IFA2014/ Desire 820, la classe media si merita un 64bit

HTC l'ha fatto di nuovo, un altro terminale con un processore 64bit. Questa volta si punta a un altro segmento, in attesa di Android L

Berlino – HTC vuole portarsi avanti e non lasciare nulla al caso: dopo aver fatto debuttare appena una settimana fa il Desire 510 , primo smartphone ufficialmente dotato di un SoC Qualcomm 64bit, all’IFA ha annunciato anche il Desire 820. Il nuovo arrivato è il successore del ben noto Desire 816 , e mutua dalla famiglia il formato con l’abbondante schermo da 5,5 pollici , ma compie un deciso passo in avanti in termini di dotazione hardware.

Il cuore del nuovo Desire 820 è un SoC Qualcomm Snapdragon 615, 64bit e con LTE categoria 4 integrato (fino a 150mbps in download): otto core da 1,5GHz sono abbastanza da tenere testa a quasi qualunque carico di lavoro, anche grazie alla dotazione RAM che si piazza a un rispettabile valore di 2GB e con 16GB di storage integrato (ed espandibile tramite microSD). Non ci sono compromessi evidenti in questo allestimento, segno che HTC non ha voluto correre rischi azzoppando qua e là il terminale per giustificare il suo posizionamento nell’offerta generale. In particolare, l’azienda taiwanese pone l’accento sulla qualità costruttiva generale del nuovo telefono, che secondo HTC dovrebbe diventare un marchio distintivo di tutta la sua offerta.

Anche sul piano multimediale le cose sono state fatte per bene: lo schermo da 5,5 pollici è solo 720p, ma ci sono gli speaker frontali BoomSound come sull’HTC One, una fotocamera posteriore da 13 megapixel con sensore retroilluminato , lente f/2,2 e focale da 28mm che gira tranquillamente video 1080p. Anche la fotocamera anteriore, sempre più utilizzata in un’epoca di selfie , è basata su un sensore BSI da 8 megapixel con capacità di ripresa video 1080p: se a questo si aggiunge il peso di 155g e le dimensioni tutto sommato contenute (157,7×78,7×7,7mm), ottenute grazie alla costruzione “unibody” della scocca in polimero, il piatto Desire 820 risulta davvero appetitoso. La batteria da 2600mAh, non sostituibile, è forse l’unica qualità che manca per rendere questo smartphone un best-seller assoluto.

In un certo senso, HTC prova a compiere una manovra rischiosa: offrire un prodotto con caratteristiche tecniche interessanti a un prezzo da fascia media. </strong Resta da capire se questo garantirà comunque margini sufficienti a giustificare la mossa, resa comunque inevitabile dal proliferare di prodotti di manifattura cinese dotati di ottimo hardware e prezzo contenuto. Il prezzo del nuovo Desire 820, comunque, non è ancora stato annunciato, e il suo lancio in Italia avverrà solo a gennaio 2015: la principale ragione di questo ritardo è probabilmente da imputarsi alla mancanza di una release ufficiale di Android a 64bit, che farà capolino solo più avanti in autunno con il debutto dell'atteso Android L (o 5.0, come pare sarà ribattezzato). Probabilmente per allora si saprà anche qualcosa di più sulle reale capacità e performance di questo terminale.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Silvan scrive:
    Realismo.
    Quando da Renzi continuo a sentire tante parole di buoni, ma anche ambigui propositi, mi sovviene spontaneo il saggio proverbio: "la via per l'inferno è lastricata di buoni propositi", e in questo caso l'inferno è la rovina dell'Italia, schiacciata da una burocrazia "Moloch", da massiccia importazione di povertà e da aziende (investimenti-lavoro) che se ne vanno all'estero o che chiudono.
    • Leguleio scrive:
      Re: Realismo.

