Houston, è quasi fatta

Le riparazioni procedono sulla ISS, ma occorreranno quattro attività extra-veicolari per portare a termine il compito. La struttura ora è comunque in grado di tornare a operare normalmente

Roma – Alla fine c’è voluto il doppio del tempo: invece che due passeggiate spaziali (EVA), gli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale ne dovranno affrontare quattro. Ma la buona notizia è che, con un po’ di fortuna e un po’ di intelligenza muscolare , la pompa che aveva smesso di funzionare compromettendo il circuito di raffreddamento della ISS è stata sostituita . Mancano solo gli ultimi dettagli prima di ripristinare il funzionamento dei sistemi, aggiustamenti necessari per rimettere in ordine l’esterno del modulo interessato e prepararlo al meglio per l’arrivo dello Shuttle il prossimo autunno.

Dopo la prima uscita “a vuoto”, quando gli astronauti Wheelock e Caldwell Dyson avevano avuto qualche difficoltà a disconnettere la linea principale del circuito di raffreddamento a causa di una perdita, nel corso della seconda e terza EVA tutto si è svolto per il meglio : con un po’ di energia e un po’ di fortuna, il connettore incriminato che aveva subito una leggera perdita è stato sbloccato , consentendo di avviare le procedure di rimozione e sostituzione della pompa completate con successo nel corso della stessa uscita e nella seguente. All’origine delle difficoltà vi è stato probabilmente un leggero accumulo di ghiaccio di ammoniaca nella filettatura del giunto, la cui origine è difficile da attribuire ma che non ha compromesso in alcun modo l’integrità dei sistemi o l’esito della riparazione.

A rimanere fuori dalle procedure è rimasto in pratica solo l’installazione di un lungo cavo tra due diverse parti della ISS, necessario per l’attracco dello Shuttle in novembre: il dilungarsi delle procedure di ripristino delle parti sostituite (sono stati scollegate e ricollegate quattro linee idrauliche, più una serie di connettori elettrici oltre ovviamente a varie minuterie) dopo oltre 7 ore durante la terza passeggiata, ha suggerito al centro di controllo a terra di procrastinare il resto delle attività a una quarta EVA che potrebbe svolgersi già questa settimana. Se tutto andrà come sperato, le attività scientifiche riprenderanno normalmente a partire da giovedì o al massimo venerdì.

In totale, ci sono volute quasi 23 ore di lavoro con indosso le tute spaziali per portare a termine la riparazione: nel frattempo il raffreddamento dei sistemi è stato portato avanti deviando il circuito principale sul secondario ( loop A su loop B ), ma la mancanza di un sistema perfettamente funzionante ha costretto gli astronauti a “spegnere” gli esperimenti del modulo Columbus (quello dell’ESA) e del modulo giapponese Kibo per evitare surriscaldamenti. In ogni caso, il sistema di supporto vitale viaggia su canali separati da quelli per il raffreddamento delle apparecchiature: la sopravvivenza dei sei astronauti attualmente in orbita non è mai stata messa in discussione , non hanno mai corso un reale pericolo.

Come detto, restano poche operazioni da effettuare prima di poter dichiarare concluse le riparazioni: la pompa rotta e sostituita (che pesa 350 chilogrammi ed è lunga oltre 150 centimetri) non è ancora stata riposta nella sua collocazione finale, occorre stendere un cavo tra due moduli in previsione dell’attracco dello Shuttle, e concludere il ripristino della struttura per riportarla allo stato iniziale. Non sono ancora state chiarite le cause del malfunzionamento , né è detto che sia possibile farlo a distanza (la pompa verrà riportata sulla Terra solo prossimamente dallo Shuttle), ma ciò non impedirà alla ISS di riprendere il suo lavoro a pieno ritmo già da questa settimana.

Nel complesso , si è trattato probabilmente di uno degli incidenti più significativi a cui sia andata incontro la ISS da quando ha preso servizio in orbita: la riparazione è stata resa piuttosto complessa dagli inconvenienti riscontrati , ma non dovrebbe in alcun modo compromettere i piani di lavoro che ormai fissano oltre il 2020 il termine ultimo di dismissione della stazione spaziale. Per portare a termine la costruzione dell’avamposto, ancora in corso, sono previste almeno altre due missioni dello Shuttle, ma ne è già stata messa in preventivo una terza (sempre che gli USA approvino il budget necessario a questo prolungamento dell’attività della navetta prima del malfunzionamento) da svolgersi il prossimo anno.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Wolf01 scrive:
    Danni moltiplicati
    " Danni che la corte ha calcolato moltiplicando 200 dollari per ciascuno degli utenti del server privato. "Mah, sta mania delle moltiplicazioni dei danni...Bhe, allora ai miei futuri clienti provvederò a moltiplicare per 400 ogni così per moda, tanto è sempre il consumatore alla fine che ci rimette, cosa vuoi che siano 88milioni di dollari in confronto a quanto sborsato da 427mila utenti, le aziende non ci rimetteranno mai.Ma comunque anche Blizzard, se tenesse i prezzucci un po' più bassi per WoW magari potrei farci un pensierino... è l'unico gioco Blizzard che non ho, a parte i vecchissimi fatti ancora prima di Warcraft 1
    • lordream scrive:
      Re: Danni moltiplicati
      - Scritto da: Wolf01
      " Danni che la corte ha calcolato moltiplicando
      200 dollari per ciascuno degli utenti del server
      privato. "
      Mah, sta mania delle moltiplicazioni dei danni...
      Bhe, allora ai miei futuri clienti provvederò a
      moltiplicare per 400 ogni così per moda, tanto
      è sempre il consumatore alla fine che ci rimette,
      cosa vuoi che siano 88milioni di dollari in
      confronto a quanto sborsato da 427mila utenti, le
      aziende non ci rimetteranno
      mai.

