I frigoriferi e le lavatrici... parlano

Merloni si prepara a cavalcare l'era dei chippetti wireless con una nuova linea di lavatrici in grado di identificare i capi e decidere come lavarli e di frigoriferi capaci di comunicare le date di scadenza degli alimenti


Fabriano (AN) – Merloni Elettrodomestici ha presentato su alcuni nuovi prodotti Ariston una tecnologia che, a suo avviso, nei prossimi anni inciderà moltissimo nello stile di vita dei consumatori. La tecnologia è quella delle radio frequenze applicate all’identificazione dei prodotti: attraverso un piccolo radio chip gli elettrodomestici possono leggere le informazioni relative a vestiti e alimenti e fornire ai consumatori informazioni per un migliore utilizzo.

Molte aziende in tutto il mondo, fra cui Benetton , stanno applicando ai propri prodotti questi chip, una sorta di etichetta intelligente in grado di memorizzare e trasmettere dati relativi al prodotto. Oltre a comportare vantaggi per i produttori, soprattutto nel campo della logistica e della distribuzione, le tecnologie wireless applicate ai beni di consumo introdurranno diversi benefici anche per i consumatori, che avranno ad esempio la possibilità di evitare le file al supermercato: qui un lettore (un’antenna ricevente) sarà infatti in grado di individuare direttamente il contenuto del carrello, con conseguente addebito diretto della spesa effettuata.

Allo stesso modo, applicando agli elettrodomestici un’antenna in grado di riconoscere le informazioni contenute nell’etichetta di vestiti o alimenti, in casa si può arrivare, secondo Merloni, a guidare l’utente in azioni quotidiane come il lavare i vestiti o il cucinare gli alimenti. Qui le informazioni dei radio chip, tramite il sistema di controllo dell’elettrodomestico, si traducono in messaggi al consumatore che vengono poi visualizzati sui nuovi display a colori, grandi come navigatori satellitari.

“Con l’applicazione della smart technology ai prodotti Ariston continuiamo il nostro cammino di innovazione”, ha dichiarato Vittorio Merloni. “Nel 1999 siamo stati i primi a far parlare gli elettrodomestici tra di loro e collegarli on line. Oggi siamo i primi a far parlare gli elettrodomestici con gli oggetti”.

Nel caso della lavatrice, ad esempio, le etichette intelligenti presenti nei capi consentiranno all’elettrodomestico di individuare il programma di lavaggio su misura per quel carico. E se all’interno del cestello vi sono tessuti incompatibili, come capi bianchi insieme a capi colorati da lavare per la prima volta, il display indicherà al consumatore i capi pericolosi da togliere con messaggi tipo: “Hai inserito lana e seta insieme, prepara un carico solo lana o solo seta”; “Hai inserito un solo capo del twin set nuovo, è consigliabile lavarli insieme!”; “Hai inserito dei jeans nuovi, la prima volta è consigliabile lavarli a parte”; “Per questo carico è consigliato un ciclo antimacchia, la dose appropriata è mezzo misurino”.

Per il frigorifero, il display indicherà i cibi contenuti all’interno ed evidenzierà la temperatura ottimale di conservazione, la data di scadenza, la descrizione dell’alimento e le sue proprietà nutritive, oltre alle ricette che è possibile realizzare con i cibi a disposizione. Il consumatore riceverà messaggi come: “Consumare lo yogurt alle fragole che scade domani”; “Spostare il pollo nel reparto dedicato alla carne”; “Proposta di ricetta: utilizzando gli alimenti A, B e C presenti in frigo è possibile realizzare una torta alla frutta per 4 persone. Vuoi la ricetta?”; “Con la spesa che hai inserito oggi hai risparmiato XXX euro”.

Allo stesso modo, il forno sarà in grado di selezionare automaticamente il programma di cottura più adatto: “Melanzane gratinate alla mediterranea: Scongelamento 8 minuti, Cottura ventilato 15 minuti, Grill 10 minuti”.

Queste novità sono frutto di una collaborazione fra Merloni e Lab-Id, una società che fa capo a Mauro Benetton. Grazie alla collaborazione con il MIT di Boston e il Politecnico di Milano, nel recente passato il produttore di elettrodomestici italiano ha sviluppato una lavatrice in grado di connettersi ad Internet , una caldaia programmabile via SMS e una lavatrice pay per use .

