Hollywood cancella la libertà di link

2600.com pagherà per aver pubblicato link a siti che diffondevano il DeCSS, il programma messo sotto accusa dagli studios. Una sentenza che contraddice una recente vittoria per il DeCSS. L'America vittima del DMCA


New York (USA) – “Si tratta di una vittoria notevolissima per i produttori di contenuti che vogliono utilizzare la tecnologia per proteggere i propri materiali in formato digitale”. Così Charles Sims, legale di spicco per gli studios di Hollywood, ha commentato una sentenza destinata a far parlare, sentenza che punisce il sito 2600.com per aver pubblicato dei link.

Il caso è quello del DeCSS, programmino ormai diffusissimo in rete che consente di violare facilmente le protezioni CSS poste dall’industria sui contenuti distribuiti su DVD. E 2600.com, il primo sito a pubblicare il DeCSS, costretto a rimuoverlo su ordine di un tribunale, si deve ora preparare ad essere condannato per aver pubblicato dei link ad altri siti che pubblicavano quel codicillo…

Stando alla Corte d’Appello di New York, i danni che potrebbero derivare agli studios di Hollywood dalla diffusione del DeCSS rivestono una importanza superiore alle problematiche relative alla libertà di espressione e di parola che investono il caso. I giudici riconoscono l’esistenza di questo problema ma hanno stabilito che non è sufficiente a giustificare il link su 2600.com verso siti che pubblicano il DeCSS.

La Corte ha deciso all’unanimità di dar torto a 2600.com sostenendo che il “DeCSS consente all’utente di copiare il film in formato digitale e trasmetterlo istantaneamente in quantità potenzialmente infinite, di fatto riducendo le vendite dei produttori cinematografici. L’avvento di internet crea il potenziale per la distribuzione su scala mondiale di materiale copiato”.

La sentenza di New York sembra contraddire completamente l’importante decisione che, nelle scorse settimane, sembrava aver dato al DeCSS la dignità di un’opera dell’ingegno protetta dal Primo Emendamento. In quel caso la Corte aveva stabilito: “Così come il software CSS, il DeCSS è un testo composto di codice sorgente informatico che descrive un metodo alternativo per decrittare DVD cifrati con il CSS. Al di là di chi abbia scritto il programma, DeCSS è un’espressione scritta delle idee e delle informazioni dell’autore sulla decrittazione dei DVD senza CSS. Se il codice sorgente fosse compilato in un oggetto informatico, saremmo d’accordo che la risultante composizione di zeri e di uno non sarebbe pensata per comunicare idee.”

Il conflitto tra le due visioni espresse da due diversi tribunali vede al centro il digital Millennium Copyright Act del 1998, una legge pensata per la protezione del copyright nell’era digitale che di mese in mese si sta rivelando uno dei mezzi più strutturati e pesanti di cui l’industria dispone per mettere sotto controllo quelle funzionalità di internet che confliggono con i propri interessi finanziari.

Il DMCA si sta dimostrando, come hanno ricordato recentemente gli avvocati della EFF (Electronic Frontier Foundation), che si sono schierati con 2600.com anche in questo caso, il più clamoroso errore del Congresso americano in materia di legislazione e internet. Problema da non sottovalutare, naturalmente, è il fatto che il DMCA trovi corrispondenza in molte legislazioni nazionali nel mondo e che gli studios Hollywoodiani abbiano sempre trovato via libera nell'”implementare” le proprie politiche di “sicurezza” anche al di fuori della giurisdizione statunitense.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    no comment......
    "Per l'Italia la situazione è come noto intricatissima. Dopo mesi nei quali si è assistito ad una vera e propria decimazione delle offerte flat, si è in attesa di una decisione in materia da parte dell'Autorità TLC che dovrebbe arrivare entro il 10 dicembre. Il Garante ha infatti da tempo avviato una istruttoria per indagare sulle possibilità di flat-rate italiane, sebbene lo abbia fatto con grande ritardo rispetto alle omologhe autorità britanniche o tedesche."Infatti oggi è il 10 dicembre e l'Autorità TLC ha sistemato ogni cosa......Senza parole.
  • Anonimo scrive:
    era ora...speriamo bene!!!
    speriamo bene....
