HDTV entra nelle fotocamere Sony

Il gigante nipponico ha lanciato le sue prime fotocamere digitali con uscita video in alta definizione, dunque sfruttabile con tutti i più recenti televisori flat-panel
Il gigante nipponico ha lanciato le sue prime fotocamere digitali con uscita video in alta definizione, dunque sfruttabile con tutti i più recenti televisori flat-panel

Tokyo – Sony ha lanciato in Nord America e Giappone le sue prime fotocamere digitali dotate di uscita HDTV, ovvero capaci di visualizzare immagini con una risoluzione massima di 1.920 x 1.080 punti: un bel salto rispetto alla risoluzione VGA (640 x 480 punti) tipica delle odierne fotocamere.

Non è un caso che Sony sia anche uno dei massimi produttori al mondo di televisori LCD, e per tale motivo è particolarmente interessata a spingere la diffusione, tra i consumatori, di dispositivi capaci di supportare le immagini in alta definizione.

“Qui in Giappone la penetrazione di HDTV sta crescendo ogni giorno ed attualmente ha raggiunto circa il 30% delle case”, ha spiegato Kiyoshi Shikano, corporate senior vice president di Sony Marketing per il Giappone. “Riteniamo che sia arrivato il momento di portare HDTV anche nelle macchine fotografiche digitali, superando finalmente i limiti imposti dalle vecchie tecnologie video”.

Agli utenti di televisori HDTV non farà piacere apprendere che sebbene le nuove fotocamere Cybershot supportino l’alta definizione, per usufruire effettivamente di questa funzionalità occorra acquistare un cavo component opzionale , il VMC-MHC1, dal costo di 4.935 yen (32 euro). In alternativa è possibile acquistare la più costosa docking station CSS-HD1, che include il cavo HDTV e un telecomando.

Le nuove fotocamere dotate di uscita in alta definizione sono DSC-T100, T20, W200, W90, W80, H7 e H9. La compatta di fascia più alta è rappresentata dal modello T100 che, ad un prezzo di 400 dollari, combina un sensore a 8,1 megapixel con uno zoom 5X e un display da 3 pollici. Entrambi i modelli della serie T integrano uno stabilizzatore ottico dell’immagine e supportano sensibilità fino a 3200 ISO. Di fascia prosumer i modelli H9 e H7 , anch’essi basati su di un sensore da 8,1 megapixel ma dotati di uno zoom ben più potente, pari a 15x. La serie W è costituita invece da modelli ultracompatti con sensori da 8 o 7,2 megapixel, display da 2,5 pollici e chassis in metallo.

Per il momento Sony non ha fornito la data di lancio per l’Europa.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 03 2007
Link copiato negli appunti