      Quando da Renzi continuo a sentire tante parole
      di buoni, ma anche ambigui propositi, mi sovviene
      spontaneo il saggio proverbio: "la via per
      l'inferno è lastricata di buoni propositi", e in
      questo caso l'inferno è la rovina dell'Italia,
      schiacciata da una burocrazia "Moloch", da
      massiccia importazione di povertà e da aziende
      (investimenti-lavoro) che se ne vanno all'estero
      o che
      chiudono.Infatti. A mio modesto parere il fatto che gli ultimi tre presidenti del consiglio erano o tecnici, o comunque esponenti politici di terzo piano, sta solo a significare che chi sa fiutare il vento ed è in posizione da leader preferisce dire "passo" piuttosto che prendersi la responsabilità di un crac imminente. C'è gusto a fare il presidente del consiglio quando l'Italia è in crescita (o comunque stabile).
  • login failed scrive:
    Non capisco...
    La scuola italiana (come parte dell' amministrazione pubblica) avrebbre bisogno di qualcuno che si occupasse di risolvere i problemi e non di crearne altri...Della serie se la barca affonda aggiungiamo zavorra...
    • deb33 scrive:
      Re: Non capisco...
      Italia, la Banda della scuolaBroadband nelle scuole, WiFi in classe e programmazione fra le materie insegnate: i progetti di Renzi sono delineati, i soldi sono ancora da stanziare ...-sarebbe certo utile capire cosa si intenda in molti articoli dalla agcom a questo di tale Tamburrino Claudio cosa si voglia intendere per 'banda' quando si parla di scuola o diritti autoriali dal momento che l'utilizzo più ampio negli ultimi tempi era di unico segnale ottico-
  • gianni scrive:
    friggiamoli
    ma si dai il gregge del futoro friggiamolo sotto un ennesimo campo elettromagnetico, tanto si si sono tutti a norma singolarmente. e poi 1+1+1+1+1+1+1+1+ .... olèa' Matteo, se han fatto toglier il corcefisso dai muri dormi tranquillo che dopo intascati i soldi quelle scatolette cinesi resteranno spente !!(non è che hai parenti nel settore, eh?)
  • ... scrive:
    ...
    Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha presentato un ambizioso programma fatto di idee per rinnovare la scuola: si chiama "La Buona Scuola"... LOL! (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: ...
      La scuola diventerá "buona" quando si valorizzerá il merito (parola politically incorrect), non le rendite elettorali e sindacali.
      • bradipao scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Nome e cognome
        La scuola diventerá "buona" quando si valorizzerá
        il merito (parola politically incorrect),
        non le rendite elettorali e sindacali.Tocchi un nervo scoperto. Sono decenni che sull'onda di uguaglianza e buonismo fini a sé stessi la parola d'ordine è "media al ribasso", e cioè tutti devono essere trattati in egual modo, specialmente se meno capaci.
    • me medesimo scrive:
      Re: ...
      ormai la situazione è sempre più imbarazzante... L'articolo "per gli amici" non si rifiuta a nessuno. wifi si (ma senza terminali ovviamente) e carta igienica no.
  • clauderouges scrive:
    10 minuti nella mia segreteria
    Lavoro in una scuola e ieri ho dovuto entrare per 10 minuti in segreteria per spiegare una cosa alla segretaria "capo". Sono rimasto allibito quando mi sono reso conto che nella segreteria del mio istituto ogni mail che arriva viene stampata su carta. Non intendo solo gli allegati, ma anche le mail stesse, anche se di tre righe vengono stampate su un foglio intero, senza nemmeno fronte/retro. Stesso discorso per i siti internet. Poiché le segretarie non si trovano a proprio agio a leggere testi in internet direttamente su schermo, ogni volta che devono seguire qualche guida o tutorial su internet o leggere qualcosa STAMPANO TUTTA LA PAGINA WEB. In pratica sono sommersi da cartellette che contengono stampe di mail e videate. Approfondendo il discorso sono venuto a sapere che alcune di queste segretarie in realtà non son nemmeno segretarie, ma ex bidelle perdenti posto che sono state riconvertite a segretarie grazie ad un mini corso, tutto ciò grazie all'insistenza dei sindacati e con l'assenso del governo di allora. La conseguenza è che abbiamo segretarie totalmente incapaci di gestire una scuola, che non capiscono le cose più semplici e che non hanno la minima capacità di usare un computer. Ecco perché credo poco alle promesse del governo. La scuola non cambierà finché non si avrà il coraggio di non assumere incapaci.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 settembre 2014 15.21----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 settembre 2014 15.23-----------------------------------------------------------
    • Leguleio scrive:
      Re: 10 minuti nella mia segreteria

      Approfondendo il discorso sono venuto a sapere
      che alcune di queste segretarie in realtà non son
      nemmeno segretarie, ma ex bidelle perdenti posto
      che sono state riconvertite a segretarie grazie
      ad un mini corso, tutto ciò grazie all'insistenza
      dei sindacati e con l'assenso del governo di
      allora. La conseguenza è che abbiamo segretarie
      totalmente incapaci di gestire una scuola, che
      non capiscono le cose più semplici e che non
      hanno la minima capacità di usare un computer.Confermo non per conoscenza diretta, ma grazie a un amico che lavora nella scuola da oltre dieci anni (come precario): è proprio così. Si tratta o di ex bidelle, o di ex personale ATA, che facevano tutt'altro, quindi.
      Ecco perché credo poco alle promesse del governo.
      La scuola non cambierà finché non si avrà il
      coraggio di non assumere
      incapaci.Il pubblico in generale: non solo la scuola.
      • panda rossa scrive:
        Re: 10 minuti nella mia segreteria
        - Scritto da: Leguleio

        Approfondendo il discorso sono venuto a
        sapere

        che alcune di queste segretarie in realtà
        non
        son

        nemmeno segretarie, ma ex bidelle perdenti
        posto

        che sono state riconvertite a segretarie
        grazie

        ad un mini corso, tutto ciò grazie
        all'insistenza

        dei sindacati e con l'assenso del governo di

        allora. La conseguenza è che abbiamo
        segretarie

        totalmente incapaci di gestire una scuola,
        che

        non capiscono le cose più semplici e che non

        hanno la minima capacità di usare un
        computer.

