IBM e Canonical insieme per l'Africa

Le due aziende intendo distribuire in Africa un pacchetto software basato sul sistema operativo Ubuntu Linux, la suite Lotus Symphony e diversi servizi cloud di IBM. Pacchetto pensato per girare su netbook e thin client

Roma – Linux, applicazioni per la produttività open source e cloud computing. Sono questi i principali ingredienti della nuova ricetta informatica preparata da IBM e Canonical per i paesi poveri e in via di sviluppo, primi tra tutti l’Africa.

La collezione di software proposta dalle due aziende comprende la distribuzione Linux Ubuntu, la suite per l’ufficio open source Lotus Symphony e l’IBM Client for Smart Work, che fornisce l’accesso via Web ad alcuni servizi e applicazioni per la produttività e la comunicazione. Il tutto è stato pensato per girare su dispositivi con poche risorse di calcolo, come netbook, thin client e persino smartphone.

Gli utenti che necessitano di servizi e strumenti per la collaborazione possono iscriversi, con abbonamenti che partono dai 10 dollari al mese, al servizio LotusLive.com : questo permette a professionisti e aziende di restare in contatto con partner, fornitori e clienti attraverso servizi di comunicazione, social networking, instant messaging, file sharing e virtual meeting.

“Con questa offerta intendiamo aiutare le imprese che operano in Africa a colmare il digital divide e aggirare gli elevati costi dei PC tradizionali e del software proprietario” ha affermato Mark Shuttleworth, fondatore e CEO di Canonical. Shuttleworth sembra particolarmente azzeccato nel ruolo di partner di questa iniziativa non solo per il suo legame con Ubuntu, una delle distribuzioni Linux desktop più apprezzate dagli utenti finali, ma anche e soprattutto per la sua nazionalità sudafricana (oggi Shuttleworth ha la cittadinanza sia nel Regno Unito, dove abitualmente vive, che in Sudafrica, dove è nato).

Inizialmente IBM distribuirà Client for Smart Work attraverso due Internet provider sudafricani, Inkululeko e ZSL. Il suo principale obiettivo è quello di diffondere il proprio software e quello di Canonical presso enti governativi, scuole, istituzioni e aziende.

La scelta di utilizzare il cloud computing, però, non convince tutti : è noto infatti come in Africa le infrastrutture di rete siano spesso sottodimensionate e lente. Esempio ne è il curioso e recente esperimento che, proprio in Africa, ha visto un piccione battere in velocità una linea ADSL nel recapito di 4 GB di dati. Almeno inizialmente, dunque, l’offerta di IBM e Canonical sembra corteggiare soprattutto le imprese e le istituzioni africane servite da linee veloci e affidabili.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ozjRijSOnKW bDwaLm scrive:
    EepOekusTCBp
    http://www.carsinsurance4u.com/ buy auto insurance online 927342 http://www.autosinsurance4u.com/ auto insurance 114489 http://www.cheapinsurancemate.com/ cheapest insurance tkrj http://www.getcheaphealthinsurance.net/ group health insurance 554
  • Uto Uti scrive:
    LILY ALLEN
    Ahò, io me la scoperebbe!
  • Aname scrive:
    Ho letto e riletto ma...
    Non ho capito niente... articolo confuso e incomprensibile...
    • Manuel88 scrive:
      Re: Ho letto e riletto ma...
      - Scritto da: Aname
      Non ho capito niente... articolo confuso e
      incomprensibile...quoto... non ci ho capito una minkia pure io o.o"
  • GoldenBoy scrive:
    Io non c'ho capito un tubero...
    ...chi mi fa un riassuntino?Cioè sta qua smer**va gli artisti sul bisogno di una legge sul copyright e poi lei infrangeva questi suoi pensieri mixando materiale non suo?Se sì...è donna, LOL :-D
  • umpa lumpa scrive:
    Abuso?
    "ha giustificato la chiusura con l'abuso subito..."Come al solito, traduzione molto imprecisa, in questo caso abuse va inteso nel senso di insulti, improperi u.s.w.
  • FranX scrive:
    Brava!
    Secondo me Lily Allen scarica musica illegalmente (musica di altri, ovviamente, non credo comunque ascolterebbe la sua).
  • Duca Lamberti scrive:
    Domanda stupida
    Premesso che ogni volta che posso ascolto musica, la mia CD-teca conta circa 700 pezzi, spesso sono alla ricerca di cose nuove...Ma chi caspio e' Lily Allen?
  • nervous scrive:
    che serva di lezione
    Almeno fare i compiti per casa prima di sparare a zero :)
  • Enjoy with Us scrive:
    Copyright?
    No grazie!Fatemi un esempio, uno solo di un lavoratore che non sia uno dei soliti "miracolati" del settore "artistico" che possa guadagnare per 70 anni dalla sua morte sul proprio lavoro!Perfino i brevetti sui farmaci hanno una durata molto inferiore, si parla di circa 10-15 anni, nonostante gli immensi investimenti necessari!Dal mio punto di vista sarebbe necessario un deciso taglio di tali diritti d'autore:1. Limitarli a non più di 10 anni2. Eliminare organismi parassitari tipo SIAE3. Eliminare le pretese sulla musica dal vivo suonata nei locali o alle feste4. Proibire qualsiasi forma di DRM5. Eliminare l'equo compenso6. Eliminare i diritti dei fonografici (non vengono già pagati per il loro lavoro?)Quello che rimane è più che adeguato per remunerare gli autori, il resto sono abusi di casta, è ora di darci un taglio!
    • BFidus scrive:
      Re: Copyright?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      No grazie!
      Fatemi un esempio, uno solo di un lavoratore che
      non sia uno dei soliti "miracolati" del settore
      "artistico" che possa guadagnare per 70 anni
      dalla sua morte sul proprio
      lavoro!
      Perfino i brevetti sui farmaci hanno una durata
      molto inferiore, si parla di circa 10-15 anni,
      nonostante gli immensi investimenti
      necessari!

      Dal mio punto di vista sarebbe necessario un
      deciso taglio di tali diritti
      d'autore:
      1. Limitarli a non più di 10 anni
      2. Eliminare organismi parassitari tipo SIAE
      3. Eliminare le pretese sulla musica dal vivo
      suonata nei locali o alle
      feste
      4. Proibire qualsiasi forma di DRM
      5. Eliminare l'equo compenso
      6. Eliminare i diritti dei fonografici (non
      vengono già pagati per il loro
      lavoro?)

      Quello che rimane è più che adeguato per
      remunerare gli autori, il resto sono abusi di
      casta, è ora di darci un
      taglio!Quoto, qualsiasi lavoratore, in qualsiasi campo, guadagna in relazione all'opera prestata, sia esso un avvocato o un operaio.I musicisti guadagnino dal prestare opera nei concerti dal vivo, anche in studio di registrazione e quindi dalla loro opera registrata, ma non per anni e anni a venire.Le societa' di intermediazione non hanno assolutamente senso, remuneriamo gli autori non gli aleatori difensori di non ben specificati diritti!
      • Mr.Pink scrive:
        Re: Copyright?


        Quoto, qualsiasi lavoratore, in qualsiasi campo,
        guadagna in relazione all'opera prestata, sia
        esso un avvocato o un
        operaio.
        I musicisti guadagnino dal prestare opera nei
        concerti dal vivo, anche in studio di
        registrazione e quindi dalla loro opera
        registrata, ma non per anni e anni a
        venire.Ma chi li pagherebbe per incidere negli studi di registrazione se poi le opere vengono distribuite gratis? Mi sfugge questo passaggio.
        • Mr.Pink scrive:
          Re: Copyright?
          - Scritto da: Mr.Pink



          Quoto, qualsiasi lavoratore, in qualsiasi campo,

          guadagna in relazione all'opera prestata, sia

          esso un avvocato o un

          operaio.

          I musicisti guadagnino dal prestare opera nei

          concerti dal vivo, anche in studio di

          registrazione e quindi dalla loro opera

          registrata, ma non per anni e anni a

          venire.

          Ma chi li pagherebbe per incidere negli studi di
          registrazione se poi le opere vengono distribuite
          gratis? Mi sfugge questo
          passaggio.(sottolineo che la percentuale di persone interessate ai concerti è risibile sul totale di chi ascolta musica)
          • BFidus scrive:
            Re: Copyright?
            - Scritto da: Mr.Pink

            Ma chi li pagherebbe per incidere negli studi di

            registrazione se poi le opere vengono
            distribuite

            gratis? Mi sfugge questo

            passaggio.

            (sottolineo che la percentuale di persone
            interessate ai concerti è risibile sul totale di
            chi ascolta
            musica)Intendevo dire che e' giusto che guadagnino dalla loro musica registrata con la vendita di cd, dvd, mp3 ecc.. ma non con i diritti quasi a vita.Se la gente a vedere i concerti non ci va vuol dire che guadagneranno di meno!Non e' mica obbligatorio essere multimilionari!Chi verra' ritenuto appetibile guadagnera' piu degli altri perche' la gente andra' a vederli dal vivo, se qualcuno non guadagnera' abbastanza...beh, se posso cambiare lavoro io possono farlo anche loro...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 settembre 2009 13.13-----------------------------------------------------------
          • Mr.Pink scrive:
            Re: Copyright?
            Modificato dall' autore il 29 settembre 2009 13.13
            --------------------------------------------------Sono d'accordo su diritti più brevi e penso che internet eliminando la necessità di stampare e distribuire cd farà scomparire quella categoria parassita costituita dalle etichette discografiche. Anche pagando pochi cent per brano gli artisti guadagnerebbero abbastanza per vivere, i più geniali diventerebbero perfino ricchi e tutti sarebbero incentivati a fare belle cose in concorrenza tra di loro. Tutto a questo a patto di sradicare la pirateria. Se invece viene autorizzata la copia, suonare diventa un hobby da fare dopo cena per il puro gusto dimettere qualcosa su youtube. L'unica musica redditizia resterebbe quella dei jingle pubblicitari.
    • Gips scrive:
      Re: Copyright?
      enjoy for president!cmq io sarei disposto a trattare sul punto numero 3: un forfettario andrebbe più che bene.. comuqnue la mudisi la stai sfruttando in pubblico a scopo d'intrattenimento.... un TOT per X canzoni credo si abbastanza equo...saludos!
  • W il p2p scrive:
    Legge del contrappasso
    Il Web l'ha creata e il Web l'ha distrutta.Di sicuro non sentiremo la mancanza di lei o delle sue penose canzonette.
  • advange scrive:
    Una cariera mai iniziata
    Ha speso la sua vita a criticare artisti di sucXXXXX come i Radiohead: cara Lily invece di metterti a parlare di cose che non sai prova a cominciare a scrivere musica, ma musica vera, come quella dei Radiohead, non quelle quattro canzonette da patatine che starnazzavi in giro per il mondo, vomitando insulti per difendere un modello di economica morto e sepolto. Speriamo solo di non sentire più i tuoi discorsi deliranti.
  • pentolino scrive:
    Ma diciamocelo...
    La cara Lily fino a due/tre anni fa non ha mai scaricato qualche canzone dal p2p? Ma non ci crede nessuno, per favore... per cui fa bene a stare zitta!
  • Cafonauta scrive:
    La verità è la fuori
    Leggevo la stessa notizia sul Corriere:http://vitadigitale.corriere.it/2009/09/download_lily_allen_si_tira_in.htmlPraticamente ne danno un'altra versione totalmente diversa dipingendola come una vittima. Celli si è bevuto troppo chinotto e non gli andava di sbattersi a fare una ricerchina su goggle.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: La verità è la fuori
      Ma ancora a leggere il corriere state? Su su, non è serio come comportamento :-P
      • al pipirolo scrive:
        Re: La verità è la fuori
        Resta il fatto che chi scarica musica altrui senza averne il diritto è un parassita e va perseguito (non come è stato fatto con la signora americana, ovviamente).
        • Mr. X scrive:
          Re: La verità è la fuori
          - Scritto da: al pipirolo
          Resta il fatto che chi scarica musica altrui
          senza averne il diritto è un parassita e va
          perseguito (non come è stato fatto con la signora
          americana,
          ovviamente).Resta il fatto che chi vende dischi e musica digitale difettata da DRM, e che non permette alla gente di cercarsi i testi delle canzoni è un parassita e va perseguito
        • anomimo scrive:
          Re: La verità è la fuori
          Tanto per sapere, tu cosa gli faresti a 'sti parassiti, tanto per sapere, eh!
          • Gips scrive:
            Re: La verità è la fuori
            per quanto non sia d'accordo, io prevederei delle multe più congrue per ogni singolo faile trovato. Ora si parla di 500 euro a file mp3, un tantinello eccessivo...500 euro perchè? perchè si presuppone che 1 file scaricato= una vendita mancata = una diffusione del file verso altri utenti (perdite esponenziali!). ed è errato. profondamente.ti pizzicano a scaricare? bene, se non lo fai a scopo di lucro: 5 euro a files, e basta! una bella sanzione amministrativa pecuniaria.Ti pizzicano e lo stai facendo a scopo di lucro? allora bastonate pure...
          • yuri otani scrive:
            Re: La verità è la fuori
            noi non pagheremo mai!
          • Gips scrive:
            Re: La verità è la fuori
            Difatti mi esprimevo riguardo alle sanzioni..."quando è ormai troppo tardi per smettere"....ihihih :)
          • Lord Kap scrive:
            Re: La verità è la fuori
            - Scritto da: Gips
            multe più congrue per ogni singolo faile trovato.Faile trovato nell'hairde daiske? ;) -- Saluti, Kap
        • NO copyright scrive:
          Re: La verità è la fuori

          Resta il fatto che chi scarica musica altrui
          senza averne il diritto è un parassitaAllora tu sei un parassita ogni volta che usi la ruota o il fuoco o i numeri o le parole dato che non non paghi i diritti d'autore ai discendenti del primo che ha capito come utilizzarli (perché mai dovremmo mettere un limite alla durata del diritto d'autore e non renderlo retroattivo?).Il sapere della specie umana è basato sulla stratificazione della conoscenza che viene utilizzata dai posteri per generare nuovo sapere.Il diritto d'autore è CONTRO il progresso umano.[yt]NNpjv_zDCsM[/yt]P-)
  • Manzo scrive:
    M o N? Boh
    Non sapendo quale usare... "contemnpo"
Chiudi i commenti