      Ma comunque anche Blizzard, se tenesse i
      prezzucci un po' più bassi per WoW magari potrei
      farci un pensierino... è l'unico gioco Blizzard
      che non ho, a parte i vecchissimi fatti ancora
      prima di Warcraft
      1in effetti per il potere di acquisto del nostro stipendio i 13 euro al mese sono un po tanti ma si risparmia facendo abbonamento annuale.. male che vada se non giochi qualche mese puoi freezare account
      • Sgabbio scrive:
        Re: Danni moltiplicati
        La cosa incredibile è che quel gioco ha un sucXXXXX mondiale nonostante i prezzi esagerati!Esistono fior di MMORPG più economici.
        • LordAzuzu scrive:
          Re: Danni moltiplicati
          Mi fai un esempio di "fior di rpg" che costi meno di 13 al mese?Sono anni che gioco online, ne ho provati di tutti i colori, dai MUD durante l'università a WoW oggi, e ti garantisco che non ha paragoni.Oddio, forse il MUD qualche possibilità la ha, dato il suo fascino... :D
      • DarkOne scrive:
        Re: Danni moltiplicati
        - Scritto da: lordream
        in effetti per il potere di acquisto del nostro
        stipendio i 13 euro al mese sono un po tanti ma
        si risparmia facendo abbonamento annuale.. male
        che vada se non giochi qualche mese puoi freezare
        accountQuello che io non concepisco di questa tipologia di giochi è il modello full server side con pagamento mensile.Punto primo, questa cosa ti porta a massimizzare il tuo tempo che stai online, perchè hai pagato e quindi penso farebbe alquanto male tenere lì il gioco parcheggiato.Secondo, devi sottostare alle loro arbitrarie decisioni. Se, per un motivo o per un altro, decidono di cancellarti o bloccarti l'account dopo 1 anno di gioco sei XXXXXXX. Hai buttato via una barca di soldi per nulla.Se domani decidono di chiudere baracca e burattini, sei XXXXXXX. Non ti resta niente.Non pagherei mai e poi mai per un gioco simile.
        • lordream scrive:
          Re: Danni moltiplicati
          - Scritto da: DarkOne
          - Scritto da: lordream

          in effetti per il potere di acquisto del nostro

          stipendio i 13 euro al mese sono un po tanti ma

          si risparmia facendo abbonamento annuale.. male

          che vada se non giochi qualche mese puoi
          freezare

          account

          Quello che io non concepisco di questa tipologia
          di giochi è il modello full server side con
          pagamento
          mensile.
          Punto primo, questa cosa ti porta a massimizzare
          il tuo tempo che stai online, perchè hai pagato e
          quindi penso farebbe alquanto male tenere lì il
          gioco
          parcheggiato.da una parte è giusto.. io gioco da 6 anni e mi pago i miei 13 euro al mese.. non significa che ci gioco tutti i giorni ma che lo posso fare volendo.. o volendo non voglio piu giocare freezo l'account fino a che non mi torna la voglia.. è ben studiata come cosa ed è raro che uno non entra anche un'ora al giorno
          Secondo, devi sottostare alle loro arbitrarie
          decisioni. Se, per un motivo o per un altro,
          decidono di cancellarti o bloccarti l'account
          dopo 1 anno di gioco sei XXXXXXX. Hai buttato via
          una barca di soldi per
          nulla.non è arbitrario.. se succede è una conseguenza di cio che hai fatto.. esempio.. ti chiudono account se compri dai goldsellers e se ne accorgono.. e usi cheat.. se non segui le regole come non bestemmiare e non parlare di politica.. non succede random che ti cancellano l'account eh..

