Hitachi tira un disco da 300 GB

Il colosso giapponese ha introdotto hard disk di classe enterprise da 300 GB, a suo dire la capacità più elevata oggi disponibile sul mercato. E ha svelato progetti per drive a 2,5 pollici e da meno di 1 pollice


Tokyo (Giappone) – Hitachi , che dopo la fusione con la divisione hard disk di IBM è divenuto il terzo produttore mondiale di dischi fissi di fascia alta, ha lanciato un nuovo drive Ultrastar da 300 GB destinato ai server e ai sistemi di archiviazione aziendali.

Hitachi, che definisce il suo nuovo Ultrastar 10K300 l'”hard disk di classe enterprise più capiente al mondo”, dichiara una velocità di trasferimento dei dati “sustained” pari a 89 MB/s e tempi medi di ricerca compresi fra 4,3 e 4,7 ms. Il drive, che ha una velocità di rotazione di 10.000 RPM, dispone di cinque piattelli e di dieci testine e viene prodotto nelle versioni con interfaccia Ultra 320 SCSI e 2Gb/s Fibre Channel (FCAL).

Sulla scia del recentissimo lancio, da parte di Seagate , di hard drive da 2,5 pollici per i server , Hitachi ha affermato di essere anch’essa in procinto di introdurre sul mercato aziendale hard disk di tale formato con costi di poco superiori ai modelli da 3,5 pollici. Il colosso giapponese ha anche previsto che, entro pochi anni, il formato da 2,5 pollici si affermerà anche nel settore delle workstation e dei PC desktop.

Hitachi ha poi annunciato una nuova versione del proprio Microdrive da 1 pollice che potrà essere integrato dai produttori di componenti direttamente sulle schede madri di computer e altri dispositivi. L’azienda afferma che questa versione del Microdrive, che non sarà rimovibile, porterà benefici quali costi più bassi e minor spazio occupato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: VERGOGNA
    Ciao a tutti,sono nuovo qui e ancora non registrato (non per molto ancora)condivido a pieno tutto quanto detto fino ad ora, ma mi viene spontanea una riflessione:(anzi 2)se davvero fanno ciò che minacciano di fare , si rendono conto del danno economico che faranno a telecom e enel?e si, perchè credo che tanti come me,a quel punto leveranno di mezzo sia il modem che il telefono di casa (ormai inutile), creando un enorme calo di introiti alla telecom che non credo resti li' a guardare.....senza contare che uno sharatore oggi, tiene acceso il pc 24/24,quindi ipotizzando un consumo di soli 300 W (il mio, con tutti gli hd che ha consumo quasi 500W) per 24 ore di funzionamento,sono più di 7 Kw/ora, da moltiplixcare per tutti gli sharatori italiani.....pensate a quanto in meno entrerà nelle casse dell'enel, e anche lei non credo stia li' a guardare...senza dimenticarci dell'eventuale calo di vendite di hd, cd e dvd.......2° riflessione:quando appresi la notizia dell'incremento di banda da pare di telecom, nell'articolo di repubblica, notai che parlavano della creazione di un portale "rosso alice" dove fra le altre cose, si sarebbero potuti guardare in streaming(pagando) o scaricare per tenerseli (pagando di più) dei film......non sarà solo una mossa intimidatoria per far si' che questo "rosso alice" possa avere da subito molti più utenti di quanti ne avrebbe avuti senza questa repressione(fascista)???in fin dei conti siamo in Italia, e questo mi sembrerebbe il comportamento più normale , se guardiamo cosa fanno quotidianamente i nostri "cari" ministri....o no?alla prossima e ...tenete duro, io sharo 388 Gb e per ora non si toccano.P.S: se davvero tengono ai copyright,non pensano alle copisterie di tutto il mondo che , negli ultimi 20 anni hanno copiato milioni di libri di testo protetti da copyright........e a tutti coloro che negli ultimi 15 anni hanno comprato un vhs (chi non ha mai registrato un film dalla tv??)...o a coloro che hanno in casa una piastra di registrazione...........siamo seri......i copyright non c'entrano nulla con la repressione che vogliono mettere in atto .......di sicuro c'è sotto un giro di miliardi( tanto per cambiare) a spese nostre.cordialmente mi firmo col mio nick ormai da vari anniLucifero.x
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo.
    forse TU non produrrai niente... noi sviluppatori a volte abbiamo degli introiti (farci conoscere... pubblicità...) a diffondere un nostro lavoro. E nostro=non dobbiamo pagare dei diritti a nessuno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    Pudore i Metallica? Non sanno nemmeno cosa significa. Lars Ulrich che va a giocare a "Chi vuole essere milionario?" ti dice tutto... E lui stesso agli inizi, se non sbaglio dopo aver registrato Master of Puppets, disse che loro non sarebbero mai diventati uno di quei gruppetti che vanno in giro in Mercedes... Non è finita: sempre a quei tempi giocavano a freccette col bel faccione di Jon Bon Jovi. Adesso ci fanno i tour assieme.Elisa dal momento che ha riscosso tanto successo non credo stia morendo di fame. Non avrà i soldoni che hanno i Metallica, ma di sicuro ne ha un bel pò. Però si lamenta del p2p!E la storia di Madonna? Con quella noiosa canzone che girava in internet con la sua fastidiosissima vocina del cazzo che diceva: "Ma cosa cazzo credi di fare?"? Quella è straricca e dell'arte non gliene sbatte na ceppa, vuole solo far soldi, questo è ovvio.E quell'altro stramaledettissimo e schifosissimo putrido abomìnio... com'è che si chiama? Ah sì! Robin Williams. Lo ha anche ammesso in tv che il suo sogno è sempre stato soltanto fare soldi ed essere famoso. Almeno lui è onesto. Al suo posto io non sarei riuscito a dirlo tanta la vergogna.E d'altra parte che dire del film e del programma intitolati "Saranno famosi"? Una vita consacrata all'essere ricchi e famosi. E si sa, chi persegue questa via è capace di tutto. Derubare è il minimo.Ogni commento è superfluo per porcate come Grande Fratello, La Talpa, L'Isola dei Famosi, e chi più ne ha più ne metta. E non parliamo poi di tutto ciò che sta intorno a Microsoft & C., tanto lo sappiamo tutti.Ma che cazzo di mondo è?
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    - Scritto da: Anonimo
    Non so chi di noi vorrebbe sbattersi per
    scrivere una canzone e vedere la propria
    canzone scaricata, copiata, masterizzata.Io, ne sarei orgoglioso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    Chiedi a un qualsiasi VERO musicista qual'è per lui la più grande soddisfazione. Al 100% ti dirà che avere persone che apprezzano le sue creazioni è la soddisfazione più grande che ci sia. E' ovvio che chi vuole guadagnare con la musica deve ricevere un compenso, altrimenti non campa. Ma conosci un certo OS che si chiama Linux? Quando è nato i sostenitori di Linus facevano la colletta per pagargli il 386 che aveva comprato. Una cosa del genere mai succederà per Bill Gates e il suo schifosissimo Windows. Ti sei mai chiesto il perchè? Perchè quando una cosa è fatta con passione e quindi non con il fine di fare soldi, alla fine ne uscirà fuori qualcosa che verrà apprezzato, e anche se sarà una cagata, comunque verrai rispettato, che è già tanto, visto l'odio e la rabbia che si sono scatenati ultimamente contro questi presunti "autori" di cui parli (basta leggere le opinioni di questa notizia...). Io compro quasi tutti i cd dei musicisti underground della mia città che mi piacciono. Quelli famosi possono andare a farsi fottere, tanto sfornano solo cazzate inutili, perchè loro hanno solo in mente una cosa: i soldi. Altro che si sbattono per scrivere canzoni, quelli non sanno manco che è il sistema tonale.
  • kermit scrive:
    Re: OKAY MA....

    [cut]

    Ok da domani abbiamo tutti un nuovo lavoro,
    lo scaricatore folle!
    Scusa ma non ho mai sentito niente di piu
    folle.Ma non hai proprio capito un cazzo! O_O impressionante! .oO Kermit Oo.PS:(Redazione, ti prego non mi cassare! Se lo merita stavolta!)
  • kermit scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    - Scritto da: Anonimo
    Non so chi di noi vorrebbe sbattersi per
    scrivere una canzone e vedere la propria
    canzone scaricata, copiata, masterizzata.
    Mettiamoci nei panni degli autori.Eccomi: sono un autore!Piccolo, dilettante, non lo faccio di mestiere. Ma sono sempre un autore! Ho scritto forse una decina di canzoni nella vita (fatte e finite intendo) e ho carne al fuoco per almeno un'altra decina. Di queste solo tre sono già state arrangiate e nessuna di queste ancora incisa per motivi un po' di sfighe, un po' di difficoltà economiche (chi suona qui mi capisce!!!).Beh, io da AUTORE sarei felice di vedere la mia musica OVUNQUE!Come si diceva, chi fa musica per amore della musica, e la spaccia per arte, lo fa per la musica, non per i soldi!Il musicista lo fai nel tempo libero, lo fai come secondo lavoro, lo fai come unica attività solo se sei ricco o e se hai chi ti mantiene OPPURE... SE SEI VERAMENTE BRAVO, APPREZZATO E VALIDO!Altrimenti puoi anche farlo di mestiere: servono autori per i programmi televisivi, per gli spot, per le colonne sonore, ecc... quelle raramente sono canzoni, pezzi d'arte. E' la musica che a ragione si può definire "commerciale" perchè serve proprio a quello, e non è un male!!! E vi assicuro che la televisione che mette in onda un programma, per la sigla "shallallallà" ne paga di soldi! E bastano anche quelli all' "AUTORE DI MESTIERE"!!! Ho amici che lo hanno fatto, ho amici musicisti che lo fanno tuttora di lavoro, sia come autori, sia come esecutori! (Il sito di questo l'ho fatto io! Guardate le referenze: sicuramente lo avete sentito senza conoscerne il nome: http://www.fabrizioleo.com)Male è quando gli "autori di mestiere" si mettono a scrivere materiale che poi gli imprenditori spacciano per ARTE. Brittney Spears, Dido, mille altri... tutti motivetti a volte pure validi, a volte ripresi da glorie passate ("I love Ronck & Roll" NON E' DELLA SPEARS! e ci hanno lucrato tutta la scorsa estate con il motivetto! Altrettanto di dica per "Torn" della Imbruglia! La band originale, gli Ednaswap l'hanno cantata anni prima non è mai stata spinta! Quanti lo sanno?! rif: http://www.musicfanclubs.org/natalie/torn.html).Insomma: parliamoci chiaro!! Ci sono autori e autori! La musica può essere commercio o arte, l'importante è che le due cose siano distinte!!!Prima di finirla faccio un parallelismo prima che mi si capisca male: se uno vuol fare il pittore può scegliere due strade. O si mette a dipingere quello che piace a lui quando vuole lui e spera che piaccia alla gente, cerca di promuoversi, di farsi conoscere in tutti i modi, tramite tutti i canali, anche se la sua opera viene vista, fotografata e copiata... allora parliamo di un artista!Oppure impara a disegnare, altrettanto bene, spesso anche meglio di un "artista" medio, e si mette a fare l'illustratore! Fa l'aerografista per le pubblicità o per le confezioni del tonno riomare (forse non avete mai guardato bene ma le confezioni del cibo ,pasta barilla, tonno, ecc.. sono tutte aerografie, illustrazioni, mai foto) fa il disegnatore per il web, i giornali, la pubblicità, ecc ecc! Si vive in un mondo di immagini e suoni e per illustratori, musicisti, autori grafici e musicali c'è un sacco di spazio e un sacco di remunerazione!E' un lavoro bello e dignitoso...ma pretendere che qualcuno tramite la sua forza economica, le pressioni legali e la legittimità conferita da regolamentazioni vecchie di trecento anni ti permetta di fare della tua arte il tuo sostentamento, ti rivela per quello che sei: un musicista VIZIATO DALLA TUA STESSA FAMA!FAMA e FAME hanno la stessa radice?! O_oNon lo so ma di sicuro so che appena a fine anno incideremo (finalmente) tutti i pezzi andranno sul sito in formato MP3, assieme alla copertina del demo in alta risoluzione!Il demo costerà poco e se qualcuno vorrà comprarlo, allora saremo ben felici di ricevere un contributo! Altrimenti, io lavoro per mantenere me stesso, la mia famiglia e LA MIA MUSICA!Adesso che gli autori di questo forum, PER FAVORE, si facciano sentire!Ciao a tutti!
  • Anonimo scrive:
    Re: CONDIVIDERELIBERAMENTE
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    con l'invenzione di un possibile scopo
    di

    lucro stanno facendo chiudere i server

    opennap...

    di sta cosa non so nulla... ma mi date
    qualche info? stan facendo chiudere i server
    che di per sè sono legali? pazzesco,
    ma la mafia del disco è potentissima
    :|fatti un giro su google: server opennap, server slavanap, server edonkey..troverai tanti siti, tanti forum, tante persone che ti possono far rendere conto di qual'e' la situazione attuale.CONDIVIDERELIBERAMENTE
  • Anonimo scrive:
    Re: CONDIVIDERELIBERAMENTE

    fammi capire.. tu vuoi rubare il software, i
    film e i pezzi musicali perche' gia' paghi i
    mezzi pubblici e l'affitto? Magari solo
    perche' se rubi l'affitto il proprietario ti
    prende a calci in c*lo mentre se rubi il
    software puoi ancora farla franca...
    complimentisoftware?leggi prima di lasciare commenti.inoltre...come accadra' probabilmente (quando le major, la siae e i provider si saranno messi d'accordo) presto esistera' una sorta di abbonamento per scaricare...bene, niente in contrario ma..la pirateria (quella vera, pochi ricchi mercanti e non i milioni di italiani che scaricano mp3) esistera' cmq, anche se in parte colpita..e cosa ancor piu' ragionevole e probabile sara' anche l'esistenza di nuovi protocoli (magari criptati) per poter condividere e cercare files tra masse di utenti.in parole povere i server attuali chiudono perche' alcuni sono perseguiti legalmente -=
    i trasferimenti calano vistosamente causando malcontento negli utenti -=
    nel frattempo la telecom, fastweb e altri isp si mettono in moto per regolamentare con la siae e varie major dell'intrattenimento dato che arriveranno disdette di chi paga 80 euro al mese e poi scarica la posta e poco altro -=
    nasceranno nuovi sistemi legali e nuovi artifici (del resto l'ingegno italiano e' famoso da secoli :-) -=
    non e' cambiato nullaftp esiste da annisu messenger con fastweb volendo, mi passo anke 300 film, microsoft viene accusata di complicita'? mmmhhe poi: tutti i file finora condivisi e scaricati finora che fine fanno? come vengono considerati legalmente?la legge non e' chiara, mal applicata, l'ingegno alla fine la spunta spesso e volentieri.infine mi chiedo (facendo parte di una di queste "infami" reti p2p) come possa essere possibile che gli sforzi di tante persone (gdf) siano spesso sprecati quando per capire se ce un reato legato agli mp3 mi basta accendere l'autoradio e sentire il tipico scricchiolio digitale durante una qualsiasi canzone (vi e' mai capitato? eheh)oppure chi scarica dagli uffici a 10 mbit e poi si vende i film...di carne al fuoco ce n'e' tanta, bastavano 4 telefonate mirate per farci chiudere tutti piuttosto che questo pressing legale asfissiante!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono d'accordo.
    Stronzate.Al limite, scambia.Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: CONDIVIDERELIBERAMENTE

    fammi capire.. tu vuoi rubare il software, i
    film e i pezzi musicali perche' gia' paghi i
    mezzi pubblici e l'affitto? Magari solo
    perche' se rubi l'affitto il proprietario ti
    prende a calci in c*lo mentre se rubi il
    software puoi ancora farla franca...
    complimentima che rubare e rubare.. ma pensa... ma che rubi? un bene che non pagheresti lo stesso?
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    Chiunque facesse musica per amore della musica e dell'espressione trarrebbe gioia e piacere dal vedere la sua opera diffusa, copiata, masterizzata.Hai idea di quanti amici che suonano mi abbiano passato i loro lavori, chiedendomi, a volte, di condividerli, se possibile ?Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    Gia'!!!! L'autore! Provaci un po'.... se non sei del giro!!!! Gli autori mica possono essere uno qualsiasi.... I cari editori mungono TUTTI!!! Perche' vedi il problema non sono gli AUTORI, il problema sono i "papponi" che ci lucrano sopra! Se ti prostituisci allora ti fanno entrare nel giro, ma solo briciole!Pensa a Mia Martini e a Marco Masini........ con la storia della sfiga li hanno sotterrati!
  • Anonimo scrive:
    VERGOGNA
    Dopo mesi di polemiche, mosse e contromosse, opinioni econtro opinioni da parte di Majors, avvocati, utenti, politici,giornalisti, opinionisti, musicisti, presidenti del più e del meno,sono arrivato alla nausea.Io sono un musicista e appartengo all'area degli "sfortunati" che probabilmente non arriveranno mai al successo e che si sentono presi in giro da tutto questo sistema che predilige produzioni dibassa qualità ma facile ascolto, uccidendo la cultura che potrebbeprovenire dall'underground musicale in un paese che ha vistonascere Vivaldi, Rossini, Puccini e tanti altri, ma che oggi predilige rime facili (sole-cuore-amore) con le solite cariatidi senza più idee...Eppure un passo della costituzione recita qualcosa riguardo al fatto che la Repubblica Italiana "promuove" l'arte e la musica...Tuttavia, forse paradossalmente, io sono d'accordo con il file sharing!E ci sono i motivi.Primo: io sono ANCHE un utente e purtroppo si sa che l'utente medio NON è tutelato in NESSUN modo in quello che fa, che acquista, che condivide, che pensa o che gestisce. Un esempio:guardo la TV dove un trailer cinematografico mi mostra una sequenzamontata ad arte di un film in uscita nelle sale cinematografiche. Ebbene dopo aver visto il Filmmi sono accorto che il contenuto era completamente diversoe palesemente si era preparato il trailer a guisa di thriller accattivantequando poi in realtà il film era di una noia mortale, un vero pacco!!però ho pagato i miei dindini sonanti (euro) e la cosa puzza diraggiro, specie se si raffronta la paghetta mensile dell'italianomedio al prezzo del biglietto pagato (io ci mangio tre giorni!)Popolo sovrano? maddove! dobbiamo accontentarci di quel checi mettono in mangiatoia... l'erbetta fresca ce la sognamo!Secondo: Vado al cinema a vedermi un bel film di mio gusto.Qualche tempo dopo, parlando con un conoscente in internet,scopro che, per motivi di programmazione, i film, in Italia,stranieri o no, vengono RIFILATI in fette di massimo 2 ore!E il motivo c'è! L'italiano medio vive la sua giornata proprioin FETTE di 2 ore! e allora, tagliando ad arte (ma a volte anche con la cura di un macellaio) si riescono a fare più visioni in un giorno.... ma io ho pagato per vedere TUTTO il film! Terzo: L'italiano PAGA le tasse, da esse si prendono i soldiper finanziare i film dei registi italiani (i soliti noti) che si sonodimenticati di studiare Fellini, Sergio Leone, Pasolini, LuchinoVisconti, Monicelli e Bertolucci e ci propinano delle cose ATROCIse paragonate alle produzioni estere, anche quelle di nicchia.L'italiano, ignaro, PAGA il biglietto per vederlo al cinema e, chene rimanga deluso o meno, poi, PAGA il canone perchè la RAItrasmetta questo film su una delle sue reti (quando Marzullo non "sfora" con il suo spazio di "grande" cultura (...).Quarto: ne ho piene le scatole di registi girotondini che giocanodi propaganda e altri che minacciano il suicidio per farsifinanziare, vacanze cinematografiche (di natale) e comichevarie malcopiate che pretendono di far ridere ma che non sidiscostano molto in realtà da quelle produzioni più vecchie chequalche critico, valendosi del medio-basso livello in cui hanno tenutoil popolo bue che li guarda, ha tentato di lavare via lo squalloredi cui sono intrisi, appellandoli a "CULT" quando in realtà altro nonsono se non B-Movies se non TRASH-Movies (spazzatura).Quinto: Sequestri! Questure! Lettere! ma cosa sento!.... cosaleggo!... ah, ecco! e poi faccio 2+2... Sanremo si avvicina! quì la cosa odora di rancido: Ok, si vuole evitare che qualche malfamato gruppo di persone trovi il modo di LUCRARE con copie pirata e sonod'accordo sul combattere questa pirateria... ma, da musicista,che ha copiosamente vomitato nelle ultime 3 edizioni di Sanremo,credo che, a parte la quantomeno sospetta organizzazione cheviene ogni anno scoperta nei suoi plagi, raccomandazioni opeggio ancora, la qualità sia scesa veramente molto, tanto chegli stessi stranieri, che un tempo amavano il nostro essere"pizza-cantare-mandolino",oggi ci prendono in giro ad ogni Sanremo tanto che (me l'hannodetto!) organizzano serate per ridere via satellite di quanto siamomelensi, triti, rimescolati e spesso cattive copie di stili stranieri.Sesto: (e quì è L'APOTEOSI) ci hanno tassato del 100% l'acquisto dei supporti CD - sissì... costano il doppio!!! ve ne siete accorti? - con la scusa che così si rientra dei soldi tolti agli autori a causa dell'utilizzo da parte dei "cattivi" cittadini, dei programmi di filesharing...... quindi? come mai si continua a terrorizzare l'utenzache si scarica MP3, film e quant'altro? Dai, non prendiamoci in giro!Mi chiedo perchè colpire i singoli utenti che si scaricano un paio di film o qualche MP3 quando ci sono cose molto peggiori inrete, pedofilia in testa? ho letto interviste in cui dicevano che èdifficile beccarli... ma fatemi il favore! un poliziotto insieme adun hacker possono se vogliono fare molto di più di500 tecnici informatici; ma forse è troppo difficile fare una legge che dia alle forze dell'ordine gli strumenti giusti e che prevedaun condono a quei geni mancati che sono gli stessi hacker dandoloro magari un futuro... noooooo ... facciamo le leggi che abroganoaltre leggi che sostituiscono il comma di un provvedimento per valorizzare le lumache della Val Camonica!E ci si interroga sull'etica della castrazione chimica ai pedofili, siaprono dibattiti e si fanno convegni di grandi saggi e pensatoriquando anche un cerebro-leso (con rispetto parlando) capisce da solo che una legge in tal senso sarebbe quantomeno dovuta....e attenzione che quando si vuol complicare le cose semplicinascondendosi dietro all'etica forse gatta ci cova.Forse non fa comodo concentrarsi su quello perchè chissà cosaci stà sotto, e non si tutelano certo i profitti di nessuno;da quel che si sa ci sono MIRIADI di siti pedofili in rete che ancheun bambino ci arriva... e le forze dell'ordine no?Ma tutelare le Majors è probabilmente più importante che tutelarei minori.In ultimo: Si vuol fare terrorismo psicologico senza tenere contodella volontà popolare che vuole cose di qualità, al GIUSTO prezzo,e con facile accessibilità - cose possibili senza continuare adarricchire solo le majors, le grandi etichette ecc. Il sistema informaticomondiale è ormai a livelli molto avanzati e il sistema di divulgazionemondiale della cultura, della musica avrebbe enormi possibilità sestudiato e gestito senza avidità, come stà facendo "iTunes" che perprima ha capito il modo di gestire il prodotto artistico di musicanti& company.E invece? Ti vendono il lettore DVD con il "chip" per leggere i formatiDivX... ...che sono illegali. Beh, sarò scemo io ma la cosa non mi torna.Beh, verrebbe voglia di scaricare DivX anche solo per dispetto!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: VERGOGNA
      - Scritto da: elfspell
      Sesto: (e quì è L'APOTEOSI) ci
      hanno tassato del 100% l'acquisto
      dei supporti CD - sissì... costano il
      doppio!!! ve ne siete accorti? -
      con la scusa che così si rientra dei
      soldi tolti agli autori a causa
      dell'utilizzo da parte dei "cattivi"
      cittadini, dei programmi di file
      sharing...Certo che me ne sono accorto, infatti ormai CD e DVD-R li compro solo dalla Germania... uno stock di 100 CD-R 42 euro inclusa spedizione, 100 DVD 4x a 110 euro inclusa... cercate su ebay.de e vedete quanti ne trovate anche voi. Fate gli ordini con gli amici, regolatevi come volete ma boicottate il balzello SIAE. E' una miserabile tassa parassita, un oltraggio continuato che non possiamo ingoiare così senza fare niente.
      ... quindi? come mai si continua a
      terrorizzare l'utenza
      che si scarica MP3, film e quant'altro? Dai,
      non prendiamoci in giro!

      Mi chiedo perchè colpire i singoli
      utenti che si scaricano un paio di
      film o qualche MP3 quando ci sono cose molto
      peggiori in
      rete, pedofilia in testa? ho letto
      interviste in cui dicevano che è
      difficile beccarli... ma fatemi il favore!
      un poliziotto insieme ad
      un hacker possono se vogliono fare molto di
      più di
      500 tecnici informatici; ma forse è
      troppo difficile fare una legge
      che dia alle forze dell'ordine gli strumenti
      giusti e che preveda
      un condono a quei geni mancati che sono gli
      stessi hacker dando
      loro magari un futuro... noooooo ...
      facciamo le leggi che abrogano
      altre leggi che sostituiscono il comma di un
      provvedimento per valorizzare le lumache
      della Val Camonica!
      E ci si interroga sull'etica della
      castrazione chimica ai pedofili, si
      aprono dibattiti e si fanno convegni di
      grandi saggi e pensatori
      quando anche un cerebro-leso (con rispetto
      parlando) capisce
      da solo che una legge in tal senso sarebbe
      quantomeno dovuta.
      ...e attenzione che quando si vuol
      complicare le cose semplici
      nascondendosi dietro all'etica forse gatta
      ci cova.

