle mani di chi basta che veda un buco e diventa matto, come un animale.Chi, invece, è normale, ed è pure capace di apprezzare la bellezza femminile, certe porcherie non le guarda, anzi, le evita. Per il resto, direi che di moralità, l'America sia l'ultima a dover aprir bocca per istruire gli altri.
    • sandcreek scrive:
      Re: tolleranza usa???!

      tolleranza verso cosa?!Beh la Germania ha piu' volte chiesto la chiusura dei siti nazisti hostati su server americani e i federali le hanno risposto picche. Se ti par poco
      • Anonimo scrive:
        Re: tolleranza usa???!

        Beh la Germania ha piu' volte chiesto la chiusura
        dei siti nazisti hostati su server americani e i
        federali le hanno risposto picche. Se ti par pocobhe scusa c'e swarzenegher che e la palese superiorita della razza tedesca insomma ;)vedrai che nel 2008 si candida per la casa bianca e vuoi vedere che vince pure quindi
        • DuDe scrive:
          Re: tolleranza usa???!
          - Scritto da: Anonimo

          bhe scusa c'e swarzenegher che e la palese
          superiorita della razza tedesca insomma ;)
          vedrai che nel 2008 si candida per la casa bianca
          e vuoi vedere che vince pure quindiCredo che non possa non essendo americano di nascita ma solo di adozione, lo sentii una volta in un documentario
    • Anonimo scrive:
      Re: tolleranza usa???!
      - Scritto da: Anonimo
      tolleranza verso cosa?!
      avranno tolleranza verso il porno, ma non
      credo che siano necrofili.
      il sesso, per quanto estremo - ma
      consenziente - è un conto... non
      credo che i morti abbiano dato
      un qualche tipo di consenso.Bhe, chi tace acconsente ! :p
  • Anonimo scrive:
    Si ma...
    Che sito era?Rotten o Ogrish?
    • Anonimo scrive:
      Re: Si ma...
      se era il famigeratohttp://www.nowthatsfuckedup.com/è ancora su, bho
      • Anonimo scrive:
        Re: Si ma...
        - Scritto da: Anonimo
        se era il famigerato
        http://www.nowthatsfuckedup.com/

        è ancora su, bhoil sito è in olanda, non possono tirarlo giù. comunque è questo, infatti si parla dell'arresto di un certo chris.
  • Anonimo scrive:
    censura
    poi chi poteva spedire quelle fotografie se non ci sono giornalisti indipendenti in iraq e afganistan e la popolazione li non sa usare manco una radio quindi
    • Anonimo scrive:
      Re: censura
      "Nei miei 33 anni di esperienza, questo è uno dei più terribili esempi di materiale osceno e ripugnante che abbiamo mai sequestrato", ha dichiarato Grady Judd, lo sceriffo che ha attuato l'arresto.L'offerta alternativa del sito di Wilson comprendeva infatti fotografie provenienti dai campi dell'Iraq e dell'Afghanistanallora la guerra e oscena e ripugnante quindi ?????
    • Anonimo scrive:
      Si, però... pure lui
      - Scritto da: Anonimo
      poi chi poteva spedire quelle fotografie se non
      ci sono giornalisti indipendenti in iraq e
      afganistan e la popolazione li non sa usare manco
      una radio quindiNon mi stanno simpatici gli sceriffi "all'americana", però mi sembra decisamente di cattivo gusto mettere online foto del genere.La questione è sempre quella: sdegnarsi e basta o censurare? Io penso che ad un certo limite forse un minimo di ristrettezza serva.Se non altro, per rispetto della memoria di quelle persone morte che vengono ritratte in foto
      • Anonimo scrive:
        Re: Si, però... pure lui
        - Scritto da: Anonimo
        Non mi stanno simpatici gli sceriffi
        "all'americana", però mi sembra decisamente di
        cattivo gusto mettere online foto del genere.
        Sì infatti, non facciamone un martire. Sarà mica un santarellino questo, non l'ha mica fatto per nobili ideali.
        • Anonimo scrive:
          Re: Si, però... pure lui
          Forse il problema e' un altro; Bush e' da tempo assediato dei genitori dei caduti, le tv statunitensi non parlano mai dell'iraq come se non fossero in guerra, e l'amministrazione non vuole che venga fuori un nuovo scandalo in cui le foto raccappriccianti di quello che in realta' e' questa guerra coperta si diffondano nella massa..
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, però... pure lui
            Guarda che "Già, non si tratterebbe di porno patinato, ormai a misura estetica di numerose campagne pubblicitarie, ma di una ricca selezione di corpi martoriati e mutilati. L'offerta alternativa del sito di Wilson comprendeva infatti fotografie provenienti dai campi dell'Iraq e dell'Afghanistan" riguardano i campi"Sono cioè i campi dei terroristi fanatici religiosi, situati in Iraq nel nord del paese; o meglio ciò che ne resta dopo l'intervento delle forze militari USA (e coadiuvate da quelle irakene in Iraq e Pakistane in Afghanistan).Credi davvero che sarebbe una cattiva pubblicità per il governo vedere i terroristi ridotti come carne da macello?
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, però... pure lui

