I 64 bit di Opteron si fanno in quattro

Il chippone a 64 bit di AMD mette piede sul suo primo server a 4 vie e continua a guadagnare consensi fra i produttori di hardware. Nvidia in testa


Taipei (Taiwan) – Opteron , il nome della prossima generazione di processori a 64 bit di AMD, sembra guadagnare ampi consensi da parte dei produttori di hardware. Ad oggi, nomi del calibro di 3DLabs, SiS, Matrox, Nvidia e VIA hanno già annunciato il loro supporto verso i chip a 64 bit che AMD rilascerà sul mercato a partire dalla prima metà del 2003. Nvidia e Via, in particolare, hanno già in cantiere lo sviluppo di chipet ottimizzati per trarre vantaggio dalla piattaforma x86-64 di AMD e dal bus Hypertransport.

Nvidia si è anche detta al lavoro su di una nuova versione dei driver software che possa spillare ogni singola goccia di potenza sia dall’attuale generazione di CPU Athlon XP che dai futuri Opteron.

“AMD si è impegnata a lavorare con i maggiori produttori di schede grafiche sull?utilizzo delle tecnologie standard in modo innovativo per avvantaggiare i propri clienti”, ha affermato Ed Ellet, vice presidente del marketing per il Computation Products Group di AMD. “L?implementazione di nuove tecnologie come AGP-8X e HyperTransport sulle piattaforme AMD Opteron e AMD Athlon di ottava generazione permetterà agli attuali sistemi a 32bit di essere compatibili ed avere la potenza necessaria per migrare all?ambiente a 64bit. I nostri clienti potranno godere di prestazioni eccezionali salvaguardando i loro investimenti”.

Pieno supporto ai futuri chip di AMD arriva anche da Microsoft che, proprio pochi giorni fa, ha ribadito il proprio impegno nello sviluppare, insieme al chipmaker di Sunnyvale, una versione di Windows a 64 bit integrante il supporto a Opteron e alle successive famiglie di chip x86-64.

E mentre l’industria si fa sempre più interessata alla piattaforma a 64 bit con cui AMD intende sfidare Intel sul mercato dei sistemi multiprocessore, al Computex di Taiwan il chipmaker mostra il primo server a quattro vie basato su Opteron.

“Un anno può fare una grande differenza”, ha affermato Ellet. “Un anno fa abbiamo introdotto il nostro primo multiprocessore progettato per il mercato commerciale. Oggi, stiamo mostrando un prodotto a quattro vie che ci permetterà in futuro di arrivare a superare le necessità di un numero sempre maggiore di utenti aziendali. Con il nostro prossimo prodotto, le imprese avranno per la prima volta la possibilità di scegliere server basati sulla tecnologia x-86 a quattro vie per le loro applicazioni e-business e database”.

Il sistema mostrato da AMD faceva girare un server Web a 32 bit sul sistema operativo SuSE Linux a 64 bit. In precedenza AMD aveva mostrato configurazioni single e dual processor della propria famiglia di processori di ottava generazione operanti su sistema operativo a 32 bit e a 64 bit, compresa una versione di sviluppo di Windows a 64 bit.

Opteron è progettato per essere scalabile da uno a otto processori senza che sia necessaria nessuna logica esterna. Questo, secondo quanto spiegato da AMD, può essere d?aiuto ai progettisti di sistemi, che sono così in grado di ridurre i costi e la complessità della costruzione di server e workstation, e ai clienti, che possono ridurre i costi e ad aumentare la scalabilità dei server.

Sebbene un po’ tutti si stiano domandando quale livello di prestazioni possa fornire la prima generazione di chip a 64 bit di AMD, quest’ultima è sembrata al momento poco interessata ai numeri, soprattutto per via dell’immaturità che ancora caratterizza la piattaforma x86-64. Quello che in questo momento preme di più ad AMD è mostrare all’industria di volere e poter partire alla conquista del mercato enterprise.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non dire gatto ...
    ... finchè non l'hai nel sacco!Notoriamente i processori Transmeta, oltre alle basse prestazioni, hanno anche una compatibilità ridotta.Non è molto lontana nel tempo l'opeazione di ritiro di notebook equipaggiati dal processore precedente di una nota azienda giapponese ...Inoltre, oltre ai problemi tecnici che si possono riscontrare in alcune applicazioni (credo proprio che Paul Allen, che è notoriamente uno dei principali investitori in Transmeta, farà di tutto per convincere il suo socio Bill Gates a supportare al 100% il processore con Windows XP), bisogna ancora vedere che impatto avrà presso l'utenza finale un sistema che consuma praticamente quanto un analogo processore Intel, ha una velocità paragonabile ad un quarto ed ha dalla sua solo il costo (ad oggi).
  • Anonimo scrive:
    Ciao Spalatori!
    Hei! Questo forum e' un po' vuotino :)Cosa ne pensavo i cervelloni che avevano spalato c@((a fino alla settimana scorsa sui chip Transmeta e su quello che dicevo riguardo le applicazioni sui TabletPC?Di solito il tempo mi da ragione, ma di solito ci vuole piu' tempo :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ciao Spalatori!

