HP svela le memorie nane

Gli scienziati di HP hanno compiuto un altro passo avanti verso l'integrazione del silicio con le nanotecnologie, svelando un futuro in cui 1.000 chip potranno stare sulla punta di un ago. Un futuro tutt'altro che lontano


Palo Alto (USA) – Hewlett-Packard, uno dei colossi dell’IT più impegnato nello sviluppo dei cosiddetti “nanochip”, ossia circuiti di dimensioni inferiori a 100 nanometri, ha appena annunciato di aver raggiunto un altro importante traguardo nel settore delle nanotecnologie: la produzione di chip di memoria che utilizzano switch basati su molecole.

“Questa è la prima dimostrazione – ha spiegato HP in un comunicato – di come la logica molecolare e i chip di memoria tradizionali possano lavorare assieme sugli stessi circuiti in nanoscala”.

I nuovi circuiti misurano meno di un micron quadrato: questo significa che 1.000 di essi posso comodamente stare sulla punta di un ago. Questi chip possono essere utilizzati per creare memorie per computer di capacità centinaia di volte maggiore a quelle odierne o per potenziare le future generazioni di processori.

La caratteristica più interessante della tecnologia di HP è proprio quella di poter garantire un passaggio “soft” verso l’era delle nanotecnologie e consentire la progressiva integrazione, nei chip basati sul silicio, di componenti molecolari.

Come si è riportato all’inizio dell’anno , HP ha brevettato, insieme all’Università della California, un modo per aggirare uno dei più grossi ostacoli alla creazione di computer molecolari.

La scoperta di HP dà ai ricercatori un mezzo per controllare il flusso di informazioni in questi minuscoli circuiti e integrare in un singolo nanochip, attraverso la sua suddivisione in diverse aree di calcolo indipendenti, uno svariato numero di funzioni.

“Io penso che nel giro di 10 anni avremo certamente un circuito ibrido composto da molecole e silicio”, ha affermato Stanley Williams, lo scienziato di HP che insieme a Kuekes ed a James Heath dell’UCLA stanno lavorando a questo progetto. “Le molecole costituiranno il motore pensante del sistema mentre il silicio sarà il dispositivo di input/output e il fornitore di elettricità”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Speriamo...
    Speriamo che fermi la pirateria e che la gente la smetta di scaricare divx, di questo passo il cinema fallisce. Poveri attori e poveri produttori, lavorano duro e il mercato non li paga, il mondo è pieno di disonesti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Speriamo...
      Poveri produttori? Poveri attori?Casomai povero me che pago 30 euro un dvd...Ma chi cavolo vai a difendere?
    • Anonimo scrive:
      [OT] Re: Speriamo...
      : )tutta colpa dei pirati echer linuxari!si vede che oggi mancano le solite notizie e i troll sono un po' a spasso...- Scritto da: Cesare Giocondi Abb.sso
      Speriamo che fermi la pirateria e che la
      gente la smetta di scaricare divx, di questo
      passo il cinema fallisce. Poveri attori e
      poveri produttori, lavorano duro e il
      mercato non li paga, il mondo è pieno di
      disonesti.
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Re: Speriamo...
        tranquilli, Cesare Giocondi di Abbiategrasso è famoso per le sue esternazioni, è il mio comico preferito, fatevi un giro su ilnuovo e leggete i commenti che lascia...
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Re: Speriamo...
        Bravo difendili:eh si,si fa presto a dare la colpa alla pirateria informatica quando sono le stesse case che con il loro prezzi assurdi istigano alla pirateria!La pirateria c'è e c'è sempre stata ed è un chiaro segno che molte persone pensano che il diritto d'autore e la proprietà intelletuale non siano altro che un pretesto per le case di imporre i loro prezzi (gonfiati si intende!)
  • Anonimo scrive:
    Ullallà che fantasia gli utenti di PI (proposte?)
    ... voglio dire: fino ad ora nel forum ci sono solo critiche distruttive. Non funziona, si sprotegge, è una cretinata, il cassettaro sottocasa costa meno etc etc...Ma una critica costruttiva? Insomma uno che fa un film e vorrebbe guadagnarci sopra che deve fare? Non mi dite regalarlo o venderlo a due lire... il comunismo (purtroppo) non va più di moda...Intavoliamo un discorso costruttivo: qual è la soluzione alla pirateria? Abbassare i prezzi potrebbe essere interessante ma chiaramente non si possono portare al livello di un supporto vuoto... visto che c'è anche il contenuto...Proposte?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ullallà che fantasia gli utenti di PI (proposte?)
      1.abbassiamo anche il prezzo del supporto vuoto2.diventiamo tutti ricchi3.finchè sei più ricco di me e posso fotterti lo faccio=la pirateria non muore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ullallà che fantasia gli utenti di PI (proposte?)
        - Scritto da: Polemico
        1.abbassiamo anche il prezzo del supporto
        vuoto
        2.diventiamo tutti ricchi
        3.finchè sei più ricco di me e posso
        fotterti lo faccio=la pirateria non muore.Io sono poverello... quindi dimmi chi sei che è un po' che non fotto un uomo...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ullallà che fantasia gli utenti di PI (propost