      Forse non fa comodo concentrarsi su quello
      perchè chissà cosa
      ci stà sotto, e non si tutelano certo
      i profitti di nessuno;
      da quel che si sa ci sono MIRIADI di siti
      pedofili in rete che anche
      un bambino ci arriva... e le forze
      dell'ordine no?
      Ma tutelare le Majors è probabilmente
      più importante che tutelare
      i minori.
      In ultimo: Si vuol fare terrorismo
      psicologico senza tenere conto
      della volontà popolare che vuole cose
      di qualità, al GIUSTO prezzo,
      e con facile accessibilità - cose
      possibili senza continuare ad
      arricchire solo le majors, le grandi
      etichette ecc. Il sistema informatico
      mondiale è ormai a livelli molto
      avanzati e il sistema di divulgazione
      mondiale della cultura, della musica avrebbe
      enormi possibilità se
      studiato e gestito senza avidità,
      come stà facendo "iTunes" che per
      prima ha capito il modo di gestire il
      prodotto artistico di musicanti
      & company.

      E invece? Ti vendono il lettore DVD con il
      "chip" per leggere i formati
      DivX...
      ...che sono illegali. Beh, sarò scemo
      io ma la cosa non mi torna.

      Beh, verrebbe voglia di scaricare DivX anche
      solo per dispetto!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: VERGOGNA
      CONCORDO 100%!!!!! Poco fa rispondevo a "mettetevi nei panni degli autori" ricordando la Martini e Masini.....Ho assaggiato anch'io la SIAE... e ho pagato pure i contributi ENPALS....Ora tutte le mattine sveglia alle 6 per tirare la carretta!!! Bisognerebbe trovare il modo di promuovere direttamente l'arte e lo spettacolo. Io ho scaricato fino a poco tempo fa... ma visto che e' tutta cacca... ora ho smesso! Forse hanno proprio PAURA che il file-sharing non ci faccia piu' comprare a "scatola chiusa".
    • Anonimo scrive:
      Re: VERGOGNA
      condivido tutto, tranne una cosa: itunes è tutto fuorchè un metodo onesto di acquisto online perchè un dollaro per un brano mp3 è un crimine autorizzato...ciao:)
    • Anonimo scrive:
      Re: VERGOGNA
      condivido in pieno cio' che hai scritto..come anche altre migliaia e migliaia di persone ;-)CONDIVIDERELIBERAMENTE
    • Anonimo scrive:
      Re: VERGOGNA
      - Scritto da: elfspell
      Io sono un musicista e appartengo all'area
      degli "sfortunati" che probabilmente non
      arriveranno mai al successo e che si sentono
      presi in giro da tutto questo sistema che
      predilige produzioni di
      bassa qualità ma facile ascolto,
      uccidendo la cultura che potrebbe
      provenire dall'underground musicale in un
      paese che ha visto
      nascere Vivaldi, Rossini, Puccini e tanti
      altri, ma che oggi predilige
      rime facili (sole-cuore-amore) con le solite
      cariatidi senza più idee...Rincuorati e sii orgoglioso di essere un musicista dell'underground. Se non lo fossi non saresti degno di rispetto, perchè saresti nel circuito del business. E chi entra in questo posto rimane per sempre corrotto. Spero per te che non diverrai mai famoso.
  • Anonimo scrive:
    CONDIVIDERELIBERAMENTE
    con l'invenzione di un possibile scopo di lucro stanno facendo chiudere i server opennap...strategia del terrore, funzionera', almeno un po?mah...l'unica cosa che e' certa e' che cambieranno i protocolli, cambieranno le leggi, cambieranno i governi...ma l'arte non ha prezzo e la massa (povera finanziaramente..) non sara' mai al passo con i costi e le condizioni che le grandi major imporranno..e' cosi che e' nata la pirateria: il sottile (e finanziaramente devastante) distacco tra cio' che noi possiamo volere e cio' che loro hanno intenzione di darci.5 euro al mese? Troppi per chi deve anche pagare tasse, assicurazioni, spese mediche, canoni, schede telefoniche, mezzi pubblici o benzina..per non parlare di chi sta in affitto, di chi non ha lavoro, di chi non ha voglia di rimanere zitto a subire e vuole cambiare le cose (utopia vostro onore, lo so..)e chi non ha soldi? non puo' sentirsi gli mp3?a quel punto la pirateria rinasce, perche' sentire musica e' fondamentale, non e' scritto ma lo ritengo un diritto, piuttosto che un piacere ;-)no bu$ine$$ -=
    no profit
    • Anonimo scrive:
      Re: CONDIVIDERELIBERAMENTE

      5 euro al mese? Troppi per chi deve anche
      pagare tasse, assicurazioni, spese mediche,
      canoni, schede telefoniche, mezzi pubblici o
      benzina..per non parlare di chi sta in
      affitto, di chi non ha lavoro, di chi non ha
      voglia di rimanere zitto a subire e vuole
      cambiare le cose (utopia vostro onore, lo
      so..)fammi capire.. tu vuoi rubare il software, i film e i pezzi musicali perche' gia' paghi i mezzi pubblici e l'affitto? Magari solo perche' se rubi l'affitto il proprietario ti prende a calci in c*lo mentre se rubi il software puoi ancora farla franca... complimenti
    • Anonimo scrive:
      Re: CONDIVIDERELIBERAMENTE
      - Scritto da: Anonimo
      con l'invenzione di un possibile scopo di
      lucro stanno facendo chiudere i server
      opennap...di sta cosa non so nulla... ma mi date qualche info? stan facendo chiudere i server che di per sè sono legali? pazzesco, ma la mafia del disco è potentissima :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Domanda rivolta anche ad un esperto....
    No era per dire una cifra "forte" per diciamo scaricarse qualche cosa come 10°000 brani musicale al mese :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Domanda rivolta anche ad un esperto....

    (500 euro al mese flat fisso per almeno un
    anno minkia un miliardario :|
  • Anonimo scrive:
    Domanda rivolta anche ad un esperto....
    La mia domanda è questa : se io pago i diritti di autore con una formula del tipo (500 euro al mese flat fisso per almeno un anno per tutta la musica che mi voglio scaricare indipendentemente dal volume, poi posso farci quello che cavolo voglio ? in fondo i diritti di autore per scaricarla l'ho pagati !!!)Se la domanda non è stata chiara la rispiego : in pratica io pago la SIAE per i diritti di autore della musica che mi scarico e condivido ma poi ci può essere qualche tizio che può venirmi a rompere perchè la scarico e la faccio scaricare ??????
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    si certo, non tutti, peccato che quelli foraggiati dalle assoziazioni che vengono a battere cassa miliardari lo siano eccome.metallica, elisa elton john e persone così che puntano il dito contro i ragazzini che scaricano il singolo mentre loro instascano cachet da capogiro... ma dico, un minimo di pudore???
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Non so chi di noi vorrebbe sbattersi per

    scrivere una canzone e vedere la propria

    canzone scaricata, copiata,
    masterizzata.

    Mettiamoci nei panni degli autori.


    ah bene, non credo che mi preoccuperei
    mentre scorrazzo col ferrari :DGuarda che non tutti gli autori guadagnano miliardi.Purtroppo e' credenza popolare che chi fa il cantante o musicita sia ricco sfondato.Bah
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono d'accordo.

    Si vede che vivi in un mondo diverso dalla
    normalita'.
    Fatti un giretto a Napoli.ah beh... napoli è la normalità adesso?
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono d'accordo.
    - Scritto da: Anonimo
    vende?? Guarda che è la mafia a
    scaricare, masterizzare e vendere grazie
    agli extracomunitari che porta in Italia sui
    gommoni.E magari anche Berlusconi, ma dai...
    Il 90% dei normali utenti P2P scarica
    perchè vuole sapere se vale la pena
    di spendere 20 Euro per un DVD o il CD di un
    nuovo gruppo. Sicuro? Peccato che quelli che conosco io scaricano e basta.
    Poi ovvio che quando faccio il backup dei
    miei dati finiscono masterizzati anche gli
    mp3, e non vedo dove sta il problema visto
    che *pago una tassa sul CD vuoto
    indipendentemente da quello che ci metto,
    copyright o no*.Eh gia e casualmente poi vendi anche il cd contentente gli mp3?
    E per finire, non ho mai incontrato nessuno
    che vende Cd con roba pirata, tranne i
    suddetti galoppini della mafia che cercano
    di guadagnare 2 soldi rischiando di farsi
    arrestare.Si vede che vivi in un mondo diverso dalla normalita'.Fatti un giretto a Napoli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettiamoci nei panni di un autore
    - Scritto da: Anonimo
    Non so chi di noi vorrebbe sbattersi per
    scrivere una canzone e vedere la propria
    canzone scaricata, copiata, masterizzata.
    Mettiamoci nei panni degli autori.Perchè invece farsi sfruttare dalle major? L'industria del disco così com'è non può andare avanti, lasciamogli realizzare tutti i loro sogni proibiti (Palladium, jukebox a pagamento, CD venduti a prezzi esorbitanti e repressione poliziesca) e alla lunga si scatenerà una crisi esorbitante tipo new economy, cioè la crisi tipica di un settore che incassa molto più del valore effettivo del suo prodotto e che sottrae risorse ad altri ambiti. Col P2P, con lo sciopero dei consumi o con altri mezzi bisogna comunicare all'industria del disco che noi clienti non intendiamo seguirla in questa spirale. Meglio una modesta crisi economica oggi con successiva riforma che ristrutturi la distribuzione e i rapporti di forza artista/produttore che ritrovarsi in condizioni ben peggiori in futuro.Alberto
    • Anonimo scrive:
      Re: Mettiamoci nei panni di un autore
      Mi ricordo a proposito una intervista fatta una estate a Niccolò Fabi al festival bar il cui breve tema era "ma tu ci guadagni facendo musica". Rispostà di Niccolò :"no ci guadagno poco la maggior parte degli incassi mi viene per i concerti e pubblicità ma non dalla vendità diretta dei cd"Questo forse fà riflettere.Se la mia fonte vuole essere verificata penso che le le reti Mediaset abbiano i registrati delle puntate.... se pò chiedere per vedere se è così' :)
  • Anonimo scrive:
    Re: OKAY MA....
    - Scritto da: Anonimo
    Ok da domani abbiamo tutti un nuovo lavoro,
    lo scaricatore folle!
    Scusa ma non ho mai sentito niente di piu
    folle.Scusa, ma hai per caso letto il post a cui hai risposto?Non mi sembra proprio.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non e' giusto e basta !!!
    - Scritto da: Anonimo
    Io condivido e scarico praticamente SOLO
    materiale libero, software opensource,
    sfondi del dekstop e immagini fantasi che
    non hanno sopra nessun diritto di autore e
    quindi perche' cavolo dovrei pagare dei
    fottuti soldi alle major quindo scambio solo
    materiale libero che non gli appartiene
    nemmeno ???
    Dovrebbero farsi fottere !Un po difficile da credere.:)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono d'accordo.
    Macche', io non compro cd scaricati da internet.
  • Anonimo scrive:
    Mettiamoci nei panni di un autore
    Non so chi di noi vorrebbe sbattersi per scrivere una canzone e vedere la propria canzone scaricata, copiata, masterizzata.Mettiamoci nei panni degli autori.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mettiamoci nei panni di un autore
      - Scritto da: Anonimo
      Non so chi di noi vorrebbe sbattersi per
      scrivere una canzone e vedere la propria
      canzone scaricata, copiata, masterizzata.
      Mettiamoci nei panni degli autori.ah bene, non credo che mi preoccuperei mentre scorrazzo col ferrari :D
  • warrior666 scrive:
    Re: P2P: rapporto dal 2007
    il punto debole è "l'affidabilità" degli amici degli amici.. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono d'accordo.
    - Scritto da: Anonimo
    perche' la gente scarica, masterizza e
    vende, non credo che la gente scarichi per
    il gusto di ascoltare.
    E' inutile fare i santerelli, tutti sappiamo
    che uso se ne fa del materiale scaricato.Ti rode perche' i tuoi "amici" i cd a te li vendono?Magari e' solo perche' sei un troll.
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P: rapporto dal 2007
    - Scritto da: Anonimo
    c'è un problema: un client alla prima
    connessione o è introdotto nel giro
    da qualcuno o se ne sta fuori per semper....Vero, mi sembra un po' debole sul bootstrap.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma siamo impazziti!!!?

    be' anche quando peer (il pusher) scambia
    con il peer (il drogato) 1g di eroina sono
    affari loro e privati... pero' sembra che
    non sia legale
    Bravo, ma come puoi ben vedere leforze dell'ordine per constrastarequesti atti illegali non può metteretelecamere ad ogni angolo dellastrada oppure montarci una bellatelecamera sulla fronte per controllarea tappeto cosa facciamo.Ma guarda un po'.E per la cronaca ci sarebbe molto dadire anche sulle forze dell'ordineche si travestono da pusher perprendere chi compra sul fatto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente

    1? per mp3=
    la maggior parte degli sharers spenderebbero
    almeno 5000?.

    improponibile.più che altro si spenderebbe in media 12/13 ? per un vecchio album, pero:niente supporto copertina o che altrocosti di download a tuo caricoqualità del cazzoin sisntesi: paghi ancora un botto un prodotto che è pur peggio del cd... i casi sono due: o i dati di itunes sono falsati alla grande o c'è una quantità di sprovveduti a sto mondo veramente spaventosa...
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P: rapporto dal 2007
    c'è un problema: un client alla prima connessione o è introdotto nel giro da qualcuno o se ne sta fuori per semper.... passi la cifratura (ma dove siamo finiti.. la privacy? solo se sei un politico?) ma il resto non mi pare molto fattibile...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non e' giusto e basta !!!
    - Scritto da: Anonimo
    Io condivido e scarico praticamente SOLO
    materiale libero, software opensource,
    sfondi del dekstop e immagini fantasy:D ma per questo basta andare su sourceforge o fare una ricerca su google/foto o su milioni di siti, a che ti serve il P2P? Qualcuno ha un "lie detector"? Ecco proviamo un po'...... piiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii (fondo scala) ROTFL
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma siamo impazziti!!!?


    be' anche quando peer (il pusher) scambia
    con il peer (il drogato) 1g di eroina sono
    affari loro e privati... pero' sembra che
    non sia legalebeh se per te un mp3 è uguale a un grammo di coca siam proprio alla frutta...:(
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono d'accordo.
    - Scritto da: Anonimo
    perche' la gente scarica, masterizza e
    vende, non credo che la gente scarichi per
    il gusto di ascoltare.
    E' inutile fare i santerelli, tutti sappiamo
    che uso se ne fa del materiale scaricato.vende? ma non sparare cazzate.. scarica ascolta e dimentica... dai suvvia.. inutile fare i santerelini ma non sparare boiate pure techi vende è la mafia che rifornisce il giro dei marocchini ma guardacaso quelli non li tocca mai nessuno... han paura di saltare per aria nella loro sede ???
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono d'accordo.
    - Scritto da: Anonimo
    perche' la gente scarica, masterizza e
    vende, non credo che la gente scarichi per
    il gusto di ascoltare.E invece sì. Vendere venderai tu e il tuo amico Barbanera, il 99% degli utenti dei sistemi di file sharing condivide senza scopo di lucro.
    E' inutile fare i santerelli, tutti sappiamo
    che uso se ne fa del materiale scaricato.Parla per te.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma siamo impazziti!!!?
    - Scritto da: Anonimo
    Vediamo la cosa da un altro profilo: se io
    (Peer) scambio con (to Peer) qualcosa....
    Sono affari squisitamente miei e privati!be' anche quando peer (il pusher) scambia con il peer (il drogato) 1g di eroina sono affari loro e privati... pero' sembra che non sia legale
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma siamo impazziti!!!?
    difatti il loro continuo infrangere le regole pagando ilegislatori (perchè è così ed è innegabile) è quanto di più fastidioso ci sia in tutta la questine del p2p.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono d'accordo.
    vende?? Guarda che è la mafia a scaricare, masterizzare e vendere grazie agli extracomunitari che porta in Italia sui gommoni.Il 90% dei normali utenti P2P scarica perchè vuole sapere se vale la pena di spendere 20 Euro per un DVD o il CD di un nuovo gruppo. Perchè oggigiorno non ci si può permettere di comprare questi beni e beccare la "sola", buttando via 20 o più euro ad acquisto.Io acquistavo solo CD originali ma li ho copiati tutti in mp3: me li sento nell'autoradio senza dover cambiare sempre CD e li mischio per creare le compilation e le playlist che mi pare, com'è mio sacrosanto diritto di consumatore.Poi ovvio che quando faccio il backup dei miei dati finiscono masterizzati anche gli mp3, e non vedo dove sta il problema visto che *pago una tassa sul CD vuoto indipendentemente da quello che ci metto, copyright o no*.E per finire, non ho mai incontrato nessuno che vende Cd con roba pirata, tranne i suddetti galoppini della mafia che cercano di guadagnare 2 soldi rischiando di farsi arrestare.:
    Nime
  • Anonimo scrive:
    OKAY MA....
    Il problema fonfamentale è che chi acquista un software, un cd musicale, un gioco, non può farne l'uso che ne vuole, di fatti vi è un diritto di proprietà parziale.....perchè?Se io acquisto un frigorifero, una tv ...ho il diritto di venderla ad altri, di prestarla, ect. Invece acquisto un cd musicale, del costo di 20 euro, dovè vi è musica decente solo per il 5%, ma non ho nessuno diritto esclusivo!! allora si tratta di affitto quindi se io non sono contento posso restituirlo al produttore e farmi rimborsare quello che ho pagato visto che il prodotto è scadente.!! Bisogna difendere i diritti sia dei produttori che dei singoli acquirenti.....Perchè se spendo 250 euro per un sistema operativo non devo essere risarcito dei danni che questo sistema operat. causa al mio pc? Perchè devop fare uso dei tasto Ctr + Alt+Can ogni volta è pagare per il disagio?Se io acquisto qualcosa devo essere libero di farne quello che voglio......Sono d'accordo paghiamo pure 5 euro al mese per condividere qualsiasi cosa.....ma allora paghino anche per i danni che ci causano e per il tempo perso, visto che il tempo è denaro.le major e le software house paghino per le cause dei virus, dello spam. Se viviamo in una società dei diritti e dei doveri, anche chi fa ricavi ed è quotato in borsa paghi.....FACCIAMO UN APETIZIONE PER UGUALI DIRITTI FRA CONSUMATORI E PRODUTTORI....Noi utenti siamo pronti a pagare ma voi Major pagherete?
    • Anonimo scrive:
      Re: OKAY MA....

      Sono d'accordo paghiamo pure 5 euro al mese
      per condividere qualsiasi cosa.....per me va a finire che pagherai 5 ? per indennizzo e se ti beccano ti pelano lo stesso, come succede per i cd vergini.. insomma un ulteriore balzello per la mafia del disco... ma pensa te: una volta si pagavano le tasse allo stato, adesso pure ai privati... :|
    • Anonimo scrive:
      Re: OKAY MA....
      - Scritto da: Anonimo
      Il problema fonfamentale è che chi
      acquista un software, un cd musicale, un
      gioco, non può farne l'uso che ne
      vuole, di fatti vi è un diritto di
      proprietà parziale.....perchè?
      Se io acquisto un frigorifero, una tv ...ho
      il diritto di venderla ad altri, di
      prestarla, ect. Invece acquisto un cd
      musicale, del costo di 20 euro, dovè
      vi è musica decente solo per il 5%,
      ma non ho nessuno diritto esclusivo!! Si ma guarda che la televisione la vendi una volta, mica puoi farne delle copie e rivenderla piu volte!allora
      si tratta di affitto quindi se io non sono
      contento posso restituirlo al produttore e
      farmi rimborsare quello che ho pagato visto
      che il prodotto è scadente.!!mah!
      Se io acquisto qualcosa devo essere libero
      di farne quello che voglio......e chi te lo impedisce??
      Sono d'accordo paghiamo pure 5 euro al mese
      per condividere qualsiasi cosa.....
      ma allora paghino anche per i danni che ci
      causano e per il tempo perso, visto che il
      tempo è denaro.Sta a vedere che mo' ti devono pagare perche' tu scarichi dei files?Hai inventato una nuova professione, bravo!
      FACCIAMO UN APETIZIONE PER UGUALI DIRITTI
      FRA CONSUMATORI E PRODUTTORI....
      Noi utenti siamo pronti a pagare ma voi
      Major pagherete?Ok da domani abbiamo tutti un nuovo lavoro, lo scaricatore folle!Scusa ma non ho mai sentito niente di piu folle.
  • Anonimo scrive:
    Sono d'accordo.
    perche' la gente scarica, masterizza e vende, non credo che la gente scarichi per il gusto di ascoltare.E' inutile fare i santerelli, tutti sappiamo che uso se ne fa del materiale scaricato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo.
    - Scritto da: Anonimo
    E se scambio o voglio distribuire software
    che produco io stesso, gratuitamente, dovrei
    comunque ingrossare i portafogli gia belli
    gonfi di ricche major? Mi sembra un'idea
    stupida che puo solo peggiorare le cose. Se
    continuiamo cosi tra poco anche per
    fischiettare si dovra pagare una tassa alle
    major... ma stiamo scherzando?
    :@:@:@Il fatto e' che te non produci niente, ma scarichi a sbafo.
  • avvelenato scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Anonimo


    Ma se pensate al fallimento incombente
    siete

    fuori di testa!


    bwahahahahahah aspetta qualche anno e
    vediamo.... le vendite calano sempre di
    più con un trend che non ha
    correlazione al p2p... inizia a cercarti un
    posto in miniera va che hai finito di
    campare con i diritti d'autore :D:D

    per il prgetto itunes per me è uina
    follia... il p2p non può essere
    smantellato e al modico prezzo di 1 ? per un
    mp3 si stanno programmando il suicidio....
    è inutile che cerchino di rigirare la
    frittata: napster 2 è alla canna del
    gas e itunes appena passata l'euforia
    iniziale è già alla fase di
    maturità del mercato...

    ciao ciao alle major... senza rimpianto1? per mp3=la maggior parte degli sharers spenderebbero almeno 5000?.improponibile.
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P: rapporto dal 2007
    - Scritto da: Anonimo
    Buongiorno, 1 marzo 2007

    Leggo solo oggi questo forum, e vorrei
    raccontarvi come stanno qui le cose in fatto
    di p2p.... spero di non esser troppo in
    ritardo!!!Nel 2007 la razza umana ancora non si sarà estinta? Caspita, ho perso una scommessa... :p
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    - Scritto da: Anonimo

    E quindi ha diritto a rubare soldi? Ha
    diritto a vendere la sua merda a 20 euro a
    botta? Non mi pare giusto e dopotutto anche
    Bill Gates è uscito fuori dal nulla,
    ma non mi pare uno degli animi più
    nobili della terra...Beh, c'è comunque un bel distinguo tra i due: Gates lascierà in eredità ai sui figli una somma pur sempre cospiqua, ma esigua in confronto al totale. Il resto verrà devoluto interamente in beneficenza.Ora non mi pare che nè Elisa nè nessuna delle sanguisughe che abitano i piani alti delle major abbia intenzione di fare una cosa simile, anzi... manca poco che facciano pagare il biglietto per assistere al loro funerale...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo.
    Non scherzarci troppo... se tu fischi in pubblico(più di 7(?) persone) per più di un tot di secondi (erano 30?) dovresti pagare la siae... ricorda che sulle suonerie per cell scaricate paghi già la siae...
  • Anonimo scrive:
    Ma siamo impazziti!!!?
    Vediamo la cosa da un altro profilo: se io (Peer) scambio con (to Peer) qualcosa.... Sono affari squisitamente miei e privati! Chi ha dato a chicchessia l'autorita' per spiarmi? File-sharing a parte qui' e' in gioco il concetto stesso di tutela della privacy! Al di la' di tutto e' il vero nocciolo della questione. Si sta facendo passare per legittimo anke lo spiarci nel nostro privato. Se i signori delle Majors hanno qualcosa da ridire lo facciano nel rispetto delle regole, senza tanto piangere sul fatto che non possono piu' arricchirsi bellamente alle nostre spalle!. Rubare non puo' essere mai lecito, anche se sancito per legge.
  • Anonimo scrive:
    Non sono d'accordo.
    E se scambio o voglio distribuire software che produco io stesso, gratuitamente, dovrei comunque ingrossare i portafogli gia belli gonfi di ricche major? Mi sembra un'idea stupida che puo solo peggiorare le cose. Se continuiamo cosi tra poco anche per fischiettare si dovra pagare una tassa alle major... ma stiamo scherzando?:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    Veramente Elisa faceva la parrucchiera per anche meno
    fino ad un...quant'è... 5-6 anni fa.E quindi ha diritto a rubare soldi? Ha diritto a vendere la sua merda a 20 euro a botta? Non mi pare giusto e dopotutto anche Bill Gates è uscito fuori dal nulla, ma non mi pare uno degli animi più nobili della terra...
    Al di là del caso specifico, perchè uno non può intascare
    5,10,100mila euro al mese se se li è guadagnati?Hai detto bene: "se se li è guadagnati". E ti pare che Elisa se li guadagni? Se ne guadagna il 5-10%, il resto è un surplus derubato. Io preferirei che sia Carlo Rubbia a guadagnare più di Elisa, ma, quando l'ultima volta ho avuto il piacere di parlare con un paleontologo molto attivo, ho avuto il dispiacere di scoprire che doveva girare più volte tutto il mondo per trovare un finanziamento ragionevole. Non parliamo poi di quanto guadagna...
    Sempre a livellare verso il basso.Il problema non è la direzione, ma il fatto che non si sa come si livella. Prima impariamo a livellare, poi penseremo alla direzione in cui livellare.
    Una mentalità perdente... e il declino nazionale ne è il
    risultato...mah...Se il declino nazionale dipendesse da questo sarebbe stato risolto da tempo. Ci sono cose ben più gravi purtroppo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Ekleptical

    biosgna non comprare e non scaricare,
    Certo, certo. C'è talmente tanto odio
    per le leggi sul diritto d'autore che oggi
    Lucio Dalla è stato nominato
    Cavaliere o simile e settimana scorsa Ciampi
    ha fatto un discorso contro la pirateria,Era un discorso a favore dellla pirateria e contro il diritto d'autore questo?
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Ekleptical
    Peraltro farei notare che il mercato
    italiano è nullo rispetto a quello
    degli altri paesi da un pezzo. Naturalmente. Cmq è chiaro, molti clienti ed ex-clienti si augurano che il trend negativo riguardi tutto il mondo perchè questo modello industriale è vecchio e bisognerebbe che intervenisse qualche fattore a smantellarlo, chiamala pirateria, P2P, sciopero dei consumi o che dir si voglia, in modo da poter poi porre le basi con un diverso schema industriale, basato sulla Rete, dove l'artista incassa una percentuale molto piu' consistente da ciascun brano venduto e i prezzi sono molto piu' bassi. Ancora 1$ a brano su iTunes è troppo, il prezzo di 12 brani equivale a un album su CD senza che entrino in gioco i costi di stampa, materie prime e trasporto. Non sarà che ancora una volta la struttura elefantiaca delle major vuole sostentarsi speculando esageratamente su una nuova tecnologia, come accadde col CD negli anni ottanta? E in questo caso noi consumatori dovremmo assecondare questa tendenza? Sono convinto che, con la distribuzione elettronica, i prezzi dovrebbero essere notevolmente piu' bassi, non lo sono perché, in prospettiva, le major devono sostituire il supporto fisico con un quid che gli fornisca le medesime entrate.