“Con gli elettrodomestici che pensano e parlano con gli oggetti – si legge in un comunicato di Merloni – si concretizza la profezia degli scienziati del MIT di Boston: Negroponte nei primi anni ’90 aveva previsto che in futuro tutti gli oggetti avrebbero avuto al proprio interno sistemi digitali in grado di scambiarsi informazioni e interagire con il mondo esterno”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ottimo
    no more to say
    • Anonimo scrive:
      Re: ottimo
      ava come lavaCalimero
    • illegalinstruct scrive:
      Re: ottimo
      e perche' di grazia ? in pratica , che cambia se C# e' standard iso o ecma ?
      • Anonimo scrive:
        Re: ottimo
        - Scritto da: illegalinstruct
        e perche' di grazia ? in pratica , che
        cambia se C# e' standard iso o ecma ?sinceramente non lo so e non mi interessa... ma il fatto che un linguaggio sia standard e' qualcosa che lo rende interessante da imparare, perche' le sue specifiche resteranno valide sempre e comunque. Ho studiato il C, ho studiato il C++, ora studiero' C# volentieri. Non ho studiato java (la sua semantica mi e' sembrata errata), odio perl con tutte le mie forze (un linguaggio che fa venire il vomito, concepito da una mente malata, per menti malate) apprezzo python per la pulizia del codice e la velocita' di implementazione, pur rendendomi conto che, come java, non implementa una semantica ad oggetti coerente, specie per i tipi base. Apprezzo fortran per la velocita' e la sintassi minimale che lo rende facilmente gestibile in poco tempo e lo odio per la formattazione e per i vincoli classici che tutti conoscono. Apprezzo php per la potenza e lo detesto per certe idiosincrasie nella sintassi e nella gestione delle variabili (globali in particolare).Ho scaricato mono gia' alcune settimane fa e il primo Hello world e le prime serie di fibonacci le ho composte.. adesso sono ancora piu' spinto ad approfondire.
    • Anonimo scrive:
      Re: ottimo
      Calimero non è nessuno, è una condizione. Metafora del pulcino che nessuno vuole perché nero ma che invece è solo sporco.Ava come lava! e diventa bianco brillante. E il nero brillante dove lo lasciamo?Re, regine, imperatori, maraja, principesse, tutti in centrifuga spinti dal potente vortice alla conquista del brillante nero.Calimero, uccellino troppo nero e troppo bianco osserva nell'aia gli immondi uccellacci mentre Ava, con la sua mano pallida, lo annega di pulito nella dolce schiuma.Ma com'è che dalla tinozza Calimero viene fuori bianco e non giallo?Che abbiano messo varechina nell'acqua?
  • gerry scrive:
    Ma questo significa...
    Significa per caso che chiunque può scrivere un compilatore C# standard?Ma dovrà comunque pagare i diritti alla MS?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questo significa...
      ( oppure
      SharpDevelop che visuale ed è free), visto
      che i compilatori sono già nel framework.e nota che sharpdevelop è propagandato da microsoft ... non sono poi così bastardi ...in sostanza ti sfidano a fare bene quanto sanno e possono fare bene loro
  • Anonimo scrive:
    BENE!
    Finalmente abbiamo uno standard de iure (ISO/ECMA) e de facto (.NET, Rotor, Mono, DotGNU, ...) indipendente dal linguaggio e dalla piattaforma. Ottimo, non c'è che dire: i giorni sono sempre più contati per le tecnologie proprietarie...
    • Anonimo scrive:
      Re: BENE!
      Infatti, java sta sbagliando, è chiaro. Spero lo capiscano prima di essere fottuti.
      • Anonimo scrive:
        Re: BENE!
        - Scritto da: Anonimo
        Infatti, java sta sbagliando, è chiaro.
        Spero lo capiscano prima di essere fottuti.Secondo me sono già fottuti. ComunqueC# e' una altro linguaggio inutile. Non bastanoquattro finestrelle di Visual Studio per imporreun linguaggio...
        • Anonimo scrive:
          Re: BENE!
          Ma l'hai studiato un po'?Seper inutile intendi che lestesse cose si possono fare con altri linguaggi allora possoessere parzialmente d'accordo altrimenti guarda che non e' per nulla questione di 2 finestre ...delegates, custom attribute etc. etc.
  • TADsince1995 scrive:
    Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
    C'era da aspettarselo... Che schifo... Dopo essersi imposti con la forza nel campo dei sistemi operativi ora questi tizi vogliono pure avere il monopolio dei linguaggi di programmazione!?!? Ma non gli andava bene il C++?Che orrore.TAD since 1995
    • Anonimo scrive:
      Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!