  • Anonimo scrive:
    ENEL: MA COSA NON FA?
    Mi ricordo che , verso ilmese di Aprile, mamma ENEL ci aveva promesso il famoso scatolotto che ci avrebbe portato in casa tutto: luce, telefonia, collegamento dati ad altissima velocità, televisione on demand et altro: il caffé, per la verità, non ce lo aveva promesso ma, pazienza, non tutto si può avere in questo mondo...Voi , di queste promesse, quante ne avete viste realizzate?iw7bcx da Taranto
    • Anonimo scrive:
      Re: ENEL: MA COSA NON FA?
      Hai ragione.......il caffe no!ma si il controllo dei distributori di caffe a moneta e gettoni.Dovrebbe essere in fase di test.
    • Anonimo scrive:
      Re: ENEL: MA COSA NON FA?
      - Scritto da: Belfagor arcidiavolo
      Mi ricordo che , verso ilmese di Aprile,
      mamma ENEL ci aveva promesso il famoso
      scatolotto che ci avrebbe portato in casa
      tutto: luce, telefonia, collegamento dati ad
      altissima velocità, televisione on demand et
      altro:Se guardi attentamente i suoi spot in onda in TV in questi giorni si accenna en passant proprio a questa cosa (/me inizia a salivare copiosamente..)
  • Anonimo scrive:
    finalmente! e ora speriamo in una bella.........
    finalmente, ora speriamo in una bella multa alla telecom per farle anche solo evitare di pensare a toglere di nuovo la flat, la quale fra l'altro non e' causa della lentezza delle linee analogiche, l'unica causa della lentezza di ste linee e' TELECOM che cerca di boicottare le linee std a vantaggio del suo BBB adsl.......... 1999 (33.6 modem ) 1 ora =28 Mb scaricati 2001 (v90 modem ) 1 ora =15 Mb scaricati2001 (BBB ADSL ) 1 ora=85 Mb scaricati ovvero molto di quello che fanno vedere e' un bel trucco............
  • Anonimo scrive:
    Talecom
    L'italia è il secondo paese sotto il controllo dei Talebani, infatti per quanto riguarda internet ormai da molti anni il paese è in mano a TALECOM. Se in italia internet non si è sviluppata il "merito" va tutto a questa bellissima e fiorente società.Speriamo che prima o poi si liberalizzi "realmente" l'ultimo miglio, solo allora inizierà lo sviluppo delle telecomunicazioni nel ns. paese.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Talecom
      - Scritto da: lop
      L'italia è il secondo paese sotto il
      controllo dei Talebani, infatti per quanto
      riguarda internet ormai da molti anni il
      paese è in mano a TALECOM. Se in italia
      internet non si è sviluppata il "merito" va
      tutto a questa bellissima e fiorente
      società.
      Speriamo che prima o poi si liberalizzi
      "realmente" l'ultimo miglio, solo allora
      inizierà lo sviluppo delle telecomunicazioni
      nel ns. paese.
      SalutiPienamente d'accordo con te!!!!!Basta con le monopolizzazioni,si parla sempre di tecnologia,sviluppo,futuro.........ma a quanto pare viviamo in un paese ANTICO!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Talecom
      - Scritto da: lop
      L'italia è il secondo paese sotto il
      controllo dei Talebani, infatti per quanto
      riguarda internet ormai da molti anni il
      paese è in mano a TALECOM.ROTFL!
  • Anonimo scrive:
    Esempio pratico di involuzione togliendo flat
    Fra le altre cose, per chi non mi conosce, sono un professionista che lavora nel campo dell'informatica. Esempio pratico: prima con i canoni flat potevo permettermi di scaricarmi piu' distribuzioni linux dalla rete ad un costo fisso e non elevato, oggi a fare i conti mi conviene comprarmele chiaramente ad un costo ben superiore rispetto a prima.Morale della favola togliere il canone flat senza limiti ha comportato un minor utilizzo di internet da parte mia, un maggior costo da sostenere per ottenere i medesimi prodotti e servizi e chiaramente un rallentamento nel progresso economico della mia attivita'. Forse a pensarci bene dovrei citare per danni qualche entita', ma si sa le battaglie contro i mulini a vento e' meglio lasciarle fare solo ai personaggi di romanzi sulla Spagna medioevale............Meditate gente, meditate......
