IBM: così ti riscaldo casa col mainframe

Il server è bollente? Il PC è una stufa? Nessun problema: ci teniamo calde le famiglie. Un'idea degli ingegneri elvetici di Big Blue

Roma – Di questo passo, l’impatto ambientale dei datacenter si trasformerà da problema a soluzione . Secondo i ricercatori della sede di Zurigo di IBM, il calore prodotto dalle farm dei cervelloni al lavoro potrebbe essere impiegato per assicurare il comfort delle abitazioni private, risparmiando sui costi del riscaldamento e garantendo un beneficio ecologico diminuendo la produzione di gas serra.

Ybris A.C.S. Per quelli di Big Blue, il mezzo migliore per abbattere la temperatura di una CPU è l’acqua : il raffreddamento a liquido non è una novità nel settore dei grandi server, esiste da oltre 20 anni, ed è diffuso anche in una ristretta cerchia di appassionati che lo impiega sui PC domestici. L’acqua è in grado di asportare il calore centinaia di volte meglio dell’aria, e dunque uno scambiatore a liquido sarà decisamente più efficiente dei classici dissipatori ad aria con alette d’alluminio e ventolina.

Grazie ad un prototipo presentato in questi giorni al CeBIT, i ricercatori IBM avrebbero migliorato lo scambiatore di calore inserito nei server di grosse dimensioni: attraverso la realizzazione di microcanali nel materiale inserito a contatto con la CPU, oltre il 75 per cento dell’energia dissipata dal chip può essere recuperata ed inviata verso la zona radiante, posta altrove.

Tutto il calore estratto dovrà tuttavia essere smaltito: e se oggi nei data center (e nelle stanze degli smanettoni) si vedono veri e propri radiatori – simili a quelli delle automobili – che non fanno altro che disperdere questa energia nell’ambiente, in futuro si potrebbe pensare di convogliare il tutto in una rete di distribuzione capace di veicolare il caldo dove ce n’è bisogno . Una strada già esplorata in alcune città, che utilizzano l’energia prodotta dalla combustione dei rifiuti per offrire un servizio di riscaldamento a domicilio.

Ybris A.C.S. - uno studio ad elementi finiti dell'interno Un data center di medie dimensioni, che consuma un megawatt di elettricità, secondo le stime di IBM potrebbe in teoria tenere al caldo non meno di 70 famiglie . Moltiplicando questo valore per tutti i data center presenti sul pianeta, 427 solo negli USA , sarebbero in molti coloro i quali potrebbero usufruire del servizio.

Nel complesso, ogni anno i centri di calcolo sparsi in ogni angolo del globo consumano non meno di 120 miliardi di kilowattora per tenere in funzione i macchinari, rendendosi responsabili di circa il 2 per cento della produzione mondiale di anidride carbonica. Lo stesso “contributo” al riscaldamento globale garantito dall’aviazione civile.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ricky scrive:
    Fico...
    Sapete dove dovrebbero infilarsi il drone???Possibilmente acceso...Sono contento quando sento che le forze dell'ordine hanno nuovi strumenti atti a perseguire i delinguenti.Peccato che poi si debba fare i conti con la REALTA'...Anche se hanno il drone, e beccano uno e lo filmano anche, poi ci pensano le leggi italiane del cavolo e i relativi politici di turno a vanificare qualsiasi impresa.Certo, per i SUDDITI le cose cambiano,quelli vengono beccati senza troppe formalita' e magari senza nemmeno avere uno straccio di permesso di un giudice e poi ingabbiati senza ritorno!Ma si sa'...LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI...GLI ALTRI...Ampliando il discorso potremmo arrivare a concepire una vendita su vasta scala in CINA...e magari oltre aLLE telecamere potrebbero montare dei TASER o dei minimitra tanto per ACCELERARE il progetto di DEMOCRATIZZAZIONE in atto in alcuni paesi.La gente oramai sa' bene che in alcuni paesi le FORZE DELL'ORDINE COSTITUITO sono prezzolate o asservite al potentato di turno... cosa ci preserverebbe dall'utilizzo sconsiderato di tali tecnologie?Una legge MONDIALE che vieti qualsiasi oggetto del genere attoa OFFENDERE....quindi potrebbero svolazzare e farsi i CZ tuoi tutto il giorno SENZA danni immediati.Poi arrivano i rinforzi UMANI e si spera in bene.Trovo comunque profondamente ingiusto spiare chiunque senza un minimo di distinzione, quasi fossimo tutti dei malfattori.Vadano a spiare i politici...li si che avrebbero materiale per divertirsi...!
  • v1doc scrive:
    Essi Vivono
    Chi si ricorda il film? Ora è realtà :-(
  • korova scrive:
    Terrò sempre un fucile pronto
    Ottima idea: non appena nè vedrò uno lo fulmino a fucilate.Sia in casa che in campagna ho un bel sovrapposto, non aspetto altro!!(amiga) :D :p :((rotfl)(troll2)(c64)(amiga)(love)(anonimo)(anonimo)
    • Get Real scrive:
      Re: Terrò sempre un fucile pronto
      - Scritto da: korova
      Ottima idea: non appena nè vedrò uno lo fulmino a
      fucilate.
      In UK le armi sono vietate. Il suddito dipende dallo Stato che è padrone della sua vita.Così sarà in tutta Europa.In casa avrai un' "area sicura" in cui dovrai andare a metterti quando le Autorità te lo comanderanno. In quest'area saranno presenti videocamere e dispositivi T-Beam per perquisirti a distanza.Sei un componente (ridondante e sostituibile) del Sistema.Accetta questa realtà: l'alternativa è la prigione o la fossa comune.
      • Ciano scrive:
        Re: Terrò sempre un fucile pronto
        - Scritto da: Get Real
        In casa avrai un' "area sicura" in cui dovrai
        andare a metterti quando le Autorità te lo
        comanderanno. In quest'area saranno presenti
        videocamere e dispositivi T-Beam per perquisirti a
        distanza.L'idea arriva da "Il quinto elemento" o da un altro Film?
      • ullala scrive:
        Re: Terrò sempre un fucile pronto
        - Scritto da: Get Real
        - Scritto da: korova