        Confermo non per conoscenza diretta, ma grazie a
        un amico che lavora nella scuola da oltre dieci
        anni (come precario): è proprio così. Si tratta o
        di ex bidelle, o di ex personale ATA, che
        facevano tutt'altro, quindi.Saranno quindi queste persone che terranno i corsi di informatica nelle scuole.
        • Leguleio scrive:
          Re: 10 minuti nella mia segreteria

          sono venuto a

          sapere


          che alcune di queste segretarie in
          realtà

          non

          son


          nemmeno segretarie, ma ex bidelle
          perdenti

          posto


          che sono state riconvertite a segretarie

          grazie


          ad un mini corso, tutto ciò grazie

          all'insistenza


          dei sindacati e con l'assenso del
          governo
          di


          allora. La conseguenza è che abbiamo

          segretarie


          totalmente incapaci di gestire una
          scuola,

          che


          non capiscono le cose più semplici e
          che
          non


          hanno la minima capacità di usare un

          computer.



          Confermo non per conoscenza diretta, ma
          grazie
          a

          un amico che lavora nella scuola da oltre
          dieci

          anni (come precario): è proprio così. Si
          tratta
          o

          di ex bidelle, o di ex personale ATA, che

          facevano tutt'altro, quindi.

          Saranno quindi queste persone che terranno i
          corsi di informatica nelle
          scuole.Ahaha, son capaci! (rotfl)Però non bisogna sottovalutare il potere del sindacato degli insegnanti di matematica e scienze e anche di stenografia. Se si mettono di traverso per insegnarla loro, il personale ATA deve soccombere, in base alla regola italiana de "il mio sindacato è più grosso del tuo".
          • bubba scrive:
            Re: 10 minuti nella mia segreteria
            - Scritto da: Leguleio

            sono venuto a


            sapere



            che alcune di queste segretarie in

            realtà


            non


            son



            nemmeno segretarie, ma ex bidelle

            perdenti


            posto



            che sono state riconvertite a
            segretarie


            grazie



            ad un mini corso, tutto ciò grazie


            all'insistenza



            dei sindacati e con l'assenso del

            governo

            di



            allora. La conseguenza è che
            abbiamo


            segretarie



            totalmente incapaci di gestire una

            scuola,


            che



            non capiscono le cose più semplici
            e

            che

            non



            hanno la minima capacità di usare
            un


            computer.





            Confermo non per conoscenza diretta, ma

            grazie

            a


            un amico che lavora nella scuola da
            oltre

            dieci


            anni (come precario): è proprio così. Si

            tratta

            o


            di ex bidelle, o di ex personale ATA,
            che


            facevano tutt'altro, quindi.



            Saranno quindi queste persone che terranno i

            corsi di informatica nelle

            scuole.

            Ahaha, son capaci! (rotfl)
            Però non bisogna sottovalutare il potere del
            sindacato degli insegnanti di matematica e
            scienze e anche di stenografia. Se si mettono di
            traverso per insegnarla loro, il personale ATA
            deve soccombere, in base alla regola italiana de
            "il mio sindacato è più grosso del
            tuo".non e' per rovinare il bel thread, ma nel 'personale ATA' ci sarebbero anche i tennici di laboratorio... meglio della bidella anti-WWF dovrebbero fare :) [poi certo, alcuni ne sanno la meta' di ruppolo... ]
          • Leguleio scrive:
            Re: 10 minuti nella mia segreteria

            non e' per rovinare il bel thread, ma nel
            'personale ATA' ci sarebbero anche i tennici di
            laboratorio... Sì, ma forse tu intendi per laboratorio solo quello di informatica. Si tratta di una ristretta minoranza. Nella maggior parte dei casi parliamo di addetti a laboratori di chimica, di fisica, di meccanica... e non credo che queste qualifiche facilitino le funzioni di segreteria.
          • bubba scrive:
            Re: 10 minuti nella mia segreteria
            - Scritto da: Leguleio

            non e' per rovinare il bel thread, ma nel

            'personale ATA' ci sarebbero anche i tennici
            di

            laboratorio...

