I chip sottopelle arrivano sul mercato

Il via libera della severa Food and Drug Administration americana secondo cui non ci sono questioni mediche né problemi alla diffusione dei chip di ADSX

Washington (USA) – Grande successo quello che si è portata a casa nelle scorse ore la Applied Digital Solutions, azienda divenuta nota grazie alle sue lunghe sperimentazioni sulle possibilità applicative di chip avanzati, come quelli da impiantare sottopelle.

L’azienda ha infatti ricevuto il placet alla commercializzazione di questi chippetti da parte della severissima autorità statunitense Food and Drug Administration. Secondo la FDA, infatti, i chip di ADSX non rappresentano per ora una questione di rilievo sanitario, questione sulla quale l’agenzia sarebbe invece interessata ad intervenire.

Il VeriChip Il VeriChip di ADSX non è altro che un chippetto grande quanto un chicco di riso che può essere impiantato sottopelle per essere “letto” a distanza da appositi scansionatori. Con applicazioni possibili tanto nel mondo della sicurezza e dell’autenticazione – si pensi per esempio ai funzionari che lavorano presso istituzioni ed edifici protetti da impianti di identificazione – quanto nel settore medico.

La FDA ha spiegato che se i chip dovranno essere utilizzati per raccogliere dati medici allora dovrà essere valutato il suo impatto ma, per ora, non ci sarebbero motivi per bloccare la diffusione sul mercato di VeriChip a scopi identificativi.

