I cellulari finiscono in tribunale

Questa volta è vero: un giudice della Lousiana ha stabilito la fondatezza di una denuncia portata contro i maggiori costruttori di telefonini. Una denuncia che porterà in primo piano i possibili rischi dell'uso del cellulare
Questa volta è vero: un giudice della Lousiana ha stabilito la fondatezza di una denuncia portata contro i maggiori costruttori di telefonini. Una denuncia che porterà in primo piano i possibili rischi dell'uso del cellulare


New Orleans (USA) – Un tribunale della Louisiana ha stabilito la fondatezza di una causa intentata da un avvocato locale convinto di poter dimostrare che i grandi costruttori di telefoni cellulari vendono prodotti che sanno non essere sicuri per la salute degli utenti.

L’avvocato Micheal Allweiss, che porta avanti la causa per conto di un cliente di New Orleans, ha spiegato che la tesi dei costruttori, contrari al processo penale sulla questione, è stata sconfitta. Il tribunale non ha ritenuto sufficiente, infatti, che la Food and Drug Administration sia amministrativamente incaricata di monitorare la salute dei cittadini. E ha dunque dato l’ok ad Allweiss che gongola: “Credo che per l’industria sia una prima significativa sconfitta. Questo ci consente di procedere fino in fondo. E ritengo che scopriremo quello che in passato ci hanno impedito di esplorare. Si tratta di una decisione molto significativa”.

Va detto che nella denuncia di Allweiss si sostiene che i telefonini avrebbero dovuto essere venduti con l’auricolare per ridurre l’esposizione degli utenti alle emissioni dei cellulari e per evitare “il rischio reale” di problemi di salute. In pratica, si chiede alle imprese di rimborsare il costo dell’auricolare a chi lo ha comprato e di fornirlo a tutti gli altri nonché di fare fronte ai danni emotivi derivanti dall’uso dei cellulari “a rischio”.

Quella di Allweiss è dunque la prima causa che porta in tribunale, con queste accuse, i colossi della telefonia, Nokia e Motorola in particolare. Nel recente passato si era parlato di una denuncia contro i costruttori da parte degli avvocati dello studio di Peter Angelos, resi famosi per la battaglia vittoriosa contro i giganti del tabacco. Avvocati che hanno però smentito la notizia data dal Times, smentita mai arrivata sulla gran parte dei mezzi di informazione.

Allwiess gongola, sostenendo che le aziende “sanno e conoscono la documentazione scientifica relativa da tempo… Documentazione che dimostra che gli utenti di telefonia mobile sono esposti a rischi per la salute, rischi potenzialmente molto significativi sul lungo periodo”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 01 2001
Link copiato negli appunti