            Sì, ma forse tu intendi per laboratorio solo
            quello di informatica. Si tratta di una ristretta
            minoranza. Nella maggior parte dei casi parliamo
            di addetti a laboratori di chimica, di fisica, di
            meccanica... e non credo che queste qualifiche
            facilitino le funzioni di
            segreteria.si, pensavo a informatica... ma anche alle scienze in generale. nella supposizione che uno che maneggia becco bunsen & co abbia anche sufficiente testa da non usare un PC come una zappa... gh.( cmq mi stupisco che il grammar-nazi che e' in te non abbia detto niente per "ieri ho dovuto entrare"... capisco che l'uso dei verbi servili e' un po' sgangherato ormai... ma a me stridono le orecchie... :P )
          • Leguleio scrive:
            Re: 10 minuti nella mia segreteria


            Sì, ma forse tu intendi per laboratorio solo

            quello di informatica. Si tratta di una
            ristretta

            minoranza. Nella maggior parte dei casi parliamo

            di addetti a laboratori di chimica, di fisica,
            di

            meccanica... e non credo che queste qualifiche

            facilitino le funzioni di

            segreteria.
            si, pensavo a informatica... ma anche alle
            scienze in generale. nella supposizione che uno
            che maneggia becco bunsen & co abbia anche
            sufficiente testa da non usare un PC come una
            zappa...
            gh.Dipende più dalla generazione a cui appartiene che dalla materia di cui è ausiliare.
            ( cmq mi stupisco che il grammar-nazi che e' in
            te non abbia detto niente per "ieri ho dovuto
            entrare"... capisco che l'uso dei verbi servili
            e' un po' sgangherato ormai... ma a me stridono
            le orecchie... :P
            )Non si dice <I
            grammar nazi </I
            , si dice "la maestrina".L'Accademia della Crusca riassume le regole degli ausiliari in questo modo, vedi punto 2, con i verbi intransitivi si può usare indifferentemente l'ausiliare avere o essere:http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/ausiliare-verbi-serviliItalo Calvino, non proprio uno scrittore sciatto, impiega "non m'ha potuto servire": http://tinyurl.com/omgky8fE lì si può discutere: Calvino ha applicato quella regola, oppure più banalmente intendeva usare il verbo "servire" nel senso transitivo? In genere si dice "questo libro mi è servito" e "il cameriere mi ha servito", ma forse Calvino intendeva il libro come una persona viva. :)Sui verbi servili io avevo appreso una regola un po' più articolata: si usa l'ausiliare del verbo servile, e non quello del verbo all'infinito, se si desidera sottolineare l'atto di volontà, di possibilità, di dovere espresso dal verbo. Si usa l'ausiliare del verbo all'infinito negli altri casi.
          • ... scrive:
            Re: 10 minuti nella mia segreteria
            - Scritto da: Leguleio


            Sì, ma forse tu intendi per laboratorio
            solo


            quello di informatica. Si tratta di una

            ristretta


            minoranza. Nella maggior parte dei casi
            parliamo


            di addetti a laboratori di chimica, di
            fisica,

            di


            meccanica... e non credo che queste
            qualifiche


            facilitino le funzioni di


            segreteria.


            si, pensavo a informatica... ma anche alle

            scienze in generale. nella supposizione che
            uno

            che maneggia becco bunsen & co abbia anche

            sufficiente testa da non usare un PC come una

            zappa...

            gh.

            Dipende più dalla generazione a cui appartiene
            che dalla materia di cui è ausiliare.




            ( cmq mi stupisco che il grammar-nazi che e'
            in

            te non abbia detto niente per "ieri ho dovuto

            entrare"... capisco che l'uso dei verbi
            servili

            e' un po' sgangherato ormai... ma a me
            stridono

            le orecchie... :P

            )

            Non si dice <I
            grammar nazi </I
            ,
            si dice "la
            maestrina".
            L'Accademia della Crusca riassume le regole degli
            ausiliari in questo modo, vedi punto 2, con i
            verbi intransitivi si può usare indifferentemente
            l'ausiliare avere o
            essere:

            http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-itali

            Italo Calvino, non proprio uno scrittore sciatto,
            impiega "non m'ha potuto servire":


            http://tinyurl.com/omgky8f

            E lì si può discutere: Calvino ha applicato
            quella regola, oppure più banalmente intendeva
            usare il verbo "servire" nel senso transitivo? In
            genere si dice "questo libro mi è servito" e "il
            cameriere mi ha servito", ma forse Calvino
            intendeva il libro come una persona viva.
            :)Stava finendo l'inchiosto nella penna, quindi saltava alcune lettere pensando che tanto un peeeerla che lo difendesse in futuro sarebbe uscito...
          • bubba scrive:
            Re: 10 minuti nella mia segreteria
            - Scritto da: Leguleio


            Sì, ma forse tu intendi per laboratorio
            solo


            quello di informatica. Si tratta di una

            ristretta


            minoranza. Nella maggior parte dei casi
            parliamo


            di addetti a laboratori di chimica, di
            fisica,

            di


            meccanica... e non credo che queste
            qualifiche


            facilitino le funzioni di


            segreteria.


            si, pensavo a informatica... ma anche alle

            scienze in generale. nella supposizione che
            uno

            che maneggia becco bunsen & co abbia anche

            sufficiente testa da non usare un PC come una

            zappa...

            gh.

