I pirati delle onde radio

Erano soliti registrare film in prima visione nel buio della sala, servendosi degli impianti a onde radio per catturare audio di alta qualità. Ora rischiano la galera

Roma – Releaser di alto profilo alla sbarra negli States: per i componenti della crew “IMAGiNE” si prospetta una potenziale condanna fino a cinque anni di prigione, dopo che l’accusa ha formalizzato l’imputazione di associazionismo criminoso volto all’infrazione “criminale” del copyright e alla diffusione non autorizzata di materiale commerciale.

Ai quattro membri di IMAGiNE si deve la diffusione di versioni piratate in sala di film di alto profilo come Avatar e Scontro fra Titani: attivo tra il settembre 2009 e il settembre 2011, il gruppo di releaser su rete BitTorrent registrava il video con i metodi tipici del camcording ma prestava una cura particolare all’audio e all’editing finale.

Per l’audio di un film, i membri di IMAGiNE si servivano degli impianti di trasmissione a infrarossi o su onde FM presenti nei cinema statunitensi, di quelli utili a facilitare la ricezione della parte sonora della pellicola agli spettatori dotati di apparecchi acustici.

Jeramiah B. Perkins, 40enne leader di IMAGiNE rilasciato su cauzione, ebbe persino a scrivere sulla message board del gruppo (nel luglio del 2010) che era solito chiamare i cinema locali per conoscere che tipo di impianto audio fosse disponibile, confezionando storielle strappalacrime per impietosire i gestori.

IMAGiNE rischia la galera ma il camcording appare un fenomeno in estinzione: la pirateria nei cinema è in caduta libera e nuovi strumenti intendono eliminare anche quella percentuale residua che ancora resiste. Strumenti come le videocamere di PirateEye , ad esempio, sono in grado di individuare cam di cellulari e videocamere puntate verso lo schermo e anche di raccogliere (al buio) prove visive sufficientemente definite da poter essere usate in un eventuale processo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    20 anni???
    A parte che il copyright è sbagliato a priori 20 anni (voglio sperare dalla creazione e non certo dalla morte dell'autore) forse forse per musica e film, ma per il software sono assolutamente troppi. 20 anni fa stavamo con l'Amiga 600. Per carità ottima macchina per l'epoca (come il C64 prima) ma rispetto a oggi assolutamente obsoleta. E sul piano console si stava in piena era 16 bit, con SNES e Megadrive a contendersi il podio.Il software per le vecchie macchine va reso PATRIMONIO DELL'UMANITA'.
  • Il Detrattore scrive:
    Re: Riaprire i GULAG
    hahaha ... sembra di stare al bar sport, se non altro ci sono alcuni commenti sensati e interessanti.buenas noche !
    • Sgabbio scrive:
      Re: Riaprire i GULAG
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)- Scritto da: Il Detrattore
      hahaha ... sembra di stare al bar sport, se non
      altro ci sono alcuni commenti sensati e
      interessanti.

      buenas noche !
  • Winaro scrive:
    NO! Non se ne parla nemmeno!!!
    MA... MA... MA... DICOOOOO!!!!S-C-H-E-R-Z-I-A-M-O? :@STIAMO SCHERZANDO VERO? :@ :@ :@Il vostro subdolo piano per <b
    far diventare Windows 95 (TM) open source </b
    entro il 2015 ve lo potete pure scordare belli miei! MAI e poi M-A-I! :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@Volete rubare il software della Microsoft Corporation (TM), perché siete invidiosi che Ubuntu non vale niente e fa schifo! Ecco la verità, ecco che spuntano gli scheletri dagli armadi! :@ :@ :@
    • simple scrive:
      Re: NO! Non se ne parla nemmeno!!!
      - Scritto da: Winaro
      MA... MA... MA... DICOOOOO!!!!
      S-C-H-E-R-Z-I-A-M-O? :@
      STIAMO SCHERZANDO VERO? :@ :@ :@

      Il vostro subdolo piano per <b
      far
      diventare Windows 95 (TM) open source </b

      entro il 2015 ve lo potete pure scordare belli
      miei! MAI e poi M-A-I! :@ :@ :@ :@ :@ :@
      :@
      Volete rubare il software della Microsoft
      Corporation (TM), perché siete invidiosi che
      Ubuntu non vale niente e fa schifo! Ecco la
      verità, ecco che spuntano gli scheletri dagli
      armadi! :@ :@
      :@cambia pusher
      • Anonymous 2.0 scrive:
        Re: NO! Non se ne parla nemmeno!!!


        cambia pusherSenti na roba, ormai dovresti riuscire a riconoscerli facilmente i trolloni. Non ci cadere come un niubbo. E' da parecchio che girano e son sempre i soliti discorsi...
        • Winaro scrive:
          Re: NO! Non se ne parla nemmeno!!!
          - Scritto da: Anonymous 2.0



          cambia pusher

          Senti na roba, ormai dovresti riuscire a
          riconoscerli facilmente i trolloni. Non ci cadere
          come un niubbo. E' da parecchio che girano e son
          sempre i soliti
          discorsi...Quoto. Se devi trollare vattene da un'altra parte, che questo è il MIO thread! OKKEY? :@ :@O ti credi che è tutto open source? :@ :@ :@E poi girano CHI? Di winaro ce nè solo uno <u
          e sono io </u
          . Parola di Winaro! ;)
  • Pirata Sanguinari o scrive:
    Re: Riaprire i GULAG
    - Scritto da: Il Detrattore20 anni dalla pubblicazione rendono totalmente nulle le cose che hai scritto. E sono pure troppi, perché ne basterebbero 10 per rastrellare quello che si può e non rompere gli zebedei al prossimo.Detto questo, non hai argomenti. Polemica inutile.
  • paolo scrive:
    Aspetti Nascosti
    Uno degli effetti più perniciosi del copyright è il prolungarsi indefinito dei diritti su un'opera.Faccio un esempio musicale, molte registrazioni jazz inizio secolo sono ormai di pubblico dominio.L'editore x prende i nastri originali dagli archivi, fa un bel remastering e voilà, altri decenni di copyright. Questo perchè il pubblico non avrà mai acXXXXX a quel materiale.Questa è esperienza comune sui libri di scuola, cambi due righe e hai un'edizione nuova da vendere e con altri anni di diritti (anche se è un pò diverso).Una nuova traduzione di Shakespeare, probabilmente inutile, Altri anni di diritti!Un'altro aspetto interessante riguarda le tecnologie DRM.Se un file con drm diventa di pubblico dominio, come posso diffonderlo o darlo a d altri, pur essendo mio diritto? La tecnologia me lo impedisce!E se nel frattempo l'originale è indisponibile, perchè di un privato o distrutto?Non bisogna dimenticare i server musicali di Yahoo, messi offline anni fa.Gli utenti hanno perso milioni di brani, Yahoo! ha affermato che anche i contenuti digitali muoiono.....Non solo, milioni di copie legali sono state distrutte, non diventeranno mai di pubblico dominio.
  • collione scrive:
    Re: Riaprire i GULAG
    guarda, queste cose sono state dette e riditte, scritte e riscritte, lette e rilette, per poi scoprire che venivano fuori da studio preconfezionati e finanziati dalle lobbyaltri studi indipendenti hanno dimostrato che il fair use fa bene all'innovazione, che l'allentamento della morsa del copyright favorisce competizione e sviluppo, ecc...quindi con questa sparata decotta da videotechino non impressioni nessuno
  • an0nim0 scrive:
    Re: Riaprire i GULAG
    Si', e' questo che voglio anche io. Se posso scegliere solo tra queste 2 realta', quella da te riportata e quella orwelliana in cui vive l'occidente di Urbani/Pisani/Sarkozy/Bush (parlo delle LORO leggi su internet e non degli altri danni che questi signori hanno fatto), preferisco la prima. Senza ombra di dubbio. Dopotutto nonostante la pirateria in quei paesi non puoi dire che l'arte e' inesistente. O no?
  • panda rossa scrive:
    Re: Riaprire i GULAG
    - Scritto da: Il Detrattore
    3 - la produzione cinematografia e' quasi
    azzerata,La produzione cinematografica e' finalizzata alla fruizione nelle sale.Anche adesso che l'home video e' estremamente diffuso.Quindi la tua ipotesi e' piu' bucata di IE6
  • paolo scrive:
    Re: Riaprire i GULAG
    Per quanto ho capito il partito pirata non propone l'abolizione del diritto d'autore. Lo dici nel tuo post, ma non mi sembra corrispondere a realtà.Che molti vorrebbero eliminare il copyright è un'altro discorso.La Cina è una realtà molto diversa dalla nostra, è anche uno stato sovrano ed all'interno dei suoi confini fa le sue leggi (che non significa migliori/peggiori):Il reddito è molto più basso che da noi, i prezzi degli editori sarebbero improponibili.Se questi ultimi facessero prezzi "particolari" per il mercato cinese, penso che tutti noi compreremmo gli originali in Cina, mica in Italia. La Cina è un mercato immenso, quindi la politica è anche di entrare abbondantemente condizionando il mercato.E poi vuoi dire al cinese di comprare a prezzo pieno prodotti europei/americani, quando sono i cinesi a costruire i prodotti stessi?Sono sicuro che esistono ottimi prodotti commerciali, progettati e realizzati in Cina. Solitamente vengono rimarchiati da qualche produttore nostrano ed i prezzi moltiplicati x 10.
  • shevathas scrive:
    Re: Riaprire i GULAG

    <b
    OTTIMO </b
    Il software
    commerciale è una <b
    piaga </b

    per l'informatica: promuove il lock-in, e quando
    una azienda smette di supportare un programma
    occorre rifare tutto da capo, con conseguente
    spreco di tempo e di soldi (oltre alla
    realizzazione frettolosa di prodotti scadenti,
    incompleti e buggati). Eliminare questo abominio,
    e utilizzare solo più software libero e open
    source, sarà vantaggioso per tutti, a lungo
    termine1) un lock-in di fatto l'hai anche con il software open source visto che, a seconda delle porcherie scritte nel sorgente e della qualità della documentazione conviene buttare tutto a mare e riscrivere ex novo che cercare di mantenere e migliorare.2) in molti ambiti software open source semplicemente non esiste, come "incentivare" le persone ad investire per la creazione di software per tali ambiti ?

    Perchè, con il copyright non lo è? Se fai un film
    o un brano di musica per venderlo, è sempre in
    chiave stracommerciale (più copie vendi, più
    guadagni)
    e per venderlo devi invogliare le persone ad acquistarlo, quindi un minimo di qualità media il prodotto commerciale la dovrà avere, a differenza dei prodotti gratuiti "as is".
    • krane scrive:
      Re: Riaprire i GULAG
      - Scritto da: shevathas

      <b
      OTTIMO </b
      Il software

      commerciale è una <b
      piaga
      </b


      per l'informatica: promuove il lock-in, e
      quando

      una azienda smette di supportare un programma

      occorre rifare tutto da capo, con conseguente

      spreco di tempo e di soldi (oltre alla

      realizzazione frettolosa di prodotti
      scadenti,

      incompleti e buggati). Eliminare questo
      abominio,

      e utilizzare solo più software libero e open

      source, sarà vantaggioso per tutti, a lungo

      termine
      1) un lock-in di fatto l'hai anche con il
      software open source visto che, a seconda delle
      porcherie scritte nel sorgente e della qualità
      della documentazione conviene buttare tutto a
      mare e riscrivere ex novo che cercare di
      mantenere e migliorare.Benissimo, pero' intanto i dati ti rimangono, con il closed no, questa e' una differenza fondamentale.
      2) in molti ambiti software open source
      semplicemente non esiste, come "incentivare" le
      persone ad investire per la creazione di software
      per tali ambiti ? Come con BSD ?

      Perchè, con il copyright non lo è? Se fai un
      film

      o un brano di musica per venderlo, è sempre
      in

      chiave stracommerciale (più copie vendi, più

      guadagni)
      e per venderlo devi invogliare le persone ad
      acquistarlo, quindi un minimo di qualità media il
      prodotto commerciale la dovrà avere, a differenza
      dei prodotti gratuiti "as is".Alla fine in entrambi i casi e' selezione naturale quindi.
      • shevathas scrive:
        Re: Riaprire i GULAG

        Benissimo, pero' intanto i dati ti rimangono, con
        il closed no, questa e' una differenza
        fondamentale.
        falso da almeno 10 anni; oramai i dati sono tutti su DB sql, difficile trovare, al giorno d'oggi, applicazioni su db "personale".

        2) in molti ambiti software open source

        semplicemente non esiste, come "incentivare"
        le

        persone ad investire per la creazione di
        software

        per tali ambiti ?

        Come con BSD ?
        non capisco, potresti essere più chiaro ?

        Alla fine in entrambi i casi e' selezione
        naturale
        quindi.si. La differenza è che il prodotto "amatoriale" deve soddisfare in primis chi lo produce. Quello professionale generalemente è fatto pensando più ai potenziali acquirenti. Basta vedere un paio di opere in autopubblicazione per rendersene conto. Il livello medio di quelle in autopubblicazione è generalmente più basso di quelle pubblicate da case editrici.
        • krane scrive:
          Re: Riaprire i GULAG
          - Scritto da: shevathas

          Benissimo, pero' intanto i dati ti

          rimangono, con il closed no, questa

          e' una differenza fondamentale.
          falso da almeno 10 anni; oramai i dati sono tutti
          su DB sql, difficile trovare, al giorno d'oggi,
          applicazioni su db "personale".Quelli che erano su DB, ma il problema dei documenti office l'hai dimenticato ? Ad ogni cambio di relase e' il putiferio.


          2) in molti ambiti software open


          source semplicemente non esiste, come


          "incentivare" le persone ad investire


          per la creazione di software per tali


          ambiti ?

          Come con BSD ?
          non capisco, potresti essere più chiaro ?Ti sei mai chiesto come mai quelli di BSD scrivono codice che le aziende possono prendere e chiudere ? La risposta e' piu' semplice di quanto immagini: sono pagati per farlo da consirzi di aziende a cui interessano i loro prodotti. Se provassero a farselo scrivere singolarmente costerebbe troppo mentre finanziare l'universita' un tot a riga di codice di interesse comune conviene a tutti.

          Alla fine in entrambi i casi e' selezione

          naturale quindi.
          si. La differenza è che il prodotto "amatoriale"
          deve soddisfare in primis chi lo produce. Quello
          professionale generalemente è fatto pensando più
          ai potenziali acquirenti. Basta vedere un paio di
          opere in autopubblicazione per rendersene conto.
          Il livello medio di quelle in autopubblicazione è
          generalmente più basso di quelle pubblicate da
          case editrici.Questo e' perche' c'e' gia' un filtro alla base, ma alla fine se nel mazzo conti andche le startup che non startano mai siamo li, credo.
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Riaprire i GULAG
          - Scritto da: shevathas
          si. La differenza è che il prodotto "amatoriale"
          deve soddisfare in primis chi lo produce. Quello
          professionale generalemente è fatto pensando più
          ai potenziali acquirenti. Basta vedere un paio di
          opere in autopubblicazione per rendersene conto.
          Il livello medio di quelle in autopubblicazione è
          generalmente più basso di quelle pubblicate da
          case editrici.Due tizi, Dave Arneson e Ernest Gary Gygax, decisero di scrivere un libro in autopubblicazione. Internet non c'era e i computer erano impensabili, lo scrissero a macchina e fotocopiarono.Un altro tizio, un certo Mark Zuckerberg, decise di creare un sito stupido dove ognuno racconta i XXXXX propri e ne parla coi suoi amici, condivide foto e video, eccetera.Un altro ancora, un certo Fabio Pinci detto Ceppaflex, decise coi suoi amici di creare una band rock chiamata Prophilax, registrarono le prime demo in un garage su una musicassetta.Un ultimo tizio infine fa il commentatore sul forum di un sito chiamato Punto Informatico, scrive musica su commissione facendosi pagare solo una volta per ogni pezzo creato (così come il pizzaiolo si fa pagare una volta per ogni pizza, e se guardi come la fa e te la fai uguale a casa non ti chiede soldi per la mancata vendita), è un fervido pirata che lotta contro l'esistenza del copyright, e sta perdendo tempo a rispondere ad un tuo commento su cui quella chiavica del T1000 calerà la mannaia.
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG

            Quindi il tuo discorso e': mi metto a fare il
            musicante cosi' almeno se pubblico anche solo una
            gagata mi arrivano i soldi per i prossimi 70 anni
            e
            oltre...se riesci a scrivere un sucXXXXX planetario che viene continuamente trasmesso dalle radio e acquistato dalla gente.
          • krane scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas

            Quindi il tuo discorso e': mi metto a

            fare il musicante cosi' almeno se

            pubblico anche solo una gagata mi

            arrivano i soldi per i prossimi 70

            anni e oltre...
            se riesci a scrivere un sucXXXXX planetario
            che viene continuamente trasmesso dalle
            radio e acquistato dalla gente.Ma va, in italia fai musica da balera cosi' ti prendi parte del pizzo sulle memorie.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Riaprire i GULAG

      1) un lock-in di fatto l'hai anche con il
      software open source visto che, a seconda delle
      porcherie scritte nel sorgente e della qualità
      della documentazione conviene buttare tutto a
      mare e riscrivere ex novo che cercare di
      mantenere e
      migliorare.Può darsi. Ma non impedirai ad altri di mantenere comunque il programma già esistente (con il modello attuale, se un programma non è più supportato, ed io ne ho bisogno, sono costretto a cambiare tutto... anche se magari l'unica modifica che mi serviva era una piccola patch che qualunque programmatore avrebbe saputo fare)

      2) in molti ambiti software open source
      semplicemente non esiste, come "incentivare" le
      persone ad investire per la creazione di software
      per tali ambiti ? Commissionandolo.




      Perchè, con il copyright non lo è? Se fai un
      film

      o un brano di musica per venderlo, è sempre
      in

      chiave stracommerciale (più copie vendi, più

      guadagni)



      e per venderlo devi invogliare le persone ad
      acquistarloQuindi, facendone una pubblicità martellante e un trailer ingannevole? Stiamo meglio senza.
      • shevathas scrive:
        Re: Riaprire i GULAG
        - Scritto da: uno qualsiasi

        1) un lock-in di fatto l'hai anche con il

        software open source visto che, a seconda
        delle

        porcherie scritte nel sorgente e della
        qualità

        della documentazione conviene buttare tutto a

        mare e riscrivere ex novo che cercare di

        mantenere e

        migliorare.

        Può darsi. Ma non impedirai ad altri di mantenere
        comunque il programma già esistente (con il
        modello attuale, se un programma non è più
        supportato, ed io ne ho bisogno, sono costretto a
        cambiare tutto... anche se magari l'unica
        modifica che mi serviva era una piccola patch che
        qualunque programmatore avrebbe saputo
        fare)




        2) in molti ambiti software open source

        semplicemente non esiste, come "incentivare"
        le

        persone ad investire per la creazione di
        software

        per tali ambiti ?

        Commissionandolo.
        quindi i potenziali utenti dovrebbero riunirsi, raccogliere i soldi e commissionare il software. Con la clausola che io software appena creato dovrebbe diventare di pubblico dominio. Credo che tutti inizieranno ad aspettare babbo natale.

        Quindi, facendone una pubblicità martellante e un
        trailer ingannevole? Stiamo meglio
        senza.ti costringono a guardare pubblicità e trailer ?
        • panda rossa scrive:
          Re: Riaprire i GULAG
          - Scritto da: shevathas
          quindi i potenziali utenti dovrebbero riunirsi,
          raccogliere i soldi e commissionare il software.
          Con la clausola che io software appena creato
          dovrebbe diventare di pubblico dominio. Credo che
          tutti inizieranno ad aspettare babbo
          natale.Com'e' che proprio oggi sto cominciando a lavorare su un nuovo progetto che prevede almeno 6 mesi di lavoro?Eppure siamo in maggio, Babbo Natale mi pare che arrivi in inverno...
          • embe scrive:
            Re: Riaprire i GULAG

            Com'e' che proprio oggi sto cominciando a
            lavorare su un nuovo progetto che prevede almeno
            6 mesi di
            lavoro?Se tu non fossi sempre qui a scriver razzate i 6 mesi diventerebbero 3 settimane!! :)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: embe

            Com'e' che proprio oggi sto cominciando a

            lavorare su un nuovo progetto che prevede
            almeno

            6 mesi di

            lavoro?

            Se tu non fossi sempre qui a scriver razzate i 6
            mesi diventerebbero 3 settimane!!
            :)Il lavoro di un creativo è diverso da quello di chi avvita bulloni.
          • panda rossa scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: embe

            Com'e' che proprio oggi sto cominciando a

            lavorare su un nuovo progetto che prevede
            almeno

            6 mesi di

            lavoro?

            Se tu non fossi sempre qui a scriver razzate i 6
            mesi diventerebbero 3 settimane!!
            :)La mia parte sono proprio 3 settimane.E' il progetto intero che impatta 6 mesi.
          • Yogurt scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: embe


            Com'e' che proprio oggi sto cominciando
            a


            lavorare su un nuovo progetto che
            prevede

            almeno


            6 mesi di


            lavoro?



            Se tu non fossi sempre qui a scriver razzate
            i
            6

            mesi diventerebbero 3 settimane!!