ADSX inizierà immediatamente la produzione industriale del VeriChip che dovrebbero arrivare sul mercato ad un prezzo non superiore ai 200 dollari. Gli scansionatori invece potrebbero costare dai mille ai tremila dollari.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Fortunatissima
    Beh io ho caselle sia con Libero che con InWind e sinceramente non ho ancora riscontrato nulla di anomalo tipo e-mail con virus e roba del genere. Allora sono super fortunataaaa.....P.S.:non vorrei che ora mi bombardino le mie caselle di skifezze
  • Anonimo scrive:
    Aiuto!
    Vorrei sapere se qualcuno si e' accorto del fatto che su questa parte della notizia"Libero&Sicuro offre fino a 20 megabyte di spazio per la propria casella di posta, un accesso a internet in dial-up anche ISDN (fino a 128 Kbps) attraverso 1055, con costi di connessione uguali ad un normale collegamento ai POP Infostrada."c'e' scritto che si puo' andare a 128Kbps pagando 5,17 euro al mese.Mi potete dare qualche informazione in piu'??
  • Anonimo scrive:
    Ma che state a dire???????
    Non so' per quale cavolo di motivo state dicendo tutte queste cavolate, sono ormai 3 anni che ho il computer e da altrettanto tempo uso l'E-Mail di Libero, Wind, Tin, Email, e sinceramente non ho mairicevuto niente che io non abbia sottoscritto, a parte le news che da contratto i vari server ti possono mandare e che a parte quella di Libero si possono tutte disdire.Non so' proprio cosa dire, ho sono fortunato o quasi tutti voi dicono un mare di caz......
  • Anonimo scrive:
    Facciano pure
    Di certo a me non interessa
  • Anonimo scrive:
    E se vengo infettato?
    Non sarebbe male non avere più l'antivirus, doverlo continuamente aggiornare e pagare quando scade.Ma se mi arriva un virus nuovo che mi distrugge i dati sul disco fisso, per esempio, mi pagano loro i danni? Mi sa di no.Inoltre, perché pagare ad una società telefonica per un servizio dove già ci guadagna (leggi scatti)?
  • Anonimo scrive:
    Come Hotmail????
    Pure Hotmail ha filtri antispamming e antivirus (McAfee uno dei migliori), bé io ho una casella Hotmail, ho impostato il filtro al livello più severo ma niente, ricevo una decina di messaggi indesiderati al giorno (pure in caratteti orientali!!) e pure i virus.Bé mi auguro che il servizio Libero sia migliore.PS:Vedo che noi utenti del 1088 Wind siamo di serie B, infatti nessun servizio del genere è previsto. Ahahahah
  • Anonimo scrive:
    Un dubbio: e se sono loro a spammare?
    Io da tempo ho praticamente rinunciato ad utilizzare la mia e-mail a causa di spam invadente ed incessante.Ora un dubbio mi assale: e se fosse proprio il provider ad incentivare lo spam per guadagnare di più sulle telefonate e/o per spingere la gente a fare l'abbonamento col filtro anti spam?
    • Anonimo scrive:
      Re: Un dubbio: e se sono loro a spammare?
      E' lo stesso identico dubbio venuto a me ieri quando ho letto la mail... in effetti negli ultimi tempi lo spam sulle mie caselle di Libero è aumentato in maniera vertiginosa, anche su caselle che non uso da nessuna parte... forse è piu' che un ns. sospetto.. ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Un dubbio: e se sono loro a spammare?
        E' sempre la solita vecchia storia...Io fo le buche... io le ricopro...La destra non sappia cio' che fa la sinistra e via disdcorrendo.- Scritto da: Unicron
        E' lo stesso identico dubbio venuto a me
        ieri quando ho letto la mail... in effetti
        negli ultimi tempi lo spam sulle mie caselle
        di Libero è aumentato in maniera
        vertiginosa, anche su caselle che non uso da
        nessuna parte... forse è piu' che un ns.
        sospetto.. ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Un dubbio: e se sono loro a spammare?
        - Scritto da: Unicron
        E' lo stesso identico dubbio venuto a me
        ieri quando ho letto la mail... in effetti
        negli ultimi tempi lo spam sulle mie caselle
        di Libero è aumentato in maniera
        vertiginosa, anche su caselle che non uso da
        nessuna parte... forse è piu' che un ns.
        sospetto.. ;-)Non per fare il bastian contrario.......ma ho una mail su libero aperta da circa un anno. Usata rarissimamente. L'unica posta "non desiderata" è la newsletter settimanale di IOL.Sarò fortunato ?
  • Anonimo scrive:
    ma un software di antispam?
    non si fa prima con un software di antispam che interagisce con outlook? se qualcuno ne conosce 1....
  • Anonimo scrive:
    Tanto vale registrarsi un proprio dominio...
    Tanto vale registrarsi un proprio dominio (che so, Libbero.it tanto per fare un esempio) e poi utilizzarlo per attivare le proprie caselle mail (mionome@libbero.it ecc.), anziche' appoggiarsi a domini esterni.Del resto la posta e' personale! Megli ancora sarebbe se ogni utente della rete avesse un proprio server dedicato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto vale registrarsi un proprio dominio...
      - Scritto da: Decade
      Tanto vale registrarsi un proprio dominio
      (che so, Libbero.it tanto per fare un
      esempio) e poi utilizzarlo per attivare le
      proprie caselle mail (mionome@libbero.it
      ecc.), anziche' appoggiarsi a domini
      esterni.e con questo cosa ottieni?se usi gli indirizzi lo spam arriva ugualmente e i virus purealtrimenti devi provvedere da solo a filtri e antivirus, esattamente come con l'indirizzo non a pagamento...
      Del resto la posta e' personale! Megli
      ancora sarebbe se ogni utente della rete
      avesse un proprio server dedicato.tenuto da chi?un server di posta casalingo non e' ancora alla portata di tutti, ne in termini di connessione (serve almeno una "piccola" adsl, non per il traffico, ma per l'always on), ne di costi (non tutti hanno a disposizione un computer da tenere sempre acceso, con l'hardware di qualita' tale da sopportare questo trattamento), ne di sicurezza (metterre su un server, anche se solo di posta, comporta ben piu' rischi che non ricevere qualche virus via e-mail)
  • Anonimo scrive:
    cioè: paghiamoli per non fargli vendere l'email???
    So per certo che la wind ha venduto/resi pubblici gli indirizzi email dei suoi utenti a siti porno o altro, questo perchè non ho mai usato la mia casella, e nemmeno mio padre la sua, eppure l'immondizia arriva!!!e adesso voglio essere pagati se non vogliamo che vendano in giro...ma che vadano....
  • Anonimo scrive:
    ecco perchè...
    ecco perchè da un pò di tempo mi arrivano email spazzatura da tutto il globo !!! Cosa che non era mai successa prima !!! (è da quando è stato lanciato il servizio libero ossia luglio '97 che ho una casella con libero e mai o raramente mail strane)Cosa non si farebbe per far sganciare euro dagli internauti! Vabbè vorrà dire che è ora di tornare 'libero' di scegliere un altro provider.Comunque se ci pensate è pazzesco ti riempiono apposta le email di spazzatura x farti provare lo spam, così sottoscrivi la truffa !!!Libero mi hai deluso. E molto.
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco perchè...
      Adesso capisco! In tre giorni mi sono arrivate nove email da 134 KB con virus?Bye, Giubbe
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco perchè...
      ora che ci penso, da una 15ina di giorni comincio a vedere spamming con indirizzo di provenienza iol.it, mentre prima di solito mi arrivavano cose da domini assurdi....bah, se fosse vero quello che dici sarebbe proprio uno schifo
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco perchè...
      no a me questo non capita o meglio...sull'indirizzo di libero che lascio in giro nelle registrazioni - newsgroup - mailing ecc. ricevo una quantita' immensa di spam (quasi tutta stranamente proveniente da domini .kr), inevece sull'indirizzo che uso solo verso persone conosciute non ricevo nemmeno un briciolo di spam...al contrario pero' ho provato a registrarmi al 155online e il risultato e' stato disastroso ! dopo 5 tentativi ho lasciato stare scrivendo una mail di insulti al servizio assistenza
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco perchè...
      Apposta io continuo a tenermi stretto il provider A PAGAMENTO e a vivere felice!Sono forse stupido?Bah ne possiamo anche discutere:-)
  • Anonimo scrive:
    In pratica...
    ... vogliono essere pagati per nn spammare + i loro utenti?In realtà parlo di ninfostrada... ma visto che oramai va a braccetto con wind (pre troppe cose ormai).Muahahahahahahahaha
Chiudi i commenti