            Dipende più dalla generazione a cui appartiene
            che dalla materia di cui è ausiliare.eheh, si, anche..... Cmq la cosa migliore, visto che e' una scuola, sarebbe prenderne atto, tirare fuori qualche prof un po' capace (ci sara', perdio... non serve un Torvalds... ), e dargli lezioni obbligatorie nel doposcuola :P


            ( cmq mi stupisco che il grammar-nazi che e'
            in

            te non abbia detto niente per "ieri ho dovuto

            entrare"... capisco che l'uso dei verbi
            servili

            e' un po' sgangherato ormai... ma a me
            stridono

            le orecchie... :P

            )

            Non si dice <I
            grammar nazi </I
            ,
            si dice "la
            maestrina".prrr :)
            L'Accademia della Crusca riassume le regole degli
            ausiliari in questo modo, vedi punto 2, con i
            verbi intransitivi si può usare indifferentemente
            l'ausiliare avere o
            essere:

            http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italisi per questo ho detto 'sgangherata'... tra prese d'atto di "evoluzioni" della lingua e citazioni di scrittori vari... la cosa e' diventata un po' ballerina (come il punto 2 suddetto)...Resta il fatto che e' brutto, e dubito sia molto gradito dalle grammatiche scolastiche.... come e' brutto 'uscire' usato come transitivo... tipo "uscire le chiavi dal cappotto" :P pero' qualcuno lo usa, e sicuramente in qualche tomo e' riportato

            Italo Calvino, non proprio uno scrittore sciatto,
            impiega "non m'ha potuto servire":


            http://tinyurl.com/omgky8f

            E lì si può discutere: Calvino ha applicato
            quella regola, oppure più banalmente intendeva
            usare il verbo "servire" nel senso transitivo? In
            genere si dice "questo libro mi è servito" e "il
            cameriere mi ha servito", ma forse Calvino
            intendeva il libro come una persona viva.
            :)puo' essere... :)

            Sui verbi servili io avevo appreso una regola un
            po' più articolata: si usa l'ausiliare del verbo
            servile, e non quello del verbo all'infinito, se
            si desidera sottolineare l'atto di volontà, di
            possibilità, di dovere espresso dal verbo. Si usa
            l'ausiliare del verbo all'infinito negli altri
            casi.ci penso su... (ah, non volevo scatenare una battaglia a colpi di Demauro-Treccani .. :-) che poi perisco in fretta eheh.... )
          • Leguleio scrive:
            Re: 10 minuti nella mia segreteria


            Dipende più dalla generazione a cui appartiene

            che dalla materia di cui è ausiliare.
            eheh, si, anche..... Cmq la cosa migliore, visto
            che e' una scuola, sarebbe prenderne atto, tirare
            fuori qualche prof un po' capace (ci sara',
            perdio... non serve un Torvalds... ), e dargli
            lezioni obbligatorie nel doposcuola
            :PNon ci sono soldi.

            L'Accademia della Crusca riassume le regole
            degli

            ausiliari in questo modo, vedi punto 2, con i

            verbi intransitivi si può usare
            indifferentemente

            l'ausiliare avere o

            essere:




            http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-itali
            si per questo ho detto 'sgangherata'... tra prese
            d'atto di "evoluzioni" della lingua e citazioni
            di scrittori vari... la cosa e' diventata un po'
            ballerina (come il punto 2
            suddetto)...Non credo: è sempre stata così.Sei probabilmente allievo di una cattiva grammatica, nel senso di testo scolastico di grammatica. In Italia ce ne sono di specializzate nell'inventare regole mai esistite nella lingua scritta, né tantomeno in quella parlata; e soprattutto nel non prevedere i diversi livelli di lingua, il formale, l'informale, il parlato. Con la conseguenza che alla fine non si padroneggia bene nessuno dei tre.
            Resta il fatto che e' brutto, e dubito sia molto
            gradito dalle grammatiche scolastiche.... Dipende da quale grammatica, appunto.E non sono le grammatiche scolastiche a far testo (e nemmeno la Crusca), ma solo i buoni scrittori.
            come e'
            brutto 'uscire' usato come transitivo... tipo
            "uscire le chiavi dal cappotto" :P pero'
            qualcuno lo usa, Specifichiamo: qualcuno nato dalla linea La Spezia-Rimini in giù. I dialetti settentrionali ignorano quel costrutto, e quindi anche i parlanti di italiano di quelle regioni.Si tratta di interferenza linguistica:http://www.treccani.it/enciclopedia/interferenza_%28Enciclopedia_dell%27Italiano%29/
            e sicuramente in qualche tomo e'
            riportatoNo, lo escludo: un verbo intransitivo è intransitivo sempre, non esistono legittimazioni.Se in un film o in una commedia teatrale si vuole caratterizzare un personaggio che parla male l'italiano gli si metteranno in bocca simili esempi. So che alcuni anni fa un comico aveva lanciato "Scendi il cane, che lo piscio".

