ICT italiano sempre più indietro

Cresce troppo poco rispetto alla media europea e a quella mondiale, si allarga il gap con i paesi europei ed asiatici. L'informatica scende. Italia in ritardo secondo gli ultimi dati Assinform


Roma – C’è un timido segnale di ripresa nell’Information and Communication Technology italiana ma è una ripresa troppo debole rispetto alla crescita media europea e mondiale. Ad affermarlo è Assinform : l’Associazione dei produttori ha infatti anticipato come di consueto i dati del suo Rapporto annuale, dati tutt’altro che rassicuranti.

Secondo Assinform, nel 2004 il mercato aggregato dell’informatica e delle telecomunicazioni ha espresso in Italia un volume d’affari pari a 61.180 milioni di Euro, con un incremento dell’1,5% rispetto al 2003, contro il 5,9% rilevato a livello mondiale e contro il 3,4% a livello europeo. La situazione dell’informatica presa a sé è ancora più pesante: – 0,4% contro una media europea di + 2,4%.

“Il gap – spiega Assinform – impatta sulla competitività del sistema paese e sollecita azioni urgenti per ridare slancio al mercato e ridare fiato alla nostra economia”. L’attuale situazione, definita di “sostanziale ristagno”, produce ulteriori ritardi negli investimenti che tolgono evidentemente efficienza al cosiddetto “sistema paese”.

“Non si può accontentarsi del fatto che il settore mostra qualche cenno di miglioramento, quando gli investimenti ICT dei paesi con cui competiamo crescono a tassi almeno doppi o tripli rispetto ai nostri – ha dichiarato il presidente di Assinform Pierfilippo Roggero – Siamo rimasti quasi i soli, anche in Europa, ad avere un mercato ICT che cresce poco e senza privilegiare le componenti di investimento più significative”.

Assinform, che a breve avanzerà proposte per rispondere alla situazione, ha basato le sue analisi sulle rilevazioni che per proprio conto ha compiuto NetConsulting . Secondo l’amministratore delegato di quest’ultima, Giancarlo Capitani, “nel 2004 il mercato italiano dell’ICT si è mosso con lentezza e affanno, all’insegna dell’attesa e dell’incertezza. I segnali positivi non sono mancati nelle telecomunicazioni, con la forte crescita dei servizi a banda larga e una dinamica meno difficile negli apparati. Ma nell’informatica si può solo parlare di conferma di una crisi iniziata nel 2002 e che ha visto protagoniste proprio le piccole imprese”.

Il dettaglio dell’andamento dei singoli settori dell’ICT, dall’informatica alle telecomunicazioni, e i commenti relativi sono disponibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • jokanaan scrive:
    ma la DELL
    non lo fa mica di già, alla luce del sole?
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la DELL
      - Scritto da: jokanaan
      non lo fa mica di già, alla luce del sole?Forse in USA, UK, F e Irlanda, da noi fa la FINTA convenienza.
  • Anonimo scrive:
    AMD ed INTEL???
    Prima, cioè 5 anni fa meglio Intel oggi AMD favolosa, ho un athlon xp da 2 anni e va una meraviglia. Comunque nn capisco perchè uno debba comprare pc con marchio, quando sanno tutti che di marca c'è solo il marchio, meglio scegliere i ccomponenti da soli o magari facendosi aiutare da un amico esperto si risparmia tanto anche il 40-50% e ci metti quello che vuoi tu. Posso capire per i portatili che è molto più complesso assemblarli ma per i desktop è una fesseria, magari potete chiedere di farvelo assemblare e configurare da un vostro amico esperto e poi gli date qualcosina, risparmierete comunque sempre tantissimo.Alla fin dei conti quindi per ora meglio AMD, ma chissà per il futuro nn possiamo saperlo, Intel potrebbe investire di più e meglio in ricerca e magari riuscire a battere nuovamente AMD sulla qualità e sulle tecnologie, nn con gli accordi commerciali sotto banco
    • Anonimo scrive:
      Re: AMD ed INTEL???
      La differenza tra assemblarselo e comprare un computer di marca è che i componenti del computer di marca sono stati testati per lavorare assieme: non sempre comprando i migliori componenti singolarmente si riesce a montare la migliore macchina: sembra incredibile ma capita che si verifichino dei problemi di incompatibilità tra schede madri e periferiche di espansione (un esempio su tutti, ma questo è fin troppo facile da sgamare, provate a mettere una scheda video ATI su una scheda madre che utilizza i chiset di NVidia e vedrete).L'espero insomma non ti serve solo per montare i pezzi, ma anche per sceglierli!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: AMD ed INTEL???
        veramente a me nei seguenti casi ha sempre funzionato il connubio nvidia-ati, e senza problemi, forse ho avuto fortuna, bhooAsus A7N8-e (nforce2) con Ati 8500Shuttle sn41 (nforce2) con Ati 8500Shuttle sn85g4 (nforce3) con ati9600xt
        • Anonimo scrive:
          Re: AMD ed INTEL???
          - Scritto da: Anonimo
          veramente a me nei seguenti casi ha sempre
          funzionato il connubio nvidia-ati, e senza
          problemi, forse ho avuto fortuna, bhoo