            :)

            La mia parte sono proprio 3 settimane.
            E' il progetto intero che impatta 6 mesi.Oh bravo Panda Rossa mister 15.643 messaggi!!! Finalmente anche tu ti dai una mossa.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            Ahò, ti sei cagliato?
          • Yogurt scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Ahò, ti sei cagliato?Ti chiami Panda Rossa?E poi si può sapere che c_a_z_z_o dici? Anche tu fatti una vita.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            E tu ti chiami embe?Troll.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Riaprire i GULAG

          quindi i potenziali utenti dovrebbero riunirsi,
          raccogliere i soldi e commissionare il software.
          Con la clausola che io software appena creato
          dovrebbe diventare di pubblico dominio.Esatto. Lo vedi che ci arrivi?
          Credo che
          tutti inizieranno ad aspettare babbo
          natale.Allora vuol dire che non avevano poi così bisogno di quel software, giusto?




          Quindi, facendone una pubblicità martellante
          e
          un

          trailer ingannevole? Stiamo meglio

          senza.

          ti costringono a guardare pubblicità e trailer ?Di fatto, sì. Cercano di infilarli dovunque. E sa vai al cinema ... come fai a non guardare i trailer?Durante il mondiale... sei in grado di NON SEGUIRE le partite?
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: uno qualsiasi

            quindi i potenziali utenti dovrebbero
            riunirsi,

            raccogliere i soldi e commissionare il
            software.

            Con la clausola che io software appena creato

            dovrebbe diventare di pubblico dominio.

            Esatto. Lo vedi che ci arrivi?


            Credo che

            tutti inizieranno ad aspettare babbo

            natale.

            Allora vuol dire che non avevano poi così bisogno
            di quel software,
            giusto?
            è un ragionamento costi benefici. Pagare 1.000 per una licenza potrebbe essere fattibile, pagare 10.000.000 per lo sviluppo ex novo un poco di meno.
            Di fatto, sì. Cercano di infilarli dovunque. E sa
            vai al cinema ... come fai a non guardare i
            trailer?
            chiudi gli occhi, ti sfessi con il cellulare chiacchieri con il vicino...
            Durante il mondiale... sei in grado di NON
            SEGUIRE le
            partite?basta che paghi alla federazione i diritti di trasmissione e allora le partite le puoi trasmettere e vedere come ti pare.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Riaprire i GULAG


            Allora vuol dire che non avevano poi così
            bisogno

            di quel software,

            giusto?


            è un ragionamento costi benefici. Pagare 1.000
            per una licenza potrebbe essere fattibile, pagare
            10.000.000 per lo sviluppo ex novo un poco di
            meno.Non confondere le acque: il programma esiste o no? Se esiste, non lo sviluppi ex novo, quindi non paghi. Se non esiste, devi comunque pagare lo sviluppo ex novo, anche con il modello basato sul copyright.


            Di fatto, sì. Cercano di infilarli dovunque.
            E
            sa

            vai al cinema ... come fai a non guardare i

            trailer?


            chiudi gli occhi, ti sfessi con il cellulare
            chiacchieri con il
            vicino...E guardi comunque lo schermo per sapere quando inizia il film.


            Durante il mondiale... sei in grado di NON

            SEGUIRE le

            partite?

            basta che paghi alla federazione i diritti di
            trasmissione e allora le partite le puoi
            trasmettere e vedere come ti
            pare.Non hai capito la mia domanda: a me le partite NON INTERESSANO. Non mi interessa nemmeno sapere chi ha vinto e chi ha perso. Proprio non seguo il calcio. Ma quando c'è il mondiale ne parlano ovunque, e io sono praticamente costretto a sentire i risultati, perchè te li dicono da ogni parte.Allo stesso modo, i trailer o la pubblicità sono infilati da ogni parte, non puoi fare a meno di sentirli. Quindi, per rispondere alla tua domanda di prima.... sì, ti costringono a guardare i trailer.
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Allora vuol dire che non avevano poi
            così

            bisogno


            di quel software,


            giusto?




            è un ragionamento costi benefici. Pagare
            1.000

            per una licenza potrebbe essere fattibile,
            pagare

            10.000.000 per lo sviluppo ex novo un poco di

            meno.

            Non confondere le acque: il programma esiste o
            no? Se esiste, non lo sviluppi ex novo, quindi
            non paghi. Se non esiste, devi comunque pagare lo
            sviluppo ex novo, anche con il modello basato sul
            copyright.
            devo pagarlo integralmente o posso pagarne, mediante la licenza, solo una parte ?Una cosa è il doversi far carico integralmente dei costi di sviluppo, un altra è che se ne faccia carico la SH, anticipi e poi recuperi i soldi rivendendo le licenze.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Riaprire i GULAG

            devo pagarlo integralmente o posso pagarne,
            mediante la licenza, solo una parte
            ?Tu avevi scritto <i
            "i potenziali utenti dovrebbero riunirsi, raccogliere i soldi e commissionare il software. </i
            Se i committenti sono più di uno, il prezzo è diviso fra tutti, e quindi ne paghi solo una parte.(nota: mi sto basando sull'esempio che hai fatto TU)
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG

            Se i committenti sono più di uno, il prezzo è
            diviso fra tutti, e quindi ne paghi solo una
            parte.
            e qui sorgerebbe una domanda: se ho sentore che Tizio, Caio e Sempronio vogliono consorziarsi per costruire il software perché dovrei partecipare quando invece mi basterebbe aspettare per avere la pappa pronta ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas

            Se i committenti sono più di uno, il prezzo è

            diviso fra tutti, e quindi ne paghi solo una

            parte.


            e qui sorgerebbe una domanda: se ho sentore che
            Tizio, Caio e Sempronio vogliono consorziarsi per
            costruire il software perché dovrei partecipare
            quando invece mi basterebbe aspettare per avere
            la pappa pronta
            ?Chi te la darebbe la pappa pronta?Tizio, Caio o Sempronio?Non e' cosi' immediato che delle societa' che si sono consorziate per far produrre un software, poi vengano da te ad offrirlo gratis.
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            Se i committenti sono più di uno, il
            prezzo
            è


            diviso fra tutti, e quindi ne paghi
            solo
            una


            parte.




            e qui sorgerebbe una domanda: se ho sentore
            che

            Tizio, Caio e Sempronio vogliono
            consorziarsi
            per

            costruire il software perché dovrei
            partecipare

            quando invece mi basterebbe aspettare per
            avere

            la pappa pronta

            ?

            Chi te la darebbe la pappa pronta?
            Tizio, Caio o Sempronio?

            Non e' cosi' immediato che delle societa' che si
            sono consorziate per far produrre un software,
            poi vengano da te ad offrirlo
            gratis.quoto da "uno qualsiasi" <i

            Con la clausola che io software appena creato
            dovrebbe diventare di pubblico dominio. </i
          • panda rossa scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: shevathas



            Se i committenti sono più di uno,
            il

            prezzo

            è



            diviso fra tutti, e quindi ne paghi

            solo

            una



            parte.






            e qui sorgerebbe una domanda: se ho
            sentore

            che


            Tizio, Caio e Sempronio vogliono

            consorziarsi

            per


            costruire il software perché dovrei

            partecipare


            quando invece mi basterebbe aspettare
            per

            avere


            la pappa pronta


            ?



            Chi te la darebbe la pappa pronta?

            Tizio, Caio o Sempronio?



            Non e' cosi' immediato che delle societa'
            che
            si

            sono consorziate per far produrre un
            software,

            poi vengano da te ad offrirlo

            gratis.

            quoto da "uno qualsiasi"

            <i


            Con la clausola che io software appena creato

            dovrebbe diventare di pubblico dominio.
            </i
            Questa e' una clausola che fara' mettere "uno qualsiasi".Il software che le aziende commissionano a me e che io faccio pagare per il tempo che ci impiego a scriverlo, e' delle aziende, mica mio.Scelta loro se farlo diventare pubblico dominio.Io mi preoccupo solo di scrivere il mio nome e il mio indirizzo di mail nei sorgenti e nella documentazione non tanto per garantirmi la paternita' dell'opera, di cui non mi frega piu' di tanto, ma per essere facilmente individuato quando hanno bisogno di aggiornamenti, istruzioni, o anche segnalare malfunzionamenti.
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: shevathas




            Se i committenti sono più di
            uno,

            il


            prezzo


            è




            diviso fra tutti, e quindi ne
            paghi


            solo


            una




            parte.








            e qui sorgerebbe una domanda: se ho

            sentore


            che



            Tizio, Caio e Sempronio vogliono


            consorziarsi


            per



            costruire il software perché dovrei


            partecipare



            quando invece mi basterebbe
            aspettare

            per


            avere



            la pappa pronta



            ?





            Chi te la darebbe la pappa pronta?


            Tizio, Caio o Sempronio?





            Non e' cosi' immediato che delle
            societa'

            che

            si


            sono consorziate per far produrre un

            software,


            poi vengano da te ad offrirlo


            gratis.



            quoto da "uno qualsiasi"



            <i



            Con la clausola che io software appena
            creato


            dovrebbe diventare di pubblico dominio.

            </i


            Questa e' una clausola che fara' mettere "uno
            qualsiasi".
            Il software che le aziende commissionano a me e
            che io faccio pagare per il tempo che ci impiego
            a scriverlo, e' delle aziende, mica
            mio.
            Scelta loro se farlo diventare pubblico dominio.
            quindi volendo potrebbero scrivere degli accordi in cui si impegnano a tenerlo privato con ovvie penali.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Riaprire i GULAG


            Scelta loro se farlo diventare pubblico
            dominio.


            quindi volendo potrebbero scrivere degli accordi
            in cui si impegnano a tenerlo privato con ovvie
            penali.Volendo. Ma in genere non vogliono. Altrimenti, anche adesso, sarebbe assolutamente impossibile trovare una copia pirata di qualunque cosa.
          • panda rossa scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas

            Il software che le aziende commissionano a
            me
            e

            che io faccio pagare per il tempo che ci
            impiego

            a scriverlo, e' delle aziende, mica

            mio.

            Scelta loro se farlo diventare pubblico
            dominio.


            quindi volendo potrebbero scrivere degli accordi
            in cui si impegnano a tenerlo privato con ovvie
            penali.Per quanto mi riguarda possono farci quello che vogliono.Io sono stato pagato per il mio tempo, io sono a posto.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Riaprire i GULAG

            e qui sorgerebbe una domanda: se ho sentore che
            Tizio, Caio e Sempronio vogliono consorziarsi per
            costruire il software perché dovrei partecipare
            quando invece mi basterebbe aspettare per avere
            la pappa pronta
            ?Perchè forse Tizio, Caio o Sempronio non te la daranno, la pappa pronta.Il programma completo verrà dato a loro. E sarà di pubblico dominio, quindi ognuno di loro <b
            potrebbe </b
            darlo a te; ma <b
            non è obbligato </b
            a darlo a te. Se i committenti sono solo tre, facilmente nessuno ti darà il file se non paghi.Se i committenti sono 100, invece, è probabile che almeno uno (ma tanto, ne basta solo uno) sia disposto a dartene una copia gratis. E a quel punto tu la puoi dare ad altri.Prevengo la tua successiva obiezione: tu mi chiederai "ma perchè qualcuno di quelli che hanno pagato dovrebbe essere disposto a darmene una copia gratis"... e io ti rispondo "e perchè chi ha comprato un cd di musica dovrebbe essere disposto a metterlo sul p2p così altri potranno scaricarselo gratis? Eppure lo fanno"
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG

            Il programma completo verrà dato a loro. E sarà
            di pubblico dominio, quindi ognuno di loro
            <b
            potrebbe </b
            darlo a te; ma
            <b
            non è obbligato </b
            a darlo a
            te. Se i committenti sono solo tre, facilmente
            nessuno ti darà il file se non
            paghi.solo una questione: il programma scritto sarebbe di pubblico dominio ovvero accessibile da tutti, oppure di proprietà esclusiva di tizio caio e sempronio ?
            Prevengo la tua successiva obiezione: tu mi
            chiederai "ma perchè qualcuno di quelli che hanno
            pagato dovrebbe essere disposto a darmene una
            copia gratis"... e io ti rispondo "e perchè chi
            ha comprato un cd di musica dovrebbe essere
            disposto a metterlo sul p2p così altri potranno
            scaricarselo gratis? Eppure lo
            fanno"se per quello svaligiano anche banche.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Riaprire i GULAG

            solo una questione: il programma scritto sarebbe
            di pubblico dominio ovvero accessibile da tutti,
            oppure di proprietà esclusiva di tizio caio e
            sempronio ?Farebbe qualche differenza, all'atto pratico? Le persone che hanno in mano una copia funzionante del programma, e potrebbero quindi distribuirla, nell'esempio, sono quattro: tizio, caio, sempronio, e panda rossa (vale a dire, il programmatore a cui è stato commissionato il lavoro)Comunque, diciamo che il programma è sotto BSD, e diciamo anche che la paternità dell'opera è di panda rossa. Le copie sono di proprietà delle singole persone: l'unico "diritto" extra è quello di panda rossa, che si riserva di mantenere il suo nome sul programma, e di proibire agli altri di cancellarlo.

            Prevengo la tua successiva obiezione: tu mi

            chiederai "ma perchè qualcuno di quelli che
            hanno

            pagato dovrebbe essere disposto a darmene una

            copia gratis"... e io ti rispondo "e perchè
            chi

            ha comprato un cd di musica dovrebbe essere

            disposto a metterlo sul p2p così altri
            potranno

            scaricarselo gratis? Eppure lo

            fanno"

            se per quello svaligiano anche banche.Non uscire dal seminato, il tuo paragone non c'entra nulla.Tu hai detto che tizio, caio e sempronio potrebbero mettersi d'accordo di non dare il programma a nessun altro. Ma io ti chiedo: perchè dovrebbero voler fare una cosa del genere?
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG


            Tu hai detto che tizio, caio e sempronio
            potrebbero mettersi d'accordo di non dare il
            programma a nessun altro. Ma io ti chiedo: perchè
            dovrebbero voler fare una cosa del
            genere?metti il banale caso che il programma renda più efficiente il loro lavoro, metti che fra studio e sviluppo ci hanno investito 20.000 euro a cranio. Metti che se Mevio iniziasse ad usarlo supererebbe un gap e potrebbe diventare concorrenziale nei loro confronti. E loro che hanno investito nel programma per diventare più efficenti ed efficaci di mevio.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            Unica domanda: come potrebbe fare mevio a ottenere una copia del programma?Nè tizio, nè caio, nè sempronio hanno interesse a darglielo, visto che mevio è concorrente di ognuno di loro. Quindi, non occorre nessun accordo fra i tre.Oppure mevio potrebbe pagare uno dei tre in cambio di una copia del programma (e pagherà quello che gli chiederà meno)
          • gerry scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas
            e qui sorgerebbe una domanda: se ho sentore che
            Tizio, Caio e Sempronio vogliono consorziarsi per
            costruire il software perché dovrei partecipare
            quando invece mi basterebbe aspettare per avere
            la pappa pronta
            ?Perché non avresti controllo sul software è una buona ragione, avresti un software scritto sulle specifiche di Tizio, Caio e Sempronio in cui tu non hai preso alcuna decisione. Se poi ti servono modifiche ti tocca fartele da te, ma allora perché non ti consorzi?
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            e se a me convenisse usare, a gratis, direttamente quel software senza modifiche che spendere per farle o partecipare al consorzio ?Son casi che possono capitare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas
            e se a me convenisse usare, a gratis,
            direttamente quel software senza modifiche che
            spendere per farle o partecipare al consorzio
            ?
            Son casi che possono capitare.Non puoi saperlo finche' il software non sara' finito e non ne sarai entrato in possesso.Puoi fare del business permettendoti di aspettare qualcosa senza tempi certi?
          • krane scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas
            e se a me convenisse usare, a gratis,
            direttamente quel software senza modifiche che
            spendere per farle o partecipare al consorzio?
            Son casi che possono capitare.Se fa quel che ti serve lo usi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas
            Una cosa è il doversi far carico integralmente
            dei costi di sviluppo, un altra è che se ne
            faccia carico la SH, anticipi e poi recuperi i
            soldi rivendendo le
            licenze.Al mondo e' rimasta solo la M$ a vendere copie preinstallate che altrimenti non comprerebbe nessuno.Su qualunque altro prodotto, il costo della semplice licenza e' puramente simbolico: il business delle SH e' dato dall'assistenza e dalle personalizzazioni, che guardacaso sono venduti a tempo.
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            Una cosa è il doversi far carico
            integralmente

            dei costi di sviluppo, un altra è che se ne

            faccia carico la SH, anticipi e poi recuperi
            i

            soldi rivendendo le

            licenze.

            Al mondo e' rimasta solo la M$ a vendere copie
            preinstallate che altrimenti non comprerebbe
            nessuno.

            Su qualunque altro prodotto, il costo della
            semplice licenza e' puramente simbolico: il
            business delle SH e' dato dall'assistenza e dalle
            personalizzazioni, che guardacaso sono venduti a
            tempo.Quindi i grafici pagano la adobe per le personalizzazioni di photoshop, e gli architetti la autodesk per quelle di autocad. ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas
            Quindi i grafici pagano la adobe per le
            personalizzazioni di photoshop, e gli architetti
            la autodesk per quelle di autocad.
            ?Piu' probabilmente pagheranno per un servizio di assistenza, corsi, manualistica...Del resto timi confermi che, nonostante photoshop e autocad siano i programmi piu' piratati in assoluto, le sh produttrici godono di ottima salute commerciale.
          • shevathas scrive:
            Re: Riaprire i GULAG

            Del resto timi confermi che, nonostante photoshop
            e autocad siano i programmi piu' piratati in
            assoluto, le sh produttrici godono di ottima
            salute
            commerciale.diciamo che della pirateria domestica ad adobe e autocad può importare di meno. C'è un sacco da perdere e niente da guadagnare a perseguire i pesci piccoli. Tanto la "quota pirateria" la pagano tranquillamente le aziende, che ne fanno un uso professionale.
          • panda rossa scrive:
            Re: Riaprire i GULAG
            - Scritto da: shevathas

            Del resto timi confermi che, nonostante
            photoshop

            e autocad siano i programmi piu' piratati in

            assoluto, le sh produttrici godono di ottima

            salute

            commerciale.

            diciamo che della pirateria domestica ad adobe e
            autocad può importare di meno. C'è un sacco da
            perdere e niente da guadagnare a perseguire i
            pesci piccoli. Tanto la "quota pirateria" la
            pagano tranquillamente le aziende, che ne fanno
            un uso
            professionale.E l'uso professionale prevede soprattutto corsi, aggiornamenti, assistenza, manualistica...
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Riaprire i GULAG
          - Scritto da: shevathas
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Commissionandolo.



          quindi i potenziali utenti dovrebbero riunirsi,
          raccogliere i soldi e commissionare il software.
          Con la clausola che io software appena creato
          dovrebbe diventare di pubblico dominio. Credo che
          tutti inizieranno ad aspettare babbo
          natale.Se nessuno ha DAVVERO bisogno di quel programma, non vedo perché dovrebbe commissionarlo. Se non puoi aspettare lo facciano altri, allora tiri fuori i soldi e paghi qualcuno che lo faccia per te. Oppure te lo fai tu stesso.
    • boh scrive:
      Re: Riaprire i GULAG
      - Scritto da: shevathas
      un minimo di qualità media il
      prodotto commerciale la dovrà avere, a differenza
      dei prodotti gratuiti "as
      is".Ma nel <i
      disclaimer </i
      della licenza dei software commerciali non c'è sempre un bel "AS IS"?
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Riaprire i GULAG
      - Scritto da: shevathas

      <b
      OTTIMO </b
      Il software

      commerciale è una <b
      piaga
      </b



      per l'informatica: promuove il lock-in, e
      quando

      una azienda smette di supportare un programma

      occorre rifare tutto da capo, con conseguente

      spreco di tempo e di soldi (oltre alla

      realizzazione frettolosa di prodotti
      scadenti,

      incompleti e buggati). Eliminare questo
      abominio,

      e utilizzare solo più software libero e open

      source, sarà vantaggioso per tutti, a lungo

      termine

      1) un lock-in di fatto l'hai anche con il
      software open source visto che, a seconda delle
      porcherie scritte nel sorgente e della qualità
      della documentazione conviene buttare tutto a
      mare e riscrivere ex novo che cercare di
      mantenere e
      migliorare.Con la piccolissima e trascurabile differenza che con il sw open NiENTE E NESSUNO può impedire di fare reverse engineering, né dal punto di vista tecnico (hai il sorgente) né dal punto di vista legale (mi hai dato il sorgente).
      • boh scrive:
        Re: Riaprire i GULAG
        Reverse engeenering se disponi già del sorgente?
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Riaprire i GULAG
          - Scritto da: boh
          Reverse engeenering se disponi già del sorgente?Nel senso di comprendere come funziona (visto che si parlava di sorgente non documentato).
      • shevathas scrive:
        Re: Riaprire i GULAG

        Con la piccolissima e trascurabile differenza che
        con il sw open NiENTE E NESSUNO può impedire di
        fare reverse engineering, né dal punto di vista
        tecnico (hai il sorgente) né dal punto di vista
        legale (mi hai dato il
        sorgente).se leggi bene ho parlato di "lock-in di fatto", cioè il sorgente è talmente pasticciato e scarsamente documentato da rendere più conveniente una riscrittura che un mantenimento.
        • panda rossa scrive:
          Re: Riaprire i GULAG
          - Scritto da: shevathas

          Con la piccolissima e trascurabile
          differenza
          che

          con il sw open NiENTE E NESSUNO può impedire
          di

          fare reverse engineering, né dal punto di
          vista

          tecnico (hai il sorgente) né dal punto di
          vista

          legale (mi hai dato il

          sorgente).

          se leggi bene ho parlato di "lock-in di fatto",
          cioè il sorgente è talmente pasticciato e
          scarsamente documentato da rendere più
          conveniente una riscrittura che un
          mantenimento.Se il sorgente fosse cosi' pasticciato come presumi, il funzionamento del programma lo sarebbe altrettanto.E comunque stiamo parlando della differenza abissale che passa tra l'avere un sorgente pasticciato e la possibilita' di usarlo, e il non avere nessun sorgente e neppure il permesso di poter scrivere ex novo qualcosa di vagamente somigliante a quel programma (cfr. brevetti software).
  • Freedom scrive:
    Re: Riaprire i GULAG
    :-oDifatti il <i
    Free Software </i
    e le <i
    Creative Commons </i
    non esistono... <b
    Free Software </b
    <b
    https://www.fsf.org </b
    <b
    Creative Commons </b
    <b
    http://www.creativecommons.org </b
  • dont feed the troll/dovella scrive:
    Re: Riaprire i GULAG
    - Scritto da: uno qualsiasi

    benissimo.

    e' questo che volete ?