      C'era da aspettarselo... Che schifo... Dopo
      essersi imposti con la forza nel campo dei
      sistemi operativi ora questi tizi vogliono
      pure avere il monopolio dei linguaggi di
      programmazione!?!? Ma non gli andava bene il
      C++?

      Che orrore.cioe' sottoporre un linguaggio all ISO per standardizzarlo e' cercare il monopolio?allora stroustrup e' un monopolista da denunciare all'antitrust...secondo me la standardizzazione ISO e' l'unica cosa che rende un linguaggio davvero multipiattaforma e "libero"
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!

        cioe' sottoporre un linguaggio all ISO per
        standardizzarlo e' cercare il monopolio?No, non dico questo! Per me è orrore il loro tentativo di inserirsi e metterci lo zampino anche in una delle poche cose che non avevano ancora tentato di conquistare: i linguaggi di programmazione. C'era uno splendido standard chiamato C++ una volta...
        allora stroustrup e' un monopolista da
        denunciare all'antitrust...Non credo che lui guadagni 300 euro al secondo...
        secondo me la standardizzazione ISO e'
        l'unica cosa che rende un linguaggio davvero
        multipiattaforma e "libero"Io non ce lo vedo il C# su Linux... Ma posso sbagliarmi!TAD since 1995
        • Anonimo scrive:
          Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
          bha!Vedi che il compilatore "visuale" piu usato al mondo è il MICROSOFT Visual C++...E' che su linux c# ci gira grazie a MONO, una implementazione open source del framework della microsoft (visto che ha rilasciato TUTTE le caratteristiche... al controrario di java...).Informati prima di sparare cazzate.Byez.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            si rilasciato tutte le specifiche ... ora ha rilasciato le specifiche della versione 1.0 per dire... cosi' stanno tutti buoni e non si lamentano, e .net si diffonde... poi m$ cosa fa secondo te ? aprofittando che la piattaforma e' gia' diffusa butta fuori .net 2.0 con delle implementazioni non catalogate cosi' che mono e gli altri abbiano problemi e chi ci lavora abbia costrizione a migrare al prodotto M$ ... proprio per questi pericoli (cose accadute in passato del tutto simili) bisognerebbe impedire a microsoft di entrare in altri ulteriori settori che poi finisce per monopolizzare !!!
          • rhymes scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!

            piattaforma e' gia' diffusa butta fuori .net
            2.0 con delle implementazioni non catalogate
            cosi' che mono e gli altri abbiano problemi
            e chi ci lavora abbia costrizione a migrare
            al prodotto M$ ...Non voglio difendere MS a spada tratta ma ha già sottoposto agli organismi di standardizzazione le draft della prossima versione di C#, e della CLI. Che vuoi di più?
            proprio per questi
            pericoli (cose accadute in passato del tutto
            simili) bisognerebbe impedire a microsoft di
            entrare in altri ulteriori settori che poi
            finisce per monopolizzare !!!Capisco il tuo timore ma nel passato non c'era standard, ora c'è.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            Normalmente l'evoluzione di un linguaggio è gestita da un organismo che si avvale della collaborazione di cultori liberi, non da un'azienda. Se ml'ISO ha omologato il C#, questo dovrebbe allora essere ceduto all'ISO, che diventerebbe responsabile della sua evoluzione. Che senso ha, ora, il fatto che la Microsoft proponga una seconda versione di C#? .... Sbaglio?
          • rhymes scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            - Scritto da: Anonimo
            Normalmente l'evoluzione di un linguaggio è
            gestita da un organismo che si avvale della
            collaborazione di cultori liberi, non da
            un'azienda. Hai mai dato un'occhiata alla lista delle aziende che ci sonodietro il w3c o altri organismi di standardizzazione :)?
            Se ml'ISO ha omologato il C#,
            questo dovrebbe allora essere ceduto
            all'ISO, che diventerebbe responsabile della
            sua evoluzione. Che senso ha, ora, il fatto
            che la Microsoft proponga una seconda
            versione di C#? .... Sbaglio?Semplicemente perchè C# è legato a doppio filo con .NETe .NET non è standard ISO
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!

            pericoli (cose accadute in passato del tutto
            simili) bisognerebbe impedire a microsoft di
            entrare in altri ulteriori settori che poi
            finisce per monopolizzare !!!anche GCC usa delle estensioni fuori standardma il C++ e il C standard sono una cosa solaquella che ha deciso l'ANSI/ISOil resto semplicemente non e' ne' C ne' C++ standard
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            - Scritto da: Anonimo
            bha!

