IBM richiama mezzo milione di alimentatori

Big Blue è pronta e sostituire gratuitamente ai propri clienti gli alimentatori difettosi venduti alcuni anni fa insieme ad alcuni suoi popolari modelli di computer portatile


Armonk (USA) – Negli scorsi giorni IBM ha richiamato in fabbrica oltre mezzo milione di alimentatori che, in alcune circostanze, potrebbero surriscaldarsi con conseguente rischio d’incendio.

Gli alimentatori difettosi, fabbricati da Delta Electronics, sono stati venduti in tutto il mondo fra il gennaio del 1999 e l’agosto del 2000 insieme ai celebri PC portatili ThinkPad della serie i, s, 390 e 240.

La Consumer Product Safety Commission americana ha fatto sapere che, ad oggi, gli incidenti relativi all’uso dei componenti incriminati sono almeno sei: in tutti i casi, stando a quanto riportato da IBM, si sarebbero verificati solo lievi danni ad alcuni beni e nessun danno alle persone.

Gli utenti di ThinkPad possono verificare se il proprio alimentatore è fra quelli difettosi visitando questa pagina : in caso affermativo, IBM fornisce le istruzioni su come ottenere gratuitamente un nuovo alimentatore.

“In attesa che il componente venga sostituito, si raccomanda ai clienti di scollegare l’alimentatore dalla presa a muro quando questo viene lasciato incustodito”, avvisa IBM sul proprio sito.

Non sono infrequenti richiami di questo genere da parte dei grossi produttori: fra i casi più recenti quello di Apple, che poche settimane fa ha richiamato oltre 28.000 batterie potenzialmente pericolose.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rocha scrive:
    HTACCESS su APACHE/CGI-BIN
    Ciao a tutti...vorrei mettere l'autenticazione sotto tutte le pagine della dir cgi-bin .. ma nn funge col file scritto cosi':AuthUserFile /var/www/apache/htdocs/.htpasswd AuthGroupFile /dev/null AuthName "Directory Protetta"AuthType Basic require valid-user Lo stesso file metto sotto htdocs funziona benissimo..MA PERCHEEEEEEEEECiao Raffaele
  • Anonimo scrive:
    SenderID contro SPF
    Che dire se esiste gia' un modo per fermare lo spam che e' opensource ed e' nato prima di SenderID ed e' free, senza licenza??http://spf.pobox.com/Perche' poi far pagare una licenza su una cosa del genere????? mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: SenderID contro SPF
      Dove hai letto che c'e' una licenza da pagare? Io leggo l'esatto contrario.
      • Anonimo scrive:
        Re: SenderID contro SPF
        - Scritto da: Anonimo

        Dove hai letto che c'e' una licenza da
        pagare? Io leggo l'esatto contrario.si ora è gratis (roialty free), ma i brevetti ci sono.È la solita strategia microsoft e di più o meno la maggior parte del commercio in campo informatico: prima è tutto gratis e poi adagio adagio almeno una parte si trasforma a pagamento
        • matro scrive:
          Re: SenderID contro SPF
          - Scritto da: Anonimo
          è la solita strategia microsoft e di
          più o meno la maggior parte del
          commercio in campo informatico: prima
          è tutto gratis e poi adagio adagio
          almeno una parte si trasforma a pagamentoquali tecnologie microsoft libere da royalties sono poi diventate a pagamento?
      • Anonimo scrive:
        Re: SenderID contro SPF
        http://spf.pobox.com/services.htmlIn questa pagina leggo:SPF is an open standard.As a product of the best traditions of opensource development, SPF can be implemented and deployed entirely on your own, without having to sign any licenses or pay anyone anything.
      • Anonimo scrive:
        Re: SenderID contro SPF
        SenderID e' la stessa idea di SPF; questo pero' diventerà uno standard IETF, cosi' come il TCP o la e-mail.Intendevo che Microsoft si e' inventata lo stesso prodotto e ci vuole pure far soldi sopra! e' come pagare la licenza a TCP: sarebbe un'assurdità!
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    Si, siamo alle solite. Una azienda ha
    una

    idea, una soluzione ad un problema... ed

    ecco subito spuntare gli openciociari a
    dire

    che la licenza non va bene, il brevetto
    no

    va bene, che vogliono copiare a sbafo
    idee e

    soluzioni, ecc...

    la soluzione ad un problema? ma chi ha
    contribuito a generare questo problema?
    Buona parte dello spam è generato dai
    prodotti microsoft con tutti i
    virus/warm/... che si porta appresso.
    Quindi per risolvere un problema a cui ha
    contribuito notevolmente vuole impadronirsi
    della gestione di tutte le E-Mail della
    rete.

    Ma hai pensato a cosa faranno?
    prima di tutto rilasceranno la
    possibilità di avere un server di
    mail solo a chi riterranno affidabile in
    qualche modo (se tutti i server di posta
    possono crearsi un SENDER ID valido ...),
    poi chiederanno un pagamento un tot a mail.
    Risultato finale, non ci saranno più
    mail gratuite, non ci sarà più
    molta scelta su quale operatore sceglere per
    la propria mail.

    Senza contare che questa implementazine non
    potrà essere adottata dal software
    libero (che ora è il più usato
    per gestire le E-Mail) e che quindi le
    permetterà di espandere il suo
    mercato in un settore dove è carente.
    Per fati un esempio sarà come la
    Telecom per il telefono fisso: qualsiasi
    gestore scegli alla fine paghi sempre
    telecom che può fare il bello ed il
    cattivo tempo quando e quanto gli pare.e' esattamente cosi'! sottoscrivo! Del resto lo stesso Bill Gates ha affermato di recente che il futuro delle email e' a pagamento. Considerato che internet e' nata con la posta elettronica e che tuttora e' l'invenzione migliore, quella di Gates appare come un tentativo di monopolizzare un mercato immenso. Gli openciociari e non dovrebbero leggere il paragrafo dal titolo "A Prelude to Spam" all'indirizzo http://www.azillionmonkeys.com/windoze/analysis_windoze.html per capire come nasce lo spam
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: uomo

    L'idea puo' essere buona quanto vuoi e

    risolvere una marea di
    problemi....okay, ma

    fino a che e' proprietario non puo'
    essere

    definita STANDARD !!!



    Una cosa e' *veramente* Standard solo
    quando

    e' libera e a disposizione di tutti.



    Nessuno vieta a nessun altro di fare uso

    della tenologia di Microsoft.....ma
    quella

    tecnologia fino a che non e' libera non

    potra' definirsi Standard !!!

    e dell'MPEG-2 che mi dici?? ;)
    Lo sai perche MPEG-4 non è standard?
    Proprio perche non è proprietario
    cosi non porta guadagni e non se lo fila
    nessunoma sei ubriaco? non e' standard perche non e' proprietario e' la piu' grande cazzata che potevo leggere. Scusa ma ci sono ben altre ragioni dietro alla diversa affermazione di mp4 rispetto a mp2 tra cui un hardware piu potente per la decompressione, una minore qualita del segnale nonche' ragioni prettamente commerciali (ti sei mai chiesto perche i dvd "pieni" sono da 9gb e quelli vuoti che ti vendono sono da 4.7gb?). Non mi sembra il caso di andare oltre, la tua tesi e' banale
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo
    questi li ricevi perché navighi su
    siti porno e grazie ai grandi mezzi della
    microsoft loro sono in grado di carpire il
    tuo indirizzo E-Mail dai cookies:(:o:|:@RIPIGLIATI!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Buona parte dello spam è
    generato dai

    prodotti microsoft con tutti i

    virus/warm/... che si porta appresso.

    Quindi per risolvere un problema a cui
    ha

    contribuito notevolmente vuole
    impadronirsi

    della gestione di tutte le E-Mail della

    rete.



    è proprio impossibile ragionare con
    tipi come voi, oramai vi hanno fatto il
    lavaggio del cervellopaura della verità?
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo
    Buona parte dello spam è generato dai
    prodotti microsoft con tutti i
    virus/warm/... che si porta appresso.
    Quindi per risolvere un problema a cui ha
    contribuito notevolmente vuole impadronirsi
    della gestione di tutte le E-Mail della
    rete.
    è proprio impossibile ragionare con tipi come voi, oramai vi hanno fatto il lavaggio del cervello
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Lo spam è la spedizione di posta

    ripetitiva e secondo il mio giudizio
    anche i

    virus/worm di windows rientrano in tale

    definizione

    quindi io includo nello spam anche i
    virus

    ed i worm sparati dai prodotti
    microsoft in

    giro per la rete e questi si ricavano
    gli

    indirizzi dal tuo programma di posta
    outlook

    Tutti gli "allungati il pene" e "guadagna
    100000000 dollari in 10 minuti" adesso vengo
    da worm... si, va bene.questi li ricevi perché navighi su siti porno e grazie ai grandi mezzi della microsoft loro sono in grado di carpire il tuo indirizzo E-Mail dai cookiesSe leggi bene quello che avevo scritto ... non ho mai detto che sono solo quelli, ma che virus/warm/etc contribuiscono alla grande.Per quanto riguarda la notizia, in effetti non l'avevo letta tutta; avevo già letto le notizie di netcraft, apache e debian a riguardo
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo
    Lo spam è la spedizione di posta
    ripetitiva e secondo il mio giudizio anche i
    virus/worm di windows rientrano in tale
    definizione
    quindi io includo nello spam anche i virus
    ed i worm sparati dai prodotti microsoft in
    giro per la rete e questi si ricavano gli
    indirizzi dal tuo programma di posta outlookTutti gli "allungati il pene" e "guadagna 100000000 dollari in 10 minuti" adesso vengo da worm... si, va bene.
    visto che sei così informato potresti
    spiegarlo tu, di documentazione in merito ne
    ho trovata poco o nulla Facile: rileggere con attenzione la notizia, cliccare sul link nel testo che porta alla notizia precedente sull'argomento, leggere con attenzione anche quella notizia.
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo
    la soluzione ad un problema? ma chi ha
    contribuito a generare questo problema?
    Buona parte dello spam è generato dai
    prodotti microsoft con tutti i
    virus/warm/... che si porta appresso.Ma non diciamo idiozie. Gli spammer ricavano gli indirizzi dalla scansione di usenet, del web e da vari servizi gratuiti accondiscendenti. Piantiamola con le letture col paraocchi.
    Ma hai pensato a cosa faranno?
    prima di tutto rilasceranno la
    possibilità di avere un server di
    mail solo a chi riterranno affidabile in
    qualche modo (se tutti i server di posta
    possono crearsi un SENDER ID valido ...),
    poi chiederanno un pagamento un tot a mail.
    Risultato finale, non ci saranno più
    mail gratuite, non ci sarà più
    molta scelta su quale operatore sceglere per
    la propria mail.Complimenti! Hai proprio letto come funziona il meccanismo, prima di venir qui a sentenziare. Lasciamelo dire: non hai capito una cippa.
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      la soluzione ad un problema? ma chi ha

      contribuito a generare questo problema?

      Buona parte dello spam è
      generato dai

      prodotti microsoft con tutti i

      virus/warm/... che si porta appresso.

      Ma non diciamo idiozie. Gli spammer ricavano
      gli indirizzi dalla scansione di usenet, del
      web e da vari servizi gratuiti
      accondiscendenti. Piantiamola con le
      letture col paraocchi.Lo spam è la spedizione di posta ripetitiva e secondo il mio giudizio anche i virus/worm di windows rientrano in tale definizionequindi io includo nello spam anche i virus ed i worm sparati dai prodotti microsoft in giro per la rete e questi si ricavano gli indirizzi dal tuo programma di posta outlook


      Ma hai pensato a cosa faranno?

      prima di tutto rilasceranno la

      possibilità di avere un server di

      mail solo a chi riterranno affidabile in

      qualche modo (se tutti i server di posta

      possono crearsi un SENDER ID valido
      ...),

      poi chiederanno un pagamento un tot a
      mail.

      Risultato finale, non ci saranno
      più

      mail gratuite, non ci sarà
      più

      molta scelta su quale operatore
      sceglere per

      la propria mail.

      Complimenti! Hai proprio letto come funziona
      il meccanismo, prima di venir qui a
      sentenziare. Lasciamelo dire: non hai capito
      una cippa.visto che sei così informato potresti spiegarlo tu, di documentazione in merito ne ho trovata poco o nulla
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo
      Complimenti! Hai proprio letto come funziona
      il meccanismo, prima di venir qui a
      sentenziare. Lasciamelo dire: non hai capito
      una cippa.si il meccanismo cerca solo di eliminare alcune mail spedite dai worm che si intrufolano nel software microsoft grazie ai suoi bug, ma non è neanche in grado di fermarlo tutto.Mi sembra più una trovata soprattutto per cercare di guadagnare quote di mercato in tale settore dove è carente e imporsi con i brevetti sul SENDER ID
  • Anonimo scrive:
    Cosa c'entra apache?
    E' strano che nessuno lo abbia ancora chiesto, ma cosa c'entra apache con il mondo delle email?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa c'entra apache?
      - Scritto da: Anonimo
      E' strano che nessuno lo abbia ancora
      chiesto, ma cosa c'entra apache con il mondo
      delle email?Di sicuro centra molto di più Apache con "il mondo delle e-mail" che tu con il mondo reale...A questo punto mi chiedo: Cosa centra Pinocchio con il mondo delle favole??? :p
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa c'entra apache?
        certo che sei proprio arrogante!Questo dimostra che la gente che scrive qui non sa quello che dice...basta farsi un giro sulla homepage del progetto apache (www.apache.org) per scoprire qualcosa di importante:1) apache NON è solo il server web2) il gruppo apache ha numerosi progetti3) uno di questi progetti è spamassassin4) spamassassin è uno tra i maggiori software anti-spam in circolazione5) spamassassin funziona. Combatte efficacemente lo spam(dalla mia esperienza ho avuto 1 falso positivo, 3 falsi negativi su 20'000 email, di cui almeno 5'000 di spam). Non ha bisogno di ulteriori gingilli che possano limitare il mercato. e, a proposito del mondo delle favole, ... scopri quant'è profonda la tana del bianconiglio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa c'entra apache?
        hey, tra poco iniziano le scuole... hai fatto i compiti?attento che la prima elementare è difficile!!!!
      • chef scrive:
        Re: Cosa c'entra apache?
        beh dai, ha solo chiesto. era sufficiente rispondere e al limite chiedergli di informarsi un po' prima di fare domande sciocche.Tutti le abbiamo fatte.Bisogna essere un po' cortesi e ricordargli almeno la regola:
        :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa c'entra apache?
      ve bene, vuoi far sapere al mondo che ti stai uccidendo debrodini. e che ti devo dire... continua così! :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa c'entra apache?
      - Scritto da: Anonimo
      E' strano che nessuno lo abbia ancora
      chiesto, ma cosa c'entra apache con il mondo
      delle email?e' strano che nessuno l'abbia detto ma cosa centra microsoft con il mondo dell'email, e in special modo con quello dell'informatica.secondo una nuova specifica dell IEEE per sputare in faccia a microsoft , d'ora in poi devi avere un server win32 e farti rilasciare un'autorizzazione scritta da ms.certo certo.....
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    Domanda: Che te ne fai del mio IP? Cambia ad ogni collegameto. Oppure vuoi dimostrarci le tue qualità da wanna-be-cracker?
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo


      Domanda: Che te ne fai del mio IP? Cambia ad
      ogni collegameto. Oppure vuoi dimostrarci le
      tue qualità da wanna-be-cracker?ma non hai capito chi è il tale che ti ha risposto?eccolo: http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=734800
  • Anonimo scrive:
    Re: buono per una vita di catene
    MS ha concesso l'implementazione libera da royality.
    • Anonimo scrive:
      Re: buono per una vita di catene
      Ma per piacere ... libera da royalties non significa che ha proposto una soluzione rendendola di pubblico dominio (com'e` per l'open source in genere), ma semplicemente che rimane roba sua e non te la fa pagare.Per ora ... :@
      • Anonimo scrive:
        Re: buono per una vita di catene
        Tra opensource e pubblico dominio c'è un bel divario...diciamo che gli standard devono essere aperti e liberamente utilizzabili da tutti. Senza se e senza ma.ciao, teo
    • chef scrive:
      Re: buono per una vita di catene
      - Scritto da: Anonimo


      MS ha concesso l'implementazione libera da
      royality.si, ma :
    • Anonimo scrive:
      Re: buono per una vita di catene
      - Scritto da: Anonimo


      MS ha concesso l'implementazione libera da
      royality.Con una licenza che ne impedisce l'implementazione in software open source.
    • Anonimo scrive:
      Re: buono per una vita di catene
      - Scritto da: Anonimo


      MS ha concesso l'implementazione libera da
      royality.semmai royalties... cmq royalties = soldi, brevetto = catene.Leggi bene il subject la prox volta.Cmq lo fanno perche' sui server web non hanno una posizione dominante e con questo trucchetto speravano di fregare tutti, ma non basta avere mila e mila avvocati per far passare simili brevetti...oops bravate!
  • chef scrive:
    buono per una vita di catene
    Alla m$ hanno trovato una soluzione valida e vorrebbero che tutti la adottassero ? discutiamone.Peccato che vogliano offrire una soluzione coprendola di brevetti ... e che "offerta" e' ?Una volta adottata a livello mondiale e implementata nei vari software (opensource compresi) cosa accadrebbe se quei benefattori alla m$ decidessero di far valere i brevetti che coprono l'idea ?Inoltre, a quanto pare, apache e' coperto da una licenza incompatibile con quella che accompagna il Sender ID e per questo non e' implementabile neanche volendo, a meno di non cambiar licenza ad uno dei due ovviamente.Se veramente vogliono "regalare" una soluzione che sia adottata da tutti, potrebbero rilasciarla in modo aperto.
    . Nessuno gli chiede di farlo, ma se vogliono creare uno standard devono farlo in modo liberamente implementabile da tutti.Non si puo' pretendere di inventare una lingua, farla parlare ad una popolazione e poi avvertire che
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo
    Forse mpeg4 non e' standard ma che non porta
    guadagni a nessuno vallo a raccontare a
    tutte quelle aziende nel mondo che producono
    e vendono player DVD DivX da attaccare alla
    TV cosi' ti ridono in faccia per una bella
    mezzora.uno standard del mpeg4 esiste ed e' stato definito parecchio tempo fa, ma ad applicarlo originale si pagano le royalty, e quelle del mpeg4 sono cosi' salate che lo standard depositato e' gia' morto.potenza dei brevetti.........
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo
    Forse mpeg4 non e' standard ma che non porta
    guadagni a nessuno vallo a raccontare a
    tutte quelle aziende nel mondo che producono
    e vendono player DVD DivX da attaccare alla
    TV cosi' ti ridono in faccia per una bella
    mezzora.Io ne ho comprato uno. Andrei volentieri a toglierglielo, quel sorriso, a suon di botte del lettore in faccia.
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo

    In quanto a copiare... beh la MS avrebbe solo
    da lavarsi la coscienza con l'acido
    nitrico...

    ... o forse ha la coscienza pulita: Non
    l'hai mai usata !forse è ancora in busta chiusa dal sigillo con su scritto che aprire la busta equivale ad aver accettato le condizioni del contratto che si trova... dentro la busta :)KaysiX
  • Anonimo scrive:
    Re: meno male che c'è qualcuno vigile.
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo
    M$ ci prova, un brevetto qui, una licenzina
    closed li.... basta con ste politiche
    monopolistiche. nessuno vieta a M$ di
    implementare propri "sistemi proprietari"
    anti-spam ma gli standard della rete devono
    essere liberi e liberamente riproducibili.quoto e straquoto
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    Forse mpeg4 non e' standard ma che non porta guadagni a nessuno vallo a raccontare a tutte quelle aziende nel mondo che producono e vendono player DVD DivX da attaccare alla TV cosi' ti ridono in faccia per una bella mezzora.
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite


    e dell'MPEG-2 che mi dici?? ;)

    Lo sai perche MPEG-4 non è
    standard?mpeg 4 è standard iso, con tecnologie brevettate da thompson etc

    Proprio perche non è proprietario

    cosi non porta guadagni e non se lo fila

    nessunoerrato, uno standard ha senso qundo ci sono n prduttori che si mettono d'accordo su come fare qualcosa, quando c'è 1 produttore con il 95% del mercato gli standard non esisstono. ti ricordo che mpeg 4 è nato per la trasmnissioni di AV a bassa banda, non se lo fila nessuno perchè non ha ancora drm. vedrai che fra un po quando con varie playstation, xbox, lettori kiss con attacco di rete etc si potra aggnciare la scatola all adsl in modo semplie i produttori di film che noleggiiano fil via internet spunteranno come funfgi, e tutti usano tecnologie derivate da mpeg 4, che ti ricordo è uno standar del 99/2000
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    per che vuole intendere...Si parlava di standar proprietari no? Se vuoi ti cito migliaia di altri esempi analoghi.
    • Alessandrox scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo
      per che vuole intendere...
      Si parlava di standar proprietari no? Se
      vuoi ti cito migliaia di altri esempi
      analoghi.Tu hai affermato che una tale codifica NON e' standard e nessuno se la fila proprio perche' NON e' proprietaria...e io ti ripeto la domanda...'zzocentra? In generale ovviamente.
  • Alessandrox scrive:
    Re: siamo alle solite
    - Scritto da: Anonimo

    Nessuno vieta a nessun altro di fare uso

    della tenologia di Microsoft.....ma
    quella

    tecnologia fino a che non e' libera non

    potra' definirsi Standard !!!
    e dell'MPEG-2 che mi dici?? ;)
    Lo sai perche MPEG-4 non è standard?
    Proprio perche non è proprietario
    cosi non porta guadagni e non se lo fila
    nessuno'zzocentra?
  • Anonimo scrive:
    meno male che c'è qualcuno vigile.
    Per fortuna c'è qualcuno che vigila e che PARLA.
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite
    Si, siamo alle solite. Una azienda ha una idea, una soluzione ad un problema... ed ecco subito spuntare gli openciociari a dire che la licenza non va bene, il brevetto no va bene, che vogliono copiare a sbafo idee e soluzioni, ecc...
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo

      Si, siamo alle solite. Una azienda ha una
      idea, una soluzione ad un problema... edUno standard Internet che non è liberamente implementabile,che dire, veramente una bella soluzione al problema.
    • uomo scrive:
      Re: siamo alle solite
      L'idea puo' essere buona quanto vuoi e risolvere una marea di problemi....okay, ma fino a che e' proprietario non puo' essere definita STANDARD !!!Una cosa e' *veramente* Standard solo quando e' libera e a disposizione di tutti.Nessuno vieta a nessun altro di fare uso della tenologia di Microsoft.....ma quella tecnologia fino a che non e' libera non potra' definirsi Standard !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: siamo alle solite
        - Scritto da: uomo
        L'idea puo' essere buona quanto vuoi e
        risolvere una marea di problemi....okay, ma
        fino a che e' proprietario non puo' essere
        definita STANDARD !!!

        Una cosa e' *veramente* Standard solo quando
        e' libera e a disposizione di tutti.

        Nessuno vieta a nessun altro di fare uso
        della tenologia di Microsoft.....ma quella
        tecnologia fino a che non e' libera non
        potra' definirsi Standard !!!e dell'MPEG-2 che mi dici?? ;)Lo sai perche MPEG-4 non è standard? Proprio perche non è proprietario cosi non porta guadagni e non se lo fila nessuno
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo

      Si, siamo alle solite. Una azienda ha una
      idea, una soluzione ad un problema... ed
      ecco subito spuntare gli openciociari a dire
      che la licenza non va bene, il brevetto no
      va bene, che vogliono copiare a sbafo idee e
      soluzioni, ecc...MS può trovare tutte le soluzioni che vuole. Ma questo non vuol dire che debbano necessariamente adottate come standard. In quanto a copiare... beh la MS avrebbe solo da lavarsi la coscienza con l'acido nitrico...... o forse ha la coscienza pulita: Non l'hai mai usata !
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo

      Si, siamo alle solite. Una azienda ha una
      idea, una soluzione ad un problema... ed
      ecco subito spuntare gli openciociari a dire
      che la licenza non va bene, il brevetto no
      va bene, che vogliono copiare a sbafo idee e
      soluzioni, ecc...Si siamo alle solite: sarebbe proprio ora che P.I. pubblicasse in chiaro l'IP, e tutti i dati personali di quelli come te, la cui unica ambizione nella vita e' quella di raccogliere le saponette che scivolano per terra al potente di turno mentre fa la doccia.
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo

      Si, siamo alle solite. Una azienda ha una
      idea, una soluzione ad un problema... ed
      ecco subito spuntare gli openciociari a dire
      che la licenza non va bene, il brevetto no
      va bene, che vogliono copiare a sbafo idee e
      soluzioni, ecc...la soluzione ad un problema? ma chi ha contribuito a generare questo problema?Buona parte dello spam è generato dai prodotti microsoft con tutti i virus/warm/... che si porta appresso.Quindi per risolvere un problema a cui ha contribuito notevolmente vuole impadronirsi della gestione di tutte le E-Mail della rete.Ma hai pensato a cosa faranno?prima di tutto rilasceranno la possibilità di avere un server di mail solo a chi riterranno affidabile in qualche modo (se tutti i server di posta possono crearsi un SENDER ID valido ...), poi chiederanno un pagamento un tot a mail.Risultato finale, non ci saranno più mail gratuite, non ci sarà più molta scelta su quale operatore sceglere per la propria mail.Senza contare che questa implementazine non potrà essere adottata dal software libero (che ora è il più usato per gestire le E-Mail) e che quindi le permetterà di espandere il suo mercato in un settore dove è carente. Per fati un esempio sarà come la Telecom per il telefono fisso: qualsiasi gestore scegli alla fine paghi sempre telecom che può fare il bello ed il cattivo tempo quando e quanto gli pare.
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite
      - Scritto da: Anonimo

      Si, siamo alle solite. Una azienda ha una
      idea, una soluzione ad un problema... ed
      ecco subito spuntare gli openciociari a dire
      che la licenza non va bene, il brevetto no
      va bene, che vogliono copiare a sbafo idee e
      soluzioni, ecc...infatti BASTA CON QUESTA COSA che MS usa il SW scritto sotto licenza BERKLEY. BASTa che USANO a sbafo i servizi e ditte con LINUX solo perche' loro non sanno gestire un DNS.d'ora in poi usano il dns su WINDOWS e se fa' pieta' , sono cazzi loro.
  • Anonimo scrive:
    siamo alle solite
    M$ ci prova, un brevetto qui, una licenzina closed li.... basta con ste politiche monopolistiche. nessuno vieta a M$ di implementare propri "sistemi proprietari" anti-spam ma gli standard della rete devono essere liberi e liberamente riproducibili.
Chiudi i commenti