    • Anonimo scrive:
      ...oppure
      Lavoro nell'IT, ho una connessione a Pagamento ISDN con TUT e penso:"CaXXo che scatole tutti questi con la flat, si scaricano le distribuzioni linux e sottraggono banda che potrebbe servire per reperire informazioni utili velocemente, non potrebbero acquistarsi i CD in edicola, visto che con 10 mila li porti a casa?"che ne pensi?Se manca il backbone, a cosa serve la flat? Se i gestori di TLC non guadagnano e non investono in backbone, quanto ci metti a scaricare la tua distribuzione di LINUX? 15 giorni FORSE?(finchè scrivevo questo post, mio fratello mi ha acquistato il giornale con dentro la mandrake 8.2)Che dio ce ne scampi e salvi da quelli come te
      • Anonimo scrive:
        Re: ...oppure
        - Scritto da: coccige[mega cut]
        Se i gestori di TLC non guadagnanoeehehhehehhhh???!!?!??!?!!!
        e non investono in backboneah adesso ci siamo ! ;)
  • Anonimo scrive:
    Hajooo... svegliaaaa...
    Costa più navigare in internet con una TAT che noleggiare un'auto!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Alleluia.... scopriamo l'acqua calda nel 2002???
    Anche perche, diciamolo, della TAT non se ne può veramente più !!!! Connessioni impossibili, lentissime, carissime e sempre ferme...Ma non c'è nessuna associazione di consumatori che protesta realmente per questa situazione?Come si può scioperare ???Ci prendono in giro!!! Ci tengono al PC in attesa per minuti e minuti e noi paghiamo !!!Ma quando ci date la possibilità di connetterci in modo cristiano, senza passare ore al PC per scaricare qualke bit e pagandolo come se fosse ORO ??? Siamo nel 2002... ve ne siete accorti??Si, è vero c'è l'ADSL ma ki usa, per lavoro, il portatile come me o abita in una zona non raggiunta (e sono motissime!!) non ha altra soluzione ke la TAT o la Flat...Signori, svegliaaaa... si stanno arrikkendo alle nostre spalleeeee!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Alleluia.... scopriamo l'acqua calda nel 2002???
      la differenza fra TAT e flat non sta nella velocità della linea, solo nel costo.Oggi essendoci questa banda disponibile i download sono addirittura più lenti della reale velocità delle linee analogiche. Se tutti potranno restare collegati quanto gli pare (con la flat) la banda disponibile sarà ancora più bassa e sarà tutto ancora più lento.per ovviare alla cosa ci sarà bisogno di collegamenti più veloci per i provider con aumenti di costi.Ce ne vorrà di tempo ancora...
      • Anonimo scrive:
        Re: Alleluia.... scopriamo l'acqua calda nel 2002???
        Attenzione!!Non ho detto che la Flat sia più veloce della TAT !!Ho detto che la trasmissione dei dati in Flat (ti parlo di una felice esperienza Galactica)è più costante, nn ci sono tempi morti... se vuoi, di sera, ci mettevi 15 tentativi x collegarti... ma una volta collegato ero sempre in trasmissione, minuto x minuto, secondo x secondo!!!!!!Oggi con la TAT 3 minuti trasmetto... 5 minuti aspetto...MA IO PAGO !!!!!! PAGO ANCHE QUANDO ASPETTO!!!!! PAGO ANCHE SALATO!!!!!!!!E secondo voi??? perkè accade questo?? Gli stronzi (noi) pagano!! Facciamoli aspettare!!La cosa mi fa' leggermente girare i cogl...E poi la questione della banda è completamente campata x aria... spesso i POP d'accesso sono cablati in CDN a 32 k... li aggiornasseeroooo!!!In fodo fatturano migliaia di migliardi!!!! Le facessero fruttare ste' fatturazioni !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Alleluia.... scopriamo l'acqua calda nel 2002???
      Ciao,
      Si, è vero c'è l'ADSL ma ki usa, per lavoro,
      il portatile come me o abita in una zona non
      raggiunta (e sono motissime!!) non ha altra
      soluzione ke la TAT o la Flat...scusami ma cosa c'entra? Io ho un portatile e in ufficio e a casa (Fastweb) uso la ethernet mentre in giro uso il modem col cellulare.Non capisco (per il resto ti hanno già fatto un reply quindi lascio stare)
      • Anonimo scrive:
        Re: Alleluia.... scopriamo l'acqua calda nel 2002???
