HoloLens, preordini al via

Microsoft annuncia la disponibilità dei preordini per il suo HMD di realtà aumentata, un dispositivo dal costo decisamente poco "consumer" ed espressamente destinato (almeno per il momento) agli sviluppatori

Roma – I primi ordini della “Development Edition” di HoloLens partiranno col corriere (verso USA e Canada) il 30 di marzo, ha annunciato Microsoft , e gli sviluppatori (o gli utenti facoltosi) interessati a testare l’esperienza in realtà aumentata (AR) a cui lavora la corporation di Redmond possono da oggi registrare il loro preordine sul sito ufficiale .

Gli ologrammi di HoloLens costeranno ben 3mila dollari, e richiedono la disponibilità di un PC con Windows 10 oltre all’ambiente di sviluppo integrato (IDE) Visual Studio 2015; il pacco includerà tutto il necessario per cominciare a sperimentare con la tecnologia, app progettate per sfruttare gli occhiali AR comprese.

Per quanto riguarda le specifiche tecniche di HoloLens, le novità fin qui inedite rivelate da Microsoft riguardano l’architettura a 32-bit della CPU – o meglio della HPU, “Holographic Processing Unit” – fornita da Intel, la ricca dotazione di videocamere (quattro per decodificare l’ambiente esterno, una per il senso di profondità, una da 2 megapixel per la cattura di video e foto) e sensori assieme a microfoni, accelerometri, giroscopi e tutto quanto.

Microsoft continua a non fornire informazioni dettagliate sulle capacità del display, tuttora descritto come dotato di due “light engine” a 16:9 (uno per ogni occhio) e capace di produrre 2,3 milioni di “punti di luce”; la connettività è sia wireless che USB 2, lo storage integrato è di 64 Gigabyte e la batteria dura al massimo 3 ore. Il caschetto può in ogni caso essere utilizzato anche durante il caricamento della batteria tramite connessione USB.

Le app olografiche/AR, infine, includono quelle già viste in passato (Skype, HoloStudio, HoloTour) e novità come le esperienze ludiche RoboRaid, il “crime drama” Fragments, il platform AR Young Conker e i video misti live-ologramma di Actiongram.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Siete morti scrive:
    Gravedigger RemixOS
    http://www.jide.com/en/remixosConvergenza (vera) Android ChromeOS, anche per x86, repo immenso, app/sistema semplici e performanti anche su hardware economico.Google come al solito poche chiacchiere tanti fatti.Nel 2017 il lancio, un paio di anni al massimo e sarà un bagno di sangue per microfrost.
    • d7h38dhkd scrive:
      Re: Gravedigger RemixOS
      - Scritto da: Siete morti
      http://www.jide.com/en/remixos

      Convergenza (vera) Android ChromeOS, anche per
      x86, repo immenso, app/sistema semplici e
      performanti anche su hardware
      economico.

      Google come al solito poche chiacchiere tanti
      fatti.

      Nel 2017 il lancio, un paio di anni al massimo e
      sarà un bagno di sangue per
      microfrost.oppure sarà un flop clamoroso per google
      • panda rossa scrive:
        Re: Gravedigger RemixOS
        - Scritto da: d7h38dhkd
        - Scritto da: Siete morti

        http://www.jide.com/en/remixos



        Convergenza (vera) Android ChromeOS, anche
        per

        x86, repo immenso, app/sistema semplici e

        performanti anche su hardware

        economico.



        Google come al solito poche chiacchiere tanti

        fatti.



        Nel 2017 il lancio, un paio di anni al
        massimo
        e

        sarà un bagno di sangue per

        microfrost.

        oppure sarà un flop clamoroso per googleCon una non trascurabile differenza.Se a google questa cosa andasse male, google sara' ancora google.Se M$ invece fallira', nessuno andra' a quel funerale e in molti festeggeranno!
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: Gravedigger RemixOS
          http://www.zdnet.com/article/google-microsoft-apple-where-does-the-money-come-from/La vedo molto dura che Microsoft fallisca.
          • panda rossa scrive:
            Re: Gravedigger RemixOS
            - Scritto da: Zucca Vuota
            http://www.zdnet.com/article/google-microsoft-appl

