I PC del riuso

Breve indagine di Punto Informatico sulla crescente ma non ancora consolidata cultura del re-impiego dell'hardware, del suo riutilizzo con finalità sociali e accademiche ma anche business. Nel riuso crescono molte soluzioni

Roma – 21 anni di onorato servizio. Non è retro-fantascienza, ma l’età di un IBM XT 5160 regolarmente funzionante, scovato durante una campagna pubblicitaria condotta a Londra dalla Kinitron Total IT Care , alla ricerca del PC più… anziano tra quelli ancora attivi. La Capital Transport Campaign di Dalston, proprietaria dell’XT, ha così beneficiato di una permuta gratuita con un PC dell’ultima generazione, la cui aspettativa di vita è decisamente inferiore a quella del suo blasonato predecessore.

La notizia di un PC perfettamente operativo dopo così tanto tempo (vedi foto più sotto) non sarebbe poi così sensazionale se nel mondo informatico si consolidasse una cultura diversa dall’ usa-e-getta oggi imperante e che provoca molte conseguenze negative, non ultime quelle sull’ambiente .

Per contrastare l’abitudine a gettar via ciò che ha smesso di scintillare stanno sorgendo molte iniziative organizzate per il riutilizzo del cosiddetto trashware con finalità socio-culturali.

A Roma, ad esempio, se ne occupa Ingegneria Senza Frontiere , che motiva così il proprio progetto di recupero: “Il software libero ed il software open source permettono oggi di garantire ad un pc funzionalità complete senza il bisogno dell’ingente esborso per l’acquisto delle licenze, con un livello di configurabilità ed adattabilità alle esigenze che ne consente un efficace utilizzo anche su hardware poco performanti”.

IBM XT 5160 A Torino, il Progetto BitEtico aggiunge, oltre al recupero del trashware, l’obiettivo di contribuire a ridurre il digital divide e offrire “opportunità di recupero e di reinserimento nella società di extracomunitari, disoccupati, anziani”. Filosofia condivisa anche da Linuxteam di Palermo e da molte altre iniziative documentate dal sito trash!italia .

Appositamente nato “per la rivitalizzazione ed il recupero funzionale delle LAN e dei PC obsoleti presenti nelle scuole italiane” è il Progetto Lazzaro , la cui prima realizzazione di successo è il laboratorio informatico della Scuola Media Statale “Giovanni Bovio” di Foggia , costituito da 18 postazioni di lavoro collegate in rete, realizzate con hardware recuperato (resuscitato?) e dotate di software open source, impiegate in corsi per il conseguimento dell’ormai onnipresente certificazione ECDL . Il laboratorio è stato inaugurato un anno fa alla presenza dell’ing. Mario Pelosi, capo dipartimento del Ministero per l’innovazione tecnologica.
Ma il riutilizzo di PC non è legato esclusivamente a finalità educative o socio-culturali. Lo dimostra il raggiungimento di obiettivi correlati ad attività di business , che descrive a Punto Informatico Fabrizio Malfanti, CEO di Intelligrate , azienda che si occupa di Competitive Intelligence, Text Mining e Sicurezza.

“Allo scopo di ottimizzare l’esecuzione degli strumenti di text mining e di reperimento delle informazioni via Internet – spiega Malfanti – utilizziamo una grid di macchine Intel di varia natura, sulle quali girano applicazioni di text mining ospitate dal sistema operativo Linux. La grid Linux consente di distribuire le attività di crawling e di elaborazione dei testi in modo più efficiente che utilizzando un elaboratore potente, e consente inoltre di limitare l’impatto ambientale, contenere i costi, focalizzando gli investimenti in altre aree tecnologiche, nonchè di aumentare la privacy dei nostri clienti, mantenendo i dati che li riguardano in ambienti fisicamente separati”.

I software del riuso
Cosa installare su un PC recuperato? Se uno degli obiettivi primari è il risparmio, si tenterà di ridurre o evitare i costi legati alle licenze software. In molti dei progetti di riutilizzo non è dunque un caso che si ricorra a sistemi operativi aperti e a freeware o software libero.

E quindi: il sistema operativo Linux, nelle molte distribuzioni disponibili (dalla sorprendente Coyote Linux, che sta su un floppy e permette di trasformare un vecchio pc in un firewall, fino alle varie Debian, Red Hat, SuSe, Mandrake, Slackware, l’italiana Madeinlinux…); la suite OpenOffice, valida alternativa ai pacchetti Microsoft e i gioiellini di Mozilla Foundation, FireFox, browser in grande ascesa, e il client e-mail Thunderbird.

Ed è certo anche possibile “convertire” i PC in semplici terminali di una rete Linux, utilizzando servizi come LTSP e NoMachine NX . In tal modo il carico di lavoro può essere completamente trasferito alla capacità elaborativa del server che esegue completamente tutte le applicazioni, senza impiego di risorse da parte dei pc.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Vergogna per l'intera comunità
    Siete una vergogna per l'intera comunita' europea !!!E comprate i pacchetti Microzoz con i nostri soldi.Quando esistono delle validissime alternative gratutite e nate prorpio per la diffusione del software e della cultura informatica LIBERA.Non mi sembra il caso di spendere dei soldi in aziende private per l'acquisto di strumenti atti a scrivere una lettere o redigere una tabella.Il software libero (open source) e' pieno di questi strumenti.Maditate cari cittadini , meditate !!!!Vi prego, informatevi per non rimanere nell'ignoranza totale: http://linuxdidattica.org/http://linuxdidattica.org/mrtt_24_02_05_02.html
  • Mechano scrive:
    Gli spaccini
    Come cambiano i tempi!Quando ero giovane io la piaga era la delinquenza fuori dalle scuole sotto forma di spacciatori che regalavano dosi di droghe leggere ai giovani per cercare di crearsi un parco clienti tossicodipendenti da cui avere una sicura rendita.Nel nuovo millennio la Microdrug fa accordi per poter spacciare copie di Winsniff e FumOffice a docenti e studenti di tutte le scuole per crearsi un parco clienti Winzozz-dipendenti che conoscono solo quello e sanno usare solo quello.Differenze?La droga nuoce a:il portafoglila salute INDIVIDUALEWinzozz nuoce a:il portafoglilo sviluppo e la liberta' COLLETTIVA di scelta culturale e tecnologicaAnalogie?Creano entrambi forte dipendenza!!! :-)Gli spaccini col fumo li perseguitano, la Microdrug viene accolta col tappeto rosso.Io rivoglio gli spaccini, perche' chi si droga fa male solo a se stesso, e non puo' obbligare nessun altro a drogarsi se questi non vuole. E la lotta contro la criminalita' dello spaccio di droga costa all'erario molto meno di quanto costa un'intossicazione collettiva da prodotti Microdrug a scadenza di cui pagare regolari aggiornamenti e nuove versioni sempre piu' inutili ogni 1-2 anni.Perche' chi usa Winzozz inonda il mondo di documenti, file multimediali e siti internet malfatti che funzionano solo se si ha Winzozz, venendo a disturbare anche chi non lo ha ed obbligandolo a procurarselo se vuole fruire di quei contenuti.Se la droga e' una piaga sociale,Winzozz e' una piaga culturale di dimensioni ancora piu' vaste.--Mr. Mechano==================================Modificato dall'autore il 05/03/2005 9.35.48
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli spaccini
      - Scritto da: Mechano
      Come cambiano i tempi!ma i nulla facenti non cambiano mai

      Quando ero giovane io la piaga era la delinquenza
      fuori dalle scuole sotto forma di spacciatori che
      regalavano dosi di droghe leggere ai giovani per
      cercare di crearsi un parco clienti
      tossicodipendenti da cui avere una sicura
      rendita.ahahah... intanto da come ti esprimi non avrai più di 30 anni e da come scrivi le canne non mi sembrano affatto passate di moda

      Nel nuovo millennio la Microdrug fa accordi per
      poter spacciare copie di Winsniff e FumOffice a
      docenti e studenti di tutte le scuole per crearsi
      un parco clienti Winzozz-dipendenti che conoscono
      solo quello e sanno usare solo quello.e pensare che i drogati sembrate proprio voi linari, "chiusi" tristemente nel vostro mondo "open" source

      Differenze?