          Se domani decidono di chiudere baracca e
          burattini, sei XXXXXXX. Non ti resta
          niente.
          Non pagherei mai e poi mai per un gioco simile.tu chiuderesti una baracca di 12 milioni di utenti che ogni mese pagano 13 euro al mese? e con la prossima espansione prevista a novembre si arriverà a 15 milioni..io ci gioco da 6 anni e continuo a dire blizzard di m3rd4 o FU blizzy a seconda dei server ma hanno messo su un gioco davvero ben fatto ed in continua espansione
          • DarkOne scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            - Scritto da: lordream
            io ci gioco da 6 anni e continuo a dire blizzard
            di m3rd4 o FU blizzy a seconda dei server ma
            hanno messo su un gioco davvero ben fatto ed in
            continua
            espansioneNon metto in dubbio ciò che dici ma, personalmente, non pagherei mai per un gioco simile. In 6 anni hai speso la bellezza di quasi 1000 euro, per avere cosa? Io non lo concepisco, così come non concepisco come facciano le persone a buttare fiori di soldi per item, upgrade e roba varia pur di primeggiare.Certo, ognuno spende i suoi soldi come meglio crede...
          • arturo scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            - Scritto da: DarkOne
            - Scritto da: lordream

            io ci gioco da 6 anni e continuo a dire blizzard

            di m3rd4 o FU blizzy a seconda dei server ma

            hanno messo su un gioco davvero ben fatto ed in

            continua

            espansione

            Non metto in dubbio ciò che dici ma,
            personalmente, non pagherei mai per un gioco
            simile. In 6 anni hai speso la bellezza di quasi
            1000 euro, per avere cosa? Io non lo concepisco,
            così come non concepisco come facciano le persone
            a buttare fiori di soldi per item, upgrade e roba
            varia pur di
            primeggiare.
            Certo, ognuno spende i suoi soldi come meglio
            crede...ti quoto al 100% .. piuttosto che buttarli li i soldi, mi prendo dell' hardware , oppure vari giochi di tutt'altro genere ...poi come dici, ognuno sceglie di buttare i soldi dove vuole ...
          • DarkOne scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            - Scritto da: arturo
            poi come dici, ognuno sceglie di buttare i soldi
            dove vuole
            ...Anni fa ho giocato a "Metin 2", non so se qualcuno lo conosce.All'inizio era divertente: gratuito, senza troppi impegni. Poi hanno iniziato ad inserire oggetti speciali a pagamento, solo tramite i quali potevi eccellere ed avere oggetti ben potenziati. Poi hanno inserito zone bloccate in cui accedere solo tramite pagamento (e a tempo).Io ho conosciuto gente che buttava centinaia di euro al mese per comprare questa roba...(oltre a passare le nottate al pc). Ebbene io questo non lo concepisco proprio...contenti loro di buttare soldi per qualcosa che comunque non è loro.
          • lordream scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            - Scritto da: DarkOne
            - Scritto da: arturo

            poi come dici, ognuno sceglie di buttare i soldi

            dove vuole

            ...

            Anni fa ho giocato a "Metin 2", non so se
            qualcuno lo
            conosce.
            All'inizio era divertente: gratuito, senza troppi
            impegni. Poi hanno iniziato ad inserire oggetti
            speciali a pagamento, solo tramite i quali potevi
            eccellere ed avere oggetti ben potenziati. Poi
            hanno inserito zone bloccate in cui accedere solo
            tramite pagamento (e a
            tempo).

