I satelliti Iridium han vita lunga

Lo afferma l'azienda, che spiega che non ci sarà bisogno di sostituirli ancora per più di dieci anni. Bel salto in avanti dopo il rischio di distruzione
Lo afferma l'azienda, che spiega che non ci sarà bisogno di sostituirli ancora per più di dieci anni. Bel salto in avanti dopo il rischio di distruzione

New York (USA) – I satelliti in orbita geostazionaria che compongono la “costellazione Iridium” non hanno bisogno di essere sostituiti almeno fino al 2015. Una notizia diffusa dalla stessa Iridium per mettere a tacere ogni possibile voce negativa attorno al destino dei satelliti.

Satellite Iridium Al momento dell’acquisto della vecchia Iridium da parte di Iridium Satellite LLC, gli attuali proprietari avevano spiegato che i satelliti sarebbero dovuti essere sostituiti nel 2007. Un problema finanziario non da poco, considerando che l’Iridium originale sborsò 5 miliardi di dollari per mettere su il proprio network, comprendente anche numerose stazioni a terra.

L’annuncio delle scorse ore è, dunque, una buona notizia per chi sta investendo ora in Iridium, azienda che come noto era arrivata al tracollo finanziario e che ha rischiato di perdere i 66 satelliti quando Motorola decise di liberarsi dell’impresa “minacciando” di distruggere gli apparecchi mandandoli a bruciare a contatto con l’atmosfera terrestre.

Iridium Satellite LLC ha spiegato che le previsioni di vita originali erano date dagli studi di una società di consulenza texana, la Aerospace Corporation, ma che “grazie ad una architettura robusta e ad un team di operatori ed ingegneri di alto livello, l’affidabilità della costellazione satellitare Iridium va molto oltre quanto progettato in origine”.

In ogni caso, nel 2002 l’azienda ha in animo di lanciare alcuni nuovi satelliti che garantiranno la “lunga vita” al network e apportare modifiche nelle modalità di consumo dell’energia dei device.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 12 2001
Link copiato negli appunti