    Sì. Dove devo firmare?firmo anche io.(e metto pure una X per matty)
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    Danni da copyright
    Giusto per fare un esempio degli enormi danni causati dal copyright... I fondi sono pubblici, ma i risultati degli studi potrebbero diventare privati http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/18/fondi-sono-pubblici-risultati-degli-studi-potrebbero-diventare-privati La comunità scientifica si ribella contro lo strapotere delle case editrici http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/03/comunita-scientifica-ribella-contro-strapotere-delle-case-editrici ABOLIRE IL COPYRIGHT p)
  • an0nim0 scrive:
    L'aria e' cambiata
    Questa e' la risposta autorevole dei cittadini ai vari artisti decotti che fanno a gara a comparire in televisione per promuovere ulteriori restrizioni alle nostre liberta' in nome dei loro profitti privati. Questa e' la risposta a chi tira troppo la corda.Il partito pirata finalmente mette nero su bianco che una versione diversa del diritto d'autore non e' possibile solo sulla carta o proposta da ragazzini, blogger e opinion leader, bensi' ora anche da forze politiche. Ora alle varie proposte liberticide si contrappone una controproposta che ha pari dignita' perche' arriva direttamente da parlamentari eletti dal popolo PROPRIO per difendere quelle liberta' digitali (invece gli ALTRI non sempre lo dicono prima le "belle leggi" che poi ci rifilano dietro la spinta delle lobby).L'aria sta cambiando ...
    • Allibito scrive:
      Re: L'aria e' cambiata
      - Scritto da: an0nim0
      Questa e' la risposta autorevole dei cittadini ai
      vari artisti decotti che fanno a gara a comparire
      in televisione per promuovere ulteriori
      restrizioni alle nostre liberta' in nome dei loro
      profitti privati. Questa e' la risposta a chi
      tira troppo la
      corda.

      Il partito pirata finalmente mette nero su bianco
      che una versione diversa del diritto d'autore non
      e' possibile solo sulla carta o proposta da
      ragazzini, blogger e opinion leader, bensi' ora
      anche da forze politiche. Ora alle varie proposte
      liberticide si contrappone una controproposta che
      ha pari dignita' perche' arriva direttamente da
      parlamentari eletti dal popolo PROPRIO per
      difendere quelle liberta' digitali (invece gli
      ALTRI non sempre lo dicono prima le "belle leggi"
      che poi ci rifilano dietro la spinta delle
      lobby).

      L'aria sta cambiando ... Si, infatti youtube ha appena perso una causa in Germania e deve sbrigarsi a togliere i filmetti di cui non sa nulla... Che aria vuoi che cambi, pensi veramente che 3 pirati in croce possano far approvare leggi inammissibili? Sei un ottimista.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: L'aria e' cambiata
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: an0nim0

        Questa e' la risposta autorevole dei cittadini
        ai

        vari artisti decotti che fanno a gara a
        comparire

        in televisione per promuovere ulteriori

        restrizioni alle nostre liberta' in nome dei
        loro

        profitti privati. Questa e' la risposta a chi

        tira troppo la

        corda.



        Il partito pirata finalmente mette nero su
        bianco

        che una versione diversa del diritto d'autore
        non

        e' possibile solo sulla carta o proposta da

        ragazzini, blogger e opinion leader, bensi' ora

        anche da forze politiche. Ora alle varie
        proposte

        liberticide si contrappone una controproposta
        che

        ha pari dignita' perche' arriva direttamente da

        parlamentari eletti dal popolo PROPRIO per

        difendere quelle liberta' digitali (invece gli

        ALTRI non sempre lo dicono prima le "belle
        leggi"

        che poi ci rifilano dietro la spinta delle

        lobby).



        L'aria sta cambiando ...
        Si, infatti youtube ha appena perso una causa in
        Germaniamentre negli USA hanno appena ammesso che non pososno processare il signor megaupload e che, quindi, l'azione legale contro di lui era infondata.
        • simple scrive:
          Re: L'aria e' cambiata
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: Allibito

          - Scritto da: an0nim0


          Questa e' la risposta autorevole dei
          cittadini

          ai


          vari artisti decotti che fanno a gara a

          comparire


          in televisione per promuovere ulteriori


          restrizioni alle nostre liberta' in
          nome
          dei

          loro


          profitti privati. Questa e' la risposta
          a
          chi


          tira troppo la


          corda.





          Il partito pirata finalmente mette nero
          su

          bianco


          che una versione diversa del diritto
          d'autore

          non


          e' possibile solo sulla carta o
          proposta
          da


          ragazzini, blogger e opinion leader,
          bensi'
          ora


          anche da forze politiche. Ora alle varie

          proposte


          liberticide si contrappone una
          controproposta

          che


          ha pari dignita' perche' arriva
          direttamente
          da


          parlamentari eletti dal popolo PROPRIO
          per


          difendere quelle liberta' digitali
          (invece
          gli


          ALTRI non sempre lo dicono prima le
          "belle

          leggi"


          che poi ci rifilano dietro la spinta
          delle


          lobby).





          L'aria sta cambiando ...

          Si, infatti youtube ha appena perso una
          causa
          in

          Germania


          mentre negli USA hanno appena ammesso che non
          pososno processare il signor megaupload e che,
          quindi, l'azione legale contro di lui era
          infondata.speriamo che megaupload torni presto online dopo il momentaneo disguido!ho ancora parecchi download in sospeso
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: L'aria e' cambiata
        Se quattro editori avevano fatto approvare una legge idiota come quella attuake, per i pirati sarà facile toglierla.
      • an0nim0 scrive:
        Re: L'aria e' cambiata
        Beh, e' piu' facile scrivere leggi liberticide nell'eta' dell'oro. Le persone con la pancia piena non sono li' a guardare cosa fa il parlamento. Guarda cosa succede adesso che c'e' la crisi: per la prima volta le persone sono li' a verificare il bilancio dei partiti, come spendono i loro soldi, quanto e' costata quella cena al ristorante. Finalmente, grazie alla crisi, l'Italia tratta con la Svizzera per tassare i soldi esportati illegalmente, finalmente si cominciano a chiedere gli scontrini e si inizia a parlare di spending review. E critica il governo per le auto blu e per le spese inutili. E certo non e' il periodo per varare leggi di distrazioni di massa, sugli ovuli da impiantare o su nuove leggi ammazza internet. Anzi, l'esempio islandese e' preso in prestito dalla stampa per ricordare come, con leggi pro liberta' digitali, l'economia ne trae un immediato benefecio (e sappiamo che per l'Islanda sara' certamente cosi', conosco personalmente aziende che presto migreranno li' i loro server).In questo clima, secondo te, le persone sono piu' per leggi pro liberta' digitali o pro diritto d'autore? Suvvia, e' facile rispondere ...
      • Free world scrive:
        Re: L'aria e' cambiata

        Si, infatti youtube ha appena perso una causa in
        Germania e deve sbrigarsi a togliere i filmetti
        di cui non sa nulla...Sai cosa faranno? Bloccheranno l'upload dal portale tedesco e lo consentiranno, anche per i tedeschi, solo dall'indirizzo USA.Quelli che la pensano come te PERDERANNO SEMPRE.
      • collione scrive:
        Re: L'aria e' cambiata
        - Scritto da: Allibito
        Che aria vuoi che cambi, pensi veramente che 3
        pirati in croce possano far approvare leggidisse il Kaiser nel '31 :D
      • FDG scrive:
        Re: L'aria e' cambiata
        - Scritto da: Allibito
        Che aria vuoi che cambi, pensi veramente che 3
        pirati in croce possano far approvare leggi
        inammissibili? Sei un ottimista.Tu mi sembri proprio come la classica rana nella pentola, bollita a fuoco lento. Quando sarai bello cotto e inc***to e te ne renderai conto sarà troppo tardi. L'ignoranza e la stupidità non possono essere una scusa per te.
    • paolo scrive:
      Re: L'aria e' cambiata
      Secondo me hai proprio ragione.Le lobby agiscono sui governi, presentandosi come interlocutori esperti, autorevoli, conoscitori del "loro" mercato e generosi nel riconoscere le necessità degli utenti. Seri imprenditori dei quali ci si può fidare, giacca e cravatta, Business to Business.Quindi "suggeriscono", "indirizzano", "propongono" le leggi che definiscono cosa è pirata/illegale e cosa non lo è.Ora esiste un secondo interlocutore, con risorse finanziarie decisamente ridotte, che ha portato l'attenzione sul meccanismo unilaterale di protezione dei detentori dei diritti.Unilaterale perchè prima non ne esisteva un altro.Ha acceso un faretto, un led, puntato sulla gestione del diritto d'autore.Ed hanno ricevuto un notevole riscontro dagli elettori!!!Vedremo.
      • collione scrive:
        Re: L'aria e' cambiata
        - Scritto da: paolo
        necessità degli utenti. Seri imprenditori dei
        quali ci si può fidare, giacca e cravatta,ma pecchè, ttu non ti vvvvuoi fidare de noi? allora facciamo che ti faccio una poposcia che non potrai rrrifiutare? :D
  • FDG scrive:
    20 anni?
    Ma il conto degli anni di protezione non parte dalla morte dell'autore?
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: 20 anni?
      - Scritto da: FDG
      Ma il conto degli anni di protezione non parte
      dalla morte
      dell'autore?Di Maruccia devi leggere il titolo e poi cliccare sulle fonti, l'articolo è una cosa messa lì tanto per non lasciare la pagina vuota con 2-3 link. 20 Years Of Commercial MonopolyMuch of todays entertainment industry is built on the commercial exclusivity of copyrighted works. This, we want to preserve. But todays protection times life plus 70 years are absurd. No investor would even look at a business case where the time to pay-back was that long.We want to shorten the protection time to something that is reasonable from both societys and an investors point of view, and propose 20 years from publication.
    • Hertek scrive:
      Re: 20 anni?
      - Scritto da: FDG
      Ma il conto degli anni di protezione non parte
      dalla morte dell'autore?In italiaAll'estero (usa principalmente) il conteggio parte dalla pubblicazione dell'opera, come naturale, ovvio, chiaro, semplice, di buon senso dovrebbe essereSi sà: noi siamo la repubblica delle babane etc etc
  • paolo scrive:
    Lobby e Leggi
    A mio avviso il partito pirata è un'ottima cosa, ma non solo perchè é pirata.Le grandi case proprietarie dei diritti intervengono tramite lobbisti (pagano profumatamente) sul governo USA, e tutti gli altri stati vanno a rimorchio come i pecori.Sono grandi aziende che giustamente ragionano da aziende, cioè cercano di accaparrarsi mercato/diritti/sopravvivenza per poter proseguire e fare profitti.Quello che manca è il contraltare, cioè delle entità in grado di "limitare" le brame di delle aziende nella stesura delle leggi.Il partito pirata è un primo abbozzo di queste entità, e va sostenuto a spada tratta dalle persone normali.L'altenativa sarebbe sgradita anche ai fautori del diritto d'autore: Copyright eterno, controllo totale su tutti i contenuti del mondo, Trusted computer ecc.
    • Sciop scrive:
      Re: Lobby e Leggi

      Quello che manca è il contraltare, cioè delle
      entità in grado di "limitare" le brame di delle
      aziende nella stesura delle
      leggi.Quello che manca è l'intelligenza dei consumatori che acquistano qualsiasi cosa a qualsiasi prezzo.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Lobby e Leggi
        - Scritto da: Sciop

        Quello che manca è il contraltare, cioè delle

        entità in grado di "limitare" le brame di
        delle

        aziende nella stesura delle

        leggi.


        Quello che manca è l'intelligenza dei consumatori
        che acquistano qualsiasi cosa a qualsiasi
        prezzo.Poi però se altri utneti sono abbastanza intelligenti da non comprare nulla, insulti e sputi.Fai pace con te stesso.
        • Sciop scrive:
          Re: Lobby e Leggi


          Poi però se altri utneti sono abbastanza
          intelligenti da non comprare nulla, insulti e
          sputi.E dove avrei scritto questo? Ma non eri tu quello che sapevi leggere?
      • paolo scrive:
        Re: Lobby e Leggi
        A mio avviso "sbagli il candeggio".Il mondo è terribilmente complesso, ci sono migliaia di campane che suonano ogni giorno pronosticando problemi e disastri.Non è possibile seguire tutto, cioè campare/lavorare/divertirsi e fare scelte oculate su tutto.Il tempo non sarebbe sufficente per fare nulla.Ex Quanto cemento c'è nella casa in cui vivi? Quanto Pink Slime c'è nelle spinacine? Cosa è un Future o il mercato OTG? Metti la benzina e non sai cos'è il picco del petrolio? Se non lo sai non sei intelligente abbastanza? Eppure dovrebbe interessarti se la casa ti casca in testa o sapere cosa mangi, quanti pieni puoi ancora fare.Basta quindi pensare che non tutti possono sapere quello che sai tu, o magari non gli interessa, non per questo sono stupidi.Certo è che in questo campo tutto è demandato alle aziende proprietarie dei diritti d'autore, manca totalmente la "voce" degli utenti.Ben vengano 1000 Partiti Pirata!!!!!
        • Sciop scrive:
          Re: Lobby e Leggi
          - Scritto da: paolo
          A mio avviso "sbagli il candeggio".
          Il mondo è terribilmente complesso, ci sono
          migliaia di campane che suonano ogni giorno
          pronosticando problemi e
          disastri.
          Non è possibile seguire tutto, cioè
          campare/lavorare/divertirsi e fare scelte oculate
          su
          tutto.
          Il tempo non sarebbe sufficente per fare nulla.
          Ex Quanto cemento c'è nella casa in cui vivi?
          Quanto Pink Slime c'è nelle spinacine?
          Cosa è un Future o il mercato OTG?
          Metti la benzina e non sai cos'è il picco del
          petrolio?
          Se non lo sai non sei intelligente abbastanza?
          Eppure dovrebbe interessarti se la casa ti
          casca in testa o sapere

          cosa mangi, quanti pieni puoi ancora fare.
          Basta quindi pensare che non tutti possono sapere
          quello che sai tu, o magari non gli interessa,
          non per questo sono
          stupidi.
          Certo è che in questo campo tutto è demandato
          alle aziende proprietarie dei diritti d'autore,
          manca totalmente la "voce" degli
          utenti.Interessante punto di vista
          Ben vengano 1000 Partiti Pirata!!!!!Ci mancherebbe
  • Sciop scrive:
    Non lo voterò mai
    20 anni sono troppi, mi aspettavo qualcosa di più aggressivo, al massimo 10 anni.Comunque faccio notare che il "partito pirata" riconosce il diritto d'autore e quindi il valore di un'opera di ingegno, a differenza di tanti utenti di questi forum.
    • booooooooo scrive:
      Re: Non lo voterò mai
      - Scritto da: Sciop
      Comunque faccio notare che il "partito pirata"
      riconosce il diritto d'autore e quindi il valore
      di un'opera di ingegno, a differenza di tanti
      utenti di questi
      forum.io ho sempre creduto che molti utenti di questo forum fossero conto il copyright !?
      • Sciop scrive:
        Re: Non lo voterò mai

        io ho sempre creduto che molti utenti di questo
        forum fossero conto il copyright
        !?Infatti, non lo vogliono. Però lo stesso partito pirata riconosce la paternità di un'opera. Adesso vanno in crisi. Ah no, adesso cambiano opinione.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Non lo voterò mai
          - Scritto da: Sciop

          io ho sempre creduto che molti utenti di
          questo

          forum fossero conto il copyright

          !?

          Infatti, non lo vogliono. Però lo stesso partito
          pirata riconosce la paternità di un'opera. Adesso
          vanno in crisi. Ah no, adesso cambiano
          opinione.In alternativa tu potresti imparare a leggere.
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            In alternativa tu potresti imparare a leggere.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3508835&m=3509209#p3509209Ho letto, confermo quello che ho scritto
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop

            In alternativa tu potresti imparare a
            leggere.

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3508835&m=350

            Ho letto, confermo quello che ho scrittoUn utente = molti utenti?Confermo: non sai leggere?
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai


            Un utente = molti utenti?

            Confermo: non sai leggere?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3508835&m=3509437#p3509437e con te son già due...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop



            Un utente = molti utenti?



            Confermo: non sai leggere?

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3508835&m=350

            e con te son già due...Grazie per la conferma: non sai leggere.
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai


            Grazie per la conferma: non sai leggere.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3508835&m=3509450#p3509450e tre...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop



            Grazie per la conferma: non sai leggere.


            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3508835&m=350

            e tre...Ma guarda che mi hai gia convinto al post numero 2: non sai leggere.
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai


            Ma guarda che mi hai gia convinto al post numero
            2: non sai
            leggere.Non sto scrivendo per convincerti infatti
          • krane scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop

            Ma guarda che mi hai gia convinto al

            post numero 2: non sai leggere.
            Non sto scrivendo per convincerti infattiStarai scrivendo perche' ti pagano...Toh, un'altra cosa in comune con il rasta antispaghetteria.
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai


            Starai scrivendo perche' ti pagano...??? magari!!!!
          • krane scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop

            Starai scrivendo perche' ti pagano...
            ???
            magari!!!!Dicono tutti cosi' e' un obbligo contrattuale.
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Sciop



            Starai scrivendo perche' ti pagano...


            ???

            magari!!!!

            Dicono tutti cosi' e' un obbligo contrattuale.Credimi: se mi pagassero scriverei di tutto senza nessun problema, purtroppo non faccio questo lavoro.
          • krane scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Sciop



            Starai scrivendo perche'



            ti pagano...


            ???


            magari!!!!

            Dicono tutti cosi' e' un obbligo

            contrattuale.
            Credimi: se mi pagassero scriverei di tutto
            senza nessun problema, purtroppo non faccio
            questo lavoro.A me spiace per te perche' con queste parole mostri di avere la spina dorsale di un mollusco: [yt]8RVEvPKwnjE[/yt]
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai


            A me spiace per te perche' con queste parole
            mostri di avere la spina dorsale di un mollusco:

            Ah guarda, non me ne frega niente, scriverei qualsiasi cosa. Del resto scusa, posso fare il discorso inverso: se ti convinco di qualcosa saresti tu ad essere il mollusco, non credi?
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            In alternativa tu potresti imparare a leggere.Tu sempre qui 24/24h, eh? Ti ho lasciato il mese scorso, che nerd.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty

            In alternativa tu potresti imparare a leggere.
            Tu sempre qui 24/24h, eh?No, solo quando lavoro :D
            Ti ho lasciato il mese
            scorso, che
            nerd.E stai ancora a rosicare?Fatti una vita, no?
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: matty


            In alternativa tu potresti imparare a
            leggere.

            Tu sempre qui 24/24h, eh?

            No, solo quando lavoro :D


            Ti ho lasciato il mese

            scorso, che

            nerd.

            E stai ancora a rosicare?
            Fatti una vita, no?Risposta dopo un minuto: NUOVO RECORD MONDIALE.Oltre che ladro (aka pirata), sei pure nerd.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: matty



            In alternativa tu potresti imparare a

            leggere.


            Tu sempre qui 24/24h, eh?



            No, solo quando lavoro :D




            Ti ho lasciato il mese


            scorso, che


            nerd.



            E stai ancora a rosicare?

            Fatti una vita, no?

            Risposta dopo un minuto: NUOVO RECORD MONDIALE.Che è nulla rispetto al record mondiale di rosicata che hai appena siglato.
            Oltre che ladro (aka pirata), sei pure nerd.Cioè TU non hai una vita e Io sarei un nerd?Meglio nerd che merd, d'altronde.
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: matty

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: matty




            In alternativa tu potresti
            imparare
            a


            leggere.



