I cinesi sbloccano Wikipedia

Parrebbero ripristinati alcuni dei collegamenti oscurati
Parrebbero ripristinati alcuni dei collegamenti oscurati

Alla politica pechinese proprio non piace il desiderio tutto occidentale dei giornalisti convocati per le Olimpiadi di girare a proprio piacimento su Internet, ma qualche concessione sembrano disposti a farla.

Vista la enorme eco avuta dalle censure sulla rete che sono state apposte anche ai giornalisti stranieri, parrebbe persino in accordo con il Comitato Olimpico, le autorità cinesi avrebbero ora deciso, riporta tra gli altri The Register , di sbloccare almeno alcuni dei siti più in vista.

In particolare sarebbero nuovamente raggiungibili il sito in cinese per i cinesi di BBC nonché Wikipedia, che da sempre gode di un regime di “libertà controllata” sulla rete cinese.

Non che tutto sia risolto, peraltro, visto che moltissimi siti rimangono bloccati, come quello “sensibile” di Amnesty International, amnesty.org

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

31 07 2008
Link copiato negli appunti