      La droga nuoce a:
      il portafogli
      la salute INDIVIDUALEnon sai più cosa scrivere oramai caro mechano... la scarsità di commesse linux ti sta frullando il cervelloapri la tua mente prima del software e vedrai che troverai meno tempo per i tuoi deliri su PI

      Winzozz nuoce a:
      il portafogli
      lo sviluppo e la liberta' COLLETTIVA di scelta
      culturale e tecnologicanuoce a chi? fammi un esempio di paese al mondo crollato in deficit a causa delle licenze oem... ahahahahpooraccio

      Analogie?

      Creano entrambi forte dipendenza!!! :-)

      Gli spaccini col fumo li perseguitano, la
      Microdrug viene accolta col tappeto rosso.

      Io rivoglio gli spaccini, perche' chi si droga fa
      male solo a se stesso, e non puo' obbligare
      nessun altro a drogarsi se questi non vuole. E la
      lotta contro la criminalita' dello spaccio di
      droga costa all'erario molto meno di quanto costa
      un'intossicazione collettiva da prodotti
      Microdrug a scadenza di cui pagare regolari
      aggiornamenti e nuove versioni sempre piu'
      inutili ogni 1-2 anni.o sei pazzo o sei prossimo alla pazzia

      Perche' chi usa Winzozz inonda il mondo di
      documenti, file multimediali e siti internet
      malfatti che funzionano solo se si ha Winzozz,
      venendo a disturbare anche chi non lo ha ed
      obbligandolo a procurarselo se vuole fruire di
      quei contenuti.windosfobia... non è da sottovalutare

      Se la droga e' una piaga sociale,
      Winzozz e' una piaga culturale di dimensioni
      ancora piu' vaste.ahahah...ma la notte dormi? ...o pensi a linux vs windows...(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli spaccini




        Se la droga e' una piaga sociale,

        Winzozz e' una piaga culturale di dimensioni

        ancora piu' vaste.


        ahahah...

        ma la notte dormi? ...o pensi a linux vs
        windows...

        (rotfl)eheehhehe, andate qua:http://www.stud.ntnu.no/~shane/stasj/pics/humor/div/499.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli spaccini
      - Scritto da: Mechano
      Se la droga e' una piaga sociale,
      Winzozz e' una piaga culturale di dimensioni
      ancora piu' vaste.Parole sante! il sistemino giocattolo Wincess sarebbe da eliminare...
  • Anonimo scrive:
    Biotech - San Raffaele
    Grazie a Dio nel corso universitario di biotecnologie del san raffaele di milano usano solo Apple...più precisamente degli iBook, uno per ogni studente... l'anno prossimo saranno più di 130.microsoft è out...
  • HellPaso scrive:
    Alla faccia
    Del progetto Lazarus...
  • Anonimo scrive:
    OOo
    posso anche capire che si preferisca windowsa linux per un uso desktop, con le solite scuse contro linux::e' difficile da installare, non ci sono sempre tutti i swche si possono trovare per windows, ecc ...voglio sentire le giustificazioni che avanzeranno quando questi signori sceglieranno Office al posto della versione 2+ di OOo.
    • Anonimo scrive:
      Re: OOo
      Vediamo... che ne dici del fatto che con Powerpoint 2003 mi scarico gratuitamente Producer e faccio un CD con una lezione da distribuire per approfondimenti?
      • Anonimo scrive:
        Re: OOo
        - Scritto da: Anonimo
        Vediamo... che ne dici del fatto che con
        Powerpoint 2003 mi scarico gratuitamente Producer
        e faccio un CD con una lezione da distribuire per
        approfondimenti?Una lezione che funziona solo su Win pero'.E se io uso Linux che me ne faccio della tua lezione?
        • Anonimo scrive:
          Re: OOo

          Una lezione che funziona solo su Win pero'.
          E se io uso Linux che me ne faccio della tua
          lezione?sai com'é nella vita ci vuole un pò di praticità, stiamo parlando di un paio di punti percentuali di persone che lo usano e non stiamo parlando di dover rispettare tutte le minoranze
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo

            sai com'é nella vita ci vuole un pò di praticità,
            stiamo parlando di un paio di punti percentuali
            di persone che lo usano e non stiamo parlando di
            dover rispettare tutte le minoranzeCerto, certo, raggiungere il 95% delle persone tramite un software costoso che imporrebbe legalmente anche a loro un esborso costoso è meglio che raggiungere con gli setssi risultati e la stessa fatica il 100% degli utenti senza imporgli un esborso oneroso o almeno meno oneroso, anche per se...Non fa una grinza!Dopo le fette di prosciutto che hai sugli occhi le mangi o le butti via?
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo

            Certo, certo, raggiungere il 95% delle persone
            tramite un software costoso che imporrebbe
            legalmente anche a loro un esborso costoso è
            meglio che raggiungere con gli setssi risultati e
            la stessa fatica il 100% degli utenti senza
            imporgli un esborso oneroso o almeno meno
            oneroso, anche per se...
            Non fa una grinza!
            Dopo le fette di prosciutto che hai sugli occhi
            le mangi o le butti via?io non ho detto che sia meglio o peggio, ma al momento è così e pretendere di cambiare lo stato delle cose nel breve termine è pura utopia altro che prosciuttola gente ora ha quel software, vuoi originale, vuoi copiato in parte e passeranno ancora gli anni prima di vedere dei cambiamenti, e non è neppure detto che questi vadano per forza di cose verso l'open sourcequindi per il momento mi pare adeguato che la gente sia preparata per gli strumenti a più larga diffusionequesto non significa dare spazio anche ad altri, ma se vogliamo essere un pò pratici e meno idealisti è bene che sia una parte minoritaria di questo spazio
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo

            la gente ora ha quel software, vuoi originale,
            vuoi copiato in parte e passeranno ancora gli
            anni prima di vedere dei cambiamenti, e non è
            neppure detto che questi vadano per forza di cose
            verso l'open sourceInteressante "passeranno ancora degli anni" con sw non originale... bisognerebbe vedere cosa ne pensano quelli di Giochi Di Fantasia.it www.gdf.it quando trovano macchine con sw senza licenza...
            quindi per il momento mi pare adeguato che la
            gente sia preparata per gli strumenti a più larga
            diffusione100%
            95%, di strumenti a larga diffisione sia per i testi che per gli ipertesti, filmati audio ecc ce ne sono tanti, ma presentazioni in quel tristo e chiuso formato che raggiunge la parte minoritaria degli utenti (si, ribadisco 95 questo non significa dare spazio anche ad altri,
            ma se vogliamo essere un pò pratici e meno
            idealisti è bene che sia una parte minoritaria di
            questo spazio95
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo
            Ma perchè secondo te quanti sono quelli che hanno office 2003? lo puoi trovare nelle case, dove la pirateria spadroneggia, ma fatti un giro per aziende e uffici, vedi quanti sono quelli che sono passati a 2003, chi lo aveva comprato è rimasto tranquillamente alla versione 2000 e in molti casi addirittura alla versione 97!E tutto sommato non mi sento di dargli torto, per avere 1000 funzioni in piu' che non usi non vale davvero la pena.
        • Anonimo scrive:
          Re: OOo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Vediamo... che ne dici del fatto che con

          Powerpoint 2003 mi scarico gratuitamente
          Producer

          e faccio un CD con una lezione da distribuire
          per

          approfondimenti?

          Una lezione che funziona solo su Win pero'.
          E se io uso Linux che me ne faccio della tua
          lezione?Arrangiati. Hai voluto Linux? Pedala!
          • Mechano scrive:
            Re: OOo
            - Scritto da: Anonimo

            Una lezione che funziona solo su Win pero'.

            E se io uso Linux che me ne faccio della tua

            lezione?

            Arrangiati. Hai voluto Linux? Pedala!Non e' vero sei tu una persona ignorante, pigra e di scarsa lungimiranza.Perche' se vuoi che il tuo lavoro sia fruibile da chiunque dovresti prima studiare e informarti, sapere che un formato aperto sara' fruibile da qualsiasi sistema operativo.Se c'e' un formato multimediale diffuso su qualsiasi piattaforma quello e' il flash. E per i documenti il pdf. Ma tu sei pigro, ignorante e di scarsa lungimiranza... Hai preferito il primo prodotto che ti ha dato Micro$oft.--Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: OOo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Vediamo... che ne dici del fatto che con

          Powerpoint 2003 mi scarico gratuitamente
          Producer

          e faccio un CD con una lezione da distribuire
          per

          approfondimenti?

          Una lezione che funziona solo su Win pero'.
          E se io uso Linux che me ne faccio della tua
          lezione?niente... in alternativa puoi sempre compilare il kernel :-D
      • Anonimo scrive:
        Re: OOo

        Vediamo... che ne dici del fatto che con
        Powerpoint 2003 mi scarico gratuitamente Producer
        e faccio un CD con una lezione da distribuire per
        approfondimenti?Rabbrividiamo!"distribuire"???Distribuire???Per distribuire qualcosa che vedrai in modo coerente indipendentemente dalla piattaforma, non modificabile, firmabile... il pdf è la scelta d'elezione.Di solito quando mi arrivano presentazioni aziendali preventivi e offerte in ppt pps doc xls di solito le apro, ci scrivo delle ca**ate sesquipedali e le rimando al mittente dicendogli "ma davvero fate queste cose? e vi sembra il caso di dirlo in giro???":P
        • Anonimo scrive:
          Re: OOo

          Rabbrividiamo!
          "distribuire"???
          Distribuire???
          Per distribuire qualcosa che vedrai in modo
          coerente indipendentemente dalla piattaforma, non
          modificabile, firmabile... il pdf è la scelta
          d'elezione.
          Di solito quando mi arrivano presentazioni
          aziendali preventivi e offerte in ppt pps doc xls
          di solito le apro, ci scrivo delle ca**ate
          sesquipedali e le rimando al mittente dicendogli
          "ma davvero fate queste cose? e vi sembra il caso
          di dirlo in giro???"
          :Pnon hai capito nulla, non sai cosa sia producer, ma parli...non stiamo parlando di presentazioni statiche o preventivi, ma di video ed audio sincronizzati con le slide
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo

            non stiamo parlando di presentazioni statiche o
            preventivi, ma di video ed audio sincronizzati
            con le slideChe formatone! Ben video e audio sincronizzati con le slide!Complimenti, M$ ha scoperto una delle infinite potenzialità del concetto di ipertesto!E ovviamente non funziona nella stessa identica maniera su qualsiasi macchina e comunque per aprirlo ti serve un apposito software che funziona solo su sistemi operativi M$...contrariamente agli altri tipi disponibili di ipertesto!coraggio, dopo l'ipertesto magari tra qualche hanno Bill The Knight Commander scoprirà anche il concetto di programmazione orientata al protocollo anzichè all'applicazione, poi magari impara anche a programmare e a fare un sistema operativo vero...
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo

            Che formatone! Ben video e audio sincronizzati
            con le slide!
            Complimenti, M$ ha scoperto una delle infinite
            potenzialità del concetto di ipertesto!http://en.wikipedia.org/wiki/Hypertexthttp://en.wikipedia.org/wiki/Hypermediahttp://en.wikipedia.org/wiki/Multimediama il punto ovviamente non è questo, non è il fatto di avere inventato nulla di nuovo, il punto è che di semplicissimo utilizzo ed integrato nella piattaforma di produttività individuale PIU' DIFFUSA SUL PIANETA: officepoi tu parla di quel che vuoi
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo

            non è il
            fatto di avere inventato nulla di nuovo, il punto
            è che di semplicissimo utilizzo ed integrato
            nella piattaforma di produttività individuale
            PIU' DIFFUSA SUL PIANETA: officeCerto, è facile fare diffondere una piattaforma che costa una milionata circa e ha come numero di serie 0402 1234567!Ah, ma poi ci si gira intorno con le licenze studente, le trial o presunte tali, le rc, le oem a prezzi totalmente diversi da quelli di mercato...Poi per il semplicissimo utilizzo vorrei vedere quali altre tecnologie hai provato, gestire un evento "apri queasta slide quindi apri anche questo stream audio o questo video" è simplerrimo con una pletora di strumenti... poi spiegami l'interazione... dovrai ben dirgli dove prendersi l'audio e il video, come faresti in qualsiasi altro sw, lo apri, componi le slide, gli dici di prendersi quei file o ce lo trascini dentro...tipico di M$ raccontare che certe cose simplerrime sarebbero proibitive senza la loro integrazione... come se "all'apertura di qusto riproduci questo viedo" fosse chissà cosa... mah!
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo

            ma il punto ovviamente non è questo, non è il
            fatto di avere inventato nulla di nuovo, il punto
            è che di semplicissimo utilizzo ed integrato
            nella piattaforma di produttività individuale
            PIU' DIFFUSA SUL PIANETA: officeQuindi sul mio diffusissimo Office 97 funziona?
          • matteo.moro scrive:
            Re: OOo


            non hai capito nulla, non sai cosa sia producer,
            ma parli...
            non stiamo parlando di presentazioni statiche o
            preventivi, ma di video ed audio sincronizzati
            con le slide
            Wow! Le stesse cose che facevo molti anni fa con HyperCard ... Queste si che sono "esperienze d'eccellenza" :-)http://en.wikipedia.org/wiki/HyperCardciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net
      • Anonimo scrive:
        Re: OOo
        - Scritto da: Anonimo
        Vediamo... che ne dici del fatto che con
        Powerpoint 2003 mi scarico gratuitamente Producer
        e faccio un CD con una lezione da distribuire per
        approfondimenti? ...dico che io non la vedro' mai .
        • Anonimo scrive:
          Re: OOo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Vediamo... che ne dici del fatto che con

          Powerpoint 2003 mi scarico gratuitamente
          Producer

          e faccio un CD con una lezione da distribuire
          per

          approfondimenti?

          ...dico che io non la vedro' mai .e anch'io dico che non me ne frega niente di vederla e non vorro' mai avere un insegnante che utilizza questi strumenti. Ma quanto e' difficile battersi contro i mulini a vento! Scusa, io ho un Mac con netbsd, spiegami- Che dovere ho io di tenerci su Mac OS X?- Perche' mai dovrei aver voglia di PAGARE per usare un software proprietario che non mi piace per vedere una lezione che sarebbe assolutamente uguale distribuita in altri modi?- Come farei a procurarmi il tuo famoso Office copiato per Mac?- Perche' dovrei rischiare copiando?Voglio usare il software che preferisco e se questo non e' MS non ho il diritto di accedere alla tua interessante lezione?
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo
            infatti la lezione la faccio io con quello che voglio io.Puoi scaricarti il player dei ppt ed è perfettamente legale. Come, lo vuoi usare su freeBSD. Non è un problema mio, se sei così bravo configurati Wine e fai andare il player di powerpoint e potrai anche tu accedere alla lezione. Facile no? NOOOO???? embè, è una scelta tua!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo

            infatti la lezione la faccio io con quello che
            voglio io.Certo, intanto passa nelle università serie, tipo Berkley, Cambridge, Oxford e cerca il materiale didattico, giusto per capire cosa usano i migliori.Poi traine le tue conclusioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo
            Ma chi l'ha detto che quelle sono università serie?? TU??? a behhh, allora!!!, facci ridere :D e facci sognare :)!!! GRAZIE!!!In base a quale logica decidi che quelle sono serie perchè fanno os mentre le altre non lo sono?? Complimenti per i tuoi metri di paragone!!!
          • matteo.moro scrive:
            Re: OOo


            infatti la lezione la faccio io con quello che
            voglio io.
            Questo è il punto. Se insegni in una scuola pubblica sei pagato anche con i soldi dei tuoi studenti (e/o delle loro famiglie) e non vedo un solo motivo valido per costringerli ad un ulteriore esborso per acquistare le licenze di utilizzo del software necessario ad usufruire di una tua lezione.Dimmene uno solo, ma che sia valido, e ti darò ragione.Se questo è il significato di "favorire la diffusione di esperienze di eccellenza realizzate dalle scuole", preferisco che si resti nella mediocrità.ciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net==================================Modificato dall'autore il 04/03/2005 22.36.51
          • Anonimo scrive:
            Re: OOo
            - Scritto da: Anonimo
            - Perche' dovrei rischiare copiando?
            Voglio usare il software che preferisco e se
            questo non e' MS non ho il diritto di accedere
            alla tua interessante lezione?Se non te lo puoi permettere allora è un problema di soldi tuoi, non di altro.Tutti vorrebbero andare in giro in Porsche, non per questo hanno collettivizzato l'azienda espropriandola, per produrre Porsche da distribuire gratis al POPOLO.
          • matteo.moro scrive:
            Re: OOo


            Se non te lo puoi permettere allora è un problema
            di soldi tuoi, non di altro.