            Tu sempre qui 24/24h, eh?





            No, solo quando lavoro :D






            Ti ho lasciato il mese



            scorso, che



            nerd.





            E stai ancora a rosicare?


            Fatti una vita, no?



            Risposta dopo un minuto: NUOVO RECORD
            MONDIALE.

            Che è nulla rispetto al record mondiale di
            rosicata che hai appena
            siglato.


            Oltre che ladro (aka pirata), sei pure nerd.

            Cioè TU non hai una vita e Io sarei un nerd?
            Meglio nerd che merd, d'altronde.DI NUOVO: DOPO UN MINUTO. Loooool.Ma chi è che ti mantiene? Tua nonna?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: matty


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: matty





            In alternativa tu potresti

            imparare

            a



            leggere.




            Tu sempre qui 24/24h, eh?







            No, solo quando lavoro :D








            Ti ho lasciato il mese




            scorso, che




            nerd.







            E stai ancora a rosicare?



            Fatti una vita, no?





            Risposta dopo un minuto: NUOVO RECORD

            MONDIALE.



            Che è nulla rispetto al record mondiale di

            rosicata che hai appena

            siglato.




            Oltre che ladro (aka pirata), sei pure
            nerd.



            Cioè TU non hai una vita e Io sarei un nerd?

            Meglio nerd che merd, d'altronde.

            DI NUOVO: DOPO UN MINUTO. Loooool.E di nuovo rosichi a bestia. ROTFL.
            Ma chi è che ti mantiene? Tua nonna?No, tua madre.
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: matty

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: matty



            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella




            - Scritto da: matty






            In alternativa tu
            potresti


            imparare


            a




            leggere.





            Tu sempre qui 24/24h, eh?









            No, solo quando lavoro :D










            Ti ho lasciato il mese





            scorso, che





            nerd.









            E stai ancora a rosicare?




            Fatti una vita, no?







            Risposta dopo un minuto: NUOVO
            RECORD


            MONDIALE.





            Che è nulla rispetto al record mondiale
            di


            rosicata che hai appena


            siglato.






            Oltre che ladro (aka pirata), sei
            pure

            nerd.





            Cioè TU non hai una vita e Io sarei un
            nerd?


            Meglio nerd che merd, d'altronde.



            DI NUOVO: DOPO UN MINUTO. Loooool.

            E di nuovo rosichi a bestia. ROTFL.


            Ma chi è che ti mantiene? Tua nonna?

            No, tua madre.ANCORA RECORD: IN MENO DI UN MINUTO.Stai misurando il tempo, vero? Potresti far domanda al Guinness World Records.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: matty


            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            - Scritto da: matty




            - Scritto da: dont feed the

            troll/dovella





            - Scritto da: matty







            In alternativa tu

            potresti



            imparare



            a





            leggere.






            Tu sempre qui 24/24h,
            eh?











            No, solo quando lavoro :D












            Ti ho lasciato il mese






            scorso, che






            nerd.











            E stai ancora a rosicare?





            Fatti una vita, no?









            Risposta dopo un minuto: NUOVO

            RECORD



            MONDIALE.







            Che è nulla rispetto al record
            mondiale

            di



            rosicata che hai appena



            siglato.








            Oltre che ladro (aka pirata), sei

            pure


            nerd.







            Cioè TU non hai una vita e Io sarei un

            nerd?



            Meglio nerd che merd, d'altronde.





            DI NUOVO: DOPO UN MINUTO. Loooool.



            E di nuovo rosichi a bestia. ROTFL.




            Ma chi è che ti mantiene? Tua nonna?



            No, tua madre.

            ANCORA RECORD: IN MENO DI UN MINUTO.
            Stai misurando il tempo, vero? Potresti far
            domanda al Guinness World
            Records.Mi hanno detto che ho fatto ballare orsi + in gamba di te.
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            Mi hanno detto che ho fatto ballare orsi + in
            gamba di
            te.Un minuto, così poco?Puoi impegnarti, se la smetti di seguire youporn. Su dai, impegnati di più, siamo tutti con te.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty

            Mi hanno detto che ho fatto ballare orsi + in

            gamba di

            te.

            Un minuto, così poco?Mica sei l'unico fesso che sto prendendo in giro, sai?
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: matty


            Mi hanno detto che ho fatto ballare
            orsi +
            in


            gamba di


            te.



            Un minuto, così poco?
            Mica sei l'unico fesso che sto prendendo in giro,
            sai?Ho detto, CHIUDI YOUPORN. Puoi farcela in meno di un minuto.Smetti di rubare ed impegnati di più qui.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: matty



            Mi hanno detto che ho fatto ballare

            orsi +

            in



            gamba di



            te.





            Un minuto, così poco?

            Mica sei l'unico fesso che sto prendendo in
            giro,

            sai?

            Ho dettoE credi davvero che qualcuno ti ascolti?
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            E credi davvero che qualcuno ti ascolti?Non sapevo che i ladri, oltre ad essere criminali, fossero anche stupidi.Mi cade un mito.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty

            E credi davvero che qualcuno ti ascolti?

            Non sapevoLa storia della tua vita.
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: matty


            E credi davvero che qualcuno ti ascolti?



            Non sapevo

            La storia della tua vita.Conferma: i ladri sono idioti oltre che criminali.Cosa stai rubando, ora?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: matty



            E credi davvero che qualcuno ti
            ascolti?





            Non sapevo



            La storia della tua vita.

            ConfermaNon era necessario
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            Sei uno di quegli idioti che confondono la copia col furto?
          • matty scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Sei uno di quegli idioti che confondono la copia
            col
            furto?Mi dispiace, ma non sono un intellettuale come dont feed dovella, quindi sì, confondo il furto con la "copia".
          • krane scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: matty
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Sei uno di quegli idioti che confondono

            la copia col furto?
            Mi dispiace, ma non sono un intellettuale come
            dont feed dovella, quindi sì, confondo il furto
            con la "copia".Pazienza, tanto analfabeta piu' analfabeta meno...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: matty

            - Scritto da: uno qualsiasi


            Sei uno di quegli idioti che confondono


            la copia col furto?


            Mi dispiace, ma non sono un intellettuale
            come

            dont feed dovella, quindi sì, confondo il
            furto

            con la "copia".

            Pazienza, tanto analfabeta piu' analfabeta meno...D'altronde + sono ignoranti + si convincono di cose come questa.LA correlazione parrebbe dimostrata
          • krane scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: matty


            - Scritto da: uno qualsiasi



            Sei uno di quegli idioti che



            confondono



            la copia col furto?


            Mi dispiace, ma non sono un


            intellettuale come dont feed


            dovella, quindi sì, confondo


            il furto con la "copia".

            Pazienza, tanto analfabeta piu'

            analfabeta meno...
            D'altronde + sono ignoranti + si convincono
            di cose come questa.
            LA correlazione parrebbe dimostrataCertamente, del resto per uscire dall'ignoranza basta leggere, e' tutto li' nero su bianco nel codice !!!Quello che veramente non capisco e' come riescano a tenere la testa sotto la sabbia di fronte all'evidenza, io impazzirei !
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            Mi dispiace, ma non sono un intellettualeL'avevo notato
            quindi sì, confondo il furto
            con la "copia".Peggio per te. Vorrà dire che andrai in bancarotta e farai la fame. Del resto, è giusto così.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            Sei un troll. Come va la tua videoteca?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Sei un troll. Come va la tua videoteca?Beh direi male, altrimenti perchè tanto veleno?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Sciop


            io ho sempre creduto che molti utenti di

            questo


            forum fossero conto il copyright


            !?



            Infatti, non lo vogliono. Però lo stesso
            partito

            pirata riconosce la paternità di un'opera.
            Adesso

            vanno in crisi. Ah no, adesso cambiano

            opinione.

            In alternativa tu potresti imparare a leggere.Ho notato che qui vengono nuovi troll, che dopo pochi mesi scadranno, che sparano certe cose.Del resto mi sembra che molti qui erano per una pesante riforma del copyright, altri come panda rossa e Uno qualsiasi, vogliono la totale abolizione di quest'ultimo.Io son sempre stato per una riforma totale.
        • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
          Re: Non lo voterò mai

          Però lo stesso partito
          pirata riconosce la paternità di un'opera.La paternità è una cosa, il diritto alla copia un'altra. <b
          ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
          p)
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            La paternità è una cosa, il diritto alla copia
            un'altra.
            <b

            ABOLIRE IL COPYRIGHT </b


            p)Hai perfettamente ragione. Il partito pirata propone 20 anni di copyright, io massimo 10 (diciamo 5 per i film e videogiochi, 10 per musica e libri), e tu l'abolizione.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop

            La paternità è una cosa, il diritto alla
            copia

            un'altra.

            <b


            ABOLIRE IL COPYRIGHT </b




            p)


            Hai perfettamente ragione. Il partito pirata
            propone 20 anni di copyright, io massimo 10
            (diciamo 5 per i film e videogiochi, 10 per
            musica e libri), e tu
            l'abolizione.Ah ma allora sei Pasta!Ciao Pasta, hai cambiato nick?
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            Ah ma allora sei Pasta!
            Ciao Pasta, hai cambiato nick?No non sono Pasta, chi è pasta? dammi un link che sono curioso di leggere
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop

            Ah ma allora sei Pasta!

            Ciao Pasta, hai cambiato nick?

            No non sono Pasta, chi è pasta? dammi un link che
            sono curioso di
            leggerehttp://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Basta+Pirateria
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Sciop


            Ah ma allora sei Pasta!


            Ciao Pasta, hai cambiato nick?



            No non sono Pasta, chi è pasta? dammi un
            link
            che

            sono curioso di

            leggere

            http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=BasNo no, non sono Pasta/basta. Ma poi non ho capito perchè dovrei esserlo, io ho detto che per me 20 anni sono tanti, mica ho detto "non scaricate" e roba simile, fai quello che ti pare per quel che mi riguarda.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Sciop



            Ah ma allora sei Pasta!



            Ciao Pasta, hai cambiato nick?





            No non sono Pasta, chi è pasta? dammi un

            link

            che


            sono curioso di


            leggere




            http://c.punto-informatico.it/l/profilo.aspx?n=Bas


            No no, non sono Pasta/basta. Ma poi non ho capito
            perchè dovrei esserlo, io ho detto che per me 20
            anni sono tanti, mica ho detto "non scaricate" e
            roba simile, fai quello che ti pare per quel che
            mi
            riguarda.Perchè anche "Pasta" chiedeva una riduzione della durata del copyright molto simile alla tua.Che può pure essere condivisibile, la cosa disturbante nel suo caso è che con la scusa che però la legge "attuale" era così nessuno doveva scaricare niente.Tu come la vedi?
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            Perchè anche "Pasta" chiedeva una riduzione della
            durata del copyright molto simile alla
            tua.
            Che può pure essere condivisibile, la cosa
            disturbante nel suo caso è che con la scusa che
            però la legge "attuale" era così nessuno doveva
            scaricare
            niente.

            Tu come la vedi?Bloccare la condivisione non si può, liberalizzarla neppure (nel senso di permettere la pirateria anche a scopo di lucro). L'unica strada percorribile mi sembra innanzi tutto l'abbassamento drastico degli anni di copyright e far continuare a pagare anche per 1000 anni chi invece ne deve fare fine di lucro. Per capirci: io privato cittadino posso anche scaricarmi l'ultimo film uscito al cinema (o quello di 15 anni prima), ma tu sky o mediaset che sul tuo palinsesto ci vendi pubblicità, allora ci continua a pagare royalties. Anche un sito web, tipo megaupload o simili, non mi sembra corretto che facciano soldi sul lavoro degli altri, se esistono devono essere gratuiti e senza pubblicità. Per altri prodotti bisogna trovare altri modelli di business, ad esempio per i videogiochi.Detto questo, in ogni caso per me tu puoi fare quello che ti pare nel senso che non sono nessuno per imporre la mia idea, io personalmente non scarico ma perchè lo trovo scomodo, avessi esigenze diverse scaricherei anche io probabilmente. E poi c'è un altro grande problema attualmente: prezzi alti, equo compenso, condizioni stringenti e protezioni anti-pirateria fastidiosissime per chi acquista regolarmente.. insomma, fanno di tutto per farti scaricare, il giocattolo va rotto e farne uno di nuovo perchè questo non è più divertente.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop

            Perchè anche "Pasta" chiedeva una riduzione
            della

            durata del copyright molto simile alla

            tua.

            Che può pure essere condivisibile, la cosa

            disturbante nel suo caso è che con la scusa
            che

            però la legge "attuale" era così nessuno
            doveva

            scaricare

            niente.



            Tu come la vedi?


            Bloccare la condivisione non si può,
            liberalizzarla neppure (nel senso di permettere
            la pirateria anche a scopo di lucro). L'unica
            strada percorribile mi sembra innanzi tutto
            l'abbassamento drastico degli anni di copyright e
            far continuare a pagare anche per 1000 anni chi
            invece ne deve fare fine di lucro.

            Per capirci: io privato cittadino posso anche
            scaricarmi l'ultimo film uscito al cinema (o
            quello di 15 anni prima), ma tu sky o mediaset
            che sul tuo palinsesto ci vendi pubblicità,
            allora ci continua a pagare royalties. Anche un
            sito web, tipo megaupload o simili, non mi sembra
            corretto che facciano soldi sul lavoro degli
            altri, se esistono devono essere gratuiti e senza
            pubblicità.


            Per altri prodotti bisogna trovare altri modelli
            di business, ad esempio per i
            videogiochi.

            Detto questo, in ogni caso per me tu puoi fare
            quello che ti pare nel senso che non sono nessuno
            per imporre la mia idea, io personalmente non
            scarico ma perchè lo trovo scomodo, avessi
            esigenze diverse scaricherei anche io
            probabilmente.


            E poi c'è un altro grande problema attualmente:
            prezzi alti, equo compenso, condizioni stringenti
            e protezioni anti-pirateria fastidiosissime per
            chi acquista regolarmente.. insomma, fanno di
            tutto per farti scaricare, il giocattolo va rotto
            e farne uno di nuovo perchè questo non è più
            divertente.Sai che ti dico?Concordo al 100% con te
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai


            Sai che ti dico?
            Concordo al 100% con teHai visto?Il cinema non dovrebbe avere grossi problemi, non li fanno neppure più i vecchi film al cinema se non per particolari rassegne o cose di questo tipo. Per la musica mi sembra sia stato già visto che le vendite le fanno lo stesso, sicuramente ci sarebbe (e sarebbe giusto) un abbassamento dei prezzi.Per i libri e videogiochi la questione è più delicata e sinceramente non ho una idea precisa su come fare a garantire un compenso agli autori (se lo meritano ovviamente), un cantante può sempre fare i concerti ma uno scrittore di cosa vive se non vende il libro?? e lo stesso i videogiochi.Tutte le cose tipo siae poi sarebbero chiuse per sempre. Oserei anche dire che dovrebbe essere vietata la promozione degli artisti/film ed usato solo il passaparola ma poi verrebbe fuori che qualcuno viene pagato per parlar bene.
          • shevathas scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            i giochi moderni oramai si stanno spostando verso l'on line; hai gratis il gioco base (il client), ma se vuoi andare avanti nei livelli devi mettere mano al portafoglio e comprare gli add-on dalla società produttrice.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: shevathas
            i giochi moderni oramai si stanno spostando verso
            l'on line; hai gratis il gioco base (il client),
            ma se vuoi andare avanti nei livelli devi mettere
            mano al portafoglio e comprare gli add-on dalla
            società
            produttrice.Hmm c'è pure anche che per aver subito certe cose le paghi, se no aspetti, questo modello per molti giochi online funzione.Ma perfavoare il modello dei DLC è fallimentare per i videogiochi, se ne son visti di abusi che non ti dico.
          • pignolo scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop
            Per capirci: io privato cittadino posso anche
            scaricarmi l'ultimo film uscito al cinema (o
            quello di 15 anni prima), ma tu sky o mediaset
            che sul tuo palinsesto ci vendi pubblicità,
            allora ci continua a pagare royalties. Anche un
            sito web, tipo megaupload o simili, non mi sembra
            corretto che facciano soldi sul lavoro degli
            altri, se esistono devono essere gratuiti e senza
            pubblicità.Solo due cose: 1) Attualmente vengono considerati a fine di lucro siti che espongono dei banner, anche se questi permettono a malapena di ripagare le spese di gestione...Bisogna trovare il modo di distinguere tra lucro e lucro...2) Per il resto son d'accordo a parte per la durata del copyright anche nel caso di utilizzo a scopo di lucro: anche questo deve avere un termine "ragionevole" (fossero anche 50 anni), per permettere agli autori di nuove opere di riutilizzarle, parodiarle, farne un po' quello che gli pare... fermo restando che la paternità dell'opera originale, deve restare immutata...
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai


            1) Attualmente vengono considerati a fine di
            lucro siti che espongono dei banner, anche se
            questi permettono a malapena di ripagare le spese
            di
            gestione...
            Bisogna trovare il modo di distinguere tra lucro
            e
            lucro...Secondo me anche coprire appena le spese è lucro, i circuiti p2p funzionano da anni senza che nessuno metta banner da nessuna parte, saranno pure un pò più lenti ma se siamo in tanti va bene lo stesso.

            2) Per il resto son d'accordo a parte per la
            durata del copyright anche nel caso di utilizzo a
            scopo di lucro: anche questo deve avere un
            termine "ragionevole" (fossero anche 50 anni),
            per permettere agli autori di nuove opere di
            riutilizzarle, parodiarle, farne un po' quello
            che gli pare... fermo restando che la paternità
            dell'opera originale, deve restare
            immutata...si, forse si.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            Un conto e guadagnare soldi per viverci, un'altro e fare delle entrate per stare in pari (pagare quel che serve per stare a galla con banda e hosting).Altrimenti, pure le onlus, non sarebbero come tali Oo
          • simple scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: Sciop
            Bloccare la condivisione non si può,
            liberalizzarla neppure (nel senso di permettere
            la pirateria anche a scopo di lucro)ehi ciccio!guarda che la 'pirateria a scopo di lucro' è già scomparsa da anni ormai, grazie proprio al P2Pera forse il 2000 o 2002 l'ultima volta che ho comprato da una marocchino per strada un cd/dvd piratato.
          • pignolo scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Perchè anche "Pasta" chiedeva una riduzione della
            durata del copyright molto simile alla
            tua.In realtà, va dato atto a "Basta Pirateria" che ha esposto delle idee molto più radicali in proposito. Lo cito: <i
            1) dopo 12 o 18 mesi dalla pubblicazione qualunque opera diventa automaticamente distribuibile / copiabile per chiunque purché senza fini di lucro2) dopo un massimo di 5 anni qualunque opera diventa patrimonio dell'umanità </i
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3416347&m=3417088#p3417088
            Che può pure essere condivisibile, la cosa
            disturbante nel suo caso è che con la scusa che
            però la legge "attuale" era così nessuno doveva
            scaricare
            niente.Sì beh, il troll che era in lui lo faceva diventare insopportabile ;)ma non tutto quello che ha detto è da buttare...
          • shevathas scrive:
            Re: Non lo voterò mai

            2) dopo un massimo di 5 anni qualunque opera
            diventa patrimonio
            dell'umanità
            </i

            uao i jalisse sarebbero patrimonio dell'umanità.
          • krane scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: shevathas

            2) dopo un massimo di 5 anni qualunque opera

            diventa patrimonio dell'umanità

            </i



            uao i jalisse sarebbero patrimonio dell'umanità.Mai sentiti nominare, almeno potrei ascoltarli...
          • panda rossa scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: shevathas


            2) dopo un massimo di 5 anni qualunque
            opera


            diventa patrimonio dell'umanità


            </i





            uao i jalisse sarebbero patrimonio
            dell'umanità.

            Mai sentiti nominare, almeno potrei ascoltarli...Non ti sei perso niente.E se percaso volessi cominciare a farlo, ti preannuncio che qualcosa perderai: tempo!
          • Sciop scrive:
            Re: Non lo voterò mai
            - Scritto da: shevathas

            2) dopo un massimo di 5 anni qualunque opera

            diventa patrimonio

            dell'umanità

            </i



            uao i jalisse sarebbero patrimonio dell'umanità.Premetto che non ho mai ascoltato (se non alla radio o per caso da altre parti) nè comprato i jalisse, vorrei spezzare una lancia a favore di questo gruppo e dire che erano entrambi molto bravi, lei come cantante e lui come musicista, di certo più bravi di tante nuove proposte nazionali e straniere.
        • simple scrive:
          Re: Non lo voterò mai
          - Scritto da: Sciop

          io ho sempre creduto che molti utenti di
          questo

          forum fossero conto il copyright

          !?