            Credi davvero che sarebbe una cattiva pubblicità
            per il governo vedere i terroristi ridotti come
            carne da macello?Mah, visto anche la propaganda di Michael Moore, direi che non riscuoterebbe un grosso successo. Cmq, qualche mese fà, questa notizia uscì su Ansa.it, la sera. Chi aveva fatto l'articolo, non aveva censurato l'URL, pertanto, decisi, per curiosità, di andar a vedere cosa c'era di tanto speciale. Tralasciando le foto delle soldatesse americane in pose da playboy (erano cmq vestite), sopra i carri armati, cosa, non erotica, però, cmq fuori luogo (sei là a partecipare ad una delle manifestazioni più cruente della bestialità umana e ti fai fotografare stile playboy? Un minimo di dignità ce l'hai o vuoi sol fare la puttana?), i siti conducevano a foto ove c'erano interioria di esseri umani (anche terroristi), completamente spappolati, mezzi aperti ecc... con dei commenti, da parte dei partecipanti al forum, ove le immagini erano postate, che, sul serio, t'avrebbero fatto girare i coglioni e spaccato il muso a quei fessi, che, distanti miglia da quei posti, si permettevano pure di scherzarci sopra.Che sia terrorista, americano o altro, direi che il corpo, senza vita, ormai, non è più responsabile di nulla. E' un corpo. Come un fiore. Ormai, la mer..a che girava nel cervello, non c'è più, percui, il corpo, è innocente. Pertanto, è giusto rispettarlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, però... pure lui
            - Scritto da: Anonimo
            Sono cioè i campi dei terroristi fanatici
            religiosi, situati in Iraq nel nord del paese; o
            meglio ciò che ne resta dopo l'intervento delle
            forze militari USA (e coadiuvate da quelle
            irakene in Iraq e Pakistane in Afghanistan).
            Credi davvero che sarebbe una cattiva pubblicità
            per il governo vedere i terroristi ridotti come
            carne da macello?guarda che i poveracci che han macellato coi bombardamenti erano perlopiu' dei civili che stavano in villaggi "sospettati" di dare asilo a terroristi, esattamente come in afghanistan
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, però... pure lui
            Tua personale opinione!
          • Anonimo scrive:
            Re: Si, però... pure lui

            Tua personale opinione!ma scusa cosa si puo masacrare in un paesel'esercito e i civili quindi
      • Giambo scrive:
        Re: Si, però... pure lui
        - Scritto da: Anonimo
        Non mi stanno simpatici gli sceriffi
        "all'americana", però mi sembra decisamente di
        cattivo gusto mettere online foto del genere.Io avrei evitato pure di pubblicare le foto delle torture di abu ghraib. Cosi' non si sollevava il polverone, Bush non aveva una gatta da pelare in piu' e la soldatina poteva continuare a coltivare il suo hobby ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Si, però... pure lui
          In una guerra che sembra non esistere sui media ed in cui gli giornalisti sono "embedded" bisogna ingegnarsi a trovare nuovi sistemi per far conoscere la verità. Io non ho la minima idea di chi sia questo tizio nè le sue motivazioni ma meriterebbe il nobel per la genialità della sua idea: far leva sui più bassi istinti dei soldati per far vedere ciò che nessun vertice militare vorrà mai far vedere. Esagero? Forse sì ma io penso che l'unica vera oscenità sia una guerra fatta per ragioni sbagliate contro le persone sbagliate nel tempo sbagliato. ed è un errore che è costato la vita di centomila iracheni(al minimo delle stime). E tutto questo per un tizio con i complessi di inferiorità nei confronti del padre e che voleva far vedere che lui poteva fare quello che il padre non aveva saputo fare!
          • Giambo scrive:
            Re: Si, però... pure lui
            - Scritto da: Anonimo
            In una guerra che sembra non esistere sui media
            ed in cui gli giornalisti sono "embedded" bisogna
            ingegnarsi a trovare nuovi sistemi per far
            conoscere la verità. Io non ho la minima idea di
            chi sia questo tizio nè le sue motivazioni ma
            meriterebbe il nobel per la genialità della sua
            idea: far leva sui più bassi istinti dei soldati
            per far vedere ciò che nessun vertice militare
            vorrà mai far vedere. Esagero? Forse sì ma io
            penso che l'unica vera oscenità sia una guerra
            fatta per ragioni sbagliate contro le persone
            sbagliate nel tempo sbagliato. ed è un errore che
            è costato la vita di centomila iracheni(al minimo
            delle stime). E tutto questo per un tizio con i
            complessi di inferiorità nei confronti del padre
            e che voleva far vedere che lui poteva fare
            quello che il padre non aveva saputo fare!Amen (Prima che PI chiuda o "censuri" il thread)
Chiudi i commenti