HighScore/ Nintendo snobba Xbox2 e Play3

Alla conferenza pre-E3, Nintendo ha dichiarato che non intende partecipare al gioco di forza che vede lottare Microsoft e Sony. Niente nuove specifiche né demo tecniche, bastano le parole di Iwata

Las Vegas (USA) – Per ultime, ma sicuramente non meno importanti, le porte della nuova generazione targata Nintendo si sono finalmente aperte. Satoru Iwata, presidente di Nintendo, ha aperto la conferenza pre-E3 tenendo fieramente in mano un nuovo, piccolo prototipo di Revolution , nome in codice della prossima console da gioco della casa giapponese.

Come già annunciato , la nuova console è estremamente compatta , la più piccola mai concepita dal gigante di Kyoto. Rettangolare e dal design semplice, Revolution ha un look distintamente giapponese che, con le sue linee essenziali e superfici riflettenti, ricorda certi lavori laccati dell’arte tradizionale nipponica. Con l’aiuto di un supporto che la inclina di qualche grado, può essere posizionata sia orizzontalmente che verticalmente , avvicinandosi molto di più alla denominazione “monolite nero” di quanto non abbia mai fatto PlayStation 2. Sulla parte frontale, oltre i comuni tasti per l’uso della console, spicca la fessura per l’inserimento del disco, enfatizzata dalla luce blu. I controller continuano a rimanere sotto coperta e nemmeno Iwata ha proferito alcun commento in merito: è risaputo che si tratta di dispositivi wireless , ma design e funzionalità sono ancora ignoti.

Revolution A differenza delle presentazioni di Xbox 360 e PlayStation 3 , Iwata non ha focalizzato l’attenzione sulle caratteristiche tecniche , indicando che Nintendo non ha intenzione di perseguire la stessa strada dei diretti concorrenti. Al contrario, Iwata ha definito la stessa Nintendo come un provider di contenuti invece che di tecnologia.

“Il nostro obiettivo consiste nello sviluppare un dispositivo funzionale e appetibile per ciascun membro della famiglia, giocatori e non” ha spiegato il presidente di Nintendo. “Revolution condivide con Nintendo DS una nuova percezione di videogioco. La macchina è solo un mezzo; l’esperienza deriva unicamente dal software”.

Pochi, quindi, i nuovi commenti sull’ hardware della console : 512 MB di memoria Flash interni, espandibili tramite le comuni schede di memoria SD, due porte USB 2.0 e dispositivo wireless integrato. “Quando accenderete Revolution e ne vedrete la grafica, esclamerete WOW!”, ha commentato Iwata.

Revolution Paradossalmente, la retrocompatibilità della console sembra essere ben più interessante delle specifiche. Revolution permetterà infatti di assaggiare tutta la storia del videogame “made in Nintendo” grazie alla compatibilità con tutto il catalogo dei giochi NES, Super NES e Nintendo 64 , oltre che GameCube. In particolare, i titoli per le console più vecchie si potranno scaricare sfruttando le funzionalità online della console e un servizio simile a Xbox Live . Revolution si presenta, così, come una sorta di anello di congiunzione fra passato e futuro.

Secondo Nintendo, la nuova piattaforma sarà semplice da programmare , permettendo così la creazione di blockbuster di alto profilo ma anche titoli minori diretti a una fascia ristretta di giocatori.

“Sviluppare su Revolution è più semplice, più veloce e meno costoso che su qualsiasi altro sistema di nuova generazione”, ha affermato Iwata. Ripetendo parte del discorso tenuto al Game Developers Conference dello scorso marzo, il presidente di Nintendo ha affermato che Revolution “sarà una console dove le nuove idee vinceranno sul budget”.

Nintendo ha infine dichiarato di avere grandi progetti per il parco software della nuova console, specialmente per quanto riguarda Metroid . Nuovi titoli dedicati a Mario e a Zelda sono già in lavorazione e Square Enix sta sviluppando una versione Wi-Fi di Final Fantasy: Crystal Chronicles .