          Infatti, non lo vogliono. Però lo stesso partito
          pirata riconosce la paternità di un'opera. Adesso
          vanno in crisi. Ah no, adesso cambiano
          opinione.credo che vada fatta una chiara distinzione:Copyright != diritto d'autorecopyright è diritto di copia ed è solo a vantaggio di poche multinazionali (le majors)il diritto d'autore è invece il diritto che l'autore ha a vedersi riconosciuta la paternità dell'opera.esempio:se scrivo un libro e lo firmo col mio nome: 'Pinco Pallino'ho il sacrosanto diritto alla tutela del diritto d'autore, ovvero: posso legittimamente pretendere che tutte le copie diffuse rechino la dicitura "questo libro è stato scritto da Pinco Pallino"tutto qui.non è poi così difficile da capire, no?azz! ma che c'avete in testa voi videotecari? il nastro VHS al posto del cervello?:)LOL
  • rudy scrive:
    copyright e brevetti
    il punto e' che un brevetto dura 20 anni, la registrazione va pagata e va rinnovato. il copyright non dovrebbe superare questi gia notevoli vincoli protezionistici, fatti per cose spesso piu critiche e onerose dei prodotti coperti da copyright (pensate ai farmaci), cose che davvero rischierebbero di non poter raccogliere i capitali necessari a farli, se non esistesse protezione brevettuale.il copyright come e' oggi e' un danno per tutti, autori compresi.
    • simple scrive:
      Re: copyright e brevetti
      - Scritto da: rudy
      il punto e' che un brevetto dura 20 anni, la
      registrazione va pagata e va rinnovato. il
      copyright non dovrebbe superare questi gia
      notevoli vincoli protezionistici, fatti per cose
      spesso piu critiche e onerose dei prodotti
      coperti da copyright (pensate ai farmaci), cose
      che davvero rischierebbero di non poter
      raccogliere i capitali necessari a farli, se non
      esistesse protezione
      brevettuale.
      il copyright come e' oggi e' un danno per tutti,
      autori
      compresi.il brevetto sarebbe 'una protezione' indispensabile per i farmaci?scherzi?se un farmaco serve a curare una grave malattia mortale che affligge poche migliaia di persone e l'azienda che ne possiede il brevetto, l'azienda può scegliere di non produrlo e non commercializzarlo, visto che il target è solo di qualche migliaio di persone.quelle migliaia di persone morirebbero anche se una cura è stata scoperta. Morirebbero a causa della logica del profitto.PEGGIO: Nel caso di una malattia mortale la cui cura viene scoperta e brevettata da una azienda farmaceutica che già detiene in monopolio i 2 o 3 unici farmaci di trattamento in circolazione per quella malattia (che non salvano la vita alle persone, a differenza del farmaco appena scoperto) , l'azienda potrebbe decidere di continuare a vendere solo quei 2 o 3 farmaci di trattamento anzichè il farmaco curativo appena scoperto (che guarirebbe completamente coloro affetti da quella malattia).Questo perchè vendere 2 o 3 farmaci rende immensamente di più che vendere un farmaco solo.Inoltre i brevetti mettono la salute della gente in mano alle aziende farmaceutiche che hanno tutto l'interesse che la gente rimanga ammalata!Se trovano un farmaco che allevvia i sintomi della malattia MA NON la sconfigge e allo stesso tempo ne inventano un altro che la cura completamente ... scelgono il primo! perchè garantirà loro un profitto più duraturo!Senza contare poi il problema del 'segreto industriale' ... nessuno può studiare un vaccino (tipo il vaccino contro l'influenza suina) per stabilirne efficacia ed eventuali danni collaterali. Questo perchè c'è il segreto industriale, i brevetti , ecc ecc.PAZZESCO! che ha più convenienza a vendere 3 o 4 farmaci curativi che funzionano poco o male con quella malattia
      • simple scrive:
        Re: copyright e brevetti

        che ha più convenienza a vendere 3 o 4 farmaci
        curativi che funzionano poco o male con quella
        malattiale ultime 3 righe erano solo un 'refuso' (cit. Fornero LOL ) in fase di post/edit del commento :)
  • Allibito scrive:
    Il pirata propone?
    Mai voti sono stati spesi tanto male come per un partito che si chiama "pirata". Le proposte che fanno, non discostano troppo dalle rivendicazioni che sempre hanno fatto quando erano fuorilegge e il fatto du essere in parlamento li rende solo più ridicoli. Come si fa ad avanzare proposte del genere dicendo che il bene appartenente ad un altro soggetto deve essere condiviso. Facciamo anche il partito della benzina libera, della casa ad ogni neonato e ristorante per tutti.Si sta cadendo nel ridicolo, per fortuna nessuno li ascolterà.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Il pirata propone?
      - Scritto da: Allibito
      Si sta cadendo nel ridicoloParola di esperto!
    • collione scrive:
      Re: Il pirata propone?
      e che c'è di strano? la copia privata è stata riconosciuta fin dall'invenzione della stampasolo negli ultimi anni hanno cominciato a remare contro, cercando di sopprimerlala riduzione della durata del copyright è fondamentale, altrimenti si rischia di creare imperi del copyright, dove nessun altro innovatore potrà più fare alcunchèstiamo arrivando, se vincerà oracle, al blocco nell'uso delle api altrui e al crollo dell'IT come lo conosciamo e tu ti lamenti della copia privata?
    • W.O.P.R. scrive:
      Re: Il pirata propone?
      Ma va là.Mai sentito parlare di differenza tra beni materiali e immateriali?Se la benzina fosse duplicabile non sarebbe moralmente accettabile duplicarla?Se una biblioteca classica è legale e accettata fin dai tempi di Alessandria, perchè non dovrebbe essere uguale per una biblioteca su supporti più moderni?Ah già, ma se fosse per voi le mettereste fuori legge anzi mettereste in carcere uno che legge il giornale alle spalle di qualcuno sul tram.La proposta del partito pirata (ma non ti è venuto in mente che forse si chiama così per provocazione?) è assolutamente ragionevole. Non esiste che uno scrive ua canzone per quanto bella e ci possa campare lui e tutti i suoi pronipoti.La libera circolazione della cultura è più importante del business di quattro lobbisti fuori dal tempo, sempre a caccia di profitti.E non proivare a uscire con la storia che questo toglie il pane di bocca ai poveri artisti o che una copia equivale sempre ad un mancato acquisto, perchè non ci crede più neanche XXXXXmo.Il 90% dei profitti di un film o di una canzone si fanno nei primi 6 mesi quindi le major non si rendono neanche conto di star combattendo una guerra quasi inutile.E a voi videotechini che li difendete fanno mangiare le briciole che cadono dal tavolo per terra come fidi cagnolini.Che schifo.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il pirata propone?
        - Scritto da: W.O.P.R.
        Ma va là.
        Mai sentito parlare di differenza tra beni
        materiali e
        immateriali?
        Se la benzina fosse duplicabile non sarebbe
        moralmente accettabile
        duplicarla?Sarebbe addirittura doveroso!
        Se una biblioteca classica è legale e accettata
        fin dai tempi di Alessandria, Anche da prima... molto prima. <i
        L'esistenza di biblioteche antiche è documentata da numerose testimonianze e reperti archeologici. A Ninive gli archeologi hanno rinvenuto in una parte del palazzo reale di Assurbanipal 22.000 tavolette d'argilla, corrispondenti alla biblioteca ed agli archivi del palazzo. </i
        http://it.wikipedia.org/wiki/Biblioteca
        perchè non dovrebbe
        essere uguale per una biblioteca su supporti più
        moderni?Perche' certi parassiti non potrebbero piu' ingrassare.
        Ah già, ma se fosse per voi le mettereste fuori
        legge anzi mettereste in carcere uno che legge il
        giornale alle spalle di qualcuno sul
        tram.Magari!Invece vorrebbero sbattere in carcere non solo quello che legge a sbafo, ma pure quello che il giornale lo ha comprato, perche' lo sta CONDIVIDENDO. Orrore!!! :|
        La proposta del partito pirata (ma non ti è
        venuto in mente che forse si chiama così per
        provocazione?) è assolutamente ragionevole. Non
        esiste che uno scrive ua canzone per quanto bella
        e ci possa campare lui e tutti i suoi
        pronipoti.
        La libera circolazione della cultura è più
        importante del business di quattro lobbisti fuori
        dal tempo, sempre a caccia di
        profitti.
        E non proivare a uscire con la storia che questo
        toglie il pane di bocca ai poveri artisti o che
        una copia equivale sempre ad un mancato acquisto,
        perchè non ci crede più neanche
        XXXXXmo.Chi e' XXXXXmo?
        Il 90% dei profitti di un film o di una canzone
        si fanno nei primi 6 mesi quindi le major non si
        rendono neanche conto di star combattendo una
        guerra <s
        quasi </s

        inutile.Fixed. 8)
        E a voi videotechini che li difendete fanno
        mangiare le briciole che cadono dal tavolo per
        terra come fidi
        cagnolini.
        Che schifo.Veramente disgustoso.Falliranno tutti prima della fine del mondo maya.
        • W.O.P.R. scrive:
          Re: Il pirata propone?

          Chi e' XXXXXmo?Uno che crede a tutto!
          • panda rossa scrive:
            Re: Il pirata propone?
            - Scritto da: W.O.P.R.

            Chi e' XXXXXmo?

            Uno che crede a tutto!E quindi perche' non dovrebbe anche credere che ormai il copyright e' un concetto per fossili del giurassico?
      • Sciop scrive:
        Re: Il pirata propone?

        Se la benzina fosse duplicabile non sarebbe
        moralmente accettabile
        duplicarla?Eh insomma, detto così fa gola, però pensa cosa succederebbe con l'emissione di CO2.
        La libera circolazione della cultura è più
        importante del business di quattro lobbisti fuori
        dal tempo, sempre a caccia di
        profitti.Quindi associ la cultura ai lobbisti?
        • panda rossa scrive:
          Re: Il pirata propone?
          - Scritto da: Sciop

          Se la benzina fosse duplicabile non sarebbe

          moralmente accettabile

          duplicarla?


          Eh insomma, detto così fa gola, però pensa cosa
          succederebbe con l'emissione di
          CO2.Duplicheremmo allo stesso modo anche ossigeno e ozono.

          La libera circolazione della cultura è più

          importante del business di quattro lobbisti
          fuori

          dal tempo, sempre a caccia di

          profitti.

          Quindi associ la cultura ai lobbisti?Associo i profitti della cultura ai lobbisti.
          • shevathas scrive:
            Re: Il pirata propone?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Sciop


            Se la benzina fosse duplicabile non
            sarebbe


            moralmente accettabile


            duplicarla?





            Eh insomma, detto così fa gola, però pensa
            cosa

            succederebbe con l'emissione di

            CO2.

            Duplicheremmo allo stesso modo anche ossigeno e
            ozono.
            duplicheresti anche la terra ? non è che l'atmosfera terrestre abbia un volume infinito.

            Quindi associ la cultura ai lobbisti?

            Associo i profitti della cultura ai lobbisti.quindi tutti quelli che campano di una professione intellettuale sarebbero lobbisti ?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il pirata propone?
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Sciop



            Se la benzina fosse duplicabile non

            sarebbe



            moralmente accettabile



            duplicarla?








            Eh insomma, detto così fa gola, però
            pensa

            cosa


            succederebbe con l'emissione di


            CO2.



            Duplicheremmo allo stesso modo anche
            ossigeno
            e

            ozono.



            duplicheresti anche la terra ? non è che
            l'atmosfera terrestre abbia un volume
            infinito.



            Quindi associ la cultura ai lobbisti?



            Associo i profitti della cultura ai lobbisti.

            quindi tutti quelli che campano di una
            professione intellettuale sarebbero lobbisti
            ?Naaaaa solo quelli che si arricchiscono per dei diritti feudali.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il pirata propone?
            - Scritto da: shevathas

            duplicheresti anche la terra ? non è che
            l'atmosfera terrestre abbia un volume
            infinito.Nel momento in cui la materia diventasse replicabile, non ci sarebbero limiti alla fantasia.


            Quindi associ la cultura ai lobbisti?



            Associo i profitti della cultura ai lobbisti.

            quindi tutti quelli che campano di una
            professione intellettuale sarebbero lobbisti
            ?Sono lobbisti quelli che campano di RENDITA da professione intellettuale.Io faccio una professione intellettuale, ma campo vendendo il mio tempo.E questo devono fare tutti.
          • shevathas scrive:
            Re: Il pirata propone?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas




            duplicheresti anche la terra ? non è che

            l'atmosfera terrestre abbia un volume

            infinito.

            Nel momento in cui la materia diventasse
            replicabile, non ci sarebbero limiti alla
            fantasia.




            Quindi associ la cultura ai
            lobbisti?





            Associo i profitti della cultura ai
            lobbisti.



            quindi tutti quelli che campano di una

            professione intellettuale sarebbero lobbisti

            ?

            Sono lobbisti quelli che campano di RENDITA da
            professione
            intellettuale.
            Io faccio una professione intellettuale, ma campo
            vendendo il mio
            tempo.
            E questo devono fare tutti.
    • Topo Gigio scrive:
      Re: Il pirata propone?
      - Scritto da: Allibito
      Mai voti sono stati spesi tanto male come per un
      partito che si chiama "pirata". Le proposte che
      fanno, non discostano troppo dalle rivendicazioni
      che sempre hanno fatto quando erano fuorilegge e
      il fatto du essere in parlamento li rende solo
      più ridicoli. Come si fa ad avanzare proposte del
      genere dicendo che il bene appartenente ad un
      altro soggetto deve essere condiviso. Facciamo
      anche il partito della benzina libera, della casa
      ad ogni neonato e ristorante per
      tutti.
      Si sta cadendo nel ridicolo, per fortuna nessuno
      li
      ascolterà.Come tutti gli interessati di parte intellettualmente disonesti,continui a non rispondere mai nel merito, e a paragonare concetti ed idee che non hanno la minima attinenza fra loro.Prima o poi anche questo paese sarà sufficientemente maturo per fare a meno della gente come te.
    • bubba scrive:
      Re: Il pirata propone?
      - Scritto da: Allibito
      Mai voti sono stati spesi tanto male come per un
      partito che si chiama "pirata".Sempre meglio di quelli spesi a sostenere l'ANVI ... dannato videotechino :P
      Le proposte che
      fanno, non discostano troppo dalle rivendicazioni
      che sempre hanno fatto quando erano fuorilegge e
      il fatto du essere in parlamento li rende solo
      più ridicoli.A parte che non sono mai stati fuorilegge gli eletti... hai un bel coraggio a lagnarti delle loro rivendicazioni, quando QUELLI CHE AGGIRANO LA LEGGE sono proprio i tuoi amici videotechini... anni e anni spesi in tribunale e con azzeccagarbugli per tirare fuori il "plurivision" Come si fa ad avanzare proposte del
      genere dicendo che il bene appartenente ad un
      altro soggetto deve essere condiviso. beh non c'e' nulla di strano! il "bene appartenente" e' l'AUTORE stesso CHE LO CONDIVIDE. Se non lo facesse, nessuno lo leggerebbe/vedrebbe mai e non servirebbe a una beata mazza crearlo. La questione sta' (sempre e solo) su quanto dura la protezione TEMPORANEAMENTE concessa a duplicazioni non autorizzate, NON sul fatto di condividere
    • FDG scrive:
      Re: Il pirata propone?
      - Scritto da: Allibito
      Si sta cadendo nel ridicolo, per fortuna nessuno
      li ascolterà.Tu sei tanto sicuro che i cittadini non li ascoltino e li votino?
      • matty scrive:
        Re: Il pirata propone?

        Tu sei tanto sicuro che i cittadini non li
        ascoltino e li
        votino?Questo è il problema: la democrazia.Potere al popolino ignorante.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Il pirata propone?
          contenuto non disponibile
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Il pirata propone?
          - Scritto da: matty

          Tu sei tanto sicuro che i cittadini non li

          ascoltino e li

          votino?

          Questo è il problema: la democrazia.
          Potere al popolino ignorante.Così forse ne avrai un po' anche tu.
        • Pirata Sanguinari o scrive:
          Re: Il pirata propone?
          - Scritto da: matty

          Tu sei tanto sicuro che i cittadini non li

          ascoltino e li

          votino?

          Questo è il problema: la democrazia.
          Potere al popolino ignorante.che vuoi farci, o così o le forche in piazza.
        • FDG scrive:
          Re: Il pirata propone?
          - Scritto da: matty
          Questo è il problema: la democrazia.
          Potere al popolino ignorante.Tu ti senti migliore degli altri?Ecco un Vero Fascista (tm) :(
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Il pirata propone?
      contenuto non disponibile
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Il pirata propone?
      - Scritto da: Allibito
      Mai voti sono stati spesi tanto male come per un
      partito che si chiama "pirata". Le proposte che
      fanno, non discostano troppo dalle rivendicazioni
      che sempre hanno fatto quando erano fuorilegge e
      il fatto du essere in parlamento li rende solo
      più ridicoli. Come si fa ad avanzare proposte del
      genere dicendo che il bene appartenente ad un
      altro soggetto deve essere condiviso.Semplicemente perchè il bene non appartiene a un altro soggetto.. Facciamo
      anche il partito della benzina libera, della casa
      ad ogni neonato e ristorante per
      tutti.Non sono beni duplicabilu. Se lo fossero, dovrebbero essere liberi.
      Si sta cadendo nel ridicolo, per fortuna nessuno
      li
      ascolterà.Pensi forse che qualcuno ascolterebbe voi?
    • Free world scrive:
      Re: Il pirata propone?
      - Scritto da: Allibito
      Mai voti sono stati spesi tanto male come per un
      partito che si chiama "pirata". Le proposte che
      fanno, non discostano troppo dalle rivendicazioni
      che sempre hanno fatto quando erano fuorilegge eTu e quelli che la pensano come te siete condannati dai FATTI.Sbraita qui ma tutti quelli che ti circondano stanno piratando. Non puoi fermarli quindi trova il modo di guadagnarci.Censure e proposte insensate sono già fallite. Guarda:http://www.downloadblog.it/post/17467/svezia-e-pirateria-informatica-in-aumento-luso-dei-vpn
      Si sta cadendo nel ridicolo, per fortuna nessuno
      li
      ascolterà.Nessuno ascolta te a dire il vero.
    • Ad_libitum scrive:
      Re: Il pirata propone?
      [img]http://i45.tinypic.com/2gtdw82.jpg[/img]Mai voti sono stati spesi tanto male come per un partito che si chiama "pirata". Le proposte che fanno, non discostano troppo dalle rivendicazioni che sempre hanno fatto quando erano fuorilegge e il fatto du essere in parlamento li rende solo più ridicoli. Come si fa ad avanzare proposte del genere dicendo che il bene appartenente ad un altro soggetto deve essere condiviso. Facciamo anche il partito della benzina libera, della casa ad ogni neonato e ristorante per tutti.Si sta cadendo nel ridicolo, per fortuna nessuno li ascolterà.
    • Skywalker scrive:
      Re: Il pirata propone?
      - Scritto da: Allibito
      Come si fa ad avanzare proposte del
      genere dicendo che il bene appartenente ad un
      altro soggetto deve essere condiviso.Come si fa ad avanzare una proposta in cui la condivisione delle idee, naturalmente libere e riproducibili dall'origine del mondo, debba essere deciso e regolato da chi ha aggiunto l'ultima alle infinite altre che lo hanno preceduto? Eppure nel 1700 lo hanno fatto. Più recentemente hanno preteso pure che potesse farlo anche da morto.O tu pensi che l'autore di un'opera "crei dal nulla"? E non sia invece l'ultimo sviluppo di un progresso che a partire dal primo ominide ha portato alle sinfonie di Mozart. E si spera oltre.Se hai studiato letteratura nella tua vita, ti sarai reso conto che qualunque analisi critica di qualunque autore elenca le sorgenti e gli influssi che hanno condizionato (l'autore dice "ispirato") le composizioni. Anche dei Geni della Letteratura, ai quali si accredita "l'invenzione" di Generi Letterari, nessuna analisi critica gli concede l'ASSOLUTA creazione, ma solo passi in avanti più lunghi di altri.Detto in modo poetico: la punta del campanile poggia sui mattoni delle fondazioni. Le idee e l'espressione delle idee non "appartengono" a qualcuno. Come una caramella. Perché se tu dai una caramella a me, e poi io do una caramella a te, tu hai una caramella e io continuo a non averne. Ma se tu dai un'idea a me, ed io do un'idea a te, ognuno di noi due conosce due idee.Le idee, come le storie, i racconti e le immagini si "imparano", si "conoscono", non si "possiedono". Quello che tu chiami "appartenere" si chiama "attribuire". Ed è riconosciuto da tutti. La Divina Commedia "è" di Dante Alighieri.Ma pensare che Dante Alighieri possa controllare come si diffonde di persona in persona la "sua" Divina Commedia dopo che l'ha recitata la prima volta davanti ad un pubblico, è l'assurda follia del Copyright.Dante Alighieri è il padre della Divina Commedia. E la Divina Commedia, come tutti i figli, una volta partoriti, più passa il tempo e più vivono di vita propria, sempre più fuori dal controllo dei propri genitori.Imparare ad accettare questa ineluttabile verità, è spesso quello che fa la differenza tra buoni e cattivi genitori.
  • KeS scrive:
    Partito Pirata Italiano
    www.votopirata.it
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    ABOLIRE IL COPYRIGHT
    ABOLIRE IL COPYRIGHT ... e così tutti i problemi sono risolti alla radice.P-)
    • Neverstop scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      Abolire il copyright??!Ma ti rendi conto di quello che stai chiedendo?!(Ignora il messaggio se il tuo commento era ironico)
      • B&B scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        è un troll di bassa lega, lascialo perdere.Il copyright è giusto che esista, ma imho deve essere gestito DIRETTAMENTE DALL'ARTISTA, non da terze persone di dubbia provenienza o dubbia moralità...Quelli che andrebbero eliminati alla radice sono gli enti parassiti come SIAE e compagnia cantante (battuta voluta), i quali invece che curare gli interessi di TUTTI gli artisti curano solo i propri e quelli dei più famosi.
        • Allibito scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          - Scritto da: B&B
          è un troll di bassa lega, lascialo perdere.

