I più veloci Athlon 64

AMD scaglia contro la sua più diretta avversaria due CPU in cerca di primati, compreso il chippone a 2,6 GHz. Spinge anche HyperTransport 2 mentre Nvidia lancia un nuovo chipset nForce col turbo
AMD scaglia contro la sua più diretta avversaria due CPU in cerca di primati, compreso il chippone a 2,6 GHz. Spinge anche HyperTransport 2 mentre Nvidia lancia un nuovo chipset nForce col turbo


Sunnyvale (USA) – Mentre Intel , proprio la scorsa settimana, ha annunciato la cancellazione del Pentium 4 a 4 GHz e il rinvio del modello a 3,8 GHz al prossimo anno, AMD sembra approfittare dell’impasse dell’avversaria per lanciare due nuovi modelli di Athlon 64, l’FX-55 e il 4000+, che non esita a promuovere come i chip più veloci del west.

L’Athlon 64 FX-55 rappresenta il più potente (e costoso) processore desktop di AMD, nuovo membro di una famiglia di chip espressamente indirizzata agli utenti più esigenti, e in particolar modo ai patiti di videogame. Questa è anche la prima CPU del chipmaker di Sunnyvale a raggiungere la frequenza di clock di 2,6 GHz, 200 MHz in più del precedente modello FX-53 rilasciato lo scorso marzo (e poi aggiornato a giugno con il socket 939). Con il suo predecessore, l’FX-55 condivide una cache L2 da 1 MB, un controller di memoria Dual DDR400 integrato su die e una frequenza di bus di 1 GHz.

“Con il nuovo processore Athlon FX-55, gli appassionati di videogiochi potranno beneficiare di risoluzione grafica elevata, mondi virtuali, video ad alta risoluzione e un’intelligenza artificiale di altissimo livello, tali da generare l’esperienza di gioco più reale possibile” – ha affermato Marty Seyer, corporate vice president e general manager della Microprocessor Business Unit del Computation Products Group di AMD

L’Athlon 64 4000+ è invece il nuovo top di gamma della famiglia di CPU mainstream a 64 bit di AMD, un chip che, curiosamente, ha le stesse caratteristiche del precedente Athlon 64 FX-53: clock di 2,4 GHz, 1 MB di cache L2, un bus di 800 MHz e un controller di memoria Dual DDR400. Come si può vedere, dunque, AMD ha scelto di incrementare le prestazioni della nuova CPU non attraverso un aumento del clock, che resta identico a quello del precedente modello 3800+, ma utilizzando un core (presumibilmente lo stesso dell’FX-53) integrante una quantità di cache doppia (1 MB contro 512 KB). AMD, del resto, non sembra avere nessun bisogno di forzare le tappe o spingere al limite la propria tecnologia visto che, per diversi mesi, la più potente CPU mainstream della rivale Intel rimarrà il P4 a 3,6 GHz.

C’è poi da considerare che i due nuovi Athlon 64 sono ancora basati sulla tecnologia di processo a 0,13 micron, che presumibilmente ha ormai raggiunto il proprio limite: fabbricare CPU a 2,6 GHz con circuiteria da 130 nanometri potrebbe essere molto dispendioso in termini di rese produttive.

Fujitsu Siemens sarà tra i primi produttori europei ad utilizzare il nuovo Athlon 64 4000+ all’interno della propria linea di home computer, Scaleo.

Il prezzo dei nuovi processori, per ordini di 1.000 unità, è di 827 dollari per l’Athlon 64 FX-55 e di 729 dollari per l’Athlon 64 4000+.

Come si è già accennato, Intel conta di aggiornare la propria offerta di CPU per il mercato mainstream solo all’inizio del 2005, quando lancerà il P4 a 3,8 GHz. Per quanto riguarda invece il settore degli hardcore gamer, lo stesso a cui si rivolge AMD con la famiglia di Athlon 64 FX, Intel si appresta ad introdurre, nel corso del prossimo mese, una nuova versione del P4 Extreme Edition con frequenza di 3,46 GHz: sebbene il salto di clock sia molto modesto (l’attuale modello gira infatti a 3,4 GHz), il nuovo chip potrà contare su di un front-side bus a 1 GHz e una cache da 2 MB.

In questi giorni AMD e altre società appartenenti al consorzio HyperTransport hanno annunciato il rilascio dei primi chip basati sulla specifica 2.0 della nota tecnologia d’interconnesione. HyperTransport 2.0 supporta una banda aggregata di 22,4 GB/s e verrà utilizzata all’interno di una vasta gamma di processori e chipset.

Nella giornata di ieri Nvidia ha invece lanciato ufficialmente sul mercato il suo nuovo chipset nForce 4 per processori AMD, un cosiddetto “media e communication processor” in grado di supportare PCI Express, la tecnologia multi-GPU SLI della stessa Nvidia, funzionalità di firewall integrate in hardware e la specifica Serial ATA da 3Gb/s ( SATA II ). Nvidia sostiene che nForce 4 “è il compagno ideale” del nuovo Athlon 64 FX-55, ma è compatibile con tutti i modelli di Athlon 64 e diversi modelli di Sempron.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 10 2004
Link copiato negli appunti