            Tutti vorrebbero andare in giro in Porsche, non
            per questo hanno collettivizzato l'azienda
            espropriandola, per produrre Porsche da
            distribuire gratis al POPOLO.
            O forse è fastidioso vedere come molti continuino a distribuire accessori per una 500 "obbligandomi" ad acquistarla a caro prezzo, perchè con la mia Porsche non li posso utilizzare. :-)ciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net
    • Anonimo scrive:
      Re: OOo
      - Scritto da: Anonimo
      posso anche capire che si preferisca windows
      a linux per un uso desktop, con le solite scuse
      contro linux::
      e' difficile da installare, non ci sono sempre
      tutti i sw
      che si possono trovare per windows, ecc ...

      voglio sentire le giustificazioni che avanzeranno
      quando
      questi signori sceglieranno Office al posto
      della versione 2+ di OOo.
      OOo .... ma che sono... bolle di sapone?a laurà cannaioli!
  • Anonimo scrive:
    IN LOMBARDIA PRESTO LE ELEZIONI
    Il mese prox in Lombarida ci saranno le elezioni Regionali.Ricordiamoci anche di questa PORCHERIA fatta dalle Regione dell' accordo coni i grassatori della microzoz nelle scuole.....VERGOGNA!Otre inoltre che dei tiket sanitari dei trasporti indecenti, e di tutto il resto.
    • Anonimo scrive:
      Re: IN LOMBARDIA PRESTO LE ELEZIONI
      - Scritto da: Anonimo
      Il mese prox in Lombarida ci saranno le elezioni
      Regionali.
      Ricordiamoci anche di questa PORCHERIA fatta
      dalle Regione dell' accordo coni i grassatori
      della microzoz nelle scuole.....VERGOGNA!

      Otre inoltre che dei tiket sanitari dei trasporti
      indecenti, e di tutto il resto.Fatica sprecata: questo accordo sarà una manna per la maggioranza dei cittadini (ed anche insegnanti, vedi il mio post di ieri http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=916412&tid=916201&p=1#916412 )Che devo dire: sono sfiduciato da una scuola (dirigenti, docenti) che non ha voglia/che ha paura di evolvere/imparare, anche quando questo è conveniente.È mai possibile che gli INSEGNANTI ed i DIRIGENTI SCOLASTICI non capiscano che la scuola è un DIRITTO e che quindi è dovere dell'istituzione scolastica fornire (a parità di qualità e contenuti) l'istruzione PIÙ ECONOMICA POSSIBILE per permettere a TUTTI di imparare? :-|È mai possibile che per IMPARARE si debba (come dice la BSA nelle scuole!) PIRATARE o FARSI DRAGARE LE SACOCCE? :'-(Bè, saluti............................Enrico (linux) (c64)
    • Anonimo scrive:
      Re: SIETE FOTTUTI
      - Scritto da: Anonimo
      Il mese prox in Lombarida ci saranno le elezioni
      Regionali.
      Ricordiamoci anche di questa PORCHERIA fatta
      dalle Regione dell' accordo coni i grassatori
      della microzoz nelle scuole.....VERGOGNA!

      Otre inoltre che dei tiket sanitari dei trasporti
      indecenti, e di tutto il resto.il misero mondo a cui auspicate è ancora ben lontano dal materializzarsi...nel frattempo fumatevi il vostro pinguino in cantinalinux, l'oppio dei poveri
  • Anonimo scrive:
    In toscana
    M$ non riuscirà mai a fare una cosa del genere.Chi indovina perchè vince un premio.
    • awerellwv scrive:
      Re: In toscana
      forse perche' sono racchiusi li dentro i + grandi guru open source italiani tipo Simone Piccardi? (linux) (apple)
      • Anonimo scrive:
        Re: In toscana
        - Scritto da: awerellwv
        forse perche' sono racchiusi li dentro i + grandi
        guru open source italiani tipo Simone Piccardi?
        (linux) (apple)no son homunisti
        • Mechano scrive:
          Re: In toscana
          - Scritto da: Anonimo

          forse perche' sono racchiusi li dentro i +
          grandi

          guru open source italiani tipo Simone Piccardi?

          (linux) (apple)

          no son homunistiNon e' assolutamente vero. In passato sono stati proprio Bertinotti e anche D'Alema a firmare i piu' importanti appalti delle grandi aziende italiane con M$. La politica con una scelta di questo genere non centra nulla, in qualsiasi politico e' forte l'opportunismo. La bustarella piu' grassa vince. E la bustarella piu' grassa arriva sempre da chi ha piu' soldi la M$ e IBM (International Bastard Machines).Se in Toscana ci saranno dei segni positivi di adozione di opensource questo non sara' dovuto a scelte politiche, ma al buon lavoro di diffusione delle informazioni sui vantaggi che si avrebbero da prodotti creati usando questo sistema di sviluppo, fatto da LUG ed associazioni di vario genere, oltre che dai luminari del mondo accademico non collusi con Microshit.--Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    in alto adige invece....
    Vi è (era) uno progetto di migrazione TOTALE all'utilizzo di sistema operativo GNU/Linux al èposto di sistemi operativi mirosoft interessante TUTTE le scuole della provincia.La cosa è motivata dalla volontà di risparmiare in modo considerevole.Sono stati già predisposti corsi di formazione per i professori e maestri.Purtroppo si registra la resistenza di qualche capoccia alla migrazione, quindi sono in futuro si potrà dire con certezza se la cosa andrà in porto.Questa è la differenza tra la regione Lombardia e la Provincia Autonoma di Bolzano :)by ziopippo :þ
    • Anonimo scrive:
      Re: in alto adige invece....
      il problema è che magari M$ arriva e ti da il sw a prezzo scontatissimo, così il risparmio (a breve termine) nell'usare GNU/Linux se ne va in fumo, assieme alla libertà.Tanto poi M$ recupera con gli studenti che, "formati" sul suo sw, lo useranno anche in futuro a casa e.. al lavoro!E poi, già me li vedo i docenti a dover imparare qualcosa di nuovo... proprio loro che insegnano sono spesso i più refrattari ad apprendere, sigh
    • Anonimo scrive:
      Re: in alto adige invece....
      - Scritto da: Anonimo
      Vi è (era) uno progetto di migrazione TOTALE
      all'utilizzo di sistema operativo GNU/Linux al
      èposto di sistemi operativi mirosoft interessante
      TUTTE le scuole della provincia.
      La cosa è motivata dalla volontà di risparmiare
      in modo considerevole.Ma che straaaaaaaanoooo.Di solito i documenti che parlano di "software libero" esordiscono sempre con frasi del tipo "ma il software libero non deve essere confuso con il software gratis" ( e voglio vedere chi ha pagato per del software open source ).Visto il risparmio considerevole ( perché tolta la manodopera pagata profumatissimamente, il software è gratis nei fatti ), non vi sembra una cosa contradittoria?NooooooInfatti quando le aziende pagano poco ("ma lo sai che io questa roba la scarico gratis da internet?"), gli interessati nel software libero diffondo la voce "ma libero non significa gratis".Viceversa, quando un'imprenditore si fa fare il preventivo per un'informatizzazione a base di software libero, e rinuncia perché viste le cifrone, fa un salto sulla sedia, gli interessati nel software libero diffondo la voce "ma non costa niente!"Ehhh si, com'è paradossale la realtà.Anzi, a dire il vero i guru del software libero si sono resi conto di questa piccola assurdità, e lo ordinano chiaramente:"Quando si parla di software libero, è meglio evitare di usare espressioni come "gratuito" "http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.htmlCapito? Occorre uniformarci al volere del signor Stallman quindi, guagliò: Quando si parla di software libero, è meglio evitare di usare espressioni come "risparmiare in modo considerevole".
      • Anonimo scrive:
        Re: in alto adige invece....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Vi è (era) uno progetto di migrazione TOTALE

        all'utilizzo di sistema operativo GNU/Linux al

        èposto di sistemi operativi mirosoft
        interessante

        TUTTE le scuole della provincia.