    Si lamentano del fallimento da molto prima
    di Napster!!!Il caso italiano è patologico nella pur travagliata scena musicale internazionale. Gli americani si lamentano di quei "malavitosi" della RIAA, ma se vedessero la situazione italiana si riterrebbero fortunati. I nostri CD sono a 21 euro contro i 13 euro degli album statunitensi, non mi stupisce che in Italia possa esserci una situazione di crisi che non si riscontra nel resto del mondo.Gianluca Cardinale
  • Anonimo scrive:
    e un'azienda?
    potrebbe scaricarsi tutto il sw ed essere a posto con la levy di 5 ? sull'hdsl aziendale? dai, è una cosa che fa acqua da tutte le parti....
  • Anonimo scrive:
    Re: 5$ al mese? Sono daccordo, però....
    Gli mp3 minimo 192 Kbps, però ... !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: Non e' giusto e basta !!!
    - Scritto da: Anonimo
    Io condivido e scarico praticamente SOLO
    materiale libero, software opensource,
    sfondi del dekstop e immagini fantasi che
    non hanno sopra nessun diritto di autore e
    quindi perche' cavolo dovrei pagare dei
    fottuti soldi alle major quindo scambio solo
    materiale libero che non gli appartiene
    nemmeno ???
    Dovrebbero farsi fottere !Già paghi le major per i supporti vergini e gli apparecchi di registrazione senza avere neppure il diritto di copiarci sopra quel che ti pare, se pagassi per avere il diritto all'esistenza libera del p2p senza limitazioni, sarebbe una grande cosa.Ma le major non accetteranno mai l'equazione p2p libero in cambio di abbonamento. Sono avide e ingorde, vogliono soldi senza dare nulla in cambio (vedere appunto la vergogna della tassa sui supporti di cui sopra).
  • Anonimo scrive:
    Re: mercato discografico italiano -7%
    - Scritto da: Anonimo
    Bene la lenta ed inesorabile fine del
    mercato discografico italiano ha iniziato la
    sua corsa verso l'azzeramento :D

    www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=421&idGODO.
  • avvelenato scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: avvelenato


    no, non comprando e non scaricando si

    dimostra solo di non essere interessati
    alla

    musica.



    Mi dispiace ma sono un musicista, se pur
    dilettante. Io mi interesso alla musica
    andando ai concerti di gente che ritengo
    meritevole e pagandoli in questo modo.
    sono d'accordo, ma questo c'entra poco col fatto che si pirati o meno no?anche io comunque vado ai concerti di coloro i quali meritano, se posso permettermelo (anche i concerti purtroppo sono spesso molto cari)
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono daccordo

    ieri ho trovato un tizio che in rete
    condivideva 12.000 pezzi musicali,
    considerando un euro a pezzo aveva nell'hd
    un capitale (24.milioni del vecchio conio
    come dice qualcuno) che io guadagno in un
    anno... mettiamo il caso che quei pezzi li
    scarichino in 10 dopo X giorni.. sono
    240milioni che se na vanno in fumo e
    considerando che su internet ci sono milioni
    di utenti si fa presto ad arrivare a cifre
    astronomiche , se voi pensate che i governi
    vi lasceranno fare perche' ogni volta che
    qualcuno avanza una proposta a questa si
    risponde "io non caccio una lira bucata
    hahaha" siete dei pazzi. In ogni caso meglio
    voi che io son duro di comprendoniosei duro di comprendonio certamente se credi che quel tizio avrebbe sborsato 12000 ? per quella roba.. semplicemente non l'avrebbe avuta. dove sta il danno economico? dove? me lo dici? aspetto!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente

    Ma se pensate al fallimento incombente siete
    fuori di testa!bwahahahahahah aspetta qualche anno e vediamo.... le vendite calano sempre di più con un trend che non ha correlazione al p2p... inizia a cercarti un posto in miniera va che hai finito di campare con i diritti d'autore :D:Dper il prgetto itunes per me è uina follia... il p2p non può essere smantellato e al modico prezzo di 1 ? per un mp3 si stanno programmando il suicidio.... è inutile che cerchino di rigirare la frittata: napster 2 è alla canna del gas e itunes appena passata l'euforia iniziale è già alla fase di maturità del mercato... ciao ciao alle major... senza rimpianto
  • Anonimo scrive:
    Re: io sono daccordo!!!!
    Il problema e' che la loro intenzione non e' mettere programmi di P2P a pagamento ma di fare una cresta sul traffico internet generato dai nostri computer, mettere dei filtri da parte dell' ISP che sniffino i protocolli P2P non e' difficile tecnicamente ...Il problema e' che in tanti sono che non sanno nemmeno che quando comprano un CD vergine pagano una tassa alla siae e poi magari su quel CD ci mettono il backup di sistema ... la stessa sara' per chi il P2P lo usera' per condividre e scaricare materiale non protetto da diritti di autore ...Non e' giusto che la siae venga pagara se tizio ha scaricato la iso di debian o slackware o musica amatoriale o il filmetto cretino con le persone che parlano in dialetto bolognese che fa tanto ridere... Fin quando non avranno trovato il modo di discriminare chi scarica cose pirate e chi scarica cose libere queste soluzioni sono illegali perche' penalizzano chi non commette nessuna pirateria !
  • Anonimo scrive:
    Non e' giusto e basta !!!
    Io condivido e scarico praticamente SOLO materiale libero, software opensource, sfondi del dekstop e immagini fantasi che non hanno sopra nessun diritto di autore e quindi perche' cavolo dovrei pagare dei fottuti soldi alle major quindo scambio solo materiale libero che non gli appartiene nemmeno ???Dovrebbero farsi fottere !
  • Anonimo scrive:
    Re: mercato discografico italiano -7%
    - Scritto da: Anonimo
    Porca miseria da oggi mi metto a scaricare
    pure io, hai visto mai che finalmente quello
    schifo che chiamano musica da discoteca
    sparisce
    definitivamente?A me faresti un favore, grazie
  • Marlenus scrive:
    Incredibile Son d'accordo con Ekleptical
    - Scritto da: Ekleptical
    Premesso che pago GIA' 7 euro al mese per
    l'abbonamento allo shop digitale di MTV.it,
    non sono per niente d'accordo con la
    proposta in sè.
    Non ha il minimo senso un una tantum
    indifferenziato, da distribuire con criteri
    di impossibile equità! Qua si vede la
    differenza fra chi ama la musica e i
    musicisti e chi ha solo interesse a
    scroccare e sfruttarli, che si chiami p2p o
    case discografiche.
    Quando pago io so che i miei soldi (in
    parte) andranno all'artista del brano che
    sto comprando. Con un abbonamento "una
    tantum" poi il compenso come viene diviso?
    Li intasca la discografica? E a che titolo?
    E il diritto d'AUTORE?
    O facciamo uno stipendio politico a tutti
    gli artisti o sedicenti tali? Basta mettere
    su un complessino senza manco saper suonare,
    nè comporre, strimpellare random,
    metterlo in rete e intasco il "canone" come
    musicista?
    Stiamo scherzando?Incredibile. Per una volta sono d'accordo con te....E' proprio questo il punto: il diritto d'autore DEVE remunerare gli autori, non gli sfruttatori !!!!95% a major, distributori, venditori e quant'altro e 5% all'autore è il problema. Spingiamo per una legge che protegga gli autori.... e carichi su chi fa p2p solo quel 5%.Ed ecco un mercato ben regolato.I calderoni all'italiana con relativi parassiti non fanno bene a nessuno degli attori onesti.
  • Anonimo scrive:
    grandee
    :D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Ekleptical

    Se si vuole affondare RIAA, SIAE e soci

    Ma non affondate proprio nessuno! Ma la
    volete capire?
    Solo nella vostra zucca la RIAA e la SIAE
    affondano!

    A livello di pezzi venduti il mercato dei CD
    è in ripresa ultimamente, sia in
    Italia, che all'estero.LOL e questi dati da dove li tiri fuori? Dall'allegato dell'unita'?
    In USA non so, ma del resto, obiettivamente,
    ormai la musica per le masse è
    semplicemente agghiacciante
    (hip-hop, r'n'b preconfezionato e rockettari
    di riciclo, che a quel punto i Darkness son
    più degni e onestamente retrò)e chi sei tu per giudicare la musica buona da quella cattiva? a me l'hip hop piace
    Per l'ennesima volta, le major vogliono
    stroncare il p2p non per i CD, ma per iTunes
    & co.che ****** centra il p2p con itunes?????

    biosgna non comprare e non scaricare,non compriamo, non carichiamo.. ma allora la soluzione e' rinchiuderci tutti in una grotta e cantare

    Certo, certo. C'è talmente tanto odio
    per le leggi sul diritto d'autore ma quale odio? Se tu scrivi un libro sei coperto dal diritto d'autore, se componi un pezzo musicale anche, se componi una poesia idem.. vorresti che non fosse cosi'? e' un'idea.. alle prossime elezioni vota qualcuno che la pensi come te (qualche scimmia antropomorfa) alle quali i vostri discorsi appaiono
    deliranti quanto le storie del barone di
    Munchausen.che hai contro il barone di munchausen? Secondo me dovresti fare un corso di tolleranza
  • Ekleptical scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente

    Deciditi, anche i troll devono avere le idee
    chiare.Il mercato tira a campare, fra crisi e stabilità. Per dare una svolta e riportare il settore ad un più sano andamento economico, le case puntano sul boom della vendita online, in modo da aprire un nuovo fronte di distribuzione.Il p2p è un ostacolo enorme a questo piano.Questa è l'esatta situazione in poche parole.Ma se pensate al fallimento incombente siete fuori di testa!
  • Ekleptical scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente

    Perchè le tue invece... Dici che il
    mercato non è in crisi quando
    l'ultimo comunicato ufficiale della FIMI
    parla di una flessione del 7% (del 14% negli
    ultimi 3 anni).A parte che Nicola Mazza aveva detto il contrario (in volumi) due settimane fa da queste parti e quindi dovrebbero un po' decidersi, cmq due anni fa c'è stato un aumento, data la situazione economica non è che si potesse sperare in un boom. I dati sono conflittuali rispetto a quello che dichiaravano 2 anni fa (stessa società di revisione)http://www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=319&idtipo_documento=4Qualcosa non torna!!!Peraltro farei notare che il mercato italiano è nullo rispetto a quello degli altri paesi da un pezzo. Si vendono molti più dischi in Olanda, che ha una frazione della nostra popolazione.E' il mercato europeo più scarso che ci sia, da sempre. Non per niente in Italia a far concerti non viene nessuno, se non con date uniche mordi e fuggi.Si lamentano del fallimento da molto prima di Napster!!!==================================Modificato dall'autore il 28/02/2004 9.40.12
  • Anonimo scrive:
    5$ al mese? Sono daccordo, però....
    devono essere le stesse major musicali e cinematografiche a mettere in linea mp3 e film compresi i titoli in nuova uscita.;)
  • gpl scrive:
    Re: Baggianate!
    Sul perche' le persone non cambiano lavoro me lo chiedo anche io...Dovrebbero pero' pensarci anche i cantanti e i discografici.Insomma se muoiono di fame meglio che cambino lavoro ;)La colpa e' del p2p ?E allora ? Anche il muratore muore di fame se si prendono irregolari che lavorano per la meta' dei soldi senza ferie, malattie, contributianche l'operaio muore di fame se le fabbriche le spostano in cina dove le condizioni di lavoro sono quelle che sono o se acquistano prodotti da questi paesi sapendo benissimo da cosa e' data la differenza di costoper non parlare dei paesi in cui il lavoro minorile la fa' da padrone.anche il progrmmatore muore di fame se chiamano gli indiani a fare il softwareEppure non ho mai visto pene di 3 anni per chi fa' lavorare irregolari o produce in paesi dove le condizioni minime di lavoro non sono rispettate.Potrebbero benissimo essere accusati di favorire quelle condizioni delle quali sono sicuramente a conoscenza.Non come fanno certe aziende...ma io non sapevo! adesso controllero' meglio...giuro!Diventa comodo voler far rispettare la legge con pene severissime per 1 mp3, e dal'altra parte quasi nulla...forse questa disparita' di trattamento a qualcuno puo' dar fastidio...e come potrebbe dire mister B, "li capisco".Sulla mentalita' niente da ridire, il problema pero' sta' nella premessa.
    perchè uno non può intascare
    5,10,100mila euro al mese se se li è
    guadagnati?Li guadagnano ?Insomma, prima uno per andare in giro a cantare doveva avere una voce, non poteva cantare in playback.Prima si facevano i concerti per guadagnare, oggi li fanno per promuovere poi non si fanno piu' vedere....Fare un cd costava sicuramente uno sproposito rispetto ad oggi e sicuramente non c'erano le 2 o 3 (quando va bene) canzoni e il resto schifo....Ben venga l'innovazione tecnologica, ma non a discapito della qualita', e soprattutto c'e' chi in tutti questi anni ha goduto dell'abbattimento dei costi.E' inutile che mi vengano a raccontare che per il cd ci volgiono chissa' quante persone, che costa la promozione ecc...anche 5 anni fa' c'erano le stesse persone e la stessa promozione ma i cd costavano meno e in 5 anni la tecnologia fa' passi da gigante e il costo di quella vecchia diventa praticamente nullo.Personalmente non scarico un mp3 da non so quanti anni, e non compro cd da ancora piu' anni.Ascolto la radio, e quando non si sente ho sempre dei buini vecchi cd da riascoltare.Ogni tanto qualcuno approfitta del fatto e me ne regala uno...sperando di poterlo ascoltare in macchina viste le varie protezioniInsomma gia' pago la tassa sui cd/dvd e apparecchi vari anche se ci metto tutt'altro, ci manca la tassa sul p2p a favore di chi poi...chi decide la spartizione ???La solita compagnia di giro ? :|Si dovrebbe anche parlare di monopoli, oligopoli e cartelli spudoratamente sotto gli occhi di tutti....ma sono gia' stato abbastanza lungo
  • Anonimo scrive:
    Re: mercato discografico italiano -7%
    Ridicolo sopratutto il passaggio del calo dei prezzi!!! Ma ci sono o ci fanno? Ma è possibile che certa gente abbia la faccia la posto del c**o? Ma come fanno a scrivere certe idiozie? COn quale faccia tosta? Il prezzo dei cd è calato nel 2002 del 9,3%...nel 2003 del 7,3%. I cd sono calati del 16,6% in 2 anni? Ma dove?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il p2p non e' solo mp3 e solo in USA!!!!
    Chiamo mamma che tira loro appresso un matterello ... !Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: x avvelenato
  • Anonimo scrive:
    Re: x avvelenato
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Ekleptical

    Se si vuole affondare RIAA, SIAE e soci

    Ma non affondate proprio nessuno! Ma la
    volete capire?
    Solo nella vostra zucca la RIAA e la SIAE
    affondano!
    E quindi?Visto che non sei d'accordo né con quelli che vogliono scaricare per far calare le ali a siae & c. né con quelli che non vogliono comperare e nemmeno scaricare, assodato che le major fanno cartello, illuminaci e dicci come si può far calare il prezzo della musica...Oppure pensi che dobbiamo solo pagare e tacere, comprando CD o scaricando da iTunes la peggior musica che mente umana possa partorire, magari anche ringraziando San Sony, San EMI e compagnia bella?
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Ekleptical

    Se si vuole affondare RIAA, SIAE e soci

    Ma non affondate proprio nessuno! Ma la
    volete capire?
    Solo nella vostra zucca la RIAA e la SIAE
    affondano!

    A livello di pezzi venduti il mercato dei CD
    è in ripresa ultimamente, sia in
    Italia, che all'estero. In UK nell'ultimo
    anno c'è stato un recupero del
    10-15%!!! Skleratical dimmi una cosa, ma questo mercato è in crisi si o no? Prima piangete sangue perchè state morendo di fame (povere lobby di poveri miliardari), poi mi vieni a dire che il mercato è in ripresa.Deciditi, anche i troll devono avere le idee chiare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: avvelenato
    no, non comprando e non scaricando si
    dimostra solo di non essere interessati alla
    musica.
    Mi dispiace ma sono un musicista, se pur dilettante. Io mi interesso alla musica andando ai concerti di gente che ritengo meritevole e pagandoli in questo modo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Ekleptical
    Staccate quel computer e tornate al mondo
    reale delle persone che Internet manco
    l'hanno mai visto (75% della popolazione) e
    alle quali i vostri discorsi appaiono
    deliranti quanto le storie del barone di
    Munchausen.Perchè le tue invece... Dici che il mercato non è in crisi quando l'ultimo comunicato ufficiale della FIMI parla di una flessione del 7% (del 14% negli ultimi 3 anni).
  • Anonimo scrive:
    x avvelenato
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
  • Anonimo scrive:
    File sharing
  • Ekleptical scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente

    Se si vuole affondare RIAA, SIAE e sociMa non affondate proprio nessuno! Ma la volete capire?Solo nella vostra zucca la RIAA e la SIAE affondano!A livello di pezzi venduti il mercato dei CD è in ripresa ultimamente, sia in Italia, che all'estero. In UK nell'ultimo anno c'è stato un recupero del 10-15%!!! I discografici UK sono ben contenti. Altro che crisi di vendita da voi tanto auspicata! In Italia il CD/DVD è stato uno dei beni alle primissime posizioni nelle classifiche dei regali natalizi.In USA non so, ma del resto, obiettivamente, ormai la musica per le masse è semplicemente agghiacciante da quelle parti.Basta farsi un giro su Launch di Yahoo USA per rendersene conto. 3/4 della gente (hip-hop, r'n'b preconfezionato e rockettari di riciclo, che a quel punto i Darkness son più degni e onestamente retrò) da noi sono perfetti sconosciuti e nessuno ne sente la mancanza.Per l'ennesima volta, le major vogliono stroncare il p2p non per i CD, ma per iTunes & co.
    biosgna non comprare e non scaricare,
    così saranno loro a non aver nessuna
    attenuante e saranno costrette a chiedere il
    cambiamento delle leggi sul diritto d'autore
    o perire.Certo, certo. C'è talmente tanto odio per le leggi sul diritto d'autore che oggi Lucio Dalla è stato nominato Cavaliere o simile e settimana scorsa Ciampi ha fatto un discorso contro la pirateria, ricevendo al Quirinale attori e registi.Staccate quel computer e tornate al mondo reale delle persone che Internet manco l'hanno mai visto (75% della popolazione) e alle quali i vostri discorsi appaiono deliranti quanto le storie del barone di Munchausen.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Baggianate!

    Venga a farsi il culo in fabbrica a litigare
    con un branco di nazisti 8 ore al giorno
    come faccio io, ad 800 euro al mese
    però.Veramente Elisa faceva la parrucchiera per anche meno fino ad un...quant'è... 5-6 anni fa.Si continua a non capire perchè tutti devono guadaganre poco come te! Guadagnavo poco meno lavorando 4 ore al giorno 3 giorni a settimana. E non conosco praticamente nessuno che guadagni altrettanto (in negativo), non da dipendente full time. Cambiar posto o mestiere no, eh?Al di là del caso specifico, perchè uno non può intascare 5,10,100mila euro al mese se se li è guadagnati?Questo pauperismo tipico italiano è veramente una piaga nazionale. Sempre a livellare verso il basso.Una mentalità perdente... e il declino nazionale ne è il risultato...mah...
  • Anonimo scrive:
    Re: mercato discografico italiano -7%
    - Scritto da: TADsince1995



    www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=421&id

    Cito testualmente: "Sono milioni i pezzi
    scaricati ogni giorno abusivamente e per
    alcuni settori di mercato, come la musica
    dance, il fenomeno rischia di decretarne la
    sparizione"

    Finalmente anche i ragazzini si sono resi
    conto che spendere anche solo 10 euro per i
    vari "Hit Mania Dance" e "DJ Parade"
    è pura follia.

    E' un'epoca speciale quella in cui viviamo...Porca miseria da oggi mi metto a scaricare pure io, hai visto mai che finalmente quello schifo che chiamano musica sparisce definitivamente?
  • TADsince1995 scrive:
    Re: mercato discografico italiano -7%

    www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=421&idCito testualmente: "Sono milioni i pezzi scaricati ogni giorno abusivamente e per alcuni settori di mercato, come la musica dance, il fenomeno rischia di decretarne la sparizione"Finalmente anche i ragazzini si sono resi conto che spendere anche solo 10 euro per i vari "Hit Mania Dance" e "DJ Parade" è pura follia.E' un'epoca speciale quella in cui viviamo...TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: avvelenato
    - Scritto da: Anonimo

    Così si da ragione alle major,
    anche

    solo la proposta di introdurre il
    ticket per

    scaricare via p2p vuol dire ammettere di

    essere dei ladri.

