IBM abbraccia Xen e Suse Linux 10

Il colosso di Armonk si prepara a far girare la tecnologia di virtualizzazione Xen sui prossimi modelli di BladeCenter, sistemi capaci di supportare la nuova versione della distribuzione Linux enterprise di Novell
Il colosso di Armonk si prepara a far girare la tecnologia di virtualizzazione Xen sui prossimi modelli di BladeCenter, sistemi capaci di supportare la nuova versione della distribuzione Linux enterprise di Novell

Armonk (USA) – IBM ha annunciato il supporto alla tecnologia di virtualizzazione Xen integrata mell’imminente Suse Linux Enterprise Desktop 10 di Novell . Il big di Armonk ha intenzione di utilizzare Xen su alcuni dei prossimi modelli di BladeCenter, server ultradensi basati sull’architettura x86.

IBM ha anche aggiunto il supporto a Xen all’interno del proprio Virtualization Engine, software che permette agli amministratori di sistema di gestire più macchine virtuali in modo centralizzato.

Come noto, Xen è un monitor di macchine virtuali (in gergo hypervisor ) open source che permette di far girare su di un singolo server più sistemi operativi o più copie dello stesso sistema operativo. Gli analisti prevedono che Xen, al pari di software di virtualizzazione come VMware e MS Virtual PC, giocherà un ruolo molto importante nel consolidamento dei server aziendali.

Il supporto di IBM alla piattaforma integrata di Novell è per quest’ultima un importante riconoscimento, soprattutto considerando che la sua principale rivale, Red Hat, dovrebbe integrare Xen nel proprio sistema operativo enteprise solo verso la fine dell’anno.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 07 2006
Link copiato negli appunti