            Vedi che il compilatore "visuale" piu usato
            al mondo è il MICROSOFT Visual C++...

            E' che su linux c# ci gira grazie a MONO,
            una implementazione open source del
            framework della microsoft (visto che ha
            rilasciato TUTTE le caratteristiche... al
            controrario di java...).

            Informati prima di sparare cazzate.

            Byez.Mono? Bah...Il problema e' che linux (o meglio ledistribuzioni GNU che usano kernel linux)stanno diventando un puttanaio. Cinquantamilaprogrammi malfunzionanti che cambianoda mattina a sera e 814 editor. Per esempioin campo audio, diciottomila sound daemons,e implentazoni: alsa0.5, alsa0.9, oss, e arts, esound sdl, e altre venticinquemila, come risultato allafine il suono lo ascolti una volta su 3, perche' qualchecazzo di processo sta usando il daemon sbagliatoo lo sta occupando abusivamente...18 miliardi di browser, mozilla, konqueror, phoenix,etc., tutti incompleti e malfunzionanti (per esempioin fase di stampa...); quando i plugin su ciascuno di essiper fare il playing di un qualsiasi file AVI/WMF/MOV/MPEG pulcioso fanno letteralmente cagare...; 82 miliardidi programmi per leggere la posta elettronica,45mila cloni della suite office con 72 miliardidi nuove opzioni (quando l'utente medio al massimo scrive la letterina di due pagine o la lista della spesa).Insomma c'e' molto piu' software di quanto sene potrà mai usare, e come se non bastassefanno continui fork, senza correggere le versioniprecedenti marce... OpenOffice 1.0.2 coifiltri tutti ciucchi peggio di OpenOffice 1.0.1..., XFreecol 3D che latita su molte schede, e quandonon latita crasha, etc.Invece di cercare di clonare e inseguire l'ennesimoinutile prodotto microsoft, che tra l'altropotrebbe tranquillamente funzionaredentro qualche emulatore, perche'non completare quello che gia' c'e', chee' perfino troppo, o tirare fuori qualcosa di innovativo?Che tristezza...
          • Anonimo scrive:
            Re: E[X] Bleargh! Non ci bastavano
            Hai proprio ragione. Tutti gli applicativi che hai citato nel mondo windows sono presenti in una sola incarnazione. Anche perche' sono tutti applicativi gia` monopolizzati da Microsoft ed a concorrenza zero.Il tuo messaggio e` un osanna all'assenza di liberta` di scelta.Ti ricordo che prima che microsoft piazzasse il suo Windows Media Player uno poteva scegliere tra piu` applicazioni, tanto per fare un esempio...
          • Anonimo scrive:
            Re: E[X] Bleargh! Non ci bastavano
            - Scritto da: Anonimo
            Hai proprio ragione. Tutti gli applicativi
            che hai citato nel mondo windows sono
            presenti in una sola incarnazione. AncheIn Windows dicono che ci sono 150000 applicativi.Per provarli tutti al ritmo di 10 al giorno ci metteremmo41 anni...
            perche' sono tutti applicativi gia`
            monopolizzati da Microsoft ed a concorrenza
            zero.
            Il tuo messaggio e` un osanna all'assenza di
            liberta` di scelta.
            Ti ricordo che prima che microsoft piazzasse
            il suo Windows Media Player uno poteva
            scegliere tra piu` applicazioni, tanto per
            fare un esempio...Non e' esatto. Il mio non è un osanna ad alcunche', piuttosto un biasimo sul fatto chesi cerchi ad ogni costo di clonare qualunquestupidaggine la micros*ft propini. Cosa mene faccio di 52 suite cloni di office se poinon ce n'e' una che funzioni? Cosa mene faccio di 52 sistemi di stampa, quandoce n'e' uno superiore agli altri altrettanto free(CUPS, lprng, PDQ, etc.). Meglio far convergere le risorse per migliorare quello che c'e' dibuono, piuttosto disperderle per reinventarela ruota ogni volta (toh, oggi l'autore di mplayer, l'hamollato in versione 0.9 per ricominciare dazero con un nuovo player, molto piu' figo...) e mollaretutto per inseguire e clonare le inutilities delle piattaformeproprietarie, tra l'altro inchiavardate con i brevettisoftware...
          • Anonimo scrive:
            H A I R A G I O N E
            Mi trovi perfettamente d'accordo su tutta la linea.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
          - Scritto da: TADsince1995


          cioe' sottoporre un linguaggio all ISO per

          standardizzarlo e' cercare il monopolio?

          No, non dico questo! Per me è orrore il loro
          tentativo di inserirsi e metterci lo zampino
          anche in una delle poche cose che non
          avevano ancora tentato di conquistare: i
          linguaggi di programmazione. C'era uno
          splendido standard chiamato C++ una volta...C'è ancora e attende di essere implementato completamente in un qualsiasi compilatore.Non male per un linguaggio che doveva semplificare la vita.Non che c'entri in qualche modo con C# e altri linguaggi di altissimo livello.

          allora stroustrup e' un monopolista da

          denunciare all'antitrust...

          Non credo che lui guadagni 300 euro al
          secondo...Non è influente, come non lo è Stoustrup nella definizione degli standard ANSI.

          secondo me la standardizzazione ISO e'

          l'unica cosa che rende un linguaggio
          davvero

          multipiattaforma e "libero"

          Io non ce lo vedo il C# su Linux... Ma posso
          sbagliarmi!Si, l'hai appena fatto, come tutti gli sviluppatori Gnome sanno C# sarà parte integrante della versione n.ro 4 come parte del progetto go-mono. Ho smesso di programmare 5 minuti fa.Tanto per porre l'accento sul fatto che una standardizzazione *elimina* il pericolo di un monopolio.Saluti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!

            Ho smesso di
            programmare 5 minuti fa.Alle 0.42 di domenica sera? Spero che tu viva in nuova zelanda...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            - Scritto da: Anonimo

            Ho smesso di

            programmare 5 minuti fa.

            Alle 0.42 di domenica sera? Spero che tu
            viva in nuova zelanda...:)Bello farsi una risata alla mattina ^^Il problema (grosso) è che sono un maniaco di Gnome.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
          - Scritto da: TADsince1995

          C'era uno
          splendido standard chiamato C++ una volta...
          Certo.. cosi' splendido che usarlo per scrivere applicazioni di alto livello è come darsi una mazzata.....Inoltre non c'e' nessun compilatore ancora che rispetti pienamente lo standard, e non è possibile scrivere applicazioni C++ portabili da un sistema ad un altro senza impazzire con qualche toolkit tipo QT.Se quelli di mono riusciranno ad implementare l'intera specifica della VM, le applicazioni potranno girare su sistemi Linux e Windows senza nemmeno dover essere ricompilate, come gia' avviene con Java.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            e ki ti assicura che Microsoft rispetti le stesse specifiche che ha fornito ? potrebbe benissimo fare un tool di programmazzione che riprende la fisosofia di FrontPage, ossia generare linguaggio fuori standard con implementazioni proprietarie totalmente incompatibile a i browser non M$ ... alla stessa maniera potrebbe creare delle implementazioni non catalogate in. net per boicottare la concorrenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            e poi pensa se atterrano gli ufo a roma
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            Un' altro intteligentone !Allora HTML e' uno standard ?SI !Explorer legge HTML standard ?SI !FrontPage genera HTML Standard ?NO !Explorer legge l' html non standard generato da FrontPage ?SI !Gli altri browser non M$ leggono correttamente HTML generato da FrontPage ?Spesso hanno problemi !Perche' ?Perche' a ogni versione nuova di Explorer/FrontPage M$ aggiunge alcune varianti nelle storpiature del codice Generato da FrontPage !Allora prima di parlare di ufo prova a renderti conto di come stanno le cose !
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!