    Se si vuole affondare RIAA, SIAE e soci

    biosgna non comprare e non scaricare,

    così saranno loro a non aver
    nessuna

    attenuante e saranno costrette a
    chiedere il

    cambiamento delle leggi sul diritto
    d'autore

    o perire.

    no, non comprando e non scaricando si
    dimostra solo di non essere interessati alla
    musica.

    personalmente credo che per quanto illegale,
    il download sia l'unica alternativa reale
    all'egemonia delle majors e le associazioni
    "a delinquere legalizzato" come RIAA e SIAE.E ciò valga per il software l'associazioni a "delinquere legalizzato" come la Bsa!
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    - Scritto da: Anonimo

    non c'è paragone tra le canzoni
    (e la voce!) di Elisa con
    quelle della
    spiars

    Vabbè, allora vendono quelli della
    spiars a 10 cent e quelli di elisa a 25...
    :) A parte gli scherzi, Elisa mi sta sulle
    palle (senza rispetto per la sua musica e la
    sua voce) perchè una volta la beccai
    in un'intervista che diceva che il file
    sharing non è giusto perchè
    gli artisti non guadagnano il dovuto... Non
    mi sembra che Elisa debba lavorare in
    miniera per poter "tirare avanti"... Invece
    gli offspring andavano in giro con la
    maglietta di napster per sostenerlo. Non mi
    piace la loro musica, ma li rispetto un
    pò di più. :)Ah, Elisa ha detto tale stronzata? Mamma mia, si vede che ha le mani callose per quanto ha zappato... poveretta, bisogna capirla, affaticata in mezzo a party e servizi televisivi vari, che vitaccia. Venga a farsi il culo in fabbrica a litigare con un branco di nazisti 8 ore al giorno come faccio io, ad 800 euro al mese però.
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    - Scritto da: Anonimo



    invece io sarei già contento se
    gente

    disinformata come te tenesse la bocca

    chiusa, fisto che l'attuale sistema dei

    diritti fa acqua da qualsiasi punto di
    vista

    lo si guardi...

    e quindi un buon modo per sistemare le cose
    e' rubare? Se i governanti sono i primi a dare tale esempio, SI.
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    - Scritto da: Anonimo
    Sempre le solite baggianate. Qualcosa di
    assimilabile al file sharing c'è
    sempre stato, anche se ovviamente non si
    chiamava così. La pirateria non
    morirà mai, perchè alcuni ci
    guadagnano. La Sony ci guadagna almeno il
    doppio per merito delle modifiche alle
    playstation, perchè dovrebbe essere
    contraria a ciò? Crackare la ps2
    è più facile che pulirsi il
    culo; non mi sembra che quelli della Sony
    abbiano fatto molta resistenza. [CUT]

    Mi fa piacere che ne siano convinti, nel
    frattempo andiamo a scaricare!QUOTO TUTTO, hai detto bene!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Il p2p non e' solo mp3 e solo in USA!!!!
    - Scritto da: Anonimo


    e se lo fanno puntandoti una pistola? :D

    sparo anche ioIDEM, tiro un paio di fucilate contro la porta dopo aver dato un ultimatum di 30 secondi (più che sufficenti per chi vuole vivere).
  • Anonimo scrive:
    Re: io sono daccordo!!!!
    Giustissimo, concordo pienamente! Uniamoci e affondiamo questa merda! Tanto siamo noi consumatori che comandiamo e neanche ce ne rendiamo conto. Se iniziamo a capire che abbiamo più potere di loro, perchè così è, apriamo loro il culetto e bene bene e ci divertiamo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    non c'è paragone tra le canzoni (e la voce!) di Elisa con
    quelle della spiarsVabbè, allora vendono quelli della spiars a 10 cent e quelli di elisa a 25... :) A parte gli scherzi, Elisa mi sta sulle palle (senza rispetto per la sua musica e la sua voce) perchè una volta la beccai in un'intervista che diceva che il file sharing non è giusto perchè gli artisti non guadagnano il dovuto... Non mi sembra che Elisa debba lavorare in miniera per poter "tirare avanti"... Invece gli offspring andavano in giro con la maglietta di napster per sostenerlo. Non mi piace la loro musica, ma li rispetto un pò di più. :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    Da parte mia avete tutto l'appoggio. Non compro cd, dvd, vhs, e tutto ciò che può arricchire le majors da più di 1 anno e mezzo. Quando ne compro uno è perchè appartiene a piccole etichette. Com'è che diceva Orwell in 1984? Se c'è una speranza, questa risiede nei prolet. E allora ragazzi! Diciamoci da fare!!! Tirate fuori le palle!
  • avvelenato scrive:
    Re: Non sono d'accordo
    - Scritto da: Anonimo

    *tutte* le persone che conosco

    sono contrarie alle castronerie che
    spari

    sulle leggi

    e' una tua opinione e la rispetto ma sono
    felice che in nessun paese del mondo ci sia
    la massa al potere

    alternative mind (unreg)la massa non sarà mai al potere perché il potere è ancora centralizzato, oracomeora, e quindi gestibile solo da poche persone: coloro la cui ambizione personale li porta a raggiungere tale potere anche tramite la sopraffazione altrui (machiavelli docet).Ma con l'ausilio delle nuove tecnologie mediatiche, la diffusione di un livello culturale medio maggiore del passato, la presa di coscienza da parte della "massa", questa potrebbe anche prender parte al potere, decentralizzandolo e democratizzandolo realmente.Purtroppo non è detto che quanto sopra scritto debba avvenire; anzi mi sembra che il potentato attuale sia decisamente consapevole della portata che potrebbero avere sul futuro scelte come concedere reale libertà di espressione e mezzi culturali adeguati per poterla sfruttare adeguatamente.
  • avvelenato scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    - Scritto da: Anonimo
    Così si da ragione alle major, anche
    solo la proposta di introdurre il ticket per
    scaricare via p2p vuol dire ammettere di
    essere dei ladri.
    Se si vuole affondare RIAA, SIAE e soci
    biosgna non comprare e non scaricare,
    così saranno loro a non aver nessuna
    attenuante e saranno costrette a chiedere il
    cambiamento delle leggi sul diritto d'autore
    o perire.no, non comprando e non scaricando si dimostra solo di non essere interessati alla musica.personalmente credo che per quanto illegale, il download sia l'unica alternativa reale all'egemonia delle majors e le associazioni "a delinquere legalizzato" come RIAA e SIAE.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo assolutamente
    SONO PERFETTAMETE D'ACCORDO BRAVO!non comprare CD:@vedrai che sti lameracci delle Maior abbassano la cresta.La forza e' nelle mani del consumatore.E' talmente ovvio che non ce ne rendiamo conto.Il film MATRIX ha delle analogie perfette....Siamo cosi assuefatti dal sistema che combatteremo per difenderlo; cioe' non ci rendiamo conto fino in fondo che il coltello dalla parte della punta sono le Maior ad averlo.MATRIX c'è veramente non ve ne siete accorti?!
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono daccordo

    1) è possibile scambiarsi a mano i CDsi ma ti sfido a trovare l'amico che ti passa a mano oceanborn dei nightwish mentre in p2p se cerchi c'e' un tizio che ti da' tutti i pezzi e pure le copertine zippate (e io pirla ho comprato il cd originale in finlandia, oddio un po' pirla lo sono stato perche' so che si vende anche in it :D )
    2) è possibile affittare i DVD
    ...dividendo la spesa in 5 come si è
    sempre fatto.tu dividi 2.5euro in 5? Io no
    3) è possibile trovare altri
    passatempi poco costosi e interessanti,
    almeno finchè gli squali di turno non
    si accorgeranno che qualcosa non va e
    cercheranno di far pagare anche quelli...e
    così via all'infinito.io vado a donne e queste me la danno gratis
    4) scassare la vetrina comporta in ogni caso
    una pena minore che non scaricare dalla
    rete, quindi paradossalmente conviene.sono entrambi dei furti, il primo e' con scasso .. tutto qui
    Però visto che gli utenti del p2p
    sono persone oneste (per quanto possono
    essere oneste delle persone) la maggior
    parte non operà per questa opzione.ieri ho trovato un tizio che in rete condivideva 12.000 pezzi musicali, considerando un euro a pezzo aveva nell'hd un capitale (24.milioni del vecchio conio come dice qualcuno) che io guadagno in un anno... mettiamo il caso che quei pezzi li scarichino in 10 dopo X giorni.. sono 240milioni che se na vanno in fumo e considerando che su internet ci sono milioni di utenti si fa presto ad arrivare a cifre astronomiche , se voi pensate che i governi vi lasceranno fare perche' ogni volta che qualcuno avanza una proposta a questa si risponde "io non caccio una lira bucata hahaha" siete dei pazzi. In ogni caso meglio voi che io farewell

    spero che tu sia riuscito a capire questa
    volta. son duro di comprendonio
  • Anonimo scrive:
    Re: Voglio la mia parte
    - Scritto da: Anonimo
    In qualità di possibile distributore
    di brani musicali mi sembra giusto che parte
    dei vostri 5$ entri nelle mie tasche, no?
    Certo, non preoccupatevi, la mia percentuale
    sarà proporzionale alla mia banda in
    upload e agli slot aperti :D(troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo
    *tutte* le persone che conosco
    sono contrarie alle castronerie che spari
    sulle leggi e' una tua opinione e la rispetto ma sono felice che in nessun paese del mondo ci sia la massa al potere alternative mind (unreg)
  • Anonimo scrive:
    Re: io sono daccordo!!!!
    Probabilmente non è ancora chiara tutta una tipologia di concetti su cui si basa il P2P.Napster ha avuto tanto successo proprio perchè:1) Si poteva scaricare gratuitamente2) Si potevano scaricare anche canzoni non prodotte dalle case discografiche (e ne vidi molti di amatoriali, e vi dirò che era ottima musica, molto meglio di certa robaccia fatta dai capitalisti di turno che vogliono fare una botta di soldi col primo CD eppoi scomparire)3) Si poteva scaricare QUELLO che si voleva, senza dover incorrere a compere indesiderate (CD sono una caterva di CD ove le musiche veramente belle sono 1 o 2 e le altre sono tutto ciarpame composto solo per far finta di non vendere il CD vuoto). Inserire nel CD robaccia o lasciarlo vuoto è la stessa identica cosa a livello di prodotto, ma così le case discografiche possono specularci a UFO4) Sulle nuove reti P2P si può scaricare anche roba che a pagamento la gente se la sognerebbeLa RIAA fa finta di non vedere questi aspetti, perchè, come ovvio, chi ha soldi esercita la propria censura (così si chiama a casa mia il fatto di RIMUOVERE o NON SOTTOLINEARE alcuni aspetti, e, magari, calcare la presenza di molti altri).
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    - Scritto da: Anonimo
    Non son d'accordo: non c'è paragone
    tra le canzoni (e la voce!) di Elisa con
    quelle della spiars :|Se solo sapesse parlare in italiano...
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    - Scritto da: Anonimo Se i
    prodotti dovessero essere venduti tenendo
    conto della qualità allora cd
    musicali come quelli di Elisa, Spears,
    Giorgia, Pausini, Williams, ecc, andrebbero
    venduti a meno di 1 euro e dvd e vhs con
    film come quelli di Parenti, Vanzina e
    cagate americane alla fast and furious,
    andrebbero venduti a non più di 5
    euro. Non son d'accordo: non c'è paragone tra le canzoni (e la voce!) di Elisa con quelle della spiars :|
  • Anonimo scrive:
    Non sono d'accordo assolutamente
    Così si da ragione alle major, anche solo la proposta di introdurre il ticket per scaricare via p2p vuol dire ammettere di essere dei ladri.Se si vuole affondare RIAA, SIAE e soci biosgna non comprare e non scaricare, così saranno loro a non aver nessuna attenuante e saranno costrette a chiedere il cambiamento delle leggi sul diritto d'autore o perire.
  • Anonimo scrive:
    Hanno ragione alla SIAE!
    A parte il titolo provocatorio mi viene da ridere!La RIAA è spacciata e come una coda di lucertola morente.Si dimena a vuoto.Vorrei sapere una cosa ma se metteno il P2P a pagamento:allora non è più un P2P! ma un volgare programma paghi -
    scarichi.Lo facciano pure tanto nasceranno altri programmi P2P gratis. FInche questi simpaticoni non capiranno che un cd va venduto a 5 euro al massimo.Inoltre la SIAE è una società in perenne comissionamento.Ti fanno pagare il "pizzo" (perchè tale è) sui cd vuoti per masterizzare.Io mi faccio una copia del mio CD Originale per ME e pago 2 volte!La prima quando compro la seconda quando masterizzo.Chi è il disonesto?
  • Locke scrive:
    Re: Il p2p non e' solo mp3 e solo in USA!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    e se lo fanno puntandoti una pistola? :DGli rispondi che stai esercitando un tuo diritto, in seguito denunci loro per minacce :)
  • paperinox scrive:
    Re: E' incredibile...
    - Scritto da: avvelenato
    - Scritto da: ryoga

    :D non so di cosa sto parlando?



    Bene.....scendiamo + nel dettaglio.....



    Abbonamento base : ti bloccano tutte le

    porte che in genere vengono utilizzate
    dal

    p2p lasciandoti poche porte aperte.
    Costo

    40? al mese



    Abbonamento full : hai tutte le porte
    aperte

    in modo da poter utilizzare internet
    come

    vuoi e fare cio' che vuoi.

    Costo 5? a Gb



    Io la vedo cosi. Poi se tu sei un

    ricercatore con in tasca la soluzione,

    MOSTRALA

    la mia proposta è di abolire il
    copyright, disarcionare i governi mondiali,
    disassemblare gli stati, e creare piccole
    comunità gestite tramite democrazia
    diretta, utilizzando la tecnologia esistente
    e creandone di nuova al fine di eliminare
    per quanto possibile la necessità di
    lavoro umano, e consentendo quindi ad ognuno
    di dedicare almeno 4 ore/gg alla gestione
    della propria comunità e
    all'attività politica.

    sì lo so sono offtopic, ma me l'avete
    tirata fuori a forza dalla bocca...!off topic??ce ne fossero di off topic come questo.........peccato che la maggioranza non capisca in pieno quel che dici.... o addirittura non glie ne freghi nulla !!
  • Anonimo scrive:
    Re: io sono daccordo!!!!
    ..e come pensano di farlo pagare??
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    Sono daccordo su tutto quello che hai scritto...e mi ha fatto un immenso piacere leggerti... Ero sul punto di credere che l'intelligenza e il buon senso fossero usciti definitivamente di produzione. Avevo pensato di proporre un referendum abrogativo... Ma titubavo, pensando alla "mamma degli imbecilli"... Ora, constatata l'enorme diffusione di questa specie, mi sono convinto che e' tempo perso. Credo che adesso si replichino per partenogenesi.
  • ryoga scrive:
    Re: Oggettivamente:
    - Scritto da: Anonimo
    adesso...chi

    non


    conosce almeno 5 persone in
    possesso di


    almeno 500CD di film, musica,
    software?


    Ce ne sarà per anni di
    scambi,

    prima


    di fruire di tutto quel materiale.



    perche' fermarci al software? io direi
    di

    saccheggiare anche i panifici e i
    negozi..

    prima che falliscano tutti ce ne sara'
    per

    anni di che sfamarci e vestirci :D

    ovviamente non hai capito nulla.
    Visto che gli utenti p2p sono persone onesteROTFL! MITIKO! 6 UN GENIO!Quindi chi usa il p2p per condividere file protetto (in download e/o upload ), non commette nessun reato ed e' quindi una persona onesta GIUSTO?e allora perche' farsi tutte queste seghe mentali?Forse perche' il condividere materiale protetto non e' LEGALE?Non giustifico i 40? per 1 dvd o i 20? per 1 cd, ma non giustifico neanche chi pensa che scaricare un album da un sito a gratis o un film a gratis ( in entrambi i casi escluse le spese di connessione, pc ,corrente, cd vuoto.... ).
    probabilmente per te è diverso, ma se
    tu non sei una persona onesta non è
    colpa mia.Prima dici di scambiare con amici pile di 500 cd contenenti altrettanti film e poi dici che sei onesto? Sei MOLTO confuso.
    Ah, a proposito, non hai capito nulla del
    p2p.Anche tu
    • Anonimo scrive:
      Re: Oggettivamente:
      - Scritto da: ryoga

      - Scritto da: Anonimo[cut]

      ROTFL! MITIKO! 6 UN GENIO!
      Quindi chi usa il p2p per condividere file
      protetto (in download e/o upload ), non
      commette nessun reato ed e' quindi una
      persona onesta GIUSTO?
      e allora perche' farsi tutte queste seghe
      mentali?
      Forse perche' il condividere materiale
      protetto non e' LEGALE?

      Non giustifico i 40? per 1 dvd o i 20? per 1
      cd, ma non giustifico neanche chi pensa che
      scaricare un album da un sito a gratis o un
      film a gratis ( in entrambi i casi escluse
      le spese di connessione, pc ,corrente, cd
      vuoto.... ).[cut]
      Prima dici di scambiare con amici pile di
      500 cd contenenti altrettanti film e poi
      dici che sei onesto? Sei MOLTO confuso.


      Ah, a proposito, non hai capito nulla
      del

      p2p.

      Anche tu(non sono l'ìautore dei post precedenti)Caro Ryoga, se avessi letto un pò di post avresti visto come non si dice che non è legaòe, ma che lo si fa per colmare un vuoto, un tipo di offerta che le mayor non vogliono fare, come ad esempio togliere le protezioni e calare i prezzi.Dicendo che siamo "onesti" voleva dire che non siamo delinquenti, cioè in assenza del p2p non andremmo a svaligiare i negozi per rubare cd e dvd, capito ora?CordialmenteMOS.fatt (c)
      • Anonimo scrive:
        Re: Oggettivamente:
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: ryoga

        Prima dici di scambiare con amici pile
        di

        500 cd contenenti altrettanti film e poi

        dici che sei onesto? Sei MOLTO confuso.




        Ah, a proposito, non hai capito
        nulla

        del


        p2p.



        Anche tu

        (non sono l'ìautore dei post
        precedenti)
        Caro Ryoga, se avessi letto un pò di
        post avresti visto come non si dice che non
        è legaòe, ma che lo si fa per
        colmare un vuoto, un tipo di offerta che le
        mayor non vogliono fare, come ad esempio
        togliere le protezioni e calare i prezzi.
        Dicendo che siamo "onesti" voleva dire che
        non siamo delinquenti, cioè in
        assenza del p2p non andremmo a svaligiare i
        negozi per rubare cd e dvd, capito ora?
        Cordialmente
        MOS.fatt (c)Parli al vento, tanto certe persone capiscono solo quello che gli passano i controllori mentali coi loro TG.
    • Anonimo scrive:
      Re: Oggettivamente:
      - Scritto da: ryoga
      ROTFL! MITIKO! 6 UN GENIO!
      Quindi chi usa il p2p per condividere file
      protetto (in download e/o upload ), non
      commette nessun reato ed e' quindi una
      persona onesta GIUSTO?
      e allora perche' farsi tutte queste seghe
      mentali?
      Forse perche' il condividere materiale
      protetto non e' LEGALE?Meno male che ogni tanto arriva ryoga a darci testimonianza di come la gente come lui si beve tutto. migliaia di artisti, migliaia di distrubutori/etichette/produttori e chi più ne ha più ne metta, ed i cd costano sempre 20 euro.Strano, come mai i prezzi non sono concorrenziali? Sai che questo si chiama cartello, mio caro spaccone?Allora vedi, condividere quella fuffa Spears è illegale è vero, ma è altrettanto illegale fregare i soldi alla gente in quel modo, ma tu evidentemente sei di quelli che per assunto deve sempre dare ragione al potente di turno; spero che ripristino legalmente lo Jus Primae Noctis, poi a chi viene da me gli dico "andate da ryoga, lui tanto è contento, basta che lo dice la legge".Ma facci il favore...
    • Anonimo scrive:
      Re: Oggettivamente:
      Il discorso è il seguente. Le major vogliono il meglio dei due mondi. Trattare i cd e la musica come oggetti con i vantaggi del digitale.Se vado in un negozio di giardinaggio, guardo i vari vasi esposti e mi scelgo quello che più mi piace/serve.Con la musica no. La copertina e tutto il resto non sono indicativi del contenuto, si compra a scatola chiusa. Nel mio discorso non entrano in gioco la radio e la tv. (Del resto mica trasmettono i vasi via radio)Inoltre, se un vaso non mi va bene, lo riporto dal negoziante e il più delle volte me lo cambia. Provate a fare lo stesso coi cd musicali: "Senta, posso prendere un album diverso visto che questo non mi piace?".In teoria, quando si compra un album, si dovrebbe già conoscerne il contenuto per non prendere sole, ma come si fa a conoscerne il contenuto se:a) alla radio il tale cantante non viene trasmesso.b) alla tv men che meno.L'alternativa è il P2P e anche lì bisogna vedere se si trova il tale cantante (Peppino A Pois ndMe è un nome fittizio).Ma la mia idea di rendere disponibili i vari album a bitrate molto bassi per poter saggiare le canzoni fa così schifo alle major oppure loro vogliono dettare i gusti della gente?
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo
    - Scritto da: Anonimo

    il discorso trito e
    ritrito che i $$ dovrebbero essere dati
    direttamente agli artisti regge quanto la
    democrazia diretta di Russeau, se fosse il
    popolo a decidere le leggi oggi avremmo:
    pena di morte, taglio della mano ai ladri,
    vendita libera di armi, pornografia vietata
    e punibile con la castrazione chimica ecc...Sì ... forse a _casa tua_. Tutte e sottolineo *tutte* le persone che conosco sono contrarie alle castronerie che spari sulle leggi che si darebbe il popolo se fosse il popolo a comandare.Se fosse, appunto, il popolo a comandare, prima di tutto DI SICURO ci sarebbe una pace e una calma nel mondo che neanche Dio in persona se l'è mai immaginata.Il problema è il potere e i "mediatori", come li chiami tu, ne hanno troppo e lo usano male.
  • Anonimo scrive:
    Re: io sono daccordo!!!!
    - Scritto da: Anonimo

    Esatto ragazzi, voglio pagare,
    quant'è?
    Pongo solo una piccola insignificante,
    minuscola condizione...
    ...che mi triplichino lo stipendio!!!
    La ricchezza si deve distribuire!!!se poi fanno questo abbonamento dite che ci sarà una certa disponibilità musicale come prima?
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono daccordo
    - Scritto da: Anonimo
    Il file sharing è gratuito per sua
    natura.no, per condividere dei file devo possedere un pc e pagare la connettività...e perché allora i 5 dollari non li paga fastweb su ogni abbonamento? non penso sia difficile mettere in piedi dei sistemi che tengano traccia di ciò che viene scaricato e ripartiscano ad artisti, autori e produttori. E deve pagare chi sul p2p ci sta facendo su un sacco di soldi, cioé fastweb o chi per esso.
    Probabilmente nessuno ci guadagnerà e
    comunque non dalle mie tasche.appunto. ci stanno già guadagnando.
  • avvelenato scrive:
    Re: Non sono d'accordo
    - Scritto da: Anonimo
    La distribuzione del compenso è un
    dettaglio che non ha nulla a che vedere con
    il principio stesso.

    Fatto salvo il principio, per quel che
    riguarda la distribuzione si potrebbe per
    esempio stabilire che è lo stesso
    p2p-ista a decidere, compilando un form una
    volta al mese, a chi destinare i suoi soldi
    (così come fa quando acquista un CD o
    anche solo con la dichiarazione dell'8 per
    mille). In caso di mancanza di scelta,
    allora si usa un sistema di ripartizione
    stabilito da altri, ma il condivisore
    è caldamente invitato a compilare il
    form.