        La cosa è motivata dalla volontà di risparmiare

        in modo considerevole.

        Ma che straaaaaaaanoooo.

        Di solito i documenti che parlano di "software
        libero" esordiscono sempre con frasi del tipo "ma
        il software libero non deve essere confuso con il
        software gratis" ( e voglio vedere chi ha pagato
        per del software open source ).

        Visto il risparmio considerevole ( perché tolta
        la manodopera pagata profumatissimamente, il
        software è gratis nei fatti ), non vi sembra una
        cosa contradittoria?

        Noooooo

        Infatti quando le aziende pagano poco ("ma lo sai
        che io questa roba la scarico gratis da
        internet?"), gli interessati nel software libero
        diffondo la voce "ma libero non significa
        gratis".

        Viceversa, quando un'imprenditore si fa fare il
        preventivo per un'informatizzazione a base di
        software libero, e rinuncia perché viste le
        cifrone, fa un salto sulla sedia, gli interessati
        nel software libero diffondo la voce "ma non
        costa niente!"

        Ehhh si, com'è paradossale la realtà.

        Anzi, a dire il vero i guru del software libero
        si sono resi conto di questa piccola assurdità, e
        lo ordinano chiaramente:

        "Quando si parla di software libero, è meglio
        evitare di usare espressioni come "gratuito" "

        http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.html

        Capito? Occorre uniformarci al volere del signor
        Stallman quindi, guagliò: Quando si parla di
        software libero, è meglio evitare di usare
        espressioni come "risparmiare in modo
        considerevole".BROOOOOOOOOOOOOOOOOOTT!!!!buonanotte.
      • Anonimo scrive:
        Re: in alto adige invece....

        Stallman quindi, guagliò: Quando si parla di
        software libero, è meglio evitare di usare
        espressioni come "risparmiare in modo
        considerevole".fino a prova contraria simo in un paese democraticodico quello che voglio penso quello che dicoe tu?
      • Anonimo scrive:
        Re: in alto adige invece....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Vi è (era) uno progetto di migrazione TOTALE

        all'utilizzo di sistema operativo GNU/Linux al

        èposto di sistemi operativi mirosoft
        interessante

        TUTTE le scuole della provincia.

        La cosa è motivata dalla volontà di risparmiare

        in modo considerevole.

        Ma che straaaaaaaanoooo.

        Di solito i documenti che parlano di "software
        libero" esordiscono sempre con frasi del tipo "ma
        il software libero non deve essere confuso con il
        software gratis" ( e voglio vedere chi ha pagato
        per del software open source ).
        [.....]Tu devi avere dei problemi grossi, ma veramente grossi.Sei cosi' esaltato nella tua personalissima lotta contro il software open che non ti accorgi nemmeno delle stupidaggini che scrivi.Non penso tu sia un buffone prezzolato da microsux, percio' rimane solo l'ipotesi che tu ti sia bevuto completamente il cervello, percio' meriti la comprensione e l'affetto che si da alle persone malate, datto che non sei neanche divertente come trollone.ciao, da un MS user (tanto perche' non mi accusi di essere un comunista linaro).
      • lord_casco scrive:
        Re: in alto adige invece....
        - Scritto da: Anonimo
        Di solito i documenti che parlano di "software
        libero" esordiscono sempre con frasi del tipo "ma
        il software libero non deve essere confuso con il
        software gratis" ( e voglio vedere chi ha pagato
        per del software open source ).La differenza non e' legata al costo.
        Infatti quando le aziende pagano poco ("ma lo sai
        che io questa roba la scarico gratis da
        internet?"), gli interessati nel software libero
        diffondo la voce "ma libero non significa
        gratis".Giusto.
        Viceversa, quando un'imprenditore si fa fare il
        preventivo per un'informatizzazione a base di
        software libero, e rinuncia perché viste le
        cifrone, fa un salto sulla sedia, gli interessati
        nel software libero diffondo la voce "ma non
        costa niente!"Un buon imprenditore si fa fare piu' preventivi.Il software libero e' solitamente proposto da aziende locali e locali rimangono i soldi, a tutto vantaggio della nostra bilancia dei pagamenti con l'estero.
        Ehhh si, com'è paradossale la realtà.

        Anzi, a dire il vero i guru del software libero
        si sono resi conto di questa piccola assurdità, e
        lo ordinano chiaramente:

        "Quando si parla di software libero, è meglio
        evitare di usare espressioni come "gratuito" "In inglese l'espressione "free software" e' ambigua, in italiano no.

        http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.html

        Capito? Occorre uniformarci al volere del signor
        Stallman quindi, guagliò: Quando si parla di
        software libero, è meglio evitare di usare
        espressioni come "risparmiare in modo
        considerevole".Sono d'accordo il vantaggio del software libero non e' nel denaro ma nella liberta'.Ciao.
    • awerellwv scrive:
      Re: in alto adige invece....
      io sono di Merano (T.A.A.) Il processo di migrazione e' appena incominciato e pochissime scuole si sono gia' adeguate a cio' cmq vi posso dire che da circa 2 anni sul sistema di trasporti regionale (la SAD ) ha migrato TUTTO su linux, perfino i bus stessi, infatti ogni autobus e' dotato di un pc 486 collegato alal centrale tramite supporto gsm che trasmette in tempo reale la situazione dell'autobus, quale posizione, distanza percorsa giornaliera, ritardi, difetti, e chi + ne ha + ne metta, su + di 100 sistemi solo 1 si e' bloccato negli ultimi 2 anni! e sono 486 che hanno + di 10 anni di vita ciascuno!
      • Anonimo scrive:
        Re: in alto adige invece....
        - Scritto da: awerellwv
        io sono di Merano (T.A.A.)

        Il processo di migrazione e' appena incominciato
        e pochissime scuole si sono gia' adeguate a cio'
        cmq vi posso dire che da circa 2 anni sul sistema
        di trasporti regionale (la SAD ) ha migrato TUTTO
        su linux, perfino i bus stessi, infatti ogni
        autobus e' dotato di un pc 486 collegato alal
        centrale tramite supporto gsm che trasmette in
        tempo reale la situazione dell'autobus, quale
        posizione, distanza percorsa giornaliera,
        ritardi, difetti, e chi + ne ha + ne metta, su +
        di 100 sistemi solo 1 si e' bloccato negli ultimi
        2 anni! e sono 486 che hanno + di 10 anni di vita
        ciascuno!Io sono originario di Palermo ed ora vivo a 45km da Trento, e sinceramente e' da quando sono piccolo che sento di varie meraviglie e iniziative estremamente moderne ed intelligenti prese nel Trentino, ma anche in Val D'Aosta e Friuli.Ma che cosa vi fa fare di queste scelte intelligenti anche se qualche volta azzardate e pionieristiche?Non e' una frase negativa, voglio dire che in Italia se non c'e' qualcuno che dimostra sale in zucca e si mette davvero d'impegno per sperimentare qualcosa di nuovo, nessuno prende alcuna decisione di sua volonta' specie al sud, salvo poi farsi derubare nei soliti appalti truffaldini. Sempre se non si e' collusi (maggior parte delle volte).Anche Bolzano, che incentiva le cellule fotovoltaiche in casa e ti permette a tutti i cittadini di far rivendere l'energia elettrica in surplus all'Enel e altre societa' elettriche.E in Sicilia nulla! Dico, a Bolzano dove di sole ce ne sara' manco il 30% per durata e intensita' che in Sicilia, ci sono di queste mirabolanti iniziative, e dove avrebbero un reale giovamento c'e' il vuoto piu' assoluto.
  • Anonimo scrive:
    Mica come in Francia....
    http://linuxtoday.com/news/2005030202226NWMDPBin Francia i contratti vanno anche a beneficio degli operatori locali
    • Anonimo scrive:
      Re: Mica come in Francia....
      - Scritto da: Anonimo