          Asus A7N8-e (nforce2) con Ati 8500
          Shuttle sn41 (nforce2) con Ati 8500
          Shuttle sn85g4 (nforce3) con ati9600xtidemA7N8X-X (nforce2) con ATI9200A7N8X Deluxe (nforce2) con ATI9700Pro e ATI9800Proho avuto solo problemi con una sapphire 9100 che non e' nemmeno rimasta molto sul mercato.
          • Anonimo scrive:
            Re: AMD ed INTEL???
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            veramente a me nei seguenti casi ha sempre

            funzionato il connubio nvidia-ati, e senza

            problemi, forse ho avuto fortuna, bhoo



            Asus A7N8-e (nforce2) con Ati 8500

            Shuttle sn41 (nforce2) con Ati 8500

            Shuttle sn85g4 (nforce3) con ati9600xt

            idem
            A7N8X-X (nforce2) con ATI9200
            A7N8X Deluxe (nforce2) con ATI9700Pro e ATI9800Pro

            ho avuto solo problemi con una sapphire 9100 che
            non e' nemmeno rimasta molto sul mercato.Io ho un Nforce 4 con radeon 9800pro e NESSUN problema, scheggia di brutto :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: AMD ed INTEL???
        LOL... ho usato 2 mobo nForce 2 con 2 tipi di schede video ATi (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ma tanto..
    Comprerò sempre AMD !
  • Giambo scrive:
    LucaS ...
    Troppo bella la scritta :-D !Ancora complimenti, senza di te PI non sarebbe la stessa cosa :) ...
  • Anonimo scrive:
    Quale novità
    La Microsoft l'ha fatto per 20 anni e non le è successo mai niente. E' impossibile comprare qualsiasi computer di marca senza il sistema operativo Microsoft. Non solo, ma è impossibile comprare qualsiasi computer venduto in catene di vendita nazionali o internazionali (CDC per esempio...?), ovvero assemblati spacciati per prodotti di marca, senza il sistema operativo della Microsoft. Il fatto che non si trovino eccezioni è quanto meno sospetta...Nel caso dei processori, non esiste venditore che non ti permetta di scegliere quale processore vuoi, o meglio, di quale architettura di riferimento uno vuole scegliere. Questo vale anche in: cellulari, PDA, notebook, etc. Quindi il problema dal mio punto di vista di consumatore, non esiste.Se la INTEL ha sbagliato è giusto che paghi, ma considerando che nel caso della Microsoft (vorrei far notare che la cosa è molto più grave in questo caso, perché il software è l'anima di qualsiasi computer...!) non si è fatto, né voluto fare niente, penso che ci sia un tentativo un po' tendenzioso di fare concorrenza attraverso i tribunali.Mah, vedremo.
    • Banus scrive:
      Re: Quale novità
      - Scritto da: Anonimo
      ma
      considerando che nel caso della Microsoft (vorrei
      far notare che la cosa è molto più grave in
      questo caso, perché il software è l'anima di
      qualsiasi computer...!) non si è fatto, né voluto
      fare niente, Sicuro?Mi ricordo un paio di processi per abuso di posizione dominante, negli USA.Comunque AMD non ha fatto niente, ha solo preso la palla al balzo. E' l'antitrust del Giappone a sollevare la questione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quale novità
      - Scritto da: Anonimo
      La Microsoft l'ha fatto per 20 anni e non le è
      successo mai niente. E' impossibile comprare
      qualsiasi computer di marca senza il sistema
      operativo Microsoft. Non solo, ma è impossibile
      comprare qualsiasi computer venduto in catene di
      vendita nazionali o internazionali (CDC per
      esempio...?), ovvero assemblati spacciati per
      prodotti di marca, senza il sistema operativo
      della Microsoft. Il fatto che non si trovino
      eccezioni è quanto meno sospetta...Non ne sono sicuro, ma mi pare che ci siano anche quelli che ti vendono il PC con Linux preinstallato, se vuoi (per esempio IBM). Il fatto che poi nessuno li compri perché si vuole il PC con il Windows per oltre il 90% dei casi non è che aiuti molto. Dell ci aveva provato ma aveva desistito perché gli costava troppo e non gli dava vantaggi misurabili. Credo che non sia una bella realtà per alcuni, ma il mercato vuole Windows preinstallato.
      Nel caso dei processori, non esiste venditore che
      non ti permetta di scegliere quale processore
      vuoi, o meglio, di quale architettura di
      riferimento uno vuole scegliere. Questo vale
      anche in: cellulari, PDA, notebook, etc.E ci mancherebbe che dovessi installarmi il SO pure su un telefono o un PDA! Quindi
      il problema dal mio punto di vista di
      consumatore, non esiste.E invece il problema sta proprio lì. Il consumatore, come lo chiami tu, è per il 90% uno che vuole l'oggetto che comra da accendere e usare. Non vuole prendersi la rogna di installarci su il SO, che sia Windows, Linux, FreeBSD, Symbian, PalmOS, Windows Mobile o qualunque altra cosa ti venga in mente.
      Se la INTEL ha sbagliato è giusto che paghi, ma
      considerando che nel caso della Microsoft (vorrei
      far notare che la cosa è molto più grave in
      questo caso, perché il software è l'anima di
      qualsiasi computer...!)Andiamo! Non esisterebbe software senza hardware. La tua è una forzatura per dire che, di qualunque cosa si parli, MS è sempre la peggiore ed ha sempre torto. Comunque. non si è fatto, né voluto
      fare niente, penso che ci sia un tentativo un po'
      tendenzioso di fare concorrenza attraverso i
      tribunali.Bè, la lobby anti-MS ha fatto un po' di adepti. C'era da aspettarselo. Magari tra un po' toccherà a Nokia.
      Mah, vedremo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quale novità
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        La Microsoft l'ha fatto per 20 anni e non le è

        successo mai niente. E' impossibile comprare

        qualsiasi computer di marca senza il sistema

        operativo Microsoft. Non solo, ma è impossibile

        comprare qualsiasi computer venduto in catene di

        vendita nazionali o internazionali (CDC per

        esempio...?), ovvero assemblati spacciati per

        prodotti di marca, senza il sistema operativo

        della Microsoft. Il fatto che non si trovino

        eccezioni è quanto meno sospetta...

        Non ne sono sicuro, ma mi pare che ci siano anche
        quelli che ti vendono il PC con Linux
        preinstallato, se vuoi (per esempio IBM). Il
        fatto che poi nessuno li compri perché si vuole
        il PC con il Windows per oltre il 90% dei casi
        non è che aiuti molto. Dell ci aveva provato ma
        aveva desistito perché gli costava troppo e non
        gli dava vantaggi misurabili. Credo che non sia
        una bella realtà per alcuni, ma il mercato vuole
        Windows preinstallato.
        Sappiamo benissimo chi in realtà sia il 'mercato', comincia con M.E' sempre la medesima storia: la gente comune, che di informatica capisce pochino, prende quello che trova e magari non sa nemmeno che esista Linux.Se gli vendessero un PC con Linux preinstallato, userebbe quello.
        E invece il problema sta proprio lì. Il
        consumatore, come lo chiami tu, è per il 90% uno
        che vuole l'oggetto che comra da accendere e
        usare. Non vuole prendersi la rogna di
        installarci su il SO, che sia Windows, Linux,
        FreeBSD, Symbian, PalmOS, Windows Mobile o
        qualunque altra cosa ti venga in mente.
        Bravo, vedi che confermi la mia teoria.Il problema è proprio quello: c'è qualcuno talmente convincente da fare in modo che tutti i PC arrivino sul mercato con Windows preinstallato.

        Se la INTEL ha sbagliato è giusto che paghi, ma

        considerando che nel caso della Microsoft
        (vorrei

        far notare che la cosa è molto più grave in

        questo caso, perché il software è l'anima di

        qualsiasi computer...!)

        Andiamo! Non esisterebbe software senza hardware.
        La tua è una forzatura per dire che, di qualunque
        cosa si parli, MS è sempre la peggiore ed ha
        sempre torto.Beh, sono i fatti a dimostrarlo.Sai in quante cause è stata riconosciuta colpevole di comportamenti scorretti (diciamo così)?Tanto se l'è cavata sempre pagando, visto che i soldi non le mancano.
        Comunque.
        non si è fatto, né voluto

        fare niente, penso che ci sia un tentativo un
        po'

        tendenzioso di fare concorrenza attraverso i

        tribunali.

        Bè, la lobby anti-MS ha fatto un po' di adepti.
        C'era da aspettarselo. Magari tra un po' toccherà
        a Nokia.


        Mah, vedremo.Ma tu sei favorevole ai monopoli? Sei convinto che siano un bene per la gente?Forse lavori per questi monopoli.
  • Anonimo scrive:
    Non crederò mai
    che i soldi si fanno onestamente, almeno Intel fa concorrenza.Allora, che dire di quei costruttori hardware che facilmente spariscono lasciando l'utente nella cacca dopo che questo ha acquistato un loro prodotto?
  • matcion scrive:
    Niente di strano
    "Intel ha tentato di colpire i suoi concorrenti offrendo ai costruttori di PC solidi sconti per spingerli a preferire i suoi prodotti a quelli dei competitor"Da quando non si possono più fare sconti? "un'azienda con una posizione di mercato dominante ha schiacciato i propri rivali stringendo con i cinque maggiori costruttori di PC (Toshiba, Hitachi, NEC, Sony e Fujitsu, ndr.) accordi condizionati al non-uso dei processori delle rivali"Si chiamano contratti di esclusiva. Io ti faccio lo sconto se tu usi i miei prodotti più di prima. Non credo che l'abbia imposto a nessuno di ditte di quel calibro, certe imposizioni si fanno solo a piccoli produttori. Con questi avranno fatto accordi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Niente di strano
      - Scritto da: matcion
      "Intel ha tentato di colpire i suoi concorrenti
      offrendo ai costruttori di PC solidi sconti per
      spingerli a preferire i suoi prodotti a quelli
      dei competitor"

      Da quando non si possono più fare sconti? Sconti si possono fare.Quello che non si può fare è quello che si chiama "DUMPING".Informati prima di sparare cazzate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di strano
        - Scritto da: Anonimo
        Informati prima di sparare cazzate.Quale eleganza !!! Che stile !!!
      • matcion scrive:
        Re: Niente di strano


        Sconti si possono fare.
        Quello che non si può fare è quello che si chiama
        "DUMPING".
        Intel riceve aiuti di stato per vendere in giappone sotto costo?Sei proprio sicuro?
      • AnyFile scrive:
        Re: Niente di strano
        - Scritto da: Anonimo
        Sconti si possono fare.
        Quello che non si può fare è quello che si chiama
        "DUMPING".E cosa e' il dumping?
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di strano
        ahhahahahha ma va a cagher!
    • TheGynius scrive:
      Re: Niente di strano
      Sono un felicissimo utilizzatore di processori AMD da anni e ne sono un fervente sostenitore, nondimeno mi trovo d'accordo con matcion sulla questione.http://web.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=25020Questo è un link sul dumping, non conoscevo la problematica ma da quanto leggo non trovo nessun legame all'affaire INTEL.E sono d'accordo che con i casini di società ben più subdole si esorti l'antitrust a spostare la propria attenzione su ben più pericolose azioni di mercato che danneggiano gli utenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di strano
        - Scritto da: TheGynius
        Sono un felicissimo utilizzatore di processori
        AMD da anni e ne sono un fervente sostenitore,
        nondimeno mi trovo d'accordo con matcion sulla
        questione.

        http://web.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=2502
        Questo è un link sul dumping, non conoscevo la
        problematica ma da quanto leggo non trovo nessun
        legame all'affaire INTEL.

        E sono d'accordo che con i casini di società ben
        più subdole si esorti l'antitrust a spostare la
        propria attenzione su ben più pericolose azioni
        di mercato che danneggiano gli utenti.Quella è una definizione restrittiva di dumpinghttp://en.wikipedia.org/wiki/DumpingIl dumping può essere effettuato senza incentivi statali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Niente di strano
        - Scritto da: TheGynius
        http://web.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=2502
        Questo è un link sul dumping, non conoscevo la
        problematica ma da quanto leggo non trovo nessun
        legame all'affaire INTEL.Be' quella definizione non e' il massimo: la presenza o meno di sussidi non e' importante.Prova questa:http://www.economist.com/research/Economics/alphabetic.cfm?TERM=DUMPING#DUMPINGForse qualche tenue legame inizi a scorgerlo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Niente di strano
          "Selling something for less than the cost of producing it. This may be used by a DOMINANT FIRM to attack rivals, a strategy known to ANTITRUST authorities as PREDATORY PRICING".Scusami tanto eh, ma se Intel vende i suoi prodotti sottocosto, cosa fa AMD che vende a prezzi dimezzati rispetto ad Intel? Forse schiavizza i dipendenti?http://www.tomshw.it/news.php?newsid=3407(perchè PI non parla anche di questo?)Un consiglio per i felici possessori di portaceneri AMD: munitevi di rosario portentoso e pregate.
          • Anonimo scrive:
            Re: Niente di strano
            - Scritto da: Anonimo
            Scusami tanto eh, ma se Intel vende i suoi
            prodotti sottocosto, cosa fa AMD che vende a
            prezzi dimezzati rispetto ad Intel? Forse
            schiavizza i dipendenti?Se non capisci di che si sta parlando, perche' rispondi?I prezzi che Intel fa ai tipi svegli come te non sono quelli che fa ai grandi distributori.
          • TheGynius scrive:
            Re: Niente di strano
            Ho più chiaro cosa sia il dumping ma continuo a pensare che è una pratica "al limite" della legalità e che comunque non danneggia gli utenti.E' concorrenza sleale, ma è pur sempre concorrenza. Secondo me il problema maggiore è che dietro questi sconti estremi ci sta del lavoro minorile o peggio.Cmq se davvero vendere sottocosto è un reato diversi gruppi di supermercati nostrani dovrebbero chiudere visto come reclamizzano le operazioni di questo genere.Ribadisco, capisco la concorrenza sleale, sarà reato ma rispetto a quello che si vede in giro nel mondo IT e non, questa mi sembra una pagliuzza nell'occhio per nascondere la trave.PS: a quelli che se ne escono fuori con i "non hai capito" consiglio un corso di bon-ton. Poi mentre sono in cattedra potrebbero pure scomodarsi a spiegare ai poveri ignoranti.
  • Anonimo scrive:
    Succede anche da noi.
    Al Comune di Milano per esempio si acquistano solo macchine con processore Intel e la scelta e ridotta a pochi grandi gruppi (HP, FSC, IBM).
    • Anonimo scrive:
      Re: Succede anche da noi.
      - Scritto da: Anonimo
      Al Comune di Milano per esempio si acquistano
      solo macchine con processore Intel e la scelta e
      ridotta a pochi grandi gruppi (HP, FSC, IBM).Solo gli STOLTI non diversificano.
    • vale56 scrive:
      Re: Succede anche da noi.
      Il motivo per cui le aziende VOGLIONO i brand, è solo una: Assistenza.Secondo te un'azienda che comprasse da un assemblatore che tipo di assistenza potrebbe avere?L situazione è diversa se è il singolo a comprare
  • Anonimo scrive:
    portatili
    Non ho mai capito (fino ad ora) del perchè facevo fatica in questi ultimi anni a trovare portatili con processori AMD... ci hanno fatto due palle così co sto Centrino... ma io non lo volevo ed ero costretto a scegliere tra pochissimi prodotti (scegliere si fà per dire)...sono anni che dati alla mano AMD ha raggiunto se non surclassato Intel...E poi almeno potevano trovare un nome migliore di Centrino.Sotto questo nome così "pulito" si nascondeva invece...
  • Sandro kensan scrive:
    こんいちは intel
    Baci da Tokyo.Vedo Intel nei guai.(Questo forum non accetta il nihongo :( )==================================Modificato dall'autore il 09/03/2005 0.49.04
    • Anonimo scrive:
      Re: こんいち
      - Scritto da: Sandro kensan
      Baci d
      Vedo I

      (QuestO_o
    • Anonimo scrive:
      Re: こんいち
      - Scritto da: Sandro kensan
      Baci d
      Vedo I

      (Quest
      こんいちは intel
    • Anonimo scrive:
      Re: こんいち
      - Scritto da: Sandro kensan
      Baci d
      Vedo I

      (Quest

      ==================================
      Modificato dall'autore il 09/03/2005 0.49.04Riesco però a visualizzare correttamente il topic FireFox (Ultima Stable) FreeBSD
  • Diablo scrive:
    cose di questo genere
    sono considerate in Italia come normale amministrazione, anzi succede anche di peggio qui, quindi, se fosse capitato qua non si sarebbe accorto nessuno.Ovviamente non abbiamo un'antitrust noi....
    • Anonimo scrive:
      Re: cose di questo genere
      Miii, quando ho letto il titolo mi è venuto un flash del mio vecchio prof. di filosofia!!!
    • pierpaolopezzo scrive:
      Re: cose di questo genere
      Noi abbiamo un'Antitrust e come ben sai i vertici sono stati da poco designati, peccato che le nomine siano deboli....ma questa è un'altra storia(italianismi...)
  • Anonimo scrive:
    INTEL ha un GRANDE MAESTRO...
    INTEL ha avuto in passato e nel presente un GRANDE MAESTRO in arti PREDATORIE di mercato; il DRAGASACCOCCE di REDMOND che da anni ci va a braccetto.Ogni tanto qualcuno si sveglia e "denuncia" questi fatti......... mi fanno RIDERE!
    • Anonimo scrive:
      Re: INTEL ha un GRANDE MAESTRO...
      in questo sono solo dei miseri dilettantelli al confronto
    • Anonimo scrive:
      Re: INTEL ha un GRANDE MAESTRO...
      - Scritto da: Anonimo
      INTEL ha avuto in passato e nel presente un
      GRANDE MAESTRO in arti PREDATORIE di mercato; il
      DRAGASACCOCCE di REDMOND che da anni ci va a
      braccetto.
      Ogni tanto qualcuno si sveglia e "denuncia"
      questi fatti......... mi fanno RIDERE! E' vero. Microsoft e Intel vanno a braccetto perchè come è noto sono state salvate entrambe dalla Lobby ebraica americana quando erano nei guai. Il problema è capire quanto le lobby usa siano potenti anche all'estero. Ormai il mondo sembra il loro parco giochi, se ne fregano di regole, leggi e governi nazionali. No vedo un bel futuro per i consumatori. Che cosa accadrà quando avranno monopolizzato tutto, e potremo scegliere solo tra UNA marca di tutto? Che i prodotti faranno schifo, naturalmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: INTEL ha un GRANDE MAESTRO...
        - Scritto da: Anonimo
        E' vero. Microsoft e Intel vanno a braccetto
        perchè
        come è noto sono state salvate entrambe dalla
        Lobby
        ebraica americana quando erano nei guai. e quando erano nei guai ? forse perche' avevano diversificato la loro attivita' vendendo vasi con gattino incorporato ?mala tempora, ormai i minus habens straripano sulla rete
      • Anonimo scrive:
        Re: INTEL ha un GRANDE MAESTRO...
        - Scritto da: Anonimo
        E' vero. Microsoft e Intel vanno a braccetto
        perchè
        come è noto sono state salvate entrambe dalla
        Lobby
        ebraica americana quando erano nei guai.
        Il problema è capire quanto le lobby usa siano
        potenti
        anche all'estero. Ormai il mondo sembra il loro
        parco giochi, se ne fregano di regole, leggi e
        governi nazionali.Difatti guarda cosa è successo con la direttiva sui brevetti sofware in Europa.
        No vedo un bel futuro per i consumatori. Che cosa
        accadrà quando avranno monopolizzato tutto,
        e potremo scegliere solo tra UNA marca di tutto?
        Che i prodotti faranno schifo, naturalmente.Bella prospettiva, non c'è che dire.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: INTEL ha un GRANDE MAESTRO...
      - Scritto da: Anonimo
      INTEL ha avuto in passato e nel presente un
      GRANDE MAESTRO in arti PREDATORIE di mercato; il
      DRAGASACCOCCE di REDMOND che da anni ci va a
      braccetto.
      Ogni tanto qualcuno si sveglia e "denuncia"
      questi fatti......... mi fanno RIDERE!In questo sono d'accordo Alien. Infatti per anni e anni c'è stato il duopolio WIntel... E non a caso io ho sempre e solo comprato AMD! :)TAD
Chiudi i commenti