IBM varca l'era petaFLOPS

Big Blue presenta un più veloce mostro di calcolo, capace di raddoppiare le performance del suo predecessore e portare il supercomputing nel dominio dei petaFLOPS

Los Alamos (USA) – Si può ben definire il supercomputer dei primati quello appena installato da IBM presso il Los Alamos National Laboratory ( LANL ) statunitense. Roadrunner , questo il nome del nuovo monster di calcolo, è infatti il primo supercalcolatore a raggiungere il traguardo del petaFLOPS, ossia del milione di miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo, ed il primo ad impiegare un’architettura ibrida basata su processori Cell e Opteron.

Commissionato a Big Blue dal Ministero per l’Energia statunitense (DoE) nel 2006, Roadrunner è stato ufficialmente attivato negli scorsi giorni. La sua esatta potenza di calcolo è di 1026 teraFLOPS , più del doppio rispetto a quella attualmente fornita dal supercomputer più veloce al mondo: il Blue Gene/L da 478 teraFLOPS installato presso il Lawrence Livermore National Laboratory , in California.

Per rendere l’idea di quanto sia veloce Roadrunner, IBM ha spiegato che un petaFLOPS equivale all’incirca alla stessa potenza di calcolo generata da 100mila PC portatili di fascia alta: messi uno sopra all’altro, questi notebook formerebbero una pila alta quasi due chilometri e mezzo.

Roadrunner si distingue dalla famiglia di sistemi Blue Gene per l’adozione di un’ architettura ibrida , formata in parte da unità di calcolo vettoriali e in parte da CPU scalari. In particolare, Roadrunner utilizza 13mila processori Cell e un numero dimezzato di Opteron , suddivisi in 3250 nodi di calcolo.

Il Cell utilizzato da IBM sul nuovo supercomputer si basa sulla stessa architettura di quello contenuto nella PlayStation 3 di Sony , ma beneficia di alcune migliorie che lo rendono più veloce nei calcoli matematici a doppia precisione e gli consentono di indirizzare una maggiore quantità di memoria. Il sistema operativo utilizzato dal sistema, basato sul kernel di Linux , è in grado di orchestrare il funzionamento dei due tipi di processore in base alla tipologia dei calcoli eseguiti.

Costato 133 milioni di dollari , Roadrunner verrà impiegato per risolvere una grande varietà di problemi militari, scientifici e astronomici, dalla corretta conservazione delle armi atomiche allo studio dei cambiamenti climatici, dalla simulazione dell’esplosione di una supernova all’analisi del genoma umano.

Difficilmente Roadrunner comparirà nel prossimo aggiornamento della classifica stilata da Top500.org : la pubblicazione dell’edizione aggiornata avverrà infatti a fine mese, e potrebbe non esserci abbastanza tempo per testare e certificare le performance del sistema. Pare inoltre che ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che Roadrunner entri e pieno regime ed eroghi la sua massima potenza di calcolo.

Roadrunner non rimpiazzerà Blue Gene : lo scorso anno IBM ha infatti presentato una nuova incarnazione del suo celebre supercomputer, Blue Gene/P , capace di operare in modo continuato a 1 petaFLOPS e di raggiungere velocità di picco tre volte maggiori. Ad oggi, tuttavia, questo bolide non è ancora mai stato assemblato nella configurazione di massima potenza: ciò spiega perché il predecessore, Blue Gene/L, conservi la testa della classifica Top500. Il gigante di Armonk sta inoltre lavorando a Blue Gene/Q , che nella prima metà del prossimo decennio dovrebbe spingere le performance di questa famiglia di supercomputer a 10 petaFLOPS.

Un approfondimento su Roadrunner è stato pubblicato qui da LANL, mentre una sintesi delle caratteristiche tecniche viene fornito in questo comunicato .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • risiko scrive:
    c'è bisogno di filtri
    Il modello di wikipedia è il più veloce per l'accumulazione del sapere, servono però dei filtri che lo stesso sistema in sé non sa ovviamente trovare perché l'eccessiva dispersione delle informazioni crea un coacervo di pagine sui più disparati argomenti (spesso ridicoli), ed espressi in maniere del tutto parziale e poco seria
  • freejob scrive:
    lavoro gratis e diritti per loro :)
    in pratica loro non rilasciano i contenuti ma accettano magnanimamente il lavoro gratis.magnanimi assai, grazie, grazie grazie!!
  • Nilok scrive:
    Conquistare un Pianeta
    Augh,è da molto tempo che è finita l'Era Coloniale, ma questo non significa che non esistano Nazioni nel Mondo che aspirino a conquistarlo.Siccome non è più possibile la conquista militare, l'unica possibile "conquista" è quella culturale.Se l'Enciclopedia Britannica ha un così alto livello qualitativo...ci sarà un motivo!http://it.youtube.com/watch?v=nT-2k6aMk-Qwikkywikky è prossima alla fine...l'avevo predettoNilok
    • John Phantom scrive:
      Re: Conquistare un Pianeta
      Sono indeciso tra il vaneggiamento (buona fede) e la trollata (intenzionale)... perché non sta in piedi quello che hai scritto, come lo giri giri..
    • XENU scrive:
      Re: Conquistare un Pianeta
      - Scritto da: Nilok
      Augh,
      wikkywikky è prossima alla fine...

      l'avevo predetto

      Nilokme lo segno: 10 GIUGNO 2008ci risentiamo nel 2018 e io RIDERO' FORTISSIMO
  • antonio scrive:
    Nupedia
    Faranno la fine di Nupedia:http://en.wikipedia.org/wiki/Nupedia
  • Ramtaturis scrive:
    Errori sulla Britannica
    Quando prendo in mano un'enciclopedia per la prima volta, la prima cosa che vado a cercare sono le informazioni sulla mia città, Lucca.Con mio stupore, alla voce "Repubblica di Lucca" ho trovato questo articolo:http://www.britannica.com/eb/article-9049233/Republic-of-Luccacioè una storia completamente diversa da quella che i lucchesi hanno sempre saputo, e che è descritta molto meglio qui (anche se in modo incompleto)http://it.wikipedia.org/wiki/Repubblica_di_LuccaIn pratica, le scelte editoriali della britannica non evitano madornali errori come questo.Nota storica: Napoleone non creò la Repubblica di Lucca, ma la fece finire, trasformando la città-stato in un Principato, la cui principessa era sua sorella Elisa. Il periodo di 4 anni indicato fu solo un periodo di transizione tra le 2 forme di governo, in cui Lucca era sì ancora una repubblica, ma priva di una vera e propria autonomia. La Repubblica di Lucca propriamente detta dura circa 500 anni, non 4.
  • mik.fp scrive:
    Buffoni
    Non vendono più un libro... non hanno quindi più i soldi per alimentare il vecchio modello editoriale... e allora ricorrono alla rete. Mi chiedo per quale motivo io dovrei contribuire al loro business senza essere pagato... un conto e' un'attività collaborativa; e quella c'e' già e si chiama Wikipedia... un conto e' sfruttare la gente perchè non si e' più concorrenziali...p.s.: comunque il controllo editoriale di una elite intellettuale, se unito alla rapidità di un'opera collettiva come Wikipedia, può dare in effetti qualcosa in piu'... peccato che non sia questo il caso.
    • axo scrive:
      Re: Buffoni
      Wikipedia è autorevole solo per quel pirla di Beppe Grillo.E per chi lo segue.
    • MegaLOL scrive:
      Re: Buffoni
      - Scritto da: mik.fp
      un conto e'
      un'attività collaborativa; e quella c'e' già e si
      chiama Wikipedia...Wikipedia è un pozzo di letame. A chi la scrive andrebbero tagliate le mani, a chi la consulta andrebbero cavati gli occhi.
  • bubba scrive:
    che lagne
    qua c'e' sempre troppa gente che si lagna di wikipedia (salvo poi usarla). E non e' autorevole come la Britannica, e ci sono solo nerd brufolosi , e admin dittatori.. eccheppalle :PpPwikipedia non e' solo una grande idea, ma ha una massa critica che la rende anche un'ottima fonte di informazioni. Non e' la britannica perchè ha intenti e forme diverse. Personalmente quello che cerco (e che scrivo) su it.wiki ,non finira' mai (se non per 10 righe insulse forse) su una enciclopedia 'canonica' stile Britannica. Argomenti relativi all'hitech e ai comics non sono molto ben visti e trattati nelle 'classiche' enciclopedie.. qui si. La qualita' dell'informazione ovviamente varia giorno per giorno e dipende da chi ci scrive e quanto vi ci si dedica. Se un lemma, una voce risulta inadeguata si puo sempre dotarsi di voglia e migliorarla invece di frignare :P)Chiudo con un paio di faq ...http://it.wikipedia.org/wiki/Aiuto:Risposte_alle_obiezioni_comuni http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Attendibilit%C3%A0_dei_testi
    • spectator scrive:
      Re: che lagne
      - Scritto da: bubba
      qua c'e' sempre troppa gente che si lagna di
      wikipedia (salvo poi usarla). E non e' autorevole
      come la Britannica, e ci sono solo nerd brufolosi
      , e admin dittatori.. eccheppalle
      :PpP

      wikipedia non e' solo una grande idea, ma ha una
      massa critica che la rende anche un'ottima fonte
      di informazioni. Non e' la britannica perchè ha
      intenti e forme diverse. Personalmente quello che
      cerco (e che scrivo) su it.wiki ,non finira' mai
      (se non per 10 righe insulse forse) su una
      enciclopedia 'canonica' stile Britannica.
      Argomenti relativi all'hitech e ai comics non
      sono molto ben visti e trattati nelle 'classiche'
      enciclopedie.. qui si. La qualita'
      dell'informazione ovviamente varia giorno per
      giorno e dipende da chi ci scrive e quanto vi ci
      si dedica. Se un lemma, una voce risulta
      inadeguata si puo sempre dotarsi di voglia e
      migliorarla invece di frignare
      :P)

      Chiudo con un paio di faq ...
      http://it.wikipedia.org/wiki/Aiuto:Risposte_alle_o
      http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Attendibiliscommettiamo che invece io ti predico che wikipedia morira' la?vogliamo scommetterepregate che la britannica non faccia un lavoro eccellentesenno potete tirare giu' le saracinesce
      • Bastard scrive:
        Re: che lagne
        - Scritto da: spectator
        scommettiamo che invece io ti predico che
        wikipedia morira'
        la?
        vogliamo scommettere
        pregate che la britannica non faccia un lavoro
        eccellente
        senno potete tirare giu' le saracinesceLo dici come se fosse una Brutta Cosa.Invece la morte di Wikipedia è auspicabile. Così come la distruzione dei suoi server, il pestaggio a morte dei suoi editors e l'annegamento degli admins nel letame.
  • Spectator scrive:
    brava britannica ancora una volta!
    Ma ha perfettamente ragioneMa che puo' come in wikipedia un ragazzino brufoloso che non si ricorda nemmeno le tabelline cancellare magari la correzione di un professore di matematica universitario solo perche' non e' referenziato?Ma che il professore di matematica gli deve mandare tutti gli issues dove tale cosa e' referenziata?Andiamo su non si e' mai visto che un ragazzino brufoloso si metta a cancellare commenti di qualcuno che ne sa piu' di luiviva la britannica, bookmarkato per qualsiasi futura ricerca.
  • Parolaro scrive:
    democratico != autorevole
    leggendo diversi articoli di PI sembra quasi che il modello democratico proposto da wikipedia sia la soluzione a tutti i mali, quando questo non è vero. non mi risulta ad esempio che la verità di una proposizione si legata ad una maggioranza democratica.non mi risulta nemmeno che il metodo di peer review utilizzato nelle pubblicazioni scientifiche sia democratico secondo il modello wikipedia, eppure allo stato attuale è uno dei più autorevoli possibili. in base a quello che leggo, quanto proposto dalla britannica a quest'ultimo modello che non a quello wikipediano, non vedo quindi il motivo di proporre come negativo (lo si evince dal titolo) quest'ultimo. anzi, ben venga un sistema che differisce da quello wikipediano, altrimenti si avrebbe avuto solo una bruta copia di quest'ultima
Chiudi i commenti