            e ki ti assicura che Microsoft rispetti le
            stesse specifiche che ha fornito ? potrebbelo standard!!!altrimenti il prodotto MS non potra' chiamarsi C#
            benissimo fare un tool di programmazzione
            che riprende la fisosofia di FrontPage,
            ossia generare linguaggio fuori standard con
            implementazioni proprietarie totalmente
            incompatibile a i browser non M$ ... allanon e' cosi'....frontpage semplicemente genera html SBAGLIATOtipo apro fonto apro bold chiudo font chiudo bold...
            stessa maniera potrebbe creare delle
            implementazioni non catalogate in. net per
            boicottare la concorrenza.sticazzise ci sara' il pieno supporto allo standard bastera' attenersi a quellogia' oggi i compilatori C++ hanno estensioni proprietariema nei limiti del supporto allo standard (che nessun compilatore implementa appieno) il codice e' portabilequi si va oltresi va alla compatibilita' binaria sancita da uno standard ISOnon mi sembra poco
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            si certo certo.. FrontPage genera del codice html sbagliato APPOSTA e gaurda caso pero' questi sbagli Explorer li legge senza problemi, quasi si aspettasse di trovarli....
          • Anonimo scrive:
            Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
            ben detto, probabilmente anche i compilatori C# fatti dalla Microsoft finiranno per generare codice con degli sbagli
        • nop scrive:
          Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!


          No, non dico questo! Per me è orrore il loro
          tentativo di inserirsi e metterci lo zampino
          anche in una delle poche cose che non
          avevano ancora tentato di conquistare: i
          linguaggi di programmazione.???MS Visual C++ è il compilatore "visuale" più usato al mondo.MS Visual Basic è anch'esso uno dei linguaggi più diffusi.Conosco parecchie società che ancora usano Visual Fox Pro...Mi sembra che il mercato su piattaforma Windows sia largamente conquistato... C'era uno
          splendido standard chiamato C++ una volta...Standard non implementato nella sua interezza da nessuno...
          Non credo che lui guadagni 300 euro al
          secondo...Ah è questa la questione... paura di averlo più piccolo?
        • rhymes scrive:
          Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!

          No, non dico questo! Per me è orrore il loro
          tentativo di inserirsi e metterci lo zampino
          anche in una delle poche cose che non
          avevano ancora tentato di conquistare: i
          linguaggi di programmazione. C'era uno
          splendido standard chiamato C++ una volta...E che vuol dire? C++ è un linguaggio assai complicatoe per programmazione lato server non è che sia il massimodella vita. Inoltre C++ è uno standard come lo è C, come lo è Pascal e come lo è C# da ora... non vedo il problema
          Non credo che lui guadagni 300 euro al
          secondo...E quindi? Tu giudichi le intenzioni dal portafoglio? Secondome l'approccio MS è migliore di quello Sun con Java
          Io non ce lo vedo il C# su Linux... Ma posso
          sbagliarmi!www.go-mono.org aggiornati. C# su Linux gira e anche abbastanza bene!Rhymes
    • Anonimo scrive:
      Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
      C# non e' un orrore, e' una figata di linguaggio.L'hai provato almeno?
      • Anonimo scrive:
        Re: ** Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
        - Scritto da: Anonimo
        C# non e' un orrore, e' una figata di
        linguaggio.

        L'hai provato almeno?Se pensi che sia una figata di linguaggio sei tu che devi provarne altri.Lasciamo da parte le questioni di monopolio, standardizzazione, microsoft, dotGNU, .NET e go-mono.Il C# non e` una figata di linguaggio. Haskell e` una figata di linguaggio. ML e` una figata di linguaggio. Per certi aspetti (puramente concettuali) Lisp e` una figata di linguaggio (anche se e` inadeguato per ragioni pragmatiche). Python sarebbe una figata di linugaggio se solo ci fosse un'unica implementazione di riferimento e un paio di librerie fatte meglio. Smalltalk e` una figata di linguaggio. C a suo tempo era una figata di linguaggio (per ragioni piu` pragmatiche che per gli altri che ho citato).E giusto per dire i primi linguaggi che mi passano per la mente.C# e` un linguaggiuccio mediocre, senza infamia e senza lodo. Questo non vuol dire che non lo userei. Solo che e` nella piu` profonda mediocrita`. Sia chiaro che Java non e` poi meglio. Anzi. Per alcuni aspetti e` meglio il C# che il Java. Direi che il C# e` "onesto" su alcuni punti in cui il Java pretende di essere altro. Comunque alla fine siamo li`. Nulla di speciale entrambi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
        - Scritto da: Anonimo
        C# non e' un orrore, e' una figata di
        linguaggio.E' quello che dico!!

