Hollywood parte alla conquista di Internet

Entra in scena Movielink, la piattaforma e-commerce fondata da 6 major cinematografiche. Venderà costosi film da scaricare, protetti da DRM, contemporaneamente all'uscita dei DVD. Quasi tutti d'accordo


Los Angeles (USA) – L’olimpo dell’industria cinematografica statunitense è pronto ad entrare nel mercato della vendita al dettaglio di film su Internet: la piattaforma e-commerce Movielink , frutto di una joint-venture tra 20th Century Fox, Sony, Paramount, MGM, Universal e Warner, debutterà ufficialmente a partire dal 10 aprile. A restarne fuori, tra i big, è solo Disney.

Il servizio permetterà di acquistare copie digitali di film in qualità DVD, protette dai DRM di Microsoft , in contemporanea alla loro uscita “ufficiale” su supporto ottico. Le pellicole così scaricate potranno essere salvate a tempo indeterminato su disco rigido, esattamente come nel caso di LoveFilm , la prima azienda britannica che vende film digitali protetti da DRM .

“Ci troviamo in un momento memorabile per l’industria cinematografica”, dice Rick Finkelstein, CEO di Universal, “perché Internet è finalmente diventato un canale di distribuzione affidabile”. Con questa mossa, l’ industria dei sogni ha finalmente raccolto le innumerevoli esortazioni di MPAA , da sempre in prima linea per promuovere un modello alternativo alla distribuzione di film via reti P2P , che avviene perlopiù in modo illegale .

Va detto che il catalogo di Movielink, ricco di circa 300 titoli di successo, sfrutta un modello client-server avversato dal creatore di BitTorrent , Bram Cohen, alfiere della distribuzione cinematografica via P2P e partner proprio di MPAA.

“Finalmente il cinema via Internet è una realtà”, dice con orgoglio il CEO di Movielink. Gli audiovisivi in vendita sul sito avranno un peso di circa 1 gigabyte e potranno essere riprodotti solo su PC o box multimediali dotati di Windows Media Player. I film saranno copiabili soltanto su un massimo di due computer differenti e sarà possibile effettuare una sola copia di backup.

Secondo le informazioni pubblicate dal New York Times , il prezzo di un film potrà oscillare tra i 20 ed i 30 dollari, una tariffazione più elevata di un DVD tradizionale. Movielink, almeno per i primi mesi, sarà accessibile soltanto ai consumatori statunitensi. Successivamente, come fa sapere il CEO dell’azienda, il servizio verrà esteso ad altri paesi. Paesi ricchi, evidentemente.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma i soldi?
    Non capisco. I soldi ci sono oppure no? Perché ha l'aria di essere una delle solite inziative per dire che si è fatto qualcosa, e intanto pagare un comitato scientifico, un comitato di valutazione, uno di indirizzo e uno di controllo... poi in pratica di gente dietro disposta ad investire davvero, non ce n'è. Che ne è stato ad esempio di "Bioiniziativa"? qualcuno che ha partecipato ha visto un investitore?
  • Anonimo scrive:
    [OT] Uffa .. ancora Cariplo ....
    ma coa c'entra questa Cariplo.Gia' ho dovuto accettare (senza possibilita' di parola in proposito) che nel consiglio di amministrazione dell'universita' che frequentavo sedesse DI DIRITTO un rappresentante della Cariplo.Poi la regione Lombardia ha fatto la (utile o inutile?) tessera santiaria nella quale c'entra la Cariplo (ora banca Intesa) (perfino sul sito web della Banca Intesa compariva un link con figura a non si sa quali mirabolanti servizi).Ora di nuov la cariplo.Ma la si vuole smettere di mischiare il pubblico con il privato?
  • Anonimo scrive:
    Re: Lombardia avanti semper

    CMQ in effetti c'e' da ammettere che solo
    la' potevano fare una cosa cosi'Vero! Solo là si erogano capitali solo dopo aver reso l'intero importo con gli interessi. Ma tu credi davvero che qualcuno riceverà due euro per finanziare la propria "ricerca"..in lombardia poi...Il tutto serve solo per speremere ulteriormente le ICT che hanno ancora mezzo euro messo da parte.
  • Anonimo scrive:
    Re: Lombardia avanti semper
    - Scritto da: Anonimo
    Avanti cosi'padano? CMQ in effetti c'e' da ammettere che solo la' potevano fare una cosa cosi'
  • Anonimo scrive:
    Re: Si apre solo con IE?
    - Scritto da: Anonimo
    per ora ci sei solo tu ;-( io lo vedo benissimo
    con FF 1.5

    br1 Già, è vero, ed ho anche scoperto perché. Basta un pò coprire la propria privacy durante la navigazione (omettendo qualche header http) e il sito scoppia alla grande: microzozz .net 1.1.Provare per credere ....
  • Anonimo scrive:
    Re: Si apre solo con IE?
    per ora ci sei solo tu ;-( io lo vedo benissimo con FF 1.5br1
  • Anonimo scrive:
    Si apre solo con IE?
    Sono solo io ad avere problemi con FF o c'è anche qualcun altro? Grazie!
  • Anonimo scrive:
    Lombardia avanti semper
    Avanti cosi'
Chiudi i commenti