HighScore/ Speculando su PlayStation 3

Mentre Xbox 360 si sottopone agli ultimi ritocchi, la mancanza dell'hardware definitivo di PlayStation 3 dà adito a speculazioni su caratteristiche, prezzo e possibili ritardi. La macchina dei rumor non si ferma nemmeno d'estate
Mentre Xbox 360 si sottopone agli ultimi ritocchi, la mancanza dell'hardware definitivo di PlayStation 3 dà adito a speculazioni su caratteristiche, prezzo e possibili ritardi. La macchina dei rumor non si ferma nemmeno d'estate


Roma – In guerra con Xbox 360 a suon di specifiche o da sola, la nuova macchina Sony non cessa di far parlare di sé, anche se manca ancora quasi un anno alla probabile data di lancio. Per qualcuno si tratta di hype, altri lo definiscono vaporware, altri ancora ne fanno una questione di religione: dichiarazioni ufficiali, scoop da dietro le quinte e voci più o meno confermate alimentano l’attesa della console Sony fin dalla presentazione all’E3.

Le ultime notizie che circolano pongono i riflettori sull’annoso problema della compatibilità hardware. Allo stesso modo di Xbox 360 , sembra che PlayStation 3 non sarà compatibile con le attuali memory card e, soprattutto, con i cari, vecchi controller che hanno plasmato le mani di decine di milioni di giocatori in tutto il mondo. Le memory card PlayStation 2 verranno sostituite con le Memory Stick già usate da PlayStation Portable, in un’ottica di standardizzazione del formato. L’assenza di porte per collegare i vecchi pad, invece, risulterà un problema per i giochi che sfruttano periferiche particolari, come tappetini per ballare o pistole. Non resta che contare sui produttori di terze parti ed eventuali adattatori USB. In compenso, la console portatile Sony potrà essere utilizzata come telecomando Wi-Fi per gestire i contenuti multimediali nella console, riprodurre i filmati e così via.

Per quanto riguarda l’ hard disk opzionale , sembra che Sony non abbia intenzione di sfruttare la periferica per scopi videoludici, preferendo finalità multimediali come il salvataggio di film, musica e foto. Sembra strano che Sony prenda le distanze da concetti come il download di nuovi contenuti per i giochi o le colonne sonore personalizzate. Nonostante le caratteristiche della macchina non siano ancora state definite, l’assenza di dichiarazioni in merito lascia diverse perplessità.

Restando in tema di specifiche, alcune voci suppongono che PlayStation 3 potrebbe includere un lettore Blu-Ray più veloce rispetto a quanto annunciato. Col lancio dei lettori commerciali a 2X (72Mbps) previsto per quest’autunno, è possibile che Sony decida di cambiare i piani originali, che prevedono un lettore 1X. Considerati i risultati dello scorso trimestre fiscale ? che ha fatto registrare un nuovo segno meno ? tale decisione dipenderà unicamente dai costi del nuovo lettore, che potrebbero incidere sui costi di produzione e, quindi, sul prezzo all’utente finale.


Ken Kutaragi, presidente di Sony Computer Entertainment, ha già preannunciato che PlayStation 3 non sarà economica . Secondo Jen-Hsun Huang, chief executive di nVidia, però, Sony non baserà il prezzo di PlayStation 3 sul costo di produzione della console, ma tenterà di trovare il giusto compromesso per incoraggiare le vendite. Il commento di Huang non giunge nuovo, in quanto già altri analisti di settore hanno ipotizzato che PlayStation 3 verrà venduta sottocosto , almeno finchè Sony non riuscirà a tagliare i costi di produzione, così come è accaduto per PlayStation 2. Allo stesso modo, si prevede che anche Xbox 360 riceverà un sussidio di circa 70 dollari .

E’ ormai certo che, fra le tre concorrenti, PlayStation 3 sarà la più costosa: Nintendo ha già dichiarato di voler tenere Revolution su un prezzo competitivo , mentre Microsoft prevede di posizionare la console “nell’intorno dei 300 dollari “. PlayStation 3 è tecnologicamente più avanzata delle altre due, ma è da vedere se il pubblico accoglierà di buon grado il prezzo proposto.

Nonostante in diverse occasioni i rappresentanti Sony abbiano dato a intendere che PlayStation 3 verrà lanciata in Giappone entro la fine dell’anno fiscale ? ovvero entro il 31 marzo 2006 ? e nel resto del mondo entro il Natale 2006, qualcuno suggerisce che il lancio potrebbe essere ritardato. Secondo Michael Patcher, analista della società Wedbush Morgan Securities, si tratterebbe di un ritardo strategico attuabile in presenza di una condizione fondamentale: l’insuccesso del lancio anticipato di Xbox 360. In questo scenario, Patcher ritiene che Sony potrebbe intenzionalmente ritardare il lancio della console al 2007 (almeno in America), in modo da giovare delle vendite di PlayStation 2 che, adeguatamente riposizionata a 99 dollari, potrebbe contrastare la nuova console Microsoft.

Inoltre, il ritardo eviterebbe i soliti problemi di carenze di magazzino che affliggono Sony sin dai tempi di PlayStation 2 e riconfermati col lancio di PlayStation Portable. Ovviamente, se Xbox 360 dovesse rivelarsi un successo, Patcher prevede un azione immediata di Sony, che tenterà di lanciare PlayStation 3 il più presto possibile. Il ragionamento di Patcher è piuttosto arzigogolato, costruito su se e forse che risultano di difficile applicazione per un’azienda come Sony.

E’ assai improbabile, infatti, che Sony adotti una politica di attesa per il lancio di una console che necessita di una programmazione attenta e minuziosa. Inoltre, dall’ultimo incontro con gli azionisti, Kutaragi ha espresso la volontà di rispettare i piani di lancio stabiliti. Senza contare che Patcher stesso ha ammesso di non credere nello scenario descritto. Interrogato da GameSpot, infatti, l’analista ha affermato “Ritengo che Xbox 360 andrà piuttosto bene”.

Solo gli appassionati potranno permettersi “il lusso” di sedersi e guardare il corso degli eventi, poiché fra tutte queste voci, analisi e dichiarazioni, è difficile stabilire dove si trovi la verità.

Fonte: HighScore.it

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 08 2005
Link copiato negli appunti