HTC, modifiche per aggirare la dogana

La taiwanese cambia menu e funzionalità in due dispositivi per aggirare il blocco richiesto e ottenuto da Apple. Meno scorciatoie, per entrare nel florido mercato USA

Roma – Per aggirare il blocco alla dogana imposto dalle autorità statunitensi nei confronti di due suoi dispositivi, HTC starebbe pensando di distribuire versioni modificate nel firmware dei suoi smartphone, epurate dalla funzione di inserimento dati via “tap” (ovvero eliminando alcune scorciatoie molto comode per comporre numeri di telefono o inserire emoticon).

Le importazioni dei due dispositivi HTC One X e HTC EVO 4G LTE sono state momentaneamente bloccate dall’ International Trade Commission negli Stati Uniti in seguito alla denuncia depositata da Apple per la violazione di alcuni suoi brevetti.

Per aggirare questo blocco, dunque, la taiwanese starebbe pensando di distribuire una versione personalizzata dei due dispositivi, con un menu modificato e un diverso sistema per la messaggistica e per l’accesso alla rubrica. ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • attonito scrive:
    ottimo, ma...
    io aspetto ancora una protesi cerebrale per potenziare i cervellini dei giornalai che credono di essere giornalisti....
    • Quotator Maximus scrive:
      Re: ottimo, ma...
      - Scritto da: attonito
      io aspetto ancora una protesi cerebrale per
      potenziare i cervellini dei giornalai che credono
      di essere
      giornalisti....Quoto, XXXXX se quoto!
Chiudi i commenti