        Io in uficio ho una HDSL a 2Mb bilanciati se è per quello, ma Fastweb nn è l'Italia!!! e nemmeno l'ADSL !!Io ho clienti che fatturano miliardi e fanno lavorare decine, se non centinaia, di persone e non sono raggiunti dall'ADSL in più spesso la rete GSM, in quelle zone, fa' schifo!! Gprs non parliamone nemmeno!!(a parte che collegarsi in GSM, se ci lavori qualche ora, costa come un'appartamento!!)Ho cmq fatto la mia reply alla precedente opinione!! Se ti interessa!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Alleluia.... scopriamo l'acqua calda nel 2002???
      lo sapevate che Aosta è interemente cablata in fibra ottica? grazie mamma telekoma che tieni tutto bloccato
      • Anonimo scrive:
        Italia!???!!!
        Italia: Il paese con il maggior numero di chilometri di fibbra ottica posati e con il minor numero di chilometri di fibbra ottica utilizzata!!!!!Pero' i miei complimenti......
  • Anonimo scrive:
    Sto ancora godendo per la caduta di galactica
    Godo proprio tantissimoE' un sacco bello
    • Anonimo scrive:
      Re: Sto ancora godendo per la caduta di galactica
      C'hai poco da godere.. quelli riaprono con un'altro nome econ i soldi in tasca. :)Macs
    • Anonimo scrive:
      Re: Sto ancora godendo per la caduta di galactica
      intanto quello ad averlo preso in c_u_lo sei sempre tu povero utente pirla
    • Anonimo scrive:
      Re: Sto ancora godendo per la caduta di galactica
      - Scritto da: gala
      Godo proprio tantissimo
      E' un sacco bellofinche' ci saranno idioti come te ci saranno ladri come loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sto ancora godendo per la caduta di galactica
      Bravo!!!!godi godi,evidentemente tu fai parte di quella categoria di persone che nn hanno difficoltà economiche (la bolletta nn ti fà paura).......ma chi invece ce le ha?????le escludiamo???quest'altre persone nn hanno diritto di navigare??Internet con meno accessi...TI PIACE COSI'??INTERNET CRESCE GRAZIE ALL'INCREMENTO DEGLI ACCESSI,ALTRIMENTI SAREBBE una rete ETHERNET
  • Anonimo scrive:
    Non ci resta che piangere...
    ovvero chi sbaglia paga e tanti saluti.Quel che segue e' un puro sfogo personale, a futura memoria, non ha la pretesa ne' di una contestazione ne' di un reclamo.---Data: venerdì 30 novembre 2001 10.10A: _Servizio Clienti Infostrada ServizioClientiInfostrada@infostrada.itRe: Conto telefonico - non e' una contestazione... non vi preoccupateSpett. Infostrada,questa mattina, dopo due telefonate al 155 nei giorni scorsi, con personesquisitamente gentili, una terza mi ha tolto ogni illusione: digitare unnumero per un altro e' un errore del cliente, chi sbaglia paga e dunquetanti saluti.Allego il fax che ho ora inviato alla Direzione Commerciale.Non ho un mio fax, per inviarlo devo recarmi altrove previa copia su cartadi file su dischetto... dunque, non vi preoccupate, spero qualcuno miaiutera' a pagare e paghero'.Cio' che segue e' solo a futura memoria... della serie 'non ci resta chepiangere' :)----Spettabile INFOSTRADADIREZIONE DOMMERCIALE NORD OVEST20152 MilanoVia Lorenteggio, 257Tel. 02 3011 3226Fax. 02 3011 6676Vi invio il seguente fax non per negare un errore da parte mia,ma per chiedervi se possibile un aiuto, anche se la telefonata diquesta mattina al 155, con una centralinista un po' severa, mi ha toltol'illusione che sia facile.Mi collego ad Internet da 6 anni, speravo, visto che i costi hanno sempresuperato i benefici, di avere finalmente risolto i miei problemi con 'tempozero',e invece ancora una volta mi ritrovo con una brutta sorpresa(posso solo ricordare che digitare per errore un numero anziche' un altronon e'dettato da pura disattenzione, ma da stress, almeno nel mio caso).Numero Fattura 