      Cosa ne pensavo i cervelloni che avevano
      spalato c@((a fino alla settimana scorsa sui
      chip Transmeta e su quello che dicevo....
      Di solito il tempo mi da ragione, ma di
      solito ci vuole piu' tempo :)ciao, io sono uno di quelle teste di c. che sparava c. su transmeta... Innanzitutto grazie per le magnifiche parole con cui apostrofi quelli che la pensano diversamente da te.Magari leggi l'articolo prima, si parla del fatto che HP ha lanciato un nuovo dispositivo in un segnemto di mercato che è in forte espansione e quindi si attende buoni risultati di vendita, non dice affatto che transmeta abbia sfondato nei dispositivi mobili! Ci vorrà del tempo per vederlo, e poi si vedrà se le sue vendite saranno in linea o superiori o inferiori rispetto al mercato in questione.Ribadisco quindi le "c.te" che avevo espresso precedentemente su transmeta: 1- benvengano nuovi competitori2- i crusoe non sono esaltanti come prestazioni, consumano più di uno strongarm (ma sono più potenti) e meno di un intel-mobile (ma sono meno potenti), se intel vuole può schiacciarli in una nicchia di mercato, inoltre non dimentichiamo che Apple ha in teoria tutti i mezzi per produrre dispositivi ultramobili più potenti di intel e meno affamati di enrgia!3- ottimi per blade server, ma poco potenti e soprattutto il prograssivo abbandono dell' x86 per IA64 e simili mi fa presagire male per loro.
      • Anonimo scrive:
        non ho parole