            Io ho conosciuto gente che buttava centinaia di
            euro al mese per comprare questa roba...(oltre a
            passare le nottate al pc). Ebbene io questo non
            lo concepisco proprio...contenti loro di buttare
            soldi per qualcosa che comunque non è
            loro.su wow gli item non si possono comprare..o te li conquisti o niente da fare.. cmq in 6 anni mi ha dato tantissime ore di divertimento.. ci sta gente che passa le serate al bar o con passatempi ben piu cari.. qui mi ritrovo coi miei amici e gioco.. il prezzo per tutto questo non mi pare neanche tanto caro..
          • urrr scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            E' quesot che non riescon o a capire.In qualche anno di wow mi sono fatto TANTISSIMI amici in tutta Italia (ancora organizziamo megaraduni fantastici).Ho migliorato TANTISSIMO il mio inglese (per un anno ho giocato solo con stranieri.Il tutto senz amai esagerare è, la vita sociale ha la priorità...13 euro al mese non sono niente per il divertimento che mi ha dato e per gli amici che ho conosciuto.Ci sono certi amanti di giochi per console o PC che magari comprano 10-11 giochi all'anno (usato o nuovi)... Alla fine spendono più di me e non si fanno un vero gruppo di amici online.La gente prima di criticare e soprattutto GIUDICARE dovrebbe farsi un esamino di coscienza, ma soprattutto PENSARE e PENSARE.Non avete la veritò del mondo in mano, signori.
          • Talking Head scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            Si paga per il divertimento, non ci trovo nulla di strano.Nella mia vita ho speso a 14 anni centinaia di migliaia di lire in sala giochi, dai 18 ai 30 5mila lire prima e 5 poi a settimana per l'affitto del campo da calcetto settimanale. Cosa mi è rimasto? Niente di pratico o solido, ma non è che si paga solo per un oggetto, si paga anche per un'esperienza, per un'ora di divertimento, per un ricordo divertente da ritirare fuori con gli amici.Gestire un server ha dei costi, farsi pagare per il servizio è assolutamente ragionevole, e non ci trovo niente di strano neanche in chi paga per giocare: il costo alla fine è molto moderato, se lo dividi per il tempo che impiega in media nel gioco un giocatore di WoW.Completamente diversi, sia come modello di business sia come giudizio su chi paga, i giochi in cui paghi per avere gli oggetti, lì si va sul malato.
          • urrr scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            ogni volta che leggo una tua risposta penso "ecco l'unico utente di PI che è un piacere da leggere"grandissimo.
          • Talking Head scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            Troppo gentile :)
      • pippo scrive:
        Re: Danni moltiplicati
        13 eur al mese, anche meno usando abbonamento annuale, non mi sembra sta gran cifra a dire il vero, anzi, mi sembra una delle forme di intrattenimento piu' a buon mercato...
    • Anonymous scrive:
      Re: Danni moltiplicati
      - Scritto da: Wolf01
      " Danni che la corte ha calcolato moltiplicando
      200 dollari per ciascuno degli utenti del server
      privato. "
      Mah, sta mania delle moltiplicazioni dei danni...
      Bhe, allora ai miei futuri clienti provvederò a
      moltiplicare per 400 ogni così per moda, tanto
      è sempre il consumatore alla fine che ci rimette,
      cosa vuoi che siano 88milioni di dollari in
      confronto a quanto sborsato da 427mila utenti, le
      aziende non ci rimetteranno
      mai.La faccenda è totalmente differente. I tuoi clienti non commettono reato. Qui invece si usa il lavoro altrui per fare soldi, la quale può essere considerata una forma di schiavismo. Per quale motivo TU dovresti reputarti meglio degli altri, approfittare del loro lavoro e guadagnarci quando non hai minimamente contribuito a nulla?Da qui, a tutto il resto.