      secondo me bisogna fare delle scelte... la
      lombardia ha scelto microsoft... fasci
      la toscana ha scelto debian...commie
      ognuno sceglie ciò che ritiene
      più opportuno... ;-)no, sono scelte politiche
      • Anonimo scrive:
        Re: Mica come in Francia....
        la vera domanda: in ottica di crescita economica del nostro paese è meglio "sfruttare" le opportunità di Microsoft o puntare ad una maggiore autonomia, in ottica di più lungo perido? ma subito dopo mi chiedo:"quando mai i politici in Italia hanno pensato davvero al futuro del nostro paese?"mai
      • Anonimo scrive:
        "eccezzionale"
        - Scritto da: Anonimo
        no, sono scelte politicheVaglielo a dire a uno del Linux o del Software Libero, si strapperà i capelli che no, che non è vero, uno in un'altro thread ha appena dato del "grande ignorante" a un'altro che ha detto la stessa cosa.Ben che ti vada trovi il babbeo che ti dice che "è inevitabile che finisca in politica". (?!?!?!?!?!!??)Quelli di Linux non hanno neanche il coraggio di ammettere che sono spudoratamente politicizzati e di parte, è una cosa molto subdola.Infatti tutti nessuno escluso, quando ti rispondono che loro sono "obiettivi", fanno errori di grammatica scrivendo "obbiettivi", il che significa, che non conoscono neanche la parola, figurati se riescono poi ad esserlo, obiettivi, appunto.Ma si sa, al giorno d'oggi quando non si riflette più sulle cose e ci si lascia prendere dalle mode, anche la grammatica viene dimenticata, e i vocabolari on-line aggiungono le parole "light" per i diversamente abili vedi "obbiettivo", "cosidetto" in luogo di "cosiddetto" e così via... d'altronde alle scuole non insegnano più la silabazione, troppo complicata, ora vogliono crescere i bambini a suon di Linux, "eccezzionale" vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mica come in Francia....
      - Scritto da: Anonimo


      ad esempio non sapete che questi accordi pro

      microsoft vengono proposti dagli stessi
      operatori

      ms italiani (in italia ci sono circa 40 mila

      lavoratori MS diretti e indiretti)...

      non ci credo che ci siano 40 mila lavoratoti ms!
      ce ne potrebero essere semmai molti di + se si
      usasse Gnu/linux, magari creando una distro tutta
      italiana!...e chi te la paga? Io non te la pago neanche un'eurocent: LA COPIO GRATIS E LEGALMENTE ( e poi non la uso perché volevo solo dimostrare l'inesistenza di un modello di business del sw libero ).
      • Anonimo scrive:
        Re: Mica come in Francia....

        ...e chi te la paga? Io non te la pago neanche
        un'eurocent: LA COPIO GRATIS E LEGALMENTE ( e poi
        non la uso perché volevo solo dimostrare
        l'inesistenza di un modello di business del sw
        libero ).ciccio, collega il cervello e inizia a pensare.....qui si parlava di SCUOLE! ENTI PUBBLICItu sei la scuola?e comunque se tu avessi un attività col fischio he fau tutto da soloti copia pure la distribuzione, se poi ci sono problemi di varia natura, come la configurazione che fai?va va smettila di dire strunzate
    • Anonimo scrive:
      Re: Mica come in Francia....
      - Scritto da: Anonimo
      Ma insomma, che differenza c'e' a programmare su
      uno o sull'altro? A manutenere l'uno o l'altro?Domanda sbagliata, non c'è solo Microsoft e Linux, anzi, tra gli alternativi non c'è solo Linux, Linux è una moda, è un pretesto per farsi pagare consulenze prezzolate.
      Le ditte italiane guadagnano molto con queste
      cose, molto con m$, ma se ci fosse linux o
      qualcosa di simile ci sarebbero dei vantaggi
      aggiuntivi, non credi? Quando si parla di softNessun vantaggio, almeno così hanno un business, con Linux non c'è business né mercato, con Linux si ha una collettivizzazione del software, esproprio del software da chi investe per produrlo, al popolo, infatti non si può vendere, o meglio, lo si può vendere a qualsiasi prezzo a chiunque, cioè non si può vendere con profitto.E' come se decidessimo che il pane debba essere di tutti, quindi espropriamo i panifici ai panettieri e ci mandiamo il POPOLO a fare i panini così, beh, eh! siamo sicuri di quali ingredienti ci mettono dentro perché l'occho del POPOLO scruta e controlla ( credici ).Sai che affaroni per i panettieri?? Uh! Altro che Bill Gates!
      free le ditte locali prendono leggermente piu'
      corpo, diventano piu' reali e autonome, e non
      danno il loro destino in mano ad una sola altra
      ditta. Le ditte in italia guadagnano soprattuttoNon c'è solo Microsoft, lo so che voi del Linux ce l'avete a morte con la cattivona Microsoft, ma non c'è solo Microsoft.
      con la pubblica amministrazione che anche ora che
      potrebbe decidere per il meglio continua ad
      installare m$+tutto il resto targato m$, poi
      veramente, io non metterei mai w$ nei servizi
      segreti italiani, sarebbe da idioti, ma lo hannoGli italiani: già tutti allenatori di calcio ed esperti d'azienda, con Linux sono diventati tutti esperti informatici.
      messo in tutti i ministeri, boh, se questa, in
      quest'era di "consapevolezza" non e' una non
      scelta politica... In Francia non hanno nascosto
      la testa in una buca, non sono stati struzzi, e i
      loro soldi rimangono in Francia.Che c'entra l'autarchismo ( come ai vecchi tempi... ), ci son cose ben più gravi ( per esempio non siamo autonomi energeticamente ) e tu vai a preoccuparti del codicillo del programmillo che costa dobloni???
      • Anonimo scrive:
        Re: Mica come in Francia....
        - Scritto da: Anonimo1.
        lo si può vendere a qualsiasi prezzo a
        chiunque1. implica $prezzo qualsiasi2.
        cioè non si può vendere con profitto.date le spese X, Y è il prezzo richiesto per generare profitto;2. implica $prezzo
      • Mechano scrive:
        Re: Mica come in Francia....
        - Scritto da: Anonimo
        Domanda sbagliata, non c'è solo Microsoft e
        Linux, anzi, tra gli alternativi non c'è solo
        Linux, Linux è una moda, è un pretesto per farsi
        pagare consulenze prezzolate.Le consulenze sono consulenze, che ci sia Win o Linux la differenza di prezzo puo' essere di pochi punti percentuali.La differenza tra Win e Linux e' che possono non esserci costi di licenza software nel senso che non esiste un terzo incomodo straniero a cui va una cospicua somma di denaro che cosi' il committente si trova disponibile per altre spese.In tantissimi campi lo stesso compito si puo' svolgere proficuamente sia con Win che con Linux. Che senso ha pagare delle licenze in piu' per fare le stesse cose?
        Nessun vantaggio, almeno così hanno un business,Un business per chi?Sul costo di Win il rivenditore ha un ricarico di appena il 4% forse fino al 6% se e' un certified partner.Il resto vola via verso Redmond. Che tipo di business e' questo.Io mi farei piu' di qualche scrupolo se avessi un minimo di dignita' a far spendere cosi' tanto denaro alle mie P.A., le mie aziende e i miei concittadini, del quale a me ne resta solo un'inezia.
        con Linux non c'è business né mercato, con Linux
        si ha una collettivizzazione del software,
        esproprio del software da chi investe per
        produrlo, al popolo, infatti non si può vendere,
        o meglio, lo si può vendere a qualsiasi prezzo a
        chiunque, cioè non si può vendere con profitto.Ti rendi conto che le tue parole sono sconnesse e quello che scrivi e' una cosa senza senso?Ti contraddici 2 volte nello stesso periodo.Dici che con Linux non c'e' mercato e non si puo' vendere, ma anzi invece si puo' vendere a qualsiasi prezzo a chiunque ma cioe' non si puo' vendere con profitto.Se si puo' vendere c'e' mercato, se si puo' vendere a chiunque a qualsiasi prezzo c'e' anche un enorme profitto pero' dici che non si puo' vendere con profitto.O hai dei problemi mentali o non ne sai nulla ne' di mercato ne' di business.Ma quello che piu' mi lascia perplesso e' che chiami il software libero esproprio del software da chi paga per produrlo.Quando pubblicare con licenze libere e' una scelta dei programmatori di software libero.
        E' come se decidessimo che il pane debba essere
        di tutti, quindi espropriamo i panifici ai
        panettieri e ci mandiamo il POPOLO a fare i
        panini così, beh, eh! siamo sicuri di quali
        ingredienti ci mettono dentro perché l'occho del
        POPOLO scruta e controlla ( credici ).Resto basito per l'inopportunita' del commento e il paragone senza senso.
        Non c'è solo Microsoft, lo so che voi del Linux
        ce l'avete a morte con la cattivona Microsoft, ma
        non c'è solo Microsoft.Vuoi dire che Micro$oft non ha il 95% dei desktop e il 38% dei server.
        Che c'entra l'autarchismo ( come ai vecchi
        tempi... ), ci son cose ben più gravi ( per
        esempio non siamo autonomi energeticamente ) e tu
        vai a preoccuparti del codicillo del programmillo
        che costa dobloni???Il software e' comunque una voce cospiqua per quanto inferiore al fabbisogno energetico. Ma soprattutto quello immediatamente risolvibile e per il quale c'e' una soluzione immediata e accessibilissima.--Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Mica come in Francia....
          - Scritto da: Mechano