    Così assisteremo ad una questua di
    "artisti" che ci invitano a compilare per
    loro ;)
    come idea non è male, peccato che con gente come quelli che adesso dirigono la SIAE a monte di tutto, si sa già che buona parte dei soldi sparirà alquanto "misteriosamente"....
  • Anonimo scrive:
    PRODUCI CONSUMA CREPA
  • Anonimo scrive:
    Re: mercato discografico italiano -7%
    mi fa piacere soprattutto avere il link.... conosci il tuo nemico :D
  • Anonimo scrive:
    io sono daccordo!!!!
    Esatto ragazzi, voglio pagare, quant'è?Pongo solo una piccola insignificante, minuscola condizione......che mi triplichino lo stipendio!!!La ricchezza si deve distribuire!!!
  • Anonimo scrive:
    mercato discografico italiano -7%
    Bene la lenta ed inesorabile fine del mercato discografico italiano ha iniziato la sua corsa verso l'azzeramento :Dhttp://www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=421&idtipo_documento=1Evidentemente sempre + gente si rende conto che quei pezzetti di plastica circolari con memorizzate sopra serie di bit non valgono quei 20euro che vogliono farci credere ;)ke se li tengano pure :D
  • Anonimo scrive:
    Re: www.fimi.it
    Ma te sei malato... Io già verso più del 40% in tasse del mio stipendi, per la collettività. E adesso dovrei versare altri 5 Euro? ma sei normale? In molti stati sarei un Supercontribuente, e invece qua devo andare a dare dei soldi a chi ci marcia sopra con dei diritti.. delle pretese... Ma chi sono loro per chiedere dei soldi a me? E sopratutto: che cosa centra lo stato con le major? Se io invento qualcosa, e la mia invenzione viene taroccata, perchè lo stato deve fare una legge apposta alla mia tutela? Perchè impeganre persone per difendere i miei diritii, cioè i diritti di un singolo privato incapace di fronetggiare l'aggiornamento della tecnologia? Si dice: Morto un papa se ne fa un altro. E' tempo che la SIAE muori, e dalle sue ceneri nasca una nuova società atta alla reale tutela del cittadino, autore o editore che sia
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    quindi un buon modo per sistemare le cose e' rubare?Assolutamente no. Quello che si sta cercando di fare è di NON FARSI derubare, soprattutto da chi soldi ne ha a palate. Perchè se mi deruba un poveraccio che non ha un soldo bucato, allora posso anche passarci sopra. E non venirmi a dire che a causa della pirateria gli artisti e i produttori muoiono di fame, perchè non ci credo neanche se me ne muore uno davanti agli occhi. Il prezzo dei prodotti venduti è sicuramente altissimo, soprattutto se poi andiamo a misurarne la qualità. Se i prodotti dovessero essere venduti tenendo conto della qualità allora cd musicali come quelli di Elisa, Spears, Giorgia, Pausini, Williams, ecc, andrebbero venduti a meno di 1 euro e dvd e vhs con film come quelli di Parenti, Vanzina e cagate americane alla fast and furious, andrebbero venduti a non più di 5 euro. Altro problema, forse ancora più grande: se gli introiti fossero suddivisi in maniera onesta, potrei anche mettermi da parte un pò di soldini e comprami 1-2 cd al mese. Ma dal momento che il produttore guadagna oltre il 40% degli introiti e i vari "manovali" neanche lo 0,5%, io cd non ne compro e me li copio. Perchè IO non ho NESSUNA intenzione di arricchire ancora di più un PLURIMILIARDARIO LADRO che ruba soldi prima ai suoi stessi dipendenti e poi a noi, vendendoci un prodotto di qualità veramente infima a prezzi esorbitanti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    ne ho letti discorsi deliranti ma questo qui li batte tutti su tutti i fronti gente
    come voi dovrebbe essere presa e rinchiusa come in 1997 fuga da new york con kurt
    russel. Probabilmente tu sei un colletto bianco che si mantiene in vita sfruttando quella degli altri, o almeno sogni di esserlo.
    Rinchiusi dentro le mura potrete sbizzarrirvi a rubare, a non pagare tasse, a
    distruggere tuttoEcco un altro grosso grasso problema: l'accettazione di ogni regola senza chiedersi se questa sia giusta o no. Un problema veramente grave che porta persone come te a dire queste cazzate.
    Ecco ho lanciato un'idea per un prossimo reality show Sei un produttore. Hai proprio il "physic du role". Siete tutti uguali voi produttori.
  • Anonimo scrive:
    Re: Voglio la mia parte
    anche io voglio guanagnare uploadando!
  • Anonimo scrive:
    Bell'inizio... ma...
    sul p2p gira anche software, libri, filmini hard ecc...Anche chi produce queste cose vorra' la sua parte.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il p2p non e' solo mp3 e solo in USA!!!!

    e se lo fanno puntandoti una pistola? :Dsparo anche io
  • Anonimo scrive:
    Re: Il p2p non e' solo mp3 e solo in USA!!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Senza un regolare mandato, in casa mia non
    entrano nemmeno i Carabinieri o la Polizia.
    Figurarsi quegli straccioni dei
    Majorspulotti....e se lo fanno puntandoti una pistola? :D
  • Anonimo scrive:
    Voglio la mia parte
    In qualità di possibile distributore di brani musicali mi sembra giusto che parte dei vostri 5$ entri nelle mie tasche, no?Certo, non preoccupatevi, la mia percentuale sarà proporzionale alla mia banda in upload e agli slot aperti :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Il p2p non e' solo mp3 e solo in USA!!!!
    Senza un regolare mandato, in casa mia non entrano nemmeno i Carabinieri o la Polizia.Figurarsi quegli straccioni dei Majorspulotti....
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono daccordo

    4) scassare la vetrina comporta in ogni caso
    una pena minore che non scaricare dalla
    rete, quindi paradossalmente conviene.
    Però visto che gli utenti del p2p
    sono persone oneste (per quanto possono
    essere oneste delle persone) la maggior
    parte non operà per questa opzione.credo che anche lo smercio di cocaina comporti pene inferiori e la mia onestà l'ho venduta per un cd :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    e quindi un buon modo per sistemare le cose
    e' rubare? No,e' proprio per questo che la gente e' contro le major
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono daccordo

    beh in effetti c'e' sempre il mattone per
    scassare la vetrinaSei la dimostrazione dell'impossibilità del dialogo, ma ti faccio un riassunto:1) è possibile scambiarsi a mano i CD2) è possibile affittare i DVD ...dividendo la spesa in 5 come si è sempre fatto.3) è possibile trovare altri passatempi poco costosi e interessanti, almeno finchè gli squali di turno non si accorgeranno che qualcosa non va e cercheranno di far pagare anche quelli...e così via all'infinito.4) scassare la vetrina comporta in ogni caso una pena minore che non scaricare dalla rete, quindi paradossalmente conviene. Però visto che gli utenti del p2p sono persone oneste (per quanto possono essere oneste delle persone) la maggior parte non operà per questa opzione.spero che tu sia riuscito a capire questa volta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il p2p non e' solo mp3 e solo in USA!!!!
    sarebbero le autorita' europee
    a girare per le case a sequestrare PC, non
    certo l'FBI.codeste autorità farebbero meglio a pensare a cose più serie.. se viceversa alludi alle fantomatiche polizie private della siae in casa mia non entrano di certo senza un mandato più che giustificato, a costo di usare la forza. siamo all'assurdo: uno commercia armi o droga e ci vuole il giudice per la perquisa, uno masterizza cd e ti possono entrare in casa senza fare nulla??? giustizia questa?:@
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    Scusa, dov'è che si è parlato di rubare? Si parla di p2p.Mi sa che hai sbagliato forum o sei un troll, in un caso cerca il forum giusto, nell'altro taci. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ingordigia

    Questo, anziche'
    combattere il file sharing, accresce l'odio
    della gente comune nel confronto delle case
    discografiche e aumenta i rischi di
    boicotaggio.è quel che pero... devono finire col culo per terra...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono daccordo

    beh in effetti c'e' sempre il mattone per
    scassare la vetrinano c'eè l'astensionismo di massa dall'acquisto.. che si tentago la quota di fessi che pagano adesso 22 ? un cd se gli sta bene... peccato che le vendite siano in picchiata e la cos ami fa godere come un riccio
  • Anonimo scrive:
    Il p2p non e' solo mp3 e solo in USA!!!!
    Tutti questi discorsi mi sembrano abbastanza limitati.Innanzitutto la torta degli abbonamenti al p2p vorrebbero spartirsela tutti, major musicali, produttori cinematografici, case editrici, software house...Questo comunque renderebbe legale il p2p in USA, se in Europa fosse stabilito diversamente sarebbero le autorita' europee a girare per le case a sequestrare PC, non certo l'FBI.
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    invece io sarei già contento se gente
    disinformata come te tenesse la bocca
    chiusa, fisto che l'attuale sistema dei
    diritti fa acqua da qualsiasi punto di vista
    lo si guardi...e quindi un buon modo per sistemare le cose e' rubare?
  • Anonimo scrive:
    da incorniciare
    come sopra
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!
    non sono l'autore comunque..
    ne ho letti discorsi deliranti ma questo qui
    li batte tutti su tutti i fronti ;) gente
    come voi dovrebbe essere presa e rinchiusa...[cut]invece io sarei già contento se gente disinformata come te tenesse la bocca chiusa, fisto che l'attuale sistema dei diritti fa acqua da qualsiasi punto di vista lo si guardi...Ma questo è il bello della democrazia in fondo, tutti possono dire la loro, persino tu :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Va bene a patto che...
    - Scritto da: Anonimo
    Sinceramente, scaricare vecchi pezzi degli
    anni '20, o le trasmissioni radiofoniche
    americane degli anni '50 con la lettura dei
    racconti di Ray Bradbury, e pagare per
    questo Britney Spears, mi farebbe incazzare
    parecchio.
    Britney Spears la pagherei per ben altro.non avete ancora capito che e' una provocazione? E a questa provocazione si dovrebbe rispondere "SI' OK" per non passare dalla parte dei LADRI VERI e invece a quanto pare siete tutti una manica di ladroni altro che liberta' di scambio, ideali e blabla :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Oggettivamente:

    Ecco, ricominceremo a fare così.
    Solo che allora quei floppy erano pochi e
    faticosamente racimolati, adesso...chi non
    conosce almeno 5 persone in possesso di
    almeno 500CD di film, musica, software?
    Ce ne sarà per anni di scambi, prima
    di fruire di tutto quel materiale.perche' fermarci al software? io direi di saccheggiare anche i panifici e i negozi.. prima che falliscano tutti ce ne sara' per anni di che sfamarci e vestirci :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Oggettivamente:
      - Scritto da: Anonimo


      Ecco, ricominceremo a fare così.

      Solo che allora quei floppy erano pochi
      e

      faticosamente racimolati, adesso...chi
      non

      conosce almeno 5 persone in possesso di

      almeno 500CD di film, musica, software?

      Ce ne sarà per anni di scambi,
      prima

      di fruire di tutto quel materiale.

      perche' fermarci al software? io direi di
      saccheggiare anche i panifici e i negozi..
      prima che falliscano tutti ce ne sara' per
      anni di che sfamarci e vestirci :Dovviamente non hai capito nulla.Visto che gli utenti p2p sono persone oneste non potrebbero fare quello che dici, probabilmente per te è diverso, ma se tu non sei una persona onesta non è colpa mia.Ah, a proposito, non hai capito nulla del p2p.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono daccordo
    - Scritto da: Anonimo
    Il file sharing è gratuito per sua
    natura.
    Se devo pagare, trovo un altro modo.beh in effetti c'e' sempre il mattone per scassare la vetrina
  • Anonimo scrive:
    5 dollari al mese....
    ......sarei disposto a sborsali solamente se ci fosse lo stesso materiale che attualmente si trova disponibile nella rete P2P.
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    Mi fa piacere che ne siano convinti, nel
    frattempo andiamo a scaricare!ne ho letti discorsi deliranti ma questo qui li batte tutti su tutti i fronti ;) gente come voi dovrebbe essere presa e rinchiusa come in 1997 fuga da new york con kurt russel. Rinchiusi dentro le mura potrete sbizzarrirvi a rubare, a non pagare tasse, a distruggere tutto ma con la consapevolezza che tutti faranno quel che fate voi e che non ci saranno altre persone a lavorare perche' le cose funzionino lo stesso. Ecco ho lanciato un'idea per un prossimo reality show :D
  • Anonimo scrive:
    EFF afffncl....
    Basta tirare fuori denaro agli utenti e tutto diventa legale.Con "Qualche dollaro in più" tutto si legalizza: p2p....ecc.Quindi la questione del copyright va a farsi fottere, bastacacciare dinero $$$$$$$...
  • AndreaMilano scrive:
    Re: Baggianate!
    Approvo e concordo in quasi tutto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo
    figuriamoci se eri d'accordo..... per te bisogna vendere il didietro per ogni cd, vero? beh fallo te
  • Anonimo scrive:
    Re: E' incredibile...

    Se tu in un mese usi la connessione a banda
    larga per scaricare cio' che ti interessa (
    siano film, programmi e musica protetti da
    diritto d'autore o programmi, cortometraggi
    e musica free ) e consumi 4Gb di dati,
    allora paghi 20?. Se ne consumi 8Gb allora
    saranno 40?.

    Naturalmente, chi scarica pagherà e
    chi non scarica ma usa internet solo per la
    posta e/o navigazione paghera' molto meno.

    In una scala nazionale, cio' porterebbe una
    situazione molto rosea ( anche
    economicamente parlando per i provider e per
    gli utenti )

    Byezsei fuori? se scarico 8 cd di debian quanto devo pagare? e per quale ragione poi? il traffico forfettario tienitelo per te
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo
    La distribuzione del compenso è un dettaglio che non ha nulla a che vedere con il principio stesso.Fatto salvo il principio, per quel che riguarda la distribuzione si potrebbe per esempio stabilire che è lo stesso p2p-ista a decidere, compilando un form una volta al mese, a chi destinare i suoi soldi (così come fa quando acquista un CD o anche solo con la dichiarazione dell'8 per mille). In caso di mancanza di scelta, allora si usa un sistema di ripartizione stabilito da altri, ma il condivisore è caldamente invitato a compilare il form.Così assisteremo ad una questua di "artisti" che ci invitano a compilare per loro ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    Pardon: 300 / 16 = 20.E col cazzo! 300 / 20 = 15!
  • Anonimo scrive:
    Re: Oggettivamente:


    il p2p lo farete a mano col vicino, un ritorno all'antica come

    quando ci si passava i floppy.Ecco, ricominceremo a fare così.Solo che allora quei floppy erano pochi e faticosamente racimolati, adesso...chi non conosce almeno 5 persone in possesso di almeno 500CD di film, musica, software?Ce ne sarà per anni di scambi, prima di fruire di tutto quel materiale.Il palladium poi deve ancora passare la prova del mercato...faranno di tutto per imporlo, faremo di tutto per evitarlo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Baggianate!

    300 / 20 = 18,75 , cioè in un anno potrebbero comprare 15
    F-16 Pardon: 300 / 16 = 20.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo
    - Scritto da: Ekleptical
    Non ha il minimo senso un una tantum
    indifferenziato, da distribuire con criteri
    di impossibile equità!
    Stiamo scherzando?la proposta e' di un legale di punta della EFF, e solo a sentir nominare la EFF dovresti inginocchiarti (ammesso che tu sappia che cosa e'), il discorso trito e ritrito che i $$ dovrebbero essere dati direttamente agli artisti regge quanto la democrazia diretta di Russeau, se fosse il popolo a decidere le leggi oggi avremmo: pena di morte, taglio della mano ai ladri, vendita libera di armi, pornografia vietata e punibile con la castrazione chimica ecc...I mediatori sono necessari e hanno diritto al loro compenso, io cmq penso che questa proposta sia una provocazione, un modo per dire "e' meglio se vi beccate 3 miliardi di dollari dagli utenti p2p che continuare a multarli a oltranza col rischio di una sollevazione generale" , e' un modo come un altro per tenere vivo il dibattito e cercare altre strade, magari anche difficilmente percorribili come questa. Va da se' che in un forum come questo uno si aspetti (come in effetti ci sono state) risposte del tipo "sono d'accordo" piuttosto che "io non caccio una lira bucata, voglio rubare a oltranza e muti tutti!" peace alternative mind (unreg)
  • Anonimo scrive:
    Non sono daccordo
    Il file sharing è gratuito per sua natura.Se devo pagare, trovo un altro modo.Tanto più che se "il p2p ha comunque le ore contate" ...che la RIIA e C. le contino tutte!Probabilmente nessuno ci guadagnerà e comunque non dalle mie tasche.
  • Anonimo scrive:
    c'è il rischio
    che si metta il balzello sulle connessioni salvo poi mantenere lo status quo di illegalità: come i supporti vergini, paghi ma se ti pizzicano vai nelle grane
  • Anonimo scrive:
    Re: potrebbe andare (forse)...

    In attesa di questo momento unitevi al
    popolo del P2P, ci circola anche molto
    materiale legale (legale persino con le
    attuali leggi repressive), e non fatevi
    abbindolare da chi vuole farvi credere che
    sia immorale. Al contrario è l'unica
    vostra arma di difesa.bravo !!!completamente d'accordo !!!un saluto
  • Anonimo scrive:
    Re: Non sono d'accordo

    E il diritto d'AUTORE?e il diritto del consumatore? è stato calpestato per cui del tuo diritto d'autore me ne strasbatto le pelotas
  • Ekleptical scrive:
    Non sono d'accordo
    Premesso che pago GIA' 7 euro al mese per l'abbonamento allo shop digitale di MTV.it, non sono per niente d'accordo con la proposta in sè.Non ha il minimo senso un una tantum indifferenziato, da distribuire con criteri di impossibile equità! Qua si vede la differenza fra chi ama la musica e i musicisti e chi ha solo interesse a scroccare e sfruttarli, che si chiami p2p o case discografiche.Quando pago io so che i miei soldi (in parte) andranno all'artista del brano che sto comprando. Con un abbonamento "una tantum" poi il compenso come viene diviso? Li intasca la discografica? E a che titolo? E il diritto d'AUTORE?O facciamo uno stipendio politico a tutti gli artisti o sedicenti tali? Basta mettere su un complessino senza manco saper suonare, nè comporre, strimpellare random, metterlo in rete e intasco il "canone" come musicista?Stiamo scherzando?
  • Anonimo scrive:
    Re: Va bene a patto che... [OT]
    Scusa se m intrometto ma ho una domanda da farti visto che sei un esperto , sto cercando da anni le trasmissioni di Tokyo Rose , sai dove reperirle ? Ciao Doc
    • Anonimo scrive:
      Re: Va bene a patto che... [OT]
      - Scritto da: Anonimo
      Scusa se m intrometto ma ho una domanda da
      farti visto che sei un esperto , sto
      cercando da anni le trasmissioni di Tokyo
      Rose , sai dove reperirle ?Non sono un esperto, le cose che cito girano normalmente sui server p2p. Se non l'hai gia' fatto, comunque, ti converra' chiedere a questo:http://www.earthstation1.com/Tokyo_Rose.html#The%20BroadcastsCiao.
  • Anonimo scrive:
    Libero Mercato
    "ogni anno almeno 3 miliardi di dollari"mmm.....Ma possibile che non c'e' nessun "impreditore" che voglia mettersi in concorrenza con le "Major" ?Viviamo in un "libero Mercato" o no ?Come mai nessuno si azzarda a entrare in concorrenza con questi signori ?Qualche post fa', qualcuno si diceva disposto a versare anche 15Euri mensili a patto che il "mediatore" (figura intermedia tra noi consumatori e gli artisti) mostrasse caratteristiche di onesta' (che non significa non guadagnare dal proprio lavoro) e limpidezza. Io sono dello stesso parere.Personalmente, non mi disturba affatto pagare un artista per il suo lavoro, cio che trovo insopportabile sono le politiche messe in atto dagli attuali monopoli della mediazione.Faccio un appello agli imprenditori:Presentateci un sistema trasparente di mediazione nel quale sia chiara la "ripartizione" dei guadagni (esiste la tecnologia per farlo) e vedrete che gran parte (certo non tutti) degli utilizzatori del p2p diventerano vostri alleati.
  • Anonimo scrive:
    potrebbe andare (forse)...
    Cinema, musica e libri dovranno trovare nuove forme di finanziamento nell'era digitale, penso che questo sia ormai chiaro alla maggior parte di noi, questa potrebbe essere la risposta...Dico potrebbe, di certo andrebbe vagliata accuratamente e valutati tutti gli aspetti... Certo ci sarebbe la resistenza da chi usa la rete per altri scopi (a cominciare dalle grandi aziende che bloccano tutto, figuriamoci il P2P).Poi ci sarebbe il problema della corretta distribuzione degli introiti così ricavati ai produttori di contenuti (di certo non mi fiderei della SIAE, forse non tutti sanno che finanziano alcuni reality show della De Filippi come arte, e poi vengono a raccontarci che artisti VERI muoiono di fame per colpa nostra...)Comunque la soluzione va trovata: un film come "il signore degli anelli" nasce grazie a ingenti investimenti, mancando questi non sarebbe più possibile produre pellicole così costose (o forse si, tramite gadget e accessori vari, ma questa è un'alra storia)Ora viviamo in un limbo, qualche povero fesso (in continua estinzione per fortuna..) continua a sentirsi in colpa a scaricare un CD, così paga anche per la maggioranza della popolazione, rimettendoci di tasca sua una cifra spropositata per un prodotto audio-video. A volte detto prodotto è persino parzialmente amputato proprio da pseudo-strumenti di protezione atti ad ingabbiare solo pochi disinformati come lui o le persone più deboli della società (pensiamo ad un non vedente che pagherebbe il doppio un libro in formato digitale, ed è invece costretto ad acquistare un prodotto cartaceo, con costi di fabricazione più elevati del digitale, e poi sostenere gli esosi costi di digitalizzazione).In realtà con una tassa del genere il P2P non avrebbe nemmeno senso di esistere. Tutti potrebbero creare un sito tipo il defunto enkey in maniera del tutto legale, e mettendo a disposizione non un link, ma un download diretto del prodotto...Quale è il problema allora? Il problema è che NON MI FIDO!Sarebbe bello pagare un forfettario non troppo elevato, ma col tempo diminuirebbero i servizi e aumenterebbero i costi...Il popolo del P2P è in crescita, che che ne dicano le major, penso che sia opportuno crescere ancora un pò, quando ci sarà da sedersi a tavolino e trovare soluzioni alternative i consumatori avranno un maggiore potere contrattuale...In attesa di questo momento unitevi al popolo del P2P, ci circola anche molto materiale legale (legale persino con le attuali leggi repressive), e non fatevi abbindolare da chi vuole farvi credere che sia immorale. Al contrario è l'unica vostra arma di difesa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed i film?
    Ed i libri?
    • ryoga scrive:
      Re: Ed i film?
      - Scritto da: Anonimo
      Ed i libri?Uscirà senz'altro qualcuno che ne vanterà diritti....non ti preoccupare ;):'( :'( :'( :'(
  • ryoga scrive:
    Re: Ed i film?
    la MPAA :)
  • Anonimo scrive:
    Ed i film?
    La RIAA con i film non ha niente a che fare.Per scaricare film chi bisognerebbe pagare?
  • ryoga scrive:
    Re: E' incredibile...
    - Scritto da: Anonimo
    Ma non dire stronzate: quelli continueranno
    a non pagare come hanno SEMPRE FATTO, e
    sempre lo faranno, tanto ci sono io che pago
    per loro.Beh dipende..... se chi sta all'ufficio tasse e' IDIOTA ( e/o non vuol fare il proprio lavoro ).Una volta che uno paga, arriva all'ufficio tasse oltre ai soldi anche un bollettino con tutti i dati anagrafici della persona.Se l'anno successivo, una persona inserita nel DB non ha pagato, risulta subito e quindi per "beccarla" ci vuole giusto 5 minuti.
    Volevi fare lo sborone, o il lecchino del
    governo ladro? Accomodati pure, ma fallo a
    casa tua.Ne l'uno ne l'altro. Non mi piacciono semplicemente gli slogan da ragazzini ad una manifestazione.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: E' incredibile...
      Quelli dell'ufficio imposte sono furbi.Il condono è un'arma a doppio taglio: se non paghi, rischi di trovarti i controllori in casa anche se probabilmente non hai fatto nulla.Così molti liberi professionisti hanno preferito chiedere il condono, piuttosto che rischiare che venga scoperta qualche irregolarità sfuggita (anche in buona fede) nelle loro dichiarazioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Prima o poi.....
    - Scritto da: ryoga
    tutto cio' accadra'.

    ( Mi scuso per la lunga lettera) :)E tu non scriverne più no? LOL
  • Anonimo scrive:
    Re: E' incredibile...
    - Scritto da: lattenero
    ...quante persone facendosi portavace di una
    presunta libertà totale, vogliano
    solo scaricare a sbafo di tutto e di
    più senza cacciare un euro!

    La SIAE, la RIAA saranno pure un branco di
    ladroni, ma ho l'impressione che anche la
    maggior parte noi se ne avesse l'occasione
    (e l'avrà...) farebbe la propria
    parte...Hai ragione, meglio che continuino a rubare solo loro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Finirà proprio così.
    - Scritto da: Anonimo
    Alla fine ci arriveranno. Non potendo
    sconfiggere il p2p si arriverà
    all'unica soluzione possibile per consentire
    alle major di continuare a spillare
    quattrini alla gente: tassare la connessione
    internet così come si è
    già fatto con i supporti vergini. In
    Europa se ne discute già da anni a
    livello istituzionale, stanno solo lasciando
    sviluppare ancora un po' il mercato degli
    accessi a larga banda, poi sferreranno il
    colpo.
    Il problema è che, se in USA
    venissero tassati per 5$ al mese, qui da noi
    probabilmente verremmo tassati per un
    importo almeno quadruplo...Se non rompono più le scatole va anche bene, se invece oltre alla tassa cominciano a dire questo sì e questo no, allora tutto come prima.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finirà proprio così.