            Italo Calvino, non proprio uno scrittore
            sciatto,

            impiega "non m'ha potuto servire":





            http://tinyurl.com/omgky8f



            E lì si può discutere: Calvino ha applicato

            quella regola, oppure più banalmente intendeva

            usare il verbo "servire" nel senso transitivo?
            In

            genere si dice "questo libro mi è servito" e "il

            cameriere mi ha servito", ma forse Calvino

            intendeva il libro come una persona viva.

            :)
            puo' essere... :)Una raccolta di fiabe, nel caso in specie.
          • Icestorm scrive:
            Re: 10 minuti nella mia segreteria
            - Scritto da: Leguleio
            Però non bisogna sottovalutare il potere del
            sindacato degli insegnanti di matematica e
            scienze e anche di stenografia. Se si mettono di
            traverso per insegnarla loro, il personale ATA
            deve soccombere, in base alla regola italiana de
            "il mio sindacato è più grosso del
            tuo".Ai "miei tempi" l'insegnante di informatica era proprio una laureata in matematica che ben poco sapeva di programmazione.Conosceva giusto il DOS, un minimo di Windows (ai tempi di windows 3.11) e sapeva un po' di pascal e un minimo di cobol giusto perché si era studiata qualche libro.Inutile dire che era totalmente inadatta a insegnare programamzione.
  • andrea dolci scrive:
    Oggi le comiche
    Mi scappa da ridere. Alle elementari la stragrande maggioranza degli insegnanti di inglese sono ricicli interni con corsi di poche decine di ore totalmente incapaci di leggere e comprendere un testo in inglese. Per il "coding" che cosa si inventeranno ?
    • panda rossa scrive:
      Re: Oggi le comiche
      - Scritto da: andrea dolci
      Mi scappa da ridere. Alle elementari la
      stragrande maggioranza degli insegnanti di
      inglese sono ricicli interni con corsi di poche
      decine di ore totalmente incapaci di leggere e
      comprendere un testo in inglese.

      Per il "coding" che cosa si inventeranno ?Per il codin sara' peggio.La lingua inglese almeno ha il vantaggio che non e' sotto copyright.Per l'informatica invece tutti i libri di testo delle scuole elementari cominciano con questa immagine:[img]http://s1.dmcdn.net/0gV9/x240-J5g.jpg[/img]e poi di conseguenza parlano di UORD, ESCEL e compagnia bella.
      • Leguleio scrive:
        Re: Oggi le comiche

        Per l'informatica invece tutti i libri di testo
        delle scuole elementari cominciano con questa
        immagine:[img]http://s1.dmcdn.net/0gV9/x240-J5g.jpg[/img]

        e poi di conseguenza parlano di UORD, ESCEL e
        compagnia
        bella.Ma anche di XXXXXXXX, il programma per fare calcoli? (newbie)[img]http://static.fanpage.it/techfanpage/wp-content/uploads/2013/03/HorizontalHelp-638x425.png[/img]
        • bubba scrive:
          Re: Oggi le comiche
          - Scritto da: Leguleio

          Per l'informatica invece tutti i libri di
          testo

          delle scuole elementari cominciano con questa

          immagine:
          [img]http://s1.dmcdn.net/0gV9/x240-J5g.jpg[/img]



          e poi di conseguenza parlano di UORD, ESCEL e

          compagnia

          bella.

          Ma anche di XXXXXXXX, il programma per fare
          calcoli?
          (newbie)

          http://static.fanpage.it/techfanpage/wp-contelol.. difficile dire quale sia l'inkulata peggiore... direi cmq la 1'.
      • prova123 scrive:
        Re: Oggi le comiche
        Noooooooooo, visto il livello UORD e ESCEL all'università ...
        • panda rossa scrive:
          Re: Oggi le comiche
          - Scritto da: prova123
          Noooooooooo, visto il livello UORD e ESCEL
          all'università
          ...Com'e' il livello UORD e ESCEL all'universita'?
          • bubba scrive:
            Re: Oggi le comiche
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: prova123

            Noooooooooo, visto il livello UORD e ESCEL

            all'università

            ...

            Com'e' il livello UORD e ESCEL all'universita'?il mio sarebbe terribile... non li uso da un secolo ... gh.in compenso scrivo testi conC:
            COPY CON: letter.txtGentile cliente, blabla^Z
          • 2014 scrive:
            Re: Oggi le comiche
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: prova123


            Noooooooooo, visto il livello UORD e ESCEL


            all'università


            ...



            Com'e' il livello UORD e ESCEL all'universita'?
            il mio sarebbe terribile... non li uso da un
            secolo ...
            gh.

            in compenso scrivo testi con
            C:
            COPY CON: letter.txt
            Gentile cliente, blabla
            ^ZQuesto funziona ancora dai tempi del cpm ;)
          • bubba scrive:
            Re: Oggi le comiche
            - Scritto da: 2014
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: prova123



            Noooooooooo, visto il livello UORD
            e
            ESCEL



            all'università



            ...