          - Scritto da: Anonimo


          Domanda sbagliata, non c'è solo Microsoft e

          Linux, anzi, tra gli alternativi non c'è solo

          Linux, Linux è una moda, è un pretesto per farsi

          pagare consulenze prezzolate.

          Le consulenze sono consulenze, che ci sia Win o
          Linux la differenza di prezzo puo' essere di
          pochi punti percentuali.ma dove vivi?la consulenza dei linari è inaccessibile.... nonostante l'incompetenza dei tecnici linux rasenta il ridicolonon sto trollando... è la verità... che usa linux generalmente nono ci capisce mai un tubo di quello che fa
          La differenza tra Win e Linux e' che possono non
          esserci costi di licenza software nel senso che
          non esiste un terzo incomodo straniero a cui vastraniero?... mi sa che voi titini siete rimasti indietro culturalmente di almeno 60 anni
          una cospicua somma di denaro che cosi' il
          committente si trova disponibile per altre spese.
          In tantissimi campi lo stesso compito si puo'
          svolgere proficuamente sia con Win che con Linux.
          Che senso ha pagare delle licenze in piu' per
          fare le stesse cose?il senso c'è, eccome se c'è...con windows puoi fare tutto e subito, con linux puoi solo smanettare a cazzo come un lamerone di cantina


          Nessun vantaggio, almeno così hanno un business,

          Un business per chi?
          Sul costo di Win il rivenditore ha un ricarico di
          appena il 4% forse fino al 6% se e' un certified
          partner.la percentuale è ben diversa e varia in base agli accordi coi distributori oem...
          Il resto vola via verso Redmond. Che tipo di
          business e' questo.ma tu dove vivi? vuoi per caso chiudere l'italia con delle mura in stile Berlino...?aggiornati comunista fallito... prima che ti ritrovi con la miseria fino al collo per via di questa chiusura mentale di cui sei tristemente vittima
      • Anonimo scrive:
        Regalie ??
        Visti i costi del software Microsoft, viene da chiedersi come mai una regione si accordi con la stessa M$, pagando SICURAMENTE fior di quattrini.Facile pensare che qualcuno abbia allargato i cordoni della borsa ...... e non parlo della regione.
      • Anonimo scrive:
        Open
        Ma come tagliano i fondi per tutte le scuole, tagliano i programmi, tagliano i docenti e poi fanno accordi ($$$) con la Microsoft?
        • uomo scrive:
          Re: Open
          Appunto, tagliano anche le conoscenze informatiche da passare ai ragazzi, e cosa c'e' di meglio per non imparare o meglio "disimparare" imparando da una sola voce, se non con Microsoft ? da come lo vedo io e' proprio una decisione mirata a fornire un ribasso qualitativo, quindi un taglio !!! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Open
            - Scritto da: uomo
            Appunto, tagliano anche le conoscenze
            informatiche da passare ai ragazzi, e cosa c'e'
            di meglio per non imparare o meglio "disimparare"
            imparando da una sola voce, se non con Microsofte cosa ci sarebbe di meglio per non imparare o meglio "disimparare" imparando da una sola voce, se non con il "software libero" ?
            • Anonimo scrive:
              Re: Open
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: uomo

              Appunto, tagliano anche le conoscenze

              informatiche da passare ai ragazzi, e cosa c'e'

              di meglio per non imparare o meglio
              "disimparare"

              imparando da una sola voce, se non con Microsoft

              e cosa ci sarebbe di meglio per non imparare o
              meglio "disimparare" imparando da una sola voce,
              se non con il "software libero" ?tante belle iconcine colorate...
            • Anonimo scrive:
              Re: Open
              - Scritto da: Anonimo
              e cosa ci sarebbe di meglio per non imparare o
              meglio "disimparare" imparando da una sola voce,
              se non con il "software libero" ?Perdonami ma il software libero non e' una sole voce.Tra tutti i *bsd e le varie versioni di Linux o anche FreeDos, Minuet, RTOS e altri sistemi operativi c'e' una scelta talmente ampia...Altro che la sola voce Micro$oft...
        • Anonimo scrive:
          Re: Open
          - Scritto da: Anonimo
          Ma come tagliano i fondi per tutte le scuole,
          tagliano i programmi, tagliano i docenti e poi
          fanno accordi ($$$) con la Microsoft?Ma come, stando ai vostri motti ufficiali, a voi del software libero interessa l'etica e l'aiuto sociale, come mai quindi tutto questo INTERESSE per il vile denaro?invidia?lo vorreste voi, vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Open
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Ma come tagliano i fondi per tutte le scuole,

            tagliano i programmi, tagliano i docenti e poi

            fanno accordi ($$$) con la Microsoft?

