Honda pronta per gli scooter a idrogeno

La casa giapponese ha presentato un prototipo di scooter alimentato da una fuel cell a idrogeno e si è detta ormai vicina al lancio dei primi modelli commerciali


Tokyo (Giappone) – Honda ha tolto i veli ad un prototipo di scooter alimentato da un sistema a fuel-cell a idrogeno che, originariamente progettato per le automobili, è stato riadattato per equipaggiare veicoli a due ruote.

La nota casa giapponese ha definito il suo prototipo come “il primo scooter a idrogeno sulla cui sella è già possibile montare”, un’affermazione che potrebbe però essere messa in discussione dall’italiana Aprilia , che già lo scorso aprile, presso la fiera di Hannover, ha presentato uno scooter elettrico sperimentale progettato in collaborazione con la svizzera MES-DEA.

La stessa Honda ha ammesso di non essere l’unico produttore impegnato nello sviluppo degli scooter a idrogeno, tuttavia ritiene di essere la più vicina all’introduzione sul mercato dei primi modelli commerciali.

Come l’Atlantic Zero Emission di Aprilia, che monta un generatore fuel cell ad idrogeno da 6 kWatt, anche lo scooter elettrico da 125cc di Honda non richiede la presenza di sistemi ausiliari quali umidificatori e compressori e, secondo alcune stime, dovrebbe garantire un’autonomia di oltre 150 Km.

La caratteristica più importante delle fuel cell a idrogeno è, come noto, quella di generare elettricità senza rilasciare nell’ambiente sostanze inquinanti: l’unico residuo della reazione fra idrogeno e ossigeno è infatti costituito da acqua.

La sfida dei produttori di motocicli è ora quella di minimizzare gli ingombri e il peso delle fuel cell e, soprattutto, renderle sempre più competitive con le altre forme di propulsione, primo fra tutti il tradizionale motore a scoppio. In realtà oggi il maggiore ostacolo alla diffusione dei veicoli a idrogeno è la mancanza di una infrastruttura funzionale di produzione, trasporto, distribuzione e deposito dell’idrogeno.

Honda ha anche svelato uno scooter da 50cc con un motore ibrido, benzina-elettricità, che verrà probabilmente commercializzato già entro la fine di quest’anno. Questo genere di scooter può essere utilizzato con il più lento motore elettrico nei centri cittadini e con il tradizionale motore a scoppio nelle aree interurbane: quando si utilizza quest’ultimo, le batterie del motore elettrico vengono ricaricate.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Santos-Dumont scrive:
    E io che pensavo...
    ... che i Borg fossero svedesi.Invece sono inglesi!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: [OT] Domanda x la redazione
    Almeno almeno fino a un incredilione di dobloni ...Magari prova a inviare una mail a chi ha scritto l'articolo.Il nome lo trovi in steganografia da qualche parte su un'altro sito ...
  • Luca Schiavoni scrive:
    Re: [OT] Domanda x la redazione
    - Scritto da: Anonimo
    Ma a quanto stanno sti dobloni, almeno ce lo
    dite? :D..piu o meno quanto la pizza di fango del Camerun 8)LucaS
  • Anonimo scrive:
    [OT] Domanda x la redazione
    Ma a quanto stanno sti dobloni, almeno ce lo dite? :D
Chiudi i commenti