        L'hai provato almeno?Ma figurati, qui parlano ma non l'hanno manco mai visto
    • Anonimo scrive:
      Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!
      - Scritto da: TADsince1995

      C'era da aspettarselo... Che schifo... Dopo
      essersi imposti con la forza nel campo dei
      sistemi operativi ora questi tizi vogliono
      pure avere il monopolio dei linguaggi di
      programmazione!?!? Ma non gli andava bene il
      C++?

      Che orrore.cosa ti impedisce di continuare ad usare java?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bleargh! Non ci bastavano i SO!!!


      Ma non gli andava bene il
      C++?
      Che orrore.Informarsi prima di parlare no ?sai quali quali sono i linguaggi presenti in visual studio .net ?N.
  • Anonimo scrive:
    Tutto, ma non Java!

    Microsoft spera di poter arrivare a rimpiazzare Java nella
    costruzione di componenti, applicativi e servizi per InternetSperiamo bene che si muovano, alla Microsoft... non mi sembra vero di levarmi Java dalle balle!
    • Anonimo scrive:
      Re: ** Tutto, ma non Java!
      - Scritto da: Anonimo
      Speriamo bene che si muovano, alla
      Microsoft... non mi sembra vero di levarmi
      Java dalle balle!Non credo che otterresti grande vantaggio da C#. La differenza tra Java e C# e` veramente infinitesima risolve pochi dei problemi del Java e solitamente in modo poco elegante.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto, ma non Java!
      la cosa e' veramente buffa, specie visto che l'idea e la realizzazione di C# hanno un padre tutto particolare......come la cola e la pepsi.....forse e' il caso che ti cerchi un lavoro FUORI da M$, invece che dentro..... cosi' riuscirai a formulare idee meno stupide.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutto, ma non Java!
        - Scritto da: Anonimo
        la cosa e' veramente buffa, specie visto che
        l'idea e la realizzazione di C# hanno un
        padre tutto particolare......
        come la cola e la pepsi.....

        forse e' il caso che ti cerchi un lavoro
        FUORI da M$, invece che dentro..... cosi'
        riuscirai a formulare idee meno stupide.....ma perche java ha un padre migliore.java e c# però una cosa dimostrano:che il sw closed e un'idea vincente.solo il sw closed e riuscito aprodurre sw vincente, l'open riesce solo a fornire copie mal fatte più orientate al mondo accademico che al mondo reale.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto, ma non Java!
          - Scritto da: Anonimo
          che il sw closed e un'idea vincente.
          solo il sw closed e riuscito aprodurre sw
          vincente, l'open riesce solo a fornire copie
          mal fatte più orientate al mondo accademico
          che al mondo reale.Sbagliatissimo, hai una grossa fetta di salame sugli occhi.Ecco un controesempio: Linux è un S.O. che ha qualità addirittura superiori del Windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto, ma non Java!
      - Scritto da: Anonimo

      Microsoft spera di poter arrivare a
      rimpiazzare Java nella

      costruzione di componenti, applicativi e
      servizi per Internet

      Speriamo bene che si muovano, alla
      Microsoft... non mi sembra vero di levarmi
      Java dalle balle![+] LAMER Detected! Lamerbuster - il cercaidioti
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutto, ma non Java!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo


        Microsoft spera di poter arrivare a

        rimpiazzare Java nella


        costruzione di componenti, applicativi e

        servizi per Internet



        Speriamo bene che si muovano, alla

        Microsoft... non mi sembra vero di levarmi

        Java dalle balle!

        [+] LAMER Detected!

        Lamerbuster - il cercaidioticomplimenti x l'argomentazioni che dai!!prima di dare del lamer a qualcuno almeno cerca di dire xchè ha torto altrimenti fai la figura tu del lamerone.forse non conosci le cose, ma parli solo per partito preso. di tutti gli altri messaggi il tuo è il + infantile e inutile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutto, ma non Java!

      Speriamo bene che si muovano, alla
      Microsoft... non mi sembra vero di levarmi
      Java dalle balle!Ormai siamo in dirittura d'arrivo
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutto, ma non Java!
        - Scritto da: Anonimo

        Speriamo bene che si muovano, alla

        Microsoft... non mi sembra vero di levarmi

        Java dalle balle!