            Ma come, stando ai vostri motti ufficiali, a voi
            del software libero interessa l'etica e l'aiuto
            sociale, come mai quindi tutto questo INTERESSE
            per il vile denaro?


            invidia?
            lo vorreste voi, vero?si, a palate.vorrei diventare come il bill per comprare M$ e convertirla in una fabbrica di carne di maiale in scatola.
          • Anonimo scrive:
            Re: Open

            Ma come, stando ai vostri motti ufficiali, a voi
            del software libero interessa l'etica e l'aiuto
            sociale, come mai quindi tutto questo INTERESSE
            per il vile denaro?Sarà che sono soldi pubblici e andrebbero meglio spesi? Sarà che magari per le scuole OpenOffice potrebbe andare meglio e costerebbe di meno (e non ho detto gratis). Sarà che fare usare il cervello agli utenti e insegnargli che esiste anche il software libero è un'utopia? Certo che da una come la Moratti non mi aspettavo certo che rivalutasse la scuola. A lei interessa che esca gente preparata a subire e addestrata per ubbidire. Niente altro. Non gente preparata ad usare la testa.
            • Anonimo scrive:
              Re: Open
              - Scritto da: Anonimo
              Sarà che sono soldi pubblici e andrebbero meglio
              spesi? Sarà che magari per le scuole OpenOffice
              potrebbe andare meglio e costerebbe di meno (e
              non ho detto gratis). Sarà che fare usare il
              cervello agli utenti e insegnargli che esiste
              anche il software libero è un'utopia? Certo che
              da una come la Moratti non mi aspettavo certo che
              rivalutasse la scuola. A lei interessa che esca
              gente preparata a subire e addestrata per
              ubbidire. Niente altro. Non gente preparata ad
              usare la testa.Questo ti smentisce: http://punto-informatico.it/p.asp?i=44541E questo è quanto ho scritto poco fa: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=917683&tid=916547&p=1#917683E tra StarOffice e OpenOffice.org la differenza è molto breve. Aveva anche tentato di "convincere" le istituzioni (che hanno "bisogno" di un nome/marca)! Però niente, nisba!E allora?Allora (triste ma realistico), almeno risparmiamo un po' di soldi con un accordo!Saluti..................Enrico (linux) (c64)
          • Anonimo scrive:
            Re: Open
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Ma come tagliano i fondi per tutte le scuole,

            tagliano i programmi, tagliano i docenti e poi

            fanno accordi ($$$) con la Microsoft?

            Ma come, stando ai vostri motti ufficiali, a voi
            del software libero interessa l'etica e l'aiuto
            sociale, come mai quindi tutto questo INTERESSE
            per il vile denaro?


            invidia?
            lo vorreste voi, vero?No ! Se permetti, quelli con cui vorrebbero comprare i pachetti "agevolati" (sconto 0,01%) sono proprio i nostri soldi, SVEGLIA!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Eccellenza?
        Già, certo!
        • Anonimo scrive:
          Re: Eccellenza?
          Formeranno dei cerebrolesi incapaci di andare oltre M$ Office, M$ Windows, Exploder, Outciuc e porcherie simili.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eccellenza?
            - Scritto da: Anonimo
            Formeranno dei cerebrolesi incapaci di andare
            oltre M$ Office, M$ Windows, Exploder, Outciuc e
            porcherie simili.Sempre meglio di quelli che formereste voi di cui tu sei un emblematico esempio.
            • Anonimo scrive:
              Re: Eccellenza?
              - Scritto da: Mechano

              - Scritto da: Anonimo



              - Scritto da: Anonimo


              Formeranno dei cerebrolesi incapaci di andare


              oltre M$ Office, M$ Windows, Exploder,
              Outciuc e


              porcherie simili.



              Sempre meglio di quelli che formereste voi di
              cui

              tu sei un emblematico esempio.

              Con una versione relativamente complessa di uno
              Unix come Solaris (che ora e' pseudo-gratuito e
              pseudo-opensource) o una Slackware Linux, si
              impara l'informatica partendo dai meandri e dalle
              componenti piu' a basso livello del computer.
              Capendo concetti come dischi, settori, cilindri
              per i dischi, frequenza di refresh per i monitor,
              file e permessi, processi e thread, protocolli e
              loro funzionamento ed altre caratteristiche che
              un sistema a finestre semplice e "idiota" come
              Winzozz non ti insegnera' mai.le cose che hai detto le conosco bene usando windows e non disdegnando altre tecnologie... ma io ci lavoro coi pcma guai se la gente comune dovesse imparare tutti questi concetti... lo capirai solo quando sarai più grande...
              Poiche' crea un solstrato di apparente
              semplicita' che ti maschera il reale
              funzionamento della macchina.tu della vita non ci hai capito proprio niente

              E se c'e' un ambito in cui queste cose sono
              importanti allora e' proprio l'ambito didattico.quale ambito didattico, il liceo classico?sempre peggio... sempre peggio ! :-D
              • Anonimo scrive:
                Re: Eccellenza?
                - Scritto da: Anonimo
                le cose che hai detto le conosco bene usando
                windows e non disdegnando altre tecnologie... ma
                io ci lavoro coi pccerto, come no...
                ma guai se la gente comune dovesse imparare tutti
                questi concetti... lo capirai solo quando sarai
                più grande...impara un po' di vera informatica, studia e poi forse intervieni.Fin quanto utilizzerai un sistemino giocattolo come Windows non hai nulla da dire.
                tu della vita non ci hai capito proprio nienteMa siete fatti in serie voi Wintonti ?
            • Anonimo scrive:
              Re: Eccellenza?
              Poverino.... come sei messo male!!!Smettiamola con questa buffonata di Unix-Linux-OSS == unici detentori della conoscenza!!! La cultura sulle tecnologie te la devi fare indipendentemente dagli strumenti che utilizzi o prediligi... se vuoi lavorare in questo settore.Che poi un utente finale debba per forza conoscere a memoria l'header di un pacchetto TCP questa è una tua deviazione mentale.Tua come di tutti quei docenti di scuole e università che si ostinano a pensare che sia legittimo insegnare solo quelle tecnologie, senza capire che stanno facendo un torto ai loro studenti se non danno loro una panoramica che sia la più ampia possibile.Svegliatevi!!!
              • Anonimo scrive:
                Re: Eccellenza?
                dotnet!
              • Anonimo scrive:
                Re: Eccellenza?
                - Scritto da: Anonimo
                Poverino.... come sei messo male!!!
                Smettiamola con questa buffonata di
                Unix-Linux-OSS == unici detentori della
                conoscenza!!!
                La cultura sulle tecnologie te la devi fare
                indipendentemente dagli strumenti che utilizzi o
                prediligi... se vuoi lavorare in questo settore.
                Che poi un utente finale debba per forza
                conoscere a memoria l'header di un pacchetto TCP
                questa è una tua deviazione mentale.
                Tua come di tutti quei docenti di scuole e
                università che si ostinano a pensare che sia
                legittimo insegnare solo quelle tecnologie, senza
                capire che stanno facendo un torto ai loro
                studenti se non danno loro una panoramica che sia
                la più ampia possibile.
                Svegliatevi!!!Un altro wintonto fatto in serie...l'uso intensivo di MS office e windoze riduce le persone in questo modo ?
            • Anonimo scrive:
              Re: Eccellenza?
              - Scritto da: Anonimo
              Sempre meglio di quelli che formereste voi di cui
              tu sei un emblematico esempio.I Wintonti in rivolta ? silenzio non disturbate...
            • Anonimo scrive:
              Re: Eccellenza?
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: Anonimo

              Formeranno dei cerebrolesi incapaci di andare

              oltre M$ Office, M$ Windows, Exploder, Outciuc e

              porcherie simili.

              Sempre meglio di quelli che formereste voi di cui
              tu sei un emblematico esempio.Ehm, infatti la maggior parte degli utilizzatori di questo "capolavoro" di sistemino Win, sono segretarie e impiegati.I software più venduti in assoluto in ambito Win?MS Office & antivirus.bella cultura informatica...complimenti!
        • Anonimo scrive:
          Re: Eccellenza?
          Che ridere !!! hahahahahhaPeccato!Avete trasformato un dialogo in uno schifo di monotono confronto, mentre lo stato (anzi la regione) prende per i fondelli proprio voi che con i vostri discorsi ne fate una questione di scelta tecnologica anziche' politica con interessi privati in cose pubbliche.Svegliatevi entrambi !!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Eccellenza?
            - Scritto da: Anonimo
            Che ridere !!! hahahahahha

            Peccato!

            Avete trasformato un dialogo in uno schifo di
            monotono confronto, mentre lo stato (anzi la
            regione) prende per i fondelli proprio voi che
            con i vostri discorsi ne fate una questione di
            scelta tecnologica anziche' politica con
            interessi privati in cose pubbliche.

            Svegliatevi entrambi !!!!!!Senza dubbio hai ragione, però diciamolo una volta per tutte:Windows è uno scherzo della natura...anzi una ciofeca di sistemino giocattolo!
Chiudi i commenti