3124694420Data emissione fattura 19/11/2001Periodo di riferimento 01/09/2001 - 31/10/2001Numero Contratto SCPRA0000067509Codice Cliente 206392036NUMERO TELEFONICO ATTIVATO 031521982Servizio attivato Pronto 1055Importo a pagare : 360,71 Eurodi cui :Abbonamenti: 79.20 EuroCosto delle chiamate: 221.48 EuroTotale imponibile: 300,68 EuroI miei dati contratto sono:Num. Contratto SCPRA0000067509Codice Cliente 206392036Tipo Servizio Pronto 1055Stato Contratto Abilitazione DefinitivaData attivazione 27/10/2000Richiesta CPS Preselezione Automatica RichiestaOpzioni Contratto Promozione Solo Infostrada 031 Tempo Zero 031Linee Attive Numero Tel Tipo Linea Accesso rete 031/521982 Analogica CPSOpzioni Linee Promozione Solo Infostrada Tempo ZeroCome gia' specificato in precedenti messaggi, l'importo delConto Telefonico su riportato risulta esorbitante rispetto al tipodi contratto in corso.Questo e' dovuto ad un mio errore di digitazione, per cui, a fine settembredopo aver dovuto riformattare il mio hard-disk, ho inserito in AccessoRemotoil numero 1055 41 1010anziche'il numero 1055 41 1055Il numero errato risulta peraltro essere un numero in uso di Inforstrada.Vorrei ora sapere come procedere per ovviare all'errore ed ottenere unarevisione del Conto Telefonico succitato tenendo conto di quanto sopra.GrazieIn fedeDanilo CurciVia Augusto Righi, 122100 Como, CoCodice Fiscale CRCDNL48D17F205W---Segue email gia' inviata a servizio_clienti@infostrada.itScusate, ma ho il cervello in fumo e sono sulla via dell'infarto :))Ho telefonato al 155, e la gentilissima signorina mi ha confermato che ancheavessiutilizzato il numero di spazio zero (1055-421010) non ci sarebbe problema...e' che io usavo il 1055-411010Rapido controllo:il 1055-4101010 per fortuna esiste, e' o era di Infostrada = libero e sogno...( http://libero.iol.it/risparmiare_internet/infostrada/libero_sogno.htm )Ho rapidamente comunque ripristinato il numero corretto1055-411055e continuo a sperare nella vostra clemenza e comprensione!Distinti salutiDanilo Curci----Vi scrivo per segnalare un grave problema dovuto ad un errore involontarioAvendo dovuto riformattare il disco rigido del mio pc, a fine settembre 2001ho perso i dati del numero telefonico cui collegarmi con TEMPO ZEROa INTERNETInvece di impostare il numero1055 411055ho erroneamente impostato1055 411010(pur sempre un numero Infostrada, che utilizzavo con Spazio Zero)e cosi' mi ritrovo la fattura 'caricata' di una cifra imprevistatra il 1 Settembre 2001 e il 31 Ottobre 2001Vi prego di aiutarmi a correggere l'errore!!!Avrei gravi problemi a pagare una bolletta di 600.000 lire avendonepreventivare poco piu' di 200.000 (ed in piu' per ora c'e' ancora il canonetelecom)Sto' facendo un lavoro del tutto non profit che mi impegna molte ore algiorno, mache e' l'unica mia risorsa, dovendo convivere con una persona portatrice dihandicap che non mi lascia tempo per altre modalita' lavorativeConfido nella vostra clemenza, e nel fatto che ho scelto Infostrada proprioper la qualita' e la trasparenza----- Original Message -----From: "_Servizio Clienti Infostrada" To: Sent: Friday, November 30, 2001 1:48 AMSubject: RE: Conto telefonicoRISPOSTA AUTOMATICA DI AVVENUTA RICEZIONE MAILGentile Cliente,abbiamo ricevuto la sua e-mail.Desideriamo informarla che provvederemo a soddisfare la sua richiesta al piùpresto possibile.Ringraziandola per averci contattato, le ricordiamo che il nostro ServizioClienti è a sua disposizione tutti i giorni, 24 ore su 24, al numero 155.Per maggiori informazioni le consigliamo di visitare il sito Infostradawww.infostrada.it per essere sempre aggiornato/asui servizi telefonici e Internet Infostrada, le ultime novità e promozionied i nostri nuovi servizi on line; il sito www.libero.it per accedere ai servizi di messaggistica (webmail,instant messaging, sms) e per richiedere il CD per l'installazione diLibero.Cordiali salutiInfostrada s.p.a.Servizio Clienti-------------------------------------------Servizio Clienti 155disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24.Infostrada S.p.a.Via Lorenteggio, 25720152 MilanoFax: 02/30115201e-mail: servizioclienti@infostrada.it-------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Il paese dei balocchi