      Se non rompono più le scatole va
      anche bene, se invece oltre alla tassa
      cominciano a dire questo sì e questo
      no, allora tutto come prima.va bene un accidente: 5*4=20*12=240 ? all'anno in più per sti maiali? ma col ca$$O :|
  • Anonimo scrive:
    Re: E' incredibile...
  • Anonimo scrive:
    Re: www.fimi.it
    - Scritto da: maciste


    perché guidare un automobile non
    è illegale.neanche usare il p2p lo è
    visto che tu parli di automobili ti rispondo
    con un esempio simile; pagare il pedaggio
    autostradale ti dà diritto a
    circolare ma non a giocare all'autoscontro
    con le altre macchine, per internet il
    discorso è simile, tu paghi per avere
    l'accesso ma se poi all'interno di quello
    spazio commetti degli illeciti non puoi
    trincerarti dietro il pagamento
    dell'ingresso.infatti non ti chiedono dei soldi per darti il permesso di schiantarti contro le altre auto, ma puoi corrompere i pulotti che ti fermano... ecco a cosa equivale la tassa sulle connessioni bb... è poi perchè solo sulle flat? chi l'ha detto che chi ha la flat scarica più di uno che non c'è l'ha?
    • maciste scrive:
      Re: www.fimi.it
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: maciste





      perché guidare un automobile non

      è illegale.

      neanche usare il p2p lo èio ho parlato di condivisione illegale non di p2p illegale.

      visto che tu parli di automobili ti
      rispondo

      con un esempio simile; pagare il
      pedaggio

      autostradale ti dà diritto a

      circolare ma non a giocare
      all'autoscontro

      con le altre macchine, per internet il

      discorso è simile, tu paghi per
      avere

      l'accesso ma se poi all'interno di
      quello

      spazio commetti degli illeciti non puoi

      trincerarti dietro il pagamento

      dell'ingresso.

      infatti non ti chiedono dei soldi per darti
      il permesso di schiantarti contro le altre
      auto, ma puoi corrompere i pulotti che ti
      fermano... la corruzione è allo stato attuale un reato, pagare questa "tassa per il p2p" ovviamente non lo sarebbeecco a cosa equivale la tassa
      sulle connessioni bb... è poi
      perchè solo sulle flat? chi l'ha
      detto che chi ha la flat scarica più
      di uno che non c'è l'ha?tra parentesi ho scritto "ovviamente solo per le connessioni broadband a tariffa flat...per quelle a tempo si dovrebbe trovare un'altra formula" quindi o non l'hai letto o non capisci, ergo ti spiego, per le flat si potrebbe applicare una tassa flat, per le dialup magari una a tempo.==================================Modificato dall'autore il 27/02/2004 11.59.52
  • Anonimo scrive:
    Oggettivamente:
    Che il p2p gli fa perdere guadagni e` sostanzialmente una montatura, lo sappiamo noi lo sanno anche loro anche se ovviamente serve come giustificazione ufficiale per tutti i casini.Le iniziative che prendono volgono ad una direzione finale che e` lucrare, e molto, su tutte le transazioni di questo tipo in rete.Non vogliono ammazzare il p2p vogliono conquistarlo.Varie corporation dell'entertainment hanno accordi e collaborazioni con microsoft in merito al progetto ex-palladium che ora si chiama NGSCB, che entro 2-3 anni vi arrivera` come una mazzata nei denti... chiedetevi perche`.Vedremo DOPO quanti potranno ancora fare proclami "non possono fermare il p2p", con dei computer che saranno essenzialmente indegni di essere chiamati "personal" il p2p lo farete a mano col vicino, un ritorno all'antica come quando ci si passava i floppy.E non pensate di potervi opporre all'imposizione tecnologica. Valutate adesso voi 95% di coloro che stanno leggendo, la vostra capacita` reale di buttare dalla finestra il pc con windows e passare ad un altro tipo di macchina (Mac, Sun) con un altro tipo di sistema (Unix, MacOS). Ve la dico io: pari a zero. Per questo subirete l'imposizione tecnologica e probabilmente saluterete il p2p, e alla RIAA ridera` il culo.Cmq un accordo del genere e` naturale che non gli interessi ai discografici. Pensano di spazzare via lo scambio sregolato, ma poi con la gente ormai abituata a scaricare roba a quintalate, di poter far su 5 $ al microsecondo... altro che abbonamenti mensili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Oggettivamente:
      Per questo subirete
      l'imposizione tecnologica e probabilmente
      saluterete il p2p, e alla RIAA ridera` il
      culo.a me il culo ride già ora perchè il p2p col calo delle vendite non ha nulla a che vedere. sradichino pure il p2p. la loro sorte si vede già ora... bwahahahahahha :D
  • Anonimo scrive:
    Va bene a patto che...
    ... a patto che un organismo (magari indipendente) misuri _che cosa_ viene effettivamente scaricato e quanto, e obblighi RIAA e SIAE a distribuire i profitti derivanti dall'abbonamento in modo proporzionale a questo rilevamento.Non e' possibile ridistribuire il denaro ricavato attraverso il p2p secondo le percentuali di popolarita' date dalla radio e dalla televisione, che hanno metodi di fruizione diversi e un'offerta che, in ragione della sua limitazione, prende solo la fetta piu' commerciale del panorama musicale.Sinceramente, scaricare vecchi pezzi degli anni '20, o le trasmissioni radiofoniche americane degli anni '50 con la lettura dei racconti di Ray Bradbury, e pagare per questo Britney Spears, mi farebbe incazzare parecchio.Britney Spears la pagherei per ben altro.Ciao,Anonimo
  • Anonimo scrive:
    Mi piace!
    non mi cambia nulla, è quello che già pago su SoulSeek tutti i mesi. Mi pare conveniente.http://www.slsknet.org/La musica "buona" è solo lì, gli altri P2P sono un supermercato.
  • Anonimo scrive:
    Re: E' incredibile...
    - Scritto da: lattenero
    ...quante persone facendosi portavace di una
    presunta libertà totale, vogliano
    solo scaricare a sbafo di tutto e di
    più senza cacciare un euro!

    La SIAE, la RIAA saranno pure un branco di
    ladroni, ma ho l'impressione che anche la
    maggior parte noi se ne avesse l'occasione
    (e l'avrà...) farebbe la propria
    parte...

    Lo dico senza spirito polemico o a altro.La cosa più incredibile è che sono 10 anni che pago le tasse, mentre quelli che non l'hanno mai fatto adesso sono legalmente apposto.A questo punto i nostri governanti stessi ci stanno dicendo che il crimine paga; bene, da oggi crimine per tutti, offre la ditta!
    • ryoga scrive:
      Re: E' incredibile...
      - Scritto da: Anonimo
      La cosa più incredibile è che
      sono 10 anni che pago le tasse, mentre
      quelli che non l'hanno mai fatto adesso sono
      legalmente apposto.
      A questo punto i nostri governanti stessi ci
      stanno dicendo che il crimine paga; bene, da
      oggi crimine per tutti, offre la ditta!Errore.La frase corretta è : sono 10 anni che pago le tasse e per 10 anni ci sono stati milioni di persone che le hanno evase senza che il governo di quel tempo si interessasse a beccare gli evasori.Oggi invece grazie a questo governo, molte persone hanno "patteggiato" e da oggi in poi dovranno pagare OGNI ANNO perche' schedati.Vuoi fare politica? Accomodati pure, ma scegli il pulsante giusto.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: E' incredibile...
        - Scritto da: ryoga

        - Scritto da: Anonimo

        La cosa più incredibile è
        che

        sono 10 anni che pago le tasse, mentre

        quelli che non l'hanno mai fatto adesso
        sono

        legalmente apposto.

        A questo punto i nostri governanti
        stessi ci

        stanno dicendo che il crimine paga;
        bene, da

        oggi crimine per tutti, offre la ditta!


        Errore.
        La frase corretta è : sono 10 anni
        che pago le tasse e per 10 anni ci sono
        stati milioni di persone che le hanno evase
        senza che il governo di quel tempo si
        interessasse a beccare gli evasori.
        Oggi invece grazie a questo governo, molte
        persone hanno "patteggiato" e da oggi in poi
        dovranno pagare OGNI ANNO perche' schedati.

        Vuoi fare politica? Accomodati pure, ma
        scegli il pulsante giusto.
        CiaoMa non dire stronzate: quelli continueranno a non pagare come hanno SEMPRE FATTO, e sempre lo faranno, tanto ci sono io che pago per loro.Volevi fare lo sborone, o il lecchino del governo ladro? Accomodati pure, ma fallo a casa tua.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: E' incredibile...
        - Scritto da: ryoga

        - Scritto da: Anonimo

        La cosa più incredibile è
        che

        sono 10 anni che pago le tasse, mentre

        quelli che non l'hanno mai fatto adesso
        sono

        legalmente apposto.

        A questo punto i nostri governanti
        stessi ci

        stanno dicendo che il crimine paga;
        bene, da

        oggi crimine per tutti, offre la ditta!


        Errore.
        La frase corretta è : sono 10 anni
        che pago le tasse e per 10 anni ci sono
        stati milioni di persone che le hanno evase
        senza che il governo di quel tempo si
        interessasse a beccare gli evasori.
        Oggi invece grazie a questo governo, molte
        persone hanno "patteggiato" e da oggi in poi
        dovranno pagare OGNI ANNO perche' schedati.

        Vuoi fare politica? Accomodati pure, ma
        scegli il pulsante giusto.
        CiaoSi si, come no, e gli incidenti stradali sono diminuiti, e la spesa si fa con pochi soldi, e le tasse diminuiranno. Mi sa che sei tu che vuoi fare politica, ma cambia forum, qui si parla di altro.
  • lattenero scrive:
    E' incredibile...
    ...quante persone facendosi portavace di una presunta libertà totale, vogliano solo scaricare a sbafo di tutto e di più senza cacciare un euro! La SIAE, la RIAA saranno pure un branco di ladroni, ma ho l'impressione che anche la maggior parte noi se ne avesse l'occasione (e l'avrà...) farebbe la propria parte...Lo dico senza spirito polemico o a altro.
    • ryoga scrive:
      Re: E' incredibile...
      - Scritto da: lattenero
      ...quante persone facendosi portavace di una
      presunta libertà totale, vogliano
      solo scaricare a sbafo di tutto e di
      più senza cacciare un euro!

      La SIAE, la RIAA saranno pure un branco di
      ladroni, ma ho l'impressione che anche la
      maggior parte noi se ne avesse l'occasione
      (e l'avrà...) farebbe la propria
      parte...

      Lo dico senza spirito polemico o a altro.Hai ragione...... una cosa sensata, e' quella di AZZERARE il canone per l'ADSL e di far pagare il SOLO TRAFFICO.Es. 5? a Gb.Se tu in un mese usi la connessione a banda larga per scaricare cio' che ti interessa ( siano film, programmi e musica protetti da diritto d'autore o programmi, cortometraggi e musica free ) e consumi 4Gb di dati, allora paghi 20?. Se ne consumi 8Gb allora saranno 40?.Naturalmente, chi scarica pagherà e chi non scarica ma usa internet solo per la posta e/o navigazione paghera' molto meno.In una scala nazionale, cio' porterebbe una situazione molto rosea ( anche economicamente parlando per i provider e per gli utenti )Byez
      • Anonimo scrive:
        Re: E' incredibile...
        - Scritto da: ryoga


        Es. 5? a Gb.
        sembrerebbe buono

        Naturalmente, chi scarica pagherà e
        chi non scarica ma usa internet solo per la
        posta e/o navigazione paghera' molto meno.
        peccato che il solo spamming e worms creano un traffico di terabytes insostenibile
        • ryoga scrive:
          Re: E' incredibile...
          - Scritto da: Anonimo

          Naturalmente, chi scarica
          pagherà e

          chi non scarica ma usa internet solo
          per la

          posta e/o navigazione paghera' molto
          meno.



          peccato che il solo spamming e worms creano
          un traffico di terabytes insostenibilebasterebbe "non scaricare la posta" a priori, ma farlo attraverso programmini simili al MailWasher che scarica solo gli header della posta in modo da capire se ti serve o meno.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' incredibile...
          Allora se mio figlio chatta su icq o mirc e viene smurfato tutto il giorno, devo pagare 500 euro per il traffico generato che nessuno ha chiesto? uhahuahuahahua patetici.La tariffa a consumo nn ha senso
      • Anonimo scrive:
        Re: E' incredibile...
        Per carità, ci manca solo dover pagare per virus, spam e banner pubblicitari.La formula flat è tipicamente per gli utenti residenziali, lasciamo quella a consumo per gli utenti professionisti.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' incredibile...


        Hai ragione...... una cosa sensata, e'
        quella di AZZERARE il canone per l'ADSL e di
        far pagare il SOLO TRAFFICO.

        Es. 5? a Gb.

        Se tu in un mese usi la connessione a banda
        larga per scaricare cio' che ti interessa (
        siano film, programmi e musica protetti da
        diritto d'autore o programmi, cortometraggi
        e musica free ) e consumi 4Gb di dati,
        allora paghi 20?. Se ne consumi 8Gb allora
        saranno 40?.

        Naturalmente, chi scarica pagherà e
        chi non scarica ma usa internet solo per la
        posta e/o navigazione paghera' molto meno.

        In una scala nazionale, cio' porterebbe una
        situazione molto rosea ( anche
        economicamente parlando per i provider e per
        gli utenti )sensata x te forse.....e chi usa internet per fare qualcosa in +? es. videoconferenza, scaricare materiale free (dis.linux, demo...), giocare on-line...è giusto che paghi 100 euro al mese? così tu puoi pagarne 2......
      • Anonimo scrive:
        Re: E' incredibile...
        - Scritto da: ryoga
        Hai ragione...... una cosa sensata, e'
        quella di AZZERARE il canone per l'ADSL e di
        far pagare il SOLO TRAFFICO.Ecco la scemenza del secolo: e chi gioca in multiplayer quanto dovrà sborsare senza effettivamente aver scaricato nulla?Non fiatare se non sai di cosa stai parlando.Ciao
        • ryoga scrive:
          Re: E' incredibile...
          :D non so di cosa sto parlando?Bene.....scendiamo + nel dettaglio.....Abbonamento base : ti bloccano tutte le porte che in genere vengono utilizzate dal p2p lasciandoti poche porte aperte. Costo 40? al meseAbbonamento full : hai tutte le porte aperte in modo da poter utilizzare internet come vuoi e fare cio' che vuoi.Costo 5? a GbIo la vedo cosi. Poi se tu sei un ricercatore con in tasca la soluzione, MOSTRALA
          • Anonimo scrive:
            Re: E' incredibile...
            - Scritto da: ryoga
            Abbonamento base : ti bloccano tutte le
            porte che in genere vengono utilizzate dal
            p2p lasciandoti poche porte aperte. Costo
            40? al meseNon fattibile, il furbo imposta la porta 80 nel suo p2p preferito.
            Abbonamento full : hai tutte le porte aperte
            in modo da poter utilizzare internet come
            vuoi e fare cio' che vuoi.
            Costo 5? a GbNon fattibile, la tassazione a consumo è paragonabile a quella a prodotto, e così poi si paga anche lo spam e i banner pubblicitari.
          • avvelenato scrive:
            Re: E' incredibile...
            - Scritto da: ryoga
            :D non so di cosa sto parlando?

            Bene.....scendiamo + nel dettaglio.....

            Abbonamento base : ti bloccano tutte le
            porte che in genere vengono utilizzate dal
            p2p lasciandoti poche porte aperte. Costo
            40? al mese

            Abbonamento full : hai tutte le porte aperte
            in modo da poter utilizzare internet come
            vuoi e fare cio' che vuoi.
            Costo 5? a Gb

            Io la vedo cosi. Poi se tu sei un
            ricercatore con in tasca la soluzione,
            MOSTRALAla mia proposta è di abolire il copyright, disarcionare i governi mondiali, disassemblare gli stati, e creare piccole comunità gestite tramite democrazia diretta, utilizzando la tecnologia esistente e creandone di nuova al fine di eliminare per quanto possibile la necessità di lavoro umano, e consentendo quindi ad ognuno di dedicare almeno 4 ore/gg alla gestione della propria comunità e all'attività politica.sì lo so sono offtopic, ma me l'avete tirata fuori a forza dalla bocca...!
  • Anonimo scrive:
    Finirà proprio così.
    Alla fine ci arriveranno. Non potendo sconfiggere il p2p si arriverà all'unica soluzione possibile per consentire alle major di continuare a spillare quattrini alla gente: tassare la connessione internet così come si è già fatto con i supporti vergini. In Europa se ne discute già da anni a livello istituzionale, stanno solo lasciando sviluppare ancora un po' il mercato degli accessi a larga banda, poi sferreranno il colpo.Il problema è che, se in USA venissero tassati per 5$ al mese, qui da noi probabilmente verremmo tassati per un importo almeno quadruplo...
  • Anonimo scrive:
    Re: www.fimi.it
    - Scritto da: maciste
    andate a vedere qui
    www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=421&id
    In ogni caso, fossi in loro accetterei la
    proposta; facendo due conti si evince che
    tassando una connessione ad internet di 5
    euro/mese Già sopporto la tassa sui cd che non uso per i file mp3, ma per dati aziendali devo ora anche sopportare una tassa di 5 dollari (si parlava nell'articolo ma mettiamo euro) perchè voi scaricate? Ma scherzi? Facciano l'abbonamento per sharing quelli che scaricano con un minimo di onesta civile ed educazione. Al tiszio che non paga per materiale scadente ecc ecc. Se è scadente e scadente anche gratis, se scarichi è giusto pagare un minimo, che SIAE e RIAA mangiano molti soldi è vero, sopratutto SIAE che è un ente pubblico e come ogni ente pubblico non ha la cultura del risparmio ma quello dello sperpero, parlare di pubblico in Italia è tabu, ciò che è pubblico non si tocca e non importa se con un minimo di attenzione e un sistema di amministrazione uguale a quello di una azienda privata si risparmierebbe (con vantaggio di tutti) un 40/50% dei soldi e delle nostre tasse. Da noi non si possono chiudere nemmeno gli enti inutili che mangiano soldi tutti gli anni, guai a toccare un ente pubblico e il suo personale che non è nemmeno destinabile ad altre mansioni in altri uffici o licenziabile.Con questa cultura che è una cultura popolare che vi aspettate in Italia?Ho mai capito perchè qualcosa che i suoi autori non voglio dare gratis deve essere per forza distribuito gratis in rete. Non lo si fa con frutta e verdura che sono fondamentali per vivere e lo si fa con la muscia che è un surplus.Vorrei vedere se qualcuno venisse da voi e pretendesse di farvi fare 2 ore al giorno gratis per venire incontro ai clienti o utenti dei servizi che fornite. Voglio vedere se non scoppierebbe una rivoluzione e non importa se i vostri servizi sono cari nessuno di voi lo farebbe. Non c'è abbastanza sangue ma pochissimi lo donano, aumentano i donatori di organi ma per lo più anziani, poi però quando uno ne ha bisogno senti gente urlare e lamentarsi che a volte si aspettano mesi e anni per un organo.il gratis sempre dagli altri ma da noi mai nulla.Io sono contro una tassa sulle connessioni, perchè di nuovo non tutti (una minoranza certo) scaricano musica, molti la usano per lavoro, già pagano la tassa sui cd e sui masterizzatori perchè devono pagare ancora?Come dice un noto comico."tutti finocchi con il c--o degli altri" Tutti buoni a decidere dei soldi degli altri e tutti a incazzarsi quando gli altri decidono dei nostri soldi. Un discografico fa pagare il disco quanto gli pare, è un suo diritto oggettivo, se poi il prezzo è alto i consumatori lo boicotteranno facendo o crollare il prezzo o guadagnare poco, pretendere che il prezzi scendano coem rimedio al file sharing quando sapete benissimo che non è vero che la maggior parte continuerebbe a scaricare musica illegalmente, che 5o 8 euro a cd sono ancora troppi rispetto a una connessione che costa sempre meno, alla possibilita di scaricare cosa si vuole e quanta musica si vuole senza costi aggiuntivi. C'è chi ha detot qui che non pagherebbe nulla di più per iol semplice fatto che già paga la connessione telefonica e il pc e non vede perchè pagare anche i diritti agli autori. Volete tutto gratis ma poi lavorereste gratis voi?Quanti scaricano musica e poi comprano i cd? tra chi conosco 1 su 25/30 gli altri si accontentano della musica scaricata.Quello che mi dispiace e che qui si vede che a chi fa musica ci si vede il diritto di imporre prezzi e politiche di vendita, a chi investe soldi , il diritto di distribuire il frutto dei suoi investimenti a tutti, si vuole free tutto.L'open esiste perchè c'è chi ha un lavoro pagato e a casa o a volte in ufficio di nascosto scrive open protetto dal suo stipendio spesso in software house di prodotti closed. O perchè grandi aziende pagano per un progetto da abbinare a prodotti a pagamento. Ma si vede chi invece scegli di far pagare un software coem un ladro, un disgraziato. Quanti di voi hanno software come mirc o winzip per fare due esempi regolarmente licenziati? 1 su 1000000? eppure non sono software free eppure non costano cari eppure li usaimo tutti eppure nessuno paga, ma perchè questa gente deve lavorare gratis? e su cosa guadagnanose non c'è assistenza su sti software? quanti software ottimi come pirch (alternativa migliore di mirc) sono morti per questa ragione?Il software open può essere un scelta e uan spinta anche per il closed, ma non può essere tutto open la gente che lavora deve vivere, e se un autore vive anche molto bene perchè fa bella musica o è bravo a dare cosa la gente chiede buon per lui ma se lavora deve essere pagato. Come lo siete tutti voi e pretendete tutti voi. Nessuno di voi lavorerebbe gratis, e la musica non è fondamentale per vivere, e poi si ascolta in tv o in radio senza problemi se proprio uno durante il giorno vuole sentire musica.Ci si lamente che la vita di oggi è dura e costa molto più che in passato. Forse chi lo dice o non lo ha vissuto il passato o se lo è dimenticato. Io lo ricordo e posso assicurare che pur vivendo in una famiglia benestante ciò che oggi è considerato il minimo decente ieri era lusso.
    • Anonimo scrive:
      Re: www.fimi.it
      Si bravo tante parole campate per aria... primo gli artisti guadagnano molto più dai concerti che dalla vendita dei cd (togliendo i 20 che sono sempre al top delle vendite), secondo se è come dici tu perchè winzip non è stato ancora abbandonato a se stesso invece di continuarne lo sviluppo?
    • maciste scrive:
      Re: www.fimi.it
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: maciste

      andate a vedere qui


      www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=421&id

      In ogni caso, fossi in loro accetterei
      la

      proposta; facendo due conti si evince
      che

      tassando una connessione ad internet di
      5

      euro/mese

      Già sopporto la tassa sui cd che non
      uso per i file mp3, ma per dati aziendali
      devo ora anche sopportare una tassa di 5
      dollari (si parlava nell'articolo ma
      mettiamo euro) perchè voi scaricate?
      Ma scherzi? Facciano l'abbonamento per
      sharing quelli che scaricano con un minimo
      di onesta civile ed educazione. Al tiszio
      che non paga per materiale scadente ecc ecc.
      Se è scadente e scadente anche
      gratis, se scarichi è giusto pagare
      un minimo, che SIAE e RIAA mangiano molti
      soldi è vero, sopratutto SIAE che
      è un ente pubblico e come ogni ente
      pubblico non ha la cultura del risparmio ma
      quello dello sperpero, parlare di pubblico
      in Italia è tabu, ciò che
      è pubblico non si tocca e non importa
      se con un minimo di attenzione e un sistema
      di amministrazione uguale a quello di una
      azienda privata si risparmierebbe (con
      vantaggio di tutti) un 40/50% dei soldi e
      delle nostre tasse. Da noi non si possono
      chiudere nemmeno gli enti inutili che
      mangiano soldi tutti gli anni, guai a
      toccare un ente pubblico e il suo personale
      che non è nemmeno destinabile ad
      altre mansioni in altri uffici o
      licenziabile.

      Con questa cultura che è una cultura
      popolare che vi aspettate in Italia?

      Ho mai capito perchè qualcosa che i
      suoi autori non voglio dare gratis deve
      essere per forza distribuito gratis in rete.
      Non lo si fa con frutta e verdura che sono
      fondamentali per vivere e lo si fa con la
      muscia che è un surplus.

      Vorrei vedere se qualcuno venisse da voi e
      pretendesse di farvi fare 2 ore al giorno
      gratis per venire incontro ai clienti o
      utenti dei servizi che fornite. Voglio
      vedere se non scoppierebbe una rivoluzione e
      non importa se i vostri servizi sono cari
      nessuno di voi lo farebbe.

      Non c'è abbastanza sangue ma
      pochissimi lo donano, aumentano i donatori
      di organi ma per lo più anziani, poi
      però quando uno ne ha bisogno senti
      gente urlare e lamentarsi che a volte si
      aspettano mesi e anni per un organo.

      il gratis sempre dagli altri ma da noi mai
      nulla.

      Io sono contro una tassa sulle connessioni,
      perchè di nuovo non tutti (una
      minoranza certo) scaricano musica, molti la
      usano per lavoro, già pagano la tassa
      sui cd e sui masterizzatori perchè
      devono pagare ancora?

      Come dice un noto comico.

      "tutti finocchi con il c--o degli altri"
      Tutti buoni a decidere dei soldi degli altri
      e tutti a incazzarsi quando gli altri
      decidono dei nostri soldi. Un discografico
      fa pagare il disco quanto gli pare, è
      un suo diritto oggettivo, se poi il prezzo
      è alto i consumatori lo boicotteranno
      facendo o crollare il prezzo o guadagnare
      poco, pretendere che il prezzi scendano coem
      rimedio al file sharing quando sapete
      benissimo che non è vero che la
      maggior parte continuerebbe a scaricare
      musica illegalmente, che 5o 8 euro a cd sono
      ancora troppi rispetto a una connessione che
      costa sempre meno, alla possibilita di
      scaricare cosa si vuole e quanta musica si
      vuole senza costi aggiuntivi. C'è chi
      ha detot qui che non pagherebbe nulla di
      più per iol semplice fatto che
      già paga la connessione telefonica e
      il pc e non vede perchè pagare anche
      i diritti agli autori. Volete tutto gratis
      ma poi lavorereste gratis voi?

      Quanti scaricano musica e poi comprano i cd?
      tra chi conosco 1 su 25/30 gli altri si
      accontentano della musica scaricata.

      Quello che mi dispiace e che qui si vede che
      a chi fa musica ci si vede il diritto di
      imporre prezzi e politiche di vendita, a chi
      investe soldi , il diritto di distribuire il
      frutto dei suoi investimenti a tutti, si
      vuole free tutto.

      L'open esiste perchè c'è chi
      ha un lavoro pagato e a casa o a volte in
      ufficio di nascosto scrive open protetto dal
      suo stipendio spesso in software house di
      prodotti closed. O perchè grandi
      aziende pagano per un progetto da abbinare a
      prodotti a pagamento. Ma si vede chi invece
      scegli di far pagare un software coem un
      ladro, un disgraziato. Quanti di voi hanno
      software come mirc o winzip per fare due
      esempi regolarmente licenziati? 1 su
      1000000? eppure non sono software free
      eppure non costano cari eppure li usaimo
      tutti eppure nessuno paga, ma perchè
      questa gente deve lavorare gratis? e su cosa
      guadagnanose non c'è assistenza su
      sti software? quanti software ottimi come
      pirch (alternativa migliore di mirc) sono
      morti per questa ragione?

      Il software open può essere un scelta
      e uan spinta anche per il closed, ma non
      può essere tutto open la gente che
      lavora deve vivere, e se un autore vive
      anche molto bene perchè fa bella
      musica o è bravo a dare cosa la gente
      chiede buon per lui ma se lavora deve essere
      pagato. Come lo siete tutti voi e pretendete
      tutti voi. Nessuno di voi lavorerebbe
      gratis, e la musica non è
      fondamentale per vivere, e poi si ascolta in
      tv o in radio senza problemi se proprio uno
      durante il giorno vuole sentire musica.