          Il copyright è giusto che esista, ma imho deve
          essere gestito DIRETTAMENTE DALL'ARTISTA, non da
          terze persone di dubbia provenienza o dubbia
          moralità...

          Quelli che andrebbero eliminati alla radice sono
          gli enti parassiti come SIAE e compagnia cantante
          (battuta voluta), i quali invece che curare gli
          interessi di TUTTI gli artisti curano solo i
          propri e quelli dei più
          famosi.Una precisazione. L'artista, specialmente alle prime armi, non vedrebbe mai pubblicata una sua opera se non esistessero i produttori, quella categoria, cioè, che investe nel brano musicale, libro o brevetto che sia, promuove la sua vendita, lo produce e lo distribuisce. Naturalmente deve avere una contropartita ma senza di loro il povero artista avrebbe solo uno spartito nel cassetto. Al contrario i grandi artisti, ormai con mezzi propri, non cedono i diritti ad altri ma producono le proprie opere da soli spesso creando una casa discografica propria. Quindi è l'esatto contrario di quello che hai scritto, i produttori hanno un ruolo maggiore per gli autori nascenti, gli altri se vogliono ne possono benissimo fare a meno.
          • becker scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Allibito
            - Scritto da: B&B

            è un troll di bassa lega, lascialo perdere.



            Il copyright è giusto che esista, ma imho deve

            essere gestito DIRETTAMENTE DALL'ARTISTA, non da

            terze persone di dubbia provenienza o dubbia

            moralità...



            Quelli che andrebbero eliminati alla radice sono

            gli enti parassiti come SIAE e compagnia
            cantante

            (battuta voluta), i quali invece che curare gli

            interessi di TUTTI gli artisti curano solo i

            propri e quelli dei più

            famosi.
            Una precisazione. L'artista, specialmente alle
            prime armi, non vedrebbe mai pubblicata una sua
            opera se non esistessero i produttori, quella
            categoria, cioè, che investe nel brano musicale,
            libro o brevetto che sia, promuove la sua
            vendita, lo produce e lo distribuisce.
            Naturalmente deve avere una contropartita ma
            senza di loro il povero artista avrebbe solo uno
            spartito nel cassetto. Al contrario i grandi
            artisti, ormai con mezzi propri, non cedono i
            diritti ad altri ma producono le proprie opere da
            soli spesso creando una casa discografica
            propria. Quindi è l'esatto contrario di quello
            che hai scritto, i produttori hanno un ruolo
            maggiore per gli autori nascenti, gli altri se
            vogliono ne possono benissimo fare a
            meno.Basta il diritto d'autore che deve essere incedibile. Cioè una persona che non è l'autore non può venire a vanatre diritti sull'opera. Poi ovviamnete l'autore ha il diritto di cedere parte degli incassi a chi l'ha aiutato (promozione, finanziamento..ecc.). Il copyright non serve l'autore deve essere tutelato con una equa disciplina del diritto d'autore; per equa si intende ad esempio che dopo 10 0 15 anni un opera diventa di pubblico dominio per incentivare veramente la produzione di nuove opere e non rendite. E' assurdo che il diritto d'autore sia valido fino a 70 anni dopo la morte dell'autore, allora io voglio ereditare la pensione che mio nonno si è guadagnata con il suo lavoro mentre era in vita. Si ereditano beni, non rendite!!Su Internet ci sono tante possibilità per farsi conoscere sd esempio per la musica: http://www.jamendo.com/it/Il copyright serve solo ai soggetti intermediari e parassiti (ad esempio distributori nell'era di internet obsoleti) che vivono di copie di opere che non hanno creato loro. Ad esempio le videoteche sono obsolete, il futuro sono servizi come Hulu o Netflix con 8$ al mese puoi avere acXXXXX da tanti dispositivi allo loro library in streaming.
          • becker scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: becker
            - Scritto da: Allibito

            - Scritto da: B&B


            è un troll di bassa lega, lascialo
            perdere.





            Il copyright è giusto che esista, ma
            imho
            deve


            essere gestito DIRETTAMENTE
            DALL'ARTISTA, non
            da


            terze persone di dubbia provenienza o
            dubbia


            moralità...





            Quelli che andrebbero eliminati alla
            radice
            sono


            gli enti parassiti come SIAE e compagnia

            cantante


            (battuta voluta), i quali invece che
            curare
            gli


            interessi di TUTTI gli artisti curano
            solo
            i


            propri e quelli dei più


            famosi.

            Una precisazione. L'artista, specialmente
            alle

            prime armi, non vedrebbe mai pubblicata una
            sua

            opera se non esistessero i produttori, quella

            categoria, cioè, che investe nel brano
            musicale,

            libro o brevetto che sia, promuove la sua

            vendita, lo produce e lo distribuisce.

            Naturalmente deve avere una contropartita ma

            senza di loro il povero artista avrebbe solo
            uno

            spartito nel cassetto. Al contrario i grandi

            artisti, ormai con mezzi propri, non cedono i

            diritti ad altri ma producono le proprie
            opere
            da

            soli spesso creando una casa discografica

            propria. Quindi è l'esatto contrario di
            quello

            che hai scritto, i produttori hanno un ruolo

            maggiore per gli autori nascenti, gli altri
            se

            vogliono ne possono benissimo fare a

            meno.

            Basta il diritto d'autore che deve essere
            incedibile. Cioè una persona che non è l'autore
            non può venire a vanatre diritti sull'opera. Poi
            ovviamnete l'autore ha il diritto di cedere parte
            degli incassi a chi l'ha aiutato (promozione,
            finanziamento..ecc.). Il copyright non serve
            l'autore deve essere tutelato con una equa
            disciplina del diritto d'autore; per equa si
            intende ad esempio che dopo 10 0 15 anni un opera
            diventa di pubblico dominio per incentivare
            veramente la produzione di nuove opere e non
            rendite. E' assurdo che il diritto d'autore sia
            valido fino a 70 anni dopo la morte dell'autore,
            allora io voglio ereditare la pensione che mio
            nonno si è guadagnata con il suo lavoro mentre
            era in vita. Si ereditano beni, non
            rendite!!

            Su Internet ci sono tante possibilità per farsi
            conoscere sd esempio per la musica:

            http://www.jamendo.com/it/

            Il copyright serve solo ai soggetti intermediari
            e parassiti (ad esempio distributori nell'era di
            internet obsoleti) che vivono di copie di opere
            che non hanno creato loro. Ad esempio le
            videoteche sono obsolete, il futuro sono servizi
            come Hulu o Netflix con 8$ al mese puoi avere
            acXXXXX da tanti dispositivi allo loro library in
            streaming.correggo:"per equa si intende ad esempio che dopo 10 o 15 anni un operadiventa di pubblico dominio.."
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Il copyright serve solo ai soggetti intermediari
            e parassiti (ad esempio distributori nell'era di
            internet obsoleti) che vivono di copie di opere
            che non hanno creato loro. Ad esempio le
            videoteche sono obsolete, il futuro sono servizi
            come Hulu o Netflix con 8$ al mese puoi avere
            acXXXXX da tanti dispositivi allo loro library in
            streaming.No, il copyright serve a chi produce, chi investe e rischia denaro per produrre e proporre un prodotto finito.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            Il copyright serve solo ai soggetti intermediari

            e parassiti (ad esempio distributori nell'era di

            internet obsoleti) che vivono di copie di opere

            che non hanno creato loro. Ad esempio le

            videoteche sono obsolete, il futuro sono servizi

            come Hulu o Netflix con 8$ al mese puoi avere

            acXXXXX da tanti dispositivi allo loro library
            in

            streaming.

            No, il copyright serve a chi produce, chi investe
            e rischia denaro per produrre e proporre un
            prodotto
            finito.Quindi confermi che a noi altri non serve a nulla?Bene allora possiamo pure abolirlo, visto che serve solo a 4 pezzenti.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Quindi confermi che a noi altri non serve a nulla?

            Bene allora possiamo pure abolirlo, visto che
            serve solo a 4
            pezzenti.E chi produrrà, quindi?Si parla di giochi, film, non solo di musica.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            E chi produrrà, quindi?
            Si parla di giochi, film, non solo di musica.Forse non produrrà nessuno. Pazienza... per me l'alternativa sarebbe che magari il film o il gioco viene prodotto, ma non posso usufruirne a causa del copyright: quindi, non ce l'avrei in ogni caso... e allora, dal mio punto di vista è meglio se non lo si produce per niente, e l'autore si mette a vendere qualcos'altro, che a me interessa (ad esempio il kebab)
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Forse non produrrà nessuno. Pazienza..Ma come "non produrrà niente pazienza"? Ma è un ragionamento serio ed intelligente questo?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Ma come "non produrrà niente pazienza"? Se io posso accedere a tutto quello che è già stato prodotto, ho film e libri sufficienti per un bel po'.
            Ma è un
            ragionamento serio ed intelligente
            questo?Sì. Ed è una risposta alla tua domanda.Comunque, giro la domanda a te: tu VUOI che continuino a produrre libri e film? Saresti disposto a fare qualche sacrificio, per assicurare che la produzione continui? E se sì, di che tipo?
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Se io posso accedere a tutto quello che è già
            stato prodotto, ho film e libri sufficienti per
            un bel
            po'.Quindi vorresti usare solo i vecchi prodotti, senza dare la possibilità di produrrne di nuovi?Perchè?
            Sì. Ed è una risposta alla tua domanda.

            Comunque, giro la domanda a te: tu VUOI che
            continuino a produrre libri e film? Saresti
            disposto a fare qualche sacrificio, per
            assicurare che la produzione continui? E se sì,
            di che
            tipo?Certo.Pagare per un prodotto che mi offrono. Si chiama libero mercato.Io compro per ottenere qualcosa in cambio, che è stato prodotto spendendo X euro.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            Se io posso accedere a tutto quello che è già

            stato prodotto, ho film e libri sufficienti
            per

            un bel

            po'.

            Quindi vorresti usare solo i vecchi prodotti,
            senza dare la possibilità di produrrne di
            nuovi?La possibilità ce l'hai. Nessuno te lo impedisce.Solo, non ti dò la possibilità di farlo a mie spese.
            Perchè?Perchè non ti ho chiesto io di fare il prodotto nuovo. A me, personalmente, quello vecchio andava benissimo. Se tu vuoi un prodotto nuovo, pagatelo tu.

            Certo.
            Pagare per un prodotto che mi offrono. Si chiama
            libero
            mercato.Paga pure. Commissiona pure un'opera nuova, non te lo impedisco di certo.Diventa un mecenate, non te lo impedisco di certo.Solo una domanda... quanto sei disposto a pagare? Centomila euro? Un milione?
            Io compro per ottenere qualcosa in cambio, che è
            stato prodotto spendendo X
            euro.Benissimo: allora pagherai X euro (il costo della produzione)
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty
            Quindi vorresti usare solo i vecchi prodotti,
            senza dare la possibilità di produrrne di
            nuovi?
            Perchè?Io continuo ad usare vecchi prodotti perche' soddisfano le mie necessita'.Ma non impedisco affatto di produrne di nuovi, semplicemente non intendo contribuire.Contribuisca chi vuole prodotti nuovi.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty
            E chi produrrà, quindi?Chiunque.
            Si parla di giochi, film, non solo di musica.C'e' una infinita' di giochi free la' fuori, senza contare l'infinita' di quelli gia' prodotti.I film sono fatti per il cinema, e vengono valutati per quanto incassano al botteghino, quindi il problema non sussiste.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Chiunque.Come chiunque? Sai quanto costa produrre un film o un videogioco di alta fascia? Decine di milioni di euro, a volte centinaia. Chi ha questo volume di denaro a disposizione? Tu forse?
            C'e' una infinita' di giochi free la' fuori,
            senza contare l'infinita' di quelli gia'
            prodotti.Infatti, nessuno proibisce la distribuzione di giochi free.Purchè non sia un'imposizione, ma una scelta.
            I film sono fatti per il cinema, e vengono
            valutati per quanto incassano al botteghino,
            quindi il problema non
            sussiste.Quindi paghi per vedere un film al cinema?Ottimo, non è pirateria.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            Chiunque.

            Come chiunque? Sai quanto costa produrre un film
            o un videogioco di alta fascia?Dal momento che panda rossa fa il programmatore, e tu no, penso che conosca i costi molto meglio di te.
            Infatti, nessuno proibisce la distribuzione di
            giochi
            free.
            Purchè non sia un'imposizione, ma una scelta.Nessuno te lo impone: se tu fai un gioco, tu sei libero di venderlo come scegli tu: e chi te lo compra è libero di ridistribuirlo (anche gratis) come vuole lui.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Dal momento che panda rossa fa il programmatore,
            e tu no, penso che conosca i costi molto meglio
            di
            te.1. Non sai cosa faccio io.2. Non significa nulla cosa panda rossa fa per guadagnarsi da vivere.
            Nessuno te lo impone: se tu fai un gioco, tu sei
            libero di venderlo come scegli tu: e chi te lo
            compra è libero di ridistribuirlo (anche gratis)
            come vuole
            lui.No. Chi produce ha il diritto di essere pagato.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            Dal momento che panda rossa fa il
            programmatore,

            e tu no, penso che conosca i costi molto
            meglio

            di

            te.

            1. Non sai cosa faccio io.Allora te lo chiedo: fai il programmatore? (mi basta un si o un no, non sei tenuto a dirmi che lavoro fai)
            2. Non significa nulla cosa panda rossa fa per
            guadagnarsi da
            vivere.Visto che tu hai parlato di chi programma videogiochi, mi aspetto che un programmatore professionista conosca tale lavoro meglio di quanto lo conosca tu (e che quindi sappia meglio di te quali siano le spese).


            Nessuno te lo impone: se tu fai un gioco, tu
            sei

            libero di venderlo come scegli tu: e chi te
            lo

            compra è libero di ridistribuirlo (anche
            gratis)

            come vuole

            lui.

            No. Chi produce ha il diritto di essere pagato.Nessuno ha il diritto di essere pagato. Viene pagato solo chi fa un lavoro talmente utile che altri decidono di dargli i soldi per permettergli di continuare tale lavoro.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            Chiunque.

            Come chiunque? Sai quanto costa produrre un film
            o un videogioco di alta fascia? Decine di milioni
            di euro, a volte centinaia. Chi ha questo volume
            di denaro a disposizione? Tu
            forse?Che cosa interessa a me quanto costa produrre un film?I film sono fatti per il cinema, e i film belli al cinema incassano quanto basta per rientrare nell'investimento della produzione.E' da piu' di un secolo che questo business funziona cosi', e ancora si usa l'incasso al botteghino come metro, non certo i videonoleggi.Per quanto riguarda i giochi di fascia alta, piu' sono di fascia alta meno sono giocabili ed infatti i giochi che vanno per la maggiore in assoluto sono il solitario e il campo minato.Segue ad immensa distanza angry birds.

            C'e' una infinita' di giochi free la' fuori,

            senza contare l'infinita' di quelli gia'

            prodotti.

            Infatti, nessuno proibisce la distribuzione di
            giochi
            free.
            Purchè non sia un'imposizione, ma una scelta.Tu vuoi proibire la distribuzione pure di giochi vecchi e di emulatori, invece.

            I film sono fatti per il cinema, e vengono

            valutati per quanto incassano al botteghino,

            quindi il problema non

            sussiste.

            Quindi paghi per vedere un film al cinema?
            Ottimo, non è pirateria.Certo che pago per vedere un film al cinema.Il cinema offre un servizio che e' giusto pagare.Non pago per vedere un film in casa mia!
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Allibito
            Una precisazione. L'artista, specialmente alle
            prime armi, non vedrebbe mai pubblicata una sua
            opera se non esistessero i produttori, L'artista NON DEVE PUBBLICARE. DEVE ESIBIRSI.Se vuole pubblicare, a scopo promozionale, l'artista puo' farlo gratuitamente usando uno dei numerosi servizi offerti dalla rete.Chi spinge gli artisti a pubblicare invece di esibirsi sono I PARASSITI INTERMEDIARI, che non saprebbero suonare neanche il triangolo, ma che pretendono di ingrassare lo stesso.
            quella
            categoria, cioè, che investe nel brano musicale,
            libro o brevetto che sia, promuove la sua
            vendita, lo produce e lo distribuisce.Tutta roba inutile.L'artista, se bravo, prende la sua chitarra e va ad esibirsi per piazze e locali.Se e' bravo sfondera'.Come e' sucXXXXX per i Beatles, tanto per citare un gruppo di artisti a caso.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            L'artista NON DEVE PUBBLICARE. DEVE ESIBIRSI.Ma chi siete voi per decidere come deve lavorare un'artista? Con quale arroganza vi arrecate il diritto di decidere COME e QUANTO deve guadagnare un cantante?Roba da pazzi.. (siamo su PI, d'altronde)
            Se vuole pubblicare, a scopo promozionale,
            l'artista puo' farlo gratuitamente usando uno dei
            numerosi servizi offerti dalla
            rete.E se voglio guadagnare vendendo il mio disco, chi XXXXX sei tu per impedirmelo?
            Chi spinge gli artisti a pubblicare invece di
            esibirsi sono I PARASSITI INTERMEDIARI, che non
            saprebbero suonare neanche il triangolo, ma che
            pretendono di ingrassare lo
            stesso.No, chiamasi produttori, cosa che tu non sei (per fortuna).
            Tutta roba inutile.
            L'artista, se bravo, prende la sua chitarra e va
            ad esibirsi per piazze e
            locali.
            Se e' bravo sfondera'.
            Come e' sucXXXXX per i Beatles, tanto per citare
            un gruppo di artisti a
            caso.Certo, i Beatles, che hanno venduto centinaia di milioni di DISCHI. Bell'esempio, complimenti.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            L'artista NON DEVE PUBBLICARE. DEVE ESIBIRSI.
            Ma chi siete voi per decidere come deve lavorare
            un'artista?Siamo quelli a cui l'artista chiede i soldi.E noi siamo liberi di decidere come, quando e se darglieli.

            Se vuole pubblicare, a scopo promozionale,

            l'artista puo' farlo gratuitamente usando uno
            dei

            numerosi servizi offerti dalla

            rete.
            E se voglio guadagnare vendendo il mio disco, chi
            XXXXX sei tu per
            impedirmelo?Se trovi qualcuno che se lo compra sei libero.Basta che non mi vieni a scassare la XXXXXXX a me.


            Chi spinge gli artisti a pubblicare invece di

            esibirsi sono I PARASSITI INTERMEDIARI, che non

            saprebbero suonare neanche il triangolo, ma che

            pretendono di ingrassare lo

            stesso.
            No, chiamasi produttori, cosa che tu non sei (per
            fortuna).
            E nemmeno tu.

            Tutta roba inutile.

            L'artista, se bravo, prende la sua chitarra e va

            ad esibirsi per piazze e

            locali.

            Se e' bravo sfondera'.

            Come e' sucXXXXX per i Beatles, tanto per citare

            un gruppo di artisti a

            caso.
            Certo, i Beatles, che hanno venduto centinaia di
            milioni di DISCHI. Bell'esempio,
            complimenti.50 anni fa era un business con un senso.Nel frattempo il mondo evoluto.Beh almeno per quasi tutti noi.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Siamo quelli a cui l'artista chiede i soldi.
            E noi siamo liberi di decidere come, quando e se
            darglieli.Io pago l'avvocato, forse pretendo il diritto di imporgli come lavorare? Io pago l'elettricista, forse pretendo il diritto di imporgli come lavorare?Attento ad usare il termine "noi": i consumatori non sono tutti pro-pirateria come voi. Anzi, chi vota i partita pirati & co. sono ragazzi sbandati che sprecano un voto invece di darlo ad un partito serio.
            Se trovi qualcuno che se lo compra sei libero.La maggioranza delle persone.
            Basta che non mi vieni a scassare la XXXXXXX a me.Il fatto che tu non voglia pagare, non ti autorizza ad impossesarti di qualcosa senza retribuire il giusto contributo a chi ha prodotto, che sia un'artista o un produttore. Semplice il concetto, no?Io creo, pretendo almeno di essere pagato.
            50 anni fa era un business con un senso.
            Nel frattempo il mondo evoluto.
            Beh almeno per quasi tutti noi.Evoluto come?Grazie a Dio c'è internet che permette informazione libera e scambio di opinioni, ma anche una rete poco regolamentata.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Io pago l'avvocato, forse pretendo il diritto di
            imporgli come lavorare? Io pago l'elettricista,
            forse pretendo il diritto di imporgli come
            lavorare?Di solito sì. Se un mio cliente pagante mi dice di installargli tre prese elettriche, io faccio quello che mi dice lui, non posso decidere arbitrariamente di mettergli una sola presa e due interruttori, ad esempio.
            Attento ad usare il termine "noi": i consumatori
            non sono tutti pro-pirateria come voi. Al massimo non lo dicono apertamente come noi.
            Anzi, chi
            vota i partita pirati & co. sono ragazzi sbandati
            che sprecano un voto invece di darlo ad un
            partito
            serio.Quale sarebbe un partito serio? Non ne restano molti.Mi fai un esempio di voto non sprecato?