            Com'e' il livello UORD e ESCEL
            all'universita'?

            il mio sarebbe terribile... non li uso da un

            secolo ...

            gh.



            in compenso scrivo testi con

            C:
            COPY CON: letter.txt

            Gentile cliente, blabla

            ^Z
            Questo funziona ancora dai tempi del cpm ;)eheheh... stavo quasi per rispondere di SI... ed e' vero per 'con' e '^z' (tanto per ribadire che "nessuno ha copiato dal CP/M" gh :P ) ma nel cp/m per copiare si usava PIP... un cmd esterno.... (magari poi han messo anche "copy" boh......)
          • 2014 scrive:
            Re: Oggi le comiche
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: 2014

            - Scritto da: bubba


            - Scritto da: panda rossa



            - Scritto da: prova123




            Noooooooooo, visto il livello
            UORD

            e

            ESCEL




            all'università




            ...







            Com'e' il livello UORD e ESCEL

            all'universita'?


            il mio sarebbe terribile... non li uso da
            un


            secolo ...


            gh.





            in compenso scrivo testi con


            C:
            COPY CON: letter.txt


            Gentile cliente, blabla


            ^Z

            Questo funziona ancora dai tempi del cpm ;)
            eheheh... stavo quasi per rispondere di SI... ed
            e' vero per 'con' e '^z' (tanto per ribadire che
            "nessuno ha copiato dal CP/M" gh :P ) ma nel cp/m
            per copiare si usava PIP... un cmd esterno....


            (magari poi han messo anche "copy" boh......)Quanto siamo vecchi :(
  • Esprit scrive:
    In ricordo di Alberto Lupo
    ... parole parole parolehttps://www.youtube.com/watch?v=wrlew2G6nvA
  • Nome e cognome scrive:
    Code.org c'e' gia'
    Non tanto per il dominio gia' occupato, ma perche' quello che viene annuciato come iniziativa originale per il futuro c'e' gia'; insegnano gratis a programmare.Pero' e' tutto inglese ed e' un'iniziativa USA.L'inglese ... era nelle vecchie " 3 I", ce ne sara' abbastanza alle elementari?
    • bubba scrive:
      Re: Code.org c'e' gia'
      - Scritto da: Nome e cognome
      Non tanto per il dominio gia' occupato, ma
      perche' quello che viene annuciato come
      iniziativa originale per il futuro c'e' gia';
      insegnano gratis a
      programmare.
      Pero' e' tutto inglese ed e' un'iniziativa USA.
      L'inglese ... era nelle vecchie " 3 I", ce ne
      sara' abbastanza alle
      elementari?eh.. spero che intendessero 'mettiamo l'help e i video di zukkaberg in italiano'... se vojono rifare il tutto come code.italia.it , meglio lasciar perdere :P(cmq siam proprio proprio sicuri che si debba piazzare tutta questa roba alle elementari? Bene inet per i docenti, per scartoffiame e altre cose... ma gia' tutti a pocciare sul tablet a 7 anni - oltre quello che gia' faranno a casa :P - sara' il caso? :P )
      • panda rossa scrive:
        Re: Code.org c'e' gia'
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: Nome e cognome

        Non tanto per il dominio gia' occupato, ma

        perche' quello che viene annuciato come

        iniziativa originale per il futuro c'e' gia';

        insegnano gratis a

        programmare.

        Pero' e' tutto inglese ed e' un'iniziativa USA.

        L'inglese ... era nelle vecchie " 3 I", ce ne

        sara' abbastanza alle

        elementari?
        eh.. spero che intendessero 'mettiamo l'help e i
        video di zukkaberg in italiano'... se vojono
        rifare il tutto come code.italia.it , meglio
        lasciar perdere
        :P

        (cmq siam proprio proprio sicuri che si debba
        piazzare tutta questa roba alle elementari? Bene
        inet per i docenti, per scartoffiame e altre
        cose... ma gia' tutti a pocciare sul tablet a 7
        anni - oltre quello che gia' faranno a casa :P -
        sara' il caso? :P
        )Bisogna insegnargli che tutto quello che ritengono essere privato nel loro tablet, in realta' e' accessibile a cani&porci, per la loro stessa sicurezza.Cosi' se imparano certe cose da piccoli, quando sono grandi eviteranno di farsi i selfie nudi.
        • krane scrive:
          Re: Code.org c'e' gia'
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: bubba
          Bisogna insegnargli che tutto quello che
          ritengono essere privato nel loro tablet, in
          realta' e' accessibile a cani&porci, per la
          loro stessa sicurezza.
          Cosi' se imparano certe cose da piccoli, quando
          sono grandi eviteranno di farsi i selfie
          nudi.Su topolino compaiono da anni storie che fanno notare ai bambini pericoli legati alla poca attenzione dei propri account e alle proprie password, ora stanno iniziando anche a consapevolizzarli riguardo a dove finiscono le loro cose in rete.
          • roby6732 scrive:
            Re: Code.org c'e' gia'
            - Scritto da: krane