Fonte: HighScore.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • adriano284 scrive:
    Cosa vuol dire essere in Italia....
    Io come la maggior parte di voi che partecipate a questo forum mi considero un appassionato di informatica e telecomunicazioni.In genere il 99% della gente che conosco e che non usa il pc se non per scrivere email o per acquistare un biglietto aereo non sa giustamente come districarsi nei gangli della burocrazia di colossi come telecom wind etc.Ebbene ultimamente un mio caro amico decide dopo che da un anno non riesce più a usare internet a causa di un problema ancora non risolto dalla Telecom (ha uun contratto business), di provare a passare alla ADSL considerandola l'unica soluzione possibile per tornare nel mondo delle "idee".Quindi dopo aver tentato per l'ultima volta un intervento per il ripristino sulla linea PSTN si rivolge a me per sapere quale sia l'offerta più conveniente per una ADSL flat.Ora siccome sono utente Wind da sei anni e non ho mai avuto grossi problemi (tranne i primi mesi di adsl che andava peggio di un modem 28k) gli consiglio Libero adsl flat a 29,90 €.Parte la richiesta ma Wind non può offrie la sua adsl perchè dice che sulla linea esiste già l'adsl di un altro operatore.Questo mio amico non si perde d'animo e riprova a fare la richiesta ma la risposta è di nuovo negativa.Quindi essendo pressato dalla necessità di avere la sua benedetta linea fa domanda a Tin.it.Aspetta un altro paio di settimane e Tin.it dice che non può aprire il rubinetto di questa acqua benedetta per lo stesso motivo di Wind....Insomma passati due mesi si ritrova ancora senza adsl.Ora essendo un ragazzo di buona volontà ma non avendo cognizione sui sistemi "bizantini" che telecom usa per non perdere i propri clienti gli chiedo se posso risolvergli io la questione.Ebbene due giorni fa comincio la mia indagine come un provetto Sharlock Holmes e compongo il famoso 191 (utenza business).Parlo con una signorina molto gentile la quale mi risponde che nonesiste nessun servizio adsl sul numero in questione e che "Loro" sono a conoscenza della richiesta andata a monte per l'adsl di tin.it.quindi per risolvere la questione dovrei chiamare la tin e farmi dire come mai non abbiano ancora attivato l'adsl.questa volta 803380 e parlo con una signorina molto scontrosa e chiaramente istruta sulla pratica del boicottaggio..... a tutti i costi che mi informa che per sapere qualsiasi informazione sulla "non-attivazione" della adsl devo chiamare un numero a pagamento.Io insisto fino a che mi insulta dicendomi di essere stata chiara e che io non posso chiedere informazioni a un numero verde che si occupa solo ....di reindirizzare i clienti al numero a pagamento si assistenza di Tin.it.Non mi perdo d'animo e richiamo 803380 e sta volta parlo con una ragazza che alla prima domanda mi risponde esaustivamente: alla tin.it risulta una adsl wind attivata dal 4 marzo su quel numero......Io rimango sbigottito.Perplesso.E neanche più incazzato.Chiamo il 155 descrivo alla nuova operatrice la mia disavventura e ci ammazziamo dalle risate: per poco credo avrei potuto insistere per invitarala a cena.....!!!(ma questa è un'altra storia).Mi dice si compilare un modulo per la disdetta forzata di qualsiasi servizio adsl intestato su quella linea di mandare un fax a wind la quale aveva la delega a sbrigare ogni pratica con telecom e tin.it o alice o comunque tutto il colosso della ex S.I.P.A breve spero che anche lui come ho fatto io sei anni fa abbandini per sempre la telecom (ancora non c'è ULL nella sua zona.)Ciao a tutti
    • salvio scrive:
      Re: Cosa vuol dire essere in Italia....
      forza e coraggio! e in bocca al lupo (telecom..)Io sono ancora indeciso sul da farsi: non ho una linea telefonica e non voglio assolutamente passare per telecom.. Mi sto guardando in giro e provo invidia per i 'fortunati' possessori di telefono che si possono attivare adsl ormai scontatissime (vedi tiscali a 1 megabit).
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa vuol dire essere in Italia....
      - Scritto da: adriano284
      ...Parte la richiesta ma Wind non può offrie la sua
      adsl perchè dice che sulla linea esiste già
      l'adsl di un altro operatore.
      Questo mio amico non si perde d'animo e riprova a
      fare la richiesta ma la risposta è di nuovo
      negativa.
      Quindi essendo pressato dalla necessità di avere
      la sua benedetta linea fa domanda a Tin.it.
      Aspetta un altro paio di settimane e Tin.it dice
      che non può aprire il rubinetto di questa acqua
      benedetta per lo stesso motivo di Wind....
      Insomma passati due mesi si ritrova ancora senza
      adsl.Anche una mia amica è nella stessa identica situazione, ma purtroppo (dopo ben 3 mesi) Telecom non lascia attivare l'ADSL ad un'altro operatore perchè sembra che la linea sia già occupata da una fantomatica adsl di non si sà quale operatore....Ebbene, dopo questa lunga attesa, oggi la mia amica ha inviato un fax al numero di Telecom, intimando di lasciare la linea telefonica libera, altrimenti il ricorso al legale sarà automatico.Purtroppo, e concludo, è una VERGOGNA che in un paese democratico esistano ancora questi assurdi MONOPOLI e servizi scadenti al pubblico!Penso però che tutto questo giovi a qualcuno.... Massimo
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa vuol dire essere in Italia....
        - Scritto da: Anonimo