      Ci si lamente che la vita di oggi è
      dura e costa molto più che in
      passato. Forse chi lo dice o non lo ha
      vissuto il passato o se lo è
      dimenticato. Io lo ricordo e posso
      assicurare che pur vivendo in una famiglia
      benestante ciò che oggi è
      considerato il minimo decente ieri era
      lusso. Sono in parte d'accordo con ciò che dici (ad esempio che chi fornisce un prodotto deve essere ricompensato...) ma ti ricordo che se io che ho un abbonamento adsl e nel mio caso non faccio uso selvaggio del p2p (potrebbe sembrare il contrario ma tant'è...) e sono d'accordo con l'introduzione di questo tipo di rimborso metto in gioco anche i MIEI soldi visto che la connessione la pago io. Pagare una somma alla siae significa rimborsare i diritti d'autore che coprono i contenuti dei file poiché i file in sé non sono illegali ma lo è il contenuto.Inoltre la principale motivazione che mi spinge ad appoggiare una soluzione di questo tipo è la legge che come ho già detto è molto vaga ed interpretabile
    • Anonimo scrive:
      Re: www.fimi.it
      [cut]
      Nessuno di voi lavorerebbe
      gratis, e la musica non è
      fondamentale per vivere, e poi si ascolta in
      tv o in radio senza problemi se proprio uno
      durante il giorno vuole sentire musica.

      Ci si lamente che la vita di oggi è
      dura e costa molto più che in
      passato. Forse chi lo dice o non lo ha
      vissuto il passato o se lo è
      dimenticato. Io lo ricordo e posso
      assicurare che pur vivendo in una famiglia
      benestante ciò che oggi è
      considerato il minimo decente ieri era
      lusso. C'era una volta nel mio paese natale gente che si guadagnava da vivere cucendo. Erano prodotti di ottima qualità, lavori così preziosi che oggi anno prezzi spropositati, fatti da madri di famiglia che cucivano alla nascita dei bambini, in occasione per matrimoni facendo corredi, ecc.Tutto questo è sparito, la grande industria ha RUBATO il mercato a queste povere madri di famiglia...Sai una cosa, il progresso schiaccia alcune realtà, se proprio devo piangerne una preferisco versare lacrime sulle sartine e non su Jackson
  • Anonimo scrive:
    Re: basta tasse

    E GLI ARTISTI COSA NE PENSANO DI QUESTA
    TROVATA? I LORO DIRITTI D'AUTORE CHE FINE
    FANNO?Guarda, in Italia, gli artisti non vedono una lira.Perche' i veri soldi li fanno quelli che inventano le musichette dei programmi televisivi e quelli che fanno concerti in piazza (qualcuno ha detto casadei?).Gli artisti protetti dalla RIAA vedono solo i soldi che la casa discografica gli gira sul prezzo del CD.E' per questo che la SIAE e' inutile e andrebbe abolita.Se vuoi farti una cultura:http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82-- ilGimmy
    • Max3D scrive:
      Re: basta tasse
      io forse una soluzione c'e' l'ho (troll)eliminiamo la riaae la siae e chi per lorocosì gli artisti prenderanno i soldi che gli spettano a noi cinema e film costeranno meno e tutto si risolverebbe da solo :D (LOL)
  • Anonimo scrive:
    Re: Prima o poi.....

    Cio' che occorrerebbe fare ORA, e' quella di
    IMPEDIRE LEGALMENTE a Telecom di vendere
    audio, musica e videogiochi, in quanto non
    credo possa farlo e credi molto male
    ( se io apro un negozio di
    elettronica, mica posso vendere i generi
    alimentari! ) gli alimentari sono prodotti che hanno limiti particolari, ma per altri motivi, invece per gli atri prodotti da diversi anni in Italia vige una riforma per la quale chi vende pantaloni può vendere anche tubi, piastrelle, o quello che gli pare. Le poche eccezioni sono gli alimentari, i tabacchi, valori bollati e poco altro.
    • ryoga scrive:
      Re: Prima o poi.....
      - Scritto da: Anonimo
      gli alimentari sono prodotti che hanno
      limiti particolari, ma per altri motivi,
      invece per gli atri prodotti da diversi anni
      in Italia vige una riforma per la quale chi
      vende pantaloni può vendere anche
      tubi, piastrelle, o quello che gli pare. Le
      poche eccezioni sono gli alimentari, i
      tabacchi, valori bollati e poco altro.E allora mi sa che da domani tutti i soldi li investo in azioni Telecom..........:'(
  • Anonimo scrive:
    basta tasse
    allora se volete tassarci di 5 euro ci dovrebbero togliere le tasse su cd e masterizzatore.....o no?tasse su tasse?, e per scaricare cosa poi?musica,film o programmi?parole chiare ci vogliono, e non parole!e poi alla fine continueranno a controllarci con port scanning e varie?E GLI ARTISTI COSA NE PENSANO DI QUESTA TROVATA? I LORO DIRITTI D'AUTORE CHE FINE FANNO?
  • Garantito scrive:
    Ingordigia
    Cio' che condanna questi signori monopolisti/oligopolisti alla rovina e' la loro ingordigia.Proponete 5 Dollari in piu', inglobandoli sul canone del provider, e decine di milioni di persone lo pagheranno.Per potersi scaricare musica, anche e soprattutto rarita' fuori commercio, in liberta'.Ben diverso e' proporre il costo di quasi un dollaro a canzone, criminalizzando nel contempo chi si scambia files con la consueta arroganza. Questo, anziche' combattere il file sharing, accresce l'odio della gente comune nel confronto delle case discografiche e aumenta i rischi di boicotaggio.Non dimmenticate una frase emblematica nel caso enkeywebsite: chi aveva effettuato la denuncia voleva restare anonimo per timore di rappresaglie.La loro ingordigia li condannera'
  • Anonimo scrive:
    Re: sarebbe sensato se...
    - Scritto da: Anonimo
    sarebbe un'idea sensata ma quei porci
    preferiscono mangirci di +quoto pienamente...e quelli delle major non vogliono sentire qual'è il modo migliore per debellare la pirateria...mettete un CD al massimo 7-8 euro e nessuno comprerà lo stesso CD dai marocchini in giro...nessuno lo scaricherà da internet....ma non ci sentono perchè a quel prezzo i magnoni non ci guadagnano nulla, quindi dichiarano guerra a noi utenti e anzi, alimentano la pirateria ..magari la pirateria la vogliono proprio loro perchè è la classica storia del serpente che sdi mangia la coda: "la pirateria ci fa guadagnare di meno, allora io sono costretto ad aumentare il rpezzo dei CD e allora la gente non farà altro che scaricare da internet quel CD e io non ci gaudagnerò ecc ecc"
  • Anonimo scrive:
    La RIAA ha le ore contate
    Secondo me sono quelli della RIAA ad avere lo ore contate.Sono ridotti alla disperazione, come quelli dell SCO & C. menano fendenti a destra e a manca contro mulini a vento. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Li ridurremo a miti consigli
    Non si accordano sulla cifra
    perchè le major pensano di cavare
    piu' soldi dai loro miserabili jukebox a
    pagamento piuttosto che da un canone mensile
    contenuto io preferisco il juke-box con i pezzi a 99c piuttosto che il fisso (visto che non scarico costantemente). La pirateria e' contro i miei principi, preferisco pagarli i brani e poi magari un giorno tra gli artisti potrei esserci io o mio figlio.. chissa'
    • Anonimo scrive:
      Re: Li ridurremo a miti consigli

      scarico costantemente). La pirateria e'
      contro i miei principi, preferisco pagarli i
      brani e poi magari un giorno tra gli artisti
      potrei esserci io o mio figlio.. chissa'Guarda, se dovessi fare l'artista, ti consiglio di non registrarti alla SIAE.Fai come i GemBoy, e gli appassionati i CD li comprano.Ai concerti e' pieno di ragazzi che cercano anche i vecchi dischi, nonostante siano disponibili su Internet da millenni.Questa e' la prova che se un artista e' genuino e si muove con passione, il pubblico lo ricambia.-- ilGimmy
    • Anonimo scrive:
      Re: Li ridurremo a miti consigli
      - Scritto da: Anonimo
      Non si accordano sulla cifra

      perchè le major pensano di cavare

      piu' soldi dai loro miserabili jukebox a

      pagamento piuttosto che da un canone
      mensile

      contenuto

      io preferisco il juke-box con i pezzi a 99cè si un affarone... infatti una compilation di 15 brani ti costa solo... 14.85 eur... un affarone... poi aggiungi 0.30 di cd... poi il costo di masterizzazione + energia elettrica e sarai oltre i 15 eur ed hai usato anche parecchio tempo...si si un affare, mi sa che andrò subito a farmi una bella compilation!
  • Anonimo scrive:
    Re: Tanto non si accontentano
    - Scritto da: Anonimo
    Minacciarli di portarli in tribunale,
    significa minacciare dei clienti..Non e' la stessa cosa.Questi mafiosi sanno bene che se vuoi determinati prodotti devi passare per forza da loro e pagare il pizzo, quindi possono permettersi comportamenti di qualunque tipo nei confronti della "clientela".In fondo, il marocchino che incontro sempre al pub o per strada e' cosi' simpatico. *g*
    • Max3D scrive:
      Re: Tanto non si accontentano
      il rischio vero, cioe' cio' che temo e' che possano fare/costringere come con i cd..tassando automaticamente di 50? le connessioni adsl :Pchi ha un 56k non e' in grado di scaricarsi un bel po' di mp3 ...i problemi veri sono venuti con la banda larga... e da li giu' tutti a scaricare tutto lo scaricabile, e non oso pensare quando noi italiani ci adegueremo al resto d'europa con connessioni che vanno da 640 a 10mbit :D (vedi fastweb)non vorrei che pensassero di tassarmi una tantum di 50? perche' se così fosse comincerei a studiare come connettermi dalla cabina telefonica che sta di fronte a casa mia (troll)
      • Rey_ scrive:
        Re: Tanto non si accontentano
        Mah... Visto quello che e' gia' successo con la tassa sui supporti vergini, non mi stupirei che tassassero la banda larga flat, e poi COMUNQUE si lamentassero della pirateria e minacciassero denuncie.In fondo lo fanno gia'.... Possano scomparire tutti, razza di #######
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto non si accontentano
          il giorno che faranno una cosa del genere metto su un'array di dischi da 1 terabyte, e lascio a scaricare 24 ore su 24 sharando poi il tutto (fibra fw 10mbit).Come spero che facciano tutti gli altri. IMHO non si azzarderanno a fare una cosa del genere, dovrebbero scontrarsi contro tutti quei fruitori di banda larga (aziende, grosse corporate, piccole imprese) i quali NON ESISTE che paghino per servizi di cui non usufruiscono.sh4d
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto non si accontentano
        - Scritto da: Max3D
        non vorrei che pensassero di tassarmi una
        tantum di 50? perche' se così fosse
        comincerei a studiare come connettermi dalla
        cabina telefonica che sta di fronte a casa
        mia (troll)lo dici ridendo, ma cmq non è una cosa troppo complessa, ma il vero vantaggio ci sarebbe nel caso tu riesca a collegarti alla centralina della tua zona, non alla cabina... dalla cabina non chiami gratis...
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto non si accontentano
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Max3D


          non vorrei che pensassero di tassarmi
          una

          tantum di 50? perche' se così
          fosse

          comincerei a studiare come connettermi
          dalla

          cabina telefonica che sta di fronte a
          casa

          mia (troll)

          lo dici ridendo, ma cmq non è una
          cosa troppo complessa, ma il vero vantaggio
          ci sarebbe nel caso tu riesca a collegarti
          alla centralina della tua zona, non alla
          cabina... dalla cabina non chiami gratis...se mi connetto prima del telefono pubblico chi paga??Per chi nol lo sapesse la linea a monte del telefono pubblico è una normale linea...il funzionamento a pagamento è gestito dal telefono...
  • Anonimo scrive:
    Re: sarebbe sensato se...
    - Scritto da: Anonimo
    sarebbe un'idea sensata ma quei porci
    preferiscono mangirci di +i porci sarebbero quelli che difendono le opere d'ingegno degli artisti dai pirati che copiano illegalmente?
    • Anonimo scrive:
      Re: sarebbe sensato se...
      no sono quelli che vivono pe 100/120 anni(quindi non solo lui ma almeno un'altro paio di generazioni) senza fare un benemerito c....oin una parola parassiti ......e avete anche il coraggio di dire che sono pochi .......
    • Anonimo scrive:
      Re: sarebbe sensato se...
      i porci sn quelli che fanno pagare cd musicali 20? o 15? o 10? un prezzo giusto sarebbe dai 5? questo abbbaterebbe la pirateria xkè chi sarebbe quello che sisbatte a scaricare e masterizzarre un cd per risparmiare 3 ?
  • Anonimo scrive:
    Re: io 10 dollari al mese
    - Scritto da: Anonimo
    li pagherei più che volentieri, pure
    15...pero' poi non mi devono più
    rompere le balle e mi scarico veramente di
    tutto!Idem, 10-15?/mese e stop alle rotture di balls e possiamoscaricare di tutto, musica,films e quant'altro.Ma non lo faranno mai, sono troppo fissati al vecchio sistema "taci e paga utonto"
    • Anonimo scrive:
      Re: io 10 dollari al mese
      o al limite farebbero una tariffa a consumo quindi improponibileo con un prezzo ,se veramente fosse un tot ,a dir poco fiabesconon contateci !!!!!il p2p non si può controllare e quindi è (per loro) pericolosoe da eliminare a tutti i costi !!!!Per me non ce la faranno mai .... cmq i soldi sono loro e se vogliono buttarli al vento .... padronissimi
      • Anonimo scrive:
        Re: io 10 dollari al mese
        da eliminare a tutti i costi !!!!

        Per me non ce la faranno mai .... cmq i
        soldi sono loro e se
        vogliono buttarli al vento .... padronissimine riparliamo quando palladium sara' una realta'..
        • Anonimo scrive:
          Re: io 10 dollari al mese
          Oh vi siete scordati che questi soldi, che in realtà sono d+, gia li paghiamo con le tasse sulle memorie?????? C'è stato un'aumento di minimo il 60%, fate conto che questo per un buon scaricatore è di almeno minimo minimo 300EURO ALL'ANNO per cd e dvd e fatevi i conti.
  • Anonimo scrive:
    Tanto non si accontentano
    per quanto gli si possa proporre.Per un lieve calo del p2p ora si sentono più forti, e come tali pensano di decidere da soli, senza un confronto con gli utenti.Le decine di milioni di persone che in tutto il mondo usano i programmi di file sharing, nel caso non lo avessero capito questi manager da strapazzo, sono anche clienti.Minacciarli di portarli in tribunale, significa minacciare dei clienti..E' proprio il modello di commercializzazione che è sbagliato.Queste persone pensano che la tecnologia debba portare vantaggi economici solo a loro:il dvd pochi anni fa non esisteva, ora ne vendono tantissimi, eppure si lamentano dei ricavi(i dvd sono anche musicali, con i video dei concerti ecc) !?Ci hanno messo anni a capire che era in atto una rivoluzione e ora si lamentano.Non hanno la minima intenzione di scendere a compromessi, le stesse piattaforme di vendita online di musica, non mi semra siano strutturate con convinzione, quanto più che altro a servire come giustificazione per attaccare i programmi di p2p.Ora possono dire che un'alternativa c'è ,se la gente scarica vuol dire che sono dei ladri.Peccato che poi fanno pagare degli mp3 quasi come i cd originali.La cosa che ,mi da più fastidio è che non hanno rispetto per gli appassionati e i clienti(vedi le protazioni sui cd che non li fanno leggere a certi lettori o sui pc), che spesso usano il p2p.Sono persone stufe di spendere cifre esagerate per della musica, non ladri, ma queste persone non lo comprendono.Cosa c'è di male negli abbonamenti?Magari anche a più di 5$ (o euro) al mese, anche 10-15.Ma loro non accetteranno perchè non riconoscono interlocutori.Se le cose stanno cosi prima o poi saranno costretti a capirle, dato che il p2p continua e continuerà ad esserci.
  • Anonimo scrive:
    Re: vogliamo lasciarli decidere davvero?
    - Scritto da: Anonimo
    ma perchè dovremmo lasciar decidere a
    LORO, ai discografici, cosa vogliamo fare?


    perchè stiamo li alla finestra a
    guardare cosa succede facendo robine
    illegali come insetti sotto il sasso?


    bisogna guardare le leggi su copyright ,
    brevetti e diritti d'autore e CAMBIARLE!ti sei dimenticato che sia le major che le società tipo SIAE e RIAA, hanno dalla loro parte il potere politico, quindi dei cambiamenti favorevoli agli utenti sono dei puri miraggi.
    • Anonimo scrive:
      Re: vogliamo lasciarli decidere davvero?
      senza calcolare che - purtroppissimo - hanno anche unpotere economico praticamente illimitato (leggi paganogli avvocati 100 dollari al minuto !!) Se magari fossi cos' gebtile da illuminare con la tua sapienzanoi poveri tapini o gran trollone !!!(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: vogliamo lasciarli decidere davvero?
        E allora continuate a bestemmiare e a dare del troll...ma non lamentatevi quando dovete chinarvi a 90 alla siae...
        • Anonimo scrive:
          Re: vogliamo lasciarli decidere davvero?
          - Scritto da: Anonimo
          E allora continuate a bestemmiare e a dare
          del troll...ma non lamentatevi quando dovete
          chinarvi a 90 alla siae...e cosa proponi? una bomba alla siae? (troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: vogliamo lasciarli decidere davvero?

    bisogna guardare le leggi su copyright ,
    brevetti e diritti d'autore e CAMBIARLE!se magari ci dicessi anche come... grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: sarebbe sensato se...
    ovvio, sono famelici.La loro arroganza mi chiedo dove pensino li porti.Primo il p2p è ben lungi dall'essere sconfitto, secondo rimane sempre l'opzione di scambiarsi i cd tra amici..
  • Anonimo scrive:
    Re: come tutte le rivoluzioni che vengono
    Lo stesso equivale per i limiti di velocità, ti possono fare multe e togliere la patente, ma non mi risulta che la gente li rispetti.Il punto è che per quante gente potranno denunciare si tratta di una piccola percentuale.Inoltre ribadisco, denunciare e processare persone non è una gran mossa d'immagine:primo porti in tribunale certamente appassionati di musica, quindi possibili clienti (esempio: uno che compra 1cd al mese ma scarica da internet, lo porti in tribunale e poi ti scordi che acquisti qualcosa, al limite i cd se li dobbia con gli amici..)e poi anche gli altri non penso che vedano di buon occhio questa cosa.La gente non si indigna con chi non paga le tasse che fa un danno alla collettività, si deve indignare a chi scarica musica in rete che fa un possibile danno alle major?E poi io non credo che milioni di persone che scaricano musica siano dei criminali.Se mai come interlocutori ci sono aziende ottuse che pensano ai loro clienti (perchè chi scarica spesso compra anche) come criminali.Se tu proponi 100 a queste aziende non accettano, perchè vorrebbero molto di più.E a chi dice che usare il p2p è un furto, che lui compra i cd ecc .ecc. io gli dico che se non ci fosse il p2p ora i cd probabilmente li pagherebbe ben di più..
    • Anonimo scrive:
      Re: come tutte le rivoluzioni che vengono
      - Scritto da: Anonimo
      Lo stesso equivale per i limiti di
      velocità, ti possono fare multe e
      togliere la patente, ma non mi risulta che
      la gente li rispetti.
      Il punto è che per quante gente
      potranno denunciare si tratta di una piccola
      percentuale.beh...si tratta di 2 reati differenti, in particolar modo queste infrazione sono punite secondo una legge precisa mentre intorno al p2p illegale la legislazione è piuttosto farraginosa.
      Inoltre ribadisco, denunciare e processare
      persone non è una gran mossa
      d'immagine:sono d'accordo ma la riaa lo sta facendo!
      La gente non si indigna con chi non paga le
      tasse che fa un danno alla
      collettività, si deve indignare a chi
      scarica musica in rete che fa un possibile
      danno alle major?l'indignazione della gente ha mai fermato i privilegi tributati ai mafiosi pentiti?
      E poi io non credo che milioni di persone
      che scaricano musica siano dei criminali.neanche io, assolutamente, il punto è che la legge non li tutela.
      E a chi dice che usare il p2p è un
      furto, che lui compra i cd ecc .ecc. io gli
      dico che se non ci fosse il p2p ora i cd
      probabilmente li pagherebbe ben di
      più..per il momento il fenomeno p2p+pirateria non hanno fatto calare i prezzi.
      • Anonimo scrive:
        Re: come tutte le rivoluzioni che vengono
        e qualcuno ha denunciat la riaa per pizzo
      • Anonimo scrive:
        Re: come tutte le rivoluzioni che vengono
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Lo stesso equivale per i limiti di

        velocità, ti possono fare multe e

        togliere la patente, ma non mi risulta
        che

        la gente li rispetti.

        Il punto è che per quante gente

        potranno denunciare si tratta di una
        piccola

        percentuale.

        beh...si tratta di 2 reati differenti,secondo te qul'è il + grave? andare ai 160 in pieno centro e seccare il vecchietto o il bambino oppure scaricare un mp3 da internet?ai posteri l'ardua sentenza...
        • Anonimo scrive:
          Re: come tutte le rivoluzioni che vengono
          E' l'esempio che ho sempre portato. Ci sarebbe da fare un sondaggio : scendiamo in strada e chiediamo alle prime 100 persone che incontriamo se ritengono più grave lo scippo di una vecchietta o il download di 1000 brani.Il diritto penale deve essere a misura di cittadino, di "comune sentire"; non a misura di major.Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: io 10 dollari al mese
    mi associo, 10 dollari o euro andrebbero bene..
  • Anonimo scrive:
    vogliamo lasciarli decidere davvero?
    ma perchè dovremmo lasciar decidere a LORO, ai discografici, cosa vogliamo fare?perchè stiamo li alla finestra a guardare cosa succede facendo robine illegali come insetti sotto il sasso?bisogna guardare le leggi su copyright , brevetti e diritti d'autore e CAMBIARLE!
  • Anonimo scrive:
    sarebbe sensato se...
    sarebbe un'idea sensata ma quei porci preferiscono mangirci di +
  • maciste scrive:
    Re: www.fimi.it
    - Scritto da: Anonimo


    della serie "pochi maledetti e subito"?

    ma chi glieli darebbe?Io ad esempio, e con me tutte quelle persone che vogliono accedere a dei contenuti rimanendo in una posizione di legalità. Se ci pensi con 5 euro non ci prendi neanche 2 pacchetti di sigarette, se sborsandoli uno potesse accedere legalmente (ove per legalemente intendo dire che dopo nessuno potrà denunciarmi...) a tutti i contenuti dispondibili sarebbe sicuramente meglio rispetto ad adesso, visto che si rischia costantemente la denuncia e chissà cos'altro.
    ma perche' un'altra tassa alla fonte?la paghiamo già sui supporti vergini e su tutti i dispositivi di memorizzazione...questa sarebbe più legittima.
    io gia pago per la connettivitaappunto, paghi per la connettività, non per ciò che circola in rete.
    • Anonimo scrive:
      Re: www.fimi.it


      ma chi glieli darebbe?