            Su topolino compaiono da anni storie che fanno
            notare ai bambini pericoli legati alla poca
            attenzione dei propri account e alle proprie
            password, ora stanno iniziando anche a
            consapevolizzarli riguardo a dove finiscono le
            loro cose in
            rete.Secondo me una scuola seria dovrebbe insegnare SOLO software libero.Finchè insegneranno ai bambini ad essere schiavi delle multinazionali,nonchè a non condividere il proprio sapere con altri; sarà solo riforma tutta fuffa.
          • krane scrive:
            Re: Code.org c'e' gia'
            - Scritto da: roby6732
            - Scritto da: krane

            Su topolino compaiono da anni storie che fanno

            notare ai bambini pericoli legati alla poca

            attenzione dei propri account e alle proprie

            password, ora stanno iniziando anche a

            consapevolizzarli riguardo a dove finiscono le

            loro cose in rete.
            Secondo me una scuola seria dovrebbe insegnare
            SOLO software libero.
            Finchè insegneranno ai bambini ad essere schiavi
            delle multinazionali,nonchè a non condividere il
            proprio sapere con altri; sarà solo riforma tutta
            fuffa.Mi fai pensare che in effetti su topolino non si parla di software libero... Mmmm nn sarebbe male organizzare una campagna di email...
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Code.org c'e' gia'
            Sarei d'accordo con te, se non fosse che Open source non copri TUTTO, purtroppo.
          • bubba scrive:
            Re: Code.org c'e' gia'
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: bubba


            Bisogna insegnargli che tutto quello che

            ritengono essere privato nel loro tablet, in

            realta' e' accessibile a cani&porci, per la

            loro stessa sicurezza.


            Cosi' se imparano certe cose da piccoli,
            quando

            sono grandi eviteranno di farsi i selfie

            nudi.

            Su topolino compaiono da anni storie che fanno
            notare ai bambini pericoli legati alla poca
            attenzione dei propri account e alle proprie
            password, ora stanno iniziando anche a
            consapevolizzarli riguardo a dove finiscono le
            loro cose in
            rete.finiscono nel tuo hard disk da cantinaro, come tutte le cose pedoXXXXXgrafiche che tanto ti divertono
          • krane scrive:
            Re: Code.org c'e' gia'
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: bubba




            Bisogna insegnargli che tutto quello che


            ritengono essere privato nel loro tablet,
            in


            realta' e' accessibile a cani&porci, per
            la



            loro stessa sicurezza.




            Cosi' se imparano certe cose da piccoli,

            quando


            sono grandi eviteranno di farsi i selfie


            nudi.



            Su topolino compaiono da anni storie che fanno

            notare ai bambini pericoli legati alla poca

            attenzione dei propri account e alle proprie

            password, ora stanno iniziando anche a

            consapevolizzarli riguardo a dove finiscono le

            loro cose in rete.
            finiscono nel tuo hard disk da cantinaro, come
            tutte le cose pedoXXXXXgrafiche che tanto ti
            divertonoInvidia per la mia collezione di topolini eh ?
        • bubba scrive:
          Re: Code.org c'e' gia'
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: bubba

          - Scritto da: Nome e cognome


          Non tanto per il dominio gia' occupato,
          ma


          perche' quello che viene annuciato come


          iniziativa originale per il futuro c'e'
          gia';


          insegnano gratis a


          programmare.


          Pero' e' tutto inglese ed e'
          un'iniziativa
          USA.


          L'inglese ... era nelle vecchie " 3 I",
          ce
          ne


          sara' abbastanza alle


          elementari?

          eh.. spero che intendessero 'mettiamo l'help
          e
          i

          video di zukkaberg in italiano'... se vojono

          rifare il tutto come code.italia.it , meglio

          lasciar perdere

          :P



          (cmq siam proprio proprio sicuri che si debba

          piazzare tutta questa roba alle elementari?
          Bene

          inet per i docenti, per scartoffiame e altre

          cose... ma gia' tutti a pocciare sul tablet
          a
          7

          anni - oltre quello che gia' faranno a casa
          :P
          -

          sara' il caso? :P

          )

          Bisogna insegnargli che tutto quello che
          ritengono essere privato nel loro tablet, in
          realta' e' accessibile a cani&porci, per la loro
          stessa
          sicurezza.

          Cosi' se imparano certe cose da piccoli, quando
          sono grandi eviteranno di farsi i selfie
          nudi.allora, in questa chiave, e' meglio portare PRIMA i genitori alle elementari....
Chiudi i commenti