      Ma comunque anche Blizzard, se tenesse i
      prezzucci un po' più bassi per WoW magari potrei
      farci un pensierino... è l'unico gioco Blizzard
      che non ho, a parte i vecchissimi fatti ancora
      prima di Warcraft
      1E' ancora più da idioti spendere soldi per un gioco, quando chi lo mantiene non è il vero releaser. A sto punto paga direttamente la Blizz e basta.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Danni moltiplicati
        Il concetto è che fanno spesso calcoli sui presunti danni in modo assurdo.
        • Anonymous scrive:
          Re: Danni moltiplicati
          - Scritto da: Sgabbio
          Il concetto è che fanno spesso calcoli sui
          presunti danni in modo
          assurdo.Questo è n'altro discorso e comprendo. Basta vedere le menate di RIAA & Co. per capire sta cosa.
        • apple scrive:
          Re: Danni moltiplicati
          Il calcolo che fanno non può essere solo riferito al mancato guadagno, ma deve per forza essere punitivo altrimenti non avrebbe senso, per questo stimano cifre così alte in rapporto al danno effettivo.
          • Talking Head scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            apple, non hai idea di quello che dici.Prova, dopo aver fatto un incidente per colpa altrui, a chiedere di più di quanto ti spetta "così impara".Mi ripeto, le cause di risarcimento civili non possono essere punitive, bisogna risarcire il danno ESATTO provocato. Eventuali scopi didattici o di dissuadimento spettano a cause penali e multe, con soldi incassati dallo stato e non dall'azienda che ha denunciato.Eliminate le cavolate come "risarcimenti punitivi", che non fanno bene al forum e al livello della discussione, il risarcimento è ridicolo.Risarcire per intero il danno come se 500k persone avrebbero giocato a WoW originale significa non avere chiaro cosa significa la statistica e i valori attesi. Sarebbe come risarcire l'importo pieno ad un tipo che dice che per via dell'incidente non ha potuto giocare al SuperEnalotto e avrebbe potuto vincere 60M.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Danni moltiplicati
        Bhe, hanno messo su e moddato il server, e sicuramente creato delle patch o qualcosa per far connettere WoW ai loro server e non a quelli ufficiali, qualcosa l'hanno fatto :PPoi considera che, stando all'articolo eh, lì pagavi da 3$ a 30$ in base a quello che volevi equipaggiare, alla Blizzard paghi 13 al mese, in barba a quello che vorresti equipaggiare.IMHO il miglior modo è e resterà il VECCHIO battle.net, quello di Starcraft, di Warcraft 2 e di Diablo I e II, vuoi cheattare? ok, ti fai il tuo server dedicato (2-8 persone) e giochi in open, Blizzard non è responsabile di uccisioni, furti, perdita di equip o del salvataggio stesso.Potevano fare dei reami gratuiti e limitati che ne so a 20 persone, meno equip, dove si sta in un reame alla volta senza poter andare negli altri a meno di non uscire e rientrare scegliendo il reame diverso.Se poi vuoi provare la vera esperienza MMORPG allora paghi, altrimenti giochi in open.Questa è una delle scelte che critico fortemente della Blizzard (l'altra scelta è quella di aver levato la LAN da SC2)
        • Mettiuz scrive:
          Re: Danni moltiplicati
          - Scritto da: Wolf01
          Potevano fare dei reami gratuiti e limitati che
          ne so a 20 persone, meno equip, dove si sta in un
          reame alla volta senza poter andare negli altri a
          meno di non uscire e rientrare scegliendo il
          reame
          diverso.Hai almeno una vaga idea di cosa sia WoW?
          • Panna Rosa scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            Secondo me no...
          • Mettiuz scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            Ti posso assicurare che l'esperienza di gioco di wow è completamente diversa da qualsiasi altro mmorpg e tutto il caos che temi non c'è.Detto questo se sei abituato a giocare praticamente in solitaria il gioco finisce una volta raggiunto il massimo livello.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            e si ricomincia con un altro eroe...Bisogna proprio dover tirar fuori 3 stipendi all'anno per giocare?Comunque di MMORPG ne ho provati moltissimi, gran parte grazie ai 15gg di prova, che non ho mai completato perchè poi mi ritrovavo a giocarci per 2 o 3 giornate intere, da solo, e per cosa? Almeno in giocatore singolo posso costruirmi e moddarmi le mappe e le armi, ad esempio Oblivion e ogni volta avere un'esperienza di gioco nuova, gratuita e soddisfacente.Se devo stare a chiacchierare con gli amici ho MSN e IRC, non ci gioco assieme perchè loro giocano a giochi che non mi piacciono o non giocano proprio perchè troppo presi dal loro lavoro.
    • mcguolo scrive:
      Re: Danni moltiplicati
      - Scritto da: Wolf01
      " Danni che la corte ha calcolato moltiplicando
      200 dollari per ciascuno degli utenti del server
      privato. "
      Mah, sta mania delle moltiplicazioni dei danni...Guarda, dato che l'account costa 13 al mese, 200$ vuol dire più o meno 15 mesi... mi sembra il calcolo più onesto da quando è cominciata la battaglia del copyright (per lo meno qui si può effettivamente calcolare una perdita precisa!)...
      • Talking Head scrive:
        Re: Danni moltiplicati
        Non è onesto.Non per la somma per ogni utente, ma per il numero di utenti. L'assunzione che viene sempre fatta in questi processi è che TUTTI i 500k avrebbero pagato la Blizzard per giocare se non ci fosse stato il server gratuito. Nella realtà questo non è vero, molti non avrebbero giocato ad un MMORPG, altri avrebbero giocato ad un MMORPG gratuito, qualcuno avrebbe pagato la Blizzard.L'azienda ha fatto profitti, 3M di euro che doverosamente spettano alla Blizzard visto che sono stati fatti a partire da una loro proprietà intellettuale. Il loro procurato danno è invece assolutamente farlocco, c'è un mercato aperto e il prezzo non è assolutamente trascurabile: quello che compro gratuitamente non necessariamente lo compro a 13 al mese. Se non ci fosse stato WoW gratuito magari giocavano a Fiesta Free... perché il procurato danno è della Blizzard e non dei MMORPG free che si sono visti una competizione falsata?E' lo stesso ragionamento che dice che se io scarico 1000 CD ho procurato un danno da 20000 alle case discografiche in mancati acquisti, senza considerare che se non fossero stati free ne avrei comprati un paio.
        • apple scrive:
          Re: Danni moltiplicati
          - Scritto da: Talking Head
          Non è onesto.

          Non per la somma per ogni utente, ma per il
          numero di utenti. L'assunzione che viene sempre
          fatta in questi processi è che TUTTI i 500k
          avrebbero pagato la Blizzard per giocare se non
          ci fosse stato il server gratuito. Nella realtà
          questo non è vero, molti non avrebbero giocato ad
          un MMORPG, altri avrebbero giocato ad un MMORPG
          gratuito, qualcuno avrebbe pagato la
          Blizzard.

