ICQ vede AIM. E luce fu

AOL ha rilasciato il primo client di ICQ capace di dialogare con la rete di AIM e registrare gli utenti di quest'ultima. Abbattuto un altro mattone del muro che divide i due servizi di IM
AOL ha rilasciato il primo client di ICQ capace di dialogare con la rete di AIM e registrare gli utenti di quest'ultima. Abbattuto un altro mattone del muro che divide i due servizi di IM


Roma – Porre fine ad una storica e per molti versi incomprensibile divisione tra i suoi due prodotti di punta nell’instant messaging, AIM e ICQ. Questo sta spingendo America Online a muoversi rapidamente sulla via dell’integrazione, seguendo una strategia tracciata l’anno scorso con il rilascio di una versione di AIM in grado di inviare messaggi agli utenti di ICQ.

Ora America Online ha annunciato la disponibilità di una versione del client di ICQ capace di comunicare con la rete di AIM e archiviare nella rubrica i contatti degli utenti appartenenti a quest’ultimo network.

ICQ Lite Alpha Build 1211 è il primo client del popolare network di instant messaging ad offrire l’interoperabilità con la rete di AIM, una caratteristica che AOL promette di portare presto anche alle altre versioni del proprio client, quali ICQ Pro e ICQ for Mac.

L’unione fra i due celebri network di IM sembra per AOL una via obbligata per rafforzare la propria posizione e contrastare la temibile crescita di MSN Messenger, un servizio che, in seguito ad un recente accordo stipulato fra AOL e Microsoft, sarà presto in grado di “parlare” con AIM/ICQ.

AIM, con i suoi quasi 200 milioni di utenti registrati, è diffuso maggiormente negli USA, mentre ICQ, con i suoi circa 150 milioni di utenti registrati, ha un bacino di utenza molto più internazionale, con una grossa base in Europa. AOL acquisì Mirabilis, l’originaria creatrice di ICQ, nel 1998: da allora il colosso americano ha sviluppato versioni della propria tecnologia di IM adatte al mondo aziendale.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 06 2003
Link copiato negli appunti