      Io ad esempio, e con me tutte quelle persone
      che vogliono accedere a dei contenuti
      rimanendo in una posizione di
      legalità. Se ci pensi con 5 euro non
      ci prendi neanche 2 pacchetti di sigarette,
      se sborsandoli uno potesse accedere
      legalmente (ove per legalemente intendo dire
      che dopo nessuno potrà
      denunciarmi...) a tutti i contenuti
      dispondibili sarebbe sicuramente meglio
      rispetto ad adesso, visto che si rischia
      costantemente la denuncia e chissà
      cos'altro.
      ma come fai a fare una cosa del genere?la percentuale di roba che scarico dall'italia sara pari si e no al 50%i film koreani o cinesi in italia manco arrivanoli trovo SOLO sul p2pneanche ordinandoli a honk kong te li mandanonon e' fattibilee non pago per una cosa che non mi da la certezza di trovare cio che cerco

      ma perche' un'altra tassa alla fonte?

      la paghiamo già sui supporti vergini
      e su tutti i dispositivi di
      memorizzazione...questa sarebbe più
      legittima.
      non c'e' prelievo preventivo che sia leggittimolo posso concepire sulle sigarette, ma non su queste coseallora perche' non sulle automobili che causano decine di migliaia di feriti l'anno con gravi ripercussioni socio/economiche?

      io gia pago per la connettivita

      appunto, paghi per la connettività,
      non per ciò che circola in rete.no, pago anche per quelloe non mi piace l'idea che qualcuno venga a propormi mafiosamente di pagare per chiudere un occhio...
      • maciste scrive:
        Re: www.fimi.it

        ma come fai a fare una cosa del genere?
        la percentuale di roba che scarico
        dall'italia sara pari si e no al 50%
        i film koreani o cinesi in italia manco
        arrivano
        li trovo SOLO sul p2p
        neanche ordinandoli a honk kong te li mandano
        non e' fattibile
        e non pago per una cosa che non mi da la
        certezza di trovare cio che cercoil mondo del p2p è estremamente vario, c'è chi scarica poco, chi molto, chi musica, chi video, chi tutti e due, chi lo fa "al bisogno" e chi lo fa quasi come professione; dovresti guardare un pò più in là dal tuo naso e capire che se scarichi un file che contenga del materiale coperto da dda commetti un illecito, poco importa se poi il materiale è koreano, cinese o mongolo; in italia queste violazioni sono regolate da una legge che se mal interpretata può rovinare la virta di una persona, pagare 5 euro a mò di risarcimento preventivo significa pagare non per ottenere ciò che si cerca ma per avere il diritto a ricercarlo ed eventualmente scaricarlo legalmente.


        ma perche' un'altra tassa alla
        fonte?per i motivi di cui sopra
        non c'e' prelievo preventivo che sia
        leggittimo
        lo posso concepire sulle sigarette, ma non
        su queste cose
        allora perche' non sulle automobili che
        causano decine di migliaia di feriti l'anno
        con gravi ripercussioni socio/economiche?perché guidare un automobile non è illegale.
        no, pago anche per quello
        e non mi piace l'idea che qualcuno venga a
        propormi mafiosamente di pagare per chiudere
        un occhio...visto che tu parli di automobili ti rispondo con un esempio simile; pagare il pedaggio autostradale ti dà diritto a circolare ma non a giocare all'autoscontro con le altre macchine, per internet il discorso è simile, tu paghi per avere l'accesso ma se poi all'interno di quello spazio commetti degli illeciti non puoi trincerarti dietro il pagamento dell'ingresso.
      • Anonimo scrive:
        Re: www.fimi.it

        non c'e' prelievo preventivo che sia
        leggittimo
        lo posso concepire sulle sigarette, ma non
        su queste cose
        allora perche' non sulle automobili che
        causano decine di migliaia di feriti l'anno
        con gravi ripercussioni socio/economiche?Bhe', c'e' la tassa di circolazione ad esempio.E l'obbligo di avere l'assicurazione RC.-- ilGimmy
  • Anonimo scrive:
    Re: come tutte le rivoluzioni che vengon


    per ogni persona punita almeno un
    milione

    sono pronte a prendere il suo posto

    ne sei proprio sicuro? quando qualcuno anche
    qui in italia verrà trascinato in
    tribunale oppure minacciato di dover pagare
    un multone che lo ridurrebbe in mutande
    voglio proprio vedere se molti non
    torneranno indietro.
    pffff...numeri trascurabilitranquilloe poi multone di che?io c'ho dei film e degli mp3 scaricatiallora?sono al massmio 1034 euro (per fare 2 milioni tondi i pulciari)non li vendonon ci lucrome li sento e vedo a casa mia e nella mia macchinainsieme alla valanga di cd e dvd originali che ho..

    facendo pagare?

    se magari facessero pagare il giusto
    potrebbe anche funzionare.eh no caro mioquesto si chiama pizzotu paghi, io chiudo un occhionon va benese pago voglio roba di alta qualita, non i divx presi dal cinema oppure gli mpeg1 rippati da video cassettavolgio roba in qualita DVD, voglio essere sicuro di trovare quello che mi piace prima di abbonarmi (quindi ci vuole un bel catalogo) e voglio essere libero di non pagare e non scaricare o rimanere nell'illegalita le cose imposte a forza non mi piacciono affattosaro' anche libero di delinquere se lo voglio?assumendomi le mie responsabilita, ovvio
    • Anonimo scrive:
      Re: come tutte le rivoluzioni che vengon

      pffff...
      numeri trascurabili
      tranquillo
      e poi multone di che?
      io c'ho dei film e degli mp3 scaricati
      allora?
      sono al massmio 1034 euro (per fare 2
      milioni tondi i pulciari)
      non li vendo
      non ci lucroti faccio notare che il fine di lucro si concretizza disponendo di più di 50 copie di un certo materiale protetto, quindi se passa il concetto che condividendo un dato file automaticamente se ne ditribuiscono più di 50 copie...


      facendo pagare?



      se magari facessero pagare il giusto

      potrebbe anche funzionare.

      eh no caro mio
      questo si chiama pizzo
      tu paghi, io chiudo un occhio
      non va benetu condividi materiale illegale, io ti denuncio...
      se pago voglio roba di alta qualita, non i
      divx presi dal cinema oppure gli mpeg1
      rippati da video cassetta
      volgio roba in qualita DVD, voglio essere
      sicuro di trovare quello che mi piace prima
      di abbonarmi quale abbonamento del genere potresti pagare solo 5-10 euro/mese?
      le cose imposte a forza non mi piacciono
      affattose è per questo neanche a me...ma io credo che si parli piuttosto di scendere a patti
      saro' anche libero di delinquere se lo
      voglio?
      assumendomi le mie responsabilita, ovvioquesto è poco ma sicuro...auguri.
      • Anonimo scrive:
        Re: come tutte le rivoluzioni che vengon


        pffff...

        numeri trascurabili

        tranquillo

        e poi multone di che?

        io c'ho dei film e degli mp3 scaricati

        allora?

        sono al massmio 1034 euro (per fare 2

        milioni tondi i pulciari)

        non li vendo

        non ci lucro

        ti faccio notare che il fine di lucro si
        concretizza disponendo di più di 50
        copie di un certo materiale protetto, quindi
        se passa il concetto che condividendo un
        dato file automaticamente se ne
        ditribuiscono più di 50 copie...
        50 copie dello STESSOnon 50 copie diverse :)e poi delle cose che ho, la maggior parte ce l'ho anche in originalenon porto i vinili in macchina o il cd originale, col rischio di rovinarli, perderli o che me li rubino



        facendo pagare?





        se magari facessero pagare il
        giusto


        potrebbe anche funzionare.



        eh no caro mio

        questo si chiama pizzo

        tu paghi, io chiudo un occhio

        non va bene

        tu condividi materiale illegale, io ti
        denuncio...
        faicome e' giusto che siama sei sicuro di poterne educare cento colpendone uno in questo caso?

        le cose imposte a forza non mi piacciono

        affatto

        se è per questo neanche a me...ma io
        credo che si parli piuttosto di scendere a
        patti
        nessun patto e' possibileda chi mi da del ladro perche' faccio una cosa che si e' sempre fattaal cinema io ci vado lo stesso, i dischi li compro lo stessoloro le macchinone ce le hanno ancoranon capisco davvero...

        saro' anche libero di delinquere se lo

        voglio?

        assumendomi le mie responsabilita, ovvio

        questo è poco ma sicuro...auguri.
  • Anonimo scrive:
    come tutte le rivoluzioni che vengono
    dal basso.. il p2p e' inarrestabilecome si fa ad impedire alla gente di condividere?con leggi repressive e proibizioniste?impossibile e poi non funzionamultando e arrestando chi usa questi sistemi?non si scalfirebbe neanche la corteccia piu' esternaper ogni persona punita almeno un milione sono pronte a prendere il suo postofacendo pagare?la gente passerebbe sul primo servizio gratuito che trova, fosse anche mille volte piu' scadente del precedentemi dispiace molto per chi lo trova un male, ma ormai non c''e piu nulla da fareanche i musicisti ormai scaricano la musica con il p2psono sicuro che anche ulrich e hetfield avranno usato kazaa o winmx...non si torna indietro.
    • Anonimo scrive:
      Re: come tutte le rivoluzioni che vengono
      - Scritto da: Anonimo
      dal basso.. il p2p e' inarrestabile
      come si fa ad impedire alla gente di
      condividere?
      con leggi repressive e proibizioniste?
      impossibile e poi non funziona
      multando e arrestando chi usa questi sistemi?
      non si scalfirebbe neanche la corteccia piu'
      esterna
      per ogni persona punita almeno un milione
      sono pronte a prendere il suo postone sei proprio sicuro? quando qualcuno anche qui in italia verrà trascinato in tribunale oppure minacciato di dover pagare un multone che lo ridurrebbe in mutande voglio proprio vedere se molti non torneranno indietro.
      facendo pagare?se magari facessero pagare il giusto potrebbe anche funzionare.
  • maciste scrive:
    www.fimi.it
    andate a vedere qui http://www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=421&idtipo_documento=1 ci sono i dati di vendite del 2003, si parla di un calo del fatturato di 36 milioni di euro (da 340 del 2002 a 314 del 2003), poi qui http://www.fimi.it/dettaglio_documento.asp?id=319&idtipo_documento=4 si parla di un fatturato 2002 di 309 milioni, ma non erano 340?In ogni caso, fossi in loro accetterei la proposta; facendo due conti si evince che tassando una connessione ad internet di 5 euro/mese (ovviamente solo per le connessioni broadband a tariffa flat...per quelle a tempo si dovrebbe trovare un'altra formula) e considerando che ci sono attualmente in Italia circa 1 milione di connessioni a banda larga, riuscirebbero a raccogliere minimo 5 milioni di euro/ mese, quindi almeno 60 milioni/anno; considerate le perdite mi sembra una buona cifra, siamo sicuri che gli convenga investire sulle piattaforme a pagamento (tipo Napster 2) e nel frattempo processare mezzo mondo anziché prendersi questi denari, della serie "pochi maledetti e subito"?==================================Modificato dall'autore il 27/02/2004 7.39.18
    • Anonimo scrive:
      Re: www.fimi.it

      della serie "pochi maledetti e subito"?ma chi glieli darebbe?ma perche' un'altra tassa alla fonte?io gia pago per la connettivita
  • ryoga scrive:
    Prima o poi.....
    tutto cio' accadra'.La EFF ha dato una brillante idea a quelli della RIAA che attualmente, NON POSSONO accettare in quanto troppi senatori & giudici stanno dalla loro parte ( chissa' perche' :( )Non appena la gente farà sentire la loro voce ( va bene colpirne 5.000, 10.000....... ma se ne colpisci 200.000 famiglie pari a 1.600.000 persone stai sicuro che rischi di creare una rivolta popolare ) e giudici e senatori dovranno prendere "SERI" provvedimenti ( leggi : valutare se un pezzo di plastica puo' REALMENTE costare 30? e se non si possa ipotizzare un prezzo cosi elevato dall'esistenza di un monopolio - non posso comprare l'ultimo cd di Eminem perche' c'e' solo 1 casa discografica che lo distribuisce al prezzo che piace a lei - ) e valutare SE e CHI punire per metter fine a questa guerra tra LOBBIES e UTENTI, la RIAA accetterà di buon cuore l'abbonamento partendo prima da un 5$ al mese.....poi aumentandolo a 7 dopo un anno....poi a 10 dopo un'altro e man mano salire fino ad arrivare alla 30na di dollari.Purtroppo tutto cio' accadra'.La pirateria, non morirà mai, ma solo nei posti "non controllati" e internet, purtroppo e' TROPPO controllata.La RIAA questo lo sa, ha il potere per controllare ogni cittadino del mondo cosa fa e ogni giorno si aggiungono alleati che ne aumenta il potere.Ieri s'e' letto della Telecom che per ora vende servizi.Naturalmente non potrà vender servizi che si trovano su P2P se in Italia non verranno adottate misure tali da far diminuire drasticamente il P2P.Cio' che occorrerebbe fare ORA, e' quella di IMPEDIRE LEGALMENTE a Telecom di vendere audio, musica e videogiochi, in quanto non credo possa farlo ( se io apro un negozio di elettronica, mica posso vendere i generi alimentari! ) e farlo fare ora per poi "svendere" il portalone ad una succursale nata da non si sa cosa e con quali fondi, potrebbe portare molti problemi a molti operatori del settore ( leggi : negozi di cd , dvd e giochi )Comunque, mi sono reso conto che su internet non esiste la privacy (della gente comune), quindi, se non volete far sapere chi siete, cosa fate, i vostri gusti in fatto di sesso etc.etc. non dovete MAI collegarvi.( Mi scuso per la lunga lettera) :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il lupo perde il P2P ma non il vizio
    - Scritto da: Anonimo
    Forse la soluzione migliore è
    diffondere il buonsenso tra gli utentiScusami tanto ma il buonsenso dovrebbero averlo anche le major, che con i prezzi assurdi dei CD/DVD originali non fanno che alimentare questa situazione, anzichè porvi un freno.
    alcuni incentivi statali che possano fare
    calare il costo del CD Stesso.
    Ma che incentivi del piffero!!! Secondo te lo Stato dovrebbe pagare una parte della folle cifra d'acquisto?Eh, no: la soluzione è abbassare i prezzi ALLA RADICE!!!Saluti,ZEuS(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il lupo perde il P2P ma non il vizio

      Eh, no: la soluzione è abbassare i
      prezzi ALLA RADICE!!!
      la soluzione e' far tornare padroni del mercato gli autori e non i distributori e produttoriin Italia i soldi vanno alla SIAE che non si sa a chi li rigira..o meglio, si sa bennissimo, sempre ai soliti, che sono anche "azionisti" della SIAE stessapatetico
    • Anonimo scrive:
      Re: Il lupo perde il P2P ma non il vizio
      Che proposte sono?Il punto è che le major vogliono troppo!Gli si propone di dividersi una torta di 3-6-10 miliardi di dollari e loro non ci stanno perchè se non ci fosse il p2p potrebbero ottenere di più.Già il discorso il p2p sta finendo quindi non ci stiamo è da facce da culo, come dire se ho il coltello dalla parte del manico faccio come mi pare alla faccia degli utenti..Peccato che il coltello dalla parte del manico non lo hanno loro.E' questione di incontentabilità, e se le cose stanno cosi continuino pure per la loro strada, i programmi p2p diventeranno più efficienti e garantiranno l'anonimato.Qui non si tratta di rubare, rubare significa togliere qualcosa a qualcuno, questo è al limite un rubare ipotetico.Ma per me è una battaglia per i diritti dei consumatori, con la major che non sono minimamente ragionevoli.Io acquisterei musica più che volentieri a prezzi equi, ma quando si propone di pagare degli mp3 quasi come un cd..
  • Anonimo scrive:
    Il lupo perde il P2P ma non il vizio!
    Muore il P2P, ma il vizio degli utenti a copiare musica c'è ed è ormai diffuso tra la popolazione mondiale. Si troveranno altre strade per avere sempre la compilation senza pagarla. I CD-ROM Protetti ma non da copia Audio analogica, che con un buon impianto di duplicazione si possono ottenere risultati più che eccellenti.Forse la soluzione migliore è diffondere il buonsenso tra gli utenti e alcuni incentivi statali che possano fare calare il costo del CD Stesso.TheNinja
  • avvelenato scrive:
    A me non piàce.
    Prima che accetti una cosa simile, voglio un licenziamento di massa di:tutta la dirigenza RIAA;tutta la dirigenza delle principali Majors;tutta la SIAE (non solo la dirigenza);eccetera eccetera eccetera.Non mi va, e sono sicuro non lo gradiranno neanche la maggior parte degli artisti (quelli famosini o quelli quasi famosi), pagar 5 euro/mese a organizzazioni che hanno ampiamente dimostrato la loro avidità e il loro interesse nel guadagnare sul lavoro altrui - quello degli artisti.Quindi, dopo che ci sarà stato questo rinnovamento di personale che auspico da tempo, dovranno pubblicare con assoluta trasparenza la retribuzione al singolo artista e il criterio con il quale essa è stata calcolata.Dopodiché posso dar loro anche 15? al mese. (e una piccola percentuale se la possono pure pappare loro, se san far bene il lavoro di redistribuzione del denaro. In fondo è un gran lavoro.) avvelenato che preferisce rubare direttamente agli artisti, piuttosto che lasciar che questi vengano derubati dalle case discografiche e organizzazioni di (c)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non stiamo già pagando?
    - Scritto da: Anonimo
    Scusate... ma non stiamo già pagando?
    Io pago regolarmente il mio abbo adsl... Che
    li chiedano a Tiscali i soldi Infatti sarebbe Tiscali a darglieli... dopo averli presi da te ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: io 10 dollari al mese
    - Scritto da: Anonimo
    li pagherei più che volentieri, pure
    15...pero' poi non mi devono più
    rompere le balle e mi scarico veramente di
    tutto!Perfettamente d'accordo.
  • Anonimo scrive:
    Ma non stiamo già pagando?
    Scusate... ma non stiamo già pagando?Io pago regolarmente il mio abbo adsl... Che li chiedano a Tiscali i soldi visto che sono poi gli isp a sfruttare commercialmente il fenomeno p2p... Che si accordino tra ladri... O NO?Inoltre tiscali mi ha appena mandato una mail dicendomi che mi aumenta e garantisce la banda perchè sarà più facile scaricare musica e film e Libero so che si riferisce direttamente al p2p... E allora che vogliono?Fate due calcoli sul tempo che impiegate a scaricare un film e vi accorgerete che già state pagando... metteteci pure il costo del dvd o del cd.. e il gioco è fatto... E la Riaa o tutte le case che vogliono sfruttare la "lotta per il copyright" per guadagnare soldoni, che si mettano a calcolar statistiche di cosa gli utenti scaricano di più e chiedano agli isp i giusti compensi.. Ma che diamine!Ciao!Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: Finalmente una cosa sensata
    Non sei granche' come troll. :
  • Anonimo scrive:
    Finalmente una cosa sensata
    Ditemi dove pagare fino a 20 euro al mese e domani ci vado...non occorre creare nulla, laciate tutto com'è. Chi non paga è fuori legge e stop.
  • Anonimo scrive:
    Re: Neppure una LIRA BUCATA...!!!
    non hanno rubato nulla, chiariamo bene. che abbiano dei diritti è fuor di dubbio. resta il fatto che per come hanno tentano di esercitare questi diritti (ossia caplestando quelli altrui senza troppi problemi) e con trovate assai discutibili (leggasi sae e biblioteche) si son meritate degnamente il disprezzo più feroce, il che moralmente giustifica tutto il resto.se si vuol predicare bene si deve anche fare il resto... o sbaglio?
  • DoubleGJ scrive:
    Re: signori ILLUSI!!!
    quotoDoubleGJ
  • Anonimo scrive:
    Li ridurremo a miti consigli
    Quoto:----------lo si dice chiaramente:"Il problema centrale, a detta di tutti gli osservatori, è che l'industria ritiene che le proprie crociate legali stiano sortendo l'effetto voluto ed è convinta che, sul lungo termine, l'uso illegale del peer-to-peer diverrà una faccenda di nicchia con numeri ben diversi da quelli attuali. Questa convinzione è probabilmente il maggiore ostacolo sulla via di un accordo."-----------Quindi, tirando le somme, non è una questione di principio ma di mero, vil denaro. Non si accordano sulla cifra perchè le major pensano di cavare piu' soldi dai loro miserabili jukebox a pagamento piuttosto che da un canone mensile contenuto (che potrebbe anche essere pagato contestualmente all'abbonamento ADSL per quanto mi riguarda) che finalmente faccia circolare le informazioni liberamente. Quindi, a quanto pare, tutto quello che si diceva sulle major è vero: non è una questione di sopravvivenza, o di diritto, o di poveri artisti, ma dei soldi per cui vendere il tutto. A questo punto tutto quello che dobbiamo fare è continuare ad usare il P2P in modo massiccio e li ridurremo a piu' miti consigli. Sergio 75
  • Anonimo scrive:
    Neppure una LIRA BUCATA...!!!
    ......Non sono disposto a dare a questa gente neppure monetine fuori corso.....Ci hanno rubato la musica per poi rivendercela a caro prezzo, ora vogliono anche portarci via la libertà.........GUERRA GUERRA GUERRA GUERRA
  • Shurizen scrive:
    Re: E gli altri?
    In effetti non hai torto...Rilancio rispetto al mio post di sotto:30 Euro (anzi 29.99, che fa molto psicologia del marketing) al mese, e posso scaricare TUTTO quello che voglio, da TUTTE le reti p2p, compreso da quelli che non pagano.Una cifra vista unicamente come totale indennizzo da azioni giuridiche, chiaramente (e mi sembra giusto) relativa a media ben definiti (es. film, musica, testi, ma NON giochi e soprattutto software).Il problema è che se mai venisse implementata, ne uscirebbe invece una vaccata tipo Napster 2.0, dove tu puoi scaricare... quello che LORO mettono online! Wow! Una volta si chiamava FTP, adesso chissà...La gente, i ragazzini, la casalinga di Voghera, non si accorgono che altri decidono cosa gli piace, come devono vestirsi, chi sono le persone famose del momento...
  • Anonimo scrive:
    signori ILLUSI!!!
    signori della riaa, se credete di poter fermare il p2p, farete meglio a scendere dall'albero di banane e smettere di grattarvi la testa e il mento in quel modo nemmeno bello da vedere...accattatevi 'sta miseria di 5 dollari finchè siete in tempo!!! tanto alla fine sarete voi a mendicare per le strade!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: E gli altri?
    sì in effetti a stare se dovessimo stimare la cifra con la logica delle major sarebbero 500 ? al mese non 10... scommettete che a quella cifra accetterebbero? vabbè dai, prendiamo sta notizia per quel che è: aria.alla fine loro stan vincendo, il p2p cala, ma soprattutto il p2p è tecnicamente abbattibile, vero? :D lol, dopo la storia delle biblioteche ho in odio il mondo del copyright peggio della mafia :D
    • Shurizen scrive:
      Re: E gli altri?
      Già, le biblioteche...Se fanno pagare anche lì mi dedico al terrorismo, e non sto scherzando...Terrorismo non-violento, naturalmente!Nulla mi proibisce di prestare i libri ai miei amici, nè potrà mai farlo... e io penso che tutti coloro che leggono siano miei amici!Non sarà molto, ma 5-6000 volumi in casa li ho! (quasi tutti Oscar e MilleLire, prima che mi diate del ganassa a gratis :-) )Come dite? Non posso mettere il banchetto di fronte alla biblioteca? Oh, ma io ho una regolare autorizzazione come "attività benefica", infatti sponsorizzo la lettura e la cultura!Loro hanno scelto le armi, noi usiamole per combatterli!
  • Anonimo scrive:
    E gli altri?
    Ok, do 10 dollari alla RIAA per la musica.Pero' voglio anche film, quindi devo pagare altri 10 dollari alle major.Avrei voglia di leggere anche qualche libro, e quindi do 10 dollari agli altri.Poi mi accorgo che in Italia la RIAA non conta, quindi do 10 euro alla SIAE.E se voglio scaricare qualche cosa di un altro paese devo spendere altri 10 euro.Continua...
  • Shurizen scrive:
    Cifra ragionevole
    Non diciamo solo 5 Euro al mese, facciamo anche 10... per essere al riparo da ogni problema però, si paga e poi si scarica quello che si vuole.Allora sì, sarebbe una grande soluzione... alla portata di chiunque (se avete un ADSL e non avete 10 Euro al mese in più, forse vi conviene vendere il PC...) e totalmente risolutiva.Peccato che non avverrà mai, perchè, come rimarca correttamente l'autore, le major credono che vada tutto bene e di stare vincendo... invece i mega-downloader aumentano sempre di più!Finirebbe come Napster 2.0, una presa in giro!Che tristezza però... in molte cose al mondo la soluzione è a portata di mano...
  • Anonimo scrive:
    oltretutto
    "Non è assolutamente un fallimento, è un esperimento."cazzoni! solo ieri ho letto che napster naviga in acque luride e sta colando a picco! non è un fallimento? sì sì vedremo quando l'euforia per itunes svanirà e si accorgeranno di avere a che fare con un mercato potenziale di dimensioni ben più modeste di quel che sperano.se lo devono mettere ben in testa: le tasche della gente comune HANNO UN FONDO!!!! NON SIAMO QUI A LAVORARE GIORNO E NOTTE PER DARE SOLDI A VOI!!! I MEDIA NON SONO IL PANE!!! :@
  • Anonimo scrive:
    non potrà mai funzionare
    lo si dice chiaramente:"Il problema centrale, a detta di tutti gli osservatori, è che l'industria ritiene che le proprie crociate legali stiano sortendo l'effetto voluto ed è convinta che, sul lungo termine, l'uso illegale del peer-to-peer diverrà una faccenda di nicchia con numeri ben diversi da quelli attuali. Questa convinzione è probabilmente il maggiore ostacolo sulla via di un accordo."loro ci credono, lasciateglielo credere, chi farà il botto si sa sin da ora.... e ben gli sta
  • Anonimo scrive:
    ma freenet?
    Allora, e' credibile che il p2p possa veramente diventare un canale di distribuxzione di contenuti anonimo? E se si come spera la RIAA di non venire a patti con questo mondo? Forse facendo mettere fuori legge i programmi che non consentono la rintracciabilita' o considerando chiunque li installi un criminale? E' possibile una cosa del genere?Dubbioso vi saluto
  • Anonimo scrive:
    Una volta tanto...
    ... un discorso sensato. :)10 o 15 euro (o dollari) al mese per avere il diritto di scaricare canzoni a mio piacimento? Album formato lossless o addirittura la .ISO di un cd? Ci starei. Potrei anche arrivare a spedire le statistiche di cosa ho scaricato, cosa ho tenuto e cosa ho buttato, per le loro ricerche di marketing (solo se mi fanno uno sconto, pero' :D).Pagherei un servizio, non il prodotto. Io sono favorevole.
  • Luca Schiavoni scrive:
    Re: [OT]Schiavoni...
    - Scritto da: Prezioso84
    ...questa è la più geniale che
    tu abbia mai fatto ;).eh eh no no, ne ho altre preferite, le sto raccogliendo nel mio sito. ;)ciao!LucaS
  • Prezioso84 scrive:
    [OT]Schiavoni...
    ...questa è la più geniale che tu abbia mai fatto ;-).
  • Anonimo scrive:
    io 10 dollari al mese
    li pagherei più che volentieri, pure 15...pero' poi non mi devono più rompere le balle e mi scarico veramente di tutto!
Chiudi i commenti