          L'azienda ha fatto profitti, 3M di euro che
          doverosamente spettano alla Blizzard visto che
          sono stati fatti a partire da una loro proprietà
          intellettuale.i risarcimenti devono essere punitivi, per questo motivo si fanno conteggi di questo tipo, servono a scoraggiare da queste pratiche, se si limitasse il risarcimento al solo effettivo mancato guadagno questo non sarebbe un deterrente sufficiente.
          Il loro procurato danno è invece assolutamente
          farlocco, c'è un mercato aperto e il prezzo non è
          assolutamente trascurabile: quello che compro
          gratuitamente non necessariamente lo compro a 13
          al mese. Se non ci fosse stato WoW gratuito
          magari giocavano a Fiesta Free... perché il
          procurato danno è della Blizzard e non dei MMORPG
          free che si sono visti una competizione
          falsata?Semplicemente perché è Blizzard che ha fatto causa ed è sua la proprietà intellettuale che è stata sfruttata.
          E' lo stesso ragionamento che dice che se io
          scarico 1000 CD ho procurato un danno da 20000
          alle case discografiche in mancati acquisti,
          senza considerare che se non fossero stati free
          ne avrei comprati un
          paio.Siccome non sono free se li hai scaricati li avresti dovuti pagare, quindi il procurato danno è effettivo.
          • Talking Head scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            Perché invece di rispondere punto per punto non hai risposto semplicemente "Non ho idea di come funzioni il risarcimento civile nel mondo... me lo spieghi?"Non è che sia un problema non conoscere le cose, ma evitavi di farmi leggere quella roba tipo "i risarcimenti devono essere punitivi".Un conto è il penale (se vai veloce in macchina vieni punito dallo stato), un conto è il risarcimento di un danno (se mi prendi mentre vai veloce in macchina e mi fai un danno, mi risarcisci quel danno).Quel danno. Non è punitivo. Non è che se è colpa tua mi risarcisci di più "Così impari a andare veloce". Se lo stato vuole agire in modo punitivo (eventuali multe), le multe vanno allo stato, non a chi ha subito il danno. Chi ha subito il danno ottiene esattamente il rimborso del danno subito, di qualsiasi tipo. E vi è un'ampia giurisprudenza in tutto il mondo sul conteggio dei danni in questo genere di cose, sempre mirato a quantificare esattamente il danno subito (aggiungendo danno morale, fisico, mancati guadagni, etc etc)Dai, hai imparato una cosa nuova.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Danni moltiplicati
            Come ti ha detto prima sempre TalkingHead, i risarcimenti punitivi li deve fare lo Stato penalmente, per gli illeciti amministrativi non c'è punizione e si paga solo il danno arrecato.Altrimenti perchè il consumatore non può richiedere un danno moltiplicato ad un'azienda qualora il bene acquistato sia non conforme alle specifiche?Ad esempio dopo 45 giorni mi si è rotto il NAS per i backup, secondo sta farsa della "punizione" avrei dovuto chiederne 10 in cambio visto che avrei potuto perdere le foto e i documenti memorizzati?
            Siccome non sono free se li hai scaricati li avresti
            dovuti pagare, quindi il procurato danno è effettivo.Siccertocomenò, 23 brani 20 milioni di dollari :ehsisi:
        • shevathas scrive:
          Re: Danni moltiplicati

          Non per la somma per ogni utente, ma per il
          numero di utenti. L'assunzione che viene sempre
          fatta in questi processi è che TUTTI i 500k
          avrebbero pagato la Blizzard per giocare se non
          ci fosse stato il server gratuito. Nella realtà
          questo non è vero, molti non avrebbero giocato ad
          un MMORPG, altri avrebbero giocato ad un MMORPG
          gratuito, qualcuno avrebbe pagato la
          Blizzard.
          purtroppo in certi casi bisogna fare delle stime dei danni potenziali e non si possono fare i conti precisi al millimetro.Ad esempio supponi di essere un libero professionista e di venire mandato KO per un mese da un idiota sulle strisce. Come quantificare il danno ? giocoforza consideri un guadagno medio mensile magari basandoti su quanto guadagnato gli anni scorsi. E se al momento dell'incidente era all'inizio di un periodo di magra e l'hanno scorso invece era un periodo di vacche grasse ?
          E' lo stesso ragionamento che dice che se io
          scarico 1000 CD ho procurato un danno da 20000
          alle case discografiche in mancati acquisti,
          senza considerare che se non fossero stati free
          ne avrei comprati un
          paio.rovescio il tuo ragionamento: io 100% di responsabilità, causo un incidente ad un camion e causo la distruzione di 1.000 CD dell'album "marco carta canta i successi di pupo". Li devo risarcire tutti anche se quel CD è entrato nel guinness dei primati come il CD meno venduto del mondo ?
          • Talking Head scrive:
            Re: Danni moltiplicati

