I 6 megapixel si fanno consumer

Le fotocamere digitali da 6 megapixel ai apprestano a valicare la soglia del mercato consumer con prezzi inferiori ai 500 dollari e funzionalità semiprofessionali
Le fotocamere digitali da 6 megapixel ai apprestano a valicare la soglia del mercato consumer con prezzi inferiori ai 500 dollari e funzionalità semiprofessionali


Roma – Non è passato molto tempo da quando le macchine fotografiche digitali da 6 megapixel erano considerate strumenti da professionisti. Oggi questa tecnologia ha raggiunto costi sufficientemente bassi da poter fare il suo ingresso sul mercato consumer, e per la precisione nella fascia delle fotocamere con prezzo compreso fra i 400 e i 500 euro.

Le prime due fotocamere da 6 milioni di pixel con prezzo inferiore ai 500 dollari verranno commercializzate questa primavera da Olympus e Konica Minolta. La prima lancerà la sua nuova C-60 Zoom ad aprile ad un prezzo stimato di 450 dollari, mentre la seconda introdurrà la sua nuova DiMage G600 a maggio ad un prezzo che, sebbene ancora da definire, sarà inferiore ai 500 dollari.

Entrambe le macchine sono dotate di uno zoom ottico 3x, integrano una funzionalità macro per scattare foto anche molto ravvicinate al soggetto, e pesano poco meno di 200 grammi.

Con l’ingresso delle fotocamere da 6 megapixel dal segmento di mercato semiprofessionistico e prosumer a quello consumer, i produttori si apprestano a tagliare i prezzi anche dei modelli economici basati su sensori a 3,2 e 4 megapixel. Olympus, ad esempio, sta per annunciare un modello a 3,2 megapixel con un prezzo su strada di circa 150 dollari.

I due produttori sostengono che l’abbassarsi dei prezzi si accompagna anche ad un incremento della qualità complessiva e delle funzionalità delle nuove fotocamere. Nonostante il loro costo relativamente basso, le due nuove fotocamere da 6 megapixel di Olympus e Konica Minolta vengono infatti indirizzate non soltanto agli hobbisti, ma anche agli utenti più esigenti e a quei professionisti che cercano una buona fotocamera di riserva per ogni evenienza.

Con l’aumentare della definizione dei sensori delle fotocamere, e la conseguente risoluzione grafica delle immagini, aumenta però anche l’esigenza di schede di memoria con capienza ben superiore a quella generalmente offerta con le memory card in dotazione.

Lo sviluppo tecnologico che sta interessando il mercato della fotografia digitale si riflette in modo diretto anche su quello degli ormai diffusissimi telefoni cellulari dotati di fotocamera integrata. In questi mesi un po’ tutti i maggiori produttori hanno annunciato videofonini da 2 megapixel , in grado di scattare foto con una qualità paragonabile a quella delle macchinette digitali consumer di non molto tempo fa.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 03 2004
Link copiato negli appunti