            La vedo molto dura che Microsoft fallisca.Quel grafico che hai indicato e' molto ottimistico.Che il server sia il prodotto di punta di M$ neanche nei sogni piu' bagnati del padella.E che il phone sia quasi il 3% e' ancora piu' assurdo, che sappiamo perfettamente che quando raggiungera' lo 0,3% ammesso che mai lo raggiunga, a Redmond festeggeranno per una settimana intera.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Gravedigger RemixOS
            - Scritto da: panda rossa
            Quel grafico che hai indicato e' molto
            ottimistico.Sono i dati del trimestre. Non sono previsioni. L'ottimismo non c'entra.L'aspetto interessante è che Microsoft è una azienda molto differenziata.Se anche Windows andasse in malora (eventualità, mi dispiace per te, molto improbabile), Microsoft subirebbe un contraccolpo ma sarebbe ben lungi dal fallire.Quanto al tuo commento sui server, tu vivi in un mondo parallelo a quello reale. Mi spieghi esattamente che lavoro fai?
          • Zuccone scrive:
            Re: Gravedigger RemixOS
            Io vedo molto dura la ripresa... per microfrost.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: Gravedigger RemixOS
            - Scritto da: Zuccone
            Io vedo molto dura la ripresa... per microfrost.Ripresa da cosa?
          • Il Gran Figlio di Cortana scrive:
            Re: Gravedigger RemixOS
            Sinceramente anch'io però vedo che si sta impegnando più del solito nel fare porc*te e noto, a differenza di qualche anno fa, che molte persone se ne stanno accorgendo e non sono più disposte a lasciar perdere.Che MS abbia sempre avuto una pessima immagine (a ragione!) tra gli addetti ai lavori è cosa nota anche alle pietre.Che MS, ultimamente, se la schifino anche gli utonti più utonti (che sono la base del suo business) fa un po' impressione.
    • il supremo scrive:
      Re: Gravedigger RemixOS

      Google come al solito poche chiacchiere tanti
      fatti.Ben detto incomincia a dargli tutti i tuoi dati
      • dati alla mano scrive:
        Re: Gravedigger RemixOS
        Ce li ha già se é èer questo e anche i tuoi, se proprio vogliamo perdere tempo a dire cose ovvie ce li ha pure microzopp.
        • il supremo scrive:
          Re: Gravedigger RemixOS
          - Scritto da: dati alla mano
          Ce li ha già se é èer questo e anche i tuoi, se
          proprio vogliamo perdere tempo a dire cose ovvie
          ce li ha pure
          microzopp.e tu continua a darli
          • dati alla mano scrive:
            Re: Gravedigger RemixOS
            Anche tu continui a dare via i tuoi dati, qual' é il problema?
  • Zuck 10 scrive:
    lenta agonia
    Windows l' é morto insieme ai suoi peracot frameworks, fatevene una ragione.
  • hottube scrive:
    boiata organizzata
    Considerando che .NET è già un layer aggiuntivo, introduttore di inefficienze ruba-risorse, introdurre un ulteriore layer è un'operazione che ha senso, nella sua insensatezza, solo perché non obbligherebbe a riscrivere tutto il software .NET.Politica aziendale e marketing, non tecnologia.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: boiata organizzata
      - Scritto da: hottube
      Considerando che .NET è già un layer aggiuntivo,
      introduttore di inefficienze ruba-risorse,Per chi non sa programmare è sicuro.
      introdurre un ulteriore layer è un'operazione che
      ha senso, nella sua insensatezza, solo perché non
      obbligherebbe a riscrivere tutto il software
      .NET.
      Politica aziendale e marketing, non tecnologia.Non ho capito il punto. Di cosa stiamo parlando?
      • Zucchino Pieno scrive:
        Re: boiata organizzata
        +1. Hai proprio raggione cumpà!
      • ... scrive:
        Re: boiata organizzata
        - Scritto da: Zucca Vuota
        Per chi non sa programmare è sicuro.Quindi il 100% dei software engineer che lavorano per le aziendine private italiche che poi comprano licenze Microsoft per mettere su grandi pezzi di "tecnologia" come AD ed Exchange, tipo.Grazie per aver confermato ciò che diceva il tizio.
Chiudi i commenti