            Se trovi qualcuno che se lo compra sei
            libero.

            La maggioranza delle persone.Falso, altrimenti nessuno si preoccuperebbe della pirateria, se fosse un fenomeno marginale.
            Il fatto che tu non voglia pagare, non ti
            autorizza ad impossesarti di qualcosa senza
            retribuire il giusto contributo a chi ha
            prodotto, che sia un'artista o un produttore.
            Semplice il concetto,
            no?No. Chi ha prodotto ha già venduto. Conta il proprietario attuale (vale a dire chi ha comprato il cd/dvd/libro. E se quest'ultimo è disposto a farmi fare una copia gratis, è lui che mi fa un regalo, non sono io ad essermi impossessato di qualcosa.
            Io creo, pretendo almeno di essere pagato.Hai creato una volta, quindi puoi essere pagato solo una volta.Se vendi la tua opera a 1 euro... verrai pagato un euro e basta.
            Evoluto come?
            Grazie a Dio c'è internet che permette
            informazione libera e scambio di opinioni, ma
            anche una rete poco
            regolamentata.Infatti non deve essere regolamentata; di certo non da mummie legate a modelli nati quando i libri erano su pergamena, e il cui cervello è ormai in condizioni simili alla pergamena.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Di solito sì. Se un mio cliente pagante mi dice
            di installargli tre prese elettriche, io faccio
            quello che mi dice lui, non posso decidere
            arbitrariamente di mettergli una sola presa e due
            interruttori, ad
            esempio.Il discorso è diverso: posso io imporre all'elettricista di guadagnare soltanto riparando ma non costruendo nuove linee elettriche?
            Al massimo non lo dicono apertamente come noi.Tutti vorrebbbero ogni cosa gratuita, ma molti hanno il buon senso di capire che non è possibile.
            Quale sarebbe un partito serio? Non ne restano
            molti.
            Mi fai un esempio di voto non sprecato?Qualsiasi, purchè abbia proposte serie in materia di politica economica, sociale ed internazionale. Non certamente un partito che basa il suo programma sull'abolizione del copyright.
            Falso, altrimenti nessuno si preoccuperebbe della
            pirateria, se fosse un fenomeno
            marginale.E' un fatto marginale, tant'è che la case produttrici continuano a vendere e guadagnare miliardi, ma comunque reca enormi danni al mercato.
            No. Chi ha prodotto ha già venduto. Conta il
            proprietario attuale (vale a dire chi ha comprato
            il cd/dvd/libro. E se quest'ultimo è disposto a
            farmi fare una copia gratis, è lui che mi fa un
            regalo, non sono io ad essermi impossessato di
            qualcosa.Ragionamento interessante, ma la domanda è: se tutti facessero come il generoso donatore di copie gratuite?
            Hai creato una volta, quindi puoi essere pagato
            solo una
            volta.
            Se vendi la tua opera a 1 euro... verrai pagato
            un euro e
            basta.Quindi io posso incassare una sola volta?E questo dovrebbe servirmi per coprire tutte le spese di produzione?
            Infatti non deve essere regolamentata; di certo
            non da mummie legate a modelli nati quando i
            libri erano su pergamena, e il cui cervello è
            ormai in condizioni simili alla
            pergamena.Un po' di regolamentazione è necessaria, dai..
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Il discorso è diverso: posso io imporre
            all'elettricista di guadagnare soltanto riparando
            ma non costruendo nuove linee
            elettriche?A casa tua, sì. Non a casa degli altri.


            Al massimo non lo dicono apertamente come
            noi.

            Tutti vorrebbbero ogni cosa gratuita, ma molti
            hanno il buon senso di capire che non è
            possibile.Se è un bene disponibile in quantità limitata, no. Ma se è un bene duplicabile, e quindi disponibile in quantità infinita, è possibile averlo gratis.


            Quale sarebbe un partito serio? Non ne
            restano

            molti.

            Mi fai un esempio di voto non sprecato?

            Qualsiasi, purchè abbia proposte serie in materia
            di politica economica, sociale ed internazionale.Quindi nessuno.
            Non certamente un partito che basa il suo
            programma sull'abolizione del
            copyright.Almeno basa il suo programma su qualcosa. Gli altri non lo basano su niente.


            Falso, altrimenti nessuno si preoccuperebbe
            della

            pirateria, se fosse un fenomeno

            marginale.

            E' un fatto marginale, tant'è che la case
            produttrici continuano a vendere e guadagnare
            miliardi, ma comunque reca enormi danni al
            mercato.Le due affermazioni sono contradditorie. Se arreca danni enormi al mercato NON È marginale.

            Ragionamento interessante, ma la domanda è: se
            tutti facessero come il generoso donatore di
            copie
            gratuite?E non lo fanno, forse?Comunque, il risultato sarebbe semplice: si venderebbe solo la prima copia. E l'artista metterebbe tutto il costo lì. Così incasserebbe subito la cifra che ritiene giusta per il suo lavoro, e non verrebbe poi pagato per... per niente, di fatto.
            Quindi io posso incassare una sola volta?Io quando faccio un lavoro vengo pagato una volta. Mi piacerebbe farmi pagare di nuovo, ma non è possibile.Perchè mai tu ti aspetti di essere pagato due volte per lo stesso lavoro?
            E questo dovrebbe servirmi per coprire tutte le
            spese di
            produzione?Vedi tu... Se non riesci a coprire le spese hai sbagliato mestiere.

            Un po' di regolamentazione è necessaria, dai..Non così: una regolamentazione errata è peggio di nessuna regolamentazione.
          • gerry scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty
            Io pago l'avvocato, forse pretendo il diritto di
            imporgli come lavorare? Io pago l'elettricista,
            forse pretendo il diritto di imporgli come
            lavorare?Se l'elettricista fa un pessimo lavoro posso rifiutarmi di pagarlo.Se l'avvocato fa un pessimo lavoro, lo posso addirittura denunciare all'ordine. Se compro un CD e poi mi fa ca**re posso denunciare l'artista e farmi ridare i soldi? Quando sarà così, forse il tuo paragone reggerà.
          • Skywalker scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty
            Io pago l'avvocato, forse pretendo il diritto di
            imporgli come lavorare?Non lo fai? Vuoi dire che tu paghi un avvocato e poi gli dici:"faccia come vuole lei?". E dopo che ha fatto una cosa diversa da quella che volevi lo paghi comunque?
            Io pago l'elettricista,
            forse pretendo il diritto di imporgli come
            lavorare?Non lo fai? Io prima di dare mandato all'elettricista, chiarisco bene cosa voglio che faccia per me e per cosa lo pago. Se fa qualcosa di diverso da quanto ho richiesto, non lo pago.Se non è disposto a fare quanto gli ho chiesto, se ne va senza prendere un soldo da me ed io mi rivolgo ad un altro.Se fa come vuole lui, e non come gli ho chiesto io, non solo non lo pago, ma poi pago l'avvocato di cui sopra per chiedergli i danni.Nel mondo reale, quello dove noi lavoriamo e siamo pagati in base a quanto siamo utili per chi ci paga, funziona cosi. Se tu hai trovato qualcuno che ti paga per fare quello che vuoi tu, beato te.Mi dai il nome di chi ti sta pagando?
            Attento ad usare il termine "noi": i consumatori
            non sono tutti pro-pirateria come voi. Anzi, chi
            vota i partita pirati & co. sono ragazzi sbandati
            che sprecano un voto invece di darlo ad un
            partito serio.Alla faccia di chi da dell'arrogante agli altri!Un movimento che conta tra le sue fila avvocati, giuristi, parlamentari europei, ingegneri ed artisti tu lo etichetti: "ragazzi sbandati".O sei in malafede, ho non hai la più pallida idea di cosa sia diventato oggi il Copyright. Sai qual'è la procedura di approvazione di una Direttiva Europea? Sai la differenza tra Commissione, Consiglio e Parlamento Europeo? Sai quante sono le direttive europee che si occupano di Copyright? Sai quante sono le proposte di direttive europee non approvate che si sono occupate di Copyright? Sai di cosa si occupa la Commissione Europea degli Affari Marittimi e della Pesca? Sai che è quella in cui più spesso sono state presentate proposte di riforma del Copyright?O sei in malafede, o più semplicemente non hai mai approfondito l'argomento oltre il filmato "Ruberesti un auto?" all'inizio del DVD che hai noleggiato.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            L'artista NON DEVE PUBBLICARE. DEVE ESIBIRSI.
            Ma chi siete voi per decidere come deve lavorare
            un'artista? Siamo quelli che hanno i soldi e decidono se pagarlo o no (e se ragiona come te, non lo pagheremo mai)

            Se vuole pubblicare, a scopo promozionale,

            l'artista puo' farlo gratuitamente usando uno
            dei

            numerosi servizi offerti dalla

            rete.
            E se voglio guadagnare vendendo il mio disco, chi
            XXXXX sei tu per
            impedirmelo?
            Non te lo impedisco affatto. Ma non ti do i soldi per farlo.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Siamo quelli che hanno i soldi e decidono se
            pagarlo o no (e se ragiona come te, non lo
            pagheremo
            mai)Una minoranza.La maggioranza paga per usare un prodotto.
            Non te lo impedisco affatto. Ma non ti do i soldi
            per
            farlo.Ottimo, ma non pretendere che IO non possa vendere i miei dischi come XXXXX voglio.I tuoi soldi non li voglio, ho altri clienti.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            Siamo quelli che hanno i soldi e decidono se

            pagarlo o no (e se ragiona come te, non lo

            pagheremo

            mai)

            Una minoranza.
            La maggioranza paga per usare un prodotto.E allore che problema c'è?Se la maggioranza ti paga, cosa ti importa se è solo una minoranza a piratare? Ti basta ignorarla, e fare finta che non esista, invece di spendere soldi in tentativi di fermarla.Ma se invece ritieni che la pirateria ti faccia dei danni, vuol dire che tanto "minoranza" non è.


            Non te lo impedisco affatto. Ma non ti do i
            soldi

            per

            farlo.

            Ottimo, ma non pretendere che IO non possa
            vendere i miei dischi come XXXXX
            voglio.Non lo pretendo affatto. Ma tu non pretendere che io te li compri, preferisco prendermi i contenuti gratis da internet.
            I tuoi soldi non li voglio, ho altri clienti.Se non vuoi i miei soldi, non preoccuparti: non li avrai. Ma allora quando io scarico qualche tuo lavoro da internet non chiedermi soldi (visto che hai detto di non volerli)
          • Skywalker scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            Siamo quelli che hanno i soldi e decidono se

            pagarlo o no (e se ragiona come te, non lo

            pagheremo

            mai)

            Una minoranza.
            La maggioranza paga per usare un prodotto.La maggioranza è obbligata a pagare per un prodotto, e molto spesso non sa nemmeno che paga. Facciamo un indagine a tappeto chiedendo a 100 incontrati per caso in strada se sanno che pagano un "Equo compenso" per la Memory Card della propria macchina fotografica? Che parte del costo del loro telefonino va alla SIAE perché ha una memoria interna?Che quando prendono un libro in prestito in biblioteca, il comune deve versare un obolo alla SIAE? O sei in malafede o dello Status Quo della legislazione nazionale ed internazionale sul Copyright sai poco o nulla. O tutte e due.


            Non te lo impedisco affatto. Ma non ti do i
            soldi

            per

            farlo.

            Ottimo, ma non pretendere che IO non possa
            vendere i miei dischi come XXXXX
            voglio.Se il modo in cui TU vuoi vendere i tuoi libri cozza violentemente con la mia libertà di non volerti dare neanche indirettamente il più che minimo esborso finanziario o si basa sulla limitazione della mia libertà.Altrimenti pretendo di avere voce in capitolo. E visto che attualmente la SIAE pretende soldi dalle SD che uso per le MIE fotografie, credo che il diritto di metterci il becco, a questo punto ce l'abbia.
            I tuoi soldi non li voglio, ho altri clienti.Bene. Ricordati di dirlo anche alla SIAE che tu i miei soldi non li vuoi. Perché loro continuano a chiedermeli e dicono che li vogliono perché tu li hai incaricati di raccoglierli per te.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            L'artista NON DEVE PUBBLICARE. DEVE ESIBIRSI.
            Ma chi siete voi per decidere come deve lavorare
            un'artista? Chi sei tu per decidere come devo fruire io delle sue opere?
            Con quale arroganza vi arrecate il
            diritto di decidere COME e QUANTO deve guadagnare
            un cantante?Con quale arroganza ti arrechi tu il diritto di deciderlo invece?
            Roba da pazzi.. (siamo su PI, d'altronde)Uno dei pochi posti rimasti in rete dove la gente puo' ancora esprimere le proprie idee e argomentarle senza rischiare di venire bannata o peggio.

            Se vuole pubblicare, a scopo promozionale,

            l'artista puo' farlo gratuitamente usando uno
            dei

            numerosi servizi offerti dalla

            rete.
            E se voglio guadagnare vendendo il mio disco, chi
            XXXXX sei tu per
            impedirmelo?Vedilo. Io non te lo impedisco mica.Mi pare che sei tu che vuoi impedire a me di ascoltarlo.

            Chi spinge gli artisti a pubblicare invece di

            esibirsi sono I PARASSITI INTERMEDIARI, che non

            saprebbero suonare neanche il triangolo, ma che

            pretendono di ingrassare lo

            stesso.
            No, chiamasi produttori, cosa che tu non sei (per
            fortuna).Chiamali come ti pare, ma non cambia la loro natura di parassiti che vivono alle spalle sia degli artisti che del pubblico.A meno che non siano produttori di spettacoli live.

            Tutta roba inutile.

            L'artista, se bravo, prende la sua chitarra e va

            ad esibirsi per piazze e

            locali.

            Se e' bravo sfondera'.

            Come e' sucXXXXX per i Beatles, tanto per citare

            un gruppo di artisti a

            caso.
            Certo, i Beatles, che hanno venduto centinaia di
            milioni di DISCHI. Bell'esempio,
            complimenti.I Beatles si sono SEMPRE ESIBITI.I dischi erano una conseguenza della loro bravura, e a quel tempo non esisteva altro mezzo per diffondere le registrazioni.Paul Maccartney, che e' piu' ricco della regina d'Inghilterra, ancora oggi compone, suona e canta. In poche parole FA L'ARTISTA: si esibisce.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Chi sei tu per decidere come devo fruire io delle
            sue
            opere?Nessuno, infatti non voglio.Sei tu l'omino che vuole imporre regole al produttore.
            Con quale arroganza ti arrechi tu il diritto di
            deciderlo
            invece?Non io, i cantanti.
            Uno dei pochi posti rimasti in rete dove la gente
            puo' ancora esprimere le proprie idee e
            argomentarle senza rischiare di venire bannata o
            peggio.Infatti si vede.
            Vedilo. Io non te lo impedisco mica.
            Mi pare che sei tu che vuoi impedire a me di
            ascoltarlo.Come? Gratuitamente? No, paghi il costo dovuto alla produzione.
            Chiamali come ti pare, ma non cambia la loro
            natura di parassiti che vivono alle spalle sia
            degli artisti che del
            pubblico.Se è l'artista a vendere, ha diritto ad essere pagato?
            I Beatles si sono SEMPRE ESIBITI.
            I dischi erano una conseguenza della loro
            bravura, e a quel tempo non esisteva altro mezzo
            per diffondere le
            registrazioni.

            Paul Maccartney, che e' piu' ricco della regina
            d'Inghilterra, ancora oggi compone, suona e
            canta. In poche parole FA L'ARTISTA: si
            esibisce.Ed è ricco grazie alle esibizioni, giusto?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT


            Vedilo. Io non te lo impedisco mica.

            Mi pare che sei tu che vuoi impedire a me di

            ascoltarlo.

            Come? Gratuitamente? No, paghi il costo dovuto
            alla
            produzione.Tale costo è già stato pagato e quindi non va pagato una seconda volta.


            Chiamali come ti pare, ma non cambia la loro

            natura di parassiti che vivono alle spalle sia

            degli artisti che del

            pubblico.

            Se è l'artista a vendere, ha diritto ad essere
            pagato?No. Nessuno ha il diritto di essere pagato.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            Chi sei tu per decidere come devo fruire io
            delle

            sue

            opere?

            Nessuno, infatti non voglio.
            Sei tu l'omino che vuole imporre regole al
            produttore.Io non voglio imporre proprio niente.Io sto combattendo per evitare che qualcuno venga ad imporre regole in casa mia.

            Con quale arroganza ti arrechi tu il diritto di

            deciderlo

            invece?

            Non io, i cantanti.I cantanti cantano.Se sono bravi la gente andra' a sentirli e paghera' il biglietto.

            Uno dei pochi posti rimasti in rete dove la
            gente

            puo' ancora esprimere le proprie idee e

            argomentarle senza rischiare di venire bannata o

            peggio.

            Infatti si vede.Certo che si vede: pure tu puoi venire qui e confrontarti e farti smontare le tue idee.

            Vedilo. Io non te lo impedisco mica.

            Mi pare che sei tu che vuoi impedire a me di

            ascoltarlo.

            Come? Gratuitamente? No, paghi il costo dovuto
            alla
            produzione.No, perche' tutti i costi sono a carico mio: adsl, memoria di massa, impianto di riproduzione...

            Chiamali come ti pare, ma non cambia la loro

            natura di parassiti che vivono alle spalle sia

            degli artisti che del

            pubblico.

            Se è l'artista a vendere, ha diritto ad essere
            pagato?Se vende, si, ma se vende.L'artista vende a me un disco, e quel disco diventa mio, e lo posso far ascoltare a tutti i miei amici.

            I Beatles si sono SEMPRE ESIBITI.

            I dischi erano una conseguenza della loro

            bravura, e a quel tempo non esisteva altro mezzo

            per diffondere le

            registrazioni.



            Paul Maccartney, che e' piu' ricco della regina

            d'Inghilterra, ancora oggi compone, suona e

            canta. In poche parole FA L'ARTISTA: si

            esibisce.

            Ed è ricco grazie alle esibizioni, giusto?E' ricco anche grazie alle esibizioni.Ha vissuto nell'epoca del vinile e quindi ha potuto ottenere anche un ricavo dal mercato delle copie.Ma oggi quel mercato non esiste piu', come non esiste piu' il mercato del ghiaccio, dei ferri di cavallo, dello sviluppo di pellicole fotografiche, etc...Il concetto e' che Paul Maccartney si esibisce.
          • krane scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: matty


            Chi sei tu per decidere come devo
            fruire
            io

            delle


            sue


            opere?



            Nessuno, infatti non voglio.

            Sei tu l'omino che vuole imporre regole al

            produttore.

            Io non voglio imporre proprio niente.
            Io sto combattendo per evitare che qualcuno venga
            ad imporre regole in casa
            mia.



            Con quale arroganza ti arrechi tu il
            diritto
            di


            deciderlo


            invece?



            Non io, i cantanti.

            I cantanti cantano.
            Se sono bravi la gente andra' a sentirli e
            paghera' il
            biglietto.



            Uno dei pochi posti rimasti in rete
            dove
            la

            gente


            puo' ancora esprimere le proprie idee e


            argomentarle senza rischiare di venire
            bannata
            o


            peggio.



            Infatti si vede.

            Certo che si vede: pure tu puoi venire qui e
            confrontarti e farti smontare le tue
            idee.



            Vedilo. Io non te lo impedisco mica.


            Mi pare che sei tu che vuoi impedire a
            me
            di


            ascoltarlo.



            Come? Gratuitamente? No, paghi il costo
            dovuto

            alla

            produzione.

            No, perche' tutti i costi sono a carico mio:
            adsl, memoria di massa, impianto di
            riproduzione...



            Chiamali come ti pare, ma non cambia la
            loro


            natura di parassiti che vivono alle
            spalle
            sia


            degli artisti che del


            pubblico.



            Se è l'artista a vendere, ha diritto ad
            essere

            pagato?

            Se vende, si, ma se vende.
            L'artista vende a me un disco, e quel disco
            diventa mio, e lo posso far ascoltare a tutti i
            miei
            amici.



            I Beatles si sono SEMPRE ESIBITI.


            I dischi erano una conseguenza della
            loro


            bravura, e a quel tempo non esisteva
            altro
            mezzo


            per diffondere le


            registrazioni.





            Paul Maccartney, che e' piu' ricco
            della
            regina


            d'Inghilterra, ancora oggi compone,
            suona
            e


            canta. In poche parole FA L'ARTISTA: si


            esibisce.



            Ed è ricco grazie alle esibizioni, giusto?