        Penso però che tutto questo giovi a qualcuno.... TI e compagnia cantante sono di Tr0nch3771 Pr0v3r4... che guardacaso è grande amico del ns Presidente del consiglio (((:Tutto chiaro no? (=Saluti,byUlix(Amiga) (Amiga) (Amiga)Amiga lover since 1985(Amiga) (Amiga) (Amiga)
  • Anonimo scrive:
    Mai piu' telecom italia
    "tutti gli utenti VoIP potrebbero finire in mano a Telecom"invece di andare avanti torniamo indietro.il monopolio e' morto viva il monopolio
    • Anonimo scrive:
      Re: Mai piu' telecom italia
      e invece qualcosa si può fare. basta NON scegliere la telecom...
      • Mariobusy scrive:
        Re: Mai piu' telecom italia
        - Scritto da: Anonimo
        e invece qualcosa si può fare. basta NON
        scegliere la telecom...Io ho provato sulla mia pelle:ho provato ad affidarmi a Wind/Infostrada ed ho sofferto per 2 anni una pessima assistenza,ho anche provato l'ADSL di Tiscali di cui ho solo pessimi ricordi,persino Albacom non ha una assistenza tecnica, amministrativa sufficiente alle esigenze business o residenziali che siano.Con grande rassegnazione, sono ritornato a mamma Telecom,in attesa che FastWeb o altri coprano la mia zona.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mai piu' telecom italia

          Con grande rassegnazione, sono ritornato a mamma
          Telecom,
          in attesa che FastWeb o altri coprano la mia zona.io sono con NGI da più di un anno con praticamente ZERO problemi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mai piu' telecom italia
          io non ho più Telecom, sono passato a Telme e ho conservato anche il numero. Va una bellezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai piu' telecom italia
            Io sono passato con il mio numero ad NGI + Squillo. in 3 mesi ho speso in telefonate meno del canone che pagavo a TI. certo che adesso si leggono sui forum delle difficolta' per avere il cavo solo dati.meno male che io lo ho fatto tempo fa...
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai piu' telecom italia
            - Scritto da: Anonimo
            Io sono passato con il mio numero ad NGI +
            Squillo. in 3 mesi ho speso in telefonate meno
            del canone che pagavo a TI. certo che adesso si
            leggono sui forum delle difficolta' per avere il
            cavo solo dati.