    Titolo provocatorio,ma quando sento parlare di tlc in Italia la rabbia è tanta....I propositi dell'UE sono sempre buoni ma Pinocchio-Italia non li segue mai,con la differenza che qui temo non diventerà un bambino (leggi Connettività diffusa) vero.In uno stato (non merita la maiuscola) dove l'azienda tlc monopolista si privatizza,quindi "accetta" la concorrenza,e per tale coraggio(?) riceve in regalo l'INFRASTRUTTURA NAZIONALE DELLE TLC.In uno stato dove NON è possibile disdire il telefono.Provare per credere.In uno stato dove si paga un canone per un apparecchio telefonico in comodato e per le prese a muro.Ormai i miei nonni se ne compravano una fabbrica di telefoni....In uno stato dove Internet assomiglia ad un gigantesco formicaio:tutti rintanati sino alle 18.30 tranne i privilegiati che hanno accesso dal lavoro(ma io mi lamento lo stesso anche se sono tra questi) e poi ZZZAP tutti on-line ad intasare quei poveri 56K....In uno stato dove i marketing men sono stati così abili da creare una densità di 3 cellulari per abitante....In uno stato dove qualsiasi governo,destra sinistra centro davanti dietro sopra sotto,ha sempre ignorato il problema vuoi per interessi macroscopici delle aziende vuoi per interessi microscopici loro (con 30 milioni al mese più rimborsi più sconti innumerevoli sai che mi importa visto che mi posso mettere una CDN a casa)C'era una volta un altro Stato (che merita in questo caso la maiuscola) dove una flat 56k 24h su 24h costava la follia di 15mila lire mensili(!!!!ORRORE!!!)C'era una volta un altro Stato dove telefonare all'estero costava la follia di 8lire al minuto(!!!ORRORE!!!)Sipario.Zp
  • Anonimo scrive:
    a telecom non frega nulla
    e secondo voi a telecom frega qualcosa se l'unione europea alza la voce ? Vabbe' arrivera' a comperarsi anche quelli. Intanto io via internet per obiezione NON COMPRO NULLA cosi' mando a quel paese la pubblicita' e la rete.
  • Anonimo scrive:
    HAHAHAHAHA!!!!
    Il paradosso è che ci troveremo senza flat e dovremo pagare anche le multe che ci verranno accollate per inadempienza, cornuti e mazziati.Le flat si sono dimostrate uno spèecchietto per le allodole e l'adsl farà la stessa fine soprattutto se non ci si mette in testa a livello governativo che le "fregature" a danno degli utenti danneggiano globalmente tutta la rete merche innescano un pesante meccanismo di disillusione generale dove il danno dei singoli va a riversarsi sulle attività in rete e creando un danno all'immagine mostruoso a livello internazionele.Volete vendere la pubblicità ??? e come fate se cala l'utenza reale e perciò calano i visitatori il solo click non basta ci vuole l'iteresse vero torniamo alla concretezza altrimenti ci sotterriamo da soli. P.S. Le tigri di cartone fanno grandi fiammate ma spariscono in fretta!
  • Anonimo scrive:
    La Comunità Europea in Italia non ha potere...
    ... qui chi comanda è Telecom Italia!!!Vabbè scusate il post provocatorio.Io sono uno dei tanti che non hanno la copertura ADSL e che sperano in una VERA Flat, sinceramente vedendo la nostra odiata TI che Italia fa quello che vuole, mi scappa un sorrisino, pensando all'imposizione di Bruxelles.Ciao, SPERIAMO CHE QUESTA SIA LA VOLTA BUONA... mah...
Chiudi i commenti