Hiroshi Yamauchi, ricordando Mr. Nintendo

Hiroshi Yamauchi, ricordando Mr. Nintendo

E' morto lo storico presidente che ha trasformato in maniera radicale la corporation nipponica dando il via, in un sol colpo, a una nuova era nel mercato videoludico e alla realizzazione di personaggi senza età
E' morto lo storico presidente che ha trasformato in maniera radicale la corporation nipponica dando il via, in un sol colpo, a una nuova era nel mercato videoludico e alla realizzazione di personaggi senza età

Nintendo comunica la morte di Hiroshi Yamauchi, ex-presidente della casa giapponese che ha trasformato un'azienda produttrice di giochi di carte in un colosso dell'allora nascente mercato videoludico. Yamauchi si è spento all'età di 85 anni il mattino del 19 settembre.

Divenuto presidente di Nintendo nel lontano 1949, Yamauchi ha provveduto prima di tutto a diversificare il business dell'azienda mettendo in piedi una compagnia di taxi, un network televisivo e persino una catena di love hotel prima di entrare nel settore dei giocattoli nel 1966.


Dai giocattoli si è passati poi agli handheld elettronici della linea Game & Watch , un tipo di prodotto in voga negli anni '80. È a questo punto che Nintendo entra nel mercato videoludico grazie al contributo di creativi del calibro di Shigeru Miyamoto, realizzando pietre miliari come Donkey Kong – arcade che in un solo colpo ha introdotto due dei più importanti personaggi della scuderia Nintendo (Donkey Kong e Mario).

A Yamauchi si deve poi la gestione del progetto Famicon, meglio noto al di fuori del Giappone come Nintendo Entertainment System e responsabile, nella metà degli anni '80, della rinascita di un'industria videoludica che sembrava sul punto di collassare con l'implosione del business degli arcade e gli insuccessi storici di Atari .

Yamauchi ha continuato a mantenere il ruolo di presidente Nintendo anche in seguito gestendo il lancio di macchine videoludiche del calibro di Super Nintendo, Game Boy, Nintendo 64 e Gamecube. L'insuccesso di quest'ultima console ha segnato la fine della sua lunga carriera il 31 maggio del 2002, quando Yamauchi-san ha passato il testimone all'attuale presidente Satoru Iwata.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

20 09 2013
Link copiato negli appunti