        ciao, io sono uno di quelle teste di c. che
        sparava c. su transmeta...
        Innanzitutto grazie per le magnifiche parole
        con cui apostrofi quelli che la pensano
        diversamente da te.a) io non ho detto "testa di c." a nessuno e mai mi permetterei di farlo, leggi meglio quello che scrivo.b) non ho parlato di "spaRare c." (presuppongo nel senso di ca%%ate) e mai mi permetterei di farlo, ma di "spaLare ca((@" (un fine inglesismo che sta per "gettare discredito"), quindi leggi meglio quello che scrivo.c) Nel caso non l'avessi capito: leggi MEGLIO quello che scrivo.
        • Anonimo scrive:
          Re: non ho parole
          "1- benvengano nuovi competitori2- i crusoe non sono esaltanti come prestazioni, consumano più di uno strongarm (ma sono più potenti) e meno di un intel-mobile (ma sono meno potenti), se intel vuole può schiacciarli in una nicchia di mercato, inoltre non dimentichiamo che Apple ha in teoria tutti i mezzi per produrre dispositivi ultramobili più potenti di intel e meno affamati di enrgia!3- ottimi per blade server, ma poco potenti e soprattutto il prograssivo abbandono dell' x86 per IA64 e simili mi fa presagire male per loro."questo sono fatti provati (non opinioni mie personali)il resto sono solo chiacchere (le tue come le mie)
          • Anonimo scrive:
            Re: non ho parole
            Caro Tauromachia... saro' masochista ma devo ammettere che solitamente mi piace litigare con la gente! Si imparano un sacco di cose!Quando il discorso si infiamma la gente va dritta al punto e trae spesso conclusioni valide ed inaspettate!Ma che devo fare con te?Questo e' quello che dici oggi:"Magari leggi l'articolo prima, si parla del fatto che HP ha lanciato un nuovo dispositivo in un segnemto di mercato che e'è in forte espansione e quindi si attende buoni risultati di vendita"Leggendo questo verrebbe da supporre che tu te la senta di approvare la politica HP, o sbaglio?Peccato che la settimana scorsa, sempre a proposito dei tabletPC, dicevi:"...troppo grandi per stare in una mano, troppo piccoli per stare sulle ginocchia. E' un prodotto di nicchia ma non ha mai sfondato a livello di vendite."E poi mi vieni a parlare di fatti comprovati?Mi piacerebbe "litigare seriamente" con te! Hai una preparazione tecnica sicuramente maggiore rispetto alla mia...Ma non riesco a seguirti se le tue risposte continuano ad essere composte da fraintendimenti dovuti a lettura superficiale, oppure, da opinioni inchiodate su preconcetti ed alternate a fulminee ed irrazionali inversioni di parere!Sembra di parlare con mia madre.
          • Anonimo scrive:
            Re: non ho parole
            e infatti sono tua madre, fila in camera tua a studiare!: )a me non piace litigareDicevo che HP spera di fare buone vendite perchè al contario dei desktop il settore mobile sta tirando e ci sono rosee previsioni per l'ultraportatile. Ma da qui a dire che farà o che stia facendo buone vendite il settore con le "tavolette" e in particolar modo con quelle con crusoe è un altro discorso...ribadisco che sono dispositivi scarsamente ergonomici per come è fatto un essere umano e su questo c'è poco da intervenire... c'è chi trova troppo grandi i palmari, chi trova troppo piccoli i portatili, non snto molti che vogliono una mezza misura, o sta in mano e in tasca o sta sul tavolo e sulle ginocchia...Il loro vantaggio nei consumi energetici è ben poca cosa: un portatile apple consuma un poco di più della metà di un portatile x86 ed è molto più potente, se avessero interesse negli ultraportatili farebbero grandi cose. Inoltre la piattaforma x86 sta declinando in favore dell'IA64, o della architettura ibrida 32/64 bit di AMD, mentre sulla "fascia bassa" dei processori (quelli per ultraportatili) Intel spinge molto sugli strong arm, già con buone prestazioni e consumi molto inferiori a crusoe, senza contare quanto poco consumano processori come il motorola dragonball!Infine resta tutto da vedere se le previsioni rosee diventeranno realtà, in effetti gli ultraportatili stanno tirando perchè c'è stato un vero e proprio salto generazionale tra "agendine" e computer, staremo a vedere se le vendite continueranno così rendendo la fascia meno di nicchia (come invece è oggi).Comunque ripeto, ben vengano nuovi competitori, il mondo è bello perchè è vario!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ciao Spalatori!
      - Scritto da: Terra2
      Hei! Questo forum e' un po' vuotino :)
      Cosa ne pensavo i cervelloni che avevano
      spalato c@((a fino alla settimana scorsa sui
      chip Transmeta e su quello che dicevo
      riguardo le applicazioni sui TabletPC?

      Di solito il tempo mi da ragione, ma di
      solito ci vuole piu' tempo :)A cercar bene, si trova sempre un fan di qualsiasi cosa. C'è gente che compra gli album di Mino Reitano, c'è chi si è comprato la Panda diesel o la Duna Panorama... a te piacciono tanto 'sti Crusoe, ne prendiamo atto.E' un fatto, però, che nel mercato embedded industriale non se li fila nessuno, sono arrivati tardi e si piazzano subito male, schiacciati tra Geode, StrongARM e varie della famiglia Motorola, tra l'altro in un segmento di per sè minato (chi lavora con i controlli critici sta ben alla larga da qualsiasi cosa sopra i 200 MHz: piuttosto, si usano 4 CPU). Per bene che vada (il che è TUTTO da dimostrare, inutile parlare oggi), Transmeta conquisterà faticosamente qualche nicchia in un segmento di apparati consumer pressochè inutili, giustappunto tablet (che io non comprerei neppure sotto minaccia) e robetta simile. Contenti loro...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ciao Spalatori!

        A cercar bene, si trova sempre un fan di
        qualsiasi cosa. C'è gente che compra gli
        album di Mino Reitano, c'è chi si è comprato
        la Panda diesel o la Duna Panorama... a te
        piacciono tanto 'sti Crusoe, ne prendiamo
        atto.Beh, pero' il crusoe non e' una panda diesel... e' un'auto che fa' solo i 90km/h andando avanti ad aria compressa.Probabilmente non comprero' mai auto ad aria compressa, portatili con processori transmeta o un Segway... cosi' come non ho mai avuto un computer NeXT. Ma quando intravvedo in una idea anche solo un 5% di genialita', anche se il restante 95% e' pazzesco me ne innammoro...E se non li difendo io i pazzi, chi mai lo fara'?
Chiudi i commenti