            purtroppo in certi casi bisogna fare delle stime
            dei danni potenziali e non si possono fare i
            conti precisi al
            millimetro.
            Ad esempio supponi di essere un libero
            professionista e di venire mandato KO per un mese
            da un idiota sulle strisce. Come quantificare il
            danno ? giocoforza consideri un guadagno medio
            mensile magari basandoti su quanto guadagnato gli
            anni scorsi. E se al momento dell'incidente era
            all'inizio di un periodo di magra e l'hanno
            scorso invece era un periodo di vacche grasse
            ?E' esattamente quello che sto dicendo. Si fanno valori attesi. Se per un mese non lavori, ti viene risarcito un mese medio, non il mese migliore della tua vita. Se volevi giocare al superenalotto, non ti viene risarcito il possibile primo premio che non hai potuto vincere, ma al massimo il danno personale di non poter giocare quando ti avrebbe divertito.Dire che i 500k giocatori del server pirata avrebbero tutti giocato a WoW originale in assenza dell'alternativa pirata non è una stima ragionevole, è una stima causata da lobbying e giudici poco competenti in termini di gioco online.Una stima ragionevole dovrebbe partire da uno studio econometrico sulla possibile sostitutibilità dei MMORPG, sul fattore prezzo, e tenere in conto anche dei vantaggi che un server pirata porta alla Blizzard: conosco personalmente due persone che hanno scaricato WoW pirata per giocarlo su server pirata e poi, delusi dal servizio, hanno deciso di comprarlo originale.
            rovescio il tuo ragionamento: io 100% di
            responsabilità, causo un incidente ad un camion e
            causo la distruzione di 1.000 CD dell'album
            "marco carta canta i successi di pupo". Li devo
            risarcire tutti anche se quel CD è entrato nel
            guinness dei primati come il CD meno venduto del
            mondo
            ?Fortunatamente non stiamo parlando di cose ignote ma di cose note, la risposta è chiarissima (almeno in Italia, ma in questi ambiti le legislazioni mondiali non sono molto diverse):ti risarcisco il valore dei CD in produzione (non alla vendita) più eventuali danni dati dal fatto che non hai potuto vendere. Quindi ad esempio se i CD ti sono costati 2 l'uno, ti ridò i 2000. In più si stima quante mancate vendite ti ho causato per via della mancanza di scorte, e ti ridò la differenza: se il costo alla vendita era 10, ti ridò 6 per ogni copia che non hai potuto vendere (2 sarebbero andati comunque in IVA). Non è che se io decido che un foglietto di carta valeva 1000 e tu me lo rompi mi ridai 1000.Nel caso in questione visto che di danni reali non ce ne sono stati, si calcolano solo i dati in mancate vendite.
          • shevathas scrive:
            Re: Danni moltiplicati

            Una stima ragionevole dovrebbe partire da uno
            studio econometrico sulla possibile
            sostitutibilità dei MMORPG, sul fattore prezzo, e
            tenere in conto anche dei vantaggi che un server
            pirata porta alla Blizzard: conosco personalmente
            due persone che hanno scaricato WoW pirata per
            giocarlo su server pirata e poi, delusi dal
            servizio, hanno deciso di comprarlo
            originale.
            si potrebbe fare tranquillamente a patto che le spese per tutte queste indagini di mercato e valutazioni vadano addebitate alla parte soccombente... anche perché per arrivare a questa stima si devono fare delle signore indagini di mercato.
            ti risarcisco il valore dei CD in produzione (non
            alla vendita) più eventuali danni dati dal fatto
            che non hai potuto vendere.
            indipendentemente dal fatto che quei cd al 99% me li sarei ritrovati sul groppone.

            Nel caso in questione visto che di danni reali
            non ce ne sono stati, si calcolano solo i dati in
            mancate
            vendite.quoto.
          • Talking Head scrive:
            Re: Danni moltiplicati

            si potrebbe fare tranquillamente a patto che le
            spese per tutte queste indagini di mercato e
            valutazioni vadano addebitate alla parte
            soccombente... anche perché per arrivare a questa
            stima si devono fare delle signore indagini di
            mercato.Certo, è quello che accade.Ogni azienda farà le sue indagini di mercato, il giudice ne potrebbe chiedere una terza indipendente nel caso in cui i soldi in gioco siano tanti, e poi chi perde paga tutto.Nota, chi perde non è necessariamente chi paga. Se il server pirata aveva accettato di pagare 1M e la Blizzard ne vuole 20M, se alla fine si decide per 1.3M il giudice può anche valutare che ognuno paga le sue spese visto che entrambe hanno abusato del tempo della corte.

            ti risarcisco il valore dei CD in produzione
            (non

            alla vendita) più eventuali danni dati dal fatto

            che non hai potuto vendere.


