HTC crea il famiglio per il phablet

Contro le crescenti dimensioni dei nuovi dispositivi, il produttore taiwanese ha abbinato al modello Butterfly un secondo apparecchio. Perché girare con un solo telefono quando puoi averne due?

Roma – Evidentemente allarmato dalla costante crescita nelle dimensioni degli attuali dispositivi in mobilità, il produttore taiwanese HTC sembra aver trovato un curioso uovo di Colombo . In dotazione con il nuovo modello a 5 pollici Butterfly – anche noto negli Stati Uniti come DROID DNA – xHTC Mini è un inedito dispositivo a metà tra il controller da remoto e l’accessorio che potrebbe funzionare come un secondo dispositivo .

Con il collegamento Bluetooth e la tecnologia Near Field Communication (NFC), HTC Mini sarà a disposizione dei soli utenti cinesi che decideranno di acquistare la versione locale del modello DROID DNA. Un dispositivo dalle dimensioni di un banale telecomando, con un piccolo schermo dove potranno essere visualizzati messaggi di testo, promemoria e le più classiche notifiche da display.

HTC Mini

In sostanza , la casa di produzione taiwanese ha deciso di combattere l’ingombro dei nuovi smartphone con un secondo dispositivo da tenere in tasca e ricaricare. Un telecomando – con HTC Mini si potrà controllare la fotocamera e gestire il flusso dei contenuti sugli schermi televisivi collegati in tethering – che diventa a tutti gli effetti un secondo device (quasi) perfettamente funzionante. HTC ha inventato il cordless per i cellulari? ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Paolo T. scrive:
    Che errore che fanno!
    Strano. Secondo L'Espresso di questa settimana, RIM sarà un pericolo un po' per tutti (ma, visto il taglio dell'articolo, per Apple, un'azienda ad un passo dalla chiusura). E la stessa posizione è stata illustrata da Forbes nelle ultime settimane.
Chiudi i commenti