HP e i tablet trasformabili per Android e Windows 8

Due nuovi sistemi ibridi capaci di funzionare sia come tablet che come laptop con tastiera opzionale. La differenza, oltre al sistema operativo e l'hardware, la fa il prezzo
Due nuovi sistemi ibridi capaci di funzionare sia come tablet che come laptop con tastiera opzionale. La differenza, oltre al sistema operativo e l'hardware, la fa il prezzo

Hewlett-Packard ha in serbo un paio di novità informatiche nella forma di sistemi ibridi, dispositivi in grado di funzionare sia come tablet multi-touch che come laptop di ridotte dimensioni quando collegati a una tastiera accessoria. Il primo – SlateBook x2 – è un gadget Android, mentre il secondo – Split x2 – è un PC equipaggiato con Windows 8.

SlateBook x2 ricorda il Transformer di Asus ed è dotato di uno schermo da 10,1 pollici (IPS) con risoluzione di 1920×1200 pixel, processore SoC Tegra 4 della premiata ditta NVIDIA e sistema operativo Android Jelly Bean (4.2.2). Una volta connesso alla tastiera (con trackpad), lo SlateBook x2 fornisce all’utente una durata della batteria prolungata.

La medesima caratteristica è d’altronde parte del pacchetto Split x2 , anche se in questo caso si parla di un dispositivo basato su architettura PC (x86) propriamente detta e dotato di un sistema operativo desktop (Windows 8).

Lo schermo di Split x2 misura 13,3 pollici e ha una risoluzione di 1366×768 pixel, processore Intel Ivy Bridge Core i5/i3 e unità di storage SSD da 128 Gigabyte integrata nel corpo principale del dispositivo. Oltre alla batteria aggiuntiva, la tastiera di Split x2 fornisce un’ulteriore unità di archiviazione da 500 Gigabyte (HDD) e porte di espansione inclusive di collegamenti USB 3.0.

HP comunica che il costo di SlateBook x2 sarà di 480 dollari, mentre Split x2 costerà 800 dollari. Entrambi i sistemi dovrebbero essere disponibili al pubblico a partire da agosto.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 05 2013
Link copiato negli appunti