Hitachi Deskstar T7K250

Un modello di hard disk dalle buone prestazioni, consigliato vivamente con l'interfaccia SATA II

Hitachi in contro-tendenza con la maggior parte dei produttori ha deciso di continuare a perorare la causa degli hard-drive equilibrati, più che aumentare smisuratamente le capienze complessive o esasperarne le prestazioni. Il Deskstar T7K250 dispone infatti di 250 GB, come la vecchia serie 7K250, ma integra solo 2 piatti da 130 GB ciascuno, migliorando quindi la densità. A detta dei tecnici questa scelta dovrebbe permettere un incremento dell’affidabilità, grazie alla riduzione delle parti meccaniche per il movimento. Senza contare l’implementazione di nuove soluzioni che dovrebbero diminuirne sensibilmente la rumorosità.

Alcune caratteristiche tecniche rimangono invariate rispetto al passato, come la memoria cache di 8 MB e una velocità di rotazione dei dischi di 7.200 RPM. Il Deskstar T7K250 è disponibile sia in versione ATA Ultra 133, che SATA II da 3.0Gb/s. Nell’analisi è stato preso in considerazione il modello da 250 GB, ma è disponibile anche la versione da 160 GB.

Test e conclusioni

Hitachi Deskstar T7K250 Le recensioni approfondite riguardanti l’Hitachi Deskstar T7K250 sono numerose e senza dubbio permetteranno di comprendere le sue le reali potenzialità. Tom’s Hardware Italia ha riscontrato risultati soddisfacenti in ogni test, anche se nell’analisi della rumorosità non si sono evidenziati miglioramenti rispetto al modello precedente e alla media dei prodotti presenti sul mercato. Nessun record neanche nella velocità di trasferimento dati, vicina ai 66,1 MB/s, e nei tempi di scrittura rilevati in 65.7 MB/s.

I tempi di accesso, invece, si sono distinti grazie a un 12,6 ms. Seconda posizione assoluta dietro il Western Digital Raptor, che però dispone di una velocità di rotazione di 10.000 RPM. Ottima anche la dissipazione del calore, con solo 45° di temperatura durante le fasi operative. HardcoreWare ne ha approfittato per fare una comparativa all’ultimo benchmark con i top di gamma della Western Digital, Maxtor e Seagate. Ebbene, l’Hitachi si è difeso bene dimostrando di essere un prodotto equilibrato, sebbene non il top nelle performance. Unica pecca i tre anni di garanzia, invece che 5 come WD e Seagate. Confermati i dati di Tom’s Hardware: 68 MB/ in lettura, 54.3 MB/s in scrittura (diverso da HT a causa di un sistema di testing molto esigente), 12,9 ms in accesso.

ClubOverclocker ,invece, ha dato conclusioni entusiastiche. Forse la comparativa con il WD Raptor da 74 GB non era all’altezza, comunque i dati raccolti sono in linea con le altre recensioni.

Interessante la recensione realizzata da un utente del forum di Net-Forum.net . Le considerazioni finali oltre a concentrarsi sulle performance, valutate più che soddisfacenti, affrontano la questione listino: allo stesso prezzo di un SATA 150 7200 RPM si può acquistare l’Hitachi, con SATA II da 3.0Gb/s…

Ottimo prodotto il Deskstar T7K250, non c’è che dire. Certamente non è il più veloce in assoluto, ma il modello in questione ha raggiunto una maturità progettuale che non dovrebbe creare soprese soprattutto sotto il profilo dell’affidabilità.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti