I talebani controllano il GSM afgano

Gli ultimatum delle milizie talebane sono andati a segno: gli operatori cedono le armi
Gli ultimatum delle milizie talebane sono andati a segno: gli operatori cedono le armi

Suscita emozione la decisione degli operatori di telefonia mobile afgana di cedere agli ultimatum delle milizie talebane che, come noto, chiedevano la sospensione dei servizi nel corso della notte.

una pubblicità dell'operatore Roshan - I talebani controllano il GSM afgano La richiesta dei talebani, appoggiata con la distruzione di stazioni base , è stata accolta: al crollo della decima antenna tutti e quattro gli operatori privati GSM hanno deciso per il coprifuoco delle comunicazioni. Il che vuol dire che tra le 5 del pomeriggio e le 7 del mattino in Afghanistan non funzioneranno i telefonini, spesso l’unico modo per la popolazione di rimanere in contatto a distanza, vista la carenza delle infrastrutture fisse.

Il Governo afgano ha dichiarato di voler incoraggiare gli operatori a non cedere alle tattiche dei talebani e si è detto certo che presto i servizi saranno ripristinati nelle ore notturne.

Tra le ragioni per le quali i talebani hanno voluto questo coprifuoco il fatto che la triangolazione GSM avrebbe consentito in più occasioni alle truppe del paese e a quelle della NATO di individuare gli spostamenti degli stessi talebani, spostamenti che avvengono perlopiù proprio di notte.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 03 2008
Link copiato negli appunti