I cinesi craccano Skype

Una crew cinese apre il protocollo del celebre sistema VoIP e vuole lanciare un clone alternativo e dalle prestazioni simili. Skype minimizza ma c'è chi teme per il suo futuro

Roma – Mal tollerata da molti utenti, la tecnologia proprietaria usata da Skype ha fin qui distinto il celebre sistema VoIP dalla concorrenza basata su tecnologie e piattaforme standard. Ma la svolta sarebbe vicina: il blog VoipWiki ha infatti annunciato che un’azienda cinese è riuscita ad aprirne il protocollo .

La crew di smanettoni cinesi, che farebbero capo ad una società il cui nome rimane per il momento ignoto, sarebbe riuscita nell’intento di eseguire il reverse engineering del protocollo Skype. La release di questo clone, o almeno una versione trial, dovrebbe essere pubblicata entro la fine del mese di agosto.

A parlarne è Charlie Paglee, responsabile del provider Vozin Communications e creatore del soft-VoIP Talqer (plug-in di Google Talk), che su VoipWiki spiega di essere stato contattato via Skype, negli States, da un amico che si trovava in Cina e che lo chiamava da un client VoIP Skype-compatibile “in fase di sviluppo”. La conversazione tra Paglee e l’amico cinese, stando a quanto riferito dallo stesso blogger, è durata ininterrottamente per oltre nove minuti, seguita da un altro contatto, durato tre minuti. Uno screenshot della schermata del clone (qui a lato) sarebbe stata inviata a Paglee per mostrare la realizzazione.

Clicca per ingrandire “Skype è a conoscenza delle dichiarazioni di un piccolo gruppo di ingegneri cinesi – riferisce un portavoce di Skype su Skype Journal – che affermano di essere riusciti ad eseguire il reverse engineering del software Skype. Al momento non abbiamo prove che sia vero. Ma anche se fosse possibile, il codice software realizzato non avrà le funzionalità e l’affidabilità di Skype, utilizzato oggi da oltre cento milioni di utenti. E nessun lavoro di reverse engineering può minacciare la sicurezza crittografica e l’integrità di Skype”.

Vera o no, la notizia sta facendo il giro del mondo. Secondo quanto riportato da Paglee, il CEO dell’azienda cinese avrebbe dichiarato che il “clone” non supporta la tecnologia Skype “Super Node”, che sfrutta un client attivo come ponte di trasporto dei dati tra altri due utenti. Quindi i computer degli utenti che utilizzeranno questo nuovo client non si renderanno parte attiva della rete che costituisce la forza di Skype. Un danno, per quest’ultima, perché se molti utenti non la utilizzassero più (abbandonando il loro ruolo di Super-nodi) la qualità del servizio fornito potrebbe rimanerne seriamente compromessa. Inutile dire che qualsiasi danno a Skype si ripercuoterebbe su eBay , la casa d’aste online che controlla il celebre ambiente VoIP.

Tutto questo mentre la concorrenza incalza Skype, grazie soprattutto alle nuove funzionalità VoIP dei più diffusi sistemi di instant messaging. Infine c’è da evidenziare che Skype in Cina non è ben visto e, come per altre soluzioni VoIP, le autorità cinesi non hanno mai smesso di cercare di mettergli i bastoni tra le ruote, per favorire gli operatori locali. Per questo motivo potrebbero invece vedere di buon occhio un’applicazione simil-Skype made in China e magari stringere accordi di collaborazione con l’azienda che l’ha sviluppata.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • christy.min e scrive:
    christy.mine@theseuspack.com
    Dear Sir or Madam, We are a Taiwanese-capitalized composite plant located in Shenzhen,China, mainly specializing in producing and selling all kinds of laptop batteries and adapters all the year round. We also provide original products. All the cells adopted top level cells, with the warranty of 12 monthsCand we offer very low prices. If you do not believe what I said, you can order 1 or 2 pieces to have a try. And you may browse our website: www.theseuspack.com for reference. We promise paying the return cost if you do not satisfied with our products. Should you be interested in us, please free to contact us to abtain more information.Thanks and best regardsYours sincerely,Christy Sales DirectorTheseus Technology Co,Ltd.Website: www.theseuspack.com Tel:086-0755-81778569Fax:086-0755- 27566389Mail: Christy.mine@theseuspack.comMSN: Christy.mine@hotmail.comSkype: wilson770 Theseuspack Technology Co.,Limited
  • Anonimo scrive:
    Cioè?
    Non devo più lanciarle dal balcone?Ps: io leggo solo i titoli
    • Anonimo scrive:
      Re: Cioè?
      E non li compri mai i libri?PS: io leggo solo la frase finale
      • Anonimo scrive:
        Re: Cioè?
        E... cosa?Ps: io leggo solo la prima lettera degli interventi
      • Fidech scrive:
        Re: Cioè?
        - Scritto da:
        E non li compri mai i libri?
        PS: io leggo solo la frase finaleAllora ti rovino una lettura... L'ultimo libro di Harri Potter finisce con la parola "cicatrice"...Ti ho risparmiato un po' di tempo.LOL :D
  • Teldon scrive:
    Pre-lancio per le nuove batterie?
    Sara'... ma sembra un inizio di campagna pubblicitaria per le neo-arrivate batterie a celle combustibili.Come dire: il "vecchio litio e' pericoloso, molto piu' sicuro l'idrogeno!"Staremo a vedere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pre-lancio per le nuove batterie?
      Ma cosa cazzo dici?? (geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: Pre-lancio per le nuove batterie?
      non penso proprio, ma poi non saranno al metanolo le future batterie?
    • scorpioprise scrive:
      Re: Pre-lancio per le nuove batterie?
      Sinceramente dubito.... non credo si mettano a far scoppiare batterie al litio così per sport.... :$ Piuttosto, sarebbe meglio sapere cosa causi il problema, perchè viaggiare con una bomba incendiaria nella valigetta non è molto bello... :| ... a meno che uno non sia un terrorista :p
      • Anonimo scrive:
        Re: Pre-lancio per le nuove batterie?
        - Scritto da: scorpioprise
        Sinceramente dubito.... non credo si mettano a
        far scoppiare batterie al litio così per
        sport.... :$La questione non è sul difetto del prodotto e le sue conseguenze, ma sulla cernita delle notizie. Sulla terra siamo sei miliardi, ammettendo una vita media di 75 anni, e 365 giorni per anno si calcola con facilità il numero di morti atteso (semplificando molto, ovviamente): 220 mila. Se pubblico solo uno o due necrologi scelti non a caso ma come mi viene comodo, è facile che possa sostenere qualsiasi "epidemia" o "catastrofe" mi faccia piacere. Allo stesso modo, scegliendo tra i fatti realmente successi in modo scollegato dalla probabilità che accadano posso portare in evidenza l'effetto che mi fa più comodo. Ad esempio parlando di tutti i morti colpiti dai fulmini (mi pare che siano un centinaio in tutto il mondo ogni anno: probabilità 1 su 60 milioni) posso scriverne due volte a settimana (e sembrerà dannatamente pericoloso uscire di casa durante un temporale!) mentre scegliendo solo i morti per incidente stradale più spettacolari sembrerà meno probabile, meno pauroso, meno presente nella vita il relativo rischio (solo in Italia sono 8000, cioè probabilità 1 su 7500). Ma chi scriverà mai di tutti gli incidenti stradali con morti che ci sono al mondo? Servirebbe un libro in allegato al quotidiano.Fondalmentalmente è questa aberrazione visiva, che rende più "notizia" l'esplosione di una batteria sull'aereo che le tonnellate di veleni che le stesse batterie riversano in mare (a fine vita), aberrazione spesso sfruttata per manipolare la percezione del mondo esterno dei lettori (per manipoolarne idee e comportamenti) che mi sembra essere sotto accusa quì.


        Piuttosto, sarebbe meglio sapere cosa causi il
        problema, perchè viaggiare con una bomba
        incendiaria nella valigetta non è molto bello...
        :| ... a meno che uno non sia un terrorista
        :pLa produzione industriale, ISO 9000 compresa, non garantisce la qualità di nessun prodotto. Qualche difetto c'è sempre. Per fortuna quelli così gravi sono molto rari.Ciao,Marlenus
        • scorpioprise scrive:
          Re: Pre-lancio per le nuove batterie?
          Grandissima risposta, hai centrato bene il problema della spettacolarizzazione delle notizie. E devo darti atto che ISO 900 non serve a garantire che un oggetto prodotto sia "perfetto", ma che venga prodotto sempre nello stesso modo. Se poi fosse pure perfetto e vendesse ... diciamo che è un altro paio di maniche ;)
Chiudi i commenti