HP, denuncia infiammabile

Class action per la falla di sicurezza recentemente individuata in alcune sue stampanti
Class action per la falla di sicurezza recentemente individuata in alcune sue stampanti

HP è stata denunciata perché le sue stampanti potrebbero essere violate e rese esplosive .

L’accusa è al centro di una class action depositata dal californiano David Goldblatt e deriva dalla scoperta effettuata dai ricercatori dell’Università della Columbia: le stampanti HP LaserJet costruite prima del 2009 accetterebbero aggiornamenti firmware senza verificarne l’origine e questa via potrebbe essere sfruttata con malware a fini di spionaggio, per farla smettere di funzionare o, spiegavano i ricercatori, addirittura farla prendere fuoco.

HP ha riconosciuto il problema di sicurezza, ma ha negato la possibilità che la stampante possa essere data alle fiamme a distanza.

La class action afferma inoltre che HP sarebbe stata a conoscenza della falla di sicurezza prima dei ricercatori universitari, dal 2010 quando aveva commissionato un rapporto alla società di analisi Quocirca. (C.T.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti