Ho perso i miei 50 euro di ricarica

Un lettore racconta come ha ricaricato con il Bancomat il proprio cellulare. Avendo poi una bruttissima sorpresa. Ha ricaricato il telefonino di uno sconosciuto
Un lettore racconta come ha ricaricato con il Bancomat il proprio cellulare. Avendo poi una bruttissima sorpresa. Ha ricaricato il telefonino di uno sconosciuto


Roma – Gentile Redazione, Vi scrivo per sottoporvi il mio problema sperando di avere qualche spiegazione o quanto meno un po’ di conforto. Alcuni giorni or sono mi sono recato presso uno sportello Bancomat per effettuare la ricarica della mia scheda prepagata e come al solito ho eseguito le operazioni indicatemi dal sistema e sono rimasto in attesa del messaggio di avvenuta ricarica.

Dopo aver atteso troppo tempo senza ricevere nulla mi sono insospettito e ahimè! ricontrollando lo scontrino rilasciatomi dal Bancomat mi sono accorto di aver invertito due numeri, scusate il gioco di parole, del mio numero di telefono e di aver quindi ricaricato la scheda di un’altra persona rendendola probabilmente molto felice.

Ho provato a telefonare a questo numero augurandomi che rispondesse una persona sufficientemente ragionevole da comprendere l’accaduto e restituirmi, seppur con dispiacere, la ricarica, ma al momento il telefono poteva essere spento o non raggiungibile. Ho provato per tre giorni di seguito a richiamare ottenendo sempre lo stesso risultato.

Il quarto giorno ho composto il 190 per capire se ci fosse stato modo di recuperare la benedetta ricarica e una signorina gentilissima mi ha spiegato che l’unica soluzione possibile è quella di riuscire a mettersi in contatto con il possessore di quel numero e sperare di avere a che fare con una persona onesta. Nel frattempo ho continuato a chiamare il numero e inviare messaggi, ma quel telefono proprio non lo accendono mai!

Ho richiamato il 190 chiedendo se potevano verificare in qualche modo se quel numero qualcuno lo usa anche perché, ho fatto presente, quella scheda potrebbe tranquillamente “riposare” in fondo a un cassetto o comunque non essere più utilizzata e un’altra signorina, gentilissima anche lei, ha controllato due cose; 1) la scheda è attiva e in ogni caso con la mia ricarica ho rinnovato la validità per altri 12 mesi; 2) effettivamente è da molto tempo che quel numero non viene utilizzato.

Mi rendo conto che la faccenda è spiacevole e delicata ma in questi casi non potrebbe Omnitel contattare l’intestatario del contratto e verificare l’utilizzo o meno di quella scheda? Anche perchè nella peggiore delle ipotesi e cioè che nessuno usi quel numero la mia ricarica di 50 Euro rimarrà innazitutto nelle tasche di Omnitel per così dire a gratis, insomma se non posso recuperarla che almeno la utilizzi qualcun’altro!

Cordiali saluti
Lorenzo Baroni

Caro Lorenzo, a parte naturalmente la massima solidarietà per lo sconforto dell’aver speso inutilmente quella cifra, c’è da dire che i sistemi con cui gli operatori hanno reso più semplice effettuare le ricariche vengono utilizzati quotidianamente da migliaia di persone. E’ certo che il tuo non è un caso isolato e sarebbe senz’altro un segno di disponibilità verso i clienti offrire una qualche possibilità di “rientro” all’utente che ha sbagliato nell’inserimento del numero. Il problema, ovviamente, è il come evitare in questo caso abusi e illeciti mantenendo la comodità del servizio… Un saluto, a presto, la Redazione

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 10 2002
Link copiato negli appunti