        Ormai siamo in dirittura d'arrivoquelli che odiano java lo fanno perche non capiscono cosa significhi lavorare per essere produttivi.intanto JAVA primeggia sui telefonini nei sistemi enterprise e con la nuova release 1.4.2 si affermera' anche sui giochi.è multipiattaforma vero,io i miei programmi java li facciogirare su tutti i sistemi operativi senza problemi. con .NET devi operare solo su macchine win.e lasciate perdere quella schifezza di mono che dopo 2 annidi sviluppo stanno ancora alla versione alpha.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto, ma non Java! ecco il propagan
          dista SUN.
          quelli che odiano java lo fanno perche non
          capiscono
          cosa significhi lavorare per essere
          produttivi.infatti mettiti a realizzare un UI (user interface) con java e poi ne parliamo, solo per aggiungere un evento buttonclick ti vengono i sudori freddi.
          intanto JAVA primeggia sui telefonini nei
          sistemi enterprise quanto tempo ci avete messo per fare cio: diversi anni, il compat framework .net e già da un pezzo in giro, cellulari pda ecc...Asp.net inserendo il minimo di strati sw permette di realizzare semplicemente sistemi enterprise, la separazione tra UI e logica applicativa e già intrinseca in asp.net, mentre in java dovete usare librerie di tag esterni ecc.. ecc..
          e con la nuova release 1.4.2 si affermera'
          anche sui giochi.appunto solo per giochi
          è multipiattaforma vero,io i miei programmi
          java li faccio
          girare su tutti i sistemi operativi senza
          problemi. ed eccolo un altro che di java ha letto solo la propaganda sul sito della sun, tra chi ci ha lavorato sul serio con java vigge i detto compila una volta e debugga su tutte le architetture.
          con .NET
          devi operare solo su macchine win.ilfatto di operare su una sola architettura presenta degli svantaggi sono il primo ad ammetterlo, ma fornisce anche molti vantaggi, non ultimo le prestazioni, considerando poi che in molti application server per rendere il carrozzone più veloce, senza che te ne rendi conto usi chiamate in codice nativo (famiggerate dll in win so in unix) mandando a benedire il discorso di multipiattaforma.in fondo cambia poco se la VM e multipiattaforma se poi nelle JSP fai chiamate alle librerie dell'application server che sono legate al tipo di architettura che usi non trovi
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutto, ma non Java! ecco il propagan

            considerando poi che in molti application
            server per rendere il carrozzone più veloce,
            senza che te ne rendi conto usi chiamate in
            codice nativo (famiggerate dll in win so in
            unix) mandando a benedire il discorso di
            multipiattaforma.cosa devono vedere i miei occhi, spero sia un'allucinazione
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutto, ma non Java! ecco il propagan
            - Scritto da: Anonimo
            dista SUN.
            infatti mettiti a realizzare un UI (user
            interface) con java e poi ne parliamo, solo
            per aggiungere un evento buttonclick ti
            vengono i sudori freddi.Cosa ci sta di cosi complicato nell'utilizzare gli ActionListner ?e poi con netbeans o jbuilder gli eventi li agganci con uno sputo.
            quanto tempo ci avete messo per fare cio:
            diversi anni, il compat framework .net e già
            da un pezzo in giro, cellulari pda ecc...Senti non diciamo cazzate sui telefonini e PDA l'unica alternativa seria è stata JAVA grazie al loro lavoro di standardizzazione continuo.questi .NET sui telefonini non li ho ancora visti...forse stai parlando delle ciofeche giapponesi ? :D
            Asp.net inserendo il minimo di strati sw
            permette di realizzare semplicemente sistemi
            enterprise, la separazione tra UI e logica
            applicativa e già intrinseca in asp.net,
            mentre in java dovete usare librerie di tag
            esterni ecc.. ecc..Cazzatone incredibile :) su JAVA esiste SUNONE dove la business logic la fai sui cosidetti application servertramite dei bean.la GUI usa il paradigma MVC e non deve manipolare una mazza.
            ed eccolo un altro che di java ha letto solo
            la propaganda sul sito della sun, tra chi ci
            ha lavorato sul serio con java vigge i detto
            compila una volta e debugga su tutte le
            architetture.No compila una volta e mettilo su tutti i pc..NET compila una volta e lascialo su WINZOZE.in fatto a prestazioni se proprio ti servono, esistono i cosidetti JIT compiler o just in time dove il bytecode java viene tramutato inquello macchina arrivando a prestazioni simili ad un compilato c++e poi ci starebbe anche il compilatore GNU gcj dove il tuo .classlo trasforma in un vero e proprio eseguibile (provato con le miemanine a fare un'app con le SWT senza problemi ) Ciao Ciao :)
Chiudi i commenti