            indipendentemente dal fatto che quei cd al 99% me
            li sarei ritrovati sul
            groppone.Sì, ma questo non si può sapere.Il valore è dato dal mercato. Tu hai comprato i CD dal produttore a 2, questo prova che il loro valore, per te, è almeno 2. Ridare i 2 è corretto, anche se per te è un caso fortunato (come se ti va a fuoco la casa assicurata per più del suo valore).Invece se tu li vuoi rivendere a 10 o a 20 non conta, visto che ancora domanda e offerta non si sono venute incontro.
          • angros scrive:
            Re: Danni moltiplicati

            Nel caso in questione visto che di danni reali
            non ce ne sono stati, si calcolano solo i dati in
            mancate
            vendite.Ma per i contenuti, si può parlare di mancate vendite, visto che non li vendi (li dai solo in licenza)?
  • bernoccolo scrive:
    scapegaming
    Ci giocai abbastanza da sentire gente urlare e piangere via teamspeak perchè avevano buttato qualcosa coome 600 per equip. Che pagliacci.Però il server, bisogna ammetterlo, era popolatissimo e si beccavano un sacco di italiani.
    • LordAzuzu scrive:
      Re: scapegaming
      Ci giocavo anche io, su Legion.Sono contento che Alysson sia stata XXXXXXXX, è stata una grandissima XXXXXXX :)
  • lordream scrive:
    giusto..
    sentenza giusta visto che ci lucravano ma mi è dispiaciuto lo stesso quando hanno chiuso bnetd
  • Francesco scrive:
    Per favore, l'italiano..
    "World of Warcraft è mondo parallelo, ma solo ufficiale."ma cosa vuol dire"? e' italiano?? "World of Warcraft è UN mondo parallelo, ma E' IL solo ufficiale."fa lo stesso abbastanza schifo, ma almeno e' piu' decente di prima.Suvvia, sforzatevi un po'..
    • bertuccia scrive:
      Re: Per favore, l'italiano..
      Ehhh chissa'.... ma chisse ne frega no ?Proponiti tu a scrivere per PI no ? Almeno alzi il livello.
      • anonimo scrive:
        Re: Per favore, l'italiano..
        - Scritto da: bertuccia
        Ehhh chissa'.... ma chisse ne frega no ?
        è arrivato quello del chi se ne frega, se non te ne frega non rispondere e passa avanti
        Proponiti tu a scrivere per PI no ? Almeno alzi
        il
        livello.Discorsi del razzo, se vedi un palazzo da cui cadono mattoni e uno si lamenta gli dirai di costruirlo lui la prossima volta
        • ... scrive:
          Re: Per favore, l'italiano..


          è arrivato quello del chi se ne frega, se non te
          ne frega non rispondere e passa
          avantiadesso manca quello del"Con tutti i problemi che ci sono in Italia vai a pensare a queste stupidaggini"
      • Bohboh scrive:
        Re: Per favore, l'italiano..
        - Scritto da: bertuccia
        Ehhh chissa'.... ma chisse ne frega no ?

        Proponiti tu a scrivere per PI no ? Almeno alzi
        il
        livello.Ha ragione lui, non si capisce una XXXX di quella frase. Se ce ne freghiamo dell'italiano siamo a posto...
        • Frak scrive:
          Re: Per favore, l'italiano..
          - Scritto da: Bohboh
          - Scritto da: bertuccia

          Ehhh chissa'.... ma chisse ne frega no ?



          Proponiti tu a scrivere per PI no ? Almeno alzi

          il

          livello.

          Ha ragione lui, non si capisce una XXXX di quella
          frase. Se ce ne freghiamo dell'italiano siamo a
          posto...Ormai in Italia menefreghismo e benaltrismo regnano insieme alla crassa ignoranza
      • vivo scrive:
        Re: Per favore, l'italiano..
        Un macaco non può che fregarsene della logica e della grammatica: a te interessa solo la mela. Complimenti per l'ennesima figura.
    • Quotator Maximus scrive:
      Re: Per favore, l'italiano..
      - Scritto da: Francesco
      "World of Warcraft è mondo parallelo, ma solo
      ufficiale."

      ma cosa vuol dire"? e' italiano??

      "World of Warcraft è UN mondo parallelo, ma E' IL
      solo
      ufficiale."QUOTO.
    • BLah scrive:
      Re: Per favore, l'italiano..
      Quoto. Anche io ho fatto fatica a capire se fosse una frase errata o cosa... Forse avevano un limite di caratteri?
      • Osvy scrive:
        Re: Per favore, l'italiano..
        - Scritto da: BLah
        Quoto. Anche io ho fatto fatica a capire se fosse
        una frase errata o cosa... Forse avevano un
        limite di caratteri?Ma era un modo "sincopato" di scrivere, in giornalismo si usa,se ti rivolgi a voce ad uno e gli dici "cmq" non va,ma se lo scrivi in un sms è quasi la regola.Forse non è elegantissima, ma non ci farei una querelle sopra. saluti
Chiudi i commenti