        Ottima idea: non appena nè vedrò uno lo fulmino
        a

        fucilate.



        In UK le armi sono vietate. Il suddito dipende
        dallo Stato che è padrone della sua
        vita.Anche in italia se è per quello e persino in francia e america all'epoca della rivoluzione francese e americana! :D

        Così sarà in tutta Europa.
        Non sarà è... ma questo non sposta granchè la questione!
        In casa avrai un' "area sicura" in cui dovrai
        andare a metterti quando le Autorità te lo
        comanderanno. In quest'area saranno presenti
        videocamere e dispositivi T-Beam per perquisirti
        a
        distanza.Vacce te!

        Sei un componente (ridondante e sostituibile) del
        Sistema.Mhhh non è che stai parlando degli eli-cosi-droni?

        Accetta questa realtà: l'alternativa è la
        prigione o la fossa
        comune.Accettala tu se credi... ma se preferisci lA PRIGIONE o la fossa comune non ti trattengo! :D
        • Number 6 scrive:
          Re: Terrò sempre un fucile pronto
          - Scritto da: ullala

          In UK le armi sono vietate. Il suddito dipende

          dallo Stato che è padrone della sua

          vita.
          Anche in italia se è per quello e persino in
          francia e america all'epoca della rivoluzione
          francese e
          americana!Tempi lontani e irrimediabilmente superati. Allora entrambi gli schieramenti impiegavano gli stessi mezzi e le stesse armi.Ora la potenza dello Stato è soverchiante. Tu forse puoi provare a procurarti, con grandi difficoltà, un fucile semiautomatico ma il tuo avversario dispone di elicotteri e carri armati.Ma non servirebbe scomodarli: un tiratore scelto farà esplodere la tua testa prima ancora che tu riesca a vederlo.O una squadra d'assalto sfonderà la tua porta mentre dormi, e un tuo tentativo di reazione farà si che un tuo parente si prenda una sventagliata in pieno volto.Ogni tentativo di rivolta è destinato al fallimento.
          • The redeemer scrive:
            Re: Terrò sempre un fucile pronto
            - Scritto da: Number 6
            - Scritto da: ullala



            In UK le armi sono vietate. Il suddito dipende


            dallo Stato che è padrone della sua


            vita.

            Anche in italia se è per quello e persino in

            francia e america all'epoca della rivoluzione

            francese e

            americana!

            Tempi lontani e irrimediabilmente superati.
            Allora entrambi gli schieramenti impiegavano gli
            stessi mezzi e le stesse
            armi.ora invece da un lato c'è l'esercito e dall'altro le persone?lo sai che in questi casi è sempre finita male per l'esercito (quando le persone erano abbastanza)?
            Ora la potenza dello Stato è soverchiante. Tu
            forse puoi provare a procurarti, con grandi
            difficoltà, un fucile semiautomatico ma il tuo
            avversario dispone di elicotteri e carri
            armati.che sono guidati da esseri umani, facenti aprte del popolo.sarà mica questo lo scopo per il quale vengono fatti proliferare gli anti-sbirri pseudocomunisti?divide et impera?
            Ma non servirebbe scomodarli: un tiratore scelto
            farà esplodere la tua testa prima ancora che tu
            riesca a
            vederlo.
            O una squadra d'assalto sfonderà la tua porta
            mentre dormi, e un tuo tentativo di reazione farà
            si che un tuo parente si prenda una sventagliata
            in pieno
            volto.

            Ogni tentativo di rivolta è destinato al
            fallimento.a me invece sembra che chi sbaglia qui sei tu, se la pensi così non sarai mai parte delle persone che si dovesero eventualmente ribellare.i governanti sono li perchè noi glielo permettiamo, in caso di non soddisfazione dei bisogni primari i primi a cadere sono proprio i governanti.poi certo se le priorità cambiano ed i bisogni primari sono l'ipod e myspace allora i governanti non cadranno mai.vi manca un po di lettura di noam chomsky
          • MegaJock scrive:
            Re: Terrò sempre un fucile pronto
            - Scritto da: The redeemer
            vi manca un po di lettura di noam chomskyChomsky è un lam3r. Heinlein rulez.Se devo leggere fiction, la voglio almeno coinvolgente.
          • polpot scrive:
            Re: Terrò sempre un fucile pronto

            lo sai che in questi casi è sempre finita male
            per l'esercito (quando le persone erano
            abbastanza)?Infatti, abbastanza.

            Ora la potenza dello Stato è soverchiante. Tu

            forse puoi provare a procurarti, con grandi

            difficoltà, un fucile semiautomatico ma il tuo

            avversario dispone di elicotteri e carri

            armati.

            che sono guidati da esseri umani, facenti aprte
            del popolo.Oggi l'esercito è composto da professionisti. Una misura passata come abolizione del servizio di leva, accolta positivamente da tutti, ha fatto sì che ora nell'esercito sono tutti dei nostri.
            se
            la pensi così non sarai mai parte delle persone
            che si dovesero eventualmente
            ribellare.E come lui tanti altri. Vedi sopra "abbastanza".
            i governanti sono li perchè noi glielo
            permettiamo, in caso di non soddisfazione dei
            bisogni primari i primi a cadere sono proprio i
            governanti.Questo è quello che vi piace credere.
            poi certo se le priorità cambiano ed i bisogni
            primari sono l'ipod e myspace allora i governanti
            non cadranno mai.Ecco.
            vi manca un po di lettura di noam chomskyPoca gente legge quei libri.
  • pegasus2000 scrive:
    Andremo tutti in giro con dispositivi...
    ...portatili radar e ir jamming? ;)Se avessi le capacità di costruirne uno (fossi ingegnere), metterei su un bel business!
  • Nilok scrive:
    Half Life
    ....FICOOOOO!!!!!!Andremo in giro a farli fuori con il fucile a pompa stile "Half Life"....A presto.Nilok
  • Ed Straker scrive:
    non ho capito il costo...
    ma 25.000 sterline sono tante o poche????a me pare una esagerazione.anche perché non ne andrà usato un solo esemplare...non è che con il costo fisso + manutenzione di un paio di questi cosi si stipendia un poliziotto vero in più?
    • wbigger scrive:
      Re: non ho capito il costo...
      - Scritto da: Ed Straker
      ma 25.000 sterline sono tante o poche????Io ho fatto una tesi su un quadrirotore e come parte preliminare c'era un analisi di mercato. A ottobre 2006, la versione base di quel modello in foto con la stazione di terra era intorno ai 12000 euro, a cui andavano aggiunti i vari payload che variavano dai pochi euro di una fotocamera digitale ai tantissimi euro di una videocamera a infrarossi...
      • nomestrano scrive:
        Re: non ho capito il costo...
        forse i 25.000 sono dovuti all'opzione "raggi x" per vedere i vicini nudi...mi merito di essere spostato tra i troll
  • cirillo scrive:
    tiro al piattello
    e 25.000 sterle vanno via...
  • Debris scrive:
    Drone
    Il problema base di questi ageggi è la furtività.Un conto è attaccare,colpire e distruggere. Esistono ottimi Droni d'attacco oramai,un conto è sorvegliare. Da lontano è facile ma un'intervento ravvicinato? Un'intervento di polizia soprattutto... Implica un grado di automazione molto,molto sofisticato.Un grado di specializzazione degli addetti molto alto. Certamente di notte il vantaggio è enorme.
  • castigo scrive:
    ottimo
    per il tiro al piattello. :D
Chiudi i commenti