Hitachi tira un disco da 300 GB

Hitachi tira un disco da 300 GB

Il colosso giapponese ha introdotto hard disk di classe enterprise da 300 GB, a suo dire la capacità più elevata oggi disponibile sul mercato. E ha svelato progetti per drive a 2,5 pollici e da meno di 1 pollice
Il colosso giapponese ha introdotto hard disk di classe enterprise da 300 GB, a suo dire la capacità più elevata oggi disponibile sul mercato. E ha svelato progetti per drive a 2,5 pollici e da meno di 1 pollice


Tokyo (Giappone) – Hitachi , che dopo la fusione con la divisione hard disk di IBM è divenuto il terzo produttore mondiale di dischi fissi di fascia alta, ha lanciato un nuovo drive Ultrastar da 300 GB destinato ai server e ai sistemi di archiviazione aziendali.

Hitachi, che definisce il suo nuovo Ultrastar 10K300 l'”hard disk di classe enterprise più capiente al mondo”, dichiara una velocità di trasferimento dei dati “sustained” pari a 89 MB/s e tempi medi di ricerca compresi fra 4,3 e 4,7 ms. Il drive, che ha una velocità di rotazione di 10.000 RPM, dispone di cinque piattelli e di dieci testine e viene prodotto nelle versioni con interfaccia Ultra 320 SCSI e 2Gb/s Fibre Channel (FCAL).

Sulla scia del recentissimo lancio, da parte di Seagate , di hard drive da 2,5 pollici per i server , Hitachi ha affermato di essere anch'essa in procinto di introdurre sul mercato aziendale hard disk di tale formato con costi di poco superiori ai modelli da 3,5 pollici. Il colosso giapponese ha anche previsto che, entro pochi anni, il formato da 2,5 pollici si affermerà anche nel settore delle workstation e dei PC desktop.

Hitachi ha poi annunciato una nuova versione del proprio Microdrive da 1 pollice che potrà essere integrato dai produttori di componenti direttamente sulle schede madri di computer e altri dispositivi. L'azienda afferma che questa versione del Microdrive, che non sarà rimovibile, porterà benefici quali costi più bassi e minor spazio occupato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 02 2004
Link copiato negli appunti