      Intavoliamo un discorso costruttivo: qual è
      la soluzione alla pirateria? prezzi bassi e niente limitazioni...tutto qua...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ullallà che fantasia gli utenti di PI (propost
        Semplice, diretto ed efficace.E la Major si complicano la vita a fare cose che costano tanto e hanno limitazioni ...Bravo! Sono d'accordo
  • Anonimo scrive:
    La zappa sui piedi (precisazione)
    Secondo me si tirano la zappa sui piedi, ma non perchè la gente non noleggerà affatto facendo fallire l'iniziativa, ma bensì la gente comincerà a cercare il modo di rendere "liberi" i film scaricati (sono sicuro che prima o poi molti ci tenteranno e qualcuno ci riuscirà), da quel momento in poi decine di film (sempre che la getione del/dei mega-servers sia cosa fattibile) verranno scaricati e sprotetti...Magari mi sbaglio ma pensate un attimo.Se scarico un film sul mio HD, DEVE per forza esserci il modo di reversare il sistema di protezione utilizzato...Accetto commenti e opinioni :)
    • Anonimo scrive:
      Re: La zappa sui piedi (precisazione)
      E' evidente...dovessi mettere una videocamera davanti al monitortenterei in tutti i modi di copiarmelo per diana.
      • Anonimo scrive:
        Re: La zappa sui piedi (precisazione)
        - Scritto da: Polemico
        E' evidente...
        dovessi mettere una videocamera davanti al
        monitor
        tenterei in tutti i modi di copiarmelo per
        diana.Per diana chi? Diana Spencer?
  • Anonimo scrive:
    la catena de sant'antonio
    IMHO funziona così:- dei manager/ingegneri convincono i megamiliardari proprietari delle major che stavolta hanno in mano una tecnologia a prova di pirateria e un'idea che farà loro guadagnare soldi a palate- i babbioni ci cascano e il manager si becca un sacco di soldi- quando le cose (come è ovvio) si mettono male i manager scappano col bottino e la major rimangono lì come dei fessi sempre più in crisi per aver buttato dei soldi, e vogliono rifarsi sugli utenti, con la prossima geniale idea di qualche giovane manager (vedi napster, protezione cd, DVD, ecc)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: la catena de sant'antonio
      Si'. Funziona proprio cosi'. :)))))))))- Scritto da: GuidoX
      IMHO funziona così:
      - dei manager/ingegneri convincono
      i megamiliardari proprietari delle
      major che stavolta hanno in mano
      una tecnologia a prova di pirateria
      e un'idea che farà loro guadagnare
      soldi a palate
      - i babbioni ci cascano e il manager si
      becca un sacco di soldi
      - quando le cose (come è ovvio) si mettono
      male i manager scappano col bottino
      e la major rimangono lì come dei fessi
      sempre più in crisi per aver buttato dei
      soldi, e vogliono rifarsi sugli utenti,
      con la prossima geniale idea di qualche
      giovane manager (vedi napster, protezione
      cd,
      DVD, ecc)
      Ciao
  • Anonimo scrive:
    scelte sbagliate
    due i motivi che mi fanno credere che questa nuova iniziativa finirà male:- le limitazioni d'uso sono fastidiose, spesso facili da aggirare, ma soprattutto ricordano all'utente che le major sono soprattutto avide;- gestire un server dal quale le persone scaricano file da 700 mega per le major è una spesa incredibile, che inevitabilmente si ripercuoterà nel prezzo di noleggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: scelte sbagliate
      Dunque...il prezzo di noleggio sembrerebbe essere tra i 3 e i 4 euro; le limitazioni di cui sopra dovrebbero essere volte a permettere di utilizzare il film per 24 ore e di non poterlo copiare o diffondere.Detto sinceramente: NON noleggerei mai un film da loro, e solo per una pura questione di principio.Solo, per chi se lo ricorda, per il processo sul DeCss: gli è piaciuto colpire uno a caso per poteggere i loro profitti? Bene.Adesso cosa vogliono?
      • Anonimo scrive:
        Re: scelte sbagliate
        - Scritto da: xlthlx
        Dunque...
        il prezzo di noleggio sembrerebbe essere tra
        i 3 e i 4 euro; le limitazioni di cui sopra
        dovrebbero essere volte a permettere di
        utilizzare il film per 24 ore e di non
        poterlo copiare o diffondere.
        Detto sinceramente: NON noleggerei mai un
        film da loro, e solo per una pura questione
        di principio.Ti confermo che anche repubblica oggi riportava sia il prezzo che le limitazioni...Cosa dire ridicolo...Sotto casa mia c'è un videonoleggio e per un DVD mi chiede 3Euro...
  • Anonimo scrive:
    Solo U.S.A.....
    Sulla homepage c'è scritto che il servizio è solo per gli utenti americani....Altro che fallimento... si danno la zappa sui piedi da soli..
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo U.S.A.....
      - Scritto da: Ramingo
      Sulla homepage c'è scritto che il servizio è
      solo per gli utenti americani....
      Altro che fallimento... si danno la zappa
      sui piedi da soli..A parte che c'e' anche nell'articolo, comunque e' chiaro che non vanno da nessuna parte
  • Anonimo scrive:
    Morti prima di nascere
    [cut]I film saranno di fatto "affittati" dagli utenti che potranno visualizzarli con una serie di limitazioni di utilizzo[cut]Ok, con queste premesse l'impresa è già fallita ...Cla
Chiudi i commenti