            E' ricco anche grazie alle esibizioni.
            Ha vissuto nell'epoca del vinile e quindi ha
            potuto ottenere anche un ricavo dal mercato delle
            copie.
            Ma oggi quel mercato non esiste piu', come non
            esiste piu' il mercato del ghiaccio, dei ferri di
            cavallo, dello sviluppo di pellicole
            fotografiche, etc...Ti diro' di piu' i paesi dell'est sono pieni di dischi copiati dei Beatles, li copiavano usando le radiografie
            Il concetto e' che Paul Maccartney si esibisce.
          • Skywalker scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            L'artista NON DEVE PUBBLICARE. DEVE ESIBIRSI.
            Ma chi siete voi per decidere come deve lavorare
            un'artista? Con quale arroganza vi arrecate il
            diritto di decidere COME e QUANTO deve guadagnare
            un cantante?
            Roba da pazzi.. (siamo su PI, d'altronde)Roba da pazzi è che uno possa chiedermi dei soldi perché fischietto per strada un motivo sentito alla radio.Roba da pazzi è che me li chieda il nipote di chi quel motivo lo ha composto.Roba da pazzi è che me lo chieda un intermediario di una società che di mestiere fa solo chiedere soldi per conto di un'altra società che ha dato soldi al nipote di chi quel motivo lo ha composto.Roba da pazzi è che chi ha composto un motivo possa decidere come e quando io possa ascoltare quel motivo, malgrado gli abbia elargito una quota parte del mio guadagno per avere una copia non esclusiva, neanche l'originale, di quel motivetto.Roba da pazzi è che, avendo sentito quel motivo alla radio, senza che nessuno mi abbia dato nient'altro, io non possa prendere una chitarra e strimpellare quello che mi ricordo di quel quel motivo, reinterpretandolo e reinventandolo per le parti che non ricordo o che non mi piacciono.Forse hai le idee confuse: la in basso c'è scritto ALL rights reserved. TUTTI i DIRITTI riservati. E tutti significa che si riservano di disporre anche dei miei.Forse hai le idee confuse su da che parte sia oggi l'arroganza quando si parla di Copyright.
          • krane scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty

            L'artista NON DEVE PUBBLICARE. DEVE ESIBIRSI.
            Ma chi siete voi per decidere come deve lavorare
            un'artista? Con quale arroganza vi arrecate il
            diritto di decidere COME e QUANTO deve guadagnare
            un cantante?Quelli che cacciano i soldi. Li vuoi ? Fai quello che ti dico altrimenti niente soldi. Semplice e lineare.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            All' artista non serve essere pubblicato. Pubblixa online, da solo, sul suo sito.Se non è in grado, non dovrebbe pubblicare proprio.
      • bubba scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: Neverstop
        Abolire il copyright??!
        Ma ti rendi conto di quello che stai chiedendo?!
        (Ignora il messaggio se il tuo commento era
        ironico)Se ne rende conto. E se nella tua testolina limitata ti sembra una cosa cosi' assurda, sappi che ci sono Economisti internazionali che ci hanno ragionato su seriamente, tipo Michele Boldrin.http://www.workingcapital.telecomitalia.it/2012/03/brevetti-copyright-e-startup-ne-parliamo-con-michele-boldrin/
      • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

        Abolire il copyright??!
        Ma ti rendi conto di quello che stai chiedendo?!Si.Il copyright va <b
        ABOLITO </b
        perchè è la tomba della libera circolazione del Sapere che è la base del Progresso Umano. <b
        ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
        p)
        • matty scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

          Si.

          Il copyright va <b
          ABOLITO </b

          perchè è la tomba della libera circolazione del
          Sapere che è la base del Progresso
          Umano.

          <b
          ABOLIRE IL COPYRIGHT </b


          p)Il "sapere" è già gratuito: chiamasi wikipedia.
          • Ace_gentile scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Se Wikipedia è IL sapere siamo fregati. Wiki al massimo è il punto di partenza per sapere DOVE andare a cercare il sapere. E' come dire che google è internet.
          • Skywalker scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: matty
            Il "sapere" è già gratuito: chiamasi wikipedia.Ok, questa è la conferma che parli di Copyright come parli di Calcio al Bar. Perché se frequentassi i gruppi di discussione in Wikipedia sul Copyright e sui grattacapi e le capriole triple ai quali WP è costretta per essere costruita non avresti scritto quello che hai scritto.Non c'è nessuna parte di Wikipedia così arzigogolata e complessa come quella dedicata alla gestione del Copyright del materiale caricato e della determinazione di cosa sia o non sia nel pubblico dominio. In almeno un caso Wikipedia è pure scesa in campo, dichiarando che certi usi sono consentiti e dire il contrario è un assalto al concetto stesspo di "Fair Use" (che in EU non è nemmeno previsto...).Non è un caso che PROPRIO WIKIPEDIA sia stata tra i principali attori del movimento anti SOPA.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      Nope: il copyright va riformato profondamente, non abolito. Se io scrivo un libro, ci voglio guadagnare sopra :-PGuadagnare il giusto, con il riconoscimento del diritto d'autore per un periodo di tempo non troppo lungo e il sacrosanto diritto della condivisione privata gratuita....
      • panda rossa scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Nope: il copyright va riformato profondamente,
        non abolito. Se io scrivo un libro, ci voglio
        guadagnare sopra
        :-PE quanto ci vorresti guadagnare?
        Guadagnare il giusto, con il riconoscimento del
        diritto d'autore per un periodo di tempo non
        troppo lungo e il sacrosanto diritto della
        condivisione privata
        gratuita....Possiamo quantificarlo questo "giusto"?1000 euro?10000 euro?100000 euro?un milione?
        • Alfonso Maruccia scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          Non sono certo affari tuoi :-P
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Alfonso Maruccia
            Non sono certo affari tuoi :-PNon era mica per farmi gli affari tuoi, era solo per capire se un aspirante scrittore si rende conto che siamo nel terzo millennio o se e' ancora ancorato a concetti editoriali preistorici.
          • aphex twin scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: panda rossa
            se e'
            ancora ancorato a concetti editoriali
            preistorici.E' ancorato alla logica che il lavoro deve essere retribuito.
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: aphex twin
            - Scritto da: panda rossa

            se e'

            ancora ancorato a concetti editoriali

            preistorici.

            E' ancorato alla logica che il lavoro deve essere
            retribuito.Il lavoro commissionato deve essere retribuito.Io scrivo da anni sul forum di PI e non mi sono mai sognato di pretendere una retribuzione.Il giorno che PI mi chiedesse di scrivere qualcosa, allora solo in quel caso valuterei una offerta.
          • shevathas scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex twin

            - Scritto da: panda rossa


            se e'


            ancora ancorato a concetti editoriali


            preistorici.



            E' ancorato alla logica che il lavoro deve
            essere

            retribuito.

            Il lavoro commissionato deve essere retribuito.
            ci son molti modi di commissionare il lavoro.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            ci son molti modi di commissionare il lavoro.Quali?
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: uno qualsiasi

            ci son molti modi di commissionare il lavoro.

            Quali?Telefono, fax, mail... a volte pure direttamente a voce.
          • aphex twin scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: panda rossa
            Io scrivo da anni sul forum di PI e non mi sono
            mai sognato di pretendere una
            retribuzione.Anche perché sarebbe ridicolo e vivresti di stenti viste le tamarrate che scrivi.
            Il giorno che PI mi chiedesse di scrivere
            qualcosa, allora solo in quel caso valuterei una
            offerta.Se ci scrive Mariuccia .....
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: aphex twin
            - Scritto da: panda rossa

            Io scrivo da anni sul forum di PI e non mi
            sono

            mai sognato di pretendere una

            retribuzione.

            Anche perché sarebbe ridicolo e vivresti di
            stenti viste le tamarrate che
            scrivi.Fortunatamente ci sei tu che riesci a far apparire esperto ed intelligente chiunque discuta con te su questo forum.

            Il giorno che PI mi chiedesse di scrivere

            qualcosa, allora solo in quel caso valuterei
            una

            offerta.

            Se ci scrive Mariuccia .....Qualcuno gli avra' chiesto di farlo.Si chiama "commissionare".
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Quale lavoro? Se io faccio una copia di un cd, l'autore mica lavora.
          • aphex twin scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Lascia perdere va'
          • panda rossa scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: aphex twin
            Lascia perdere va'Fine delle argomentazioni.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Infatti sei perduto.
        • aphex twin scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          - Scritto da: panda rossa
          Possiamo quantificarlo questo "giusto"?
          1000 euro?
          10000 euro?
          100000 euro?
          un milione?Il "giusto" lo decide il mercato.
      • collione scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        sante parolebisogna colpire i parassiti, quelli che stracampano sfruttando il lavoro di milioni di autori medio/piccolicerto abbiamo Celentano che non si fa sfruttare, ma abbiamo pure l'altro estremo dei mangaka giapponesi che lavorano come muli per arricchire Kodansha e sociormai il copyright tradizionale è diventato una macchina spremi-autori, che serve solo a foraggiare la casta parassitaria dei produttori audio/visivi
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        non abolito. Se io scrivo un libro, ci voglio
        guadagnare sopra
        :-PSe tu scrivi un libro è un miracolo :D :D :D
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        contenuto non disponibile
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Nope: il copyright va riformato profondamente,
        non abolito. Se io scrivo un libro, ci voglio
        guadagnare sopra
        :-P
        Chi scarica illegalmente se ne frega se il copyright dura 1000 anni o 2 mesi. Qualunque sia l'intervallo di tempo scaricherà non facendoti guadagnare il becco di un quattrino. Specie con gli ebook.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
          - Scritto da: Dottor Stranamore
          - Scritto da: Alfonso Maruccia

          Nope: il copyright va riformato
          profondamente,

          non abolito. Se io scrivo un libro, ci voglio

          guadagnare sopra

          :-P



          Chi scarica illegalmente se ne frega se il
          copyright dura 1000 anni o 2 mesi. Qualunque sia
          l'intervallo di tempo scaricherà non facendoti
          guadagnare il becco di un quattrino. Specie con
          gli
          ebook.Quindi hai preso coscienza che la tua è una battaglia persa?
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: Alfonso Maruccia


            Nope: il copyright va riformato

            profondamente,


            non abolito. Se io scrivo un libro, ci
            voglio


            guadagnare sopra


            :-P






            Chi scarica illegalmente se ne frega se il

            copyright dura 1000 anni o 2 mesi. Qualunque
            sia

            l'intervallo di tempo scaricherà non
            facendoti

            guadagnare il becco di un quattrino. Specie
            con

            gli

            ebook.

            Quindi hai preso coscienza che la tua è una
            battaglia
            persa?Ma tu cosa fai nella vita?
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: Alfonso Maruccia



            Nope: il copyright va riformato


            profondamente,



            non abolito. Se io scrivo un
            libro,
            ci

            voglio



            guadagnare sopra



            :-P









            Chi scarica illegalmente se ne frega se
            il


            copyright dura 1000 anni o 2 mesi.
            Qualunque

            sia


            l'intervallo di tempo scaricherà non

            facendoti


            guadagnare il becco di un quattrino.
            Specie

            con


            gli


            ebook.



            Quindi hai preso coscienza che la tua è una

            battaglia

            persa?

            Ma tu cosa fai nella vita?Nulla, è mantenuto dalla nonna per cazzeggiare 24/24h su internet. Abbi pietà.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: Alfonso Maruccia



            Nope: il copyright va riformato


            profondamente,



            non abolito. Se io scrivo un
            libro,
            ci

            voglio



            guadagnare sopra



            :-P









            Chi scarica illegalmente se ne frega se
            il


            copyright dura 1000 anni o 2 mesi.
            Qualunque

            sia


            l'intervallo di tempo scaricherà non

            facendoti


            guadagnare il becco di un quattrino.
            Specie

            con


            gli


            ebook.



            Quindi hai preso coscienza che la tua è una

            battaglia

            persa?

            Ma tu cosa fai nella vita?E a te che te ne frega?Non faccio il parassita come te, tanto ti basti.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: Dottor Stranamore



            - Scritto da: Alfonso Maruccia




            Nope: il copyright va
            riformato



            profondamente,




            non abolito. Se io scrivo un

            libro,

            ci


            voglio




            guadagnare sopra




            :-P












            Chi scarica illegalmente se ne
            frega
            se

            il



            copyright dura 1000 anni o 2 mesi.

            Qualunque


            sia



            l'intervallo di tempo scaricherà
            non


            facendoti



            guadagnare il becco di un
            quattrino.

            Specie


            con



            gli



            ebook.





            Quindi hai preso coscienza che la tua è
            una


            battaglia


            persa?



            Ma tu cosa fai nella vita?

            E a te che te ne frega?Mi incuriosisce sapere cosa fa nella vita uno che dice agli altri come devono guadagnare e scrive ininterrottamente su un forum.
            Non faccio il parassita come te, tanto ti basti.Questi sono insulti gratuiti e basta, come è tuo solito fare quando si colpisce dove il dente duole. Io non faccio il parassita e non mi conosci per poterlo dire.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella



            - Scritto da: Dottor Stranamore




            - Scritto da: Alfonso Maruccia





            Nope: il copyright va

            riformato




            profondamente,





            non abolito. Se io
            scrivo
            un


            libro,


            ci



            voglio





            guadagnare sopra





            :-P















            Chi scarica illegalmente se ne

            frega

            se


            il




            copyright dura 1000 anni o 2
            mesi.


            Qualunque



            sia




            l'intervallo di tempo
            scaricherà

            non



            facendoti




            guadagnare il becco di un

            quattrino.


            Specie



            con




            gli




            ebook.







            Quindi hai preso coscienza che la
            tua
            è

            una



            battaglia



            persa?





            Ma tu cosa fai nella vita?



            E a te che te ne frega?

            Mi incuriosisce sapere cosa fa nella vita uno che
            dice agli altri come devono guadagnare e scrive
            ininterrottamente su un
            forum.E nessuno si lamenta del mio lavoro, pensa.Evidentemente non chiedo soldi per non fare nulla.


            Non faccio il parassita come te, tanto ti
            basti.

            Questi sono insulti gratuiti e basta,E te ne lamenti proprio tu che non fai altro che insultare la gente?
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            E nessuno si lamenta del mio lavoro, pensa.
            Evidentemente non chiedo soldi per non fare nulla.Questo non vuol dire niente. Ci sono dei posti dove c'è gente che legge la gazzetta e fa i cruciverba, ma nessuno si lamenta.

            E te ne lamenti proprio tu che non fai altro che
            insultare la
            gente?Tu sogni, io non apro i commenti di tutti quelli che mi rispondono, ma vedo che spesso i tuoi e quelli della solita cricca vengono moderati. Io non vengo quasi mai moderato proprio perché non insulto nessuno, ma dico solo le cose come stanno e questo alla gente come te scoccia.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            E nessuno si lamenta del mio lavoro, pensa.

            Evidentemente non chiedo soldi per non fare
            nulla.

            Questo non vuol dire niente. Ci sono dei posti
            dove c'è gente che legge la gazzetta e fa i
            cruciverba, ma nessuno si
            lamenta.
            Tipo se uno fa servizio di portineria (no non è il mio caso) è legittimo leggere la gazzetta o fare il cruciverba, o rispondere su PI.Io faccio un lavoro dove le opere del mio ingegno vengono remunerate quotidianamente senza ricorrere al copyright.Evidentemente è possibile.



            E te ne lamenti proprio tu che non fai altro
            che

            insultare la

            gente?

            Tu sogni, io non apro i commenti di tutti quelli
            che mi rispondono,Quindi tu non scrivi per discutere.Tu scrivi perchè sei convinto di avere la Verità in tasca e senti il dovere di a: rivlearla a noi comuni mortali, b: insultare qualli che non la riconoscono. Ma non sempre.
            ma vedo che spesso i tuoi e
            quelli della solita cricca vengono moderati. Questo perchè so ridere e far ridere, talvolta vuol dire andare fuori tema.Ma soprattutto succede perchè sono una persona intelligente, e in quanto tale, poco allineata. Una cosa che in genere, non solo su questo forum, non viene molto tollerata.Aggiungiamo poi che le persone poco intelligenti, frignano anche molto, e il gioco è fatto.Io
            non vengo quasi mai moderato proprio perchéSarai raccomandato.Come molti troll qua dentro, d'altronde.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Tipo se uno fa servizio di portineria (no non è
            il mio caso) è legittimo leggere la gazzetta o
            fare il cruciverba, o rispondere su
            PI.Lascia perdere le portinerie va'...
            Io faccio un lavoro dove le opere del mio ingegno
            vengono remunerate quotidianamente senza
            ricorrere al
            copyright.
            Evidentemente è possibile.Che sia possibile per te non vuol dire che debba diventare obbligatorio per tutti. Non tutte le attività sono uguali.
            Quindi tu non scrivi per discutere.
            Tu scrivi perchè sei convinto di avere la Verità
            in tasca e senti il dovere di a: rivlearla a noi
            comuni mortali, b: insultare qualli che non la
            riconoscono. Ma non
            sempre.Mi metti in bocca parole che non ho detto, come al solito. Quando poi quello più intollerante sei sempre tu, visto che la butti sempre in caciara o sul personale.
            Questo perchè so ridere e far ridere, talvolta
            vuol dire andare fuori
            tema.Certo tipo dire "sei un parassita" a uno che manco conosci e sai cosa fa. Quanta ironia ;)
            Ma soprattutto succede perchè sono una persona
            intelligente, e in quanto tale, poco allineata.
            Una cosa che in genere, non solo su questo
            forum, non viene molto
            tollerata.Fatti le sviolinate da solo.

            Aggiungiamo poi che le persone poco intelligenti,
            frignano anche molto, e il gioco è
            fatto.Prima ti fai le sviolinate e poi ti butti giù così?
            Sarai raccomandato.
            Come molti troll qua dentro, d'altronde.Altre accuse lanciate a caso.Ciao eh io ho altro da fare (al contrario di altra gente).
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Tipo se uno fa servizio di portineria (no
            non
            è

            il mio caso) è legittimo leggere la gazzetta
            o

            fare il cruciverba, o rispondere su

            PI.

            Lascia perdere le portinerie va'... Basta alle portinerie.


            Io faccio un lavoro dove le opere del mio
            ingegno

            vengono remunerate quotidianamente senza

            ricorrere al

            copyright.

            Evidentemente è possibile.

            Che sia possibile per te non vuol dire che debba
            diventare obbligatorio per tutti. Non tutte le
            attività sono
            uguali.Obbligatorio no, ma dimostra che il copyright non è necessario quanto lo dipingete.


            Quindi tu non scrivi per discutere.

            Tu scrivi perchè sei convinto di avere la
            Verità

            in tasca e senti il dovere di a: rivlearla a
            noi

            comuni mortali, b: insultare qualli che non
            la

            riconoscono. Ma non

            sempre.

            Mi metti in bocca parole che non ho detto, come
            al solito.Rileggi meglio, non ti ho messo in bocca proprio nulla.Ho tirato una conclusione LOGICA sulla base di quello che hai affermato.Se non ti piace puoi sempre confutare la logica, invece di frignare.
            Quando poi quello più intollerante sei
            sempre tu, visto che la butti sempre in caciara o
            sul
            personale.Le due frasi non sono connesse.Su una cosa hai ragione: sono intollerante. Non tollero nè l'arroganza, nè la mancanza di logica. MA sopra ogni cosa non tollero l'ipocrisia.


            Questo perchè so ridere e far ridere,
            talvolta

            vuol dire andare fuori

            tema.

            Certo tipo dire "sei un parassita" a uno che
            manco conosci e sai cosa fa. Quanta ironia
            ;)Molti hanno riso, magari non tu.


            Ma soprattutto succede perchè sono una
            persona

            intelligente, e in quanto tale, poco
            allineata.

            Una cosa che in genere, non solo su questo

            forum, non viene molto

            tollerata.

            Fatti le sviolinate da solo.
            Non sie forse d'accordo?



            Aggiungiamo poi che le persone poco
            intelligenti,

            frignano anche molto, e il gioco è

            fatto.

            Prima ti fai le sviolinate e poi ti butti giù
            così?
            Wow uno "specchio riflesso".sono questi i tuoi contributi alla discussione?

            Sarai raccomandato.

            Come molti troll qua dentro, d'altronde.

            Altre accuse lanciate a caso.No, non a caso.
          • matty scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

            Ma soprattutto succede perchè sono una persona
            intelligenteFantastico, se lo dice da solo. HAHAHAHAHAHAHAE magari lo pensa davvero, ovviamente da solo.
            e in quanto tale, poco allineata.Infatti, poco allineato perchè vivere in internet ti ha fatto perdere contatto con la società.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
            Se la "società" fosse fatta di persone come te, sarebbe un bene perdere il contatto.
    • Crosbie scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      http://culturalliberty.org/blog/index.php?id=283
    • simple scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      <b
      ABOLIRE IL COPYRIGHT </b


      ... e così tutti i problemi sono risolti alla
      radice.

      P-)sono fermamente convinto che il copyright dovrebbe diventare un *REATO*le leggi che impongono il rispetto del copyright andrebbero *ABOLITE*e chiunque tenti di ripristinarle andrebbe processato per *COSPIRAZIONE*, *ALTO TRADIMENTO* e *MINACCIA ALL'ORDINE DEMOCRATICO DELLO STATO*
Chiudi i commenti