            meno male che io lo ho fatto tempo fa...Sono in compagnia allora!Ero un utente classico, adsl a 640 alice, etc, router mio.Non voglio sc@zzi dalla vita ed ecco cosa ho fatto:fine dicembre 2004 Richesta linea NGI, solo datiDopo 7 giorni viene il tecnico telecom (è sì, proprio lui, le linee sono sempre le sue) che mi AGGIUNGE una nuova linea telefonica, solo dati.Il giorno dopo mi arriva la mail con i dati di attivazione, stacco il doppino alice, metto l'altro NGI, riconfiguro il router, finito.Avrò avuto 3 minuti di downtime in tutto, il mulo ringrazia.do poi disdetta all'adsl telecom, con una certa soddisfazione.inizio marzo, tutto bene, zero problemi, ping bassissimo ( su counterstrike sto in media a 35, massimo 40, una goduria, con alice non sono MAI sceso sotto 100).Telecom aumenterà la banda dal 14(se non ricordo male).Dal 14 sera alle 18.00 era possibile operare una scelta sul sito NGI se rimanere a 640 con uno sconto o rimanere allo stesso prezzo ma andando a 1200, scelgo ovviamente la secondaRiavvio il router e provo, wow 850! dopo tre giorni è rimasta inalterata fino ad ora a 1200.Maggio, mi abbono a squillo, wow funziona, acquisto l'adatatore per collegare un telefono clasico direttamente al router.Lo sto testando in questi giorni, e tranne quando ho il mulo a palla la qualità della chiamata à perfetta.se la cosa continua bene così darò presto disdetta a telecom, e addio finalemnte canone.Come avete visto nessun salto nel buio, e fino ad ora sono rimasto soddisfatto.Consiglio: Con NGI mi trovo davvero bene, ma ci sono anche altri provider che offrono un buin servizio, il trucco è di capire la finalità.Telecom punta solo a farsi nuovi clienti, dimenticandosene a spasso nei call center subito dopo.Altri sono come telecom, fanno delle sparate una più grande dell'altra per fare abboccare nuovi clienti.Altri ancora ti caricano di servizi obbligatori prendendoti minimo 60 euro al mese, anche se vuoi solo una semplice adsl.Altri provider. invece, si basano sulla soddisfazione del cliente, che ripaga sempre. Volevo infatti scrivere un post sperando che la mia esperienza sia di ispirazione per qualcuno, ma rileggendolo sembra uno spot pubblicitario...mi viene quasida cencellare tutto.La colpa è tutta del mio provider, mi ha plagiato fornendomi un servizio eccezionale, come diavolo faccio a parlarne senza fare pubblicita? Da una parte mi stupisco, ma pensate se tutte le aziende adottassero un marketing di questo tipo, dove la soddisfazione del cliente è al primo posto...pensate che mondo che sarebbe...Ecco cosa ho fatto
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai piu' telecom italia
            semplice!http://www.frigerioshop.com/telme
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai piu' telecom italia
            ciao volevo sapere se è vero il fatto che hai chiuso con telecom?hai dovuto affrontare spese per chiudere il contratto telecom?e se hai problemi chi devi contattare?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mai piu' telecom italia
            ciao a tutti, anche io ho scelto telme, peccato che sono 3 mesi che aspetto solo...... :s
  • Anonimo scrive:
    Ora speriamo solo...
    ...che Telecom Italia la smetta di boicottare le richieste di ADSL su cavo solo dati!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ora speriamo solo...
      - Scritto da: Anonimo
      ...che Telecom Italia la smetta di boicottare le
      richieste di ADSL su cavo solo dati!
      Ti assicuro che se chiami l'operaio e ti fai mettere sotto il muro un cavo a tue spese telecom la linea te la da subito.Quello che non vuole fare è pagare l'operaio per "regalare" la linea ad un concrrente.
Chiudi i commenti