I rapinatori disegnano il videogame

A 35 anni dalla rapina del secolo in Inghilterra due dei rapinatori sono consulenti per la realizzazione di un game basato su quell'esperienza


Rio de Janeiro (Brasile) – Non possono tornare in Gran Bretagna perché verrebbero immediatamente arrestati. Ma dal loro “esilio” in Brasile i due rapinatori Robald Biggs e Bruce Reynolds aiuteranno la SCi Entertainment a realizzare un videogioco basato sulla loro impresa.

Nel 1963 Biggs e Reynolds hanno fatto parte della banda che rapinò un treno, la “Great Train Robbery”, realizzando uno dei colpi più clamorosi nella storia della Gran Bretagna. Biggs, arrestato e condannato a 30 anni, due anni dopo riuscì a scappare in Brasile ottenendo da quel paese la salvezza grazie ad una sentenza contro l’estradizione.

Per la loro partecipazione diretta a quei fatti, la SCi ha deciso di assumere i due come consulenti per il prossimo videogame, “The Great Train Robbery” appunto. Secondo l’azienda: “quella fu senza dubbio la rapina più clamorosa nella storia inglese. La vita di Ronnie Biggs, da quel momento, rappresenta the ultimate action adventure”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti