IE9, barriere contro il tracciamento

La nuova iterazione di IE dovrebbe includere una misura di gestione avanzata della privacy, grazie alla quale gli utenti potranno tagliare fuori network di advertising impiccioni. Ci aveva pensato anche Mozilla

Roma – Internet Explorer 9, il software con cui Microsoft spera di riguadagnare terreno nella guerra tra browser che infuria in questi ultimi anni, dovrebbe contenere una misura di protezione aggiuntiva tesa a inibire il tracciamento non autorizzato da parte di network pubblicitari e soggetti di terze parti. Chiamata prevedibilmente Tracking Protection , la misura fa affidamento sul meccanismo delle black list e recepisce – con un certo anticipo – le raccomandazioni in materia di privacy formalizzate dalla Federal Trade Commission statunitense.

Tracking Protection deriva infatti dalla proposta di una “Do not track list” obbligatoria per tutti i browser formulata dalla FTC : attivando l’apposita opzione, l’utente sceglie volontariamente (“opt out”) di inibire ai network specializzati di raccogliere e analizzare informazioni di navigazione – cronologia, cookie, abitudini di surfing e quant’altro.

La lista di non tracciamento di IE9 verrà inclusa in una prossima release candidate del browser di Redmond, e per risultare efficace dovrà fare affidamento (come d’altronde ogni “do not track list” che si rispetti) sulla buona volontà di siti e servizi web nell’implementare le misure necessarie a rendere efficace il blocco del tracciamento indesiderato.

Dean Hachamovitch, vicepresidente Microsoft, definisce TP come “un buon inizio in grado di fornire agli utenti una scelta e la protezione dal potenziale tracciamento” online. “Noi forniamo uno strumento all’interno del browser – continua Hachamovitch – e i consumatori scelgono come farne uso”. Il manager dice di attendersi un’evoluzione della nuova protezione nel corso del tempo, com’è naturale che sia per le tecnologie web in un tempo di fitto dialogo sui temi inerenti la privacy.

Ma in passato c’è già stato chi ha preso in considerazione l’implementazione di una Do Not Track List tra la concorrenza: piuttosto che introdurre un meccanismo simil-TP, però, Mozilla ha deciso di abbandonare la funzionalità a fronte del parere negativo di chi sente di dover fare affidamento sull’advertising – e quindi sul tracciamento della navigazione sovente concesso ai network di pubblicità – per sopravvivere come business online.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • uno qualunque scrive:
    Sarà che farà tutti sti soldi
    Secondo me FB è tutt'altro che una miniera d'oro. Appena la gente si sentirà dire che bisogna iniziare a pagare sparira a flotte. Però i numeri su internet comandano, quindi agli occhi degli investitori 500.000.000 di utenti registrati, tantissimi falsi, suonano come probabili bei dollaroni in futuro. Io ci credo poco, intanto però spendono per l'infrastruttura...
    • gnugnolo scrive:
      Re: Sarà che farà tutti sti soldi
      anche dieci anni fa credevano alle dot com della new economy... e sappiamo come e' andata a finire...dare il valore al nulla cosi' ad XXXXXXXm e' tipico di wall street e compagnia bella... anche i subprime erano megaultrafantastici e affidabilissimi...
    • gnugnolo scrive:
      Re: Sarà che farà tutti sti soldi
      Anche noi possiamo valeree 7 miliardi... se decidiamo che le ns. scoregge valgono migliaia di dollari l'una... ma sempre scoregge sono...
  • bertuccia scrive:
    per chi volesse provare diaspora..
    sto dando un'occhiata a come procede..per ora funziona su invito, ma pollycoke ha lanciato una sorta di catena per cui è semplicissimo averne uno, basta usare i commenti al posthttp://pollycoke.org/2010/12/08/ecco-diaspora-inviti-illimitati-per-i-pollycokers
  • Fabrizio Mirabito scrive:
    I 7 miliardi di zuckerberg
    Io non capisco come possa fare zuckerberg a guadagnare 7 miliardi all'anno se facebook non arriva manco a farne uno (di miliardo) di utili. Qualcuno mi spiega l'arcano?
    • Fabrizio Mirabito scrive:
      Re: I 7 miliardi di zuckerberg
      Anzi, non sono manco utili, il miliardo è di fatturato. Ma anche fosse l'utile ammettendo (cosa che ovviamente non è così) che sia l'unico azionista, e che si redistrisca TUTTO agli azionisti, arriverebbe a prendere 1 miliardo l'anno (e non 7).
      • Lex Logic scrive:
        Re: I 7 miliardi di zuckerberg
        Considerate che è dal 2003/2004 online, che i soldi non li avrà tenuti di certo fermi e che li avrà investiti.. e anche che a punto informatico non piacciono le cifre complesse quanto il captcha del codice antispam :)
        • Fabrizio Mirabito scrive:
          Re: I 7 miliardi di zuckerberg
          Si ho capito, ma 7mld l'anno, da investimenti? In cosa? In facebook? Se sì, siamo sempre lì, con un utile da 1mld, pure avesse il 100% delle azioni, avrebbe un introito di 1mld, non di 7.
          • Fabrizio Reale scrive:
            Re: I 7 miliardi di zuckerberg
            La sua ricchezza è data dal valore delle quote di Facebook che possiede, non ha in tasca quei soldi realmente.È la stessa situazione di Bill Gates che una volta ha perso il titolo di uomo più ricco perché era calato il valore delle azioni della Microsoft.
    • sentinel scrive:
      Re: I 7 miliardi di zuckerberg
      - Scritto da: Fabrizio Mirabito
      Io non capisco come possa fare zuckerberg a
      guadagnare 7 miliardi all'anno se facebook non
      arriva manco a farne uno (di miliardo) di utili.

      Qualcuno mi spiega l'arcano?Io non capisco come possa fare uno ad iscriversia fèssbuk dando in pasto tutti i suoi dati personali(ed a far guadagnare 7 miliardi all'anno a loro)e non ricevendo un bel niente indietro...Qualcuno mi spiega l'arcano?
      • bubba scrive:
        Re: I 7 miliardi di zuckerberg
        - Scritto da: sentinel
        - Scritto da: Fabrizio Mirabito

        Io non capisco come possa fare zuckerberg a

        guadagnare 7 miliardi all'anno se facebook non

        arriva manco a farne uno (di miliardo) di utili.



        Qualcuno mi spiega l'arcano?

        Io non capisco come possa fare uno ad iscriversi
        a fèssbuk dando in pasto tutti i suoi dati
        personali
        (ed a far guadagnare 7 miliardi all'anno a loro)
        e non ricevendo un bel niente indietro...

        Qualcuno mi spiega l'arcano?perche e' "comodo" e ci sono gia' tutti i tuoi amicici (sigh)Poco vale il fatto che il 90% delle cose utili di fakebook si potrebbe fare su irc (magari runnando un bot in quel tal canale)... ma tant'e'..
      • bertuccia scrive:
        Re: I 7 miliardi di zuckerberg
        - Scritto da: sentinel

        Io non capisco come possa fare uno ad iscriversi
        a fèssbuk dando in pasto tutti i suoi dati
        personali
        (ed a far guadagnare 7 miliardi all'anno a loro)
        e non ricevendo un bel niente indietro...

        Qualcuno mi spiega l'arcano?dal mio punto di vista l'utente riceve un bel servizio, e molto utile in tanti casi, ma per quel che mi riguarda, tale servizio non vale il prezzo richiesto
  • gnugnolo scrive:
    Americheni
    No fatemi capire..."Palo Alto ha però respinto le nuove accuse, sottolineando come i legali dei due gemelli si fossero basati su un "affidabile" comunicato stampa relativo ad introiti e valore effettivo di Facebook. I Winklevoss hanno accusato Zuckerberg di non averli mai aggiornati sul reale calcolo, a loro dire minore di quello evidenziato nel comunicato stampa."Cioè tu (e i tuoi strapagati legali) vi affidate in una causa milionaria a un cavolo di comunicato stampa per determinare il valore di un'azienda? È come sei NAS si fidassero dell'etichetta degli ingredienti e di scadenza!E allora come hanno fatto a capire che il valore era minore? Da dove viene l'altro termine di paragone? Non potevi accertarti prima? Stiamo parlando di professionisti e adulti o di bambinoni dell'asilo???
Chiudi i commenti